venerdì 8 aprile 2011

61

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (parte XXI): novembre 1992

Tutta una serie di giocattoli venduti a prezzi criminali, computer tarocchi per bambini stupidi e la vera verità su Arianna. Rotta per Topolino 1929 (15 novembre 1992, 2300 lire): forza e coraggio [...]
Color Vision, il Graphic Computer? Una tavoletta grafica per disegnare direttamente sul televisore? Ma all'anima della minchiata, oggi a nessuno verrebbe in mente mai di...
ah, ecco
Capitan Planet, il supereroe ecologista, ma anche e soprattutto a) il supereroe con il taglio di capelli più zingaro che si sia mai visto, b) un tizio con dei nemici dai nomi assolutamente ridicoli (Rody Rogna?), c) uno dei cartoni animati più stupidi, brutti e alla fine diseducativi di tutti i tempi. Ché faceva talmente girare i coglioni che dopo ti veniva la voglia di andare a sversare l'olio della macchina nel parco sotto casa, così, per ripicca
Grazie agli ovetti Calimero, con le loro "sorprese per tutti i giorni" (che vanno tenute ben distinte dalle "sorprese buone", quelle che si indossano solo la domenica per andare a messa), vinci un viaggio a Eurodisney. Sì, perché nel frattempo hanno aperto Eurodisney, e i concorsi su Topolino hanno trovato una nuova, più economica terra promessa
Miscela le essenze e crea il tuo profumo con Profumio! Oppure diventa una tossica a furia di sniffare sostanze chimiche e finisci i tuoi giorni alla stazione centrale chiedendo "i soldi per il biglietto"
Snoopy: "Non le avrai maledetto Barone Rosso!"
Il Barone Rosso: "Ma vaffanculo chi cazzo ti ha chiesto niente mi tengo le nike"
La crisi delle Micro Machines di cui parlavamo settimana scorsa continua ad aggravarsi, e il concept di base, quello dei minimodellini da collezionare, è sempre più lontano. Chi proprio se la sente clicchi sulla foto per ingrandirla e scoprire quale colossale minchiata sia il bestione mangiamacchine
Overlord dei Transformers, il gigante che si trasforma in grande base di attacco, diventa jet, muta in carro armato, è dotato di due micropiloti energon che sono la chiave di trasformazione come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina
Ancora quelle dannate battaglie navali Clementoni, ancora la storia degli effetti sonori realistici per "scatenare l'entusiasmo dei giocatori". Sì, ok, ok, abbiamo capito. Ora però fuori dai coglioni
I Coccodritti: Rosa Vanitosa, Pino Pisolino e tutto il resto dei Responsabili di Scilipoti
Il dentifricio con dentro la droga, che poi vedi i castori che volano nel cielo in mezzo alle arance, ti regala - tenetevi, perché è un super-regalo. Vi state tenendo? Occhei - la matita stellare. Una, uh, matita con la gommina e quattro scritte pezzenti sopra
"Chi ha detto che il buon cioccolato è solo svizzero?". Voi. Con questa pubblicità della fungia, da almeno vent'anni. Avete rotto il cazzo, Novi. Davvero
Un altro bel tentativo da parte di una banca di fottere ai ragazzini i quattro risparmi avuti dalla nonna, promettendo loro in cambio un borsone da palestra cinese da duemila lire
La Lamborghini Countach 5000 Quattrovalvole, che nel '92 non era più in produzione da almeno quattro anni. Quella di Automan, di Countach, era infinitamente più figa. Chi riesce a citare nei commenti i QUATTRO modelli di Transformers basati su una Countach senza usare uichipìdia è bravo forte
Un altro concorso, un altro viaggio a Eurodisney, ma soprattutto il portatile IBM PS/2 N33, il "superproduttivo". Dice: e che vuol dire? Ah, boh. Però suona bene. Fa molto manager rampante uozzameriganboi
Il karaoke, il maledetto karaoke. Allora era Fiorello con la coda di cavallo e le giacche da albanese, oggi sono i parenti che vogliono distruggerti casa perché in Singstar Vasco non ci sta Albachiara
"Gratta e vinci". Solo che qui devi grattare una lampada magica, anziché strofinarla, per farne uscire, ehr, un babbo natale mezzo nudo che ammicca in modo disturbante
Junior TV: i primi a trasmettere DragonBall, Dr. Slump e Arale e tremila altri cartoni. Prima che arrivasse Preziosi a distruggere tutto
Un bel piatto Disney con Biancaneve e i sette nani da ordinare per Natale e appendere in cucina con tutta la famiglia e... 44.000 LIRE? MA STIAMO CAZZO SCHERZANDO?
In regalo con Soflan uno Snoopy che fa lo sciatore, il giocatore di baseball, l'aviatore, il marinaio, l'investigatore
DILETTANTE
Il gel alta definizione, per averci i ricci da donna anziana di un campo nomadi
Il cavallo Zefiro, anche questo al "prezzo amico di 69.000 lire".  Facendo un rapporto con il prezzo del giornalino, praticamente 69 euro dell'epoca. Amico un cazzo
Non una pubblicità, evidentemente, ma una pagina di "recensioni" di videogiochi. Al di là del fatto che in quella di Solomon's Club viene infilata a tradimento una password per saltare i primi tre livelli, provate a leggere il pezzo di Chuck Rock e il suo concetto totalmente new age di "punteggiatura"
Due fantastici Super Computer della pompa che non servono a una well-loved se non a far buttare soldi a poveri genitori prossimi all'analfabetismo informatico e perciò convinti di regalare un futuro ai propri figli. "Età consigliata: 8 anni", si legge al centro della pagina. Ora: il fratello di un tuo amico è andato avanti per le prime due ore di gioco a Monkey Island, sul PC del padre, a cinque anni, prima ancora di imparare a leggere. Caricandolo da solo e tutto. E a sette tu disegnavi già sontuose astronavi a forma di cippa su un VIC-20
Un'altra roba di Giochi Preziosi, il quiz con i pulsantoni, che sarebbe stata riciclata a tradimento quindici anni più tardi nel dorato mondo dei videogiuochi
Ma visto che è pur sempre il '92, veniamo al solito spazio riservato alla cantante Arianna. Al di là del messaggio non molto chiaro veicolato dal personaggio Arianna nella foto, visto che la maglietta riprende un fortunato spot ecologista ma la pompa di benzina molto meno, leggiamo che il quel mese compiva 17 anni. Il che significa che a) siete coetanei, b) era minorenne. Ma gli antristi che ancora oggi si riscoprissero a fantasticare su Arianna stiano pure tranquilli. Pare infatti certo che fosse anche lei nipote di Mubarak
Ora. Cioè. Capisci benissimo che pubblicizzare del prosciutto cotto non sia molto semplice. Solo non si riusciva a trovare proprio di meglio, Lenti, per invitare la gente a mangiarsi il tuo "buonissimo prosciutto cotto", che metterci una foto di una campionessa di ginnastica artistica?
E arriviamo come sempre alla pubblicità più inquietante del numero, spaparanzata in questo caso in quarta di copertina. 2-XL era il robottino chiacchierone, che con le sue fantastiche cassettine era pronto a spiegarti le cose, ma soprattutto a raccontarti LE BARZELLETTE AGGHIACCIANTI. "Sai perché i robot non si ammalano mai? Perché hanno una salute di ferro, ah ah!", dice il robot, ridendo pure da solo come un coglione, mentre il ragazzino con la frangetta, là sulla sinistra, GLI RIVOLGE GIUSTAMENTE UNO SGUARDO CARICO DI SOSPETTO E PENA
LE ALTRE PUBBLICITA' FUORVIANTI ROBOTTINO SAPUTELLO E SCASSAMINCHIA DI TOPOLINO:

61 commenti:

  1. Uhm... e che ce vò? XD
    Red Alert (Giaguaro)
    Sideswipe (Freccia)
    Sunstreaker (Lince)
    Breackdown (Caimano)

    Il cavallo Zefiro me lo ricordo bene, perchè nella pubblicità mi sembrava artritico. 69.000 lire?!?!? Quel cavallo di merda costava come Overlord?! (che per inciso, a parità di dimensioni, Overlord lo schiaccia sotto un piede).

    Non so chi sia questo Preziosi che hai citato Doc, ma se è responsabile della morte di junior Tv è un figlio di puttana, così di default.

    RispondiElimina
  2. Il "Super Computer della pompa" è praticamente analogo a quello di Barbie che regalarono a mia figlia quando ha fece 2 anni, e già a 3 anni si era stancata di usare.
    All'epoca le ho "rimesso in piedi" un vecchio notebook con winzozz2000.
    Oggi la pupa ha 5 anni e mi ruba costantemente il mac, con la scusa che tanto io posso usare il mio "computer finto" (leggi: iPad).

    RispondiElimina
  3. ma una domanda, da quanto cazzo esistono le micro machines'

    RispondiElimina
  4. gesù, 2-XL... ricordo ancora con un misto di tristezza e pena le due volte in cui mio padre decise di scegliere lui i regali di natale, compito solitamente eseguito da mia madre. ecco, nel 1990 se ne uscì regalandomi L'ENCICLOPEDIA DELLA PESCA Ad un bambino di 10 anni. L'enciclopedia della pesca. E' o non è fortunato ad essere ancora vivo? Ebbene, NON CONTENTO, qualche anno dopo si presentò - questa volta a mia sorella tiè! - con 2-XL. Provammo ad abbatterlo schiacciandolo con i volumi dell'enciclopedia della pesca, ma era troppo resistente. Parlo di mio padre, ovviamente, 2-XL è finito in soffitta (insieme a Scorpion, si) e forse c'è cascato sopra mezzo tetto, ma dubito di essere così fortunato.

    RispondiElimina
  5. "E' possibile registrare le proprie creazioni su cassetta"

    Non aggiungo altro...

    p.s. Capitan Planet era chiaramente un mezzo per far odiare l'ecologia ai bambini.

    RispondiElimina
  6. Ahhh transformers!
    Mi ricordavo solo freccia, Lince e Red Alert (nome inglese) Breackdown, in quanto gamba/braccio di Menasor per me non ha mai avuto un nome... :D

    Comunque Doc, per questa frase:
    (che vanno tenute ben distinte dalle "sorprese buone", quelle che si indossano solo la domenica per andare a messa)

    hai vinto il premio pulitzer.

    ps: ma un bel post sui custom transformers?

    RispondiElimina
  7. Dimenticavo che la pubblicità dei Coccodritti ha risvegliato quel maledetto jingle pubblicitario che non se ne andrà mai:"ARRIVANO I COCCODRITTI!!!" Odio tutte queste musichine che non scorderò mai...bastardi!

    RispondiElimina
  8. Capitan Planet = il fratello gay di Silver Surfer.

    RispondiElimina
  9. Uff, volevo citarlo io Breakdown, l'unico che ricordavo (e che posseggo, insieme agl'altri Stunticon)...

    RispondiElimina
  10. 1992 = 8 anni...

    Alcune di queste abominevoli minchiate le ho possedute, altre le ho desiderate (non dirò mai quali).
    Nello stesso periodo cominciavo a sognare il Super Nintendo.

    RispondiElimina
  11. Tanto lo sappiamo che era il cavallo Zefiro, Slave.

    Molkaan: te sei dell'Aquila, vero? Ho visto Draquila della Guzzanti un paio di sere fa. Se un giorno organizzate un mob con torce e forconi per andare a prendere Bertolaso fammelo sapere, ché porto il rastrello.

    RispondiElimina
  12. "due micropiloti energon che sono la chiave di trasformazione come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina"
    Mi fai morire, mi fai :D

    RispondiElimina
  13. Negli anni 90 anche i Transformes, come le micromachines, erano già ampiamente alla frutta; infatti avevano abbandonato le stilosissime produzioni in metallo, per quelle più mamme-friendly in plasticazza... :-(

    P.S.
    Ignoro cosa successe tra Preziosi e JuniorTV... qualcuno mi può gentilmente illuminare?

    RispondiElimina
  14. 69.000 lire per il Transformer, per lo più pubblicizzato con la supercazzola, mi sembrano veramente un ladrocinio legalizzato! A pensarci bene, anch'io mi ero fatto regalare per Natale (non mi ricordo quali Natali) il Convoy e il Devastator e costavano un occhio della testa, però mi ci sono divertito moltissimo al tempo...sempre di ladrocinio si parlava!!

    RispondiElimina
  15. Fatto sta che io, bimbetto del '91, quando a quattro, cinque anni guardavo le pubblicità delle Micromachines in TV sbavavo.

    RispondiElimina
  16. questo (1992) è stato il periodo che iniziai a leggere Topolino! E chi se lo scorda il primo numero di topolino comprato!

    RispondiElimina
  17. Allora questo numero ce l'ho...da questo numero mi ero fatto comprare la pista california delle Micromachines (che era una figata), Il cantatu me l'avevano regalato qualche mese più tardi ed è rimasto li a prender polvere perchè per me il karaoke è stata sempre una benemerita boiata e si mia mamma aveva pure preso il dentifricio all'arancia, con la matita dentro che A) faceva cagare di brutto B) scriveva che era una pena!

    RispondiElimina
  18. JTV era già alla frutta nel 92.
    A parte Maison ikkoku , non trasmetteva nulla di decente.
    E quando comprava cartoni nuovi, se ne usciva con boiate pazzesche come i Rugrats ( che però stranamente mi piacevano.Quando Mediaset li ha ridoppiati, non riuscivo più a guardarli senza vomitare) o i Fruttini.
    No, dico , i fruttini.
    Se avete coraggio, guardateli qui
    http://www.youtube.com/watch?v=N77S1pfuTOU
    A fine anni 90 c'era stato un tentativo di rilanciare la rete ma è stato un miraggio.
    Ci sarebbe da dire come leggi sulla tv impedivano a una piccola rete di avere i soldi per comprarsi serie decenti invece che scarti di altre ( forse non lo sapete, ma anime come i Cavalieri dello zodiaco, City Hunter, e 3 serie dei transformers sono sono stati comprati originariamente da Mediaset e poi sbattuti sui canali minori per salvare l'immagine delle reti del biscione)

    RispondiElimina
  19. Grazie Sam, i Fruttini proprio mi mancavano... XD

    Per il resto si sa che A(lessandra?) Valeri Manera ha sempre avuto un gusto SENZA PARI per quanto riguarda la scelta e l'adattamento dei vari anime... ç_ç

    RispondiElimina
  20. @Lucio
    Overlord l'aveva quel piccolo bastardo di mio cugino e ti posso assicurare che era alto il doppio di Devastator e Convoy. Costava tanto ma era tanto lui. Più giustificato di un cavallino di merda, su.....

    @Sam
    Quoto ogni tua singola parola sui Rugrats.
    Comunque ricordo che facevano anche Mazinga, Jeeg e compagnia (l'ultima volta che li vidi in tv, me lo ricordo chiaramente, perchè ero in prima superiore e li facevano proprio in tempo per il pranzo)

    RispondiElimina
  21. Io ricordo che JTV trasmise non solo per prima diverse serie poi riadattate da Merdaset (tipo i Cavalieri dello Zodiaco, Dragonball ecc.) ma anche diverse serie che mi sa non sono mai passate su canali nazionali. Tipo quel capolavoro di Fantazoo, o gli anime di Street Figher e Virtua Fighter. Eh vabbè, questi ultimi due sono un po' meno capolavori di Fantazoo. Molto meno va.

    Quando ero tineger poi mi ero innamorato della tizia mora che faceva la trasmissione prima dei cartoni con Giorgia Su(r)ina, che poi mi sa sia sparita dalla circolazione. Qualcuno se la ricorda?

    RispondiElimina
  22. @DarkAlex
    Non ho mai capito perchè la Gig importò solo Overlord dalla serie animata Masterforce ma non Commander/jinrai ... misteri del marketing italiano.
    Sicuramente i soldi spesi per Overlord erano più giustificati di quel cavallino di plastica che a fabbricarlo costava 1000 lire.
    Oddio, a quei tempi c'erano anche i cavalieri dello zodiaco che costavano le loro belle (ladre) 40.000 lire che sono come 40 euro oggi.
    Praticamente quello che adesso spendi per comprarti un Myth , ma al tempo più piccoli e fatti peggio.:(
    Ma in difesa dei CdZ, c'è da dire che qualche pezzo in metallo per giustificarne il prezzo loro lo avevano.

    RispondiElimina
  23. @Mauro luca
    SFII e VF erano stati comprati da Dynamic e Hobby&Work ( il primo censuratissimo in TV per vendere le vhs integrali!!!), ergo, se non c'erano loro, JTV col cavolo che poteva doppiarli e trasmetterli.
    I CdZ non sono mai stati riadattati o ridoppiati da Mediaset, perchè sono stati loro a doppiarlo in quel modo fin dall' inizio.
    Ma forse intendevi censurati quando furono trasmessi su Mediaset.
    Fantazoo lo comprò Odeon TV, che lo doppiò in maniera ultra-pezzente come tutti i cartoni che comprava ( chi si ricorda l'orrido doppiaggio di Transformer Headmasters ?).

    RispondiElimina
  24. Quoto sulla stupidità delle pubblicità Novi.
    Dopodiché, 2XL l'avevano in pochi e quasi tutti pentiti, mentre all'epoca andavo fiero del Furgone Città Micromachines. Anche se la rampa e la gru non andavano neanche a cambiare la batteria 10 volte.

    Invece di Capitan Planet avevo il giocattolo (solo lui, non la linea) e lo adoravo, ma adoravo proprio. Dovevo avere già allora qualcosa di profondamente sbagliato.

    RispondiElimina
  25. "Per il resto si sa che A(lessandra?) Valeri Manera ha sempre avuto un gusto SENZA PARI"

    La persona che curava acquisto e adattamento dei cartoni per mediaset assieme alla Valeri Manera, Nicola "Ryan" Bartolini Carrassi è un mio vecchio amico. Un giorno o l'altro gli infilo sotto il naso duecento domande per un'altra, sontuosa intervista dell'antro

    RispondiElimina
  26. Caro Doc,
    sei davvero un esperto di Topolino ( e delle sue pubblicità)!!!!
    Non hai mai pensato di fare lo stesso "lavoro" per le pubblicità che apparirono per un certo periodo sugli albi Marvel-Corno?
    PS sono certo di avertelo già chiesto, ma come si dice in questi casi repetita juvant (che brutta parola forse perchè troppo simile al nome di quella squadretta che arranca alle nostre spalle).

    RispondiElimina
  27. Grazie Sam, intendevo proprio censurati alla trasmissione su Mediaset.
    E comunque, anche col doppiaggio pezzente, a me Fantazoo piaceva un sacco :-)

    RispondiElimina
  28. cazzo il 2XL, che m'hai fatto tornare in mente... ce lo dovrei avere ancora da qualche parte... :)

    RispondiElimina
  29. Avevo il camper delle micromachines ed era una fi ga ta !! ovviamente intrasportabile ma molto divertente

    RispondiElimina
  30. @Doc Manhattan
    Sei amico di Carrassi?
    Quello che giustificava le censure Mediaset e ha stuprato Slam Dunk con uno dei peggiori adattamenti/doppiaggi di tutti i tempi ?
    Quello che facendo così si è fatto odiare in eterno da tutto il fandom degli animefan?
    Quel Carrassi?
    Dio, non bastava che tu fossi interista ...:P

    RispondiElimina
  31. @Sam: Odeon TV ha salvato fantazoo, altrochè. L'originale è di una noia mostruosa (e parlo ovviamente del cartone, non delle strip)

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Alessandra Valeri Manera, detta anche Alessandra Vietato ai Minori. C'è sempre lei dietro l'adattamento di "Piccoli Problemi di Cuore" aka "Marmalade Boy"? La risposta è no se la domanda di voi irridenti antristi lì pronti a scherzarmi è "Ma come, seguivi Piccoli Problemi di Cuore???", ma mi ha sempre suscitato tanta tanta curiosità l'adattamento della puntata in cui un assorbente, utilizzato da una delle protagoniste per arginare il torrenziale avvento del marchese, diventa una sorta di amuleto magico contro gli incubi. Bella storia.

    RispondiElimina
  34. Sam: sì, quel Carrassi. E ricordo ancora benone il perché della storpiatura dell'episodio citato da Misanthrope e di tanti altri cartoni. Non era sadismo, il suo: c'era dietro una ragione ben precisa. Ma vi farò spiegare tutto da lui stesso in una bella intervistona gigante.
    Ah, grazie a Nicola ho visitato tutti i maggiori studi di produzione di anime giapponesi e portato in edicola serie come Aquarion

    RispondiElimina
  35. Il problema non è se il Countach era o non era in produzione, il Countach è un evergreen, gli da in culo a tutti i modelli prodotti successivamente a prescindere da prestazioni o altro, è come la Testarossa per Ferrari o la 33 stradale per l' Alfa Romeo.
    Non per niente Countach deriva da un espressione piemontese che indica stupore meraviglia, se la producevano a Roma poteva chiamarsi "Mortacci!" oppure "Mecojoni!(ar cazzo).
    Ma prego la regia mandare l' errevuemme
    http://youtu.be/wFB6FfaNQ40
    E per gli amanti della cugina Daisy
    http://youtu.be/Hi4ccVBsZEM
    I migliori film on the road della storia del cinema, Rat Race NON FU MAI GIRATO!

    RispondiElimina
  36. Io avevo il 2XL anzi dovrei averlo ancora da qualche parte :o

    RispondiElimina
  37. vogliamo l'articolo sulla pubblicità del 3DS che sembrano dei drogati quelli che fanno la pubblicità

    RispondiElimina
  38. Ma nessuno ha commentato la posizione un pò così della ginnasta dei prosciutti? XDXDXD

    @Doc
    Non mi vanterei molto di Aquarion....Comunque è inutile, non c'è giustificazione che tenga per aver sputtanato decine di cartoni ed escluso per decenni i più fighi, nemmeno se mi dicessi che tenevano sotto sequestro suo figlio come ricatto XDXDXDXD.

    @Sam
    Vero, però guarda, il Commander Masterforce (o Power Master) è piuttosto pezzente come giocattolo, quindi non è stata una grande perdita (peccato, perchè se realizzato bene poteva essere una figata ed invece sembrava il "fratello deforme segregato in cantina" di Convoy). Per Fantazoo, mi spiace ma concordo anche io che è stato il doppiaggio nostrano a salvarlo e farlo diventare un mito.

    RispondiElimina
  39. DarkAlex: l'ho sempre detto io che il problema principale degli animefan, in Italia, sono gli animefan. Aquarion avrà avuto i suoi difetti, ma era una serie robotica inedita, portata in edicola a un prezzo ridicolo, meno di un anno dopo la messa in onda su TV Tokyo. In edicola.
    Con le censure degli anni 80 e 90 vale lo stesso discorso: l'alternativa, viste le policy Merdaset decise dall'alto (dalla stessa AVM, ma anche da qualche piano ancora più in alto del suo) era non trasmetterle per nulla quella serie. A un certo punto si son resi conto che no, per vendere la pubblicità dei giocattoli mostrare Georgie nuda era un NO-NO. Quindi: meglio un Kimagure Orange Road stravolto e tagliato, o solo le replice di Braccio di Ferro?

    RispondiElimina
  40. Se non fosse per gagliardo 'na cifra, Occappa positivo, gnappetta e Alvaruccio Fantazoo sarebbe ben poco divertente.
    E sopratutto come venivano detti, Fantzoo deve il suo successo a Piero Tiberi (Il papà di Alessandro tiberi, Seppia di Boris, non chè voce di pausa merda) e Graziella Polesinanti.

    RispondiElimina
  41. Ho sempre pensato che in quegli anni le Micro Machines fossero all'apice del loro successo.
    Ma da quant'è che esistono?
    P.s: ho ancora il camper e il bestione mangiamacchine: semplicemente fantastici

    RispondiElimina
  42. Io aspetto di leggere l'intervista a Carrassi che ci facciamo quattro risate.
    E dico subito che quella storia degli sponsor che si ritirano se si vedono tette e culi è una mezza balla: perchè se mostri un cartone con tette e culi gli ascolti salgono, e se gli ascolti salgono, e gli sponsor che vogliono entrare in quella fascia non mancano MAI.
    E tacciamo sullo strupro dell' adattamento di Slam Dunk che non ha alcun tipo di giustificazione.
    Mi sa che sul blog del Doc scoppieranno polemiche infinite quando ci sarà l'intervista.

    RispondiElimina
  43. Sì ok gli anime censurati sono una brutta cosa, ma se permettete, è una cosa ben peggiore quando arrivano da noi anche begli anime come Il mistero della pietra azzurra e ricevono lo stesso ignobile trattamento. E qui si parla di studio gainax prima che Anno si credesse il padreterno, quando ancora doveva dimostrare al mondo chi cacchio fosse davvero e quindi faceva le cose per bene senza trollare nessuno, non so se mi spiego.
    Dico brevemente la mia su Aquarion: non era certo una rivoluzione nel suo genere però a me è piaciuto, bisogna soltanto guardarlo senza farsi troppe seghe mentali, anche perchè sarebbe difficile pensare troppo quando ti veniva propinato tutto quel fanservice davanti agli occhi :D E poi vabbè scimmiottava Evangelion, ma figuriamoci, Evangelion lo scimmiottavano un pò tutti dopo il suo successo. Il difetto di Aquarion davvero fastidioso per me era l'evidente abuso di CG in nelle animazioni.

    Per chi l'avesse chiesto, la topa (eh sì) che presentava su JTV insieme a quella porcona della Surina si chiamava Vesna Luisi.

    http://www.youtube.com/watch?v=Z7hlsPjjc0c&feature=player_embedded

    Ovviamente anche Vesna era una ragazza giovane e piena di voglia di fare, che prendeva il suo lavoro sul serio, fin quasi ad arrivare alla sofferenza.

    http://xoomer.virgilio.it/xoth/Vesna_luisi_01/Vesna_luisi_0015.jpg

    E proprio per chiudere in bellezza, Arianna con in mano quel pistolone da distributore di benzina è tremendamente sexy.
    @Doc, a tal uopo chiedo a gran voce l'aggiornamento del parco emoticon del tuo blog con una bella faccina da maniaco col sangue al naso. Se c'è.

    RispondiElimina
  44. Non parliamo di Acquarion, con dialoghi inventati e censurati quando i personaggi godono durante la fusione (anche nei DVD !!)

    RispondiElimina
  45. Junior tv..quante ore di infanzia trascorse davanti a questo canale...

    ..non toccatemi il camper delle micromachines....era un godimento :D

    RispondiElimina
  46. @Doc
    Guarda, su Aquarion mi scuso se ho usato un tono "brevemente caustico" ma perchè lo odio cordialmente per vari motivi (uno dei tanti: se c'era l'occasione di introdurre un anime robotico inedito, invece di sprecarla con Aquarion c'era di meglio anche non recente: tipo Dancougar....l'originale ovviamente).

    Poi ti rispondo con assoluta sincerità alla tua domanda finale: piuttosto che una cosa fatta male, preferisco il niente.
    Pace :)

    RispondiElimina
  47. ok, ok :)
    Torneremo sul tema, che vedo bello caldo.

    RispondiElimina
  48. Ero in debito di una risposta a Pangio, che mi chiedeva delle pubblicità degli albi Corno. Lì il problema è purtroppo che di albi ne ho al massimo una cinquantina, e che su ognuno le pubblicità vere e proprie (al netto delle autopromo Corno) erano poche. Spesso solo la quarta di copertina (per quanto alcune, come il gelato di Mazinga, fossero bellissime)

    RispondiElimina
  49. Vesna Luisi, grazie Kon. Vesna, che nome da... vabbè, lasciamo stare. Pecccato sia sparita dalla tivi

    RispondiElimina
  50. @Dark Alex però non te la prendere, se fai così non posso far altro che dar ragione al Doc: il problema degli animefan italioti è che sono italioti, ovvero la cosa migliore che sanno fare è lamentarsi senza essere costruttivi. E dopo tutte queste tue lamentele ancora non ho capito se detesti Aquarion per come è stato adattato qui da noi o per motivi interni all'anime stesso, tipo trama, personaggi ecc.
    E scusami tanto, ma Dancougar è un'accozzaglia anni 80 di luoghi comuni del mecha-action allora tanto in voga: bei disegni, belle animazioni, coppie e coppiette di sciapiti bellocci e filler inutili. Sarebbe stato molto meglio svilupparlo come mini-serie di OAV, perchè come serie TV perde il suo appeal abbastanza in fretta. C'erano già Macross e Zeta Gundam a farla da padroni in quel periodo e tanto bastava, senza contare che questi due avevano tutte le buone qualità di Dancougar, ma rese in modo più approfondito. E poi, per l'appunto, era vecchio e l'MTV dei tempi d'oro del martedi sera animesco aveva una politica di palinsesto ben precisa: trasmettere anime il più recenti possibile ed ovviamente anche di una certa qualità.

    @Mauro Luca, prego. Dispiace anche a me che la Vesna sia sparita, la preferivo alla surina di gran lunga: si vede che era davvero una brava ragazza...

    RispondiElimina
  51. @Kon
    Motivi inerenti all'anime stesso. Ora scusa però, ma dimmi cosa intendi sia necessario per essere animefan costruttivi. Non sono sarcastico o polemico, te lo giuro, è che proprio non me lo figuro.

    RispondiElimina
  52. @DarkAlex, costruttivi nel senso che va bene lamentarsi di un anime, va bene dire che non ci è piaciuto, però se ci limitiamo a dire "questo anime mi ha fatto schifo" senza aggiungere altro mi sembra soltanto un modo per lamentarsi tanto per fare tipico di animefan nostrani.
    Ad esempio ho visto fior di flammoni su forum internzionali su un sacco di anime, però anche in casi così concitati ci sono più utenti che fanno mega-post super particoleraggiati per analizzare i difetti (a loro modo di vedere) di una serie o addirittura di una singola puntata che non è piaciuta loro. Insomma, pur incazzati riescono ad essere costruttivi. Certo, non tutti, però non è nemmeno così raro assistere a fenomeni del genere.
    Se invece dai un occhio su siti italiani più rappresentativi sugli anime avviene l'esatto contrario: trovi per la maggior parte commenti tipo "questo autore è sopravvalutato". Stop. Senza dire perchè e percome. Ecco, queste sono le cose che mi mettono tristezza come appassionato del settore. E non parliamo di certe cosiddette "recensioni" che mi hanno fatto venire il voltastomaco. Non voglio fare nomi perchè mi sa che non si può fare, vero Doc? :p Poi ovviamente ci sono anche utenti che fanno da eccezione, ma già per il fatto che sono così rari significa che qualcosa non va.
    Tornando su Aquarion, io ho già detto la mia sui suoi difetti: scimmiotta fin da subito Evangelion e c'è abuso di CG. Ma vi ho trovato anche dei pregi: alcuni personaggi mi sono piaciuti, la storia prosegue liscia senza troppe pretese e ho pure visto i due OAV finali, perchè col progredire della storia il tutto assumeva una propria identità e quel senso di scopiazzatura alla fine sparisce. Si lascia guardare insomma, anche se non è un capolavoro, ma non essere un capolavoro non significa essere una ciofeca, ci sono pure le vie di mezzo ed i pregi di Aquarion mi hanno spinto a vederlo fino all'ultimo episodio nonostante i suoi difetti. Poi ovviamente questo non è un post su Aquarion e non voglio fare spoiler, ma penso di avergli comunque un minimo di giustizia, perchè qua sembrava già una gara a chi la sparava più grossa su quest'anime.
    Poi ok, c'è l'adattamento scrauso italiota, ma figuriamoci, ce lo vediamo in giapponese sottotitolato e buonanotte, già un difetto in meno.

    RispondiElimina
  53. @Kon
    Ok, ora ho capito su cosa intendevi per "costruttivo" e mi trovi non solo completamente d'accordo, ma in genere sono anche molto prolisso. Ti assicuro che andando a briglia sciolta avrei scritto un papiro, con ragioni e spiegazioni varie sul perchè non mi piace. LA cosa che mi fa sorridere è che il motivo per cui non l'ho fatto è proprio quello che citi tu: non è un post su Aquarion e quindi mi sono limitato all'osso (è l'abitudine di evitare quanto più l'OT di quando scrivo nei forum).
    Bene, mi fa piacere che abbiamo chiarito e che Aquarion a parte, la pensiamo anche uguale XDXD

    RispondiElimina
  54. Non mi ricordavo che Topolino costasse 2300 lire nel 1992. Adesso costa circa 2,30 Euro se non erro, il che significa quasi il doppio... Però i disegni (pessimi, realizzati da incompetenti) e le storie (scialbe, banali e stupide) fanno cagare a spruzzo. Una tragedia insomma, e nemmeno la produzione dei cartoon Disney d'oltreoceano è poi tanto diversa. Meno male che Carl Barks è morto in tempo per non vedere le cazzate che sta facendo la Walt Disney Company.

    RispondiElimina
  55. ColorVision...un esempio di digitalizzatore. Ma non c'era una memoria digitale per i disegni; si doveva usare un vcr.

    Per gli ovetti SAPORI...
    Già la Sapori mi fa un'antipatia infinita, poi ci si mette Calimero, che è un personaggio "maledetto" e malinconico. No...no, l'ovetto Kinder Sorpresa (e anche il Gransorpresa di Pasqua) non si cambia!

    Profumio: già una certa Al-ES, nell'82, ci aveva provato. E io avevo la visione che avrei trovato la mia vicina di casa di Roma, Marina (che poi ho ritrovato su facebook, ma non si collega mai) a preparare...cosmetici e profumi con questo...laboratorio. Già immaginavo di varcare la porta e di trovarla col grembiule di scuola (riciclato come...camice) a preparare queste cose. Ma ora è una musicista, quindi siamo molto lontani da quello che avevo immaginato.

    AZ...'sto caspita di castoro volante. Magari molti bambini nati tra l'83 e l'87 hanno ancora gli incubi.

    Canta Tu...tecnologia mediocre. Molto meglio il Philips Playback, che era uscito addirittura nell'81 ed
    era molto meglio del Music System avente Fiorello per testimonial.

    Il Piatto Disney, raffigurato sulle copertine di Topolino del periodo pre-natalizio, mi commuove, invece, perché su quei giornaletti c'erano le storie della saga Yor e Ululand, con Topolino e Pippo. Ciò significava che il Natale era proprio vicinissimo. E quelle storie erano fantastiche: piacevano a me e a mio fratello, all'epoca quasi 18enne.

    RispondiElimina
  56. Junior Computer: patetici quei computer...non appassionavano certo all'informatica e magari molti che li hanno usati, non usano neanche il computer per il web e per facebook

    Il Quizzettone, altro "crimine" della Preziosi, fu usato nel Grande Fratello.

    RispondiElimina
  57. 1992, avevo 14 anni, e quando vedevo immagini come quelle dei fruttini l'istinto era di sputarci sopra.

    Su Fantazoo concordo con chi esalta il doppiaggio: alcune scene erano davvero divertenti (per l'epoca ma ancora oggi a volte rido guardandolo) ma era il doppiaggio a rendere tutto più esilarante

    La countach l'ho ancora, sia nera che bianca, insieme ad una Diablo gialla un po' più grande. E ad un paio di poster sull'argomento ;) diciamo che ero un po' appassionato di Lamborghini!

    Gran post come sempre! Ma mi aspetto anche di sentir parlare di EuroTV oltre che di Junior TV (poi divenuta JTV), dove militò quel tale Carlo che poi approdò a bim bum bam negli anni dell'oscurantismo cerebrale in cui comparse Ambrogio. Ma già Carlo aveva lavorato con due pupazzi (un alieno e un robot) quindi c'era abituato ;)

    Io tra la su(r)ina e la topa cmq preferivo la su(r)ina!!!

    RispondiElimina
  58. Acquarion era onestamente un prodotto interessante con qualche "se" e "ma".
    Dirò una bestemmia secondo me è stato rovinato dal doppiaggio nostrano che ha reso i personaggi piuttosto piatti e i dialoghi piuttosto scialbi...non che i doppiatori non fossero bravi, la sensazione, fortissima, che ho avuto guardandolo è che le voci fossero proprio STATE SCELTE IN MODO SBAGLIATO. :I
    Per dirla tutta lo stesso tipo di problema degli OAV (lo so facevano cagare non sparatemi) di Fatal Fury.
    Di cartoon e anime ne guardo dagli anni '80 ma sinceramente certe volte più che le voci sono gli adattamenti dei dialoghi...mah...

    Fantazoo (o Boes come si chiamava in origine) è arrivato ad un successone sicuramente tramite il doppiaggio...ma va anche detto che era un mix di animali da cartone animato e situazioni grottesche che ha anticipato concept come Happy Three friends...mica ceci!
    Vi consiglio l'edizione a fumetti curata da Renoir, gradevolissima!

    RispondiElimina
  59. 2XL era BELLISSIMO... avevo tre cassette: quella della musica, dello spazio e quella sui detective. Ci avevo giocato non so quanto. Troppi bei ricordi!

    RispondiElimina
  60. MIO-DIO. Mi hai appena fatto ricordare che ebbi per le mani un capitan planet in quel periodo. Forse lo regalarono a mio fratello o forse a me, fatto sta che ricordo perfettamente la perfetta simmetria della sua capigliatura e che la mie unghie facevano di continuo stac stac stac sui paralleli e meridiani incisi nel petto del pupazzo.. Che tra l'altro sembra più un testimonial di detersivi che un paladino dell'ambiente..

    RispondiElimina
  61. Andate su http://www.ariannabergamaschi.it/ e vi accorgerete di come Arianna, ora che rientra appieno nella categoria milf, sia diventata una topa da perdita di diottrie...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails