venerdì 4 marzo 2011

17

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (parte XVI): maggio 1990

No che non ti sei dimenticato. Fast forward sulla doppia piastra con le cassettine BASF: ci lasciamo alle spalle i primissimi e mazinghi anni 80 per catapultarci con mento volitivo verso un'Italia del 1990 prevedibilmente alle prese con i preparativi di, uh, Italia '90. Notti magiche di qui, Bennati e Nannine di là, ma la delusione sarebbe stata forte-fortissima. Solo per i vostri occhi, le pubblicità molto acid house di Topolino 1798 (13 maggio 1990, 2000 lire) […]
E' la festa della mamma: i creativi al soldo della Perugina se ne escono con questa crudele immagine di due bambini che si baciano ai piedi di una donna. Donna che si appresta a PERCUOTERLI SELVAGGIAMENTE con il tubo dei baci, i brutti sporcaccioni
"Luca ha 9 anni: quando corre con Grizzly vince sempre". Cioè, correva. Prima che si andasse a stampare contro quella Fiat Regata all'incrocio
Il Piedone Eldorado (esisterà ancora, in qualche realtà parallela alla nostra, il Piedone Eldorado?) piaceva a tutti quelli che conoscevi. Tranne che per quel ditone fondente, che faceva schifo e 9 volte su 10 era già squagliato quando scartavi il gelato e ti imbrattavi tutto ma vaffanculo tu e il leone Eldoleo guarda qua come cazzo mi sono combinato porca puttana
In basso, una mitica BMW E28 535i, oggi l'auto preferita dei venditori ambulanti nordafricani con i baffi a spazzola
Ora, non sai nel resto d'Italia. Ma alle tue latitudini un povero cristo che si fosse presentato anche solo alle elementari con uno zainetto con il castoro del dentifricio e l'orologione incastonato rischiava nel '90 l'ostracismo a vita, fortissimi gli schiaffi in faccia, un abbonamento ad atti di bullismo a due a due fino a quando non diventavano dispari
I famigerati Oscar azzurri in regalo all'IP. Occhio che a) ovviamente nessuno si caga ancora Schillaci, non sapendo come andranno le cose (leggi: che Carnevale il mondiale se lo giocherà sul centrodestra della panchina), e b) nella terza foto si parla di benzina super, normale o senza piombo. Cioè, esistevano ancora TRE tipi di benzina. E tutti e tre costavano uno sproposito di meno della verde di oggi, cazzarola
Con la bieca scusa del cruciverba, la Convagri della Comunità Economica Europea (la preistoria), invita i giovani a bere IL SUCCO D'UVA. Avete milioni di giovani alcolizzati sulla coscienza, brutti figli di puttana!
(il lettore medio di Topolino, qualche mese dopo)
Micro Schegge, le automobiline radiocomandate Gig Nikko piccole come quelle dei cinesi ma incredibilmente più care, con in regalo il cronometro ad alta precisione pezzente. Da notare che il ragazzino che pilota la Micro Scheggia ha un paio di finte-reebok tarocche e due mani telescopiche tipo Reed Richards dei Fantastici Quattro. ENTRAMBE SINISTRE
Holly Hobbie, le tenere bambole di pezza per le bambine povere
Un'altra di quelle subdole pubblicità tese ad adescare i ragazzini per farli arruolare nelle forze armate. Qui si parla di Marina Militare e di "Spirito forte, spirito libero". Mentre in sottofondo scorrono le note di "In the Navy" dei Village People
La colla Pritt e due poveri ragazzini costretti ai lavoretti con la carta umilianti da asilo delle suore giusto per segnarsi due cazzo di risultati delle partite
In principio era il Dolce Forno. Poi la Harbert si è lasciata prendere un attimo la mano, finendo col produrre puttanate colossali come il Dolce Gelato '90, la Dolce Granita, i Ghiacciolosi, il Dolce Milkshake alla banana con poco ghiaccio e che mi ci mette un goccio di caffè?, molto gentile, grazie. Harbert, giochi per giocare. E per prendersi il diabete alimentare molto prima dei vent'anni
Fluffits, quei pennarelli per fare le scritte a rilievo da ricchioni sulle magliettine, al centro a inizio anni 90 di un clamoroso traffico internazionale gestito da cartolerie e mercerie
I frollini di Nonna Papera della Accornero mettono in palio una fantastica vacanza in un parco d'Europa e… EHI! Dove cavolo è il mio solito, rassicurante viaggio premio a Disneyland?!?
Il Gilera Bullit, il motorino più zingaro della storia
Il Muro non ha fatto a tempo a venire giù che quelli di GIG si stanno già inculando tutte le idee buone provenienti dall'Est, a partire dal concetto di matrioska. I dannati sciacalli
La persistente tristezza del nuovo He-Man fantascienzo vestito come quei truzzi di American Gladiators, qui chiaramente alle prese con uno dei mostri del Ghost Rider degli anni 70
E chiudiamo con la chicca della settimana: una pubblicità della pallina Zigulì in cui si intravede un branco di ragazzini in delirio nella… penombra di… una discoteca e… MA CHE CAZZO DI PALLINE GLI AVETE DATO A QUESTI POVERI RAGAZZI, MALEDETTI ASSASSINI?!?
LE ALTRE PUBBLICITA' FUORVIANTI AL GUSTO MDMA DI TOPOLINO:

17 commenti:

  1. Questo Topolino lo ricordo con precisione. Tra l'altro, ho ancora un cassetto con quei dannati oscar del pallone, anche se c'è un Nando De Napoli mangiucchiato. E ho anche l'avversario di He-Man, il terribile Optikk.

    Alla faccia tua che nel 1990 avevi già quindici anni e i relativi disagi ormonali, io nel 1990 vivevo a Bari (non t'immagini manco..) e avevo sette anni :D

    RispondiElimina
  2. Hey, giù le mani da Eldoleo del mitico Cavazzano.
    In camera dei miei figli troneggia ancora uno di quei cartelli metallici coi prezzi griffato Eldoleo che mi babbai in gioventù.
    Ah, bei tempi il novanta. Ci feci la maturità quell'anno. Per dire. Avete idea? Mondiali di calcio, in Italia per giunta e tu li a studiare per la maturità.

    RispondiElimina
  3. Tatarus....io l'avevo XD......pero' il Piedone Eldorado mi faceva schifo :D.

    RispondiElimina
  4. Io avevo il Fifty top color, quello color Big Babol alla panna e fragola. Vagamente gay a ripensarci adesso, ma allora ne andavo fiero.
    Il "Dolce Gelato", che più che un gelato faceva una poltiglia fredda con diarrea garantita.
    Le macchinine della Gig, io ne avevo una rossa come quella della foto. Che tempi!

    RispondiElimina
  5. Questa rubrica è la mia preferita dell' Antro , e quel numero di Topolino ce l' ho , come tutta l' annata del 90/91.

    RispondiElimina
  6. be ma dai il piedone era il piedone!!!

    quella di he-man spaziale non la ricordavo...

    RispondiElimina
  7. Non ci siamo...quello lì mica è He-Man! E' il potente Tatarus, capo della difesa terrestre.
    Ero un bambino malato a farmi piacere lo space-he-man?

    RispondiElimina
  8. Mi sa che qua dentro quel Topolino ce l'abbiamo tutti ;)
    1) Le gig Nikko costavano tantissimo.
    2) Gli Accornero si ammollavano subito.
    3) Io una cosa con il cartone la feci, seguendo le istruzioni della colla Pritt, mi sentii tanto capace...
    4) Gli azzurri col testone erano ovunque: sono stati smaltiti solo ad anni di distanza.
    5) Le Zigulì, provate dopo anni, erano piccolissime.

    RispondiElimina
  9. Comunque, il Piedone di questa pubblicità era già quello variegato, corrotto e tarocco, sulla via della perdizione e destinato ad inevitabile estinzione... :)

    Il Piedone "Piedone" era quello rosa monocromatico.

    RispondiElimina
  10. Ecco che mi mancava ieri...le pubblicità!
    Stendiamo un velo pietoso sui Masters "fantascienzi" che complice l'età aiutavano a dimenticarsi di quei bei pupazzi ultramuscolosi, salvo poi cominciare a ricomprarli per cifre assurde in età adulta. Ricordo benissimo lo spazzolino verde con i brillantini, dal gusto e consistenza agghiacciante e il piedone, un gelato del quale perdevi sempre almeno un pezzo per strada.

    RispondiElimina
  11. "Un gelato del quale perdevi sempre almeno un pezzo per strada" :D Verissimo

    RispondiElimina
  12. "Piedone il gelatone col cacao sul ditone"
    A chi devo mandare la querela per questi ricordi?
    Inoltre internet mi ha fatto male... solo io ho pensato xzibit vedendo la pubblicità delle micromachines?

    RispondiElimina
  13. Ce l'ho questo numero! Ricordo a memoria le strisce di Pritt Stick; comunque, il coso per fare il gelato era troppo carino. A vederlo. Forse anche a mangiarlo. Mai lo ebbi, mai, forse nemmeno lo chiesi.

    RispondiElimina
  14. Meno male che c'era Eldorado a far sentire ben Bombo con il piedone! Ce ne fossero di gelati così oggi

    RispondiElimina
  15. AZ Verde...ma che brutto il castoro come testimonial!!!
    E lo zaino?!? Ma chi voleva privarsi dell'Invicta?
    E con l'orologio di serie?!? Mi stanno venendo le vertigini, per questa cosa assurda!!! Ora ho capito perché...il 7 gennaio 2004 mi sognai degli stivali...con cronometro. probabilmente un influsso di questa pubblicità! E dire che nel '90 stavo già al 2°liceo (classico).

    RispondiElimina
  16. Ginny Hermione20 marzo 2014 10:31

    Una delle tre Micromachines matrioska, quella di mezzo celeste, sembra proprio una Trabant, tanto per stare in tema. Quanto agli Oscar Azzurri, ne avevo uno che era proprio uscito incellofanato insieme al Topo, quello con le sembianze di Nando De Napoli. Inutile dire che erano orripilanti. (Le opzioni topolinesche erano tre, chi non trovava De Napoli trovava Tacconi o... non mi ricordo se il terzo era Giannini o Mancini, sono sicura solo della terminazione -ini del cognome. Purtroppo poi anche il Mancio si vide tutto il mondiale dalla panchina).

    RispondiElimina
  17. Oh mamma il Bullit... è stato il mio primo motorino, un capolavoro d'ingegneria: aveva il freno a tamburo dietro ed un freno a disco da motogp davanti, la forcella in compenso aveva circa 3 centimetri di escursione.
    Se toccavi il freno facevi come Ralph Supermaxieroe, atterraggio compreso.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails