venerdì 18 febbraio 2011

34

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (parte XIV): maggio 1979

Nel maggio del '79 avevi poco meno di quattro anni e vivevi in un paese in coolo alle Alpi, in provincia di Vercelli, catodicamente in trincea nella prima, grande invasione degli anime giapponesi. Chi già c'era ricorderà, chi non c'era non sa cosa si è perso. Il numero di questa settimana viene dritto da quei mesi elettrici lì, in cui speravi che Goldrake venisse a salvarvi tutti dalle suore baffute dell'asilo, che l'Inter ti regalasse presto il primo scudetto, che la tua famiglia decidesse di tornarsene a vivere su al sud, in un posto dove almeno c'erano due Standa, una più grande e una più piccola. Dai, due su tre le hai prese. Occhio a Capitani Harlocchi e robottoni giganti in arrivo da questo Topolino 1225 (20 maggio 1979, 400 lire): gli ultratrentacinquenni all'ascolto preparino i fazzoletti […]

E partiamo subito con una fitta al colon cuore da genuino momento emozione©. I soldatini Atlantic. I meravigliosi soldatini Atlantic. Avevi quelli arancioni dei romani e quelli, sempre arancioni, dei nazisti. Hai messo su le migliori battaglie anacronistiche che Postua (VC) abbia mai conosciuto
Il Ciao Crem, la Nutella della pompa fatta da quelli del brodo Star
Bimba Bon Bon, la bambola pezzente delle bambine povere che la famiglia non ci poteva regalare il Cicciobello a Natale
Ergo Sprint, per la colazione dei giovani italiani, ed Ergo Cappuccio, per la colazione dei giovani massoni
"Astuccio". Anziché parlare di "confezione", la pubblicità della Elah ti dice che i premi devi cercarteli, se ne hai voglia, nell'astuccio. Sono giorni lontani, vissuti aggrappati a un italiano ancora giovane e incerto 
No, cioè. Ma quanto poteva essere meraviglioso un tempo in cui se tua mamma comprava le Crocchelle Arena al supermercato dentro c'erano le figurine di Capitan Harlock? Eh? Quanto?
Ancora non potevate saperlo, ma la Sebino avrebbe avuto di lì a poco grosse responsabilità per la nascita delle stragi del sabato sera
Una mossa vincente, se escludiamo il fatto che ha trascinato qualche anno dopo la Garelli al fallimento
Dice: ok che erano gli anni di Atlas Ufo Robot, ma perché questa trottola spaziale sembra disegnata da Go Nagai? Perché i robottoni giapponesi erano venduti in America da Mattel con il marchio Shogun Warriors, e di ritorno a voi giovani italiani dell'80 sono arrivate le trottole e tutte queste altre cazzate inutili che in America non le aveva volute nessuno
"Io sono Playmobil!". Bravo. E quegli indiani stanno venendo a rompervi il culo
Anni e anni prima del toglietemituttomanonilmioBreil, prima di Carré Otis e di quelle altre pheeghe, Breil pubblicizzava i suoi orologi da 20 kg di metallo pressofuso regalando pappagalli. Pappagalli vivi. Una roba molto Portobello su una scala da zero a chiamate EdoardoStoppal'amicodeglianimali, presto
"Via, verso la scoperta di nuovi mondi e di nuove Guerre Stellari!". Ma qualcuno alla Harbert, prima di scrivere queste cazzate, non poteva guardarselo il film?
Il Lemonissimo avrebbe resistito, impavido e limonoso, alla sfida del tempo. Il Dalek no, ché nei confronti di chi ha inventato quei coloranti fluo è stato spiccato un mandato di cattura internazionale per crimini contro l'umanità
Ma poi perché comprare un ghiacciolo Eldorado quando era possibile gustarsi HIPPY, il gelato della TANARA, avente per testimonial i MATIA BAZAR? 
Ed eccola finalmente qui, la soluzione miracolosa che ti permetteva di pescare senza esca. Bastavano poche gocce sull'amo di questo potente afrodisiaco per pesci. Quando sono iniziati ad apparire in laghi e torrenti italiani i primi pesci triocchi, qualcuno è andato a chiedere spiegazioni alla ditta importatrice, ma ha trovato chiuso. Il titolare era già a Santo Domingo a fare il trenino
I Playmobil ultra-pezzenti che te li colori da solo, ciccio
Siccome hai ufficialmente finito le battute stupide sui Lego Spazio, proporresti di passare direttamente alla prossima foto, ok? Ok
Compra le super caramelle Perugina di Superman per avere in regalo il Super Poster, il Super Libro, i Super Distintivi e... il SUPER BOOMERANG di Superman?!?
Alle Tepa almeno hanno pensato gli Elii nel testo immortale di Super Giovane. Le go-scarpe Tiglio, invece, non se l'è mai cagate nessuno
"Più la mordi più la gusti, più la gusti più ti prende, più ti prende più..." Più sticazzi? Più dove sono le BigBabol alla fragola della Goggi e le Sanagola dagliele a tua nonna?
"Ogni porzione di Samos 99 equivale ad un bicchiere di latte fresco". Te lo dice il CLOWN MOSTRUOSO
La Renult 14, estintasi nel Cretaceo inferiore. Ci sarebbe da chiedersi cosa MINCHIA c'entri il giro d'Italia con i coriandoli e le stelle filanti, ma lasciamo stare, dai
Gli Ovetti, i giocattoli preferiti dei narcotrafficanti colombiani
Di come in realtà, con un po' di impegno, con Crystal Ball fosse possibile tanto macchiare che distruggere tutto abbiamo già detto. Ricordi che una volta un ragazzino in classe tua, in seconda, si è ingoiato mezzo tubetto di Crystal Ball rosso. I genitori l'hanno portato subito in ospedale. Palleggiandoselo
L'imbarazzo della scelta? Tra quella piccola stronza di Heidi e Goldrake? Ma stiamo scherzando?
Perché a una bambina debba interessare farsi baciare da Barbie è un concetto al di fuori della tua portata, sinceramente. Ma esaminiamo il solito, incredibile sforzo creativo profuso dai pubblicitari Mattel per rifilarti il busto di una Barbie che ti bacia : "Ora Barbie mi dà tanti baci". E sotto: "Barbie che ti dà tanti baci è una NOVITA'. Infatti di dà veramente tanti baci". Ma proprio sicuro-sicuro?
Il telefono salvadanaio di Zio Paperone, "tutto d'oro". Credici
Un concorso delle magliettine Pooh in cui si vincevano tutta una serie di robe ecologiche. Negli anni in cui ai lettori di Topolino fregava solo di cose atomiche, piene di raggi gamma, radioattive, fantascienze, pericolosissime. Bella pensata
Il gioco da tavolo del tennis di Mondadori. Quello in cui l'arbitro di sedia era ADRIANO CELENTANO
Il Big Jim vestito da buttero sta cercando un ladro di cavalli (don't ask) e... Dr. Steel! Cosa diavolo stai facendo con quella mano?!?!
In fondo, come sempre, la perla della settimana. I gelati Carpigiani, con le loro pubblicità multietniche anni avanti rispetto a Toscani e Benetton. Quelli che se cercavi nei bar-gelaterie-pasticcerie-mercerie la foto dei tre bambini, quello ricco e i suoi due amichetti extracomunitari, e chiedevi del Gran Gelatiere, avresti avuto in regalo "la magnifica ADESIVA fatta apposta - spazio - per te"!
Hai sempre covato negli anni il sospetto che dietro ci fosse un qualche messaggio in codice per piduisti o terroristi libici
LE ALTRE PUBBLICITA' FUORVIANTI ADESIVA DI TOPOLINO:

34 commenti:

  1. l'autobang, l'avevo rimossa dalla memoria ma ce l'avevo! E mitico il ciao crem che in seguito divenne anche bi-color cioccolato e gusto che doveva essere nocciola ma non capivo cosa fosse.

    RispondiElimina
  2. "No, cioè. Ma quanto poteva essere meraviglioso un tempo in cui se tua mamma comprava le Crocchelle Arena al supermercato dentro c'erano le figurine di Capitan Harlock? Eh? Quanto?"

    Tanto?

    Io voto per il post su Capitan Harlock!

    p.s. il colore del Dulek è qualcosa di indescrivibile :-o

    RispondiElimina
  3. Il Capitano sarà al centro di un altro sondaggione totale-globale del sabato. Ma non domani. Ché domani si parlerà invece di... Ma ne parliamo domani.

    RispondiElimina
  4. Risate a profusione come al solito (scusa Doc ma pur essendo ultratrentacinquenne proprio non riesco a commuovermi... sarà per il pezzentismo generalizzato degli anni 70 ma mi viene la lacrimuccia unicamente da metà 80 in poi). Oddio il gelato con la pubblicità dei Matia Bazar (!!!) proprio non lo ricordavo... e tra l'altro i filmini dei cartoni erano davvero poveri, non avevano manco l'audio (avevo quello di Silvestro e Titti, ovviamente il più sfigato).

    RispondiElimina
  5. Noo... il Mupi con le cassettine di Goldrake io ce l'avevo! Quanti ricordi...

    RispondiElimina
  6. L'astronave della Lego e quelle cavolo di macchinine che per far saltare la cartuccia dentro dovevi farle schiantare contro un muro almeno a velocità Mac2...

    Ok, vada per la lacrimuccia!

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  7. Più sticazzi è da Oscar ! XD
    Comunque ora voglio l'adesivo Carpigiani!

    RispondiElimina
  8. Astuccio è un termine che si usa per intendere scatola di cartone. Magari era un po' tecnico per un giornalino...

    RispondiElimina
  9. Pila: ah, non vuol dire "coso per metterci i pennarelli carioca"? Non si finisce mai di imparare.

    Namor85: Adesiva, femminile, per cortesia. E su ebay vanno a ruba:

    http://cgi.ebay.it/ADESIVO-GRAN-GELATIERE-CARPIGIANI-/200552963536

    RispondiElimina
  10. Lord Fener teneva i pannelli solari sul Caccia, perchè sotto quella scorza da cattivo e il casco ansimante aveva un cuore ambientalista.

    RispondiElimina
  11. Doc scusa l'OT, ma quando spammo un tuo post su FB sotto il titolo mi appare il codice HTML invece delle prime righe del testo... non è che sia un dramma ma fa un pò schifo. Capita solo a me?

    RispondiElimina
  12. No, temo sia un problema del template che uso. Per risolverlo, lovolendolo, puoi fare come faccio io: clicchi sul testo htmloso e ci scrivi quello che ti pare come intro. Oppure non ci scrivi niente, ma almeno togli di mezzo tutto quel codice.

    RispondiElimina
  13. "Dr. Steel! Cosa diavolo stai facendo con quella mano?!?!"

    LOL!

    RispondiElimina
  14. "Autobang" ce l'avevo!

    Le "Croccelle Arena", poi, erano strabuone, al punto che ogni tanto me le ricordo con tanta tanta nostalgia unita a copiosa salivazione... :D

    Per il resto, tutti i gelati elencati erano davvero scrausi perchè nel cuore di ognuno di noi quegli anni erano rappresentati da un unico prodotto:

    Il "PIEDONE"!!! :D

    RispondiElimina
  15. Quanta sana profusione di bava per quei soldatini ATLANTIC.. fra combattere cavalieri medievali contro soldatini ammerrigani non aveva proprio prezzo! la R14 estinta nel Cretaceo .. LOLLL

    RispondiElimina
  16. Penso che il Dalek sia stato fatto sparire perchè la BBC aveva fatto piangere sangue alla Eldorado.

    (Se avete bisogno di spiegazioni siete nerd di serie B come la giuve).

    (Anche perchè basta guglare).

    RispondiElimina
  17. un noto attore australiano18 febbraio 2011 12:39

    Lacrime Doc! sono un '74 nato a VC. ho detto tutto.

    RispondiElimina
  18. Ehhh, che bel tuffo nel passato.
    C'avevo otto anni, l'età più bella.
    Per cosa? Non so, ma più bella.

    Anche io ho avuto un fremito per l'autobang, della quale ricordo soprattutto la potente molla che scatta sulle dita.

    Atlantic, win. C'avevo i romani e i mitici egizi col sarcofago apribile con mummia inside. Rosa, ovviamente.

    E gli ovetti in bianco e nero, e il Mupi per i bambini ricchi e il piedone che a me mi piaceva di più il Blob, però.

    Ma il lego? Quell'astronave è stato il mio sogno bagnato di ottenne, la realizzazione di uno stile di vita più moderno. Me la regalarono per il compleanno e me la diedero al ritorno da scuola, quel momento è stampato pressofuso nella mia mente. L'ho persino ricostruita recentemente dopo aver recuperato le istruzioni in rete.

    RispondiElimina
  19. Che flash il logo ubiquo dei vestiti Pooh. :)

    RispondiElimina
  20. Attore, esiste ancora una Valdisesia? Cioé, oggi, nel 2011?

    RispondiElimina
  21. ma a proposito del Ciao Crem bicolore, ricordo che nonostante esteticamente la fetta bigusto potesse essere intrigante, rimasi disgustato dal sapore della crema bianca.. in particolare poi quando le due si mischiavano diventava un intruglio immangiabile.

    RispondiElimina
  22. un noto attore australiano18 febbraio 2011 15:10

    (R)Esiste ancora, che puntualmente attraverso quando è ora del "boia faos tour" natalizio a trovare i parenti mangia turcett!

    RispondiElimina
  23. un noto attore australiano18 febbraio 2011 15:19

    tornando in topic:il lego spaziale ce l'avevo anch'io,ma non l'astronave (sogno bagnato cit.) che ricordava l'incrociatore stellare di lucasiana memoria, bensì la base spaziale,praticamente una capanna da terremotato lunare :((

    RispondiElimina
  24. Io del lego avevo una specie di robot-base spaziale, con due mezzi che si incastravano tra le gambe.
    Troppo fiigooooo!

    RispondiElimina
  25. Grazie Doc, credo che questo sia il "Fuorvianti" della mia vita.
    1° perché mi hai riportato alla memoria il pupazzetto verde e brutto di Guerre Stellari, che però tanto amavo.
    2° per il Crystal Ball, ne ricordo perfettamente l'odore, mi si sarà stampato geneticamente nelle narici (p.s.: ma come si poteva mettere in commercio un veleno del genere? altamente ingeribile oltrettutto).
    3° perché finalmente ho trovato un riferimento ai proiettori Mupi, quando nessuno delle persone che conosco, mie coetanee, sembra ricordarlo. Mi sembrava di essere diventato pazzo a forza di chiedere, che fosse un frutto della mia immaginazione! Avevo (tra le altre? boh) la cassetta del Robin Hood della Disney e l'avrò consumato a forza di manovellare (avevo ahimé la versione pezzente a manovella).

    Grazie Doc!

    RispondiElimina
  26. Adoro l'odore di Crystal Ball di prima mattina... davvero solo il nome mi riporta in mente quell'odore di cancerogeno gomma bruciata!

    RispondiElimina
  27. L'arbitro del tennis da tavolo mi ricorda il tizio del Tabboz, quel giochino in cui si gestiva un tamarro (roba che circolava su internet nei primissimi anni 2000)

    RispondiElimina
  28. il cristal ball..sarà per quello che sono diventato cosi?? (e io che credevo fossero state le radiazioni di cernobyl)

    RispondiElimina
  29. Il MUPI ce l'ho tuttora, con un sacco di "film" (che in realtà duravano un minuto scarso), tra i quali un paio di Warner Bros, uno di Capitan Harlock, uno di Goldrake. Avevo anche il proiettore a mano, fatto come una "telecamera".
    Che ricordi...

    RispondiElimina
  30. Se qualcuno, non necessariamente laureato in economia, mi spiega l'utilità dell'"adesiva" Carpigiani con i 3 bimbi, gliene sarei particolarmente grato. La ditta Giocattoli Querzola (esclusivista per l'Italia) è riuscita a fallire dopo aver voluto importare gli ovetti? Nota personale: 21 giorni dopo questo Topolino mamma Elena mi avrebbe sfornato!

    RispondiElimina
  31. Sì ma possibile che nessuno si sia accorto che il telefono di Zio Paperone non sia un "salvadanaio" ma un "salvadanio"!?
    Forse per poterlo produrre in "vero oro" avranno fatto a meno di pagare i correttori di bozze...

    RispondiElimina
  32. La Nutella non aveva bisogno di concorsi assurdi...per promuoversi bastava infatti la sua qualità. La Ciao Crem presentava queste patetiche pagine pubblicitarie!!!

    Bruttissimo l'Hippy di Tanara, ma all'epoca non si facevano studi di "usabilità". Quella cosa tutta squadrata, non avrebbe retto sullo stecchino e sarebbe rovinosamente caduta per terra o su qualche malcapitato: o lo stesso consumatore del gelato oppure magari una sua amica col vestitino nuovo, e magari anche una borghesissima al livello di quelli del party di Hair, che chiamano la polizia per cacciare via gli hippy, appunto.

    Samos 99...ma che diavolo era. Una sorta di Philadelphia?

    Renault 14: ne ho vista una sulla Ss.Jonica...mi vengono le vertigini a vedere quant'era brutta. Era brutta anche all'epoca!

    La Querzola di Bologna fece anche apparati piuttosto originali, compresi apparati di imaging radiologico, come il Querix, per fare i raggi alle bambole. Forse, negli anni '80, avrebbe fatto anche gli scanner per TAC e RM!

    Cinevisor: bassa tecnologia e non avevi neppure il tempo di caricare il film che già era finito, considerata la lunghezza delle bobine. Quindi, come recitava la pubblicità '77 (sia cartacea che televisiva) era piuttosto difficile «goderselo in poltrona (proprio come papà)» anche se si aveva il Telecontrol.
    Nota tecnica sul Cinevisor "musical": non era affatto un retroproiettore sonoro. Quindi non si sarebbero sentiti gli «urrà» di Heidi e i brontolii del Vecchio dell'Alpe, ma solo uno scemo commento musicale proveniente da dischetti (forse come quelli delle bambole) che si inserivano a parte.

    Per la Barbie che rilascia baci...intuisco che ci fosse un elementare meccanismo simile a quello del "colpo di karate" di Big Jim, solo che era applicato alla bocca della bambolina.

    Per il telefono "tutto d'oro", qui siamo alla pubblicità INGANNEVOLE!!!

    RispondiElimina
  33. confrontandomi con i miei amici viene fuori che il cristal ball lo avevano solo i bambini ricchi, l'astronave della lego l'ho avuta in eredità da mio zio (non ero ancora nato nel '79 ma devo dire che i mi sono sempre piaciuti un casino i vecchi lego spaziali

    RispondiElimina
  34. I soldatini Atlantic... sob! Li ho ancora in cantina... io facevo delle battaglie spettacolari formando montagne con i tappeti e gli asciugamani (i miei ne avevano uno stock di colore verde... !?!?) e citta' con i lego. Il mio classico era l'eterna guerra tra gli Atlantic e gli Airfix (questi ultimi erano piu' belli, dettagliati e proporzionati ma gli Atlantic avevano carri armati, Jeep, cannoni e gli Alpini con la grappa ed il vino!).
    Interminabili anche le battaglie fatte al parco con gli amici dove passavamo i pomeriggi a scavare trincee ed ad erigere fortezze per le nostre truppe... Mamme a casa e papa' al lavoro, nessuno sapeva dove eravamo e cosa facevamo, ma non era un problema...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails