Masters of the Universe, tutta la linea classica recensita (parte I - 1982-1983)

tutti i Masters of the Universe 1982-1983 valutazione
Si è parlato più volte dei pupazzetti dei Masters of the Universe, in questo covo di deboscia. Ispirato da una foto scattata ieri in soffitta, mettendo a posto le scatole del pupazzame*, hai pensato però a qualcosa di diverso. Più globale, diciamo. Un'analisi di TUTTI i Masters degli anni 80, con quello che ne pensi oggi e quello che ne pensavi allora. Si parte dalle prime due linee (wave 1 e 2), uscite tra l'82 e l'83. Sponsored by collirio triklocchio [...]

WAVE 1 (1982)
HE-MAN 
("Most powerful man in the universe!")
Cosa sarebbero stati gli anni 80 senza il loro Nino D'Angelo culturista? Al di là di tutte le battute di questo mondo e di Eternia sulle mutande in pellicciotto e la mimmata della trasformazione, poi portata dal cartone, in un principe identico, solo vestito da Enzo Paolo Turchi durante un balletto con la Carrà, l'He-Man pupazzo degli esordi era fighissimo. Era armato sia di spada che di ascia da battaglia, da affiancare a piacere allo scudo, e ai tempi i fumettini in omaggio lo descrivevano come un barbaro molto lontano dalla fighetteria biancofucsia di corte. La testa del tuo primo He-Man sarebbe diventata qualche anno dopo quella di un'action figure custom di Hulk, molto, molto spiritualmente louferrigna.
Voto: 7

Ieri: che bel regalo, grazie pa', sì, volevo proprio questo. Ma perché c'ha quel bracciale fuso sul braccio? No che non c'è scritto il perché sulla scatola [pausa]. Dici che non hanno sbagliato? Me lo tengo così? [un piccolo, felice cagacaz*i]
MAN-AT-ARMS 
("Master of Weapons!")
Aveva quel gran problema della testa a cippa di minch fungo, il Man-At-Arms originale privo di mustazzo e figlio illegittimo di Ernest Borgnine. Il tuo primissimo Master. Ma quanto era figa l'idea del gladiatore del futuro, con spallaccio e gambale da secutor. Se solo gli avessero dato un'arma decente, al posto di quella mazzarella. Ah, ora sapete anche dove hai preso il corpo per l'action figure custom di Hulk.
Voto: 8

Ieri: il pupazzino della pubblicità! Bellissimo! Grazie!!! Guarda c'ha un fungo dei puffi come cappello! [Stranamente al bracciale incorporato sul polso qui non avevi fatto ancora caso. Primo playset allestito: feroce guerra con i puffi di gomma per il controllo del mercato di puffbacche. Una strage, sangue blu per le strade]
STRATOS 
("Winged Warrior!")
Magari è la faccia alla Beruschi, magari il petto irsuto da p0rnodivo anni 70, magari l'equivoca natura da uomo-uccello. Ma Stratos, nonostante il nome fichissimo, non ti ha detto mai niente. Suggestiva l'idea dello zainetto invicta con le penne. Ne salvi il rossoblù da forzacosenzalupialé ecatanzarocantanzaromelma, ma per il resto troppo scusagno. 
Voto: 6

Ieri: l'uomo colombo non mi piace ci faccio giocare Massimo [Massimo, tuo fratello, avrebbe preso poco dopo a lanciarlo da una parte all'altra della stanza, in cruente sfide di velocità con Buzz-Off chiuse da un frontale con il muro]
TEELA 
("Warrior Goddess!")
La dea serpente che teela dà, oh oh oh... ehr. Era una mini-Barbie e come tale indegna di trovare posto nella collezione di un virile settenne intento a inscenare giochi gladiatori del futuro e massacri di puffi. Col senno di poi, il design a tema rettile che fa molto Donatella Erezione non era male, ma resta una cacchio di mini-Barbie e quindi una spia del nemico. A morte. 
Voto: 5

Ieri: ... [No, niente, mai coperta. A quello pensava He-Man, oh oh oh... ehr]
BATTLE-CAT
("Fighting Tiger!")
Sempre adorato Battle-Cat. Una tigre aliena corazzata, incommensurabilmente cool nonostante il chiaro omaggio a Pulcinella nella maschera. E sì, nonostante fosse una tigre di Big Jim totalmente priva di articolazioni. Ma tigre da battaglia, oh. Tigre da battaglia. Soocare, resto del mondo. 
Voto: 9

Ieri: secondo me i nemici li ammazza a capate! 
SKELETOR 
("Lord of Destruction!")
Per abbinamento cromatico, blu e viola villanzone, armi e design, Skeletor era e resta una delle nemesi più iconiche dell'entertainmento tutto. La breve storia triste è che i tuoi non ne hanno voluto comprare uno a te e a tuo fratello per anni, perché con quel teschio "era troppo brutto". I mostri orrendi sì, Skeletor no. Decine e decine di Masters e neanche uno Skeletor, fino a quando qualche cugino non ve ne ha regalato uno dei suoi, mosso a compassione. La vergogna del vicinato.
Voto: 9

Ieri: eddai!!! Ma perché?!?!?! [la vita è difficile, lesson 2] 
MER-MAN 
("Ocean Warlord!")
AHAHAHAHAH. È sempre stato un povero stronzo, Mer-Man, diciamolo. Il soggettone degli Evil Warriors. Gli occhi di chi sta subendo una colonscopia a tradimento, la spada a pannocchia, una farfalla di pasta barilla come cintura. Non credi che un pupazzino abbia subìto in casa tua, da rEgazzino, più umiliazioni di lui. Che vita di merman. 
Voto: 4

Ieri: tornatene in fondo al Tirreno a calci in culo, Merluzzoman! Muto! [perché sì, il tuo Mer-Man proveniva dal mare al largo di Acquappesa, tipo] 
BEAST MAN 
("Savage Henchman!")
E già col fatto che uno si chiama "lo scagnozzo selvaggio", che diamine ti vuoi aspettare. Era brutto da fare schifo, Beast Man. Il che era voluto. Ma no, nel senso che proprio come pupazzino era inguardabile. Con quelle spalline sempre tutte storte e una frusta che poi in realtà era una corda da saltare giù in cortile. Il che significa che della prima linea di Evil Warriors te ne facevano e fanno schifo due su tre. Ma Skeletor compensava alla grande. Skeletor, ricordiamolo, Beast Man lo menava col giornale arrotolato. 
Voto: 4

Ieri: sembra quello dei Muppet, però più brutto [Ti riferivi ad Animal. Forse]  
ZODAC 
("Cosmic Enforcer!")
Il grande mistero di Zodac. Che sembrava un buono, ma aveva le pinne ai piedi come Merman e Skeletor. Solo in seguito avresti scoperto che era di allineamento neutrale. Un caghella, in pratica. Uno svizzero, il che spiega anche i colori della sua corazza. Riuscita però la mise da poliziotto del futuro in mutande, con pistola e casco fantascienzo bellissimo.
Voto: 7

Ieri: forse è un buono ma ci ha rubato gli stivali a Skeletor [la lotta al male a basso impatto]  
BATTLE RAM 
("Mobile Launcher!")
Il primo veicolo della linea Masters of the Universe. Un carro da battaglia fantascienzo la cui parte frontale si staccava, diventando una slitta volante spara missili. Bello-bello, purtroppo mai avuto. 
Voto: 9

Ieri: ma come non c'era? [Segue triste consegna di un qualche giocattolo scamuffo sostitutivo di scarso o nullo rilievo emotivo, fatta salva la crisi isterica del momento]  
CASTELLO DI GRAYSKULL 
("Fortress of Mystery and Power!")
Non esageri: il giorno che tuo padre ti portò alla Standa per comprarti il Castello di Grayskull è uno dei ricordi più vividi e felici della tua vita under 10. Era bellissimo tutto: la scatola, l'esterno del castello, la lingua levatoia, i trabocchetti e i cartoncini decorativi all'interno, la rastrelliera di armi buffe. Con ogni probabilità, il singolo giocattolo con cui hai trascorso più tempo in vita tua (no, le console non contano, scemini). Dell'importanza architettonica della struttura diceva qui un luminare portoghese della materia.
Voto: 10

Ieri: TUMP! TUMP! TUMP! [Suono prodotto da un bambino di sette anni che saltella nella stanza dalla gioia, prima di partire con la versione 1.0 di "Assalto al castello", apprezzatissima pièce che negli anni avrebbe avuto almeno 3.267 repliche e varianti]  
WIND RAIDER 
("Assault Lander!")
Il Wind Raider da rEgazzino non lo sopportavi. Ti sembrava troppo un vasino con le ali. Aveva le ruote e un'ancora, e dalla foto si può apprezzare come He-Man lo pilotasse grazie a potenti spinte pelviche.
Voto: 6

Ieri: no, quell'altro, questo fa schifo [al negoziante che ne aveva dieci scatole, una sull'altra, e cercava a forza di rifilartene una]  
(A ogni modo, un paio di anni dopo sarebbe arrivata anche la versione gonfiabile. E quella sì sembrava un vasino. C'avevi visto lungo)

WAVE 2 (1983)
MAN-E-FACES 
("Human... Robot... Monster!")
La Wave 2 aggiunge solo due personaggi agli Heroic Warriors. Il primo è Man-E-Faces, che non era un doppiafaccia ma addirittura un triplafaccia: umano miope, robot, mostro. Con una stella marina robotica mostruosa piantata sul petto, gli stivali fantascienzi a mezza coscia e la testa a televisione. 
Voto: 7

Ieri: e se gli metto la faccia metà mostro e metà robot come si sente? [Problemi esistenziali a tutt'oggi orfani di una risposta]  
RAM MAN 
("Human Battering Ram!")
Quanto cacchio era ridicolo Ram Man? Beh, tantiFFimo. Con le gambette a molla avvolte in una calzamaglia verde e la faccia da Jimmy il Fenomeno. Avresti rivalutato nel tempo il casco da quell'altro Fenomeno (quello Marvel), ma nel complesso è un no. Per te, Miss Eternia, finisce qui. 
Voto: 4

Ieri: Chi gliel'ha incollate le gambe? E perché c'ha gli occhietti da personaggio scemo dei cartoni? [e quell'ascia non se la dà sui maroni durante il salto?]
FAKER 
("Evil Robot of Skeletor!")
Quello di Faker è per te un grande mistero. Per una qualche ragione, hai scoperto solo molti anni dopo l'esistenza di questo Master riciclone (sì, lo erano un po' tutti, ma qui in modo più sfacciato e moggiano). Ai tempi non l'hai mai visto in negozio, non l'aveva nessuno dei tuoi amici e devi esserti perso per strada pure la puntata del cartone in cui appariva. Una chiara congiura del destino per impedirti di venire a conoscenza del clone robotico azzurrino di He-Man. Belli l'accostamento cromatico e l'abbinata He-Man con pettorina di Skeletor, comunque.
Voto: 6

Ieri: ...
EVIL-LYN 
("Warrior Goddess!")
E qui la vergogna, anzi di più, la vrigogna, perché Evil-Lyn a differenza di Teela ce l'avevate. L'avevano regalata a tradimento a tuo fratello. Va detto che lei, fortunatamente, c'aveva la faccia da cattiva incerta (e pure un po' da battona, diciamolo), non sembrava una mini-Barbie. In "Assalto al castello 3.0" il suo ruolo era di bombardare con incatesimi e, sotto natale, miniciccioli veri le torrette del Castello del Teschio Grigio per fiaccarne le difese. Don't ask.
Voto: 5

Ieri: quella del cartone è una bella donna, questa è un rospo [Nei cartoni Filmation erano tutte delle belle donne. Tutte la stessa bella donna, più che altro]  
TRAP JAW 
("Armed for Combat!")
In assoluto il tuo Master preferito e quello più figo di tutti i tempi. Punto. Period. Tutti a casa, alè, tutti a casa, alè. E fa niente che era un clone fantascienzo di Iron Jaw di Big Jim (mandibola di ferro, braccio intercambiabile, ciglioni incazzati e tutto). Master-pezzo.
Voto: 10

Ieri: ma', mi serve un altro po' di filo per cucire [Da far passare in quella specie di cruna sul casco per lanciarlo contro il castello, dopo averlo fatto roteare vorticosamente, nel momento più drammatico e spettacolare del terzo atto di Assalto al castello 2.0]  
TRI-KLOPS 
("Sees Everything!")
Già, vedeva tutto, Tri-Klops. Ma senza senso della profondità. Un altro dei tuoi Master del cuore, per il design semplice ma riuscitissimo, la spadina verde e l'occhio severo. E per l'Anello del Guerriero in omaggio, certo.
Voto: 8

Ieri: l'anello brilla al buio! E si apre!!! Ci posso nascondere il veleno per uccidere i miei nemici!!! [9.900 lire spese benissimo. La pillola di veleno era una zigulì, però amarissima] 
PANTHOR 
("Savage Cat!")
Sempre la solita tigre di Big Jim, ma senza elmo da battaglia e con un rivestimento in finto velluto da scatola portagioielli. Viola come il male, feroce, fighissima. Solo che, a differenza dei lupi, col passare del tempo perdeva sia il vizio che il pelo. 
Voto: 9

Ieri: in una gara di capate con Battle Cat mi sa che perde, non è giusto [prego, De Coubertin]  
ZOAR 
("Fighting Falcon!")
All'anima della minchiata. Un'aquila di Big Jim con un pezzo di plastica sopra e un trespolo. Le ali di gomma non stavano MAI dritte.
Voto: 4

Ieri: ma le ali stanno sempre storte! [appunto]  
SCREECH 
("Barbarian Bird!")
Stessa roba, ma con mezzo voto in più perché il recolor malvagio era più decente. Sotto a Zoar e Screech era riportata come data il 1972, perché era sempre lo stampo dell'aquila di Big Jim avanzato 11 anni prima. 
Voto: 4,5

Ieri: ma sta storto pure questo! Ma com'è possibile? [ancora devi capire come va il mondo, cocco]  
POINT DREAD & TALON FIGHTER 
Parlando di rapaci, il parco mezzi di He-Man si espandeva con il Talon Fighter, navicella a forma di uccello svogliato, ma munita di parabola per vedere Tele+ senza pagare l'abbonamento. Il Talon Fighter veniva venduto assieme a un trespolo a forma di torre, la cui metà superiore poteva essere incastrata su una delle torri del Castello di Grayskull. Una versione del giocattolo (ma non sai se fosse disponibile anche da noi) includeva un 45 giri e un libro a fumetti. 
Voto: 6

Ieri: ma in due stanno stretti [ergonomia, portami via]  
ATTAK TRAK 
("Battle Machine!")
Il cingolato intelligente. Decisamente più tamarro del Battle Ram, con una testa di struzzo lì a fare non si sa bene cosa, ma forti i cingoli trasparenti. Si chiamava così perché, con grande onestà intellettuale, Man-at-Arms aveva spiegato a He-Man l'autonomia molto limitata del veicolo. Una volta finita l'energia, non restava che attaccarsi. Al trak. 
Voto: 6

Ieri: ma perché c'è una testa di struzzo? [vedi?]  

Continua, ovviamente. Tanti, ma tanti altri post sui Masters li trovate invece QUI. E ah, giusto, l'asterisco. La foto in soffitta era questa:
anni di dure battaglie, e poi ti viene l'artrite deformante alle coscette da cavallerizzo.
Per forza.

59 

Commenti

  1. Aaaah grande post Doc! I masters compagni di mille ed una avventura, bellissimi! Questo post mi fa venire in mente un'altra cosa: ma a voi (antristi in generale) non capita di trovare i vecchi giocattoli, tipo i masters appunto, come cosparsi di una patina oleosa appiccicaticcia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È la vecchiaia del giocattolo.

      Elimina
    2. A me è successo! Una merdina verde appiccicosa,non era sui maester ma su altri giocattoli vecchi. Mistero.
      Comunque figata totale i master,ci ho giocato per anni,tramutandoli anche in cavalieri dello zodiaco

      Elimina
  2. Fantastico Post!
    Io penso di aver avuto tutti i Masters usciti, compreso il castello di Eternia, ma Faker non l'ho MAI visto ne avuto, dubito che sia mai uscito in Italia.

    RispondiElimina
  3. riso dal primo all'ultimo pupazzo recensito

    RispondiElimina
  4. Mi rendo conto di averli avuti tutti tranne Attack track e (forse Screech), oltre ovviamente al clone robotico con la faccia di He-Man che macheccazz… ?!?
    Ero un bambino schifosamente pieno di giochi.

    RispondiElimina
  5. Oh, bella!
    Li conosco tutti, ma del clone malvagio di He - Man non ne sapevo assolutamente NULLA.
    Mai visto. Ne' nei cartoni, e nemmeno nei fumetti.
    Mi sa tanto che qui nei nostrani lidi non e' mai arrivato.
    Aspetto i prossimi pupazzetti, allora!
    Metterai anche quelli di Hordak?
    Che li trovavo fighi.
    Mi piaceva anche quello di skeletor con due teste e scomponibile.
    E poi ce n'era un altro simile che pero' era nelle file di Hordak.
    Ad averceli tutti e due potevi dar vita ad aggrovigliamenti mica male.
    A patto di averceli, ovviamente.
    Comunque...grande post, Doc.
    Non per altro...ma ieri sera mi si e' crashato il portatile, non si trova un assistenza disponibile visto che oggi e' l'ultimo giorno, quindi...se ne riparla a Settembre. Peccato che mi serviva.
    Giornata di melma nera, proprio.
    Certo che quando la spheega si accanisce...
    Meno male che mi hai fatto fare due risate, va.

    RispondiElimina
  6. E si piange T_T
    Ai Masters è legato uno dei primissimi ricordi della mia infanzia nonchè l'infanzia intera, perchè di sottofondo questi pupazzetti recicloni mi hanno accompagnato almeno fino gli 8/10 anni!
    Ne avevo ovviamente parecchi (come tutti), il primo fu ovviamente He-Man! Nonostante la sua mimmaggine lo ricordo con piacere, per i miei 4 anni babbo mi fece una specie di caccia al tesoro e me lo nascose dentro un mega pelouche che avevo, fui emozionatissimo! Da lì ad un mese, per natale ricevetti Skeletor (e da li a poco rosicchiai la pallina sotto lo scettro, era impossibile resistere).
    Seguirono a ruota Mer-man (che mia madre mi diceva essere in realtà uno dei nemici di Toriton, e io ci credevo) - Cobra Kan (se si chiamava così) che portai al mare dove con la sabbia si otturò per sempre la canula che spruzzava acqua e Ra-Man, poi milioni di altri. Ricordo che i miei preferiti (Man-o-face; Webstor; Trap Jaw; Stratos e lo scheletro che sembrava Fantaman) non li ricevetti mai, ma sti caxxi, ne avevo un casino e poi ormai c'erano i transformers...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS.: il mio Battle Cat era proprio la tigre di Big Jim, ereditata dal cuggino grande con gabbia e tutto. Ad avercela adesso quella tigre me la pagavano oro anche con la riga di bostik che teneva ferme le due metà...

      Elimina
    2. Io ce l hooooo!!! Da qualche parte ho ancora la tigre di Big Jim regalata ammio cuggino! Diventerò ricchiFFimo!!!

      Elimina
  7. Bellisismi ehehe. io ho ancora il castello e i vari masters della mia infanzia; solo he-man 1 wave e battlecat li ho recuperati da homo adultus

    RispondiElimina
  8. Oddio la recensione di Merman :D
    Grazie eh :D

    RispondiElimina
  9. Io avevo Menatarms...era il mio preferito!
    Purtroppo non ho più niente dei Masters, me tapino me meschino.

    Domanda inerente:
    oltre alla baia e le fiere, c'é qualche altro posto dove comprare le versioni più recenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gruppi facebook di compravendita tra appassionati.

      Elimina
  10. Che meraviglia di post! Io giocavo spesso con quelli di mio fratello e ricordo anche che rischiavo spesso di perdere l'uso di qualche dito a causa dell'elasticone nero all'interno dei pupazzi. La zona delle giunture, pericolosissima! Nonostante il ricordo doloroso, non vedo l'ora di leggere le prossime recensioni. Daje, con He-Man pugno di tuono!

    RispondiElimina
  11. Ho la scatola del Talon Fighter italiana e confermo niente vinile.
    Faker è comparso nel cartone, solo che non era blu. Il giocattolo è uscito anche in Italia.
    Bel post, anche se sono di parte essendo un collezionista di motu. ^^

    RispondiElimina
  12. Ammetto che i Masters all'inizio non li calcolai per nulla, che in generale mi piacevano più i robot che i bambolotti stile big jim, salvo poi vedere il cartone in tv ed innamorarmene pure io. E sopratutto, il castello di Greyskull come regalo di Natale è anche per me uno dei ricordi più felici dell'infanzia, dato che era totalmente inaspettato all'epoca ( laddove magari invece negli anni seguenti alcuni regali cmq fighi erano debitamente programmati, tipo il gifset di Multiforce/ Bruticus... ).

    RispondiElimina
  13. Faker è praticamente il Bizzarro di Eternia

    RispondiElimina
  14. La cosa più bella erano le gambette sempre un pochino corte rispetto al corpo. La spiegazione può essere una grande epidemia di culobassite che ha colpito tutta la cumpa, sia dei buoni che dei villanzoni.

    RispondiElimina
  15. Se ti faccio vedere la fine che feci fare al mio Trap Jaw (quello che schifavo di più!!!) ti piglia male! Io avevo occhi solo per Zodac, Grizzlor, Skeletor, quuello con le tre facce e l'uomo ape!!! Ah...avrei tantissimo voluto Stratos ma niente! nessuno me lo comprò mai...

    RispondiElimina
  16. puoi inserire una trama tipica di "Assalto al castello"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parliamo quando salta fuori Webstor. Il re di Assalto al castello 2.0.

      Elimina
  17. Che ricordi! Mio fratello ed io ne avevamo parecchi. Pure la versione col petto "danneggiabile rotante". Il problema è che ci facevamo fare la partite a calcio, buoni contro cattivi, e non le battaglie classiche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Doc, tantissimi saluti! Sono da quasi un anno in Germania ma, ti seguo sempre!!! E ci ho pure la maglia dell'Antro qua in Baviera!!!

      Elimina
  18. Grande grandissimo post! La bruschetta mi è venuta doppia perché sbavavo dietro ai giocattoli dei master ma non me ne hanno mai dico MAI comprato uno. ..l'unica cosa che mi comprò mia madre era una specie di album con i trasferelli nelle bustine numerate (me li comprò tutte insieme e felicità) che poi un compagno di classe mi rubò. Fine della storia trista.

    RispondiElimina
  19. QUESTO
    POST
    E'
    BELLISSIMO.

    Grazie.

    RispondiElimina
  20. No vabbè. Se ripenso alla collezione di pupazzetti che avevo (principalmente cattivi) mi viene da piangere adesso. Sopratutto ora che mi tocca sborsare centinaia di euro per reperire qualche replica commemorativa. Quando li avevo tutti originali! Sigh. Comunque i miei preferiti erano Skeletor, Trap Jaw, Hordak, Rattlor, Tung Lashor e Mosquitor.

    RispondiElimina
  21. Avere avuto il 75% dei master citati e non ricordare dove ho messo il Castello di Grayskull è emozionante...ma scoprire che Doc è consentito non ha prezzo!!!!

    RispondiElimina
  22. Uao!

    Ho detto tutto, scusa per il commento di tre lettere.

    RispondiElimina
  23. mi ricordo ancora quando mia mamma torno' a casa e mi disse che aveva visto dal cartolaio dei nuovi giocattoli: -"c'era un barbaro, una guerriera e uno cattivo con la faccia da scheletro".
    solo sentendo quelle parole la mia gia' fervida immaginazione parti' a velocita' supersonica e dopo qualche giorno avevo il mio bel blister con He man seguito poi da Skeletor.
    i libretti allegati poi mi colpirono come una testata di Ram man, peccato che quando iniziai a vedere la serie tv avevano abbassato di parecchio i toni (anche se la seguivo lo stesso e mi comprai pure l'album con le figurine).

    RispondiElimina
  24. Questo post è spettacolo puro! Non vedo l’ora di leggere quelli delle waves successive, grazie mille per un tuffo nel passato bellissimo!

    RispondiElimina
  25. Su Fuck...ehm, Faker la storia di Bizarro giuro che l'ho pensata pure io...sembra una di quelle skin alternative che avevano iniziato a mettere da STREET FIGHTER 2 CHAMPION EDITON.
    Ve lo ricordate il Blanka color puffo?

    RispondiElimina
  26. Bellissimo post! Il mio primo Master è stato Mer-Man, attirato dalla spada-pannocchia... Mi pare che avessi Faker e ricordo la puntata dove appariva (ma lì era solo uguale a He-Man, niente ricolorazione)...
    Ehi, il dvd della Minaccia Fantasma, l'unica copia degli end credits sono rimasti in italiano...

    RispondiElimina
  27. Ragazz,non odiatemi ma possedevo non solo il castello di Grayskull,il nascondiglio di Skeletor(non ricordo il nome,orrida tana tipo?)lo slime pit o come diavolo si chiamava ma anche..........tutta la fottuta ETERNIA(il playset con le tre torri, di cui una serpentata e una blu-tigrata, e la cacchio di monorotaia,rendetevi conto,una monorotaia a pile)...e mia sorella aveva l’orrido castello di She-Ra!mega diorama nella stanzetta per la gioia di mia madre e mega epiche battaglie e assedi!^^

    RispondiElimina
  28. Mia mamma mi regalò Skeletor (a mio fratello invece He-Man) e fu amore a prima vista! Il castello di Greyskull invece ce lo comprò un mese prima che arrivasse Natale. Lo nascose bello impacchettato sotto il tavolo del soggiorno. Quando lo scoprimmo con mio fratello, strappammo l'angolo della confezione e ci gustavamo il disegno, speranzosi di giochi futuri. Facevamo le nostre visitine ogni sera e arrivammo al punto che convincemmo mia madre a spacchettare la scatola una settimana prima di natale! Hey, Doc, hai visto quelle strip in stop motion di Robot Chiken riguardante i Motu? Gag semplicemente fantastiche utilizzando i personaggi della serie classica anni 80!

    RispondiElimina
  29. Faker nella serie animata viene raffigurato come una copia identica di he man con gli stessi colori, per risparmiare. Gli hanno fatto solo gli occhi da drogato . è l'unico personaggio che muore nella serie ma siccome è un costrutto magico non sembra fottere a nessuno. Tra parentesi vista la tecnica di animazione avrebbero potuto riciclare immagini di skeletor con la testa di he man, ma ha vinto lo sparagno becero !

    RispondiElimina
  30. Gran post, ci voleva da tempo l’antro-classifica dei Masters!
    I miei? Dimenticati per anni, pochi anno fa mi prese la scimmia di completare la collezione (serie originale rigosoramente) ripristinando con pinzette e O-ring le gambette storte dei miei originali ammuffiti in cantina e pescando sulla baia il resto (Faker è raro e caro!)..che soddisfazione! Ora sono parcheggiati in attesa di spazio espositivo!
    Preferito tra questi? Tri-Klops per il ricordo di mio padre che lo tira fuori dalla valigia come “regalo” di uno dei suoi numerosi viaggi
    Castle Greyskull è presente nelle mie foto da bambino fin dai 3 anni, grandi battaglie ma non ho memoria di quando lo ricevetti..a differenza di Eternia (ma quella è un’altra storia che ho già narrato)...

    RispondiElimina
  31. Soffro... come soffro.... quanti ne avevo! Tutte le prime serie e nessun mezzo. Iniziai a lasciar perdere quando uscirono i personaggi del film che erano veramente insensati. Però tutti i precedenti che ricordi! Man-at-Arms il primo Masters e poi tutti gli altri. Giornate intere a fargli assaltare scatole di cartone travestite da castello con pennarelli e aggiunte di pezzi di Lego. E che spettacolo quando arrivò la linea di Hordak e degli uomini serpente... uno più bello degli altri!

    RispondiElimina
  32. L’anno scorso ho comprato il volume brossurato con tutte le storie dei minicomincs, adesso sembrano molto ingenue ma mi ricordo l’emozione di quando le leggevo appena aperte le scatole... e l’epicità delle storie dove He-Man era un barbaro e il pianeta era un misto di fantasy, antiche tecnologie e misteri...
    Poi ho preso, preda delle nostalgia più feroce, anche il nuovo He-Man della Super7 ( dato che il mio originale ha gli occhi colorati di nero con l’uniposca e le sette stelle sul petto... ed era il secondo poiché ne avevo già “modificato uno” per la gioia di mia mamma...) e il volume con tutta la storia e i dietro le quinte( l’avevo visto recensito dal Doc sul blog). Mi sembra ieri quando ricevetti a Natale il battle ram e il natale successivo il castello... quanta gioia, auguri a tutti i bambini di oggi di trovare un gioco che li riempia di passione altrettanto!

    RispondiElimina
  33. Ieri furibondissimo lavoro e mi sono perso questo splendido post. Alcuni di questi Master logicamente lì avevo ma mai avuto un mezzo.
    Bellissimi giocattoli e veramente resistenti a cui facevo fare di tutto.

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. A me questa storia della patina appiccicosa è capitata anche su dei vecchi portamine e penne con finitura un po'gommosa... Tra l'altro non va via nemmeno con detergenti o alcool. Credo serva il napalm per toglierla!

    RispondiElimina
  36. Non avendo mai visto prima un MotU (a causa della mia giovinezza), e non avendo pertanto una patina di nostalgia sulle retine, posso giudicare questi giocattoli per ciò che sono: dei catorci di plasticaccia. Anzi, meglio: degli imbarazzanti catorci di plasticaccia. Certo, alcuni (molti) lo sono più di altri (Skeletor), e qualcuno non è neppure imbarazzante (sì, il castello è abbastanza figo), ma in generale mi fanno tutti apprezzare il progresso tecnologico degli ultimi 35 anni.

    Considerazioni individuali: ma Battle-cat sta sbadigliando o c'ha il raffreddore? C'è un motivo particolare per cui a Merman è stata scarnificata la faccia? Solo a me il casco di Zodac ricorda Ant-man? Come Casso (PN) fa il Battle Ram a non capottarsi in avanti?


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti essere linciato per quello che hai detto :D

      Elimina
    2. Perché li ho definiti catorci? (ok, magari catorci è un po' eccessivo, diciamo più paccottiglia).
      Sì, è piuttosto comune essere linciati per aver espresso la verità, ma in tal caso come vorrebbero linciarmi, a colpi di armi di plastica tutte storte?

      Elimina
  37. Il voto a Beast-Man e Mer-Man è troppo basso 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suvvia :). In un post del genere, con questo tono e il carattere superpersonale di ogni descrizione, ha davvero senso commentare un voto? Noi di voyageremisteroelaprovadelcuoco crediamo di no.

      Elimina
  38. Ma che bel post! More, please!

    RispondiElimina
  39. Il braccialetto di Man-at-Arms è prerogativa della variante francese, esattamente quella in foto (si distingue per i colori sparatissimi), anche se spesso manca causa facilità nello spezzarsi. Nella versione Taiwan (quella più comune) non c'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si parlava di quello stampato sul braccio destro.

      Elimina
  40. Direi che, se se ne reperiscono delle scansioni, un assaggio dei fumettini originali sarebbe d'obbligo, io ho conosciuto solo il cartone e da quel che leggo le differenze erano sostanziali.
    Comunque grande articolo da bruschette, e complimenti per averli tenuti così bene (benché scoloriti). I miei, a forza di farli scontrare, hanno perso le gambe e in un paio di casi anche la testa.
    Il braccio con il "bracciale fuso" di He-man lo ricordo bene, anche io non capivo che fosse.

    RispondiElimina
  41. FAKER


    WHAT???

    Mai visto e mai sentito, ne scopro l'esistenza a quasi 41 anni O____o

    RispondiElimina
  42. Tutto meraviglioso, insieme ai KG di Lego il Castello di Greyskull e tutta la sua variopinta fauna rimane il regalo più entusiasmante di tutta la mia infanzia. Me ne ero dimenticato per un po', fino a quando per puro caso diversi anni fa sono incappato in questo:

    www.youtube.com/watch?v=W4pfZzck-GQ .

    Un video totalmente fuori di testa sul rapporto complicato tra Skeletor e Beast Man fatto da Bam Margera pre-Jackass.

    RispondiElimina
  43. Chiesi He - man come tutti i bambini. Mia madre pensò bene di farmi una sorpresa e un giorno entrò da sola in un negozio di giocattoli. Tornò a casa con Principe Adam. E' una breve storia triste. Spero che la commessa sia stata, per lo meno, nominata impiegata dell'anno...

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH