venerdì 28 agosto 2015

15

Captain America: Civil War, le squadre e cosa ne pensi

Captain America 3 Civil War Teams Squadre
Eccole là. Manca ancora un frappo di mesi all'uscita del terzo film di Cap, Captain America: Civil War (in Italia nelle sale dal 4 maggio 2016), ma con il solito leak son saltati fuori gli art ufficiali delle due squadre. Per quei due che non lo sapessero, infatti, la trama di Civil War riprenderà quella della maxi-saga dei fumetti omonima, adattandola al numero molto più contenuto di super-tipi in circolazione nel Marvel Universe cinematografico rispetto a quello cartaceo. Un casino di qualche tipo combinato dalla comunità dei super-eroi (il fatto che Stark abbia sguinzagliato addosso all'umanità un robot maniaco con una certa predilezione per il genocidio, essendo un arrogante megalomane, non conta, dice) porterà gli eroi medesimi a una scelta drastica e alla nascita per polarizzazione di due schieramenti. Ora, i due capitani, come in ogni brava partita al campetto, si sono scelti i giocatori, a turno, le pippe per ultime. No, non quelle di Coulson, le pippe senza i puntini da acronimo. Ma chi c'è nella squadra di Cap? E nella squadra di Iron Man? E cosa ti ha fatto imbestialire più di Hank McCoy in uno dei due roster? [...] 
38

Betelgeuse della Freccia (Saintini, figli di un'Atena minore - 4)

Torna Saintini, la rubrica sui Cavalieri dello Zodiaco più scappati di casa e morti di sonno, con un altro campione di pezzentaggine mica da ridere. Talmente pezzente che questa puntata è decisamente più breve del solito: arriva, le prende e ciaone, anche se la sua missione riesce comunque a portarla a termine. Sort of. Da noi ha preso il nome di Betelgeuse ed è il Cavaliere d'Argento (libico, e in quanto tale endorsed da Gheddafi e dai suoi amici italiani baciamano) della costellazione della Freccia. Il suo nome originale è Ptolemy di Sagitta, e pure Tolomeo è un nome bello mimmo. Su uichipìdia si legge inoltre che avrebbe dovuto chiamarsi Mark Bambineu, come un debosciato transalpino. Ma il nome, alla fine, era l'ultimo dei suoi problemi. Enter una delle più grandi, sontuose figure dimmerda della storia dei cavalieri di Atena [...]

giovedì 27 agosto 2015

63

Mr. Robot e Fear The Walking Dead

C'è che Il circolino dei telefilm, dopo una lunghissima e ingiustificata pausa, si era fatta decisamente ora di riaprilo, ecco. Ti eri ripromesso di sfruttare le vacanze per recuperare tutto quello che avevi da recuperare, ma le ultime due settimane sono state la grande Offensiva del Tet del nonc'hotempo. Così non avete iniziato la nuova stagione di True Detective con la signora Manhattan, non hai finito di vedere la seconda di Agents of P.I.P.P.E., eccetera, eccetera, eccetera. Rientrato in città, però, hai iniziato a sfoltire il monte arretrati partendo da una serie che chiunque ti stava consigliando negli ultimi tempi di vedere, Mr. Robot. Chiunque nel senso di chiunque. Così ieri sera ti sei sparato di fila i primi quattro episodi. E? E ti sta piacendo(ti) un casino. Ma un casino, eh. Subito prima, però, hai visto la prima puntata di Fear the Walking Dead, il prequel/spin-off di The Walking Meh. Una seconda serie su The Walking Dead che, sulla carta, poteva anche avere un senso. Sulla carta. No spoiler su niente, tranquilli [...]

mercoledì 26 agosto 2015

48

Quando c'era Marnie, la recensione senza spoiler

Quando c'era Marnie recensione poster
Cinque anni fa, con Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento, il classe '73 Hiromasa Yonebayashi è diventato il più giovane regista dello Studio Ghibli. Un lustro più tardi, Yonebayashi ha lasciato lo studio, ora nel corso di un tumultuoso processo di riorganizzazione dal quale non si sa bene come uscirà. L'annuncio del pensionamento di Miyazaki-san (che ovviamente si è messo subito al lavoro su un nuovo progetto, un corto in CGI, nientedimeno. Ciaone, pensione) e soprattutto il bagno di sangue del bellissimo La storia della principessa splendente di Isao Takahata hanno colpito duro. Ma prima di andar via, Yonebayashi ha portato a termine quello che al momento è l'ultimo film Ghibli. Uscito in Giappone nel luglio del 2014 e approdato in Italia solo per questa tre giorni di fine agosto (dal 24 a stasera), anche Quando c'era Marnie ((思い出のマーニー, Omoide no Mānī, Marnie dei ricordi) è tratto come Arrietty da un romanzo per ragazzi britannico: lì la serie degli Sgraffignoli di Mary Norton, qui il When Marnie Was There di Joan Gale Robinson. La storia è grossomodo la stessa, Anna e Marnie conservano i loro nomi british, ma l'Inghilterra degli anni 60 della Robinson diventa nel film di Yonebayashi il Giappone di oggi. Prima piazzola autostradale di spiazzamento [...]

martedì 25 agosto 2015

58

Alien 3 (1992)

Alien 3 recensione poster
Alien 3, o meglio Alien3, Alien al cubo. È il 1992: sei anni dopo, torni a vedere finalmente un film di Alien al cinema. Peppepeppeppè, trenini brigittebardò, maglia con la scritta AlienChiùb verde acido appena comprata dall'Angleterra spendendo un fantamiliardo delle nuove lire. Da quel cinematografò ne esci però con la faccia delle grandi delusioni: non è Alien, non è Aliens, è qualcosa di diverso e decisamente inferiore. Di non ben messo a fuoco e fuori tempo, anche se a girarlo è stato un tizio che fa i videoclip, ma tu pensa. Già allora, nei tempi analogici privi dell'Internet, ne leggi ovunque che questo tipo, un giovinotto neanche trentenne di nome David Fincher, ha lavorato con il naso dei produttori ficcato in un orecchio. Nella migliore delle ipotesi. Quello che allora, nel '92, ancora non sai, è quanto fosse diverso il film che Fincher aveva in mente da quello che hai visto te, che hanno visto tutti [...]

lunedì 24 agosto 2015

94

Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997)

Starship Troopers Fanteria dello Spazio recensione poster
Starship Troopers - Fanteria dello Spazio. Ovvero: breve storia di un libro fondamentale per la storia della fantascienza, nonostante tutte le polemiche che si è tirato dietro, e di come Paul Verhoeven l'abbia trasformato in un film volutamente esagerato e nel complesso divertente... pur considerandolo una palla di romanzo [...]

venerdì 21 agosto 2015

59

L’albero degli uomini con gli zoccoli

Ogni località balneare italiana ne ha una piccola riserva. Un ristretto manipolo incapace di evolvere in qualcosa d’altro, accrescere il proprio numero o estinguersi. Immobili nei decenni come zanzare nell’ambra, insensibili alle mode e al comune senso del pudore. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare, non hanno niente a che fare con l’Homo sapiens, in quanto discendenti diretti dell’Homo neanderthalensis. Sono gli uomini con gli zoccoli di legno (Homo plinthulignum), e niente e nessuno è in grado di fermarli [...]

giovedì 20 agosto 2015

24

Mission: Impossible - Rogue Nation, la recensione senza spoiler

Mission Impossible 5 Rogue Nation recensione poster
Ma sarà poi vero che in quella scena lì di Mission: Impossible - Rogue Nation (aka Mission Impossible 5), nei primi minuti del film, Tommasino Cruise l'hanno appeso a un aereo in decollo con venticinque chili di vinavil e un paio di mollette dei panni, come lascia a intendere il trailer attorno a cui hanno costruito praticamente tutta la campagna promozionale del film? La risposta è: pare di sì, ma chissene. La vera domanda è infatti: dopo diciannove anni e cinque film, la saga di Mission: Impossible, tum-tum-tum-tum-tum-tum-tum-tum-parapààà, avrà ancora benzina nei botti e fiato negli inseguimenti? La risposta è: pare di sì [...]