Masters of the Universe Origins: Zodac, Roboto e Ninjor, il mio amico ninja

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Nuova infornata di Masters of the Universe Origins, la nuova linea revival dei Masters di Mattel. Questa volta parliamo di Zodac (cercando di spiegare in due righe perché era buonocattivoneutrale), di Roboto e di Nino Ninjor, il mio amico ninja [...]

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Dunque. In attesa di capire se nelle prossime settimane arriveranno davvero nei negozi di giocattoli come si vocifera da tempo, stai continuando a comprare i MOTU Origins su Amazon, man mano che te li trovi davanti. Il discorso delle varie wave è un casino perfino negli USA, in Europa il tutto arriva alla spicciolata, e recuperare gli ultimi usciti a prezzi non gonfiati, se non si vuole aspettare, non è semplice. 

Il consiglio, se vi interessa fare la stessa cosa, è sempre lo stesso. Controllate spesso questa pagina. Quasi ogni giorno gli stock arrivano e spariscono. Al momento in cui scrivi sono disponibili Panthor, SkeletorBeast Man, Trap Jaw, Man-at-Arms, Man-e-Faces, Ninjor, Roboto e altri personaggi, tra cui Scare Glow (ma 29 carte sono troppe, francamente). Ah, ignorate quel "generalmente spedito entro 1-millemila mesi". Se ce l'hanno, lo spediscono entro un paio di settimane. A volte molto meno. 

Se non vi frega di avere la confezione in perfette condizioni, infine, buttate anche un occhio nella sezione Warehouse. Lì nei mesi scorsi ne hai trovati diversi a prezzo ridotto, a partire da He-Man. Al momento, hai nel mirino MerMan.

Fine dello spiegone, passiamo agli ultimi arrivati.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Partiamo da Zodac, personaggio che ai tempi della linea classica dei Masters adoravi. Per quel casco, e soprattutto per il fatto che non si capiva se fosse buono o cattivo, il che lo prestava a diventare il jolly di ogni possibile scenario di "Assalto al Castello"

La verità, avresti scoperto diversi lustri dopo, è che Zodac è stato brevemente entrambi. E anche un personaggio neutrale. Si è girato nel volgere di un paio d'anni tutti gli allineamenti possibili. 

Per farla breve, nella prima wave dei Masters of the Universe avrebbero dovuto esserci due personaggi femminili, Teela e Sorceress, ma poi vennero fusi in un'unica figure (Teela), perché Mattel temeva che due donne fossero troppe nella prima linea dei Masters.

Rimase perciò un buco, perché i personaggi al lancio dovevano essere otto. Zodac venne perciò creato - dal grande Mark Taylor - assemblando e ricolorando pezzi degli altri personaggi. Nella fattispecie, il petto di Beast Man, braccia e gambe di Skeletor. 

Ora sapete perché Zodac aveva i piedi palmati da mostro e il torace villoso.

Mattel Licensing Kit 1981 MOTU
foto da he-man.org

Il personaggio avrebbe dovuto chiamarsi Sensor, ma poi venne ribattezzato Zodac. Ed era uno degli Eroic Warriors di He-Man o degli Evil Warriors di Skeletor? Da principio era neutrale. Venne presentato come "Cosmic Enforcer" e nel licensing kit di Mattel, distribuito nel 1981 per il lancio della serie, viene anche descritto come un cacciatore di taglie, giusto per sfruttare la popolarità di Boba Fett, visto che era passato solo un anno dall'uscita in sala de L'impero colpisce ancora.

In seguito, però, questa cosa del bounty hunter si perde, e Zodac diventa un personaggio molto simile al Metron dei Nuovi Dei di Jack Kirby. Un tizio dai poteri cosmici che se ne va in giro su una sedia volante e dovrebbe essere neutrale, ma finisce per aiutare spesso i buoni.

Esattamente quello che Zodac fa nei primi fumetti dei Masters e nel cartone Filmation. Solo che nel 1983 qualcuno in Mattel decide per il turn heel. E Zodac diventa per un po' cattivo.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Quando vengono riproposte nell'83 le prime figure dei Masters, nel reissue noto come "12-back card" (perché sul retro erano mostrati 12 personaggi), Zodac combatte contro i buoni, come vediamo dall'illustrazione qui sopra, firmata da Errol McCarthy. Spara a He-Man e Man-at-Arms, e la didascalia in alto non lascia spazio a dubbi: attacca gli Heroic Warriors con tutto il suo "evil power".

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

C'era da pareggiare gli schieramenti, pare, e Zodac venne spostato momentaneamente tra i cattivi. Perciò lo vediamo a volte indicato come "EVIL Cosmic Enforcer", o infilato nella squadra dei villanzoni nei poster di gruppo, come quello qui sopra del 1984, di William George, e altri. 

Sì, tipo il bresslinz. Fine anche del pistolotto-spiegone, parliamo del nuovo Zodac Origins.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

La confezione include il nostro poliziotto cosmico in mutande preferito, in quanto probabilmente anche l'unico, la sua pistoletta rossa e un minicomic diverso da quelli precedenti. Anche in questo caso, hanno brasato tutti i testi, lasciando solo le immagini. Buuu dagli spalti. 

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Per look, proporzioni e soprattutto design del casco, è una figure estremamente simile a quella anni 80, ovviamente con l'aggiunta delle articolazioni extra, come per tutti i MOTU Origins. Non hai sotto mano lo Zodac dell'82,

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

perciò dovete accontentarvi del confronto all'americo-eterniana con lo Zodac della linea Masters of the Universe Classics (MOTUC) uscito nel 2009. A costo di ribadire quanto detto già altre volte, i MOTUC erano una linea per collezionisti, non pensati come giocattoli (TEORICAMENTE) per bambini come questi Origins. E oggi costano un occhio: Zodac non è uno dei più MOTUC cari, ma ci vogliono comunque cento carte o giù di lì per rimediarne uno nuovo sulla baia.

Ora, i MOTUC ti piacciono un casino, e sono proprio un'altra categoria, ma questo Zodac sembra - con le dovute proporzioni, in tutti i sensi - reggere il confronto. Sarà il design semplice e funzionale, saranno i colori più vivi, sarà soprattutto che, fortunatamente, non hanno sminchiato il casco, ché quello fa tanto.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Passiamo a Roboto (Domo arigato, Mr.). Ancora oggi uno dei Masters più fighi della wave 3 (1984), Roboto era uno degli Origins che attendevi di più, insieme al signore ninja che viene dopo. Ti piaceva un casino, da rEgazzino. Era un giocattolo semplice ma affascinante, che ti ricordava quei vecchi robot giapponesi con gli ingranaggi a vista e la capa-a-televisione di qualche anno prima.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

La figure include le tre manone intercambiabili di Roboto (pinze, laser e doppia lama) e lo stesso minicomic di Zodac. Visto che, effettivamente, è una storia in cui appaiono Zodac, Mer-Man, Roboto e She-Ra.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Ora, la resa ti sembra buona quasi per tutto. Il design è indovinato, perché molto simile all'originale (vedi sotto) e i materiali discreti. C'è però che la plastica con cui sono state realizzate le tre mani meccaniche è diversa dal resto e presenta delle striature invero bruttarelle, soprattutto sul fucile laser. È un dettaglio, ma siamo qui per questo, no?

Come l'originale, il Roboto Origins apre e chiude la bocca ruotando il busto. Qui hanno aggiunto un clac-clac che accompagna il labiale robotico.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Ed eccoli, il Roboto '84 e quello nuovo a confronto. Oltre agli snodi extra, ci sono alcuni dettagli in più, soprattutto sulle braccia,

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

ma gli hanno clamorosamente tolto i due ingranaggi colorati nella parte posteriore del busto. Per risparmiare? Vai a sapere. Roboto ha letteralmente perso qualche rotella: è un robot un po' anziano, succede. Come nell'originale, anche nella versione Origins le gambe sono le stesse di Man-e-Faces, ricolorate.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Tra le cose migliori, insieme a Scare Glow, delle ultime linee dei Masters anni 80, Ninjor sembrava e in effetti era un corpo estraneo in mezzo agli altri personaggi. Alieno esattamente quanto i ninja nei GdR giapponesi. Quasi un tarocco da bancarella, non fosse che era fichissimo. Si doveva pur sempre sfruttare la popolarità dei ninja negli USA e strizzare l'occhio (di serpente) a Snake Eyes dei G.I. Joe.

Ninjor Masters

A ogni modo, a rendere particolare il Ninjor originale era la dotazione di armi - nunchaku, spada e arco riciclato dal playset di Eternia - e soprattutto il completino da ninja in stoffa, che gli copriva volto e busto.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Questo Ninjor del 2021 ha sostituito il tutto con un completino in gomma, con lo stesso logo molto fine da tamarazzo sul plesso solare. Il cappuccio è attaccato alla testa e non si toglie. La cosa curiosa è che solo in questo Origins era presente il foglietto che vedete nella foto sopra, che incoraggia a scambiare le parti dei vari personaggi. Per una maggiore promiscuità di bracciagambeteste interpupazzosa.

Ciccio, lo si faceva già quarant'anni fa, ma grazie per il pensiero.

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione
Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Sono presenti pure qua arco, nunchaku (tutto in plastica) e spada, ed è possibile fissare due delle armi - i nunchaku e una a scelta tra l'arco e la katana - ai ganci sulla schiena. Dai, fico. 

Masters of the Universe Origins Roboto Zodac Ninjor recensione

Il suo, chiaramente, è restarsene ora appeso al finestrone del Castello di Grayskull, come un ninja fu-fu, fino a quando PiKi non deciderà che ruolo assegnargli, in quanto servitore-vassallo della coppia regnante formata da Teela e Orko. 

TUTTI GLI ALTRI POST SUI MASTERS

Vetrina Antro su Amazon
Antro Shop: felpe, magliette, tazze della deboscia

28 

Commenti

  1. Roboto è il mio MOTU preferito di sempre. Non vedevo l'ora che uscisse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, ti è andata bene. Non gli hanno fatto una faccia così-così come quella di Hordak, per dire.

      Elimina
  2. io: ma si, di questa nuova linea prendo solo He-Man e Skeletor...
    sempre io, il minuto in cui sono arrivati: preordino tutto il preordinabile, compresi castello e le esclusive Target.
    Perfetto.

    RispondiElimina
  3. Apprezzatissimo lo spiegone su Clemente Zodac, mi aggancio al post per invocare con cori e striscioni fuori dai cancelli (eh oh, gli spalti sono purtoppamente ancora off limits) la sceneggiatura di Assalto al Castello©!

    RispondiElimina
  4. In un negozietto a Milano ho trovato sia Shera che Zodac, sto aspettando anch'io Ninjor, Merman (la pannocchia è l'unica e vera Spada del Potere) e spero in Webstor!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sono già arrivati a Ninjor, credo che un po' alla volta li butteranno fuori tutti. E sì, in ogni caso Webstor ci vuole.

      Elimina
    2. Dimenticavo che sono riuscito a pigliare anche i battle armor, bellissimi!

      Elimina
    3. Belli i Battle Armor! Io dopo aver completato la wave one (compreso Scsre glow) ho preso Zodac e She-Ra, ma sono rimasto clamorosamente gabbato con Ram-Man, che in questa versione, almeno sulla carta, mi ispira un sacco. Preordinato e pagato, due giorni dopo mi hanno comunicato che la fornitura era saltata, e adesso non si sa quando torna disponibile... dovrò cercarlo altrove. Zodac mi piace, non avevo quello dell'82 e ho voluto prenderlo qua, e pure She-Ra è bella!

      Elimina
  5. Sempre fighi i Master,assolutamente

    RispondiElimina
  6. Pur non avendo mai avuto alcun Master in vita mia (in compenso avevo tutti i minicomic originali estort... ehm, scambiati dai compagni di classe) leggo sempre con grande piacere le tue recensioni Doc! Ma curiosità (magari ne hai già parlato): noto che all'inizio anche Stratos era del team malvagi, lo hanno convertito dopo per qualche ragione particolare? E nota da PdF: il nome di Zodac vedo che ora è scritto in azzurro sulla confezione, direi che il posto tra i buoni ormai è suo definitivamente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Di Stratos l'ho notato anch'io OGGI grazie al post del Doc... all'epoca non me ne ero accorto!

      Elimina
    3. Stratos nasce direttamente come cattivo (e per questo viene mostrato in compagnia di Skeletor nei primi minicomics di Alcala), ma poi viene schierato da Mattel con i buoni, sempre per bilanciare le squadre. È successo con tanti dei primissimi MOTU.

      Elimina
  7. Zodiac quindi e` come quello scarso che a calcetto gioca un po' con una e un po' con l'altra squadra per lasciare in superiorita' numerica chi e` in vantaggio.

    RispondiElimina
  8. Roboto classico non l'ho mai avuto. Gimmick carino, ma un po' troppo meccanico per me, preferisco i personaggi più fantasy (Merman, fai ciao!).
    Di Zodac ho avuto solo la versione motuc con la K. Sì, perché c'erano due modelli, quello classico bianco e quello 200X chiamato "Zodak" invece di Zodac. Questo personaggio ha la pelle scura, tatuaggi, esiste in versione senza elmo, e ha funzioni di potentissima guida e oracolo galattico. In pratica quello che Spike Lee chiama "magical negro".

    RispondiElimina
  9. Ho avuto il ninja tra le mani per tutta l'infanzia e dopo più di 20 anni lo rivedo qui sull'antro e scopro essere un master... nel leggere le rubriche dei vecchi giochi qui sull'antro si rifanno vivi ricordi dimenticati nel tempo con delle botte di nostalgia incredibili.
    Comunque io persi quasi subito gli accessori e senza cappuccio, con quella testa pelata e la coda non era il massimo...forse maglio la soluzione attuale...almeno non si corre questo pericolo

    RispondiElimina
  10. Mi sento in pace con me stesso e mi do virtualmente una pacca sulla spalla: malgrado gli ammiccanti articoli del Doc non mi stanno prudendo le mani per accaparrarmeli tutti. Ho ceduto solo con Battlecat perché CAVOLO È BATTLECAT!!! ma tutti gli altri per ora non mi stanno spingendo alla smania di possesso. E sì che Masters ai tempi me ne saranno passati tra le mani una quarantina.
    Potrei vacillare solo per He-Man Pugno di Tuono, ma dato che la gimmick che lo contraddistingueva è difficilmente riproponibile ai giorni nostri direi che posso stare tranquillo.

    RispondiElimina
  11. Zodak fu il mio primo Master, che schieri arbitrariamente tra i buoni (ci giocavo immaginandomi il resto della ciurma). Ma poi, quando riuscii ad avere altre Action Figure, ben presto lo schierai accanto a Skeletor. Nelle mie storie immaginarie, però, ogni tanto dava una mano a He-Man.

    RispondiElimina
  12. Giuro che per me, dal 1982 fino a 10 secondi orsono, è sempre stato chiamato ZODIAC. Come un pluriomicida qualsiasi.
    Ma anche Stratos aveva subito il turn heel?

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Doc, vorrei avanzare un'ipotesi sul perché zodac ti piaccia cosi tanto (pur non sapendo se qualcuno abbia mai portato alla tua attenzione la cosa) ma...

      1) maschera che si apre sulla bocca svasando creando due alette che si dipanano dalla zona del naso verso le guance lasciando, ad eccezione del mento, il resto dalla parte bassa del viso scoperta
      2) Occhi coperti da lenti a cupoletta
      3) colore dominante rosso
      4) Pettorina i cui contorni descrivono delle linee oblique in direzione della zona pelvica

      ...GOMBLODDO! Zodac è il sole ardente dell'universo MOTU! ehhe, noi di voyager non crediamo sia solo un'ipotesi.. XD

      Elimina
  14. Oggi è apparso il castello su Amazon ... uscita primo luglio? Ma non doveva uscire a Marzo ? Comunque sono emozionato

    RispondiElimina
  15. Bello questo Zodac. Personaggio, comunque, che si è scoperto in definitiva essere...la Svizzera, ma coi colori sociali della Cremonese😁 Stratos fu il mio primissimo Mastr, non sapevo fosse cattivo originariamente 😮E fu il mio primo Master per la stessa ragione per cui 'Ti sembra il caso di dormire con la maglietta di Sforza?...' Dannazione, avevano finito gli Skeletor!!!

    RispondiElimina
  16. Doc, ma a Piki non le hai ancora comprato She-Ra?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy