GUNPLA: HG MAZINGER Z INFINITY VER. (IL KIT DI MAZINGA Z, TANTAUGURI EDITION)

GUNPLA: HG MAZINGER Z INFINITY VER. model kit

Dopo quello del Grande Mazinga, il mese scorso, è arrivato pure il model kit gemello del Mazinga Z del film Mazinger Z: Infinity, gradito regalo compleannico della banda di antristi meneghini+forasteroromano. E... dai, su, ché volete vedere com'è una volta montato [...]


Partiamo da un doveroso ringraziamento alla cumpa composta dai debosciati Drakkan, wargarv, Bluecyber74 e Roby, che per le tue 43 primavere, pure se a un passo dall'inverno, ti hanno fatto arrivare a casa questo model kit e un Master Grade di uno Zaku II di Char (ne parliamo prossimamente).

Per il Mazinger Z High Grade di Infinity valgono, di base, le stesse premesse del Grande Mazinga della medesima linea, pescato anch'esso dal film. E cioè: sono dei modellini pazzeschi, praticamente non serve verniciarli grazie all'abbondanza di parti argentate o nere, e ne vengono fuori dei robot solidi come giocattoli, posabili e dettagliatissimi.


I pezzi non sono tanti e i telai sono fatti in modo che basta una piccola pinza per liberare le parti da assemblare. Si procede spediti, montando il tutto in un'oretta e mezza. Tranne un paio di casi, forse, questa volta non ti è servito neanche il taglierino.

Ma, davvero: è una roba che viene fuori grandiosa alla prima botta, anche se non si è mai messo mano a un Gunpla in vita propria, per quanto è semplice, rifinita e d'effetto come risultato finale.


Per dire: i primi pezzi. Qualche minuto e ti ritrovi con una testa del Mazinga Z così dettagliata e con un mini Hover Pilder con le ali ripiegabili.


La sensazione, durante il montaggio, è che lo Zetto sia fin troppo simile al Grande Mazinga Infinity, ma in realtà è una sensazione errata: Sono solo il design pannellato e il processo di montaggio, strato su strato, ad essere uguali. Le forme sono differenti, come vedremo tra un attimo e come si nota a partire dai piedi.


Ed ecco il Mazinga completo. In scala 1/144, il modello è alto circa 18 cm. Tanti gli snodi e particolarmente apprezzabile quello all'altezza del presso solare, che permette di inclinare in avanti e indietro il busto. Figata.


Come per il Gureto di Tetsuya Tsurugi, anche qui la placca pettorale è in materiale trasparente con dei dettagli sul retro, per dare l'idea che da un momento all'altro possa brasarti con il Breast Fire, il poderoso fuocominna. Basta un po' di luce con la giusta angolazione, e sembra retroilluminata. Praticamente brilla da sola.


Agganciato l'Hover Pilder al suo posto, come cabina di pilotaggio del robot, dopo aver urlato PILDER ON! con forza sufficiente per farsi sentire dal palazzo accanto, passiamo al confronto all'americana con l'altro Mazinga:


il Grande Mazinga Infinity è leggermente più alto, ha i piedi a ferro da stiro e una maggiore possanza e autorità, frutto della consapevolezza di essere il Mazinga più scalciaculico e insuperabile di sempre, punto. E se qualcuno sostiene il contrario, puoi ribattere con maturità che LALALALALA non senti LALALALA. Sono diversi anche praticamente tutti i pannelli.


È ovviamente incluso il Jet Scrander, e quella cinturona gialla - rielaborazione nel film di quella tradizionale - non è fortunatamente necessaria: volendo potete toglierla,


tanto le ali si agganciano sulla schiena del robot, staccando un pannellino che copre il buco. Il cinturone el charro da robot tamarro è solo scena, per quando si va al burghy di piazza san babil junior con Poseidon. E ora, decollo!


Non verso la scatola, idiota di un Koji Kabuto! 


Ecco, meglio. La basetta è - quello sì - uguale a quella del Great Mazinger. Si può impiegare quindi in due modi, come illustrato già l'altra volta: catetere per le pose volanti alla Superman,


pannolone per fluttuare sul posto, come i prezzi della benzina.


In mancanza della coppia di Spade Diaboliche del cugino più figo, lo Z deve accontentarsi di alzare il il gomito. Per affogare nel lubrificante il dispiacere e per simulare il lancio dei Drill Missiles / Missili Perforanti. L'effetto si ottiene aggiungendo dei, uh, tappini coprimozzi all'interno dei gomiti, dopo aver fatto ruotare gli avambracci ripiegandoli all'indietro.


Per gli Iron Cutter / Scure Atomica si va ancora più di fino. I pannellini laterali si agganciano in un'altra posizione, dando l'idea della roba che si sposta per far uscire le lame.


Ma siccome non esiste Mazinga Z senza Pugni a Razzo, un altro piccolo stand trasparente permette di tenere sospeso il pugno staccato dal corpo, alla distanza desiderata. Con delle finte fiamme dietro, per simularne lo sparo. Pronti?


ROCKETTO PUNCH! 


Parlando di Gunpla veri e propri, sui social hai postato qualche giorno fa anche la foto dell'MS-18E Kampfer, un Master Grade che avevi iniziato la bellezza di due anni fa e che era fermo praticamente da allora.



Come scrivevi sui socialcosi, è un kit rognoso per tutta una serie di ragioni. Assemblaggio molto lungo, con tanto di parti da avvitare (vedi foto qui sopra) e plastiche bastarde: durissime e col vizio di lasciare segnetti bianchi ovunque, indipendentemente dalla cura che ci metti nel rifinirle.


In pratica, se non lo dipingi, i segni degli sprue restano dappertutto. Aggiungiamoci che la stabilità dei componenti non è il massimo, e per quanto il mobile suit sia un modello fighissimo - uno dei tuoi MS di Zeon preferiti. Sempre amore con tante M per Gundam 0080: War in the Pocket - armato di due shotgun e due bazooka, si staccano cose, se ne smollano altre.

Ci sono, insomma, tutti i vizi endemici dei Master Grade di qualche anno fa, anni luce lontani, proprio concettualmente, dai Gunpla e altri model kit Bandai di nuova generazione.


Detto questo, per chi ha la perizia e la pazienza che te non hai nel lavorare i Gunpla, nelle mani giuste, insomma, ne viene fuori una bella bestia. E poi beati monoculi in terra mobilaesuitorum.

Lo spacciatore ufficiale di model kit dell'Antro è sempre l'antrista wargarv, chiedere a lui per dritte, sconti, fatti, situazioni.

14 

Commenti

  1. Sospetto che al 99% uno dei mazinga mi arriverà sotto forma di regalo,nel frattempo rosico perché non posso comprare l'altro,poi e un casino coi cambi di regali,quindi mi tpcca aspettare il 25 per mettere le mani su questo gioiellino.
    Nel frattempo mi consolo con il Voltron ;)

    RispondiElimina
  2. Bello bello bello :) Se prima ero indeciso ora non ho più alcun dubbio. Trema vicinato: presto il grido Rocketto Punch regnera' . Kit veramente bello e dallo stile moderno su di un grande classico : Cosa volere di più

    RispondiElimina
  3. Come ti scrissi tempo addietro per lo Z, rinnovo il fatto che...T'invidio, sempre dalla punta del Mellino sino a quella del capello che, ormai, mi si è perso per strada. Mi sa che a Gennaio mi faccio l'auto-regalo di compleanno, e tanti saluti alla scimmia cyborg che mi balla sulla testa.

    RispondiElimina
  4. Come, mi si passi il termine, gunpla sembra fichissimo, però purtroppo non ho mai digerito la scelta dei pannelli, proprio esteticamente non mi garba. De gustipullman.

    RispondiElimina
  5. Il kempfer mg ,meraviglia di ms come tutti i mecha di 0080.Dopo averlo assemblato con fatica,ho ceduto alla tentazione di un kit di conversione per la versione di ecole du ciel (bel manga,fra l'altro). Il risultato è stato accettabile solo cambiando drasticamente la colorazione (nero con dettagli in metallo naturale). Effettivamente i modelli più recenti non hanno molto bisogno di parti in resina o altri trucchetti per fare colpo. Ne ho avuto la conferma da poco, con un hg dello Zplus aggressor (quello bianco ed arancione teoricamente pilotato da Amuro ). In modalità waveraider è più convincente dello stesso mg.Grazie doc per i post di modellini e pupazzame vario. Il Grande Mazinga era spettacolare ma anche questo zetto non scherza. Mi sa che li prenderò per mio fratello. Auguri a tutti gli Antristi,Antrosi beh a tutti insomma.Merry Christmas,Mr doc.

    RispondiElimina
  6. con "per quando si va al burghy di piazza san babil junior con Poseidon" stavi per uccidermi. Comunque gran figata, sono estremamente pentito di non averlo preso in nipponia. In compenso mi son preso le versioni SD appena uscite dei due mazinga, che paiono molto carucce :p

    RispondiElimina
  7. La decisione su cosa regalare è stata ardua ma alla fine siamo andati sul super classico. Avevamo visto quanto ti era piaciuto il Grande Mazinga e quindi ti abbiamo regalato anche il fratellino maggiore.
    Aspetto di vedere come viene fuori lo Zaku di Char e, come ti dicevo ieri, credo proprio sia il modello di Origini direttamente dalla Battaglia di Loum, sulla confezione c'è una nave federale che esplode sullo sfondo. Aspetto le foto della Cometa Rossa... diciamo pure rosa salmone.

    RispondiElimina
  8. Bellissimo Mazinga e... Infatti me lo sono regalato, adesso riposa tranquillosotto l'albero in attesa di attivarsi e marciare possente su tutto il vicinato per... ops, mi sono infervorato troppo!

    RispondiElimina
  9. Bello bello bello,Mazinga è davvero figo

    RispondiElimina
  10. I due Mazzinga (eh si, la doppa z e' d'obbligo) sono davvero pheeghissimi.
    E niente, per quest'anno a Natale ripiego su Shenmue per PS4, visto che l'ho trovato a prezzo stracciato.
    Cosi' colmero' una lacuna, visto che e' una vita che voglio giocarci e il Dreamcast non l'ho mai avuto.
    Pero' l'anno prossimo penso un po' a me, mannaggia la paletta...

    RispondiElimina
  11. Mi è arrivato giustappunto ieri sera il kit dello Zetto, tardissimo perché il mio compleanno è a ottobre (ritardo causato da una serie di ragioni che userò per prendere in giro gli amici che me lo hanno regalato, per anni)
    Ci metterò le mani in queste feste ma già dalle buste dei pezzi si vede la figosità che verrà fuori e quindi gli amici si sono fatti perdonare bene.

    RispondiElimina
  12. Figo figo! Un giorno o l'altro me li prendo anche io. Come diceva il buon Drakkan nel decidere abbiamo optato x il classico, almeno hai entrambi i Mazinga.

    RispondiElimina
  13. L'antrocumpa ti ha fatto un grandissimo regalo! Giuro che un gunpla, finita questa sessione, lo prendo! pensavo di puntare a qualcosa di classico e figherrimo prima del samurai rosso che hai già fatto qualche anno fa,il quale è un mio desiderio da quel post! ma voglio arrivarci preparato, allenato e carico!

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy