martedì 29 marzo 2011

28

Mego, Baravelli e Harbert: nel triangolo amoroso dei pupazzini con la tutina

Chiunque abbia avuto anche solo per sbaglio tra le mani un fumetto della Corno di fine anni 70/inizio anni 80, oppure un qualsiasi numero di Wizard quindici anni dopo, saprà di cosa stiamo parlando. Erano i pupazzi dei super-eroi della Mego Corporation, portati in Italia da Baravelli e Harbert, quella del Dolce Forno. Erano zingarissimi e perciò bellissimi, ma non erano soli: ché si erano lasciati dietro in America tutta una famiglia di cuginetti bambolocci improbabili […]

Perché sì, di Mego a noi sono arrivati gli eroi in costume, gli uominiragni e i capitanamerichi e i supermanni tutinati, venduti in queste scatoline qui da Baravelli:
(no, Tarzan non ce l'hanno infilato di straforo. Ché anche nella linea originale ammerrigana faceva parte dei super-eroi (DC). Don't ask)
oppure in queste altre:
E oltre agli eroi c'erano pure i nemici di Batman, alle prese con l'AMICO JACKSON (una sorta di Big Jim della Mego, ti par di capire)
C'è pure Mr. Mx... Myxz... Mzx... quello
o Tex e i suoi pard, con l'espressione accigliata e gli indumenti di tre taglie più grandi, che ce li hanno passati i fratelli maggiori
Oppure spacciati nei negozi di giocattoli dalla Harbert. Come l'indimenticabile Cosa con le rocce disegnate sul costumino
 la Torcia Umana arlecchina 
l'inquietante Thor permanentato 
e il Batman con la faccia da gatto Spot di Hong Kong Phooey
"Ma ciaaao"
Ma gli eroi Marvel e DC, assieme al portoghese Tarzan, si diceva, rappresentarono solo la parte più fortunata di una vasta ed eterogenea produzione di pupazzini. Accanto a questi protagonisti dei fumetti - che vi fanno ridere solo perché non avete ancora visto quanto valgono oggi sulla baia - prima di terminare la sua corsa nell'83 con una spettacolare implosione, infatti, la Mego fece a tempo a tradurre in plastica e vestitini elasticizzati, tra gli altri:
007 MOONRAKER
con le facce già shpalmate da Shpalman
BUCK ROGERS
vestito da ballerino della Carrà
I CHIPS
Il macrocefalo Jon
e un Poncharello colto a metà del suo processo di trasformazione in un orango
FLASH GORDON
(al palio di Siena)
FRANZ BECKENBAUER (!)
Poi riciclato a tradimento in una versione anonima per il mercato anglosassone
HAPPY DAYS
HAZZARD
Bo Duke. Vi si risparmia la vista della cugina Daisy per non rovinarvi… oh, al diavolo. Eccola:
con la sua testolina PROPORZIONATISSIMA
I KISS
con gli stivali fatti di Cuki alluminio
LA FUGA DI LOGAN
LOVE BOAT
MIGHTY MIGHTOR
(il nostro eroe clavamunito preferito, dicevamo)
MUHAMMAD ALI
"Vola come una farfalla, pungi come un coso di plastica!"
IL PIANETA DELLE SCIMMIE
ROBIN HOOD
Con i suoi stivaletti in PVC che nella foresta di Sherwood sono comodi un casino, guarda
LE SIMPATICHE CANAGLIE
Alfaalfa nel libro Cuore
SPAZIO 1999
STAR TREK
STARSKY & HUTCH
Con la Gran Torino e i sospetti portoricani a cui sparare senza star lì a farsi troppe domande
WONDER WOMAN
quella del telefilm
ZORRO
vestito con le buste della spazzatura, ché fa più vintage
E poi ci sarebbe il discorso di Ralph Supermaxieroe. Oltre a una linea di personaggini da tre pollici effettivamente entrata in produzione, c'erano questi bambolotti formato maxi rimasti allo stadio di prototipo. Perché? Perché questi erano i due protagonisti del telefilm:
e questa invece la loro sapiente interpretazione da parte dei maestri chocolatier di Mego:
l'indimenticata Connie Sellecca, con la sua fronte alta sette metri
e Ralph, un bambino cresciuto nel Villaggio dei dannati
 Fonti (per foto e info): Megomuseum.com, megoville.com

POST VAGAMENTE CORRELATI
Big Jim e le sue drammatiche avventure
I Masters of the Universe, quelli fighi
I Masters of the Universe, quelli scrausi
I cuginetti dei Masters 
15 Telefilm dimenticati 

28 commenti:

  1. AHAHAHAH, Connie Selecca vittima prediletta dei frontini di tutta la classe! Da ribaltarsi.

    Ad ogni modo io c'avevo la torcia umana arlecchinata e la cosa pigiamata più l'uomino ragno e superman. Tié.

    RispondiElimina
  2. Visti solo nelle pubblicità, mai nemmeno toccati. L'unico pupazzo vestibile che avevo era Big Jim, ma tra quelli che hai messo il meglio è sicuramente Beckenbauer a pari merito col cretino di Love Boat.

    RispondiElimina
  3. Questi li ho incredibilmente mancati...
    eppure immagino abbiano infestato a lungo i negozi di giocattoli (e i mercatini zingari)

    RispondiElimina
  4. La Connie Selecca bambola, che quando arrivava a scuola tutti ci gridavano: M.A.F.I.A.: molta attenzione frontini in arrivo, PEM!
    Comunque l'uomo ragno costumato ce l'avevano tutti. Era quasi come il Capitan Harlock di gomma delle bancarelle

    RispondiElimina
  5. Ma quanto è bello il "Bat Man" con i guanti da forno della seconda immagine? :D

    RispondiElimina
  6. io avevo l'uomo torcia e la cosa. gesù che m'hai fatto ricordare!

    RispondiElimina
  7. Accidenti, quindi l'uomo ragno era così diffuso? ehehehe.
    E vabbé, dai, lo ricorderò comunque con sincero affetto.
    Per quanto vedo che anche la torcia e la cosa non fossero proprio rare.

    Lol per il batman coi guanti da forno!

    RispondiElimina
  8. Hatrlock di gomma sì ce l' avevo, il resto no.
    E non so perchè, ma mi sento un fortunato....

    RispondiElimina
  9. Ecco, l'Harlock di gomma si, c'era nel mio armamentario fanciullesco :)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Rimanendo in tema action figure e storie pezzenti:
    Quando ero piccino trovai in una busta sorpresa un giocattolo (action figure) di Nightcrawler. Era marcato Mattel o cose simili era abbastanza vecchio. Visto che vedevo in tv molti telefilm nerd, decisi di metterlo da aprte sperando che fruttasse.. naturalmente mai fatto uscire dalla scatola! Poi un giorno (quando avevo 14 anni) lo trova mia madre, me lo prende dall'armadio e lo regala al marmocchio vicino di casa... che storia triste....

    RispondiElimina
  12. Presente anche il sottoscritto con i suoi Uomo Ragno, la Torcia e un sospetto di Hulk, ma forse non era della stessa linea, che me lo ricordo più massiccio. Del resto sono passati lustri, vatti a ricordare...

    E si, anche il buon vecchio Capitan Harlock di gomma.

    RispondiElimina
  13. Anche io avevo la Cosa, la Torcia e Spiderman.
    Forse pure Hulk.
    E anche l'Harlock di gomma con il fil di ferro che a volte usciva dalla gomma.
    Dovevano essere economici se ce li avevano tutti i bimbi italiani.
    Io avevo anche l'Uomo ragno con le calamite, tipo Micronauti.
    Un mio amico aveva l' Hulk calamitato.
    Chissà chi li faceva e quanti personaggi sono usciti?
    P.S. Il Tarzan della Baravelli era nella linea DC perchè al tempo ne pubblicava una serie di Joe Kubert , mi pare.

    RispondiElimina
  14. La Bat-girl con la testa a bomba e i capelli come Thor (però rossi) VINCE

    RispondiElimina
  15. Io non ho avuto nessuno di questi giochi né conservo memoria di essi: mi sto sentendo troppo più giovane rispetto al canonico, rituale e quotidiano sentirsi troppo più vecchio.

    P.S: Connie Selecca spacca anche in tarda età: http://www.cinemastore.it/images/person/2bb9cc6e.jpg

    RispondiElimina
  16. Rivedendo Thor: se ci mettete i baffi al pupazzo sembra Astrix il Gallico! Che abbiamo usato lo stesso modello per il bambolotto ? :D

    RispondiElimina
  17. Ah ecco, il magnetic Spiderman lo faceva ovviamente la Mego, quella dei Micronauti!
    http://www.megomuseum.com/heroes/images/gigsmc.jpg
    Non è che il mio l'ho buttato?
    D' accordo era tutto scolorito e molta della vernice blu era andata via però.....:(

    RispondiElimina
  18. Thor impermanentato è seriamente bellissimo. Spero lo riciclino ora che esce il film.

    RispondiElimina
  19. Sì è capito che la trimurti UR, Cosa, Torcia Umana ce l'avevamo tutti. E il Capitan Harlock di gomma cinese pure. Ma un Mister Fantastic? Un Batmano? Un Jokero? Un Thoro che va dallo stesso negozio ritagliato ai capelli delle Charlie's Angels?

    RispondiElimina
  20. Gli altri eroi Mego non c'erano forse perchè negli anni 80 , con la moda dei cartoon giappo, a parte questi 3 non si trovava più nessuno.
    Però ora ricordo che avevo pure Batman , o lo aveva mio cugino.
    Magari avevano deciso di mettere sul mercato solo i personaggi più famosi o d' effeto ( leggi: chi se lo compra quelle chiaviche di Mr Fantastic e sua moglie? O Mr. myzpx... insomma, hai capito)
    Il Thor Mego sembra un inquietante incrocio tra la Barbie ( i capelli) e il suo boy-friend Ken invecchiato di 20 anni.

    RispondiElimina
  21. L'Uomo Ragno ce l'avevo anch'io e riguardando queste foto ho finalmente capito da dove veniva il giocattolo che non sapevo ricondurre al Pianeta delle Scimmie!
    Una cosa però va detta sui Mego: non si riesce più a guardare uno di quei pupazzetti dopo avere letto Twisted Toyfare Theatre. Almeno un accenno me lo aspettavo -o ci sarà un post apposito? Sì, vero??

    RispondiElimina
  22. Lo si è ben scritto che su Wizard i Mego erano una presenza fissa, anche molto prima dell'uscita della rivista Toyfare. Della quale, però, torneremo a parlare muy presto: stai tonnato ;)

    RispondiElimina
  23. Presente... avevo sia l'Uomo Ragno che la Cosa e Torcia pigiamati, praticamente il bello era farli trasformare da umani a supereroi rivestendoli :D

    Se non ricordo male c'era una specie di bottoncino automatico che si sfasciava solo a vederlo, fortuna una nonna paziente mi ci aveva messo un bottone tradizionale da allacciare a un occhiello!!! Il bello che non stavano in piedi manco a pagarli! La cucitura creava instabilità sotto i piedi!

    Presente anche l'Harlock di gomma!

    RispondiElimina
  24. Non ho mai posseduto uno di questi pupazzetti perchè quando sono usciti ero già grandicello; infatti a fine anni 70/ inizio anni 80 avevo più o meno 16/20 anni e all'epoca era inconcepiobile che che un adulto potesse comprare i "pupazzetti"
    Tranne i super eroi marvel e i più famosi della DC (Batman e Superman) gli altri non li avevo mai visti (che sfortuna eh?), e chiedo ma veramente venivano venduti in Italia?
    A questo punto, anche se la cosa non interesserà nessuno vi dico (grazie all'anonimato che mi da coraggio) che da ragazzino (14/16 anni) i pupazzetti me li facevo io, con un cugino.
    Con la carta traslucida( per non fare danni) ricopiavo dai fumetti marvel-corno le imamgini dei super eroi che mi piacevano e li riportavo sul compensato, poi col seghetto li ritagliavo, li coloravo con la tempera ad acqua e talvolta passavo pefino la vernice per farli lucidare.
    Di Capitan Americe feci perfino lo scudo a parte agganciato al braccio con dello spago.
    Quelle figurine le conservo ancora oggi.
    Mi sono sempre chiesto se qualcun altro ha mai fatto una cosa del genere.

    RispondiElimina
  25. Pangio, sembrano i racconti del dopoguerra di mio papà, che da bambini si costruivano i carrarmati con un rocchetto di filo, elastico, matita e tanta fantasia, che manco MacGyver... =)

    RispondiElimina
  26. Per Doc: purtroppo sono un troglodita informatico, però se trovo qualcuno che mi aiuta uno di questi giorni vi faccio vi faccio una sorpresa (dopo aver rintracciato le figurine in questione).
    Per omoragno: parliano degli anni intorno al 72/74 (ossia un secolo fa), ma ti posso assicurare che era divertente creare qualche cosa con le proprie mani.
    E poi come dicevo se riesco a farveli vedere mi darete ragione: data l'epoca in cui li realizzavo non erano malaccio.

    RispondiElimina
  27. io adoro tutti i supereroi mego-baravelli ,li ho avuti da piccolo e li ho comprati da grande...mi dispiace che non siano molto apprezzati da voi,in particolare thor ..il mio preferito!!!!!
    se volete vedere qualche foto visitate il mio blog
    http://giocollezioniamo.blogspot.com/
    e postate qualche commento!!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails