Perché Saga è un fumetto meraviglioso e dovete leggere il nuovo Nathan Never, tra le altre cose


Appuntamento del sabato con Microletture, ché devi ancora trovare la formula adatta per rimettere in pista i Sondaggismi (ancora Versus? Classica? Variegato amarena? Boh). Anyway. Oggi parliamo di una delle space opera più belle di sempre, dell'Harlock giovinotto, di Nathan Never, di Luca Celestepedone e di tanto altro. Ah, sì, e di un pop-up book pazzesco [...]

Saga Bao Deluxe 1 - 2

SAGA - EDIZIONE DELUXE, VOL. 1 e 2
Editore: Bao
Pagine: 504
Quanto costa: 35 l'uno
Dove si compra: Fumetteria, Amazon (Vol. 1 e Vol. 2)
Presidentesse: 5

Per essere uno dei fumetti più belli che hai letto negli ultimi vent'anni, si è parlato sorprendentemente poco di Saga in questo covo di debauchery. Il problema principale è che tante cose che leggi scivolano tra un Microletture e l'altro. O le hai lette in periodi in cui la rubrica non andava in onda. Ma comunque: l'epopea di Alana e Marko ha riempito almeno un paio di bacheche di premi importanti (Hugo Award compreso) ed è un mix di Star Wars, Flash Gordon, sesso, violenza e personaggi sboccati alla Ennis prima maniera.
Ma Saga è anche poetico, romantico e sorprendente quando vuole, cioè molto spesso.
Hai apprezzato tanti dei lavori precedenti di Brian K. Vaughan, soprattutto Y - L'ultimo uomo sulla Terra e Paper Girls, ma Saga non richiede il livello di attenzione di Paper Girls con i suoi paradossi temporali. È una lettura mai banale, ma che puoi gustarti pure a piccole dosi, a fine giornata, quando sei stanco e vuoi solo qualcosa da leggere che ti faccia rilassare, divertire, appassionare. Non a caso, lo spunto di partenza di Vaughan era una sorta di libro illustrato per bambini trasformato in un fumetto sci-fi per adulti. Sembra bizzarra come descrizione, ok, ma è proprio così.

A beneficio di chi non l'abbia mai letto, o di chi ama i libroni, Bao sta raccogliendo Saga in dei volumi Deluxe cartonati da oltre 500 pagine, ognuno dei quali contiene tre dei libri dell'edizione precedente, all'incirca. Più una parte redazionale con pagine della sceneggiatura e la descrizione del processo lavorativo seguito da Vaughan e dalla disegnatrice, la bravissima Fiona Staples. Ti sei risciroppato i primi due, c'erano alcune cose che non ricordavi, ti sei divertito quasi come la prima volta. Non costano poco (35 pippi l'uno. Su amazon 29), ma Saga è una lettura imprescindibile per chiunque sia anche solo vagamente interessato ai comics USA, alla fantascienza o a veder partorire un mezzo robot con la testa a televisore. Masterpezzo.

Nathan Never Intrigo internazionale

NATHAN NEVER#343 - 344
Editore: Bonelli
Pagine: 98
Quanto costa: 3,9 l'uno
Dove si compra: Fumetteria, Edicola
Presidentesse: 4,5

Quella che hai con Nathan Never è una di quelle relazioni tormentate. Grande amore un tempo, poi lunghe fasi di semplice amicizia, con qualche ci-siamo-presi-una-pausa anche piuttosto lungo nel mezzo. Poi salta fuori un'iniziativa editoriale che t'interessa, come i reboot di qualche tempo fa affidati ai suoi creatori, e ti riparte la scimmia. Intrigo Internazionale è uno di questi momenti avvia-primati, una saga in 9 uscite partita il mese scorso sul numero 343 del mensile. Una nave da crociera con ostaggi, intrighi politici, misteri che spingeranno l'Agente speciale Alfa e Legs a una scelta drastica. Sono usciti i primi due capitoli, scritti entrambi dal grande Michele Medda, e la trama sta carburando alla grande.

Oltre ai testi di Michele, sempre una garanzia - dobbiamo proprio ricordarlo che noialtri si resterà sempre #TeamLukas? No, appunto - notevoli anche i disegni di entrambi i numeri, firmati rispettivamente da Francesco Mortarino e da Simona Denna. Il 19 febbraio la storia continua. Sei decisamente a bordo.

capitan harlock dimension voyage 4

CAPITAN HARLOCK - DIMENSION VOYAGE #4
Editore: Goen
Pagine: 140
Quanto costa: 7,5
Dove si compra: Fumetteria, Amazon
Presidentesse: 3,5

Ti eri completamente perso per strada questa quarta uscita di Capitan Harlock - Dimension Voyage, che RW/Goen ha riportato in fumetteria in vista dell'arrivo del quinto numero. Abbiamo già parlato in passato di questo remake. È una reinterpretazione non solo di Harlock, ma dell'intero Leijiverso (in questo #4 appaiono il Galaxy Express e il capitano Zero), con una storia che oscilla tra il discreto di alcuni numeri e il vabbè di altri, e dei disegni sempre splendidi.

Lo stile, e la visione dei personaggi di Kouiti Shimaboshi, giovane talento scoperto dallo stesso Matsumoto, possono piacere o meno, certo. Tu li trovi incredibili. Su ogni numero sei rimasto a guardare e riguardare alcune tavole più e più volte. Sì, non è il primo Harlock. Ma d'altronde nessuno degli Harlock venuti dopo, nelle mille riletture del personaggio anche a opera dello stesso Matsumoto, non era quell'Harlock, ma qualcosa sempre di leggermente diverso. Il prezzo, come per tanti altri manga Lion, resta piuttosto alto rispetto alla media, considerato l'esiguo numero di pagine.

ASTRA LOST IN SPACE #1

ASTRA LOST IN SPACE #1
Editore: Star Comics
Pagine: 212
Quanto costa: 5,9
Dove si compra: Fumetteria, Amazon
Presidentesse: 3,5

Hai letto le prime pagine di Lost in Space, di Kenta Shinohara, con aria svogliata, lo confessi. Sembrava il solito shonen su un eterogeneo gruppo di liceali che fanno le battutine - quello imbranato ma coraggioso, la tizia silenziosa, la ragazzina entusiasta, il sapientino - semplicemente travasato nello spazio. E invece il primo numero lo hai trovato divertente.

Sì, le caratterizzazioni sono quelle, neanche lontanamente prossime a qualcosa di originale, ma la storia dei ragazzi perduti nello spazio e costretti a trovare un modo per tornare a casa, un'odissea condita da sorprese e misteri, credi sia una formula che funziona sempre. Ne esiste anche una trasposizione anime, andata in onda in Giappone la scorsa estate: 12 puntate, ma non ne hai visto neanche mezza, quindi non sapresti dire.

UMBRELLA ACADEMY - HOTEL OBLIVION

UMBRELLA ACADEMY - HOTEL OBLIVION
Editore: Bao
Pagine: 168
Quanto costa: 20
Dove si compra: Fumetteria, Amazon
Presidentesse: 4

Hotel Oblivion è il terzo volume di Umbrella Academy, le avventure dell'ex banda di super-rEgazzini rese popolari anche presso chi non legge fumetti dalla serie su Netflix (se ne parlava qui). Gerard Way e Gabriel Bá continuano a imbastire la loro storia a base di sorprese, rivelazioni, nostalgia, botte e botti (tante e tanti). Also: Numero 5 prenderebbe a pizze in faccia pure Batman, e c'ha una macchina quasi figa uguale, e Spaceboy in giro per una Tokyo tutta in toni di viola. Perché i colori super-saturi di Nick Filardi sono notevolissimi.

Come ne scrivevi a queste coordinate un anno esatto fa, Umbrella Academy è la prova provata che anche la Dark Horse (grazie a serie come questa e a Black Hammer di Jeff Lemire), insieme alla Image, sforna oggi tra le migliori serie super-eroistiche in circolazione.

IO SONO LUKE SKYWALKER

IO SONO LUKE SKYWALKER
Editore: Panini
Pagine: 320
Quanto costa: 25
Dove si compra: Fumetteria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Chiudiamo con due volumoni su Star Wars. Il primo fa il paio con Io sono Darth Vader di cui si parlava l'altra volta: è un cartonato Panini che raccoglie varie storie su Luca Celestepedone, tratte dalla serie Marvel principale di Star Wars e da vari altri albi, per un totale di oltre trecento pagine. Con dentro alcune delle cose più fighe a tema Star Wars sfornate dalla Casa delle Idee da quando ha riportato a casa la licenza. Storie di Jason Aaron disegnate da Cassaday, Stuart Immonen (sempre sia lodato), dal nostro Marco Checchetto. Storie con un livello di badassitudine e spettacolo sempre considerevole.

Avevi già letto quasi tutto sullo spillatino Panini da edicola, ma il volumone fa la sua wampa figura in libreria. Sfidi qualunque fan della saga a non scimmiarsi con il suoi contenuto. Alla scena in cui Darth Vader affetta le gambe dell'AT-AT con la spada laser e dice "Il camminatore è caduto. Procedete ad eliminarli", hai sentito per la seconda volta qualcuno che urlava nella stanza come uno wookie. Sei quasi sicuro di esser stato tu.

Star Wars Pop-Up Book Galassia Panini

STAR WARS: IL POP-UP DEFINITIVO DELLA GALASSIA
Editore: Panini
Pagine: 12
Quanto costa: 89
Dove si compra: Fumetteria, Amazon
Presidentesse: SV

L'altro volumone è tutto per la cumpa degli amanti dei pop-up book (eccolo!). Star Wars: il Pop-Up definitivo della Galassia contiene 5 panoramiche dei luoghi più celebri della saga, con 24 pop-up in cui si possono far combattere astronavi, duellare cavalieri jedi, muovere camminatori. Sei stato lì a tirare quelle levette e chiudere e aprire le pagine per un paio d'ore. Giuri. Sì, la Morte Nera non viene fuori esattamente sferica, e sì, il libro è costoso e va trattato con cura, come tutti i pop-up book pieni di roba e molto interattivi. Ma che goduria.

C'entra niente, ma è una vita che cerchi in Giappone un libro pop-up di Goldrake di cui hai visto le foto su Internet. Se qualcuno si dovesse imbattere in libri del genere, please, faccia un fischio. Fine dell'annuncio privato. Un po' di foto, anche se così non rende: ci vorrebbero dei video. Magari, se trovi il tempo, ci fai qualche storia su Instagram.


Aprendolo tutto, diventa un unico diorama 94x112. E sì, sotto ognuno di quei riquadri con il testo c'è un altro piccolo diorama, come si vede nelle foto precedenti. Nella tua libreria ha fatto subito amicizia con il pop-up della mappa di Game of Thrones che avevi già. Ah, sì: la quarta di copertina, con Luke, è decisamente più figa della copertina con Rey.

Bene, deboscia-lover, apriamo il circolino: voialtri cosa state leggendo/avete letto di bello negli ultimi tempi?

24 

Commenti

  1. WOW! il Pop-up book di Star Wars è decisamente figherrimo... ci sto facendo un pensierino.
    Rigurdo Saga è da un po' che penso di prenderlo ma, più che il costo, mi hanno sempre fermato le dimensioni... oramai non ho davvero più spazio dove immagazzinare fumetti.
    Di Umbrella Academy ho letto il primo volume ma non mi ha esaltato più di tanto... a esser sinceri gli ho preferito la serie TV. Perciò ti chiedo: hai trovato i contenuti dei volumi successivi migliori o peggiori rispetto al primo?
    In ogni caso, grazie Doc per rubriche come questa, sono veramente un aiuto per distinguere la roba valida da leggere dalla fuffa.

    A proposito, colgo l'occasione per farti qui una domanda che ho in sospeso da tempo e non sapevo dove postare... Per immergersi nel mondo di Fire Pro Wrestling il gioco Super Fire ProWrestling X per SuperNES è un inizio valido o ci sono altri titoli migliori o che ti senti di consigliarmi?
    Grazie mille. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Super Fire per SNES sono i primi FPW "moderni", ovvero con il sistema di prese che la serie si porta dietro ancora oggi. Detto questo, partirei direttamente dal FPW Returns per PS2. O dall'ultimo capitolo per PS4/PC.

      Elimina
    2. Dimenticavo. Umbrella Academy 2 PER ME >>> del volume 1. Il 3 è sui livelli del 2.

      Elimina
    3. Grazie per le informazioni egregio dottore. Magari a Umbrella Academy concederò una seconda opportunità, poi vedo.
      Avevo scelto Super Fire Pro Wrestling X perchè ci potevo giocare su SNES Mini ma magari butto un occhio anche a l'ultimo reperibile per PC (Fire Pro Wrestling World se non erro).

      Elimina
    4. Anche i avevo trovato Umbrella 1 una vera schifezza, onestamente, al due quindi darò una speranza perchè pensavo fosse molto sopravvalutato dopo la lettura :)

      Elimina
  2. Finalmente Saga!!!!
    Ma i due volumoni coprono fino a dove è arrivato adesso Vaughan?
    Se la risposta è no preferisco non dire niente, comprati i restanti volumi brossurati Doc e vedrai!

    Per il resto sì, è una space opera eccezionale che non lesina di parlare su temi caldissimi nel mondo attuale, l'uso dei colori è stupendo e si mischia alla storia in maniera perfetta, è uno dei motivi per cui credo che questo fumetto non renderebbe bene né in versione live action né in versione animata.
    Principe Robot IV, non un supporter di Renzi, è il personaggio del decennio ma l'intera serie pullula di personaggi fantastici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi due coprono i primi 36 albi della serie. Negli USA sono arrivati in pari con il terzo volumone Deluxe, uscito a giugno. Ricapitolando: Saga Deluxe 1 (Saga #1–18), Saga Deluxe 2 (Saga #19–36), Deluxe 3 (di prossima pubblicazione Bao, per ora solo USA, Saga #37–54).

      Elimina
    2. Grazie, allora preparati!

      Elimina
  3. L'anime di ad astra mi è piaciuto, ma se hai già letto il manga non credo valga la pena recuperarlo....
    Sto sempre leggendo Made in Abyss( o "bambini spediti nella fossa degli orrori di zio lovecraft") e Golden Kamuy. Finalmente finito black science, un cazzotto nello stomaco dall'inizio alla conclusione...

    RispondiElimina
  4. Dunque...al momento sto leggendo LE VOLPI DEL DESERTO di Pierdomenico Baccalario.
    Premetto che e' un libro per regazzini, esattamente come i due protagonisti. Ma e' ben fatto, e scritto con mestiere e garbo.
    La storia di una caccia al tesoro (vero, visto che apparteneva ai nazi) sulle coste di un paesino della riviera gianfransua', che nel corso della storia ha coinvolto un noto generale tedesco e l'autore de Il Piccolo Principe, accomunati entrambi dall'aver avuto a che fare con una volpe, in un modo o nell'altro.
    Ci vedrei bene un film.
    Poi, complice la prossima uscita dell'anime su Retepellicole (salvo intoppi) sto recuperando BEASTARS di Paru Itagaki.
    Beh...mi ha sorpreso.
    Continuo a pensare che sfrutti l'onda lunga di un certo film della casa di Topolino uscito ormai quasi quattro anni or sono, ma...del resto anche Bojack lo ha fatto per certi versi.
    Credo che senza quel film, avrebbero detto...UNA SERIE ANIMATA CON UMANI E ANIMALI ANTROPOMORFI? MA A CHI PENSATE CHE POSSA INTERESSARE UNA CRETINATA DEL GENERE?
    Comunque...il manga mi sta piacendo parecchio. I personaggi sono caratterizzati alla grande.
    Finalmente ho trovato un altro manga che mi interessi, visto che ormai leggo solo ONE - PUNCH MAN.
    MY HERO ACADEMIA non e' male, ma e' un po' sempre la stessa zuppa.
    Sto inoltre aspettando il primo volume di LAST MAN, quel fumetto francese a base di botte.

    RispondiElimina
  5. Doc,
    questo mese all' "Io sono Luke Skywalker" di Panini ho preferito "Star Wars - Le avventure di Luke Skywalker" (sempre Jason Aaron) di Oscar Ink Mondadori. Mi ha stupito la bontà editoriale e il rapporto qualità/prezzo della collana. Dacci un occhio perchè merita davvero la robbba di Star Wars!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambi i volumi attingono alla stessa fonte, la serie Marvel Star Wars, e quindi riprongono in parte le stesse storie. Quelli Oscar Ink (con delle notevoli cover inedite del Cammo) ripropongono in più uscite l'intera serie. Questo volume Panini, come quello di Vader, è una selezione che comprende anche altri albi su Luca.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. La serie di Hulk continua rimanere una delle migliori...non pensavo che il gigante di giada si prestasse così bene a tematiche horror e grottesche...bello anche il nuovo corso di Dragonero il ribelle, ben strutturato e che ti invoglia a proseguire.. tra le altre cose da leggere avrei pure l ultimo volume di walking dead ma, sapendo che è appunto l ultimo, ho una specie di blocco...

    RispondiElimina
  8. Se volete leggervi Saga è il momento migliore per iniziare, visto che la serie è in pausa; è da 18 mesi che Saga è fermo e ancora non si sa quando Brian e Fiona torneranno a lavorarci sopra... Sempre Brian e Fiona hanno dichiarato che hanno previsto 108 numeri (intesi come spillati, che da noi non escono ma in America sì) per Saga; per ora ne sono usciti 54, dividendo così la storia in due metà distinte.

    RispondiElimina
  9. Mi vergogno un po' a dirlo ma dall'ultima volta ho letto solo Fire Force #16. Volume carino, un po' altalenante, ma in crescendo almeno. L'ultimo capitolo in particolare assurdo ma anche bello e molto promettente per il prossimo volume.
    Sto leggendo pian piano anche l'ultimo di Zerocalcare, la prossima storia che dovrei leggere è quella sui combattenti curdi curati in Italia ma stento, troppo pesa come cose :/ poi di sicuro mi piacerà ma devo trovare proprio il momento giusto.
    Il commento qui sopra di metalgodzilla poi mi ricorda che non sto più leggendo Dragonero da una vita, e soffro un po'.

    RispondiElimina
  10. Graziano Venturini26 gennaio 2020 00:11

    Al momento sono fermo con le novità ma sto rileggendo (molto volentieri) Lukas e Lukas Reborn, apprezzando quasi di più la seconda stagione della prima e sperando che qualcuno in Bonelli si decida prima o poi a farne una terza.

    RispondiElimina
  11. Ah, dimenticavo..mi sono messo in pari con la ultimo evento Marvel WAr of the realms e devo dire che l ho trovato buono ed interessante (ma i vari tie in non li ho letti)...peccato che dopo questo ho dovuto tagliare diverse testate visto i micidiali aumenti panini...

    RispondiElimina
  12. Rieccomi qua, dopo una pausa invernale dove ho potuto solo lurkare (si dice così, boh, non lo so) e seguire, finalmante torno presente e con microletture, la rubrica che entri e "è tanto che non leggo più qualcosa" ed esci che "ho finito i soldi sulla postapay, la devo ricaricare per comprare altri fumetti".

    Ecco, per esempio SAGA è una di quelle cose che da sempre ho voglia di leggere e non mi ci sono buttato mai, è un po di tempo che dico "adesso la comincio" e poi rimane li in sordina. Approfitto della riedizione? Approfitto, approfitto...

    Con il buon Nathan, Doc, ho avuto più o meno lo stesso rapporto che hai tu, forse perchè la serie in effetti si prestava ad essere così, boh, comunque non so se farmi rapire da questa saga approfittano delle 9 parti (e quindi in un certo senso "a se stante") oppure lasciar correre e passare oltre, non vorrei fosse una specie di rilancio come è accaduto a Dylan Dog, che francamente non ho gradito (oh, son gusti, non dico che fa schifo, però personalmente per me è un no...), Doc, che dici, compro anche Nathan?

    Tutto il resto sempre interessante, io personalente sono sempre alle prese con le vecchie edizioni dei fumetti, un po per coprire i buchi in collezione di quando ero cioffane, un po perchè è divertente leggere i vecchi redazionali dell'epoca, un po la mia personale macchina del tempo.
    Di nuovo invece sto facendo Terminator della SaldaPress/DarkHorse, perchè almeno i primi cinque spillati dei monografici proposti li faccio sempre e perchè apprezzo molto il modo in cui vengono pubblicati. In più i fumettini in generale sembrano buoni.
    In casa Marvel compro Conan, tipo tutte le testate (bellissime, tranne...) e quindi anche quella cosa brutta di Savage Avenger (...appunto). Cioè, hai il gruppo di Vendicatori più badassi di sempre e scrivi una storia ridicola in quel modo, Liefield avrebbe fatto di meglio, giuro! In più Deodato ha disimparato a disegnare, flop totale. Finisco il primo ciclo di storie e chiudo con i Selvaggi, anche perchè finalmente dopo anni la marvel fa un crossover che mi convince (Empyre) e aspetto trepidante...
    Nel frattempo raccolgo i soldi per il masterwork del "Figlio di Santana", che è il primo supereroe metal della storia (o forse Ghost Rider lo è di più?).
    Per DC sono fermo con la Lanterna di Morrison, sinceramente tra i migliori fumetti degli ultimi anni, ma ora che LionRW ha abdicato in favore di Panini vedremo come riprenderà la serie, spero vivamente che la ricominci da capo perchè gli ultimi numeri non sono usciti in edicola quà e me li sono persi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Zione, quello di NN è un nuovo ciclo praticamente a sé. Recuperi il numero in edicola e il precedente e sei a posto, nel caso. Anch'io spero in un'edizione decente per la Lanterna di Morrison, perché vorrei tanto recuperarla.

      Elimina
  13. Mi piacerebbe leggere le storie del figlio di Santana - direi un mariachi con il muso di Machete come lo disegnerebbe Marc Hempel - e ringrazio il cielo per i refusi, ma immagino che Lo Zione Elle si riferisse al Daimon Hellstrom dei seventies. Pazienza. Personalmente, per quel che vale e cioè quasi nulla, credo che Deodato jr abbia esagerato nella ricerca del fotorealismo che seguì la sua " crisi" di inizio secolo e che lo fece tornare alla matita con lo stile di una breve di Nightcrawler, la mini di Tigra e poi lo Hulk di Bruce Jones. Il Deo jr tamarrissimo degli anni novanta - un anno di Wonder Woman, qualche numero di Glory, un paio di Turok, il Motore del Mondo di Ellis x Thor, gli Avengers , Elektra di Milligan e Hama e lo Hulk di Peter David era rozzo, eccessivo , Image Oriented ( sponda Jim Lee /Marc Silvestri ) , ma divertente e senza pretese come un pezzo pop dagli autoparlanti della spiaggia. Le storie che ha disegnato da Bendis in poi sono spesso colorate in modo da renderle ancora + cupe. Fa eccezione - sempre secondo me - la sua run sui Thunderbolts di Ellis, anche se Penance era Ed Norton e Norman Osborn era Tommy Lee Jones...
    Io ho letto con enorme ritardo in questi gg Sailor Twain di Marc Siegel ( il papà della First Second ) e spero di vivere abbastanza da vedere nelle edicole tascabili come Diabolik disegnati con lo stesso stile - anche senza le ombre matitate - in cui ci sia spazio tra quanto detto per ritornare nel tempo ad immaginare altre storie.

    RispondiElimina
  14. Ho comprato il volumone su Vader e mi è piaciuto. Potrei fare la follia di comprarmi anche questo volume su Luke. La vera pazzia sarebbe recuperarmi tutti i fumetti.

    RispondiElimina
  15. Ho letto il primo numero di Aposimz, il nuovo manga di Tsutomu Nihei. Storia intrigante (pur non essendo super originale), stuzzicanti i riferimenti al "Niheiverso" (la "placenta", la pistola che perfora qualunque cosa fino all'orizzonte, le particelle di Higgs, ...), che inducono alla speculazione (è un'unica grande storia quella raccontata da Nihei o sono cose diverse con finti collegamenti buttati a caso?). Sono a bordo anche stavolta :)

    PS: per i sondaggismi del sabato, la formula "Versus" mi ha scimmiato all'inverosimile

    RispondiElimina
  16. Mi aggiungo al "Finalmente Saga!". Ero curiosissimo di sapere la tua opinione tanto da chiedertela qua e là nei post un paio di volte ma dopo un paio di glissate da parte tua pensavo non la apprezzasti. Felice di sapere che almeno in questa circostanza ti trovo d'accordo.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy