Dino-Riders, tutta la linea recensita (Parte I, 1988)

Tutti i Dino-Riders, parte 1

È un listone che avevi promesso da tempo. Dopo aver passato in rassegna tutta la linea classica dei Masters, i primi modelli di M.A.S.K. e parte dei Transformers G1, in tanti ti avevano chiesto di dedicare lo stesso trattamento ai Dino-Riders, una linea di giocattoli giustamente idolatrata in quanto, senza voler esagerare come al solito, una delle più grandi figate della storia dell'umanità [...]


SERIE 1 (1988)

"Harness the power of Dinosaurs!". E beh, eccoci, imbrachiamolo. Esistono quattro linee di giocattoli dei Dino-Riders, prodotte da Tyco tra l'88 - la serie venne lanciata in contemporanea al cartone animato nato per supportarla - e il '90. Oggi ci occupiamo della prima, le altre (e il cartone, e i fumetti e tutto il resto) la prossima volta.

La prima wave dei Dino-Riders era composta da sei dinosauri dei buoni, i Valorian, e da altrettanti guidati dai malvagi Rulon, alieni con le capuzzelle da mostrinsettipescimartello che hanno inseguito i primi nella loro fuga nel tempo terminata sulla Terra preistorica, quando ancora non esisteva la consegna delle pizze a domicilio. In realtà i sauri dei Valorian erano all'inizio cinque, ne è stato aggiunto uno alla fine della serie, come vedremo tra un attimo.


DIPLODOCUS

Uno dei bestioni Dino-Riders più amati, il Diplodoco incarnava alla perfezione l'incommensurabile figosità astrale totale di questa serie di giocattoli: dei fot*utissimi dinosauri corazzati con batterie di missili, postazioni di fuoco e, uh, un tizio incapsulato tipo gli zainettibambino di Ciccio Kojì.

Come altri Dino-Riders grandi e muniti di più pupazzetti, era un modello motorizzato, che oscillava la testa mentre camminava. I tre Valorian inclusi erano Questar (il capocumpa dei buoni, un biondo di Luzzi dello spazio con la faccia da disperato), Mid-Zei e Aries. Nella seconda incarnazione dei Dino-Riders - la Smithsonian Institution line del '90, un repackage dei modelli senza armi, corazze e figure. Anche di questo parleremo la prossima volta - il Diplodoco verrà privato della capacità di camminare e trasformato in un apatosauro.


TOROSAURUS

Il Torosauro è, per l'appunto, il modello aggiunto alla fine della linea cui facevamo riferimento poco sopra. Per pareggiare i conti delle due formazioni e avere una risposta dei buoni al triceratopo dei Rulon. Altro modello motorizzato con capuzzella ciondolante. Quella cosa delle placche metalliche l'hai sempre trovata fighissima, tanto più perché aggiunta a quello che era di suo un cacchio di carro armato vivente. Le figure incluse erano Magnus e il genuflesso Gunnur.


DEINONYCHUS

Gli altri dinosauri dei buoni, con le loro tutine blu da benzinai, sono quelli più piccoli. Fighi, ma regali di seconda fascia rispetto ai dinobestioni motorizzati, chiaro. Come il Deinonychus con Sky, metti. Il Deinonychus era presente peraltro sia tra le fila dei buoni che tra quelle dei cattivi (bastardo traditore cerchiobottista).


 STYRACOSAURUS

O come lo Stiracosauro con Turret. Che giustamente, nomen omen, se ne stava su una torretta, una postazione di fuoco non orientata nel senso di marcia, per vomitare anche l'anima. Con quelle fascette in fronte, peraltro, i Valorian sembravano un incrocio tra Rambo, il Maestro Gigino e Montolivo.


QUETZALCOATLUS

Quanto agli pterosauri dei Valorian, c'erano Quetzalcoatlus con Yungstar, che sbatteva le ali premendo un tasto sulla coda (il dinosauro, non Yungstar)...


PTERODACTYL

...e il piccolo pterodattilo. Praticamente un deltaplano vivente per quel debosciato di Llahd. Ma sì, ok, volete vedere il Tirannosauro, va bene...


TYRANNOSAURUS REX

Il più famoso dei Dino-Riders era un bestione cattivo, la punta di diamante dell'esercito Rulon. Oggi le versioni complete costano un occhio anche perché i pezzi di questo modello erano tanti e da rEgazzini era facile perderseli in giro per casa. Modello motorizzato, aveva dei colori molto più scuri rispetto alla versione vista nel cartoon e negli art promozionali (come quello in cima a questo post), ma cacchio quanto era figo. Cioè, pure le lame rotanti sulle ginocchia. Parliamone.

Le figure incluse erano tre: Krulos (leader dei cattivi), Cobrus e Bitor.


TRICERATOPS

Oltre al T-Rex, i villanzoni della serie si erano accaparrati pure il triceratopo. Camminava a pile pure questo, oscillando la testa, ed era nel complesso un bel modello. Peccato per quella brutta mascherina da Stella della Senna preistorica. I due malandrini Rullon in sella sono Hammerhead e Sidewinder.


DEINONYCHUS

Ed eccolo, l'altro deinonico. Uguale a quello buono, ma con una colorazione leggermente diversa (le strisce sul dorso sono nere anziché blu). Oltre al suo pilota, Antor, includeva anche una trappola: quelle due rocce di plastica chiamate a intrappolare, uh, lo stesso dinosauro. Utilissime.


MONOCLONIUS

Il Monoclonius era molto simile allo Styracosaurus, ma con una testa e colori diversi. Pure questo includeva una trappola per se stesso, e muovendo la coda gli oscillava la testa. Il Rulon pilota era Mako.


PTERANODON

Il sauro volante dei Rulon era Pteranodon, cavalcato da Rasp. Le ali sbattevano premendo un tasto sulla coda come per Quetzalcoatlus, era c'era pure qui l'autotrappolone, una rete a scomparsa.


ANKYLOSAURUS

Il piccoletto sfigato di casa Rulon, con una balestrina pezzente sul dorso e l'aria da carne da cannone. Sting, il suo Rulon, doveva farsela a piedi, ché mancava pure la sella/postazione da battaglia.


A completare la prima linea erano i two-pack di action figure, che in alcuni casi presentavano personaggi già inclusi con i dinosauri, ma con una colorazione dei vestiti differente, come nel caso di Questar, che qui indossa un guanto da forno. Ogni confezione conteneva un buono e un cattivo, con i seguenti abbinamenti: Krulos - Questar, Rattlar - Proto (chiaramente Mangoni degli EELST), Six-Gill - Orion, Finn - Quark...


...Fang - Mercury, Fire con l'anziano Mind Zei, Demon - Nova, Termite - Boldar. Termite, Demon e Fire sono tutti cugini di primo grado, in una fiera del recolor selvaggio. Boldar non si capisce cosa cacchio c'ha da ridere.

E il Brontosauro? E lo Stegosauro? Li vedremo nella parte II di questa rassegna, in arrivo fors'anche la prossima settimana, se fate i bravi. Intanto: quali Dino-Riders avevate? Quali vi piacevano di più?

MASTERS, TRANSFORMERS, MASK: LE ALTRE LINEE DI GIOCATTOLI RECENSITE

38 

Commenti

  1. Io li avevo tuuuuutti!!! Si lo so sono stato un bambino schifosamente fortunato!!!

    RispondiElimina
  2. Quant'erano belli, sopratutto il T-rex! Ricordo di averci giocato a casa di amici dei miei (il figlio aveva QUETZALCOATLUS).
    Mi sbaglierò, ma mi ricordo che nel cartone i cattivi usavano quella specie di elmo armato sulla testa dei dinosauri, come sistema di controllo. Invece i buoni i propri dinosauri, li avevano addomesticati, tipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti sbagli, le maschere da stelle della Senna erano proprio dispositivi per controllare i dinosauri catturati dai rulon...

      Elimina
    2. Le trappole incluse nei giochi servivano proprio a simulare la cattura prima della posa della maschera viso di bellezza... :-)

      Elimina
  3. Madonna quando erano fighi! Tranne il T-rex (che costava un botto) avevo praticamente tutti i cattivi della linea... tra l’altro sono ancora stipati da qualche parte misteriosamente sopravvissuti alle S.G.E. (Saltuarie Grandi Epurazioni) che facevano sparire i giochi vecchi che “tanto non te ne fai più niente” (ciao Castello di Greyskull, sappi che ti penso ancora...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu? anch'io purtroppo sono stata sottoposta a cicliche S.G.E.! Quanti giochi ho perso in quel modo...

      Elimina
    2. Eh.... mi sa che ci siamo passati in tanti della nostra generazione...

      Elimina
    3. Nell'ultima che ho subito (a tradimento, mentre preparavo il matrimonio) purtroppo ne ha fatto le spese proprio quel meraviglioso TRex.. Ancora mi vengono i lucciconi a ripensarci. T_____T

      Elimina
  4. A pensarci bene, l'auto-trappolone per i cattivi AVEVA PERFETTAMENTE SENSO.
    Nella premessa, i "buoni" andavano d'amore e d'accordo (non ricordo come) con i dinosauri, mentre i cattivi li catturavano (ed è lì che serve la trappola) per poi mettergli l'elmo che li soggiogava telepaticamente.
    A dimostrazione, notare che i dinosauri dei buoni non hanno MAI l'elmetto, quelli dei cattivi invece ce l'hanno SEMPRE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella sull'auto-trappolone era una battuta, oh, eghe :D

      Elimina
  5. Grandissimi i Dino-riders. Dei quali possedevo solamente allestimenti dei cattivi. Il primo era Pteranodon del Cobra ed il Triceratops con il pilota pesce martello, come dimenticarli? Regalati per la promozione in prima / seconda media, non ricordo.
    Sogno proibito (allora ed oggi) resterà per sempre il Tyrannosaurus. Inarrivabile. Leggenda vuole che nel mio quartiere solo un ragazzino assai fortunato ebbe l'onore di riceverlo a Natale. Queste erano voci di scuola che mai però ebbero una verifica da parte mia siccome quel ragazzino non era tra i miei amici. Non mi piaceva invece molto il dyplodocus poichè sembrava più un autocisterna che una macchina da guerra. Oh pareri personali!
    Sappi (ex) bamboccio, che ti ho fortemente invidiato.

    RispondiElimina
  6. Onore e gloria... Una delle poche serie animate della quale possedessi la linea completa #teamBuoni ovviamente... A fare il PDF storcevo il naso per le proporzioni ben poco rispettate rispetto al cartone...

    RispondiElimina
  7. Nessun commento solo fortissimo sudore dagli occhi

    RispondiElimina
  8. È già Natale porca pupazza!
    Grazie Doc <3 lo attendevo da tempo.
    Purtroppo trattasi anche in questo caso di cartone tardo anni 80 visto in estremis quando ero molto piccolo, di cui ho pochi ricordi ma bellissimi, amplificati dalla nostalgia canalis.
    Avevo un solo dinosauro piccolo ma non mi sembra nessuno di questi.
    Cosa c'è di meglio di un dinosauro? Un fottuto dinosauro corazzato coi missili. Chapeau per l'idea a chi li ha creati

    RispondiElimina
  9. Io ricordo che avevo il Triceratops con la maschera da Stella della Senna (regalo di Natale dell'89) e poi lo Styracosaurus che conservo ancora sul comodino di casa (così tanto per).

    RispondiElimina
  10. Io sono abbastanza di sicuro di aver avuto lo pteranodonte.
    Ricordo molto bene il meccanismo per far muovere le ali e il pilota serpentoso.
    Ma se dovessi dire dove sono finiti, avrei più chances di beccare la sestina vincente al Superenalotto.
    L’unica cosa sicura è il GME.

    RispondiElimina
  11. Zompati a piè pari. Sia il cartone che i pupazzi.
    Sarà che era ormai un pelino tardi per me, sarà che gli unici dinosauri che ki affascinavano erano i Dinobot dei Transformers (sempre stato refrattario ai sauridi, ero caparbiamente abbarbicato al fronte robottoni).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *mi* affascinavano, dannato correttore in giapponese :D

      Elimina
  12. a me hanno sempre attratto i dinosauri dei Rulon per via dei caschetti (che mi sembra servissero a sottometterli nel cartoon) invece mi regalarono due Valorian. Di questa serie avevo Lo stiracosauro del quale la poltrona del pilota si ruppe (da sola eh) subito costringendo il buon Turret ad andare a piedi

    RispondiElimina
  13. Avevo solo il Deinonychus buono di questa serie, ma mi arrivò il Mammuth della serie Ice Age (coprirai anche quella?) che era fichissimo. Probabilmente il giocattolo con cui ho giocato di più da bambino.

    Ma ero sfigato io o le varie selle ed armamenti non si riuscivano mai a mettere in posizioni decenti? Mi ricordo elastici che si spostavano, armi sempre storte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes. Nella seconda parte della carrellata ci sarà anche la serie coi mammiferi.

      Elimina
  14. Li avevo quasi tutti! Me li aveva comprati il mio babbo che oggi avrebbe festeggiato il suo compleanno ma purtroppo se ne è andato l'anno scorso. Ha fatto tutto quello che poteva e assecondare la mia passione per i dinosauri è stata una di quelle cose.

    grazie, che ricordi!

    RispondiElimina
  15. Avevo lo stiracosauro, ed era credo uno dei miei giocattoli preferiti, anche se negli anni avevo perso tutta l'armatura e gli omini: ci facevo pure la doccia insieme. Se lo ritrovassi ora (ed è probabile che ci sia davvero, perso in qualche angolo del garage) credo che potrei mettermi a esultare tipo vecchio minatore del West che trova il filone d'oro!

    RispondiElimina
  16. Povero Ankylosaurus, che faccia disperata che c'ha XDD.
    Io ho ancora il mio Triceratops in libreria, bellissimo. Una linea favolosa, dinosauri fantascienzi. Come sbagliare?

    RispondiElimina
  17. Miseria ladra, Doc, qui sono più bruschette che ad una sagra paesana... Il Natale in cui mi regalarono il Tirannosauro fu uno dei più belli della mia vita, ancora ricordo nitidamente quello scatolo ENORME e l'attesa spasmodica per aprirlo e giocarci... quello stesso Natale partorì anche lo Pteranodon ed il Deynonichus Rulon per poi chiudere il cerchio con l'ankylosauro alla Befana. Più tardi arrivarono il Monoclonyus (comprato con le paghette risparmiate, 18.000 lirette) , lo Styracosauro e lo Pterodattilo con minchietto annesso, uniche concessioni ai "buoni". Ammetto di aver desiderato ferocemente il Triceratopo ma di non esser mai riuscito ad averlo... per il resto, dovessi indicare tutti i genuini momenti di emozione tra cartoni e soprattutto le suddette Action Figures, beh, il post durerebbe quanto It... Dico solo che il TRex senza armatura ha fatto bella mostra di sé in camera mia fino a pochissimo tempo fa T_____T ...

    RispondiElimina
  18. Un momento, ho il T-Rex ancora integro riesumato dal garage per far giocare il pargolo. Mi stai dicendo che lo sto facendo giocare con una fortuna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Denis StayRock23 agosto 2019 08:09

      Se hai ancora la scatola integra, direi proprio di sì :D

      Elimina
    2. Si diciamo che fai prima a comprargli un T-Rex qualsiasi e vendere a soldoni questo....

      Elimina
    3. La scatola no, ma il resto c'è tutto

      Elimina
  19. Io avevo sicuramente lo pterocoso buono che batteva le ali e ho un vago ricordo pure del dimetrodonte ma ne parleremo la prossima volta :D

    Per chi non ricorda, che i cattivi con il trappolone e caschetto lo ricordano tutti, i buoni, in quanto buoni, controllavano i dinosauri con una specie di amuleto e poteri telepatici con cui comunicavano, tramite sempre l'amuleto (che nei toys era un coso di plastica dura abbastanza osceno :D). Diciamo che li avevano convinti a chiacchiere mentre i. cattivi erano stati piu spicci.

    RispondiElimina
  20. Da nano avevo il T-Rex, lo pterocoso e Deinonychus. Solo roba dei cattivi che i buoni mi stavano sui maroni. Quando giocavo per me il mondo era stato conquistato dai Rulon e ciaone proprio. Cioè, loro avevano il tirannosauro, cosa poteva andare storto?

    RispondiElimina
  21. Mai avuti, e mai amati proprio perché otto volte su dieci i dinosauri più fighi erano quelli dei cattivi. Una richiesta ,un po' come quelle che si facevano una volta alle radio "di tendenza"; si potrebbe parlare qualche volta in modo esteso di Zoids? Mi interesserebbe soprattutto la cronologia delle serie e dei modellini. Grazie anticipatamente a chi vorrà perorare questa causa presso il munifico Doc.

    RispondiElimina
  22. OH MIO DIO! Torno dalle ferie e mi fai vedere QUESTO!!! Attacco mariomerolo ai sentimenti!!!
    I Dinoriders erano veramente tanta roba. Dinosauri+corrazze tecnologiche+guerrieri soldatini
    cioè ci facevi il mondo! Passiamo all'angolo ricordi:
    1) il mio primo Dinoriders fu il Deinonicus dei cattivi, che non sireggev in piedi e che perse un pezzo della coda durante uno schianto a terra. Lo amavo alla follia così come amavo il pilota formica. Per distinguerlo da quello insulso dei buoni dicevo che quello era un velociraptor così li distinguevo. Tutti i dinosauri cattivi avevano l'elmo perchè era con quello che i cattivi controllavano la bestia, la trappola serviva per simulare la cattura. Che cattivi i cattivi!
    2) Avevo anche l'uccelaccio dei buoni e il "bellissimo" anchilosauro dei cattivi
    3) la punta di diamante della mia collezione però era il Torosauro (ta-daaa) veramente un giocattolone con i controcaz... non solo si muoveva ma c'era un meccanismo che permetteva alla corrazza di aprirsi anche metre camminava. Se non ricordo male i led dei cannoni si illuminavano. Cioè una cosa che fa paura anche adesso.
    4) Mio cuggino figlio unico aveva il T-rex (cioè... no vabbeeeè!!!) tra le tante cose (troppe) va annoverato che il capo dei cattivi aveva veramente un liquido (presumibilmente acqua) all'interno della calotta del casco, perchè era tipo un pesce.
    5) La cosa che mi piaceva dei Dinoriders erano gli occhi delle bestiole. Non semplicemente pitturati, ma dei veri e propri orbi di plastica molto realistici. Fighi.

    Attendo con ansia la parte 2 di questa fantastica rubrica (poi pure i trasformers Doc, sto in astinenza...)

    RispondiElimina
  23. Cartone seguito pochissimo e giocattoli snobbati per un motivo che non ricordo.

    RispondiElimina
  24. Spettacolo clamoroso, sempre sognati, soprattutto il diplodoco.. prima o poi devo recuperarlo

    RispondiElimina
  25. Io sto piangendo, rivedere Sting dopo tanti anni mi ricorda il mio giocattolo preferito per anni.. sicuramente perso in soffitta, mi guardo bene dal cercarlo perchè sicuramente inizierei a trascurare i figli, il lavoro, etc..

    Comunque i Valorian comunicavano TELEPATICAMENTE con i dinosauri (avete notato che hanno tutti un cerchietto comprato su Cioè sulla testa?), mentre i Rulon li imprigionavano per poi costringerli con la maschera costrittiva. Mi sembra che in diversi episodi i Valorian "liberassero" i dinosauri dei cattivi distruggendo la maschera (sceneggiatura geniale per dire che, in fondo, tutti i dinosauri sono buoni..)

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy