I TRE VIDEOGIOCHI DELL'ANNO - MINOLLO D'ORO 2018


Quarto e ULTIMO round di votazioni per il Minollo d'Oro 2018, funghetti extraterrestri, dopo le serie TV, i film e i fumetti. Oggi ci occupiamo del videogiochismo: il meglio del meglio di quello che è uscito nel 2018 e vi è passato sotto al pad o alla tastiera. Chi non legge bene TUTTE le regole fa la fine della rockstar Mimmolino Wild Santuzzi. Si sappia [...]

LE REGOLE DEL GIOCO (leggere bene, leggere tutto, no pentole e motorini tomos). Per il potere assoluto del copiaeincolla dei Centurions:

1) dovete scegliere tre videogame usciti nel 2018. Non "giocati da voi nel 2018 perché li avete trovati scontati alla standa ma che se sono del 2017 o del 2016", proprio del 2018. Nel dubbio, basta controllare al volo su wikipedia. Valgono tutti i giochi per console, computer, smartphone e microonde.

Al primo gioco verranno assegnati tre punti, al secondo due, al terzo uno. Verranno presi in considerazione SOLO i commenti in cui per ogni scelta ci sia un minimo di spiegazione. Basta un rigo, ma ci deve essere: in pratica, i voti dei commenti senza spiegazione NON verranno contati e il loro autore sarà costretto a girare per due giorni con un maglietta delle Spice Girls.

2) Non potete scegliere più di tre videogiochi, ma se non arrivate a tre e ne volete votare solo due o uno, va bene lo stesso (si applicheranno sempre tre punti al primo e due al secondo).

3) I commenti anonimi finiscono come al solito dritti nella vasca dei minolli piranha, tempo perso per chi li scrive.

4) Il termine per votare sono le ore 20 di questo lunedì, 14 gennaio. Tutti i voti arrivati dopo non contano. Per ogni "Ehhh, ma ho letto tardi" , in regalo una bottiglia di Vabbè D.O.C. vendemmia 2013. In settimana arrivano i risultati di tutte le categorie, con la premiazione ufficiale.

5) Ultima, ma non ultima, fatevi i commenti vostri, non rompete le balle agli altri per le loro scelte. Tutto chiaro? Dichiari aperto il teleVRally. Votare!


43 

Commenti

  1. 3 - Detroit Become Human: una storia fantascienza che si pone un interrogativo reale, una serie di bivi che Bandersnatch è un dilettante al confronto, una grafica stupenda, un film interattivo. Per me che ho amato Heavy Rain è stato uno dei giochi che più attendevo nel 2018 e non mi ha deluso. E poi vuoi mettere la goduria di fare il Che Guevara degli androidi?

    2 - God of War: L'idea che potrebbe sembrare folle di portare un eroe della mitologia greca ad Asgaard è invece sviluppata benissimo, la grafica è da WOW, le giocabilità è da superWOW, la storia è da superWOWconifiocchi. GOTY se non ci fosse stato il numero 1...

    1 - Red Dead Redemption 2: Magari non è il gioco che può piacere a tutti per l'ambientazione oppure per la difficoltà non elevata, ma per me è IL gioco, la pietra di paragone che tutti i videogiochi futuri dovranno tenere bene in mente. L'ho amato oltre che per la vastità impressionante delle cose da poter fare e vedere, per una trama bellissima e con un paio di momenti da lacrime napulitante (la suora...) davvero al di sopra dello standard videoludico. L'unica cosa brutta è che prima o poi finisce...

    RispondiElimina
  2. 2 - Kingdom Come Deliverance: perchè mi è piaciuto il concetto e l'ambientazione, il resto un po meh.
    1 - Red Dead Redemption II - perchè Rockstar ogni volta è capace di alzare l'asticella. capolavoro epico.

    RispondiElimina
  3. Ho giocato poco quest'anno, e perlopiù a giochi iniziati gli anni precedenti, quindi ho una lista molto limitata:

    1) Into the Breach. Meno accattivante del predecessore FTL che era un vero capolavoro, Into The Breach è comunque un gioco dal design semplicemente perfetto. L'equilibrio fra le parti, la complessità dei puzzle e l'elegantissima grafica funzionale lo rendono un piccolo gioiello, divertente, rapidissimo, e anche rigiocabile più del previsto. Poche frasi bastano ad accennare una storia avvincente anche se il gioco è alla fine solo un semplice puzzle game strategico. Ancora centro per la compagnia di Subset Games.

    2) Florence. Ne parlano come di un gioco, ma secondo me non lo è. È una semplice e breve storia interattiva, raccontata attraverso un app. Le azioni del giocatore non sono mai risolutive, non esistono puzzle la cui difficoltà è impegnativa o interessante, e la trama procede lineare senza bivi. Allora perché è così bello? Perchè oltre alla delicatezza del disegno e delle musiche, la storia di Florence coinvolge il lettore constringendolo a fare ogni volta piccole, minuscole interazioni che lo agganciano emotivamente agli eventi. Gesti semplici come lo swift sullo schermo fanno mettere in uno scatolone i ricordi del nostro ex; costruire un semplice puzzle ci fa sentire come l'imbarazzo di una conversazione fra estranei si trasforma lentamente in complicità. Infine, la scena finale, con l'ultima interazione, è un capolavoro di design emozionante come non ne ho mai visti (ma non si può spoilerare). Insomma, come Bandersatch, ma meglio, una storia diventa emozionante grazie all'interazione. Non è un gioco, ripeto, ma merita la sua menzione.

    3) Red Dead Redemption 2. Per uno come me, il gioco definitivo: io che amo i free roam, l'immersione in un mondo, il realismo, rdr2 è un parco giochi fantastico. La bellezza del mondo e la sua vivacità sono senza pari. Molto ben fatta anche la storia, e magnifica la caratterizzazione dei personaggi. Potremmo stare a discutere dei mille difetti (dal fatto che non esiste una vera libertà nonostante l'apparenza, o dai controlli psicopatici) ma posso dire solo una cosa: raramente un gioco mi ha illuso di sentire l'odore d'umido dell'erba nei campi.

    RispondiElimina
  4. 1) MONSTER HUNTER WORLD: un gioco vecchia scuola dove la trama abbozzata su un tovagliolo serve giusto da collante, puro gameplay, un gioco non difficilissimo ma impegnativo, che ti obbliga a studiare le meccaniche di gioco, ad allenarti per affinare il proprio stile e imparare a padroneggiare le varie armi e così affrontare bestie sempre più grandi e pericolose....mi è piaciuto come siano riusciti a svecchiare certe meccaniche senza sconvolgere troppo il gioco, in modo da essere appetibile per le nuove leve ma non scontentare i vecchi fan. è senza ombra di dubbio il gioco che mi ha tenuto incollato al pad per più tempo

    2) SPIDERMAN: semplicemente divertente da giocare e con un'ottima trama che nulla ha da invidiare agli albi a fumetti, non inventa niente semplicemente prende il lavoro fatto dai suoi predecessori (sopratutto batman) e lo affina ulteriormente per sposarsi all'arrampicamuri....l'esempio di come a volte basta fare semplicemente un buon lavoro senza dover necessariamente innovare....magari qualche missione secondaria non proprio riuscita e troppo facilotto ma perdindirindina è troppo bello volteggiare tra i grattacieli nei panni dell'uomo ragno :D

    3) RDR2: un vero e proprio simulatore del vecchio west, coi pro e contro del caso, poteva essere al primo posto di questa classifica se non fosse per vari difetti, tra tutti il fatto che sia farcito da raccolta di collezionabili inutili e missioni secondarie superflue che anche grazie alla facilità con cui si raccolgono i soldi non invoglia il giocatore ad affrontarle. Ma rimane cmq un ottimo gioco, una trama coinvolgente (con qualche capitolo non proprio azzeccato) e soprattutto personaggi ben scritti, Arthur Morgan è uno dei migliori protagonisti di questa generazione e azzarderei anche di tutti i tempi, mi sono sentito spesso concorde col suo modo di pensare, i suoi dubbi e paure, fantastica anche Sadie Adler, meriterebbe un gioco tutto suo :D coinvolgente anche il mondo ricostruito, uno dei più vivi e realistici mai visti, era bello anche solo passeggiare tra i boschi o andare al bar a bere un goccietto, giusto per il gusto di farlo

    RispondiElimina
  5. 1. Unavowed. Io sono una di quelle persone che si ostina a credere che le avventure grafiche abbiano ancora spazio nel panorama videoludico odierno. Per fortuna il talentuoso newyorkese Dave Gilbert e la sua software house, Wadjet Eye, la pensa come me e l'anno scorso ha pubblicato uno dei suoi titoli migliori, una storia urban fantasy ben scritta, con personaggi memorabili e soprattutto rigiocabile grazie a tantissime scelte e finali multipli.

    2. Frostpunk. Dopo This War Of Mine i polacchi di 11 bit Studios tornano con un'altra storia di sopravvivenza e di scelte terribili e crudeli da dover prendere immediatamente. Frostpunk è un city builder ambientato in un'era vittoriana alternativa, con la Terra preda di una nuova era glaciale, dove bisogna guidare un gruppo di sopravvissuti a costruire una comunità intorno un gigantesco generatore di calore, cercando al contempo di non soccombere al freddo e di non far serpeggiare il discontento nella popolazione. Di grandissima atmosfera.

    3. Celeste. Matt Thornson, anche noto come Matt Makes Games, presenta la storia di Madeline, una ragazza che ha deciso di scalare una montagna. Celeste è uno di quei platform in stile Super Meat Boy, quelli pieni di spine e ostacoli dove bisogna muoversi al millimetro, ma con un paio di marce in più:

    1. la difficoltà è calibrata in maniera perfetta: ogni livello presenta i suoi ostacoli nella maniera più indolore possibile per poi diventare sempre più impegnativo. Inoltre c'è un menù apposito dal quale si possono attivare svariati cheat, e il gioco non ti punisce affatto se li usi. Io comunque consiglio di completarlo almeno una volta senza usarli.

    2. la presentazione del gioco: al contrario di molti platform alla Super Meat Boy che fanno del "lol brutto scarsone sei morto, non sai tenere manco un pad in mano" la loro filosofia di gioco, in Celeste tutto è programmato per non far scoraggiare il giocatore.
    Non a caso la tagline del gioco è: "This is it, Madeline. Just breathe. You can do this."

    RispondiElimina
  6. 1) Red Dead Redemtion 2
    2) God of War
    3) Spider-Man
    Banali, ma quelli sono :D

    RispondiElimina
  7. A sto giro non posso esprimermi: tra il poco tempo e la mia policy di prendere giochi solo quando costano poco, non ho nulla di recente o comunque non ho termini di paragone.
    Ora sto cercando di giocare a Destiny 2, ma avendocelo tutti su PS4... ecco, è un bel deserto.

    RispondiElimina
  8. Vado con 2 giochi per smartfonz:

    2) Asphalt 9, nessuna fisica ma ignoranza allo stato puro e piste spettacolari
    1) Darkness Rises, hack'n slash vecchio stile,ma dalla grafica sbalorditiva su telefono; meccaniche semplici ma tanta tanta azione

    RispondiElimina
  9. Anche io ho adottato la politica del “prendo giochi solo in saldo”, ma quest’anno tra black friday e offerte di natale ho recuperato due titoli recenti.

    1) Detroit - Become Human. Nuovo capolavoro Quantic Dream che, secondo me, supera anche i fasti di Heavy Rain. Gran narrativa, grande possibilità di scelta con cambi anche drastici di trama in base all’opzione selezionata

    2) Assassin’s Creed Odyssey. Da patito di Creed apprezzo lo svecchiamento della saga iniziato con origins e che qui continua in maniera coerente. L’ho giocato ancora poco, ma devo dire che il/la protagonista appare carismatico e interessanti le meccaniche RPG sui dialoghi che portano ad aprire percorsi laterali nella storia. Comparto grafico ottimo e buona giocabilita.

    RispondiElimina
  10. 3- God of war
    Da profano della saga ho apprezzato questo titolo molto evocativo: mi sono divertito con la sua brutalità, la sua ferocia e i combattimenti non troppo frenetici ma comunque ponderati e punitivi. Trama bella ma mi ha lasciato con l'amaro in bocca da primo capitolo della saga (i nemici veri sono solo stati accennati)
    2-Spider-man: ho adorato come siano riusciti a ricreare una New York piu viva che mai, trasportandoti nel mondo di Peter Parker. Il sistema di combattimento, sebbene sulla falsa riga dei Batman, non è mai risultato noioso.
    1- Red dead redemption 2: il gioco dell'anno, con la sua ambientazione coinvolgente, il gameplay viscerale, i personaggi caratterizzati nei minimi dettagli, anche quelli secondari.

    RispondiElimina
  11. Purtroppo avendo il portafoglio vuoto e potendo investire poco dinero nelle nuove uscite, l'unico gioco uscito nel 2018 che ho preso è stato Forza Horizon 4. Secondo me è davvero il miglior gioco di guida di sempre. Graficamente spettacolare anche su una Xbox One prima serie, non oso immaginare sulla X, unisce una giocabilità pazzesca ad una fisica delle auto votata sì all'arcade ma comunque profonda e diversa per ogni veicolo, tenendo conto delle caratteristiche del mezzo e inserendo anche le differenze dovute alla condizioni climatiche e stagionali mutevoli. Solo il parco auto non mi ha entusiasmato, per alcune assenze ingiustificate, a mio avviso e inoltre il fatto di poter acquistare le proprietà è una bella aggiunta ma ci vuole molto per reperire i fondi necessari, soprattutto per i castelli, tanto che nel dlc hanno aggiustato il tiro, elargendo grandi quantità di crediti in modo più veloce e semplice (anche se non lo ho preso, costa troppo per il momento). Comunque davvero bello e divertente come il terzo.

    RispondiElimina
  12. Dei videogiochi nun zo, non pratico questo settore della deboscia.
    L'unico che mi è venuto in mente è reddedredescion ciù che mi ha fatto venir voglia di giocarci, ma poi non l'ho fatto e quindi niente.
    Buona scelta

    RispondiElimina
  13. Solo quest’anno ho ripreso a videogiocare dignitosamente, dopo anni di deserto e/o casual gaming, essendomi dotato di Switch (in realtà è stata presa per intrattenere la moglie-futura partoriente, ma alla fine ci gioco più io), e non potendo citare Skyrim e soprattutto Zelda Breath of the wild, viro su queste scelte:

    1) Super smash bros. Ultimate

    Che vuoi dire ad un gioco così? La grande N chiude l’anno in bellezza, farcendoci di personaggi amati, qualche semi sconosciuto, ma con la sensazione costante di maneggiare una perla videoludica.

    2) Jurassic World Alive [sarò l’unico a citarlo, immagino, ma in caso qualcuno volesse contattarmi sui socialcosi, aggiungo volentieri]

    Dunque, io solitamente non vado matto per i giochi in AR, con la mappa globale eccetera (si, pokemon go, dicevo a te).
    Ma questo ha un qualcosa in più. Certo, occorre del discreto farming per assemblarsi una buona squadra di dinosauri, ma quando poi sei lì a farli lottare tra loro, ognuno con le sue mosse distinte, a scegliere la strategia migliore contro un altro avversario umano (ovunque egli sia) con mosse e contromosse e immunità e stordimenti e sanguinamenti vari... beh, sciapò alla Ludia.
    Anche perché dimostrano di interessarsi alla comunità di giocatori e apportano cambiamenti e migliore con costanza (il gioco, o l’app -come vi pare, ha poco più di 7 mesi di vita).

    RispondiElimina
  14. 1 - Nier Automata (per XONE è uscito nel 2018, me lo abbuoni?), perché è il migliore di Taro finora e un gioco così potente e commovente dal punto di vista della trama e della colonna sonora non lo si vedeva da un po', almeno non in casa Square Enix;

    2 - Shadow of the Colossus (uscito su PS4 nel 2018, pure questo è borderline?) perché anche se all'inizio pensavo che donare maggiore definizione alle ambientazioni e ai volti avrebbe sminuito le atmosfere oniriche, in realtà il restyle grafico pompa tantissimo sia su quello, sia sulla sensazione di solitudine, oltre che a quella di essere una formica che combatte contro i giganti;

    3 - Detroit: Become Human (tecnicamente l'unico gioco effettivamente di prima pubblicazione nel 2018 che ho giocato nel 2018) perché nonostante l'unico modo di ottenere il finale buono sia quello di "fare i bravi", diciamo - o almeno l'impressione è quella - più di un momento mi ha dato la possibilità di riflettere su quello che ci sta succedendo attorno

    Se i primi due non contano, vien da sè che Detroit scala al primo posto e rimane l'unico che voto, essendo - appunto - l'unico gioco del 2018 che ho giocato nel 2018. Avrei dovuto almeno mettere le mani sopra la mia copia impolverata di 428, mannaggia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanno benone entrambi. Il remake di SotC è dello scorso febbraio, Nier Automata versione XO di giugno o luglio, qualcosa del genere.

      Elimina
  15. Purtroppo quest'anno ne ho giocato pochi, la maggiorparte giochi vecchi che ho recuperato quest'anno, ma ne metto giusto due che sono riuscito a godermi al meglio:
    2) Brawlhalla, picchiaduro gratuito stile Super Smash Bros. che è accessibile davvero da tutti, grazie al peso irrisorio e ai requisiti che sono quasi inesistenti, molto divertente se giocato in compagnia, dovrebbe contare visto che l'uscita ufficiale per console è stata l'anno appena trascorso. Inoltre molto carina la collaborazione con Ubisoft per portare Rayman come personaggio giocabile.
    1) Assassin's Creed Odyssey, grandissimo gioco che ho giocato in compagnia di un amico grande fan della serie, ottima grafica e un sistema di controllo diverso rispetto ai precedenti, che finalmente cambia un minimo la saga, che fino ad ora era sempre piuttosto monotona e ripetitiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  16. Avendo giochi vecchi recuperati e tempo prossimo allo zero rubo un pochino:

    2 posto) Nier:automata (rubo perché versione 2018 Xbox One ma il gioco è del 2017)
    Un gioco sorprendente, con una colonna sonora eccezionale, momenti seriamente disturbanti (la genesi di uno dei cattivi da parte delleacchine per me da brivido) e ben tre route da rigiocare con personaggi e completamento della trama profondamente differenti. Grafica e alcune meccaniche un po' retrò ma trasuda stile. Bello.

    1)God of War PS4.
    Perché è elettrizzante vedere come un gioco che era un picchiato caciarone con i Quick Time per chiavare le dee o squartare divinità olimpiche o enormi nostri, sia maturato assieme al suo protagonista trasformandosi con lui.
    Per chi ha giocato i precedenti sicuramente sarà spiazzato da queloq che si aspettava essere un macinacombo, e invece è un Metroid/dark souls action RPG, ma presa la mano coi combattimenti ci si addentra in una storia davvero curatissima e non banale, come anche l'interpretazione della mitologia norrena, ben lontana dalle facilonerie sei dei precedenti episodi greci, che dei fumetti casa Marvel per esempio.
    Iniziato da subito a livello difficile i combattimenti sono estremamente variegati e punitivi, con nemici con eccellente IA, ho letto rrobe lamentarsi che il gioco sia noioso e basta stare parati ma assicuro che a difficile proprio non è così, anzi, non so se lo ha provato solo poche ore o solo a difficoltà basse, ma mi ha stupito la flessibilità di molti gruppo gruppi di nemici (che me le hanno ben suonate 🤣).
    Bello dalla grafica, al sonoro, al gameplay, alla davvero sorprendente sceneggiatura. Bravi.

    RispondiElimina
  17. 3) God of War 4: ambientazione bellissima, regia migliore di molti film di Hollywoo, violenza e mitologia rivisitata: cosa si può chiedere di meglio?

    2) Super Smash Bros Ultimate: cosa si può chiedere di meglio? Semplice, il gioco perfetto. Questo capitolo di Smash è una enciclopedia videoludica: il crossover definitivo nel panorama picchiaduro moderno, il Mugen con licenze, costruitosi in anni di lavoro e migliorie.

    1) Deltarune: ebbene sì, una "demo" in prima posizione. Sebbene sia soltanto un assaggio di quello che sarà il seguito di Undertale, questo gioco va premiato per il coraggio. Coraggio di offrire 8 ore di gioco gratuitamente in un mercato videoludico moderno basato su scadenze periodiche da rispettare per un guadagno sicuro e acquisti mangia soldi in game per mungere il giocatore finché si riesce. Inoltre deve far capire a molte case di sviluppo che un bravo autore (regista videoludico?) fa la differenza in un videogioco.

    RispondiElimina
  18. 1)DETROIT BECOME HUMAN: molto coinvolgente, ottime le tre storie
    2)RED DEAD REDEMPTION 2: magnifico, grafica inarrivabile, completo, ma allora perchè "solo" secondo? perchè mi ha coinvolto meno del primo RDR.

    RispondiElimina
  19. 1) Capcom Beat 'Em Up Bundle:
    La magia del retrogaming su switch...credo non ci sia bisogno di aggiungere altro...capolavori assoluti amche se come spiegato perfettamente dal doc mancano diversi titoli pazzeschi!

    2)super smash bros ultimate:
    Incredibile!...ricco di contenuti e divertente...picchiaduro con mario ho detto tutto!

    Ps. Doc spero di leggere qualcosina a proposito di dragon's lair in uscita per switch next week!...

    RispondiElimina
  20. 1. SoulCalibur 6
    Per un fan di vecchia data come me una sorta di ritorno alle origini è più che gradito...sopratutto amo il fatto di avere nuovamente Nightmare nel corpo di Siegfried
    2. God of War
    Eccezionale giocabilità e audace dove occorre, pur mantenendo lo spirito dei capitoli precedenti
    3. Red Dead Redemption
    Beh, che dire...io sono fan accanito degli open world in cui puoi fare tutto o quasi...e questo è un sogno d occhi aperti

    Inoltre non c'entra nulla, ma ho rimesso mano al mio vecchio mugen...che soddisfazioni

    RispondiElimina
  21. 3) Super Smash Bros. Ultimate - perché cosa dirgli? un capitolo di smash che ha proprio tutto, ha pescato il meglio di tutta l'esperienza di gioco di smash
    2) God of War 4 - Perché questa avventura di Kratos per me ha salvato la saga da un tracollo di qualità brutto brutto. ambientazioni bellissime, bel sistema di gestione degli upgrade, trama e personaggi ottimi
    1) Red Dead Redemption 2 - perché non si era mai vista una roba del genere. avanti di anni rispetto a tutti gli altri, sotto ogni punto di vista, dall'attenzione ai dettagli, il realismo, il semplice modo in cui scuoi gli animali. enorme.

    RispondiElimina
  22. Purtroppo ho giocato ad un unico gioco uscito nel 2018 che però mi è piaciuto tantissimo, quindi il mio voto va a Spiderman perché i costumi, perché fare bozzi di ragnatela con i nemici, perché affrontare Kingpin (l'ultima volta lo affronti in sala giochi nei panni del Punisher o di Nick Fury) e il volteggiare per New York é tutto troppo Amazing, Fantastic, Spectacular ecc ecc

    RispondiElimina
  23. Procediamo

    Terzo posto (1 punto): Detroit Become Human
    Non sono un grande fan delle avventure interattive, ma questo titolo mi ha sorpreso posirivamente. Storia ben scritta e scelte morali non banali, ha saputo mantenere alto il mio interesse fino alla fine. Bravi.

    Secondo posto (2 punti): Yoku's Island Express.
    Un gioiellino. Un platform metroidvania di quelli che piacciono a me, pieno zeppo di segreti da scoprire e zone da esplorare. La demo mi aveva incuriosito non poco per via della strana commistione col genere flipper, un'idea originale che funziona molto bene e ben si integra nell'avventura. Assolutamente consigliato.

    Primo posto (3 punti): Super Smash Bros Ultimate.
    Tanta, tanta roba, sia qualitativamente che come quantità di contenuti.

    RispondiElimina
  24. 1) Dead Cells, che è il gioco più divertente della storia.
    2) Hollow Knight, bellissimo metroidvania come non ce ne erano da altri.
    3) God of war, che reinventa una serie che non mi era mai piaciuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hollow Knight non è del 2018 però.
      Dead Cells giocone comunque.

      Elimina
    2. Dipende su che console l'ha giocato in realtà perché su PS4, Xbox One e Switch è uscito quest'anno

      Elimina
  25. dai per i giochi dico la mia. Ancche se avendo l'xbox per me è piuttosto semplice: 1) monster hunter world. Bellissimo, lunghissimo e finalmente sdoganato dalle console nintendo. Il top. 2) red dead redemption 2. Ha sicuramente ridisegnato postando d dei vg, di nuovo il top ma diciamolo è venuto dopo monster e quindi.... 3) forza horizon 4. Non amo i giochi di macchine ma devo dire che la coop e tutto il resto, per una volta mi han fatto divertire un sacco. Avrei messo nier automata che su xbox è uscito nel 2018 per l'immenso impatto artistico ma tanto lo avrei messo solo io e quindi, niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Postando d = lo standard dei 😱

      Elimina
    2. Ho visto che qualcun altro ha messo nier. Me lo accetti al posto di forza?

      Elimina
  26. 1) super smash bros ultimate: sono sempre più contento di aver acquistato la switch. Smash è un giocone pazzesco, giocabile tranquillamente in singolo, enorme , pieno di tutto. Posso picchiare una squadra di mini mario con l'abitante di Animal crossing. Divertimento puro.
    2) God of War: giocato tutto con un amico PS4munito , è stata enorme la maturazione della storia dal 3. È un vero sequel, in un ambientazione fighissima, con le lacrimuccie qui e lì nella storia, e Kratos mena ancora come il Dio della guerra che è.
    3) Red dead Redemption 2 : l'ho purtroppo solo provato qualche ora dal mio amico con PS4, ma ci tengo a metterlo al terzo posto (se vale). Un simulatore cinematografico di far west come il primo , lo voto sulla fiducia.

    RispondiElimina
  27. 1) Red Dead Redemption 2: il primo è stato, per me, il gioco migliore della generazione precedente. Aspettavo questo seguito con ansia e trepidazione e me lo sto centellinando come un buon Whisky torbato. spettacolare, profondo, immenso.
    2) God of War: più epico e meno "arcade" degli altri, con una storia che mi è piaciuta moltissimo, senza contare la grafica mozzafiato e la potenza di Kratos che si riesce a "sentire", un po' come succedeva con i pugni di Batman nei vari Arkham. A proposito dei quali...
    3)...Spider-man. Finalmente un gioco, per questa gen, sul mio supereroe preferito da quando facevo le elementari, bello, divertente, open world. Se mi facessero un altro gioco identico con una storia nuova (non le espansioni, quelle sono metadone) lo comprerei ad occhi chiusi. Excelsior!

    RispondiElimina
  28. Ammetto che è stato un anno in cui ho giocato meno, ma quello che ho giocato per me vale "il prezzo del biglietto" più di ogni altra cosa.

    1) Red Dead Redemption 2 - è impossibile non amarlo, la perfezione per quanto mi riguarda. E non l'ho ancora finito, ma già lo amo.

    2) Spiderman - non fosse uscito RDR2 avrebbe vinto lui, nonostante i suoi difetti. È il gioco che ho sempre sognato sull'arrampicamuri, ed oltre a questo è bellissimo.

    3) God of War - non son mai stato super fan della serie, ma questo episodio è stato molto interessante. Sul finale ho fatto un salto sulla sedia!

    RispondiElimina
  29. mmm.. la scelta non è difficile, perchè mi riduco sempre a giocare titoli usciti da un pò. Comunque voto gli unici titoli del 2018 che ho giocato (anche se ancora non completato):

    1) God of War: anche se vedere Kratos invecchiato e senza le lame del chaos è stato un pò un colpo al cuore, l'ambientazione e la cura riposta nella caratterizzazione alla fine hanno dato ragione alla scelta dei programmatori.
    2) Spiderman: poco da dire, volteggiare tra i palazzi è una goduria (a livello grafico il colpo d'occhio è a livelli cinematografici) e fa passare il secondo piano le meccaniche open world un pò trite.
    3) Assassin's Creed Odissey: sto in pieno recupero dei titoli della saga, e questo titolo di AC ha ben poco, ma rimane un ottimo action rpg (anche questo con una ambientazione strepitosa).

    RispondiElimina
  30. Per me i migliori giochi del 2018... niente, non ho giocato a nulla di uscito nello scorso anno, e sebbene la Capcom beat'em up collection e la raccolta delle vecchie glorie del Megadrive siano uscite nello scorso anno non credo si meritino alcun posto in classifica (se no dovrei metterci anche i giochi della PSmini).
    Ho passato l'anno a cercare di giocare a titoli presi o agli sgoccioli dello scorso anno (Forza7, che resta un gran gran bel gioco, ancora di più se giocato con volante e pedali), Just Cause 3 e tutta la tamarraggine che si porta dietro, qualche battaglia a Star Wars Battlefront 2 e altri spara spara tipo Battlefield 1.
    Vale qualcosa il mio commento? Se non altro a far riflettere quanto poco tempo ci sia per le nostre passioni... e quanto sia importante comunque coltivarle nei ritagli di tempo.

    RispondiElimina
  31. Ho saltato diversi titoloni quest'anno, e recuperato qualcosa di vecchio, ma ho comunque i miei TOP3:

    1) SPIDERMAN gioco totale sul mio aracnide preferito, spenzolare per NY non è mai stato così bello, roba che a volte entravo per fare solo quello.
    Una storia ricca, mille cose da fare, divertente, le poche pecche (che ci sono) non scalfiscono quello che per me è il capolavoro dell'anno. Emozione allo stato puro.

    2) DRAGON QUEST XI: passato (come sempre) in sordina, venduto addirittura sottoprezzo rispetot agli altri tripla A, l'ennesimo capolavoro.
    Sarò di parte, ma quando parte quella musica, quando combatto per far crescere il team, quando esploro un dungeon nuovo e immenso, quando sconfiggo un boss coriaceo, quando un nuovo personaggio si aggrega al mio team...altro che Episodio VII, qui sono veramente a casa <3

    3) MARIO TENNIS ACES: semplicemente il miglior tennis in circolazione, tecnico in maniera spaziale, assurdo come un e-sport pucciato nel mondo di Mario sa essere, online competitivo da paura.
    Come party game in 4 giocatori ci fai le 3 di notte e non te ne accorgi neanche. Splendido.

    FUORI CONCORSO: DRAGON BALL FIGHTERZ il picchiaduro di Dragonball definitivo, graficamente meglio anche della stessa serie tv, anche questo solo all'apparenza semplice e fracassone, ma nasconde un'anima pro che levati, tecnicissimo e colorato fino all'epilessia e ritorno, fedelissimo al brand ispiratore.
    Masterpiezzo garantito.

    RispondiElimina
  32. 1) God of War: il ritorno del ca**utissimo Kratos in tutto il suo splendore; un gioco che ha saputo rinnovare davvero il suo gameplay. Artisticamente Top
    2) Red Dead Redemption 2: lavoro mastodontico, anche se come mia preferenza va al secondo posto; gioco bellissimo, come da garanzia Rockstar. Arthur non fa di certo rimpiangere il buon vecchio John.
    3) Spiderman: terzo posto per uno dei miei supereroi preferiti, finalmente con un gioco degno del nome che porta; volteggiare per la città non è mai stato così bello, dai tempi del Tie-In uscito col primo film di Raimi

    RispondiElimina
  33. 3_ God of War: Non particolarmente colpito da storia e personaggi; KRETUS qui mi è indifferente (in tutti gli altri giochi lo detesto con veemenza, quindi le sue quotazioni sono in ascesa. O forse è solo che qui il catalizzatore dell'odio è il figlio brutto e deficiente) ma il gioco c'è. Il sistema di combattimento è bello croccante, soddisfacente e impegnativo nei punti giusti. Il mondo è una meraviglia e in definitiva proprio un bel viaggio, sebbene uno povero di mostroni.
    2_Astro Bot Rescue Mission: Un sorriso che ti germoglia sulla faccia dove starà comodo fino alla fine del gioco. E non perchè il PSVR alteri il controllo mimico. Cioè, non solo. Dall'inizio alla fine annuisci e ti congratuli stringendo mentalmente la mano agli sviluppatori che hanno sgravato sittante idee. Non ti capitava da boh, Mario 64. Sorprendente, delizioso. Un gioco che rende felici.
    1_Red Dead Redemption 2: Sì, siamo d'accordo; Arthur è reattivo come un tavolo e le missioni della quest principale sono imbrigliatissime alla faccia di tutto il sandbox di cui il sistema di gioco sarebbe capace e che si esprime altrove. Le missioni hanno una struttura prevedibile con poche variazioni: cavalca fino a X per 10 minuti, il lavoretto semplice e pulito inaspettatamente non va secondo IL PIANO e si finisce a sparare a mezza città incrementando il numerino sotto la scritta wanted, cercando riparo dietro una roccia ma più spesso finendo sotto a un treno. Eppure quando tutto funziona, e succede spesso, RDR2 tocca vette mai raggiunte prima e diventa una delle esperienze più viscerali e memorabili mai offerte dal medium.

    RispondiElimina
  34. L'anno scorso ho giocato a 24 giochi, ma di questi solo 4 sono usciti nel 2018, quindi faccio presto:

    3°: Shadow of the Colossus - Il mio gioco preferito su ps2 aggiornato graficamente. Ovviamente non è stata un'esperienza magica come lo fu la prima volta, ma conserva ancora le sue palate di fascino, grafica superdefinita o meno. Invidio chi ha potuto giocarci per la prima volta, resta uno di quei titoli che tutti dovrebbero almeno una volta provare.

    2°: Ghost of a Tale - Un adventure/stealth ambientato in un mondo fantasy abitato da animali antropomorfi. Noi saremo chiamati ad interpretare un topino menestrello, Milo, che si trova imprigionato in un'isola fortezza dalla quale dovremo evadere, ma non prima di aver ritrovato la sua amata, anch'essa prigioniera. Un titolo che inizialmente avevo sottovalutato e che invece ha iniziato a prendermi sempre di più perché non si tratta solo di un semplice stealth game, bensì di una vera e propria fiaba da vivere in prima persona con personaggi a cui affezionarsi. Ci potrebbero fare un film animato, seriamente. Ne avevo anche scritto una recensione, se il Doc me lo concede posso postarla.

    1°: Forza Horizon 4 - La serie di giochi di guida arcade più bella del decennio torna con una quarto capitolo che si avvicina sempre più alla perfezione. Tutto è ai massimi livelli, ottimo e abbondante, come dice Sordi ne La Grande Guerra, solo che in questo caso è vero. C'è qualcosa che cambierei? Forse rendere la progressione di gioco più armonica e dare la possibilità (almeno su pc) di creare una radio personalizzata caricando i propri file audio. Giocato su un pc pompato e con un monitor di alto livello è puro spettacolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma le votazioni si sono chiuse ieri alle 20. Regola 3, sorry.

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy