I TRE FILM DELL'ANNO - MINOLLO D'ORO 2018


Pronti, partenza, viNta. Terzo round di votazioni per il Minollo d'Oro 2018, funghetti extraterrestri, dopo le serie TV e i fumetti. Oggi tocca ai film: il meglio del meglio di quello che è uscito in sala in Italia nel 2018. Chi non legge bene TUTTE le regole, un minollo selvatico lo aggredisce nel sonno [...]

Quest'anno, lo ripetiamo, hai deciso di rendere manifeste solo a fine votazioni le tue scelte, per non influenzare nessuno; per il resto è tutto esattamente come le volte precedenti. Perciò, LE REGOLE DEL GIOCO (leggere bene, leggere tutto, no pentole e motorini tomos). Per il potere del copiaeincolla di Capitan Power:

1) dovete scegliere tre film usciti in Italia nel 2018. Il che vuol dire, ad esempio, che non potete votare Ralph 2 o Aquaman, che da noi sono arrivati l'1 di questo mese. Per "usciti in Italia nel 2018" si intende arrivati in sala nel corso dell'anno, ma se si tratta di film originali usciti da noi prevalentemente o solo per piattaforme di streaming (Roma di Cuarón, metti), valgono pure quelli. Sono votabili tanto i film live action quanto quelli di animazione.

Al primo film verranno assegnati tre punti, al secondo due, al terzo uno. Verranno presi in considerazione SOLO i commenti in cui per ogni scelta ci sia un minimo di spiegazione. Basta un rigo, ma ci deve essere: in pratica, i voti dei commenti senza spiegazione NON verranno contati e il loro autore sarà costretto ad ascoltare per due giorni la discografia completa degli Aqua.

2) Non potete scegliere più di tre pellicole, ma se non arrivate a tre e ne volete votare solo due o una, va bene lo stesso (si applicheranno sempre tre punti alla prima e due alla seconda).

3) I commenti anonimi finiscono come al solito dritti nella vasca dei minolli piranha, tempo perso per chi li scrive.

4) Il termine per votare sono le ore 20 di questo lunedì, 7 gennaio. Tutti i voti arrivati dopo non contano. Per ogni "Ehhh, ma ho letto tardi" , in regalo una bottiglia di Vabbè D.O.C. vendemmia 2013.

5) Ultima, ma non ultima, fatevi i commenti vostri, non rompete le balle agli altri per le loro scelte. Tutto chiaro? Utilizzando la formula dei vecchi tempi, dichiari aperto il teleVisitor. Votare!



85 

Commenti

  1. Si parte!
    Quanti dovrò correggere stavolta?

    3° posto: Mirai di Mamoru Hosoda.

    A dir la verità se fosse stata una top 5 o top 10 l'avrei messo al quinto e decimo posto rispettivamente, il film è infatti uno dei più deboli di Hosoda, ma voglio premiarlo lo stesso per il comparto tecnico, lo studio Chizu non sta sbagliando un colpo da questo punto di vista.

    2° posto: Dogman di Matteo Garrone.

    Altro film che non ritengo sia il migliore del regista, ma resta un capolavoro, sembra un omaggio al cinema neorealista dei tempi d'oro, Marcello Fonte d'altronde pare un attore pescato dalla strada, fenomenale.

    1° posto: Santiago, Italia di Nanni Moretti.

    Ci vogliono le palle per far un documentario del genere in questo periodo in Italia, vuol dire inimicarsi una bella fetta di pubblico nostrano (il 60% stando a recenti sondaggi), per fortuna Moretti non si è mai posto questi problemi, come dice lui stesso "non è mai stato imparziale".
    Sentire le voci dei cileni italiani mi ha fatto aprire gli occhi dinnanzi ad una storia che io conoscevo per sentito dire, ma di cui non ho letto nulla e visto nulla.
    Standing ovation finale nel cinema in cui è stato proiettato e va bene così, vuol dire che non tutto è perduto.


    Ufff, che fatica, ho dovuto lasciar fuori i Loro di Sorrentino per questa classifica.

    RispondiElimina
  2. 3 - La ballata di Buster Scruggs
    Quando i Coen tirano fuori il loro meglio.

    2 - Tre manifesti a Ebbing, Missouri
    Due palle così. Una storia potente, raccontata in maniera originalissima.

    1 - Cold War
    Mai visto raccontare una storia d'amore in *quel* modo. Secondo me diventerà materia di studio per futuro cineasti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cold War non l'ho visto e mi dispiace un sacco, ne avevano parlato benissimo.

      Comunque tutti questi film dimostrano quanto potente sia stato il 2018, Tre manifesti non è entrato nella mia classifica per poco

      Elimina
    2. Guardalo assolutamente, quando uscirà in streaming/DVD. Ci vuole un BEL coraggio a giocare così con le aspettative dello spettatore.

      Elimina
  3. Non se si può fare ma intanto ne nomino solo uno, per il punteggio da 3voti:

    L'isola dei cani

    Stupendo film di animazione/stop motion, bella la storia, bello il modo in cui è stata raccontata e bella la musica che la accompagnava.

    RispondiElimina
  4. 1) Bohemian Rapsody
    2) Ready Player One
    3) Avengers: Infinity War

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio le veci del Doc,spiegate il motivo delle scelte

      Elimina
    2. 1) Adoro i Queen
      2)Erano 7 anni che aspettavo questo film dopo aver letto il libro
      3)il miglior cinecomic del 2018 per me

      Elimina
    3. fuori classifica per "the disaster Artist" - per chi sa cos'è The Room è stato divertentissimo

      Elimina
  5. Io come sempre mi segno milioni di film da vedere e poi non ne vedo manco uno...

    RispondiElimina
  6. 3) Blackkklansman
    Finalmente un film con tematiche importanti che non sembra fatto per essere un accalappia oscar, ma proprio per essere un film, e pure divertente e tecnicamente incredibile. Grazie Spike.
    2) La ballata di Buster Scruggs.
    Un western anni 50, uno spaghetti western, freaks di Todd Browning, la saga di Paperon de Paperoni, Romeo e Giulietta e una riflessione della morte degna di Bergman, il tutto diretto, scritto, interpretato e fotografato da Dio. Che volere di più?
    1) Dogman
    È entrato immediatamente, insieme ai due migliori degli anni scorsi (dunkirk e la la land) nella mia top 25 di film preferiti in assoluto. Un film crudo, una sorta di taxi driver italiano, con un personaggio che passa dall'essere il bonaccione della compagnia, quello a cui tutti vogliono bene pur non prendendolo mai sul serio, ad un outsider vero e proprio, fino a cambiare ruolo col proprio aguzzino. Una parabola cruda, che mostra come alla fine noi siamo animali. Capolavoro.

    RispondiElimina
  7. 3) Spider-Man - Un nuovo universo: perchè anche da non appassionato delle storie del Ragno l'ho trovato un film visivamente incredibile, decisamente divertente e con un paio di momenti da bruscolotti nell'occhio... Grazie Doc per la rece che mi ha dato la possibilità di scoprire questo gioiellino
    2) Il Vizio della Speranza: perchè come Dogman è un film durissimo, diretto, bellissimo. Ma il messaggio, quella voglia di "restare umani" in tempi così oscuri è potentissimo.
    1) Tre manifesti a Ebbing, Missouri: una storia forte, raccontata con forza e dolcezza estrema, un film che strazia il cuore e poi lo ricuce a suo modo. Oltre alla storia anche una prova impressionante di tutto il cast: dagli Oscar Frances McDormand e Sam Rockwell, passando per uno splendido Woody Harrelson, fino a Peter Dinklage tutti rasentano la perfezione attoriale

    RispondiElimina
  8. Ok, ci ho pensato, ecco gli altri miei voti:

    2 punti a Bumblebee, perché anche se non è questo capolavoro ci sono i veri trasformer che speravo di vedere al cinema.
    E ogni volta che ci penso mi domando "ma cosa gli ha dato la testa a Michele Baia per fare dei robot così orrendibrutti?"

    1 punto al film "La banda Grossi" , basato sulla storia vera del brigantaggio che imperversò dalle mie parti, copioincollo da Wikipedia:

    ""La banda Grossi è stata un'organizzazione brigantesca del Risorgimento italiano che operò nell'area settentrionale della regione Marche, tra il 1861 e il 1862. Prende il nome dal suo capobanda, Terenzio Grossi.

    Nota come uno dei fenomeni più settentrionali di brigantaggio risorgimentale, all'alba dell'Unità Nazionale la banda Grossi fu autrice di numerosi ed efferati delitti, compiendo omicidi, occupazioni armate di paesi, rapine e furti in tutta l'area del Montefeltro, della Val Metauro e della Valle del Cesano.""

    RispondiElimina
  9. 1) "L'Uomo Che Uccise Don Chisciotte": ho un rapporto conflittuale con Terry Gilliam. Ho adorato il suo lavoro con i Python (anche se fatico a considerarlo un membro effettivo del gruppo), ho odiato " La Leggenda Del Re Pescatore", mi è piaciucchiato "Parnassus" e non ho grossi ricordi de "L'Esercito Delle 12 Scimmie" ma questo film l'ho adorato! Un'incredibile riflessione sui danni che può creare sugli altri l'ambizione di uno.
    2) "Gli Incredibili 2": si tende sempre a considerare i seguiti solo quando sono migliori o peggiori dell'originale e a liquidarli via quando sono all'altezza dell'originale, quando in realtà andrebbero considerati. Questo è un ottimo approccio alla realizzazione di un seguito: non una copia pedissequa del primo ne una sua versione larger than life, semplicemente un altro film di pari livello;
    3) " Mission: Impossible - Fallout": uno dei miei preferiti di tutta la saga, insieme al primo e al quarto. Una buona summa degli elementi chiave del telefilm e della saga. Ad un profano i trucchetti con le maschere e finte camere d'ospedale possono sembrare stantii, ma per chi sa, sono una vera goduria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti ha intrigato il lavoro di Gilliam, ti consiglio di vedere Lost in La Mancha, un documentario uscito diversi anni fa, dopo che la prima produzione del film andò in malora per una serie innumerevoli di sfighe.

      Ps. il mio film preferito è "Paura e delirio a Las Vegas". L'avrò visto centinaia di volte, al punto che conosco le battute a memoria di quasi tutto il film.

      Elimina
    2. Già visto due o tre volte, grazie comunque della segnalazione.

      Elimina
    3. E non Brazil, Code2? Non siamo più amici. Così è deciso, l'udienza è torva.

      Elimina
    4. Le 12 scimmie per me è il capolavoro di Gilliam

      Elimina
    5. Bellissimo, sì. Ma per me Brazil non si batte :)

      Elimina
    6. Doc ti lovvo sempre di più <3

      Elimina
  10. ne metto in lista 2:

    1) avengers infinity war, perchè la sola scena dell'arrivo di thor sulla terra vale il prezzo del biglietto ed è una delle più badassiche di sempre
    2) bohemian rhapsody, because i'm just a poor boy and nobody loves me

    RispondiElimina
  11. Allora:
    3) Black Panther: Uno dei migliori film dell'MCU, molto divertente e ricco d'azione, ottimi protagonisti e eccellente colonna sonora!
    2) La forma dell'acqua (che è uscito in Italia a febbraio!): Del Toro ci regala una vera e propria favola per adulti. C'è tutto un significato profondo su chi siano i veri mostri.
    1) Avengers - Infinity War: Il penultimo capitolo degli Avengers, un'unica enorme battaglia contro Thanos e suoi con una montagna di protagonisti e di ambientazioni. Un finale che ha lasciato a bocca aperta tutti!

    RispondiElimina
  12. Lorenz =^. .^=5 gennaio 2019 14:10

    1. Tre manifesti a Ebbing, Missouri*: mi è piaciuto tutto: Francis McDormand bassista carismatica, la storia, la sceneggiatura, la fotografia, l’evoluzione dei personaggi, il finale.
    E mi è piaciuto il rispetto di McDonagh per i propri personaggi: altri, al posto suo, avrebbero indugiato morbosamente su dramma familiare, senso di colpa, scene di pianto e redenzioni. Lui no: i casini, se vuoi, te li lascia intuire, ma poi si tira dritto

    2. BlacKkKlansman: e quando sembra che tutto sia finito (quasi più o meno) bene, Lee ti sbatte addosso gli scontri di Charlottesville e ti ricorda che quegli idioti razzisti che abbiamo appena finito di sfottere purtroppo ci sono davvero. (Comunque te ne ricordavi già quando sei entrato in sala: da noi c’è tutto il campionario).
    Bella l’interpretazione asciutta di Adam Driver: sta diventando proprio bravo.

    3. Spider-man nuovo universo: dopo i commenti entusiastici, qui nell’Antro, sono andata a vederlo aspettandomi un capolovorone. E lo era :D Mi sono affezionata anche al robottino giappo-nuevayorkese.

    *Vale, vero? Qui da noi è uscito a gennaio 2018

    RispondiElimina
  13. 1) I Segreti di Wind River: TRE punti a questo belissimo western moderno, non c'é una sola cosa sbagliata in questo lungometraggio, le inquadrature, i dialoghi, la recitazione, il ritmo, con un amico ci siamo sorpresi durante la visione a dirci quanto bello sia.

    2) Tre manifesti a Ebbing, Missouri: DUE punti a questa magnifica opera d'arte sempre ambientata nella periferia statunitense che racconta una storia di conflitti e vendetta con un finale totalmente inatteso. Davvero un gioiello.

    1) Ben is Back: UN punto per questo film che mi ha davvero commosso, visto l'ultimo dell'anno per salvare la stagione. Merita davvero, recuperatevelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'rca puttana, è vero, I segreti di Wind River è uscito da noi quest'anno, non cambio la mia classifica ma si meriterebbe almeno un punto

      Elimina
  14. Ripropongono esattamente quanto scritto in un mio post analogo

    3° posto: Jumanji – Benvenuti nella giungla. Mi sono veramente ricreduto. Per quanto apprezzi The Rock come attore, non pensavo possibile dare un seguito al primo Jumanji. Un film leggero, ma veramente ben gestito e retto da un buon cast al suo interno.

    2° posto: Avengers: Infinity War. Non nascondiamoci dietro un dito, è il miglior cinecomic visto fin’ora, questo è praticamente innegabile.
    Ha un difetto? certo, è metà film. Però far quadrare dieci anni di universo cinematrografico è stata un’impresa titanica.

    1° posto: Ready Player One. Praticamente a pari merito con Infinity War, ma per me il film di Spielberg merita la medaglia d’oro quest’anno. Visivamente spettacolare, coinvolgente e pieno zeppo di citazioni che pescano a piene mani dalla cultura pop. Storia banale? vero, ma chissene, aggiungerei.

    RispondiElimina
  15. Denis StayRock5 gennaio 2019 14:52

    3° posto: Black Panther
    Finalmente uno dei nostri cari bassisti carismatici si guadagna il palcoscenico e il fulcro dell'azione. Trama magari non originalissima, ma assolutamente coinvolgente, e a livello scalciacoolico siamo fuori scala.

    2° posto: Avengers: Infinity War
    Già solo l'entrata in scena di Cap vale il prezzo del biglietto (rigorosamente non treddì ), e tutto il resto è grande-grandissimo intrattenimento. Se nella prossima edizione in bluray mi raccolgono in una video-reaction i pianti e i singhiozzi dei mocciosi al famoso schiocco di dita, si candida a film del decennio.

    1° posto: Ready Player One
    Dopo la lettura del libro, un piccolo sogno che si realizza. Siamo negli anni giusti, dopotutto, perché alcune di queste cose possano prendere finalmente vita sullo schermo. Ed è uno dei lati buoni del millennio (il resto, ahimè, è sconsolante -ma non siamo qui per parlare di questo).
    La battaglia finale verrà dichiarata Patrimonio dell'Unesco del cinematrografò nel duemilallasaluteventù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "...Già solo l'entrata in scena di Cap vale il prezzo del biglietto (rigorosamente non treddì )..." Concordo in pieno!

      Elimina
  16. 1) Bohemian Rhapsody. In barba alla trama romanzata rispetto alla storia originale dei Queen, sono rimasta a bocca aperta per la somiglianza e la bravura degli attori, di come hanno saputo ricreare la magia di canzoni che sono di tutti noi e sanno emozionare sempre. Chi non lo ha visto al cinema si è perso una grande esperienza. Lacrime e batticuore a badilate.

    2) Moschettieri de Re - La penultima Missione. Ho riso tutto il tempo, come tutti in sala. Questo film è la dimostrazione evidente che la commedia italiana è viva e non si riduce per forza alle poracciate degli youtuber che si improvvisano attori, perché di attori veri e bravi ne abbiamo ancora, per fortuna.

    3) Notti Magiche. Non so perché i film di Virzì non abbiamo tutto il richiamo mediatico che meritano. Io voglio premiare questo film perché è un arguto ritratto del mondo del cinema italiano, quando c'erano registi che venivano osannati in tutto il mondo, anche se in realtà il microcosmo di Cinecittà e dintorni era un postribolo di paraculi e opportunisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brofist per Virzì! Anche per me è un grande e non lo si dice abbastanza (ma Notti Magiche ancora devo recuperarlo, uffa).

      Elimina
  17. 1) Spiderman: into the Spiderverse.
    Il migliore cinecomic mai realizzato; ha tutto quello che si cerca in un film di questo genere: azione, trama, personaggi carismatici e sensati! Bellissimo
    2) Bohemian Rhapsody.
    Ho sempre apprezzato molto i Queen e questo film è un film assolutamente ben riuscito: ci sono dei nei, ma niente che sia in grado davvero di inficiare il gradimento per la pellicola ed ancora di più la sua resa.
    3) scelta difficile... The shape of water.
    Film molto piacevole, con uno stile assolutamente unico e riconoscibile. Mi ha commosso a modo suo, mi ha colpito in più modi. Merita un punticino.

    RispondiElimina
  18. Purtroppo non sono ancora riuscito a vedere un paio di film “da classifica” (SpiderMan su tutti), ma mi cimento lo stesso.
    1) Avengers: Infinity War - Prima parte del gran finale di 20 film diversi. Riesce a fare coesistere tutti i protagonisti, a spiazzare per la trama e a lasciare un mega Hype per il suo seguito.

    2) Gli incredibili 2 - La Pixar, ottima come sempre, sforna un seguito non banale in un periodo sovraffollato di super eroi al cinema. Bella storia con interessanti sviluppi dei personaggi.

    3) Ready Player One. Gran ritorno di Spielberg al fantastico puro. Un film con gran ritmo che (e detta da una pdf come me vale moltissimo) si lascia perdonare tutte le differenze col romanzo.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. 1. Roma di Alfonso Cuarón
    Un film attuale e potente. Così semplice da lasciare a bocca aperta. Uno spaccato di umanità raccontato come solo Cuarón sa fare. E lo ha fatto senza l'uso dei colori

    2. BlacKkKlansman di Spike Lee
    Una storia vera che sembra finta, dove vanno in scena la boria e la stupidità di una grossa fetta di ceto americano, mostrando le due facce della stessa medaglia nota come USA.

    3. Zan di Shin'ya Tsukamoto
    Tsukamoto con il suo Tetsuo è uno dei padri del cyberpunk. Con Zan però il regista giapponese (tra i miei preferiti) si è lanciato con forza di nuovo in un film in costume, con i piedi ben piantati per terra, interrogandosi sul valore della guerra nell'Era Tokugawa, continuando un percorso cominciato con il suo precedente film Fires on the Plain (sulla II guerra mondiale), ma mantenendo chiaro il suo punto di vista ipercritico nei confronti della società giapponese.

    Minzione speciale 1: Brolin / Thanos in Avengers Infinity War capace di dare vita e senso a un film che altrimenti sarebbe stato un vero casino.

    Minzione speciale 2: Suspiria di Luca Guadagnino, che in USA è uscito nel 2018 ma da noi solo in 'sti giorni. Ma anche se non candidabile, è uno dei reboot/remake più interessanti dopo lo Scarface di De Palma.

    RispondiElimina
  21. 1) Bohemian Rhapsody, perché adoro i Queen
    2) Avenges Infinity War, perché per ora è la summa del MCU
    3) Spiderman Nuovo Universo, bellissimo, c'è Spider Gwen, la tecnica di animazione è originale...

    RispondiElimina
  22. 1) Tre manifesti a Ebbing, Missouri. Potentissimo, con la giusta dose di umorismo nero, e un cast incredibile.
    2) Wind River. Riprendendo un commento poco sopra, di fatto è un riuscitissimo western moderno con un'ambientazione pazzesca.
    3) BlacKKKlansman. Ottimo poliziesco, divertente soprattutto quando prende giustamente in giro il Ku Klux Klan, ma anche in grado di lanciare un messaggio forte (di cui abbiamo ancora bisogno nel 2018).

    RispondiElimina
  23. Arrivo ora e, leggendo tutti questi commenti, vorrei avere più tempo per vedermi almeno 5-6 film che ho perso durante l'anno! Ma il tempo stringe, quindi:

    1) Avengers Infinity War: Che dire, il film penso sia il più riuscito in tutto il MCU, e dire che mette una scimmia pazzesca per il seguito è dire poco. Non potevano farlo meglio
    2) Tre manifesti: è uno dei pochi film (e basterebbe questo) di livello visti quest'anno: una di quelle black story che tanto amo e apprezzo, anche grazie ai Cohen che invece non ho ancora visto, chissà a che posto starebbero ora
    3) Black Panther: il fatto di aver visto pochissimi film quest'anno, e soprattutto nessuna nuova uscita tra agosto e dicembre, influisce su questo mio voto: gli altri due forse gli avrei messi in quasi tutte le mie possibili top 3, mentre black panther non lo considero altro se non un ottimo cinecomic: fatto bene e quadrato. Di certo non mi ha fatto saltare dalla sedia, ma non si può che uscire dalla sala soddisfatti

    RispondiElimina
  24. Premessa doverosa: per i soliti motivi ormai vado al cinema sempre meno e di conseguenza molti film usciti quest'anno devo ancora recuperarli.
    Non potendo quindi scegliere da un elenco corposo, andrò dove mi porta il cuoricino nerd:

    1) Solo (a Star Wars story)
    Perché é un onesto e diverso nuovo film di Star Wars. Tipo un episodio 8 ma venuto bene. Ingiustamente massacrato al box Office anche a causa di scelte di marketing sbagliate.

    2) Deadpool 2
    Perché consacra quanto di bello già visto nel primo pigiando ancora di più sull'acceleratore senza risultare un piatto sequel. Grande vittoria di Reynolds che ha portato la sua visione fino alla fine dopo l'abbandono del regista: ormai non si distingue più Ryan da Wade e viceversa

    3) Bohemian Rhapsody
    Un biopic da incorniciare per ritmo e stile, nonostante la storia tu (creda) di saperla. Solo terzo posto perché per quanto rami malek si impegni tantissimo, Freddy resta inimitabile e manco per un secondo ho creduto fosse lui.

    RispondiElimina
  25. Facile facile:
    3 Black Panther: il miglior film dell'anno dedicato a un singolo supereroe
    2 Spiderman un nuovo universo: il miglior film d'animazione dedicato a un supereroe
    1 Avengers Infinity War: il miglior film dell'anno dedicato a un gruppo di supereroi

    RispondiElimina
  26. 1-Spiderman un nuovo universo: in assoluto il miglior film di spiderman mai fatto, azione, comicità, dramma ecc. Tutto quello che si può desiderare da un film di spiderman. Esteticamente spettacolare, un fumetto che prende vita sul grande schermo una cosa cosi non si era mai vista, perfetto nella costruzione dei personaggi della storia, regia spettacolare insomma un film che sfiora la perfezione assoluta
    2-The Disaster Artist: il film che narra l'incredibile storia di uomo dei film più brutti della storia, ma sopratutto la storia di un amicizia incredibile e commovente, la storia di un uomo che contro tutto e tutti crede nel suo sogno anche se tutti gli dicono che non ha talento e che non riuscirà mai a realizzarlo, James Franco da Oscar e una messa in scena incredibile, sembrava davvero di vedere il The Room originale
    3-Loving Vincent: Il primo (ed unico) film d'animazione dipinto della storia del Cinema, la storia meravigliosa sulla vita di Van Gogn vista attraverso le parole e i ricordi di chi l'ha conosciuto, il bellissimo rapporto con il fratello, la vita tormentata di uno dei più grandi geni della storia umana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loving Vincent è del 2017 (https://it.wikipedia.org/wiki/Loving_Vincent#Distribuzione).

      Elimina
    2. Confermo, hai un'altra preferenza per il terzo posto?

      Elimina
  27. 1)La Ballata di Buster Scruggs: dopo la bruciante delusione di "Ave Cesare!" i fratelli C. tirano fuori un film uscito un po' in sordina ma che risulta geniale nella sceneggiatura e nella realizzazione, film capolavorò a episodi, mi sono piaciuti davvero molto tutti (l'ultimo un po' meno).
    2)Deadpool 2: degno sequel del primo, divertente e spettacolare.
    3)Hotel Artemis: film cyberpunk non perfetto ma interessante, tanto che ha scalzato per la medaglia di bronzo il mucchio di filmoni menzionati qui sotto.

    Menzioni a pioggia : Pupazzi senza Gloria, Avengers Infinity War, Gli Incredibili 2

    RispondiElimina
  28. 3) Avengers:Infinity War, per tanti motivi ma sopratutto due: il Capitano ed il Tonante, così come devono essere!

    2) Il verdetto - A single Act, perché è un film che commuove, coinvolge, fa riflettere, discutere ed Emma Thompson è una donna di una classe immensa.

    1) I segreti di Wind River, bellissimo, con personaggi stupendi, una recitazione asciutta, dei dialoghi bellissimi e delle frasi buttate lì come sentenze! Grazie al Rrobe per averlo segnalato!

    RispondiElimina
  29. 1) I segreti di Wind River: titolo insulso a parte, uno stupendo western moderno (ho scoperto che esiste sto sotto genere grazie a questo film, e ne sono assai felice). Bella la storia (ho un debole per le vendette), ma ciò che più mi è rimasto impresso credo sia l'atmosfera, trasmessa grazie a dei paesaggi mozzafiato inquadrati magistralmente (ma in generale è molto bello visivamente)

    2) Revenge: banale e lineare nella sua trama, ma a livello di "pancia" l'ho trovato bello. La tipa è troooppo tosta, e anche questo visivamente è tanta roba.

    3) Tre manifesti ad Ebbing, Missouri: questo film non mi ha preso troppo, ma tanto rispetto per i personaggi complessi e sfaccettati. Penso che sia nel complesso superiore a Revenge, ma ho deciso di premiare quello che mi ha gasato di più.

    Menzione d'onore a Il giovane Karl Marx, perché è un film interessante. Però potevano farlo meglio a mio avviso, Marx piace ma è un po' fiacco il film... E per restare in tema comunismo, anche Morto Stalin se ne fa un altro non è niente male.

    RispondiElimina
  30. Spider-man into the spiderverse
    Semplicemente un trip di animazione selvaggia mia visto prima
    Hereditary
    Il miglior horror dell'anno, paura vera e Toni Collette bravissima
    Mandy
    Nicholas Cage che sclera per tutto un film, c'è bisogno di dire altro?
    ...Mandy però è uscito credo solo al Torino Film festival a novembre, se non vale prendo
    Blackkklansman
    La dimostrazione che Spike Lee è sempre un grandissimo autore e che Adam driver è un figo.

    RispondiElimina
  31. 1)Avengers Infinity War
    Uno dei migliori della Marvel sino ad ora, grandi battaglie e un finale che mi ha fatto scendere il lacrimone, Top sicuramente Thor per la sua entrata fantasmagorica, Flop Starlord per il casino che combina (non essendo un lettore di fumetti non mi sarei mai aspettato una mincheeata simile)

    2)Deadpool 2
    Divertente come e più del primo, Love Wade

    3)MI6: Fallout
    Il migliore della saga dopo l'inimitabile primo film, Tom inossidabile e un grandissimo Simon Pegg.

    Grazie a te Doc ho la possibilità di scoprire film di cui non sospettavo nemmeno l'esistenza, ora devo solo trovare il tempo di recuperarli :D
    Una domanda Doc, si può fare anche una classifica flop?

    RispondiElimina
  32. Al terzo posto: Zombie vs Zombie: One Cut of the Dead. Uscito credo in quindici sale per tre giorni, è un film incredibile, ambiziosissimo e che riesce a dire qualcosa di nuovo non solo sullo zombie movie, ma sul cinema in generale. Meta-cinema triplo carpiato, da vedere tutto d'un fiato, senza farsi scoraggiare dal primo atto.

    Al secondo posto: Dogman. Clamoroso, recitato benissimo, diretto meglio, un film senza sconti, senza redenzione, senza eroi e senza giustizia, che lascia addosso una sensazione di malessere che permane per giorni.

    Al primo posto: Il Filo Nascosto. Come l'alta sartoria che racconta, così anche il film è delicato, raffinato, morbido, chirurgico ed elegantissimo. Una parabola sul potere (Anderson non parla d'altro) che si declina questa volta nel rapporto di coppia, nella danza di promesse e compromessi, controllo e indulgenza, sottomissione e dominazione, aspettative, manipolazione e raggiungimento di un equilibrio paradossale e perfetto, cucito sulla coppia come nuova identità; un film non tanto sulla difficoltà dell’amare, quanto su quella dell’essere amati. Con un'ultima (?) interpretazione di Daniel Day Lewis indimenticabile.

    Menzioni d'onore in ordine sparso: La Ballata di Buster Scruggs (perché i Cohen fanno film con la facilità con cui io mi lavo i denti e perché fa venir voglia di vederne altri mille dei loro piccoli episodi), Tre Manifesti ad Ebbing, Missouri (perché il regista manipola lo spettatore proponendogli una finta parabola di redenzione e, così facendo, mostra il processo alla base della genesi, accettazione e legittimazione della violenza), First Man: Il Primo Uomo (perché restituisce la claustrofobia e la morte insensata ai film dello spazio, senza dimenticare il tema dell'incompatibilità tra ambizione e affetti caro a Chazelle) e Spider-Man: Un Nuovo Universo (perché è una boccata d'aria fresca).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai idea quanto mi dispiaccia non aver visto al cinema Il filo nascosto, è stato nominato miglior film dell'anno da molti siti che seguo

      Elimina
    2. Per me è stato amore a prima vista. Guarda il lato positivo: te lo potrai godere immediatamente in lingua originale, in cui il talento delle interpretazioni brilla ancora di più!

      Elimina
  33. Mi sa che saremo tutti abbastanza monotoni (non ho ancora letto gli altri commenti).
    Identificare i tre titoli che ho visto in questo 2018 non è stato difficile. Semmai più complicato scegliere le posizioni...

    3) Infinity War. Bel film, ma giudizio sospeso in attesa del "secondo tempo". Visto una volta al cinema che avevo vicino al momento dell'uscita, e poi rivisto in IMAX. La Marvel oramai può permettersi di osare sapendo che comunque difficilmente floppa. E se poi metti i fratelli Russo dietro la presa, anche noi siamo abbastanza sicuri che andiamo vedere un capolavoro. Ora attendiamo quelli del 2019, che si prospettano degni eredi!

    2) Spider-Man. Non ho visto i trailer subito, ma vedendo la scimmia di molti amici nerd, mi sono fidato. Ho sentito parlare della saga cartacea come mediocre e incasinata. Questo film, oltre ad essere innovativo, è straordinariamente complicato e lineare allo stesso tempo. Il cuginetto e i suoi amici con cui sono andato a vederlo (scuole elementari, anche se nerdicamente plasmati anche per colpa mia) hanno capito tutto. Da rivedere, sicuramente, più e più volte. Sarebbe un crimine non farne sequel e spin-off (sempre che riesca loro replicare il capolavoro)

    1) Ready Player One. Avevo intenzione di leggerne il libro, dopo averne letto in questi lidi la recensione, ma a furia di rimandare... l'ho letto in inglese formato tascabile solo dopo averlo visto due volte al cinema: pellicola e poi digitale presso LA CATTEDRALE: sua maestà il cinema Arcadia di Melzo. Soldi ben spesi, film sapientemente diretto da un vecchietto che dopo tanti anni ancora scoppina i giovincelli colleghi che non riescono a coglierne forse la magia del suo mestiere. E niente, visivamente eccezionale, narrativamente semplificato rispetto al libro ma guadagnandone in ritmo, direi che ce ne ricorderemo per un bel po'.

    2018 comunque con tanti bei film, l'impressione che ho è che l'anno passato sia stato migliore dei precedenti. Ne ho ancora parecchi da vedere, di film, e altri ne ho visti senza però metterne qui. Recupererò quanto prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che hai ragione saremo un po' monotoni :-) stessi tuoi films ma invertite le posizioni.

      Elimina
  34. 1) Spiderman un nuovo universo perché ha delle animazioni stupende e che non avevo mai visto: un vero e proprio fumetto in movimento
    Il 2 ed il 3 li aggiungo in coda appena ho un po' di tempo e prima della scadenza spero xD

    RispondiElimina
  35. Eccomi, le mie preferenze sono:
    Game night, terzo posto, un thriller travestito da commedia con Jason Bateman, attore a mio parere sottovalutato ma che a me piace molto, se non altro perché mi ricordo quando faceva i telefilm da regazzinalo, essendo coetanei. Comunque film divertente e anche cattivo, con al centro i board game e una critica a chi vuole sempre vincere.
    Secondo posto Black Panther, una piacevole sorpresa, una storia che mantiene le promesse di epicità che i film di Thor non sono mai riusciti a trasmettere, inoltre una riflessione su razzismo e diversità nemmeno troppo velate.
    Prima posizione A Quiet Place, per il senso di angoscia e l'ansia costante che trasmette, inoltre, per una volta, i protagonisti non si comportano alla Carne Morta, cit. Hot shots, ma cercano di sopravvivere alla situazione in maniera realistica.

    RispondiElimina
  36. Visti pochi film come sempre, e ancora meno di usciti quest'anno.
    Voglio premiarne uno solo

    1) The disaster artist
    Per me un gran film. Conoscevo già il "capolavoro" The Room, mi aspettavo un semplice documentario comico pieno di assurdità. Invece, oltre a questo (voglio dire, se fai un film in cui racconti la storia di Tommy Wiseau comicità e nonsense non possono non essere presenti) è anche una storia molto bella, a tratti addirittura toccante, di un'amicizia delle più strane.

    RispondiElimina
  37. (perché i commenti devono sempre sparire a caso facendomi tirare una pioggia di bestemmie? PorcoThor!)


    1 - Avenger: Infinity War, perché con tutta la gente che c’era rischiava di essere un bordello di dimensioni “titaniche” (ahahah), e invece i Russo hanno gestito il tutto da dio (anche e soprattutto il dio). E poi c’è Groot.

    2 - Black Panther, perché un film di “tizi vestiti da supereroi” così figo era riuscito in precedenza solo a Nolan, perché il passaggio di Jordan da Torcia spenta a Killmonger ha del incredibile, perché Gurira non è Sansone e anche rasata è una bomba, perché paradossalmente c’era più guerra civile qui che in Civil War, e perché in generale è un film fighissimo! Però non c’è Groot.

    3 - La forma dell’Acqua (visto giusto ieri, per il rotto della cuffia)(e sperando che il Fesival di Venezia del 2017 non conti come uscita in Italia), perché la storia è davvero interessante e ben gestita, e considerato il budget è visivamente eccellente. E poi perché il resto delle cose che ho visto non erano un granché XD.


    Avrei forse messo "Professor Marston and the Wonder Women" al terzo, ma non riesco a capire se è eligibile o meno (in Italia non è uscito al cinema).

    RispondiElimina
  38. Visto che l'ho appena visto (e mi si perdoni il gioco di parole)...
    Io voto SPIDER - MAN: UN NUOVO UNIVERSO.
    Perche' e' un film PAZZESCO (e non solo visivamente).
    Perche' non ti devi inventare chissa' cosa. Basta sviluppare una BELLA STORIA e saperla raccontare BENE.
    E a occhio e croce...e' proprio quello che hanno fatto.
    Perche' mi ha stupito ed esaltato, e me lo sono goduto insieme alla mia dolce meta' e alla mia piccola quando ormai non ci speravo piu'. In una sala semivuota e al riparo da invasioni barbariche di regazzini maleducati e rompipelotas con genitori indifferenti al seguito.
    E quando sono uscito dal cine...mi sono sentito davvero una persona FELICE. E MIGLIORE.
    Ho fatto bene a non perderlo.

    ATTENZIONE!!
    POSSIBILI SPOILER (ma anche no. Io ce lo metto comunque)!!
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    Per un attimo ho pensato che lo Spider - Man che si vede all'inizio fosse Ben Reilly...

    RispondiElimina
  39. 3) Avengers Infinity War, a parte alcune cose discutibile il fim ha dei bei toni epici e oggettivamete intrattiene bene, e' un degno capitolo semifinale di una cavalcata di 10 anni

    2) Ready Player one: l'orgia di citazoni e di fan service mi ha gasato la mano di steven si vede e quel sapore di film anni 80 si sente. Beh poi la scena dal Gundam.....

    1) Spiderman un nuovo universo direi per tutti motivi citati da Doc nella sua recensione, speriamo che continuino.

    PS io al cinema vado solo con mio figlio di 10 anni, e' una cosa nostra ed e' meravigliosa quindi nn voletemene se nn ho messo roba "impegnata"

    RispondiElimina
  40. 3 - Solo, A Star bla bla bla: sebbene oggettivamente non regga in confronto a Rogue One, è comunque un buon film che, senza scadere nell'essere un banale action movie nello spazio farcito di contentini per nerdoli muniti di spade laser, trasmette la forza dell'universo di Lucas e delle sue atmosfere fatte di esseri bizzarri e pianeti alieni.

    2 - Tre manifesti a Ebbing, Missouri: film sulla rabbia e sulla violenza umana; raccontato e girato magistralmente con personaggi ben scritti e interpretati da ottimi attori. McDormand scalciaculi badassica.

    1 - L'isola dei cani: gioia per le cornee dal punto di vista tecnico, atmosfera stupenda e inquietante quanto basta, storia intrigante e atipica, il tutto accompagnato da una colonna sonora ed effetti audio che ben si amalgamo con le immagini su schermo: masterpezzo personale di questo Duemilaediciottimo.

    [non ho ancora visto Spiderman :( ]

    RispondiElimina
  41. Se vale, ecco la mia lista:

    3) "Ready player one" di S. Spielberg ed "Avengers Inifity War" di A. e J. Russo: il meglio dei blockbuster, anti-classico il secondo e politico e teorico, il primo.

    2) "'L'isola dei cani" di Wes Anderson "Spiderman un nuovo universo": l'animazione, in tutte le sue forme, al meglio nel 2018 ( e forse anche oltre)

    1) "Chiamami con il tuo nome" di L. Guadagnino e "La truffa dei Logan" di S. Soderbergh : sublimi esercizi di cinema.

    Menzioni per "Mirai no mirai", "Zombie contro zombie"e "Soldado".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio tu debba scegliere un solo titolo per gradino del podio. Nel primo punto delle regole il Doc dice di scegliere solo tre film

      Elimina
  42. 3) Bumblebee, perché hanno reso i Transformers come dovrebbero essere.
    2) Gli Incredibili 2, perché dietro la facciata di un film Pixar c'è sempre attenzione verso il mondo
    1) Avengers Infinity War, perché finalmente sono tutti sullo schermo..e funzionano!

    RispondiElimina
  43. 1° posto: Spider-Man - Un nuovo universo, e il perché lo spiega, meglio di come potrei mai fare io, il Rrobe nella sua recensione su ScreenWEEK:
    Sul serio, questo è il primo film del nuovo secolo. Il perfetto ibrido di tutti gli altri linguaggi. Un mash-up totale che sembra quasi troppo, ma che poi ti prende e ti rapisce, insegnandoti un linguaggio nuovo, una forma nuova, che fa apparire vecchie tutte le altre. Qualsiasi cosa vedrete dopo questo film vi sembrerà spenta, lenta e piatta.
    Un capolavoro. Niente meno che un capolavoro che sarà una pietra di volta per tutto quello che verrà.
    Questo film è il futuro. E forse, qualcuno, lo odierà per questo.
    Perché la musica non è mai troppo alta, siamo noi che diventiamo troppo vecchi.

    Visivamente e tecnicamente troppo avanti. E poi c'è il Ragno. Anzi. I Ragni.

    2° posto: Animali fantastici - I crimini di Grindelwald:, perché il personaggio di Newt Scamander mi sta piacendo molto e la saga è una piacevole estensione del mondo del maghetto raccomandato.

    Per il terzo posto sono parecchio combattuto tra tre film completamente diversi, anche se collegati in un certo senso dal genere: due sono cinecomic (eh si, tecnicamente anche il primo lo è, essendo l'adattamento di un fumetto made in USA) ed il secondo, come il terzo, è un film sui supereroi mascherati, anche se non è tratto da un fumetto sui supereroi mascherati.
    Tutte e tre storie di eroi più o meno super quindi: la battaglia di una coraggiosissima ma spaventatissima bambina nerd (I Kill Giants), il seguito di - cit. indovinachì? - una delle pellicole sugli omini in tutina meglio riuscite mai viste (Gli Incredibili 2) ed il primo tempo dell'orgia orgasmica Marvel (Avengers: Infinity War).

    Premio con il 3° posto: I Kill Giants, perché ho adorato il fumetto ed il film è riuscito nell'ardua impresa di riuscire a non deludere le aspettative ed essere abbastanza all'altezza della controparte cartacea, cosa non scontatissima per un'opera derivata.

    RispondiElimina
  44. 1) Deadpool 2 - un film con personalità, oltre che essere solidissimo e lo dimostra il fatto che, pur essendo film comico, resterebbe un capolavoro anche togliendo tutte le battute: la trama, lo spessore dei personaggi e il ritmo resterebbero inalterati. Non poco. Film originale pur rimanendo nel solco.

    2) La ballata di Buster Scruggs, perchè ha personalità, come (quasi) tutti i film dei fratelli Cohen, e ormai sopporto solo i film con personalità.

    3) Avengers Infinity War - finalmente un film di supertizi con personalità [perchè finalmente muore qualcuno (dopo cinque minuti dall'inizio del film), e speriamo non risorgano proprio tutti].

    Buon anno!

    Damnatio memoriae: Grindelwald (una trama incomprensibile e pretenziosa come solo la Rowling sa fare, personaggi interessanti buttati via e personaggi inutili tenuti a forza sullo schermo); Birdbox (idea interessante un po' buttata via nel finale).

    RispondiElimina
  45. allora premetto che quest'anno sono andato poco al cinema e se in questa classifica è possibile inserire anche le retipellicole la mia classifica prevede:
    3) Annientamento - Annilhation perchè è un film visivamente molto interessante con una trama per nniente banale e un messaggio nascosto che fa riflettere parecchio dopo la prima visione del film e mi ha portato a vederlo una seconda volta per cercare di far quadrare i diversi cerchi sparsi per tutto il percorso narrativo;
    2) A quiet place perchè è un horror che si sviluppa attorno ad un buon presupposto e al di là di qualche momento estremamente "mimmo" mi ha tenuto col fiato sospeso;
    1) Hereditary le radici del male perchè visivamente è davvero d'impatto, gioca sul pathos in maniera allucinante, si struttura come un giallo con indizi disseminati per tutto l'arco della trama per cedere ad un finale notevole.

    RispondiElimina
  46. Primo: Avengers Infinity War. Dà ai fan della Marvel (e un po' a tutti i target del film) quello che vogliono e anche di più. Una sfida mettere in scena decine di eroi in modo equilibrato. Uno dei pochissimi film (l'unico?) che ho visto due volte in sala a distanza di pochi giorni. L'arrivo di Thor...

    Secondo: La forma dell'acqua. Delicato, suggestivo, coinvolgente.

    Terzo: Spider-man un nuovo universo. Visivamente notevole, una delle storie più credibili e appassionanti del ragno viste sullo schermo.

    Ce ne sono tanti che devo recuperare: Tre manifesti ad Ebbing, Missouri, Dogman, Ready Player One, La Ballata di Buster Scruggs, Cold War, Hereditary. Riservo gli slot "uscite al cinema" per i Marvel e ne rimangono pochi (ma la maggior parte degli altri, a mio modesto avviso, si possono vedere tranquillamente sul piccolo schermo) :-)

    RispondiElimina
  47. Poco cinema per me quest'anno, quindi la scelta è piuttosto ristretta:

    1) Infinity War. Mettere insieme tutti quei personaggi senza fare un casino allucinante è già di per sé un'impresa Titanica (HAHAHA... ehm). Metterci pure un villain in CG e farlo diventare uno dei migliori cattivi degli ultimi anni è qualcosa di spettacolare.

    2) Annihilation/Annientamento. Intrippantissimo. Devo ammettere che l'ho visto solo per Natalie Portman, ma poi sono rimasto ipnotizzato da tutto il resto, fotografia in primis. La scena con l'orso mi fa venire ancora i brividi.

    3) Deadpool 2. Perché ho riso come un cretino e mi sono anche un pochino commosso (ma io non conto, per commuovermi basta la musichetta dello spot Barilla col gattino)

    RispondiElimina
  48. 1) L'Uomo che Uccise Don Chisciotte, molto probabilmente il film definitivo di Gilliam e il film definitivo sul Cavaliere dalla Trista Figura (ok, dopo la versione di Franco e Ciccio*);

    2) Avengers: Infinity war, evento nerd dell'anno, finito immediatamente nella storia della cultura pop; non vidi L'Impero Colpisce Ancora al cinema ma penso che sia stato più o meno così;

    3) Santiago, Italia, perché ho imparato cose, poi Moretti mito: sta nascosto per tutto il film tranne 30 secondi in cui butta lì una delle sue battute instant cult che passeranno alla storia;

    Menzioni speciali fuori podio:
    - Gli incredibili 2, che riesce ad essere all'altezza del primo e scusa se è poco;
    - Lady Bird, molto carino, Saoirse** Ronan e Laurie Metcalf fantastiche.


    * Scherzo, ma quello Franco e Ciccio non era male, loro due erano perfettamente in parte ed era una trasposizione pedissequa senza sottotesti meta-meta-, che col Chisciotte sono sempre dietro l'angolo ma se non sei bravo come l'ex-Python sono difficili da gestire;

    ** Si pronuncia circa "Sarsha" perché è irlandese, sapevàtelo!

    RispondiElimina
  49. 1) bohemian rhapsody : un film molto coinvolgente e che in una scena mi ha fatto venire anche gli occhi lucidi mentre una mia amica piangeva a dirotto.

    2) ready player one : una gioia per gli occhi nerd , mi ha messo voglia di leggere il romanzo

    3) avengers infinity war : bellissimo preludio all'ultimo film con i vendicatori classici

    RispondiElimina
  50. Quest'anno è uscita cosi tanta roba di pregio, e molta non l'ho ancora vista, che è davvero dura decidere. Non ho ancora visto Roma, per dire.

    1) tre manifesti ad Ebbing, Missouri : fortunatamente i commenti mi hanno ricordato che è uscito quest' anno. Potente, cattivo, col perfetto black Humor. È anche molto delicato in certi momenti. E quanto mi è piaciuto il finale.
    Uno dei miei film preferiti di sempre.
    Ricordo la recensione di Zerocalcare: "ce stà la mcDormand che lancia molotov alle guardie".

    2) La ballata di Buster Scruggs : avrei messo Infinity War se non fossero sbucati i Coen. un mischione di generi che rispecchia la filmografia dei Coen in una manciata di cortometraggi assurdi, divertenti, tragici, tristi, inaspettati, crudi, commoventi. Non tutti allo stesso livello, ma tutti collegati, e soprattutto tutti nel Far West.

    3) Avengers infinity war : perchè, se dopo 10 anni che guardo questi film ci si emoziona sul finale, ci sarà un motivo!

    RispondiElimina
  51. 1' posto: The First Man: riprese incredibili, la sensazione costante di stare in una bagnarola che potrebbe collassare o esplodere da un momento all' altro e un ottimo Ryan Gosling che da il meglio di se anche senza fare lo spaccone. 120 € su amazon il giorno dopo per comprarmi il Saturn V di Lego, spesi benissimo :)
    2' posto: La forma dell' acqua. Sembra passata una vita ma resta un gran film e soprattutto uno dei pochi che valeva la pena di vedere al cinema.
    3' posto: Avengers Infinity war. Troppo facile ma assolutamente imperdibile. Poteva essere un disastro il megafilmone dove appaiono tutti i supertipi insieme e invece è stato fantastico, equilibrato e avvincente. La scimmia che ho addosso da quando sono uscito dal cinema comincia a stancare

    RispondiElimina
  52. 3)TONYA (perché le storie vere di White Trash americani mi affascinano)
    2) DOGMAN (perché non sembra un film italiano..)
    1) TRE MANIFESTI AD EBBING (perchè Frances McDormand è grandiosa ma anche Sam Rockwell e Woody Harrelson non scherzano)
    Controllando sull'INTERnet mi sa che 3 manifesti è del 2017, se così fosse esce di classifica, la 2) diventa 1) e la 3) diventa 2) e se posso rimpiazzarlo metto al 3° Posto ROMA (perchè è di una grande durezza)

    RispondiElimina
  53. Buon anno doc!
    Come ogni anno sono più i film che avrei voluto vedere che quelli che ho visto, banale and sad but true :-)
    Bando alle ciancie ecco la mia top 3 per il 2018

    1. Sette sconosciuti a el Royale. Bello dall'inizio alla fine con un po' di plot twist che non mi aspettavo, sarà che ormai con tutti i trailer, teaser, uno sa cosa aspettarsi, di questo film sapevo poco e niente mi è preso bene
    2. Spider-man - Un nuovo universo. Stesso discorso del numero 1, ne sapevo poco o niente e non ho seguito tutta la campagnia di marketing. Colonna sonora urban (come si diceva negli anni '90) che levati, Notorious B.I.G. in primis. Graficamente appagante
    3. Solo: A Star Wars Story. Non tutto il film, ma quasi tutto, è bello perchè è un crescendo. Enfys Nest è stato il mio personaggio preferito, bella sorpresa. Però il film puzza troppo di "le Avventure del giovane Indiana Jones" Verso l'infinito e oltre!

    ciao a tutti e buona visione
    (Arriva Alita)

    RispondiElimina
  54. 1. Red Sparrow: é l'unico film che quest'anno mi sia davvero piaciuto e di cui mi sia ricordato senza
    spulciare le uscite 2018.
    2. Halloween: non sarà un capolavoro, ma almeno è un ottimo continuo dopo il II. E poi Michael Myers
    ha sempre il suo terrificante fascino.
    3. A Quiet Place: un Horror/sci-fi un po' diverso dal solito, anche se lo scenario è il già visto "post
    apocalittico". Pochissimi dialoghi, bel design dei mostrazzi e buona tensione.

    RispondiElimina
  55. 1. AVENGERS: INFINITY WAR - perchè cazzo la scimmia impazziva e finalmente un film Marvel con un villanzone degno di nota.
    2. L'ISOLA DEI CANI - Geniale, delicato, sopra le righe un casino, stile incredibile un pò come era Fantastic Mr.Fox, ma con bonus di essere ambientato in Giappone, con i giapponesi che parlano in giapponese senza sub e i cani che parlano in italiano.
    3. BOHEMIAN RAPSODY : Non sono cosi fan dei Queen, qualche pezzo mi piace, molti no, però da musicista il film mi ha gasato un sacco ed emozionato. La parte finale al Live AID poi avevo la pelle d'oca.

    (comunque volendo sarei andato avanti con Spiderman: Un Nuovo Universo, First Man e Tre Manifesti, molto degni di nota)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che il tuo commento non sia più valido, comunque penso che almeno due dei tuoi titoli finiscano nella classifica aggregata finale

      Elimina
  56. 1) Ready Player one
    Perché un film che ha per oggetto i videogiochi riesce ad essere anche bellissimo e a tratti commovente
    2) Dogman
    Una storiaccia di periferia, una prova di eccellenza del protagonista

    RispondiElimina
  57. 1) L'isola dei cani - perchè sono andato a vederlo sapendo praticamente nulla e mi ha lasciato completamente basito per:
    - la trama;
    - la qualità dell'animazione ;
    - la colonna sonora.
    2) Deadpool 2 - perchè è riuscito a mio avviso a superare il primo per quanto riguarda trama / caratterizzazione del personaggio / effetti speciali (senza contare che si fa tranquillamente rivedere nmila volte facendo sempre (sor)ridere)
    3) Bohemian Rhapsody - sticazzi se la storia è un po romanzata, il film gira molto bene, probabilmente farà vincere l'oscar al Malek Nazionale e la colonna sonora beh, dai... veramente c'è bisogno di aggiungere qualche cosa in merito?:)

    RispondiElimina
  58. Oh, raga, apprezzo l'entusiasmo, ma da regolamento il termine era lunedì alle 20... :(

    RispondiElimina
  59. ehi Doc adesso però devi rivelare chi è il vincitore 2018,noi fremiamo nell'attesa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabato chiudiamo con l'ultima categoria, poi a seguire i risultati.

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy