giovedì 29 dicembre 2011

42

Kentozzi is on the table (parte IX)

Il folgorante battutone
E all'interno, l'inserto staccabile La vita del Mago Mirkos: un uomo, mille facce, un solo paio di baffi [...]

Barbie 61, maggio 1995. La "prima doppia copertina poster", ma, molto probabilmente, anche la prima copertina in cui un pesce fissa con fare lascivo le zinne di Barbie (che poi, capirai). Prego notare come il claim sotto la testata sia ancora una volta coperto ad arte dai capelli dell'Algida. Per giocare e -------- tua migliore amica. "Farti corrompere dalla"? "imparare come si ciula il fidanzato alla"? "tradire da vera bastarda la"?
Siamo a Londra. Nella sua impegnatissima vita da fancazzista pro, Barbie si è presa una vacanza dalle vacanze dopo le vacanze ed è volata in Inghilterra
Come al solito le battute dalla vis comica dirompente si sprecano. Barbie ha indossato il suo nuovo impermeabile da maniaca, e la sua amica londinese la fulmina con un "Sei proprio attrezzata per la pioggia... AH! AH!". Non vi ha fatto ridere? E' humour inglese, non è per tutti. Comunque: con il suo basco di dodici taglie più grande e le sue amiche che hanno appena svaligiato un negozio di copridivani, Barbie va a far compere con la carta di credito di Ken, per poi puntare verso il "Tea Club più raffinato della città"
(sullo sfondo, l'ubiqua Vespa rosa di Alan)

E il tea club è così raffinato, ma così raffinato, che c'ha un cartello gigante con su scritto "TEA CLUB" (hai visto mai che uno si sbaglia). E lo stesso bancone rosa dimmerda con il logo di Barbie, sempre quello, la cui presenza è stata imposta in ogni esercizio commerciale del Barbieverso ai tempi del fortunato modello Barbie capo della 'ndrangheta. Le due amiche londinesi malvestite e con il capello inselvaggito ribadiscono però che quello è un posto "frequentato anche dai nobili". Dall'alta società. E mentre Barbie organizza il modo per imbucarsi a qualche festa del jet set londinese...
...ecco spuntare la Duchessa di Yorkshire (un incrocio di piccola taglia tra la duchessa di York e una nobile dello Yorkshire) che... EHI! LE HANNO RUBATO IL PORTAFOGLIO! ALLA DUCHESSA! FATE QUALCOSA! Barbie, intervieni te, che minimo sarai stata pure superpoliziotta e generale della guardia di finanza! E infatti la bionda terminator, la regina delle stronze individua subito il ladro che... ecco, ti pareva
Era il noto ladro gentiluomo molto elegante e distinto Mirkos. E a questo punto, come promesso, ci spariamo un bel riepilogo delle mille identità dell'unico uomo in grado, se tipo incontra Sant'Antonio, di dirci Ué, so pure io come si fa. Nelle nove avventure di Kentozzi viste finora, infatti, abbiamo incontrato:
1) il grande pedomago Mirkos
2) Ronnie l'animatore del villaggio Valtour
3) lo spettatore senza nome ed eccitato sessualmente alla sfilata di moda
4) lo scienziato/poi stilista per caso Paul
5) David, l'attore leccaculo
6) Giandomenico, il cameriere del ristorante italiano
7) Il nobile al ballo immaginato da Ken
8) Il giornalista guardone inquietante
9) il papà premuroso che ancora non ha capito di avere una figlia anziché un figlio
10) Il macellaio che chiameremo ziu Antunellu, fiiiit.
Con il ladro gentiluomo Arsenio Mirken siamo a 11 identità diverse

Big Jim Agente Segreto, vatti a nascondere
Ma torniamo alla storia. Assicurato a New Scotland Yard il "ladro gentiluomo ricercato da mesi", Barbie viene invitata alla festa dalla Duchessa Cagnolino (che guida una delle sue macchine, ma non sottilizziamo sempre, dai). Sbolognate le sue amiche, ché con quei tortani in testa le facevano ammaccare qualche figura dimmerda, l'Algida Stronza si prepara alla serata di gala tirando fuori un abito regalatole OVVIAMENTE da Ken
A proposito, ma il povero cristo? Ah, eccolo. Era ancora giù a pulire i cessi dell'albergo per pagare il conto. E mentre Barbie si arruffiana la padrona di casa e suo marito (che ricorda in modo inquietante un certo finto fantasma del triangolo delle Bermude... boh, sarà), Ken si spaccia clamorosamente per un esperto d'arte. Si è pure messo un gilet da drogato per dimostrarlo
Incredibilmente, la poottanata funziona. Il signor Clark, nel salone buono con la solita armatura minnomunita di Brienne di Tarth, coinvolge Barbie e Ken in una "nuova avventura". Tesori nascosti? Complesse questioni araldiche da dipanare? Narcotraffico internazionale? Lo scopriremo un'altra volta
Perché ora, quello che conta veramente, è decidere chi sia una volta per tutte il Mago Mirkos. Non si può continuare così, gente, facendo finta di nulla. E' ovunque, ha mille volti ma sempre lo stesso paio di baffi.
Dunque è:

a) il dio del Barbieverso
b) il demone del Barbieverso
c) il padre perduto di Barbie, Geppetto
Decidiamolo, una volta per tutte.

Il solito, doveroso ringraziamento ad Elisabetta per le scan

LE PUNTATE DUBBI FILOSOFICI PRECEDENTI
Ken subisce ancora (parte I)
Il secondo tragico Ken (parte II)
Ken contro tutti (parte III) 
Ken alla riscossa (credici, parte IV)  
Superkentozzi (parte V)
Kentozzi va in pensione (parte VI)
Kentozzi 1995, la clonazione (parte VII)
Kentozzi in paradiso (parte VIII)

42 commenti:

  1. Il Dio del Barbieverso, senza dubbio!
    Ho riso troppo anche con questo post, e mi domando se fosse l'inuqietante moda posticcia di quegli anni o proprio l'ingenuità fanciullesca che non mi facevano rendere conto di quanto fossero un pugno in occhio i vestiti delle galoppine dell'Algida fatti con i copridivani...
    Ps mi aspettavo il post con la puntata-trash natalizia visto il periodo di festa ma questa delle identità di Mirkos è mille volte meglio XD

    RispondiElimina
  2. Assolutamente il demonio del barbiverso,in quasi tutte le versioni è un antagonista della nostra "eroina" quindi è sicuramente il male u.u
















    anzi no aspetta cambio risposta lui è sicuramente uno dei buoni e barbie il demone XD

    RispondiElimina
  3. Marco Travaglio sta per pubblicare la scottante inchiesta sull'origine delle finanze sterminate di Barbie. Il libro si intitolerà "Il Rosa Sporco" e cercherà di rispondere alla domanda:"Barbie, dove ha preso i soldi?".
    Arricchito da una simpatica prefazione del Mago Mirkos...

    RispondiElimina
  4. Secondo me il mago Mirkos è l'equivalente di Uatu l'osservatore nel Barbieverso

    RispondiElimina
  5. Elisabetta: hai ragione, me ne sono dimenticato. Dai, viene sempre bene per l'anno prossimo

    Predalien: ma Uatu non interviene mica nelle storie. Non può essere.

    RispondiElimina
  6. Inquietante il tatuaggio sulla coscia in copertina, secondo il traduttore universale significa "...anello per ghermirli e nell'oscurità incatenarli"

    RispondiElimina
  7. Non scherziamo: il demone, come dice l'antrista sabaku-no-let, è chiaramente l'Algida. Su quel basco, comunque, ci atterra un Harrier.

    RispondiElimina
  8. A parte il doppio mento "casatielloface" di Barbie in copertina, Mirkos credo sia l'equivalente di Unicron nei transformers: un'entità diversa per ogni storia del barbieverso, ma unica.

    RispondiElimina
  9. Predalien: sorry non è un tatuaggio, è solo un mio scarabocchio :P
    Oh, l'Algida già un pò mi stava sulle balle incosciamente da piccola forse..

    RispondiElimina
  10. Io direi che sia l'opzione a), che la B9, che la c), limitano la grandezza del Mago Mirkos!

    Non cominciamo ad etichettarlo: lui non è né dio né demone né padre perduto da telenovela, lui è e sarà sempre e solo il MAGO MIRKOS. Niente altre definizioni please!

    RispondiElimina
  11. per me è il padre di Barbie, che pedina la figlia per scoprire dove la stronza sperpera il patrimonio di famiglia

    RispondiElimina
  12. Io dico la c. È un raccomandato della meenghia.

    RispondiElimina
  13. Oh no, qui Mirkos mi scade parecchio!
    Ridotto a girare in vestaglia e rubacchiare portafogli ai bar come un vecchio bucomane...
    E poi si fà menare a ombrellate dalla prima che passa, che umiliazione pubblica!

    RispondiElimina
  14. Tra l'altro le amiche londinesi la invitano a fare shopping da Bloomingdale's...

    RispondiElimina
  15. Uno stalker,senza dubbio,e ci sta ancora provando con Skipper.

    P.S.B9 colpito e affondato.Dico C4

    P.P.S.Dobbiamo rendere stabile la parte virile di Ken,oppure imploderà.

    RispondiElimina
  16. Inizio a pensare che Barbie sia una sorta di Haruhi Suzumiya e che il Mago Mirkos la tenga d'occhio per paura che si sfaldi il Barbieverso.

    RispondiElimina
  17. But where is Mirkos? He is everywhere! :p

    RispondiElimina
  18. Mirkos è sicuramente il padre di Barbie, non ci sono altre spiegazioni per i suoi mille e più mestieri, che tra l'altro servono a mantenere il fancazzismo reiterato della rampolla. Dato che l'algida erede spende e spande più di quanto il buon uomo possa guadagnare alla fine si da anche al furto ^^

    RispondiElimina
  19. Io voto per il Dio del Barbieverso. E' ovunque e in ogni luogo e si fa in quattro (o in 11) per dare uno scopo, un lavoro e una parvenza di importanza all'algida.

    RispondiElimina
  20. Mirkos è un paria. Come Ken è schiavo del "Diavolo-veste-Mattel".
    Ma laddove Tozzi!-Ken! è succube per amore (servitù della gleba), egli è una comparsa interinale sfruttato senza contratto e pagato a minutaggio per le sue apparizioni (che sì, sono tante, ma a 3.000£ all'ora...). E a mezzogiorno niente cestino!

    Come, neanche una parola sulla guepiere trasparente con autoreggenti coordinate(!) della tavola iniziale?
    “Meritarsi un po’ di tempo per sé”? “un bel bagno”? Cos’è, la sagra del doppio senso o “Barbie casalinga disperata”?

    RispondiElimina
  21. E se fosse un Ken alternativo che viene dal multiverso per portare caos nella perfezione rosa confetto dell'Algida e nel marrone organico di Kentozzi?

    RispondiElimina
  22. La Cì! Cerca di esserle sempre vicino camuffandosi, perchè per qualche oscuro motivo non può rivelarle la sua paternità

    RispondiElimina
  23. L'arte ha scoperto cio che gli antristi sanno da tempo...

    http://goo.gl/PD712

    RispondiElimina
  24. ma denunciarlo per stalking sto Mirkos??
    a meno che....hai capito l'algida!!!

    RispondiElimina
  25. Voto Geppetto perche' e' un nome che i ha sempre fatto ridere.

    RispondiElimina
  26. Bell'articolo :D l'abbiamo girato qui http://paper.li/drawatriangle/1325158254

    RispondiElimina
  27. Oh, magari, pensavo, è solo una guardia del corpo ingaggiata dall'Algida. Col fatto che è stata presidente della Galassia e tutto. Boh.

    RispondiElimina
  28. Io pensavo che fosse il fratocugino coi baffi di Uatu e ovviamente collega del pedobear.

    RispondiElimina
  29. magari è un parente di Arto Atomico. ecco perchè era così risentito l'altro giorno

    RispondiElimina
  30. Per me il Mago Mirkos è il dio del Barbieverso. E visto che è il dio del Barbieverso e l'Algida ne è la sovrana incontrastata, è anche il padre di Barbie.

    RispondiElimina
  31. c) il padre perduto di Barbie, Geppetto
    (aldilà di ciò: post zeppo di commenti esilaranti!)

    RispondiElimina
  32. Mirkos è Big Jim che si è fatto crescere i baffi: il suo scopo?
    Distruggere Barbie e la sua cricca e regnare incontrastato come unico, vero Imperatore dei bambolotti da vestire.

    RispondiElimina
  33. Ma io voterei per tutte e 3 le opzioni!

    (Inutile dire che come ogni volta ho rischiato di finire sotto la scrivania trascinato dalle risate, vero?)

    RispondiElimina
  34. Come già detto da qualcun altro sono del parere che colui che chiamiamo mago Mirkos non sia altro che un'entità superiore che cerca disperatamente di scalzare la "regina" dal suo trono e impadronirsi finalmente di quello che poi diventerebbe il MIRKOVERSO

    RispondiElimina
  35. Il Demone del Barbieverso, non c'è dubbio.
    E qui, purtroppo, il nostro Ken è biondo e sfigato. Che peccato.
    Comunque, la Duchessa di piccola taglia m'ha uccisa dal ridere. Amo questa rubrica!

    RispondiElimina
  36. in realtà poi, nell'ultimo episodio, si viene a sapere che è tutta una simulazione in realtà virtuale e il M.M. serve da passante generico; in modo che l'architetto del barbieverso non debba progettare troppi altri mamozzi.

    RispondiElimina
  37. Poi i sommi autori di questa cagata intergalattica dei fumetti di Barbie mi spiegheranno cosa mai c'entra lo Yorkshire con il tartan, che è una roba scozzese. E chissà per quale sofisticata ragione narrativa hanno impedito alle amiche cozze di partecipare alla cena aristocratica. Mmh...

    Gradito molto il riferimento a Brienne di Tarth, davvero regno di nota.

    Ti lascio con una bellissima canzone dei Kidd Video piena di donne scosciate degli anni 80:

    http://www.youtube.com/watch?v=4lviv_GX2-g&feature=related

    RispondiElimina
  38. Per me è l'equivalente del Barbieverso di Uatu, l'Osservatore.

    RispondiElimina
  39. Lo Zione Lardass3 gennaio 2012 01:14

    Non è possibile ignorare il fatto che il paio di baffi sia sempre lo stesso! Antristi, siamo stati tratti in inganno, in realtà (secondo il modesto parere dello Zione Lardass) i "Baffi" sono un simbionte alieno che si attacca ai vari personaggi del barbieverso trasformandoli in un individuo uguale a se stesso, capace di assimilare e replicare mestieri dell'ospite "umano" (alla stregua di Venom). Inoltre per vivere il simbionte si nutre dell'accidia e dell'avidità emanata dall'algida, per questo si trova spesso nei luoghi dove regolarmente si sposta la squallida protagonista della serie...

    RispondiElimina
  40. vivo a Londra e vi posso dire che è uguale uguale a come è rappresentata in questo fumetto, anche se non ho ancora trovato questo dannato tea club!

    RispondiElimina
  41. La duchessa DI Yorkshire: equivalente albionico di "Santy Bailor, poliziotto DEL Kansas City"? Con buona pace (eterna) delle preposizioni articolate.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails