lunedì 10 ottobre 2011

53

Ken SUBISCE ancora (parte I)

"Ma porc..."
Ormai è consuetudine chiudere ogni puntata delle pubblicità fuorvianti di Topolino con le umiliazioni patite dal povero cristo. Il burattino senza fili, fantastico zimbello lui, Ken, Ken Sean Carson: CINQUANT'ANNI tondi-tondi appresso a quella grande stronza di Barbie, e mai neanche una limonata, niente, grazie mille, Ken, sei un tesoro, scaricami gli altri dodicimila pacchi dalla Ferrari e portameli in cima alla casetta a tre piani. Senza usare l'ascensore. Alcune lettrici dell'Antro atomico, tempo addietro, ti dicevano però come le peggiori umiliazioni, le più infami bastardate il povero cristo le abbia dovute ingoiare sulle pagine della rivista di Barbie. L'antrista Elisabetta è andata perfino oltre, recuperando in soffitta i numeri incriminati e passandoli al fin di scanner. Si parte dunque dal numero 1 di Barbie (marzo 1991, 3800 lire*). Tenetevi pronti. Tenetevi forte. Tenetevi [...]
"Per giocare e crescere insieme con la tua migliore amica". Ossia = con il rischio di diventare anche tu un giorno, ragazzina spigliata che leggi la rivista di Barbie, un'algida stronza, imperatrice del legno, grandissima pheega di legno
Per dire. Prima pagina: nel rispondere a una serie di domande inventate (era il primo numero), oltre a infilarci un po' di pubblicità a Benetton giusto per e a parlare della sua SECONDA Ferrari, a un'immaginaria Francesca di Como Barbie confessa che Ken è ancora il suo "migliore amico e lo sarà per sempre". MA COME IL MIGLIORE AMICO, SCUSA? NON ERA IL TUO FIDANZATO? E GLIELO DICI ORA? DOPO TUTTI QUESTI ANNI? Ma grandissima stronza tiracazzi
Ma seguiamola, la stronza, in una delle sue serate da stronza, assieme alle sue amiche sottomesse. Deve partecipare "a una grossa festa", leggiamo. "Chissà quanta bella gente ci sarà", si chiede. Tenete a mente le due cose, mentre la perfida "corre festosa all'appuntamento" nella sua Ferrari bianca da pappone. Che poi: che diavolo di lavoro fa, Barbie? Com'è che si può permettere DUE ferrari, il cavallo, il camper e cinquantasette diverse case di campagna? Il fisco lo sa?
Comunque. Barbie arriva sul luogo della festa, che è chiaramente UN BARETTO SPERDUTO IN MEZZO A UN BOSCO FREQUENTATO PROBABILMENTE SOLO DA GUARDONI. Le sue amiche del cuore sono già lì: Midge, la daltonica Christie e Marina, con il suo tortano in testa. Partono con il primo brindisi, e nell'ultima foto appaiono già pericolosamente alticce
Midge è convinta di vedere tantissima gente, quando è evidente che alla "grossa festa" ci sono solo quattro gatti, ma soprattutto Barbie nota con sommo disappunto che Ken è riuscito in qualche modo a venire. Anche se gli avevano dato un altro indirizzo per spedirlo fuori dalle palle. "Ciao, Ken, non pensavo ci fossi anche tu!", gli dice Barbie, con la coda di paglia che esce fuori dal parco. Ma Ken, avvolto nella sua giacchetta da pistola, in questa meravigliosa vestaglia da Hugh Hefner dei poverissimi, è felice. Finalmente può restare un po' da solo con Barbie, pensa. Senza quella gran rompicazzi di... OH, NO, SKIPPER! E' arrivata pure qui! Ma come? Chi ce l'ha portata? Cioè, Barbie fa la pheega con DUE Ferrari, e alla sorellina di dieci anni la manda a piedi? Di sera? Nel bosco?
Ma attenzione, perché è il momento del grande spettacolo di magia di Mirkos, l'illusionista col baffetto da maniaco. Ora, se uno con quella faccia lì promette di far sparire una ragazzina che è tua sorella, cara la mia Barbie, gentilissima stronza, non devi star lì a chiederti se tua sorella riuscirà a capire il trucco. Devi chiamare i Carabinieri
E infatti. Mentre Ken butta lì un altro dei sottintesi che hanno accompagnato la sua condizione di burattino, il suo infelice rapporto con Barbie negli ultimi decenni (trad: quando restiamo un po' da soli ché se continuiamo così mi esplodono i testicoli così forte che il botto lo sentono fino a Nuova Delhi?), una povera, sconvolta Skipper non ha il coraggio di raccontare quello che è successo. Ma la "grossa festa" entra nel vivo. TUTTI E SETTE i partecipanti sono già su di giri, quando Marina e il suo tortano salgono sul palco, minacciando di cantare una canzone che è un inno all'amicizia
Ma lasciamo un attimo Marina sulle note di Amico è (di Dario Baldan Bembo, Nini Giacomelli, Sergio Bardotti e Mike Bongiorno) e guardiamoci un po' di pubblicità e rubriche. Il Camper da Sogno di Barbie: si stacca l'automobile e resta una "comodissima casetta", che in realtà è un palchetto aperto con un tavolino e due sedie, da sagra della porchetta, ma non stiamo a guardare il capello
Oppure la cucina delle Do'-Delizie di Barbie. Che oltre a essere identica allo studio della Prova del Cuoco della Clerici, c'aveva questo nome enigmatico. Perché Do-Delizie? Le bambole facevano un rutto di petto molto forte dopo aver mangiato quelle cose di plastica viola?
Torniamo al concerto di Marina e del suo tortano. Il silenzio che può diventare musica è tornato ad essere grazie al cielo silenzio e basta. Le amiche, con un tasso alcolico nel sangue ormai altissimo, sono in delirio. "Siete state delle fans scatenate", dice loro Marina. Fans, al plurale, ché dell'italiano chi diavolo se ne fotte. Ma, attenzione, è già il momento della cena
Le amiche si ritrovano a un tavolino pezzente a mangiare due minchiate. Con vergognosa mossa razzista, Christie è stata allontanata. Il povero cristo tenta invano un altro approccio, allungando alla sua glaciale padrona un piatto di tartine, ma, COLPO DI SCENA: dal nulla appare un CLONE BIONDO DI KEN, elegantissimo, che annuncia così, a tradimento, un concorso di bellezza in cui "le partecipanti saranno votate da una giuria". Anche prima che Skipper finga di spingere Barbie sul palco, e che questa finga di fare resistenza, la cosa puzza già TANTISSIMO
Ovviamente Barbie trionfa, quinta dopo quattro concorrenti assenti. Al momento della proclamazione (quarta vignetta), con grande modestia GUIDA L'APPLAUSO A SE STESSA. Tutt'attorno, è un coro di complimenti da leccaculo. "Sei anche dolcissima e gentile: perciò hai vinto", la butta lì Midge. "E' UN BEL DIRETTORE!", urla Christie dalla retrovie, sperando di scroccare un passaggio a casa con la Ferrari. Le ultime parole non possono essere allora che del povero cristo. La manderà a fanculo? Le dirà Scusa, Barbie, ma mi hai veramente rotto i coglioni, maledetta stronza, vaffanculo tu e tutte queste festicciole tarocche e le tue amiche cerebrolese e le macchinine rosa e la palestra e la cucina, io ora mi caccio questo completino da pistola e mi iscrivo ai Big Jim? Glielo dirà? Troverà il coraggio, una volta per tutte, di affrancarsi da questo giogo e riconquistare la propria dignità di uomopupazzo? Macchè. "E tu ne sei nata una stella!!". Con due punti esclamativi. E una clamorosa erezione nel pantalone bianco.

* Dice: Oh, ma 3800 lire nel '91 non erano un frappo di soldi per una rivista? Sì, è vero, ma in regalo in questo numero c'era il FANTASTICO CENTROTAVOLA PER BARBIE DISCO:
Cioè, un coso orribile in cartoncino CON UN FINTO ALBERELLO SOPRA, che doveva in qualche modo fungere da "scenografia per una divertente festa della tua Barbie Disco". Perché anche Barbie Disco, evidentemente, andava a ballare in mezzo a una cazzo di campagna


POST VAGAMENTE CORRELATI
Le pubblicità fuorvianti di Topolino
Magic Boy: la rivista della Mattel
Le più grandi pheeghe di legno dei cartoni giapponesi

Un fluorescente grazie ad Elisabetta per le scansioni 

53 commenti:

  1. 3800 lire erano tante...ma vuoi mettere il centrotavola versione disco!?!

    RispondiElimina
  2. A "E' UN BEL DIRETTORE" sono morto. Ma il pupazzo dell'illusionista Mirkos si puo' compare da qualche parte?

    RispondiElimina
  3. ADDENDUM : A quanto pare un enorme numero di ragazzine leggeva la rivista, visto quante di loro sono diventate stronze fighe di legno. :D

    RispondiElimina
  4. Sto piangendo dal ridere XD
    Se quando ero piccola i numeri di Barbie li avessi letti col tuo commento sarebbero stati infinitamente più spassosi.
    Devo dire che mi rebndo conto solo ora che costavano un fracco di soldi per avere 4 paginette in croce, dite che posso rivenderli a qualche appassionato della megera di plastica? :P

    RispondiElimina
  5. Doc, la devi piantare di mettere gli "E' UN BEL DIRETTORE" a tradimento, almeno finché continuerò a leggere i tuoi articoli sul cellulare mentre vado al lavoro in treno... C'è un'intera carrozza del passante ferroviario che mi ha preso per pazzo...

    RispondiElimina
  6. La forze della Gialappas scorre potente in te Doc.
    Mi accodo a chi è esploso dal ridere a "E' UN BEL DIRETTORE", e ringrazio sentitamente l'antrista Elisabetta per aver chiarito dove le donne di oggi hanno imparato a trattate noi poveri Ken.

    RispondiElimina
  7. Si ma ora mi metto a cercare il pupazzo dell'illusionista Mirkos, scusatemi.

    RispondiElimina
  8. Onilink, se lo trovi passaci un link :D

    RispondiElimina
  9. Capolavoro!! Ogni vignetta, ogni parola trasuda solo un messaggio: Ken sei uno zerbino!

    RispondiElimina
  10. Il mago Mirkos si è trovato in seguito un altro lavoro:

    http://www.youtube.com/watch?v=G171-b6UNNc&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  11. Ho riso fortissimo tutto il post, ma a "E' UN BEL DIRETTORE" sono morto deflagrando in una risata esplosiva.

    RispondiElimina
  12. Il papa' nel negozio di giocattoli:
    "Salve, mia figlia vorrebbe una Barbie..."
    Commesso:
    "Ma certo! Abbiamo Barbie Pattinatrice, 35 euro. Barbie Cavallerizza, 35 euro anche questa. Barbie sposa, 55 euro -guardi che vestito- e Barbie Divorziata 450 euro"
    Il papa':
    "Ma... come mai Barbie divorziata costa cosi tanto? E' una follia..."

    "Eh, ma Divorziata ha incluso l'auto di Ken, la moto di Ken, la barca di Ken, la casa di Ken..."

    RispondiElimina
  13. Quando è stato messo il sottotesto del commento di Ken riguardo la magia del mago Mirkos a momenti cascavo dalla sedia per le risate, specialmente con "il botto lo sentono fino a Nuova Delhi"!

    RispondiElimina
  14. Ma il giornalino aveva solo stà storia e il gadget (più ovviamente tonnelate di pubblicità Mattel) per ben 3.800 lire ?
    La cosa più bella di questo giornale era la visione estremamente maschilista sulla donna mascherata però come manifesto di emancipazione.
    Cioè, in questa storia abbiamo Barbie e le sue amiche che sono delle oche ( senza offesa per le oche) che pensano solo ai bei vestiti, alle belle auto, ad andare alle feste, stare attente alle diete , a cantare e partecipare ai concorsi di bellezza.
    Viva la Barbie.
    E il Mago Mirkos.

    RispondiElimina
  15. Ho ancora le lacrime agli occhi!
    Grazie doc, grazie Elisabetta per le scan, ma vogliamo vedere anche gli altri numeri! :D
    Mago Mirkos nuovo idolo dell'antro atomico.

    RispondiElimina
  16. @pda: li sto inviando pian piano al nostro Dottore, ne ho mooolti altri.
    povero Ken, fa + pena ogni numero che passa...

    RispondiElimina
  17. Porca miseria o__O

    Riflettevo sull'anno di uscita, strano che a mia madre non avessi chiesto di comprarlo sentendomi ripetere "picche" più di una volta.

    Veramente inguardabile, ma voto 10 a chi lo ha ripescato e riproposto, ché del tristo trash d'antan non siamo mai sazi!

    RispondiElimina
  18. La prima immagine è FANTASTICA !
    non ho avuto quasi il coraggio per continuare la lettura...
    ...un attacco didelirium ridens con le lacrime agli occhi me lo impediva.....
    ..sembra che sia arrivato alle spalle di Ken il cavallo in calore di Barbie e se lo sia ingroppato !....
    l' immagine è photoshopppata, vero ?
    non penso abbiano messo in commercio il " Ken impalato a tradimento"!

    RispondiElimina
  19. La prima foto è una scena di Toy Story 3.

    RispondiElimina
  20. "E' UN BEL DIRETTORE!" Uahhhhhhhhhhhahaaahahahahahhahahhhha!!! Uh cacchio mi sono pisciato addosso!!! UUhhuuu!!
    Quando restiamo un po' da soli ché se continuiamo così mi esplodono i testicoli così forte che il botto lo sentono fino a Nuova Delhi? Ahhhhhuaahhahahhh!! No di nuovooooo!!!

    RispondiElimina
  21. Le avventure di Ken zerbino, che meraviglia! L'ho sempre pensato anch'io, fin da piccina (che avevo un solo Ken zerbino in una selva di algide stronze), che a quel poveretto era toccata una vita grama. Ai limiti estremi della mia infanzia lo lasciavo in compagnia dell'action man di mio fratello ancora troppo poppante per giocarci: almeno si riscattò di un'esistenza triste, il pover'uomopupazzo.

    RispondiElimina
  22. Secondo me è un post talmente pheego e intelligente che il signor Mattel non tarderà a scriverci due righe al dottore... Non so perchè ma quando gli si tocca la Barbie (in senso figurato, ovviamente...) perdono il senso dell'umorismo... In caso qualcuno per hostarti il sito lo troviamo. Hanno provato a far chiudere la Nonciclopedia ma il signor Manhattan non ce lo devono toccare!

    RispondiElimina
  23. Doc, se una volta o l'altra i carabinieri vengono a cercarti, sappi che li manda la mia famiglia. Un altro post così e un'accusa di "omicidio colposo plurimo" non te la leva nessuno.

    Ken, eterno baluardo della resistenza maschile nella battaglia dei sessi, hai tutta la mia incondizionata ammirazione. I Big Jim avranno sempre un posto per te.

    RispondiElimina
  24. Ma riflettete un attimo: credete davvero che Ken sia lo spasimante di Barbie? Ma non avete notato come katso si veste? Come parla? Che razza di capelli porta?

    Ken è davvero il miglior amico di Barbie e per una semplice ragione: Ken è gay. Soltanto che tutti all'epoca avevano paura di ammetterlo.

    RispondiElimina
  25. Kon: scusa, ma ti sbagli. Ken non è mai stato gay. Lo hanno sempre vestito così. E' tutta una montatura. Ken è solo il gran visir di tutti i servi della gleba. E per questo merita che oggi, dopo cinquant'anni di sofferenze, noi tutti si faccia qualcosa per lui.

    Diciamo basta al Ken zerbino. Salviamolo.

    RispondiElimina
  26. Doc.! dobbiamo creare un M.L.K.Z. ovvero "Movimento di Liberazione di Ken Zerbino"

    RispondiElimina
  27. @Bluecyber74 mi troverai tra i militanti

    RispondiElimina
  28. Doc, la cosa inquietante è che la festa non è affatto di sera! A tavola 3, dopo il primo giro di shots, la dida ci informa che "...il pomeriggio continua in allegria!"

    A questo punto il concorso di bellezza del clone biondo di Ken potrebbe essere tutto un'invenzione dell'amico alcool!

    RispondiElimina
  29. Questo mi ricorda un link bimbominchioso scritto su facebook da qualche bimbogigi.
    "Cazzo ti ridi tu Ken: non c'hai nemmeno il pisello!"

    RispondiElimina
  30. Kendignados di tutta la rete uniamoci!!!!!
    Doc. ti propongo un'argomento x il prossimo post! Dato che poco fa ho chiesto a mia moglie se leggeva da ragazzina il giornale di Barbie e lei mi ha risposto "No io leggevo il Cioè!!!" Ve la ricordate vero quella rivista che parlava di problemi di giovani donne!!!
    Che ne dici Doc.??

    RispondiElimina
  31. "E' UN BEL DIRETTORE!", urla Christie dalla retrovie, sperando di scroccare un passaggio a casa con la Ferrari."

    Sto ancora ridendo, oltre le lacrime.

    RispondiElimina
  32. Al punto di "E' un bel direttore" ho avuto le convulsioni dal ridere!

    Ora sotto con gli altri numeri!

    RispondiElimina
  33. Mi iscrivo anch'io ai Kendignados, e segnalo per merito d'impresa gli sceneggiatori di Toy Story 3, che un tentativo per salvarlo l'han pure fatto.

    A titolo puramente informativo, faccio presente che a giudicare dalla forma della casetta il Camper da Sogno di Barbie potrebbe essere in realtà l'ex leader degli Autobot Rodimus Prime con qualche chilo messo su dall'86. Non sarebbe manco il Transformer uscito peggio dagli anni '90.

    RispondiElimina
  34. se Ken fosse stato gay, Barbie e compagnia l'avrebbero trattato molto ma molto meglio ;)
    la clamorosa erezione m'era sfuggita e quando l'ho vista sono cappottato xD
    sulla farloccaggine del concorso di bellezza invece non c'è alcun dubbio, a meno che tutte le astanti fossero munite di un secondo vestito da sfoggiare in caso di vittoria xD

    RispondiElimina
  35. È una recensione meravigliosa, grazie :D

    RispondiElimina
  36. Ce l'ho anch'io quel numero! Li so a memoria, a memoria, storia e fotogrammi.

    RispondiElimina
  37. No, comunque niente, non mi parlate delle tremila-quattromila lire, che quei giornaletti li valgono tutti. A volte c'era anche l'inserto cartonato con scenografia di stanza e gli adesivi trasparenti del mobilio da applicare.

    Per inciso: la Barbie protagonista di questo episodio è il modello "Barbie and the Beat"(avevo anche lei, please.), dalla cui confezione usciva una musicassetta fucsia contenente il seguente pezzo: http://www.youtube.com/watch?v=2O5Z6W9Aj14

    RispondiElimina
  38. Il Mi Piace di Facebook11 ottobre 2011 01:52

    Scusate, ma:" E' un bel direttore" perchè vi fa tanto ridere? :)

    RispondiElimina
  39. Caro Mi piace di facebook, non è mai tardi per imparare:

    http://www.youtube.com/watch?v=gTRkXArWAH0

    RispondiElimina
  40. Ad ogni modo, noto SOLO ORA la lettera in cui l'algida stronza afferma che "ama la musica dolce del piano di Ken". Ma bene. Ce la vedo proprio, lei che si fa i cazzi suoi e lui che le fa da colonna sonora, zitto. Bene, mi segno anche questa.

    Esigo la t-shirt dei Kendignados.

    RispondiElimina
  41. @Crash_pgl: è così, da un momento all'altro ti trovi circondato da persone che non conoscono la filmografia fondamentale... e quando capita ti senti un po' vecchio e anche un po' triste perchè con loro ti mancherà il repertorio che usi con gli amici di sempre.

    RispondiElimina
  42. Barbie, ti mollo :
    http://ecoalfabeta.blogosfere.it/images/giugno%202011/Ken%20molla%20Barbie.jpg

    RispondiElimina
  43. Ma povero, inutile servo della gleba di un Ken... guida il camper come uno schiavo, scarrozzando per mari e per monti sia l'algida stronza che la sorellina sfrangia-zebedei, e quando si fermano per il pranzo NON LO FANNO NEANCHE MANGIARE?
    Ci sono solo due piatti sul tavolo del camper! Affamatrici di zerbini!

    RispondiElimina
  44. Se la mattel rompe le palle a questo post divento emo

    RispondiElimina
  45. ho riso un sacco. :D

    RispondiElimina
  46. Cacchio doc, questo post è veramente uno spettacolo!
    L' "enorme erezione" poi è un tocco di classe per chiudere l'epopea del povero sfigato...
    kendignados, occupy mattel!

    RispondiElimina
  47. grazie per questa dissacrazione, ci voleva proprio. Io li colleziono dal numero 1 perchè li trovo esilaranti più di altri fumetti comici!
    Ho apprezzato anche i tuoi commenti ispirati da Fantozzi e Elio & le S.T....sono una fan anche di questi due :)
    Aspetto commenti di altri fotoromanzi!!!
    Roberta (una delle più fervide collezioniste italiane di barbie)

    RispondiElimina
  48. Favoloso! Ha rallegrato la mia giornata! :-D

    RispondiElimina
  49. post fantastico!

    solo che ken alla fine dice "E tu ne sei STATA una stella!!" non NATA. che cmq non ha ugualmente senso.

    RispondiElimina
  50. Le "Do'-Delizie" si chiamavano così perché praticamente nella confezione erano inclusi dei vasetti di pasta Di-Do' (plastilina) e le formine per fare i vari alimenti. Insomma, per la serie "bambine, se proprio ci tenete, sbattetevi voi a fare il tacchinino e le verdurine per la vostra Barbie e non cagate il cazzo".

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails