martedì 24 maggio 2011

30

I nemici più morti di sonno del DC Universe (terza e grazie al cielo ultima parte)

Terza e fortunatamente ultima carrellata dei supercattivi superpezzenti di casa DC (chi si fosse perso le prime due, nel caso, le trova qui e qui), dalla I di Inetto alla V come Vecchio bambascione. Dai, su, che abbiamo finito […]
IBAC
Nome da codice bancario e grandissimo look composto da pantaloni grigio cenere e gilettino abbinato su petto villoso, IBAC è dal 1942 (Captain Marvel Adventures #8) un avversario del Capitan Marvel Fawcett/DC. E fin qui. Il punto è che se Billy Watson si trasforma in Capitan Marvel urlando la parola Shazam! - che è un acronimo, visto che Billy assume trasformandosi la saggezza di Salomone, la forza di Ercole (la H), la resistenza di Atlante, il potere di Zeus, il coraggio di Achille e la velocità di Mercurio -, il grido di battaglia di IBAC serve ad evocare il terrore di Ivan il Terribile, l'astuzia di Cesare Borgia, la ferocia di Attila e la crudeltà di Caligola. Pare che nella sua versione moderna, apparsa nel '95 e altrettanto ridicola, il personaggio dovesse esser ribattezzato IBACM. Per l'aggiunta della grande capacità di magheggio sulle griglie arbitrali di un certo ex capostazione senese.

ICICLE
Quella dei Mahkent è una generazione di delinquenti morti di sonno da due generazioni. Prima il padre, il Dottor Joar (All-American Comics #90, 1947), poi il figlio Cameron (Infinity Inc. #34, 1987), entrambi con il potere di controllare il ghiaccio e con questo nome da battaglia che incute terrore e timor panico nelle forze della giustizia. Icicle. Ghiacciolo. Ce l'avete alla menta? Ok, e me ne dia anche uno all'amarena, grazie.

IRON CROSS
Membro della prima formazione della Brigata Ariana (Justice League Task Force #10, 1994), un'allegra banda di coglioni tutti amici intimi di Lars Von Trier, Iron Cross potrebbe sembrare uno dei tanti supervillain nazi in circolazione nel mondo dei super-eroi. Se non fosse che più che un nazista sembra un punk inglese del '78 a un concerto dei Sex Pistols.

KALKI
Indiano di nascita e laureatosi ad Oxford, Ashok Desai (Doom Patrol #1, 1987) torna a Calcutta per curare i poveri e i malati. Solo che prima la moglie gli muore dando alla luce sua figlia Arani (Celsius della Doom Patrol), poi a un certo punto Desai sbrocca definitivamente, diventa una specie di portale interdimensionale umano e si mette addosso un costume da scarrafone.
E ci vengono pure due gambette ridicole
KANTO
Purtroppo prosegue la carrellata nella carrellata, la triste rassegna dei nemici pezzenti creati da Jack Kirby nella sua saga cosmica dei nuovi dei. Questa volta è il turno di Kanto (Mister Miracle #7, 1972), assassino di Apokolips creato dal Maestro prendendo come modello, uh, CESARE BORGIA. Ancora lui. Quindi, ricapitolando: un killer alieno vestito come un politico e cardinale italiano rinascimentale che evidentemente godeva di grande popolarità presso gli autori DC. Con l'aggiunta di un bel po' di fucsia. E di un nome giapponese. Serve altro o lo incartiamo così?

LADY VIC
E quel Lady non ci sta lì giusto così, per far figo, visto che Elaine Marsh-Morton (Nightwing #4, 1997) è una nobildonna inglese. Una nobildonna inglese che nel tempo libero fa la mercenaria e la cacciatrice di taglie vestita come una zingara e con una maschera da soldato Mikene del Grande Mazinga. Oh, senti, a quella tettona con la coda che si va infilando nelle caverne nessuno ci ha mai detto niente.

MANCHESTER BLACK
Un tizio inglese (Action Comics #775, 2001) che fuma come un turco e si atteggia ad antieroe, perché gli stanno sulle palle i super-eroi tradizionali. In pratica come Pete Wisdom e il 99% dei personaggi creati da Warren Ellis.

MISTER E
Prima di Mr. T e delle sue catenazze d'oro c'era Mister E (Secrets of Haunted House #31, 1980), personaggio apparso per lo più nell'universo Vertigo, con gli occhiali rossi da drogato e un completo tutto bianco come Moreno Morello di Striscia la notizia.

THE MONOCLE
Una nemesi di Hawkman in circolazione dal '45 (Flash Comics #64). Dice: il solito conte malvagio? No, per niente. Jonathan Cheval era un tipo qualsiasi, che dopo aver perso la sua attività per colpa di alcuni criminali, decise di vendicarsi creando dei MONOCOLI CHE EMETTONO DEI RAGGI LASER. Un'arma temibile, che però usata al contrario può risolvere fastidiosi problemi di miopia e cataratta.
 

MUSASHI
Apparso in alcuni numeri della Justice League International (a partire dal #63, 1993), Musashi è un samurai con un'armatura talmente zingara, talmente fintogiapponese, che uno così non l'avrebbero preso neanche nel mondo del bresslinz. Il che è tutto dire.

NIGHT AND FOG
Un'altra simpatica coppia di pezzenti nazisti (da All-Star Squadron #44, 1985), agghindati come… come… un fan schizzato di Batman e una battona?
 

ONOMATOPOEIA
Avversario di Freccia Verde e Batman (Green Arrow #12, 2002), se la prende solo con i vigilanti privi di super-poteri (chiamalo stronzo) e ha questa incredibile dote di IMITARE ALLA PERFEZIONE I SUONI. Sai gli applausi in carcere durante le serate a tema La Corrida.

PLASMUS
Nemico dei Giovani Titani (The New Teen Titans #14, 1981) con il potere di far tornare chiunque in uno stato protoplasmatico e con questo suggestivo aspetto di un colosso ricoperto di carne Simmenthal con tante verdurine tagliate sottili sottili che non mi puoi dire di no.

PLASTIQUE
Terrorista del Quebec, ex moglie di Capitan Atom e grande appassionata di birra francese che sa dimmerda, Bette Sans Souci si è scelta il nome da battaglia di Plastique perché all'inizio della sua carriera da malandrina indossava un costume ricoperto di esplosivo al plastico
o perché a un certo punto si è chiaramente rifatta le tette. Una delle due
PRANKSTER
Ora, siccome come nemico di Batman un cattivo buffone vestito di verde funzionava già da qualche anno, nel '42 (Action Comics #51), con grande originalità e sprezzo del pericolo la DC provò a rifilare una nemesi simile anche a Superman. Con la stretta di mano con la scossa, il fiore che spruzza l'acqua e tutto il resto. Quello si chiamava Joker, questo chiamiamolo Prankster, colui che fa gli scherzi, checcefrega. Nella sua versione moderna, tirata fuori da John Byrne nel 1988, Prankster è un ex intrattenitore e personaggio televisivo che quando perde tutto decide di diventare un criminale
anziché buttarsi in politica come tutti, dico io
PUNCH AND JEWELEE
Altre due vecchie conoscenze di Capitan Atom (Captain Atom #85, 1967), solo che questi due, una coppia di burattinai, vengono considerati due poveri stronzi anche dalla comunità di super-eroi. Punch ha una pistola che gli permette di controllare le persone, Jewel usa dei gioielli magici, tutti e due prendono dei gran calci in culo. A un certo punto Jewelee rimane pure incinta, ma la paternità del nascituro è incerta, ché in quel periodo la coppia frequentava la Suicide Squad (l'hai già detto che la serie della Suicide Squad era bellissima? Sì, l'hai detto l'altra volta) e Jewelee frequentava il pacco di Capitan Boomerang.

SPELLBINDER
Delbert Billings, il primo Spellbinder (Detective Comics #358, 1966) era un pittore che utilizzava dei trucchi ipnotici per compiere i suoi crimini. Dei trucchi ipnotici e un costume assemblato da un SARTO SCHIZOFRENICO, CIECO E ANCHE PARECCHIO SADICO. Nel '94 su Justice League International #65 è apparso brevemente, come direbbe Alte Piscarte, un secondo Spellbinder, che però non si è incoolato di pezza nessuno. Era già in cantiere infatti una terza versione di Spellbinder (Detective Comics #691, 1995): dopo due buchi nell'acqua, in DC avevano deciso di buttarsi su qualcosa che tirasse. Tipo la pheega
Questa volta si trattava infatti di una lei, Fay Moffit, vestita come una professionista del quartiere delle vetrine di Amsterdam.

TOP
Se Flash è celebre per la sua sontuosa galleria di nemici, la Rogues Gallery, è pur vero che in mezzo a tanti nemici fighi i pezzenti non mancano. Si faccia pure avanti Top (The Flash #122, 1961), la cui pagina sulla uichipìdia italiana definisce come "un teppistello da quattro soldi che trasformò la sua ossessione infantile per le trottole in una personalità criminale". Poco più sotto, invece, leggiamo: "Top utilizzò anche le sue trottole truccate giranti: come trottole collose, trottole esplosive, trottole oliose e trottole a gas. Una volta costruì una 'trottola granata atomica' che poteva distruggere metà del mondo". Serve proprio che aggiungiamo altro?

TRICKSTER
Joker? Presente. Prankster? C'è. Enigmista? Célo. Di libero nel 1960 per Flash (The Flash #113) c'era solo Trickster, un altro tizio pagliaccesco che usava i trucchi, un paio di stivali volanti e una tutina a strisce verticali da daltonico con problemi. Problemi seri. Nel 1990 Trickster, interpretato nientemeno che da un Mark Hamill la cui carriera da attore era ormai all'ammazzacaffè, fa una memorabile apparizione nel telefilm di Flash.
Memorabile = santo cielo, ma come minchia ti sei ridotto?
Nel 2002 (Flash seconda serie #183) l'attrezzatura di Trickster viene rubata invece da un giovane debosciato, Alex Walker, che diventa il secondo Trickster.
Con tanto di completino da rapper drogato molto bellaraga
VIRMAN VUNDABAR
Chiudiamo con UN'ALTRA creazione di Kirby. Anche Virman Vundabar è un lacchè di Darkseid su Apokolips, e in quanto supervillain extraterrestre, ha look e nome da ufficiale tedesco tipo Gli Eroi di Hogan (Vundabar è una storpiatura del tedesco "wunderbar", meraviglioso). Ora, non basta scoprire che il personaggio era talmente insulso e ridicolo che per anni gli autori DC hanno continuato a sbagliargli spesso il nome, chiamandolo Virmin 
Vunderbarr. Tocca anche leggere che Kirby, nel creare Virman, si era ispirato a BENITO MUSSOLINI. Ma non quello nostro, il nonno dell'Alessandra: quell'altro, quello tedesco col monocolo e la riga al centro.

POST CORRELATI:
I nemici più morti di sonno del DC Universe (parte I)

30 commenti:

  1. Mah, Manchester Black mi pare tutto tranne che un cattivo morto di sonno.

    RispondiElimina
  2. Quoto Shocker. Anzi nella mini "Justice League Elite" fa la sua figura. Avresti potuto inserire "Inertia" , per esempio. ( che ho sempre ritenuto una sorta di "Anti Flash dei Poveri"...)

    RispondiElimina
  3. IBAC = Quindi Doc fammi capire, secondo le qualità che acquisisce lui non ottiene poteri, diventa semplicemente un gran pezzo di merda. Temibile......

    ICICLE = Me la immagino sua la frase tipo per rimorchiare "Ciao bella, sono il Ghiacciolo: vuoi assaggiare il mio Calippo?" XDXDXDXD

    ONOMATOPEIA = No sul serio, che cosa c'è di pericoloso in questo tizio?! Praticamente è l'Agente Jones di Scuola di Polizia. Come cazzo si fa a prendere sul serio un fumetto con dentro gente così?..mah.

    MISTER E = Sembra Wonder Man vicino alla pensione.

    PS = Povero Jack Kirby, pace all'anima sua.

    RispondiElimina
  4. Degna conclusione di una carrellata divertentissima. Su Onomatopoeia sono rimasto sconcertato, ma quanto uìschi devi ingerire per partorire una cagata del genere? Si potrebbe quasi creare un etilometro con i riferimenti a 'sti "super"-villain...

    Vogliamo Prankster Presidente del Consiglio. Per almeno venti anni...

    RispondiElimina
  5. Shocker, Correttore: pensavo fosse chiaro che si ironizzava non tanto sul personaggio in sé, quanto sul fatto che dalla seconda metà degli anni 90 i tizi inglesi cinici con una sigaretta sempre appesa all'angolo della bocca avessero iniziato a pullulare ANCHE in mezzo ai supertizi classici.
    Questo in più c'ha l'union jack sul petto. E di nome fa Manchester.

    DarkAlex: eh

    Helldorado: sei stato già accontentato. Tipo dal '94

    RispondiElimina
  6. ci vorrebbero più Plastique e meno Ibac secondo me...
    E sicuramente tonnellate di Double Dare...

    RispondiElimina
  7. Spezzo uno stuzzicadenti a favore di mister E: pur essendo sicuramente un personaggio di secondo piano il suo problema non è affatto che è un morto di sonno. Il vero problema è che al suo confronto il papa è Vladimir Luxuria. Oltre ad aver perso gli occhi per colpa di suo padre, che lo aveva sorpreso con una rivista zozza...

    RispondiElimina
  8. Onomatopoeia è semplicemente bellissimo!

    RispondiElimina
  9. Quoto Nababbo.

    Un antieroe rumorista è essenziale, direi! :D

    RispondiElimina
  10. "tutti amici intimi di Lars Von Trier" mi è cascato il culo dal ridere.

    RispondiElimina
  11. @Doc:giusto! è ora che scenda in campo il Joker direttamente.

    RispondiElimina
  12. ShinichiMechazawa24 maggio 2011 11:25

    Davvero fantastica come rassegna anche se mancano vari fenomeni da baraccone come Kite Man,Polka Dot Man e soprattutto Weeper,il cattivo col potere di essere triste.

    RispondiElimina
  13. @DarkAlex la stessa cosa che ho pensato anche io, riguardo a Onomatopoeia :D
    Senza contare che plasmus semba un Super Meat Boy che si trasforma in adulto, stile Dash Kappei

    RispondiElimina
  14. Ora che la sfilata è finita, illuminaci Doc, chi è il più patetico di tutti secondo te?

    (Per me? Il costume di Clock King me lo sogno ancora la notte, ma la bassezza di BLACK RACER è inarrivabile)

    P.S.: qualcuno sa spiegarmi per quale assurdo motivo cliccando su "Account Google" mi mette "Anonimo"?

    RispondiElimina
  15. Manca il Mimo, signori, il Mimo!
    Nemica di Batman, è una criminale che non parla, si truccala faccia di bianco ( coem Marcel Marceau) e deruba la gente.
    Tutto qui, nessun potere.
    Se non è morta di sonno questa....
    P.S Icicle è disegnato da Liefed?
    Notato che PUNCH tocca il culo a JEWELEE ?
    Che Plastique indossa la tuta dell' equipaggio della corazzata Yamato?
    Tutte cose belle.

    RispondiElimina
  16. Crash: devi essere prima loggato (tra i follower in alto a destra, se sei tra i follower. Oppure se usi un account google, devi essere prima loggato lì, con gmail, igoogle o quant'altro).

    Sam: Icicle è disegnato da McFarlanroftl.

    Shinichietc.: lo si era premesso, prima di iniziare, che mi sarei affidato solo a quanto trovavo in quella Enciclopedia del DC Universe
    (maledetta sola, 25 dollari ciulati...)

    Detto che secondo me il più pezzente resta chiaramente Black Racer, i prossimi appuntamenti sono con i super-eroi sovietici (è già tutto pronto) e con i nemici pezzenti di F4 e Vendicatori.

    RispondiElimina
  17. Doc, forse la mia memoria mi inganna, ma mi sembra strano tu non abbia considerato EGLI. Per il resto, a parte che il Trickster di Mark Hamill è BELLISSIMO, la tappa finale e conclusiva direi che va senza indugi al temibile Monocolo. Potevano usarlo per il Batman di Adam West, secondo solo al temibile Menestrello.

    RispondiElimina
  18. LOL, enciclopedia dimmerda, mi son perso il meglio: SIGNALMAN è il mio nuovo idolo.

    RispondiElimina
  19. Gli episodi del telefilm di Flash dove Mark Hamill interpretava Trickster li avevo in vhs...pezzentissimi XD!!! Onomatopoeia nn mi è dispiaciuto nelle storie di Kevin Smith...il fatto che nn parli ma che emetta solo rumori lo rende inquietante

    RispondiElimina
  20. però onomatopeia in quanto a estetica non è proprio da buttare ricorda molto spiderman noire di shattered dimension

    RispondiElimina
  21. Anche io appena ho visto Onomatopeia ho pensato che sotto il costume si celasse l'agente Jones. Ma quello è uno sbirro.
    Diciamolo, Dario Bandiera ha molto più del criminale da strapazzo...

    RispondiElimina
  22. E' l'agente Jones della versione italiana del film, perché quando parla non si sente niente :D

    RispondiElimina
  23. Signalman volevo suggerirtelo dopo la prima puntata, ma mi son detto, fiducioso, "non voglio influenzarlo". Anche perché persino il pezzentissimo Black Racer svanisce dinanzi a cotanta potenza.

    RispondiElimina
  24. Ci piglia che oggi, così come il giorno del grande down, "Blogger" non logga ed ha problemi di visualizzazione con "Firefox 4"...

    Con "Chrome" e "Safari" problemi 0. (Forse funge anche con "IE", ma la repulsione mi impedisce di accertarmene... :P ).

    Ad ogni modo, io oggi ho postato sul mio blog via "FF 5 Beta" & "Chrome" e, per non saper ne leggere ne scrivere, ho conservato il backup integrale del nuovo post redatto, che non si sa mai, nella vita... ;)

    Doc, imitami! :P

    RispondiElimina
  25. Ormai faccio più backup io che un pusher di film tarocchi.

    RispondiElimina
  26. Non seguo molto i fumetti DC, ma Trickster, all'epoca dei cartoni animati della Lega della giustizia, gli ultimi, era rappresentato in maniera direi triste, malinconica. Un pazzo schizzato che voleva solo giocare con Flash. E Flash, magnanimo, accettava a patto che prendesse le medicine.

    RispondiElimina
  27. arrivata a Onomatopoeia sò morta :°D

    RispondiElimina
  28. PRANKSTER mi è sempre stato simpatico :D

    RispondiElimina
  29. Onomatopoeia è semplicemente geniale! :D

    RispondiElimina
  30. Mark Hamill che interpreta Trickster, mi ricorda Mark Hamill che interpreta Scassacazzi (Cock-Knocker) in "Jay e Silent Bob fermate Hollywood" (Jay e Silent Bob strike back).

    http://media.comicvine.com/uploads/0/6955/805274-cockknocker1ll_super.jpg

    http://iwannabeajedi.com/wp-content/uploads/2011/05/7319-25514.gif

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails