giovedì 12 maggio 2011

35

I nemici più morti di sonno del DC Universe (parte I)

Volevi scrivere questo post sui supervillain più pezzenti dell'Universo DC, sulla falsariga di quanto fatto l'estate scorsa con quelli dell'Uomo-Ragno, ma la tua conoscenza del cosmo DC non è così enciclopedica. Fortuna allora che ti trovavi CASUALMENTE sottomano The DC Comics Encyclopedia: The definitive guide to the characters of the DC Universe Updated and Expanded (per gli amici TDCETDGTTCOTDUUAE). Una volta iniziato a sfogliare il volume, però, è sorto un secondo problema: i nemici morti di sonno degli eroi DC sono talmente tanti che ti tocca dividere questo post in più puntate. Si parte con la prima, i supercattivi superzingari dalla A alla C, il resto poi si vede. Tenetevi. Tenetevi forte […]
ANGLE MAN
Il primo Angle Man era un vecchio nemico di Wonder Woman (apparso per la prima volta in Wonder Woman #70, nel 1954). Un criminale con la tutina di Kick Ass ma cinquant'anni prima di Kick Ass, la squadretta e questa fissa pazzesca per gli angoli. Nel 2002, durante la sua gestione di Wonder Woman, Phil Jimenez sente proprio il bisogno irrefrenabile di tirare fuori una versione moderna del personaggio. Il nuovo Angle Man (su Wonder Woman #179, 2002) è perciò un, uh, ladro gentiluomo italiano legato alla mafia. Armato sempre della sua squadretta
e vestito come Michael Jackson nel video di Smooth Criminal
Lo scontro con Donna Troy (che poco intelligentemente all'epoca si era scelta il nome da battaglia di Troia) avviene ovviamente a Venezia. 
Dove l'eroina sconfigge Angle Man con il remo di una gondola (!), urlandogli: Pizza, spaghetti, mantuline, pagliaccio italiano baffineri!

 ATOMIC SKULL
Anche qui due versioni, una della Silver Age e una moderna (apparsa su Adventures of Superman #483 o, stando alla TDCETDGTTCOTDUUAE, Action comics #670, sempre nel '91), ma tanto il concetto di base è lo stesso. Quello di una versione pezzente e radioattiva di Ghost Rider. Con le rebook pump.

THE AUCTIONEER
Un altro clonazzo di un personaggio Marvel, con le seguenti aggravanti: a) è una roba moderna (Action comics #841, 2006), b) il Collezionista della Marvel era un supervillain già parecchio zingaro di suo, c) un ALTRO Auctioneer era già apparso in Alpha Flight 42, d) un servbot di Mega Man con il pizzetto da moschettiere e le sopracciglia da tronista fa ridere i polli, e) The Auctioneer è un nome incredibilmente ebay su una scala da zero a invece di pensare ad Astro City, Kurt Busiek?

BARON BLITZKRIEG
Cattivo della Seconda Guerra Mondiale con tutti i canoni da supervillain nazista, ma apparso a fine anni 70 (su World's Finest Comics #246, 1977). Canoni da supervillain nazista ai quali il barone aggiunge di suo un costume fottutamente ridicolo: ché un conto è il Teschio Rosso, tutto un altro paio di maniche un barone con la tutina gialla, fucsia e arancione.
Di recente è saltata fuori nelle storie della Justice Society of America una Baronessa Blitzkrieg, discendente del Barone

e anche lei daltonica
BLACK RACER
Nel 1966 l'immenso Jack Kirby aveva creato Silver Surfer, un personaggio cosmico che andava in giro su una tavola da surf. Che detta così suonava come una colossale minchiata, occhei, ma in qualche modo ne era venuto fuori uno dei personaggi più affascinanti e amati del Marvel Universe. Cinque anni più  tardi, Kirby è passato alla DC Comics, sta lavorando alla serie dei Nuovi Dei e si dice, sai che c'è?, ci riproviamo. Solo che tutto quello che gli viene fuori, su quel numero 3 di New Gods (1971), è questo essere divino che raccoglie le anime degli dei per portarle nell'Ade, e lo fa usando un paio di sci. Con tanto di racchette. La personificazione della Morte attrezzata come Tomba a Calgary '88.

BLACK SPIDER
Pure in questo caso di Black Spider ne abbiamo diversi. Il primo (Detective Comics #463, 1976) era un eroinomane che inizia la sua carriera criminale quando rapina un negozio e ne uccide il proprietario. Accorgendosi solo dopo che era SUO PADRE. Diventa quindi un nemico di Batman, con il suo bel costumino in stile Tarantula, finisce ammazzato, ma poi torna in qualche modo in vita tra le pagine del Sandman di Neil Gaiman. Il secondo Black Spider è invece del '95 (Batman #518) ed è un altro tipo, che si sceglie quel nome e quel costume perché ha degli sfregi in faccia a forma di ragnatela. Un'altra storia di complessi irrisolti gravi tipo Due Facce, insomma. Ah, in questo caso il costume ti ricorda ancora di più qualcuno...
...solo che proprio non riesci a ricordare chi...

BLOCKBUSTER
"Blockbuster spacca... botteghino!!!"
Di Blockbuster ne hai trovati addirittura quattro. Dal nemico di Batman (Detective Comics #345, 1965) a uno creato da Lex Luthor nella miniserie 52, passando per la nemesi di Starman (Starman #9, 1989). Tutti grossi, orribili e con le videocassette da riportare entro le 23 altrimenti si paga la penale sul prossimo noleggio, grazie.

BODY DOUBLES
Due sicarie apparse per la prima volta su Resurrection Man #1 nel 1996. Due killer spietate con il tipico look da assassine prezzolate: tacchi a spillo e completino da mignotte. Hanno fatto parte anche della Società Segreta dei Supercriminali, che ormai ammette cani e porche.

BOLT
Mago degli effetti speciali e assassino, Larry Bolatinski (prima apparizione in Blue Devil #6, 1984) era in pratica un Mysterio con il costume a metà strada tra il Punitore, Flash e Lina Wertmüller. Ucciso dal figlio core 'ngrato Terry, che ne ha preso il posto, è stato resuscitato di recente per entrare a far parte del Corpo delle Lanterne Nere.
 

THE BRAIN
Che Grant Morrison sia stato uno dei più grandi scrittori di fumetti di tutti i tempi lo capisci quando pensi a come sia riuscito a rendere storica una serie come Doom Patrol. Lavorando su personaggi tipo qusto cervello di un genio del crimine francese (Doom Patrol #86, 1964) affiancato da uno scimmione intelligente che si chiama Monsieur Mallah.
Uno scimmione con cui, durante il suo ciclo sulla testata, intrattiene addirittura una relazione (The Brain, non Morrison) 
 

CALENDAR MAN
Avete presente quei tizi strani che in genere rivestono una qualche funzione sociale nelle sagre di paese? Quelli un po' svitati che si ricordano tutte le date e tutti i santi e ti sanno dire che giorno era tipo il 14 dicembre del 1975? Julian Gregor Day è uno di loro. Solo che invece di organizzare la processione della Madonna a mare di Belvedere Marittimo (CS) la prima domenica di agosto è uno che prende gli schiaffi in faccia forti da Batman sin da Detective Comics #259 del 1958. E sì, The Long Halloween l'hai letto. Ma Calendar Man resta un cazzone.

CATMAN
Che all'inizio era un ladro (Detective Comics #311, 1963) e poi, dopo anni come nemesi pezzente di Batman, è diventato tipo un antieroe. Cioè una versione al maschile in tutto e per tutto di Catwoman. Ora, se qualcuno vuole spiegarti con calma, serenamente, A COSA MINCHIA SERVE UNA VERSIONE MASCHILE DI CATWOMAN si faccia pure avanti.
 

CATSEYE
Tre ragazze bellissime, tre sorelle furbissime, son tre la… ah, no, quell'altro Catseye, scritto tuttattaccato. Il membro leopardato zingaro della Suicide Squad (Suicide Squad #53, 1991). Com'era pheega la prima serie della Suicide Squad.
 

CAVALIER
Nemico di Batman di vecchia data (vecchia data = da Detective Comics #81, del 1943) che ha indossato per decenni un PRATICISSIMO costume da moschettiere.
O, più di recente (un nuovo Cavalier apparso in Legends of the Dark Knight #32/34), uno da COLLABORATORE DOMESTICO FILIPPINO con in testa la bandana berluscò.

CHEETAH
Ci risiamo. C'è Cheetah, ed è come abbiamo visto una delle cattive più pheeghe del DC Universe. Era proprio necessario tirare fuori in Wonder Woman #142 (1999) un Cheetah maschio? Questo argentino che si chiama Sebastian Ballesteros e vuole a tutti i costi dimostrare che un Cheetah uomo è meglio delle Cheetah donna che l'hanno preceduto? Questo povero, ridicolo, inutile stronzo?

CHRONOS
Un nome utilizzato negli anni da tutta una serie di viaggiatori nel tempo malandrini. Ma quello che ci interessa in questa sede è soprattutto il primo, David Clinton, in giro da The Atom #3 del '62. Perché? Cioè, guardate come CAZZO è vestito.

CLOCK KING
Il Re degli Orologi, il primo Re degli Orologi, William Tockman (World's Finest Comics #111, 1960), nemico prima di Freccia Verde e poi di Batman (che se non sono dei poveri mentecatti non li picchia), anche nel suo fantozziano telefilm. La cosa interessante è che, a parte il vestito da pagliaccio, Clock King non ha alcun potere o abilità speciale, se non, si legge su uichipìdia, "un acuto senso del tempo e dell'ordine"
Che allora pure lui era un supervillain, solo che non ce ne siamo mai accorti

CLUEMASTER
Ex presentatore di quiz televisivi (!), Arthur Brown (Detective Comics #351, 1966) è un criminale che lascia indizi sulla scena dei suoi delitti. Dice: come l'Enigmista. Sì, solo che questo è più pezzente e lascia degli indizi veri e propri, senza indovinello. Cerca di scoprire più volte l'identità di Batman, senza riuscirci, e pure lui non ha alcun potere, ma solo dei… dei così attaccati al costume che contengono esplosivo, bombe fumogene e fialette puzzolenti di Carnevale.
 

C.O.M.P.U.T.O.
Computo era un supercomputer assassino creato da Brainiac su Adventure Comics #320 (1966). Sì, per essere un supercomputer assassino aveva un nome dimmerda da giocattolo Clementoni, va bene, ma era pur sempre il '66. La cosa GRAVE è che quando una sua versione moderna salta fuori dalle pagine di Legion of Super-Heroes 14 (1997) si chiama C.O.M.P.U.T.O., acronimo di Cybercerebral Overlapping Multi-Processor Universal Transceiver Operator. A quel punto, potevano chiamarlo pure I.B.M., acronimo di Indubbiamente una Bella Minchiata.

COPPERHEAD
Intendiamoci: per gli standard sindacali da cattivo dei fumetti a tema animalier, soprattutto dopo quello che è stata capace di tirare fuori la Marvel negli anni, Copperhead (nato su The Brave and the Bold #78, 1968), con il suo costume da serpente tipo cattivo dei Masters, non aveva nulla di sbagliato in sé. È che si ti chiami "Testa di Rame" come l'omonimo rettile, quanto tempo pensi che ci metta - ti chiedi - un Robin qualsiasi a dirti: "Ma vafagnisca 'sta Testa 'i Minchia!"?
 

Ok, con questa prima parte abbiamo finito. Riprendiamo la prossima volta dalla D delle Double Dare. Cioè, se proprio trovi il coraggio. Cioè, forse.

POST CORRELATI:
20 nemici pezzenti dell'Uomo-Ragno

35 commenti:

  1. Per un'oretta non funzionava niente. Manutenzione, credo (spero)

    RispondiElimina
  2. LOLLONE per Calendar Man
    (ma stamattina ci sono problemi con blogger, doc? E' la quarta volta che provo a inserire questo commento)

    RispondiElimina
  3. Certo che...sarà pure daltonica la Baronessa Blitzkrieg...ma sempre meglio un cambio come quello che pensare a quel Cheetah maschio...

    RispondiElimina
  4. Lo sciatore e l'angolo, sono qualcosa che conferma la convinzione mia e dei miei amici che (nonostante che pure la Marvel abbia collezionato il suo bel bagaglio di minchiate durante la sua vita editoriale) la DC praticamente campa solo sui proventi vari di Batman e qualche altro personaggio di simile dignità. So che probabilmente in realtà non è così, ma non riesco a pensarla diversamente.

    Per quanto riguarda il cheetan maschio... non ho parole sopratutto per l'anatomia in stile "Ken" : ok che è plausibile che abbia il cazzo rientrante (che poi quanto resti dentro mentre ci si avvinghia a Wonder Woman, resta da vedere) , ma le palle dove sono finite? XDXDXDXD

    RispondiElimina
  5. Beh, anche la Cheetah femmina ha il pube in bella vista e non c'è niente... ma in generale si nota sempre l'assenza di pacco con tutti questi costumi attillati, per cui tanto vale.

    RispondiElimina
  6. Va detto che l'abbigliamento delle Baby Doubles è così pezzente da superare il sexy, mettersi nella corsia di destra e uscire al casello di RIDICOLO.

    RispondiElimina
  7. Dopo aver mangiato un camogli all'autogrill BATTONE DA DUE SOLDI :)

    RispondiElimina
  8. @Lamb-O
    Guarda che non mi pare indossi alcun costume attillato e proprio per questo ho fatto notare che sembra ancora più ridicolo. -_-

    RispondiElimina
  9. Sì, lo so: per diverse ore è stato impossibile commentare (tra le altre cose) sul blog, per una roba di manutenzione su scala globale da parte di Google/Blogger. Ora pare che le cose siano di nuovo, garbatamente al loro posto.
    Insomma, potete tornare a dichiarare il vostro amore per Black Racer.

    RispondiElimina
  10. "Quello di una versione pezzente e radioattiva di Ghost Rider. Con le rebook pump."
    Un eroe GGGiovane!

    RispondiElimina
  11. Devo contraddirvi, in quanto l'immagine di Cluemaster svela una poco dignitosa erezione!

    RispondiElimina
  12. Ahahahah, i tuoi commenti fanno sempre gran ridere Doc, sei un grande: attendo con impazienza il resto!!!

    Non conosco bene la DC, e devo dire che mi bastano i buffoni della grande M per avere un panorama di cog****i che le prendono dai buoni.

    RispondiElimina
  13. stupendo. o meglio orripilante.
    Questo conferma che Batman e' probabilmente il supereroe con piu' carisma mai creato.
    Perche' restare un personaggio serio dopo che ti mandano come avversario l'uomo calendario o la versione bionda di strider, non penso che tutti lo sappiano fare.Eh.

    COmunque se dovessi votare premio cattivo dc-amore a prima vista sarebbesicuro per Clock King.
    Sicuro.

    RispondiElimina
  14. Invece per me la revamp di Catman oramai in auge da qualche anno - dovuta ad un insospettabile incontro/scontro con un personaggio eminente dell'universo DC - con annesso spiegone drammatico è molto solida. Più che una versione al maschile di Catwoman, trovo sia più affine ad un Kraven the Hunter o un Wolverine senza poteri mutanti che non sta in millmila gruppi diversi giusto perché lì dove c'è fa figo.

    PS. Ieri è uscito Flashpoint #1. Cinebrivido con coltelli.

    RispondiElimina
  15. Sono d'accordo. Ma il punto non è l'uso lodevole che di un personaggio pezzente si è riuscito a fare in seguito, Raf (anche Kingpin, nei suoi esordi come nemesi dell'Uomo-Ragno, era ridicolo, per dire), ma la genesi stessa di un Catman. Il fatto che a qualcuno sia venuto in mente di creare un Catman

    RispondiElimina
  16. Mo non voglio fa lo stronzo.... ahahah! Ma dai sempbrano tutti palesi plagi della Marvel!
    Certo... può darsi che la Marvel abbiamo plagiato la Dc.
    Anche se alcuni li trovo molto trucidi: talmente trucidi da piacermi!
    CAVALIER! Siiiiii

    RispondiElimina
  17. Black Racer era la dimostrazione che King Jack non c'era già più con la testa a quei tempi.
    Ma dico, mi fai la Morte che va su degli sci e me lo fai puredi colore per aumentare la similitudine con la Nera Signora?
    Cq il fascino dell' universo DC stà proprio nella sua moltitudine di personaggi bislacchi e ridicoli, che se dati in mano a gente in gamba ( Morrison, Gaiman , Moore)ti tirano fuori dei capolavori.
    Non è mica un caso se la la maggior parte delle saghe a fumetti supereroistiche considerate delle pietre miliari vengono tutte da mamma DC.

    RispondiElimina
  18. Sam, mi è arrivato il fumetto di Tangentopoli! :)

    PS
    Qualcuno di voi ha ancora problemi nel postare i commenti?

    RispondiElimina
  19. Adesso no, pare.

    Fantastica la battuta su Bolt/Wertmuller, roba da oscurare persino la bruttezza dello sciatore di Kirby! Post che valeva la pena commentare anche dopo sei giorni, adesso vogliamo arrivare fino alla Z!!!

    p.s.anche adesso che tutto è tornato su, ci ho impiegato sei ore a postare un commento. Doc sposta 'sto blog su Wordpress, è facile importarlo ed abbastanza indolore. Lascia questa immensa ciofeca di Blogger, io l'ho fatto anni fa e ne sono felice

    RispondiElimina
  20. @Doc
    Mii , aspetto presto la rece: ci sarà da ridere ( o da piangere, dipende dai punti di vista) per tutti gli antristi!
    Peccato solo che tutte le scene più divertenti sono mezze zozze ( anzi, togliamo pure il mezzo , va).
    Mi domando come farai a parlarne senza uscire dal seminato, Doc.

    RispondiElimina
  21. Helldorado: ah, ecco, sei te il Max di FB :)
    Il problema è che in queste cose sono di un pigro livello Geremia del Gruppo TNT. Alla fine vale il solito discorso: è un blog per scriverci due meenkiate, non è un sito. Fintanto che va (quando va) chissene.

    Sam: Eh. Gli ho dato una sfogliata poco fa, e di pubblicabile c'è in effetti pochino. Finisco di leggerlo, poi al massimo si opta per la recenZione tutta testo. Vediamo

    RispondiElimina
  22. Sinceramente trovo il Barone Blitzrieg interessante, nonostante l'ardito accostamento cromatico. Interessante se non altro paragonato agli elementi qui presenti (Black Racer, Dio mio). Doc, sto giro non sei riuscito a cacciarci dentro il tuo alter-ego fumettoso? Eh eh :)

    RispondiElimina
  23. No, è vero, ma solo perché ancora non ho trovato spazio nel DC Universe.

    Ancora.

    RispondiElimina
  24. Sky's the limit. A quando un cameo nei fumetti porni della Edifumetto? :))

    RispondiElimina
  25. @Capee: vuoi dire che non hai letto l'albo a fumetti "Rocco Siffredi si confessa: il doc è il mio maestro"? :D

    RispondiElimina
  26. Ho visto cose veramente brutte.
    Cose che non sapevo esistessero.
    Cose che ti fanno apprezzare tutto il resto.
    E ora il mondo sembra un posto più bello.
    Grazie Doc, aspetto il resto! xD

    RispondiElimina
  27. @mitch: sì, lo davano in bundle col dvd "Doc invade l'Ungheria" :))

    RispondiElimina
  28. Sono queste le cose che ti fanno apprezzare i fumetti, sapere che per quanto una storia o un personaggio ti può sembrare ridicolo, in giro c'è molto di peggio.

    RispondiElimina
  29. Bolt/Wertmuller tutta la vita!!!
    Avanti con sta pezzent-hit fino alla lettera Z e speriamo di non commentare ancora! ;)

    RispondiElimina
  30. Strepitosa passerella, una delle migliori.
    Clock-King, in particolare, è un poveraccio D.O.C.
    E meriterebbe come costume la sahariana di Furio. Magari col mantellino.

    RispondiElimina
  31. Questa volta ho solo dato un'cchiata al volo al post perchè conosco molto poco l'universo di Sup e Bat per cui non so una cippa dei suoi avversari scamorza.
    Se tornerai sui supercriminali sfessati della Marvel mi esprimerò.
    Saluti

    RispondiElimina
  32. nessuno per caso guarda mai "i fantagenitori"? sono un cartone apparentemente da bambocci ma (almeno per me) esilarante; si dia il caso che uno dei personaggi è proprio Catman, che ogni tanto fuoriesce dai fumetti, ed è doppiato nientepopodimeno che da Adam West! Il mitico e pezzentissimo Batman del telefilm!
    http://images.wikia.com/fairlyoddparents/en/images/d/d7/Cat_man5.jpg

    RispondiElimina
  33. Doc,le Body non si toccano PROPRIO perchè gnocche!

    @Alessandro: è vero! In realtà ritengo che quello sia un cartone per un target molto "più adulto" dell' apparenza! Ci sono un sacco di gag basate su citazione di telefilm e fumetti degli anni 60!

    RispondiElimina
  34. Domani arriva la seconda parte rotante.
    Estote parati (anche se non avete fatto i boy scout)

    RispondiElimina
  35. La settimana scorsa avevo lasciato un commento, ma quel cesso di Blogspot lo ha cancellato (quel giorno mi ha cancellato pure un post).
    QUindi ricommento: molto pezzenti... anche se il mio preferito rimane Cavalier! Ho sempre avuto un debole per gli spadaccini!
    Quel pezzente di Catman mi ricorda un tizio che stava ad un cartone animato... era perfino doppiato da Adam West!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails