lunedì 23 maggio 2011

51

Perché Top Gun ha provocato alla vostra generazione dei traumi insanabili

Al tempo della sua uscita in sala nel 1986 e, soprattutto, nella sua vita postuma fatta di visioni in VHS e di repliche infinite sulle reti del biscione, Top Gun è stato per tanti una pellicola simbolo degli anni 80, addirittura un qualcosa con del mitico dentro. Ma il film di Tony Scott, la storia del pilota un po' nano Maverick, anche se non potevate ancora saperlo vi avrebbe lasciato ferite profonde. Per sempre […]
Top Gun era un bel film perché i dogfight tra gli F-14 Tomcat e i fittizi MIG-28 erano, lo diciamo subito, una figata allucinante. In un'epoca in cui non c'era la computer graphic a salvarti il culo, e realizzare quel tipo di riprese e renderle credibili non era mica una roba micio micio bau bau. Quando, insomma, sullo schermo si inseguivano amorosamente degli aerei da guerra e partivano dei missili e Maverick faceva lo sborone a testa in giù e veniva lanciato all'ultimo minuto partendo dalla panchina e riusciva comunque a mettere in fuga i Mig pilotati dai soliti piloti russi malvagi senza volto, in quei momenti lì c'era di che divertirsi. Il problema, semmai, era tutto il resto. Tutti i restanti 85 dei 110 minuti di pellicola. 
Perché Top Gun era il film che ti spingeva a credere che i piloti degli aerei da guerra fossero tutti fighi come Maverick Tom Cruise o Iceman Val Kilmer, e invece quattro anni dopo avreste scoperto che non era mica vero
ché Bellini e Cocciolone non erano esattamente questi fotomodelli
Perché Top Gun, supportato dalla moda paninara, ha riempito le scuole superiori italiane di gente col giumbotto Avirex pieno di toppe e i Ray-Ban a goccia.
E una volta hai visto due tipi in motorino, uno col ciao e l'altro sul sì, che si incrociavano sul lungomare di Belvedere Marittimo (CS), tutti e due con l'Avirex e i Ray-Ban a goccia, e si salutavano con il pollice come Maverick. Senza dire niente. E ad assistere a quella scena ti sei vergognato per loro.
Perché Top Gun ti faceva sembrare incredibilmente pheega una come Kelly McGillis e ti faceva venire la voglia di essere il suo uomo e di farci all'amore in un ambiente vaporoso sulle note di Take My Breath Away dei Berlin e di Giorgio Moroder. Anche se poi, dopo, da testimonial delle saponette, si vedeva benissimo che la McGillis era una mezza cessa. E il suo tipo di uomo ideale comunque era una donna.
Perché Top Gun ti installava in una directory del cervello quel maledetto tema, e tutti quelli che entravano in un posto qualsiasi in cui ci fosse un pianoforte/una pianola/una pianolina giocattolo del mulino bianco dovevano per forza dimostrarti che erano dei fenomeni premendo quei quattro-tasti-quattro dimmerda. In genere riuscendo pure a premerli nell'ordine sbagliato.
Perché sulle spiagge italiane, dal 1986 in poi, sarebbe stato tutto un pullulare di tipi che giocavano a Beach Volley spaccandosi gli occhiali da sole con una pallonata e dandosi il cinque con il doppio schiaffo avanti e dietro dopo una schiacciata.
Perché, in buona sostanza, se gli togli gli aerei, Top Gun era un film del cazzo con personaggi profondi quanto una pozzanghera, una storia d'amore ridicola e una recitazione indegna perfino per gli standard di Centovetrine.
E questo senza contare tutti quei ragazzi spiaccicati appena fuori Fiumicino e Linate per imitare la scena della moto
o tutto quel SOTTOTESTO OMOSESSUALE

51 commenti:

  1. Non sapevo/ricordavo che è un film di Tony scott. Adesso tutto torna. Ma chiedo, quest uomo ha fatto almeno un film di genere diverso nella sua carriera?
    Ottima recensione come al solito, dottò

    RispondiElimina
  2. L'ultimo boy scout e Una vita al massimo non li butterei proprio via.

    La cosa inquietante è il motivo per cui fu scelto per Top Gun. Secondo uichipìdia,

    "Don Simpson e Jerry Bruckheimer che gli chiedono di dirigere un film intitolato Top Gun. Tra i pochi ammiratori del suo precedente film, Simpson e Bruckheimer dichiarano di aver scelto Scott principalmente dopo aver visto gli spot girati per la svedese Saab nei primi anni '80: negli spot, una Saab 900 turbo si ritrova a gareggiare con un jet"

    Cioé, se avesse girato lui la pubblicità della tipa nella doccia del Saratoga, lo chiamavano per un film con Tinì Cansino.

    RispondiElimina
  3. Quindi Simpson e Bruckheimer sono due idioti con un culo spassionato oppure due geni del male, visto il successo del film nonostante questi criteri di scelta XDXDXDXD.

    Top Gun lo consideravo carino ma piaceva principalmente a mia madre. Per me all'epoca, lo stereotipo di aereo + pilota figo era Robotech/Rick Hunter e vaffanculo a Tom Cruise.
    Poi non so... ma sia da bambino che oggi da adulto, la considerazione che i caccia da milioni di dollari vadano tranquillamente giù con un missile tanto quanto un semplice biplano da due soldi, la considero abbastanza idiota e sprecona.

    RispondiElimina
  4. La motivazione della scelta del regista, che ho appena appreso, supera in agghiaccianza la pellicola in sè.

    Che però, oh, non dire in giro che l'ho detto, che tutt'ora ho amici che son capaci di guardarti male per un mese, se ti azzardi a non descrivere Top Gun come film mitico.

    RispondiElimina
  5. Quando parli di Top Gun sciacquate la bocca.
    E' un film che ha segnato un epoca, con una colonna sonora da paura, con tutte le sue pacchianerie e quant altro.
    Top Gun un filmetto...Tze, ma che mi tocca leggere a 35 anni e un pezzo.
    Mi avessi parlato di quella ciofeca fatta dalla RAI con la Moro (grandissima pheega), "Aquile".
    Vorrei fare Top Gun ma non posso allora ci mischio dentro pure la ciofeca di College (la serie di Italia 1) e ne faccio un bello schifo.
    Allora sì; ma Maverick, Goose e IceMan NO!

    Non so se si è capito che non sono d' accordo con la tua esamina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ginny Hermione24 luglio 2014 17:41

      Sì, me lo ricordo "Aquile". Oltre all'ex Miss Italia Federica Moro, aveva nel cast anche un'altra pheega astrale, tale Adriana Fossa, nota anche per essere la compagna di Paolo Maldini. Ma un altro "Top Gun" all'italiana, che seguì nei cinema l'omologo americano dopo soli sei mesi, era "Mak Pigreco 100", cronaca di una festa studentesca dell'Accademia Navale di Livorno, con Rosita Celentano nel cast. Rosita però rifiutò l'etichetta di Top Gun all'amatriciana per il suo film, dicendo che non era una scopiazzatura della storia dei piloti di caccia.

      Elimina
    2. Concordo in pieno sul film. Non sara´ un capolavoro ma e´un simbolo degli anni`80 e non solo...e che musica, ci sono dei pezzi fantastici :)

      Elimina
  6. :D :D :D e pensare che nonostante l'età NON L'HO MAI VISTO!

    RispondiElimina
  7. Hai ragione sulla McGillis, quello sì, ma steack hudsee.
    Ah, e aggiungo, a Fiumicino non puoi fare il cojone con la moto, le piste sono perperdincolari alle strade, sia sulla Roma-Fiumicino che a Coccia di Morto.

    RispondiElimina
  8. Questo post, Adriano, è propedeutico a uno che andrà su nei prossimi giorni. Poi capirete :)

    RispondiElimina
  9. Quotone a DarkAlex per quanto riguarda il pilota preferito di Jet da combattimento.
    Robotech rulez!

    RispondiElimina
  10. Nonostante la mia passione per gli aerei (o forse proprio per questo, tutte le mie passioni sono molto "romantiche" tipo figata il triplano fokker che è invece sta roba tutta elettronica e poco ammore?) ho sempre considerato Top Gun una solenne cagata. Di più, per me è l'archetipo del film panino, di tutto il male degli anni ottanta. Vacuità, corpi scolpiti e sudati, storie senza capo ne coda, colonne sonore ricordate come epiche solo grazie all'effetto nostalgia panina. Mioddio, passiamo oltre, plìs.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo la musica di Top Gun molto bella e certi pezzi sono adrenalina pura :) sara´ una questione di gusti ma alcuni pezzi sono fantastici "mighty wings, danger zone, through the fire, top gun anthem" :)

      Elimina
  11. Miticissimo film: soprattutto se hai 6 anni un Tomcat che decolla da una portaerei rappresenta la cosa migliore che tu possa vedere da un 21 pollici grundig.

    Col passare degli anni lo rivedi sempre con piacere, perchè un F14 è pur sempre un F14 (per alcuni un camion alato precisiamolo) e perchè la "storia" assume connotati esilaranti.

    Per me la chiave di lettura del film è SENZA DUBBIO quella teorizzata da Tarantino. La storia di un uomo confuso che non sa se scegliere tra Charlie (omosessuale a sua volta nella vita) o Iceman. Emblematica è la scena in cui nell'ascensore lei porta un cappellino che nasconde i capelli, nella speranza di poterlo "riagguantare" sembrando un uomo. Alla fine sappiamo come e andata e tutti sono contenti: the gays are beating the russians!!!! You can fly my wing... no you can fly mine! SWORD FIGHT SWORD FIGHT!!!!

    RispondiElimina
  12. Film abbondantemente messo da parte e mal digerito.
    Mi annoiavo un sacco nelle scene d'amore e nei tormenti da competizione estrema tipici della cultura ameregana, però mi piacevano le scene aeree e sopportavo tutta la paccottiglia. Ma col VHS mi vendicavo col tasto FFWD.

    p.s. l'ultimo boy scout è godibilissimo.
    p.p.s. sto film ha il merito di aver ispirato una parodia come Hot Shots.

    RispondiElimina
  13. io non l'ho mai visto. con quel tom cruise là l'ho sempre considerato un film da donne.
    per me c'era solo rocky.

    RispondiElimina
  14. Per fortuna che ero abbastanza vecchio per sgamare subito Top Gun per quella cacata che è (a partire dalla colonna sonora). L'ho scampata bella. :-D

    RispondiElimina
  15. poi è un seguace di scemology tom cruz, cioe'... ho detto tutto.

    RispondiElimina
  16. Mai visto.
    E anche a me l'unico pilota di caccia che mi faceva gonfiare il pantalone era Rick Hunter.
    Ma vogliamo parlare anche di Giorni di Tuono che era Top Gun senza gli aerei ( ovvero il peggio del peggio)?

    RispondiElimina
  17. il film è guardabile nell'ottica anni 80... ma quoto DarkAlex quando dico che come Hikaru/Rick Hunter di Macross non ce ne è (anzi in teoria ci sarebbero Roy Fokker e Max Jenius... ma ci siamo capiti)

    RispondiElimina
  18. Doc, hai dimenticato:

    "Perchè, in tutta sincerità, era praticamente impossibile atterrare sulla porta-aerei nell'omonimo videogioco per NES. E se ci riuscivi, era comunque un caso fortuito.". :D

    RispondiElimina
  19. In Spagna settimana scorsa avevano il mega cofanazzo a forma di astronave con tutti gli episodi di Macross. Lingue dei dvd: spagnolo e giapponese. Dolore.

    RispondiElimina
  20. La storia è piatta, però ha il merito di aver fornito il materiale per HotShots, quindi si salva.
    E dire che la Avirex ha pagato per far apparire i suoi giubbotti nel film... i militari indossano solo abiti approvati dal Pentagono, in servizio.

    RispondiElimina
  21. COnfermo sindrome da Ray-Ban a gocciia (unico tipo di occhiale da sole che porto) e Anthem (che ho imparato a suonare con la chitarra elettrica appena possibile!)

    RispondiElimina
  22. OT: ma come? Niente post glorificatore per il goal di Nagatomo???

    RispondiElimina
  23. Gachi-Boy: no, niente. Ma ti sei perso le gag in tempo reale su facebook.

    RispondiElimina
  24. La cosa veramente brutta è che per noi fanciulle Tom Cruise era un sex-symbol. Le mie compagne di classe avevano le stanzette piene di poster presi da Cioè. Cioè.

    RispondiElimina
  25. Per me questo film rimane un mito, anche con tutti i difetti elencati al seguito.
    Ancora oggi, di tanto in tanto, lo rimetto su e me lo sparo. Poi era pieno di frasi tamarre del tipo "Lassù non c'è il tempo di pensare, se pensi sei morto" o "Sei veloce ragazzo ma non puoi nasconderti" etc etc.

    @doc: ti sei dimenticato di dire che quando il film raggiunse i cinema ammerigani all'uscita misero in maniera strategica degli uffici mobili per l'arruolamento. La gente fomentata che usciva dai cinema dopo aver visto il film andava lì e si arruolava direttamente, pazzia? Sicuramente, ma in quel periodo si registrò un incremento del 200% degli arruolamenti nell'aviazione, le big luolz.

    RispondiElimina
  26. VernonSPQR: è vero, ma le campagne arruolamento nelle forze armate ammerrigane sono sempre incredibili. Ricordiamoci che è gente che è stata capace di tirar fuori un FPS per raccattare un po' di videogiocatori (America's Army), e di promuoverlo spedendo all'E3 poveri Marine vestiti di tutto punto e carichi di armi pesanti.
    Da qualche parte sul forum di PlayGen ho postato una foto di qualche anno fa, in cui reggevo assieme a due soldati un fucile da millemila chili davanti al Convention Center. Il fucile, ovviamente, era vero.

    RispondiElimina
  27. Tralasciando qualsiasi commento sulla qualità (bassa) del film, non posso non spendere un plauso per la splendida colonna sonora che ...mi sono comprato in vinile un paio di mesi fa (4 euro sui Navigli :)

    RispondiElimina
  28. Doc, hai visto anche tu il season finale della terza di How not to live your life?

    RispondiElimina
  29. Nope. Si parlava di Top Gun anche lì?

    RispondiElimina
  30. Io conosco uno nato nella seconda metà degli anni '80 che di NOME DI BATTESIMO fa "Maverick". Chissà perché >.>;

    (il mio personale trauma insanabile, comunque, è stato aver perso ore preziose della mia infanzia a tentare di fare il rifornimento in volo nel gioco di Top Gun per NES. Fallendo quasi sempre e quindi perdendo con disonore, precipitando perché avevo finito la benzina. Son cose.)

    RispondiElimina
  31. Sarò strano io ma ho sempre avuto più stima per Topper Harley e Pete "Carne Morta" Thompson.

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Secondo tentativo: volevo solo dire che onestamente è un film piuttosto brutto, ma al pari di Over the Top, Commando e qualche altra roba del genere è troppo legato a bei ricordi per non volergli bene. E poi le scene di volo ancora rullano pesante su parecchia roba in CG uscita anni dopo.

    RispondiElimina
  34. Beh, io di quel film mi ricordo sopratutto la Kawa GPZ900R di Cruise e la Porsche 365 Speedster della McGillis.
    E per i miei 40 anni mi sono regalato la Kawasaki, sogno proibito di quegli anni!

    RispondiElimina
  35. Topper Harley FTW!!!
    RAMADAAAAAA!!!

    RispondiElimina
  36. Mai visto per bene, mai tollerato in realtà. Gli voglio bene perché ha dato origine ai due "Hot Shots!" e allo spiegone di Tarantino sulla sottotrama omo (che per me è la VERA trama).

    RispondiElimina
  37. No, Top Gun no. =(( A me si rizza ogni volta che sento la colonna sonora! Un film copiato e riveduto in ogni salsa, un grande film e chiunque la pensa diversamente è un Cocciolone! :p

    RispondiElimina
  38. a parte il quotone qui ad Alfredo... io non riesco a salvare nè il film nè la colonna sonora... sono (entrambi) l'esempio di quanto siano stati uno schifo assoluto gli anni 80 nel cinema e nella musica.

    RispondiElimina
  39. ShunichiMechazawa23 maggio 2011 22:14

    Questo film fa a gara con gli Europe e i paninari per l'ambito premio "il peggio degli anni 80".

    Al contrario di Macross.


    Piuttosto e' interessante come in nemmeno trent'anni Tom Cruise sia passato da "Top Gun" a "pistola al massimo".

    RispondiElimina
  40. L'unico motivo per vedere "Top Gun" è Meg Ryan

    RispondiElimina
  41. "Parliamo di Top Gun"
    "Sì, sì, Top Can, io interpretavo un ragazzo che aveva tanti cani. Tantissimi Cani..."
    "Ma...veramente io ricordavo il pilota di Caccia..."
    "Sì, appunto, cani da caccia..."

    I vecchi ricordi dello Zoo T^T

    RispondiElimina
  42. (a proposito del season finale della terza stagione di how not to live your life) sì, ultima puntata con i protagonisti che inscenano un musical basato sul film, vista giusto un paio di giorni fa tra l'altro, serendipity!

    RispondiElimina
  43. Sono completamente d'accordo: un film insipido con delle riprese mozzafiato.
    Tom Cruise l'ho sempre trovato insopportabile, ma Val Kilmer l'ho molto rivalutato dopo aver visto Top Secret. ;-)
    E i Rayban a goccia li avevo, ma solo perchè erano gli occhiali di Poncherello. :-D

    RispondiElimina
  44. Come non quotare Ilario Gradassi?

    RispondiElimina
  45. la parte divertente è che il regista, per far capire ai piloti che tipo di movimenti voleva, ha fatto veder loro delle puntate di Macross

    RispondiElimina
  46. "La più smaccata propaganda reaganiana, con i piloti della Top Gun presentati come cavalieri della Tavola Rotonda senza macchia né paura mentre i cattivissimi sovietici sono perfidi nemici senza sguardo, sempre celati dietro occhialoni scuri. Riprese spettacolari nei cieli e sulla portaerei Enterprise per una stupida e patinata saga militare che ebbe gran successo di botteghino" (Paolo Mereghetti)

    RispondiElimina
  47. Manca una considerazione fondamentale:
    è il 1990 e tony scott si trova tipo per qualche clausola contrattuale tom cruise e un paio di f14 avanzati. A questo punto si chiede "e mò c'amma fa co sta munnezz?" mmm....
    Tony nota che le ali dei Tomcat sono un pò "scassate" e proprio per questo pensa bene di staccarle e di "azzeccarci" un paio di adesivi per rendere un pò più fighi quei siluri vecchi.
    A questo punto tira le somme: inserisce tom cruise nella "macchina" appena creata, prende il copione di top gun e alla parola aerei sostituisce la parola "nascar" e ... film servito

    La genesi di giorni di tuono

    RispondiElimina
  48. L'unica cosa che apprezai all'epoca fu la colonna sonora

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails