Passa ai contenuti principali

Post

L'antrismo scorre potente in...

Cyberpunk: Iron Man - Crash e i primi fumetti disegnati negli anni 80 con un computer

Lasciando da parte il discorso di quel pasticciaccio delle IA che "creano" cose pescando, a quanto pare, dal lavoro altrui, il computer viene usato come strumento di lavoro nel campo dei fumetti da decenni. Basti pensare a tutti gli artisti che disegnano o colorano direttamente in digitale. Ma c'è stato un tempo in cui fare una cosa del genere voleva dire esplorare un mondo totalmente nuovo, tra mille difficoltà e senza esser sicuri di quanto convincente sarebbe stato il risultato. Questa è la storia dell'avvento dei CyberComics come Iron Man: Crash , e dei primi pionieri che si sono messi in testa di creare delle storie con i performantissimi (uh, guarda) computer dell'epoca [...]

Ultimi post

La storia della Gialappa's Band e di Jurassic Park, Eternity, Evangelion e tanto altro

I Manga e le ragioni del loro successo: perché piacciono così tanto

L'Antro nel 2022 e il nome ufficiale del duemilaeve...

La letterina di Natale agli antristi, anno 2022

Evercade Exp, la recensione: una spremuta di sala giochi in una console portatile a cartucce

Quella volta in cui Stan Lee è andato in Giappone e ha incontrato Osamu Tezuka e Go Nagai (dopo aver salvato Supaidaman)

25 regali di natale Nerd - Edizione 2022

Mazinga dopo i Thunderbirds: l'influenza delle serie in Supermarionation sui robot nagaiani

Zerocalcare, Berserk, Bowie, Saint Seiya, i Fantastici Quattro di Alex Ross e l'arte di John Romita Jr.