A babbo morto, Godzilla, Undiscovered Country, Arcadia, Pedrosa e tanto, ma tanto altro

a babbo morto arcadia godzilla undiscovered country

Un altro Microletture? Di già? Eh, ché la Grande Torre dei Volumi Arretrati è sempre lì, a guardarti in librocagnesco. Oggi parliamo di: A babbo morto di Zerocalcare, Godzilla - La guerra dei 50 anni, L'età dell'oro 2, Undiscovered Country, Arcadia di Bucci e Camagni, La funzione del mondo di Alessandro Bilotta e Dario Grillotti, Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei, Parle-Moi d'Amour di Vanna Vinci e La Fortezza 2. Uff! [...]

A babbo morto Zerocalcare

A BABBO MORTO
Editore: Bao
Pagine: 80
Quanto costa: 11
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Qualcuno ci aveva pur creduto, che effettivamente questo "libro extra" di Zerocalcare per il 2020, dopo Scheletri, fosse davvero un libro di buoni sentimenti, una favoletta sul Natale. Per quel fatto che ormai la gente giudica i libri neanche più dalla copertina, ma direttamente dal titolo.

Solo che, ovviamente, non è così. E lo spunto del babbo (Natale) morto diventa un fiume di pensieri in piena su tante cose là fuori, oggi. Tante, forse anche troppe, ma tutte legate in una metafora che riesce ad essere serissima e sbracata, a prendere ripetutamente per i fondelli il povero bambino Keison Bevilacqua e a ripetere, una volta in più, quanto fragili siano i pilastri della società in cui viviamo. Di quanti scheletri (ancora) siano pieni i suoi armadi. 

Sì, è un libro minore, A babbo morto, se paragonato a Scheletri e agli altri volumi precedenti, e lo è anche nel formato. Ok. Ma - fermo restando che l'arte, anche nel senso più vasto e applicato all'intrattenimento del termine, non è il il banco del salumiere - vale secondo te tutto quello che costa. E avercene, comunque, di libri extra di Michele ogni anno.  

GODZILLA - LA GUERRA DEI 50 ANNI

GODZILLA - LA GUERRA DEI 50 ANNI
Editore: saldaPress
Pagine: 136
Quanto costa: 24,90
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Ma che meraviglia. Fa niente che James Stokoe s'inventi dei grattacieli che nel centro di Tokyo nel '54 non c'erano: hai visto poche volte la devastazione di Godzilla resa così bene come nelle tavole di questo volume, che raccoglie la miniserie IDW di qualche anno fa Godzilla: The Half-century War

Una storia che scorre parallela alla saga cinematografica di Gojira, partendo da un soldato alle prese con la prima sgambata del lucertolone nel '54 e proseguendo fino agli anni Duemila. Tante citazioni di alcuni film classici della serie - spiegate dallo stesso autore nelle note alla fine del libro - e ovviamente la comparsata degli amichetti di Godzilla, da Mothra e Rodan a Megalon, Battra, Gigan, King Ghidorah. E ci sta pure Mecha Godzilla? Certo.

La prossima volta, magari, parliamo anche degli albi che stanno uscendo in edicola, sempre per saldaPress, sul mensile di Godzilla: al momento è in corso di pubblicazione (ne sono usciti due numeri su tre) la miniserie "Giganti e Gangsters". 

L'età dell'Oro vol. 2

L'ETÀ DELL'ORO - VOL. 2
Editore: Bao
Pagine: 224
Quanto costa: 25
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 5

Ma a quest'opera di Cyril Pedrosa e Roxanne Moreil, di presidentesse, ne daresti anche 20. Secondo e ultimo volume de L'età dell'oro, storia della principessa Tilda, del fratello usurpatore, di malefici, servitori fedeli, tradimenti, guerra. Qui, tanta guerra.

Ancora una volta, ti sei perso in quelle doppie pagine pazzesche, dentro le quali si muovono i personaggi e si smarrisce beato l'occhio. La storia prende, come praticamente tutto quello che scrive Pedrosa, ma a rubare la scena è soprattutto una resa visiva maestosa, splendida, che ha del vintage disneyano alla Bella addormentata e dei libri illustrati di un tempo, ma anche dell'arte contemporanea più stilizzata e visionaria, anche per la scelta dei colori.

Sono due volumi enormi in più di un senso. Se non li conoscevate, provate il primo, e ne resterete stregati. Parola. 

Undiscovered Country 1 saldapress

UNDISCOVERED COUNTRY - VOL. 1
Editore: saldaPress
Pagine: 176
Quanto costa: 19,90
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

"Un muro non è mai una soluzione, ma sempre un problema". Arriva anche in Italia la serie Image Undiscovered Country, viaggio in un'America distopica del futuro ricca di misteri e letteralmente chiusa dietro una barriera. 

Qui si gioca in casa, perché le tavole sono di un grande amico dell'Antro, Giuseppe "Cammo" Camuncoli, e dei finishes dei primi quattro capitoli si è occupato Daniele Orlandini, il disegnatore di Rim City. 

La storia di Scott Snyder e Charles Soule mette assieme due dei "migliori word processor" in circolazione oggi nel fumetto USA, ha un'ottima costruzione e, come solo nella fantascienza vera, quella che ha qualcosa da dire, si riflettono in uno scenario lontano i problemi di oggi. Lo specchio distorto dell'oggi. Non vedi l'ora di leggere come prosegue il tutto.

Arcadia Panini Buffi Camagni

ARCADIA - VOL. 1
Editore: Panini
Pagine: 144
Quanto costa: 17
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Arcadia 1, "Mad World" è al contempo il primo volume di un nuovo ciclo di storie e il quarto capitolo della saga di Nomen Omen, creata da Marco B. Bucci e Jacopo Camagni. Una saga urban fantasy che qui trova un nuovo punto di partenza, pur portando avanti la storia di Becky, di Taranis che le ha strappato il cuore, di Andrew e di tutti gli altri. Per spiegare ogni dettaglio e per un veloce recap degli eventi pregressi, tanto, c'è un pratico riepilogone con le schede di fatti e personaggi, alla fine.

Manhattan è diventata Arcadia, il regno di tutte le storie, dominato dalla magia. I personaggi continuano ad essere estremamente tridimensionali, le loro storie un mix di dialoghi affilati ed emozioni vere in contesti fantastici, che ti hanno ricordato alcune cose di Gaiman e del Brian Vaughan di Saga. Ed è un assoluto complimento, ovviamente.

La funzione del mondo Bilotta Feltrinelli

LA FUNZIONE DEL MONDO
Editore: Feltrinelli
Pagine: 112
Quanto costa: 16
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 5

Potresti giocartela facile, perché, in astinenza come sei del suo Mercurio Loi, basterebbe ribadire che qualsiasi cosa scriva Alessandro Bilotta è per te meraviglia. C'è però da aggiungere che La funzione del mondo - Una storia di Vito Volterra, è un libro interessante anche per altre ragioni.

Illustrato da Dario Grillotti, racconta la vita - appunto - di Vito Volterra, importante matematico e fisico, mente geniale sin da tenera età, una delle figure a cui dobbiamo l'esistenza del CNR. Ma anche uno dei dodici universitari che rifiutarono di giurare fedeltà al fascismo. 

Antifascista cresciuto in una famiglia ebrea, Vito Volterra finì a lungo nell'oblio, un emarginato, pur essendo una delle menti più brillanti del paese. Materia perfetta, peraltro, per uno dei viaggi nel cuore e nella testa del lettore che Bilotta riesce a far compiere ai suoi personaggi.  

DIMMI COSA LEGGI E TI DIRÒ CHI SEI

DIMMI COSA LEGGI E TI DIRÒ CHI SEI
Editore: Feltrinelli
Pagine: 128
Quanto costa: 19
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Adori le strisce di Grant Snider, molto prossime come stile a quelle di Tom Gauld (Literary Cartoons) che leggi su Linus. Lo stesso Gauld è del resto, insieme a Matt Groening e altri, una delle fonti d'ispirazione spesso citate da Snider nelle sue interviste. 

Questa raccolta si concentrata evidentemente sui libri. Sul nostro rapporto con i libri. Sul percorso che ci porta, nel corso della vita, a diventare lettori appassionati, ad allontanarci magari per un po' dalla lettura, in una qualche fase di stanca, per poi tornare "a casa". Ma parla anche di chi con la narrazione ci si cimenta, ci sbatte la testa contro.

Dall'organizzazione degli scaffali di casa e i libri non finiti ai blocchi di un aspirante scrittore, c'è un po' tutto, in una serie di fumetti brevi, vari, divertenti, a volte - cavolo - illuminanti. 

Parle-moi d'amour Vanna Vinci

PARLE-MOI D'AMOUR
Editore: Feltrinelli
Pagine: 208
Quanto costa: 26
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4

Libro raffinato, esplicito ma mai voyeuristico e dalla tematica particolare, questo nuovo lavoro di Vanna Vinci. Donne libere, seduttrici e cortigiane della Belle Époque che raccontano direttamente all'autrice la propria esistenza, le proprie scelte, il modo in cui sono riuscite a tenere alla catena tanti uomini, a cavallo tra la fine dell'Ottocento e il Novecento.

Lusso, sfarzo, potere, nella vita di donne fatali, "disprezzate e adorate, crudeli e amorevoli". Una lettura magari non per tutti, ma che hai trovato molto piacevole ed estremamente elegante.

La Fortezza vol. 2

LA FORTEZZA - VOL. 2
Editore: Bao
Pagine: 246
Quanto costa: 25
Dove si compra: Libreria, Amazon
Presidentesse: 4,5

Abbiamo già parlato de La Fortezza, l'imponente saga fantasy di Sfar e Trondheim. Talmente imponente che uno schema, a inizio volume, spiega come le varie storie possano essere ambientate in diverse epoche, come l'Alba (creazione della Fortezza), lo Zenit, il Crepuscolo, e così via.

Ma in realtà non c'è molto da sapere, e questo secondo volume (ambientato ai tempi della fine della Fortezza) è estremamente godibile come il primo. Un'affettuosa, riuscitissima presa in giro del fantasy avventuroso, delle storie di cavalieri e dungeon pieni di mostri. Ma soprattutto una storia quadrata, al di là delle tante citazioni, e disegnata con uno stile delizioso. E oh, che questa saga ti faccia impazzire l'hai già scritto l'altra volta, del resto, no?

Ricordato a voialtri debosciati che tutti i fumetti e i libri di cui si parla sull'Antro li trovate ora elencati anche in questa pagina amazzonica qui, via con la chiacchiera: cosa state leggendo/avete letto di bello in questo periodo?

regali natale nerd 2020
20 

Commenti

  1. Cosa sto leggendo?
    Prestati da un amico mi sono letto gli omnibus di Cassidy e Mr No Revolution e di entrambi ho la medesima opinione. Abbiamo la Bonelli avventurosa migliore, che ritorna a presentare personaggi che "vivono" un dato periodo e non ne fanno "lo spiegone" o, ancora peggio, la reinterpretazione politically correct, MA, nel contempo, abbiamo due opere che si dilungano un po' troppo per arrivare dove si erano prefisse. Cassidy ci mette almeno un volume (inteso come raccolta) di troppo ad arrivare al finale predestinato e Mr. No si perde un po' nell'arrivare, finalmente, al punto in cui il ribelle musone Jerry Drake finalmente capisce che la vita la devi prendere sul serio solo fino ad un certo punto, altrimenti crepi, e diventa Mr. No. Con il risultato che nella loro parte centrale entrambe le opere perdono l'identità bonelliana e diventano indistinguibili da un titolo di lusso pubblicato su Lanciostory o Skorpio (che, per carità, sempre meglio di alcuni volumi usciti per Bonelli, eh?).

    Poi, nelle lande orientali, ho iniziato "Asadora" (chevvelodicoaffare: "capolavoro!") e mi sta molto divertendo "SpyXFamily" che unisce il meglio della "commedia famigliare action" Hollywoodiana e scorre liscio e agile.
    Kakegurui si conferma manga sborone del decennio e tutto va bene anche in questo 2020 dimmerd!!

    RispondiElimina
  2. Doc, ma ogni tanto per cambiare leggi anche qualcosa di deludente, così son buoni tutti!


    A Babbo Morto mi è piaciuto tantissimo. La chicca è stata Michele che sui social si lamenta dei fan che lo regalano ai bambini.


    La Regina degli Scacchi, bellissimo. Ce l'avevo sul Kindle dai tempi del primo mandato Obama. La serie è fedelissima all'originale.


    Graveyard Kids non mi ha fatto impazzire, probabilmente gusto mio.

    RispondiElimina
  3. Sto leggendo - molto dopo il crepuscolo - Party Hard di Francesco Guarnaccia & Roberto D'Agnano. Sono circa a metà. I personaggi hanno probabilmente meno della metà dei miei anni anche se Roberto D'Agnano disegna in stile maquantomipiaceRebeccaSugar e quindi i ragazzi e le ragazze potrebbero essere benissimo poco + vecchi di Steven o di Craig o di Clarence di Cartoon Network. Mi piace molto il ritmo della storia ed il ritmo in una storia è tutto. Devo recuperare i precedenti lavori di Guarnaccia - ho solo un volume in cui disegna - mentre passo il tempo meditando su un tascabile a la Ratolik scritto e disegnato dal dinamico duo Frank & Bob che ci racconti di un drago radioattivo scappato da una prigione in una fortezza a spasso x un mondo che non conosce, urbano e fantasy ad un tempo, alla ricerca del babbo che forse....no spoiler

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Francesco Guarnaccia ho letto il divertente From Here To Eternity. E mi ha ricordato una cosa che avevo letto su uno dei primi numeri di XL: i vecchi sono i veri punk.

      Elimina
    2. È una delle storie che intendo procurarmi, grazie, e di cui ho visto alcune tavole in rete. Penso che acquisterò anche la sua storia sci-fi che indaga la sindrome dell'impostore che colpisce chi arriva rapidamente ed inaspettatamente al successo

      Elimina
  4. Ciao Doc, ho poco tempo per leggere ma in un attimo di follia compulsiva da offerta, ho acquistato Kindle Unlimited a 10 euro per 3 mesi. Durante queste vacanze vorrei sfruttarlo un pò... Tra Dodici e Kobane Calling quale mi consigli di leggere ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo. Lettura imperdibile.

      Elimina
    2. Pur avendo poco tempo, oltre a Kobane Calling potresti riuscire a leggere anche altro. Se non li conosci già, Dimentica Il Mio Nome e Un Polpo Alla Gola. Ah, e Scheletri.

      Elimina
  5. L'Età Dell'Oro 1 mi è piaciuto molto, ma a distanza di tempo dalla lettura ciò che mi è rimasto impresso è proprio l'aspetto grafico, decisamente affascinante.
    La Fortezza 2 lo vorrei sicuramente prendere. Il primo l'ho trovato bellissimo, uno spettacolo sotto tutti i punti di vista.

    Ultimamente mi sono dato a un po' di Guerre Stellari, con alcune cose della Star Wars Collection. Per la precisione:

    Skywalker Strikes (SW Collection 1)
    Vader (SW Collection 2)
    Showdown On The Smuggler's Moon (SW Collection 3)
    Darth Maul (SW Collection 11)
    Thrawn (SW Collection 26)

    I primi 3 sono quelli che mi sono piaciuti maggiormente, essendo la diretta continuazione dei fatti narrati bel primo film. Thrawn è particolare, incentrato sull'ascesa del Grand'ammiraglio, con storia a base di intrighi, lotte di potere e relativamente poca azione. Visto il fascino del personaggio si fa leggere. Anche se devo confessare che nella parte centrale, dedicata a un altro personaggio, Arihnda Pryce, ho avuto non poche difficoltà a seguire con attenzione. Noia.
    Darth Maul così così. Il personaggio è visivamente affascinante, si sa, ma in queste storie è un po' monodimensionale: una furia assetata di sangue che trova di che abbeverarsi. Senza placare la sete, ovviamente.

    Rimanendo in tema, qualcuno sa se esiste un'edizione facilmente reperibile, anche in inglese, degli adattamenti storici dei primi 3 film con la colorazione originale? So che Panini li ha ristampati, ma con nuovi colori.

    Ho ancora il volume de L'Impero Colpisce Ancora, che comprai in occasione dell'uscita del film e che negli anni ho letto non so quante volte. Disegni di Al Williamson, se non sbaglio.

    RispondiElimina
  6. Quindi adesso sei il Dottor Arcadia?

    RispondiElimina
  7. Sta "Fortezza" mi sta interessando parecchio... Mi sa che approfondisco

    RispondiElimina
  8. belli belli e interessanti per me quasi tutti i fumetti di questo giro di letture, grazie doc! Per natale in nticipo mi son regalato una carriolata di fumetti, ma siccome, me li son fatti incartare come regali veri, non mi ricordo adesso i titoli, vediamo il 25 sotto l'albero!

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti come sempre anche stavolta ottimi spunti mi sa che un giretto dalle parti dei signori Snyder Soule e Camuncoli (uno dei miei preferiti ) me lo farò molto presto. Ho appena finito l'omnibus di The Invisibles bellissimo (anche se scomodo da leggere ) unica nota stonata la rimozione del logo Vertigo sostituto dal Dc Black Label un po' un colpo al cuore. Adesso mi aspettano Ratolik e i racconti di domani 3 ... un saluto a tutta la banda

    RispondiElimina
  10. Io per Natale ho ordinato A babbo morto, facendolo spedire a casa... Solo che con le restrizioni agli ingressi resto in Spagna e quindi lo leggerò forse a febbraio *insert improperi*

    RispondiElimina
  11. Finalmente sono riuscito a ritagliarmi un piccolo spazio da dedicare alla lettura.
    Ho finito a Babbo morto, mi ha divertito molto. Mi spiace solo per la mancanza di un vero finale, da come partiva sembrava volesse andare a parare da qualche parte, invece l'evento iniziale resta uno tra i tanti.
    Bedelia di Ortolani non mi è piaciuto. Colpa delle aspettative alte che avevo suppongo, ma non mi ha lasciato proprio nulla.
    Sto leggendo la raccolta delle opere di Don Rosa (The Don Rosa library) ed è capolavorissimo. Farebbero bella mostra di sè accanto a quelle di Barks, se la Giunti non ne avesse interrotto la pubblicazione.
    Finito Dash Kappei, molto godibile.
    In lista Scheletri di Zerocalcare e la terra,il cielo, i corvi di Radice e Turconi. Di nuovo aspettative altissime, speriamo bene.

    RispondiElimina
  12. Di recente ho letto Ready Player Two, sequel del famoso "Ready Player One-trick-pony". In breve, la storia parte bene, con una piacevole atmosfera da "dieci anni dopo", ed una premessa simile. Purtroppo però, verso la metà il tutto perde di fascino e mordente, e si sviluppa arrivando a una specie di "Pink Mirror".

    Il buon Cline è stato spesso accusato di essere uno scrittore con gravi limiti in quanto a trama e spessore dei personaggi, rimanendo un autore di fan fiction con un'idea divertente. E lui ci prova a rimediare, eh: cerca ora di essere più "woke", di far maturare il protagonista, di estendere la complessità della storia, e di andare oltre il vecchio concetto di "nerd imbranato" (un patito della fantasia estraniato dalla realtà) abbracciando il nuovo concetto di "omni-nerd" (un appassionato di qualunque argomento). Si noti per esempio uno dei pianeti descritti, che ha un tema sostanzialmente mainstream (un certo musicista).
    Alla il tentativo non è del tutto riuscito, e il libro ancora una volta non tocca la qualità della SF seria, ma è solo una piacevole rimpatriata. Consigliabile, magari in versione economica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto già altrove, giorni fa, "dopo Armada ho smesso". In realtà, durante Armada: una delle pochissime volte in vita mia che ho mollato un romanzo senza finirlo. :(

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy