Noa di Bia vs Nami Ayase di Mila e Shiro (Saturday Night Fight)

Noa di Bia vs Nami Ayase di Mila e Shiro

Nel sondaggismo di questa settimana si affrontano due tizie dai capelli blu: Noa di Bia la sfida della magia contro Nami Ayase di Mila e Shiro. Ma soprattutto, chi ha vinto nella sfida a tre fra fratellini rompicoglioni degli anime di due settimane fa? [...]


Ha vinto, anzi ha stravinto Dany il burronista di Sui monti con Annette, imponendosi nettamente sui pur orchiclastici Andrea di Kiss Me Licia e Sunny di Mila e Shiro. Perché tutti, sostanzialmente, il piccolo e indifeso e vendicativo Dany in un burrone avrebbero voluto buttarcelo di nuovo. Ma per sempre. Di testa, come Pegasus.

Avresti votato quindi anche tu per lui, con quella vocina che Rita Baldini era bravissima a fargliela da piccolo sfrantumamaroni. Rita Baldini che, in Mila e Shiro, era anche la doppiatrice di Sunny e di una delle due protagoniste della sfida di oggi. Parlando della quale...

Noa di Bia vs Nami Ayase di Mila e Shiro

Prima di ogni altra cosa, PER L'AMOR DEL CIELO, leggete le regole. Ogni settimana devi buttare secchiate di commenti senza una motivazione o senza un nome (perché google vi fa lo scherzone e uscite come Unknown). Sono qui sotto, ci mettete due secondi, è facile. Giuri. 

Affascinanti coprotagoniste degli anime con i capelli blu. In entrambi i casi, con ogni probabilità, più affascinanti delle titolari del cartone: Noa (Non), la rivale di Bia per il titolo di regina delle streghe, contro Nami Hayase, che da principio odia Mila, ma poi capisce da che parte tira il vento. O Yogina la minaccia di prenderla a cinquine, non si sa. A ogni modo, potete scegliere solo una delle due. L'altro personaggio non sarà mai esistito. 

LE REGOLE (LA SCADENZA È SCRITTA IN ROSSO E IN BOLD)

1) Bisogna scegliere, perché il gioco è questo. Niente "ex aequo, non me la sento, è come scegliere tra mamma e papà". Se si vuole giocare, si deve giocare. E basta co' 'sto cacchio di "è come mamma e papà", ogni risposta simile sui social verrà automaticamente brasata dal sistema automatico Celihaisfrangiatitron e il suo autore additato come "Fan di Ciclope gianfransuà nell'animo".

2) Occorre una motivazione per la propria scelta. Basta un rigo, ma ci deve essere. Tutti i commenti senza motivazione non contano.

3) Si vota per dire la propria sull'argomento. Anche se quello per cui vorreste votare è in netto svantaggio o, al contrario, sta vincendo a mani basse, nessun commento è inutile: l'idea è discutere sul tema, non semplicemente vedere chi vince.

Dire la propria non vuol dire però, tipo MAI, rompere i maroni agli altri per le loro scelte, metterle in discussione, fare le pulci alle opinioni altrui. In qualunque modo gli altri la pensino. Al primo accenno di "non sono d'accordo con quello che hai scritto perché...", commento brasato. Allo stesso modo, niente lamentele sui soggetti del confronto, niente sarebbe stato meglio questo o quest'altro. 


4) Il termine delle votazioni è martedì 12 maggio alle 20. "Eh, ma ho letto tardi, non vengo sul blog tutti i giorni e...". No, ma perdiamo tempo a leggere minchiate in giro invece di far parte delle forze del bene, bravo/a.

5) I commenti anonimi finiscono direttamente nel secchio. Se siete loggati ma il sistema scazza e posta il vostro commento come "Unknown", indicate sotto in un altro commento, usando il tastino Rispondi, il vostro nick. Alla peggio, se proprio non va, usate l'opzione Rispondi come Nome/URL.

Dateci dentro!


77 

Commenti

  1. Eccomi qua! Allora voto Nami perché mi ha sempre attirato nonostante ai tempi fossi un giovane implume e anche perché ricordo benissimo che in una puntata aveva fuori le pecce (in dialetto polentone i pècch sono le tette) ed era anche messa bene.

    RispondiElimina
  2. Stavolta andiamo a pruriti adolescenziali quindi Nami assolutamente. Perché causava più prurito ecco. Mi spiace non mi vengono argomentazioni più profonde XD quoto il discorso (fora il) pech di sithlord. Se proprio mi spremo (le meningi chiaramente) un po' di più in realtà ho vaghissimi ricordi di bia in generale quindi scelta obbligata.

    RispondiElimina
  3. Voto Noa. Il look da "cantantessa" fine anni 60 mi faceva sanguissimo nonostante fossi un bimbetto scolare.

    RispondiElimina
  4. Per dirla alla Accorsi: "Nami era fredda come un ghiacciolo!". Per quanto abbia visto visto pochissimo Bia, Noa vince a mani basse.

    RispondiElimina
  5. Non frequentavo molto Mila e Shiro perche' in quanto femmina poco sportiva mi avevano fatto venire il vomito al solo vedere una palla da pallavolo, ma mi ricordo di Nami come di una tizia simpatica come la sabbia nella Yogina. Voto Noa perche' nonostante fosse una carogna infame era bona e stilosissima e si vestiva da goticona.

    RispondiElimina
  6. Voto Noa, perché era esattamente come mi aspettavo che una strega dovesse essere, e adoravo i suoi momenti di generosità nell'ombra (come nell'episodio dei pattini da ghiaccio, se mi ricordo bene).

    RispondiElimina
  7. Spiace un po' per Nami, perché da queste parti il caschetto tira sempre. Ma Noa è proprio di un altro pianeta (pun intended :) ).
    Più matura, più stilosa, "cattiva" solo per una rivalità imposta (non mi pare che, a differenza di Ciosa, abbia mai giocato tiri particolarmente scorretti; anzi, talvolta si alleava addirittura con la rivale contro le macchinazioni di questo). Quando perde, alla fine, lo fa con dignità. Di fronte a lei l'insipida Bia scompare.
    C'è altro da dire? Noa, senza pensarci due volte.

    RispondiElimina
  8. Sfida impari.
    Noa era disegnata dal venerabile Shingo Araki, era doppiata in maniera arrapante da Liliana Sorrentino e aveva un fisico da velina.
    L'altra poraccia era disegnata piuttosto a tirar via da un tizio non molto dotato, aveva inequivocabilmente la stessa urticante voce del fratellino di Annette e di Mila, e se ne andava in giro con la stessa acconciatura del Principe Adam.
    Penso non ci siano dubbi su chi vinca questa sfida, vero?

    RispondiElimina
  9. Senza nemmeno pensarci voto NAMI

    Ho sempre avuto una semi cottarella per lei, un po' per il caschetto, un po' per la fierezza del suo personaggio, il temperamento....

    RispondiElimina
  10. Uhm. È come scegliere tra quella bona ma algida che non ci provi perché dicono che non si fili nessuno, e quella bona ma troppo mondana che leggenda vuole la dia a tutti e quindi non ci provi perché se ti dicesse male passeresti per l'unico che ha mandato in bianco. Scelgo Noa, va. Solo per il look.

    RispondiElimina
  11. Hm.
    Scelgo NOA.
    Ma contrariamente a quanto si pensi stavolta non e' facile, almeno per me.
    In sostanza abbiamo due tizie che inizialmente si presentano come rivali, salvo poi cambiare allineamento e diventare alleate della protagonista.
    Un po' come Genzo con Tsubasa, visto che il vero avversario era Kojiro.
    Un po' per Nami mi spiaceva.
    Lei era la star, li'. Poi arriva la spilungona che le ruba la piazza, si arruffiana le simpatie di tutti e le frega pure il potenziale fidanzato.
    Insomma, ha le sue ragioni. E all'ultima puntata si infortuna per salvare il di lei fratellino scassa - mazzo.
    Ma nonostante tutto le da' una mano contro Kaori, la vera avversaria da battere.
    E poi ci stupiamo se Mila dimostra insofferenza verso Tulia. Per forza, si comporta come lei!!
    Noa, in un certo senso, si comporta come una vera strega.
    Non disprezza gli umani, semplicemente con QUELLI LA' non deve fare comunella.
    Lei e Bia sono rivali, ma solo perche' stanno affrontando una competizione in cui sono in lizza entrambe.
    In fin dei conti non e' che la odia. Anzi, spesso la aiuta contro Saturno, che e' di fatto la vera cattiva del cartone. E che vuole morte entrambe.
    Esteticamente parlando...Noa e' piu' pheega.
    Non c'e' storia.
    Con quel caschetto Nami non si puo' vedere.
    Voto NOA.

    RispondiElimina
  12. Io vado con Noa, nonostante il fisico e gli shorts da pallavolista di Nami.
    Per me era molto più intrigante con il suo look, il suo stile e il suo fascino..

    RispondiElimina
  13. Voto Nami, algida nella sua fierezza.

    E anche perché Bia la vedevo poco e Noa ancora meno...

    RispondiElimina
  14. Noa. A parte che mi sembra più figa, c'è il problema di aver un rapporto decisamente BRUTTO con l'altro cartone... Provate voi a chiamarvi Milo alle elementari quando girava in TV...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Eh. In effetti si poteva !anche agevolemente infilare un "Milo e She-ra", ma non credo i tuoi compagni delle elementari fossero così sofisticati...

      Elimina
    3. Era ESATTAMENTE la canzoncina che mi ha perseguitato [e continua a perseguitarmi] per secoli.

      Elimina
  15. Noa.

    Matura, stilosa, intelligente, fisico da paura, sa quello che vuole e non scende a compromessi, praticamente la donna ideale.

    RispondiElimina
  16. Noa, perché ho sempre avuto un insano debole per le serie majocco.

    RispondiElimina
  17. Noa tutta la vita, senza esitazione alcuna.
    Che Nami era di un antipatico che levati. Sì, pure dopo la redenzione.
    Bassismo carismatico e Gnoccaggine VS Secchionismo e Precisinodellafungiaggine? Ma Noa senza se e senza ma.

    RispondiElimina
  18. Ho pochi ricordi di entrambi i personaggi ma ricordo bene che Noa mi colpiva e un po' mi inquietava da piccolo. Quindi voto Noa.

    RispondiElimina
  19. Voto NOA, quell'anime è pieno di peperine sexy, lei non è da meno

    RispondiElimina
  20. Voto assolutamente Noa!
    Bellissima, algida e con un look pazzesco (o pazzesko 😉).
    Era praticamente la Bassista Carismatica della serie, quella che era superiore alla protagonista e stimolo a migliorare per essa.
    Nami mai sopportata, il caschetto blu non mi è mai piaciuto (tuttora capelli lunghi o corti fore ver) e lei era una insopportabile P.d.F. , una Ciclocchia fatta e finita!😂

    RispondiElimina
  21. Nami, perché per anni ho creduto che si potesse essere fortissime a pallavolo battendo da sotto.

    RispondiElimina
  22. Voto Noa, degna avversaria di Bia.
    La voto perchè penso di 'avergliene dedicate tante' hahahahah
    A parte gli scherzi, mi piaceva davvero un sacco il suo essere un po' tetro e misterioso; infatti, ho sposato una che è l'esatto contrario ;)

    RispondiElimina
  23. Noa! La badassica rivale di Bia è superiore a tutte le altre per fascino, stile e potere tricotraente. Anche perché il cartone di Milano e Shiro me lo sono sempre filato poco.

    RispondiElimina
  24. Nakajo Il Calmo9 maggio 2020 16:10

    Mille anni fa una mia compagna di classe disse: "a tutti i maschi piace Noa". E fu una specie di rivelazione, perchè effettivamente mi piaceva un sacco, ma non me ne ero reso conto (tipo quando, a metà degli anni '90, mentre guardavamo il video di Mmm Mmm Mmm Mmm dei Crash Test Dummies, una mia amica disse in maniera recisa: ti piacciono le bionde. E, cacchio, era vero ^_^). Nonostante questo, scelgo NAMI, perchè nutrivo non poca passione per lei, e in maniera ovviamente più consapevole, per via dell'età. Poi, nello specifico, adoravo il taglio di capelli e il colore. E anche il carattere, via.

    RispondiElimina
  25. Innanzitutto complimenti per l'ultimo SNF (anche se non ho votato). L'immagine della condanna di Dany è memorabile, così come il linguaggio lapidario.

    Allora, voto NOA. Non seguivo molto quel cartone, ma gradivo questa figura oscura perchè corrispondeva all'idea di una strega moderna, sia nell'abbigliamento (senza farlo per moda, nè andare sul classico tipo Strega dell'Ovest) che nei modi di fare, distaccati e misteriosi. Era fra l'altro anche raffinata, infatti, se non ricordo male, a differenza di Bia ella non aveva momenti "commedia sexy", tipo biancheria in vista o scena della doccia.

    Per contro, di Nami ricordo poco. Mi sembrava una specie di rivale/Gino-Vegeta/bassista-carismatico mancato. Brutta pettinatura, carattere noioso, come rivale viene superata da Kaori, insomma, tutto ciò che una coprotagonista non dovrebbe essere.

    RispondiElimina
  26. Noa era una badass, carismatica, bella, intelligente, elegante, capace e tutto sommato giocava pulito.
    Dell'altra nemmeno ricordo il nome e mi è sempre stata sugli zebedei.

    RispondiElimina
  27. Nami perchè la sigla mi piaceva di più

    RispondiElimina
  28. Nel loro rispettivo anime ognuna era la mia preferita ma in una sfida diretta voto per NAMI: un po' perché mi piaceva con la sua frangetta da (pop)porno segretaria e un po' perché con tutte le bastonate e le pallonate che si è presa dal mister Daimon una gioia se la merita.

    RispondiElimina
  29. ragazzi mi dispiace dirlo ma io ho visto queste serie troppo tempo fa ,non mi ricordo nulla , sono troppo differentemente giovane, quindi ho usato il metodo scientifico ho fatto testa e croce e ha... vinto Nami

    RispondiElimina
  30. Noa, tutta la vita Noa sarà perchè è statauna delle prime figure femminili a lasciarmi senza fiato sia perchè forse proprio per colpa sua, ho solo avuto donne simili a lei...

    RispondiElimina
  31. Nami per solidarietà perché ne ha prese più lei che un tamburo... Mi piaceva anche il suo fare da boss e poi aveva classe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  32. Non amo la pallavolo. Brutti ricordi delle palestre scolastiche. Perciò Noa con me vince facile. E sono d'accordo con chi dice che aveva del buono. Mi ricordo che, nonostante il suo disprezzo per gli umani, si era affezionata al padre fittizio.

    RispondiElimina
  33. Voto Nami, perché...me la ricordo di più, era più gnocca della protagonista e aveva carattere.

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. Beh, qui è facile: Nami Hayase è stata il mio primo grande amore a livello Anime, carismatica, ben curata come personaggio e soprattutto che mi fece capire, parafrasando Esteban Viahio, che avevo un debole per le more... Nami im my heart <3

    RispondiElimina
  36. Tralasciando il fatto che non mi stavano particolarmente simpatiche nessuna delle due, dico NOA perchè tutto sommato era un'avversaria onesta, potente e aveva un certo carisma.

    RispondiElimina
  37. Scelgo Nami perché boh... era una che ti faceva sangue

    RispondiElimina
  38. Voto Noa, Nami mi è sempre stata antipatica come la peste

    RispondiElimina
  39. Voto Noa perché:
    Da bambina quando giocavamo con le anche io volevo sempre essere lei, badass, intelligente, elegante agguerrita ma onesta, mai sdolcinata con un ciondolo magico FIGHISSIMO, altro che cuore con ricamo all' uncinetto (da allora ho sempre voluto un gioiello da indossare sulla fronte finché non mi sono resa conto che sarei sembrata una imbecille)
    Di Nami ricordo pensai: ah, me lo aspettavo sarebbe partita come nemica e poi sarebbe diventata amica, che banalità! (Probabilmente sarà stato lo spoiler nella sigla...)
    MI rendo conto ora di essere stata innamorata di una fanciulla che le somigliava TANTISSIMO!
    E ora scusate, devo andare in terapia...😵🤣

    RispondiElimina
  40. Noa, senza se e senza ma. Fighissima nel character design, alla fine non così stronza e, sicuramente più affascinate della protagonista. Nami l'ho sempre trovata inutile. All'inizio odiosa ed esasperante nel suo essere vittima di Daimon senza riserva. L'ho sempre trovata quella che "vorrei ma non posso", rigorosa certo, ma senza effettiva spina dorsale.

    RispondiElimina
  41. Bè, insomma, dai.
    Basta guardare la seconda immagine, basta.

    A sinistra abbiamo una tizia in tenuta da pallavolo, con un uovo sbattuto sulla testa, disegnata talmente storta che il suo anime ha dato materiale al blog "Le prospettive e inclinazioni impossibili di Mila e Shiro" per anni :)

    A destra abbiamo una dea, ombretto verde acido che si intona con l'incarnato grigio del viso, con una carta da gioco in bocca (!), la mano nera di Uma Thurman che balla con John Travolta in Pulp fiction davanti a un occhio (!!), un "quadri" d'oro a decorare la fronte (!!!) e, come se non bastasse, disegnata da Shingo Araki (!!!!!).
    Bastasse? Bastasse, bastasse.

    Ah, sì. Voto Noa, se non si è capito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E guardatela, nella prima immagine, mentre volteggia nel cielo con i capelli che turbinano e si attorcigliano come tentacoli, vestita come sarebbe vestita Lady Isabel se Lady Isabel fosse un membro degli Abba in fissa con il viola villanzone, splendida nella sua risata malvagia che le trasforma il volto in un volto di Go Nagai.
      L'ho già scritto altre volte che mi piacciono i disegni di Singo Araki, sì? Forse solo quelle 14 milioni di volte.
      Stiamo rivedendo Bia in questo periodo, cartone piuttosto dimenticabile, con trame scritte un po' "a braccio", disegni ottimi ma ancora immaturi rispetto a Lady Oscar o i Cavalieri dello Zodiaco, però Noa spicca sugli altri personaggi, in quanto dotata di carisma.


      Riguardo la questione bambini scassamaroni: sono andato a ricercarmi su Wikipedia la trama di Annette, che non me la ricordavo granché. Sono ripiombato in un'atmosfera pesante, traboccante di rancore, gelosia, senso di colpa, vendetta, istinti omicidi e propositi suicidi, burronismo e fratture scomposte, e meno male che il romanzo da cui è tratto si intitola "Tesori tra la neve", se si intitolava "Incubo tra i ghiacci" facile che finiva come all'Overlook Hotel.

      Elimina
  42. È una sfida abbastanza difficile, ma alla fine scelgo Noa.
    Le pallavoliste mi sono sempre piaciute, ma anche l'outfit di Noa è interessante. A parità di avvenenza ho votato per il personaggio che trovo più interessante, anche soprattutto per una certa libertà nell'esternare le emozioni.

    RispondiElimina
  43. È una pugnalata ar core ,perché Noa è una grande bassista. Però mi tocca votare Nami ; al "cuore" non si comanda. (Vedi indice di trazione tricortica: elevatissimo)

    RispondiElimina
  44. Noa senza se e senza ma.
    Era più figa, si vestiva in maniera stilosa e aveva decisamente più carisma. E ha retto benissimo il test del tempo, perchè lo è ancora oggi.
    Nami invece mi è sempre stata antipatica, quindi...

    RispondiElimina
  45. Voto Nami perchè in una puntata le ha uscite ed era bellissima!

    RispondiElimina
  46. Vince Nami...perché non ho mai visto l'altro cartone. Mi è sempre piaciuto comunque l'antagonista che diventa amico del protagonista e inizia a combattere al suo fianco.

    RispondiElimina
  47. Stavolta per me nessun dubbio: Noa, mio amore infantile e anche canone ideale
    (Sono le le tsundere prima maniera, quelle fino a rei Ayanami compresa che però ha rovinato il genere ,con i troppi personaggi "alla Ayanami").
    Di più sono stato sempre convinto che la sostanziale fragilità di Noa (la scarsa empatia con il genere umano), non riuscisse a scalfirne di fatto la forza. Se per un'ipotesi Noa avesse perso i poteri ,certo sarebbe stata più fragile di Bia, ma credo proprio che che dopo un iniziale smarrimento sarebbe tornata a scalciare culi.
    L'altra onestamente non so chi sia, che dopo i ceppi di Mimi' pallavolo giapponese no grazie, a tana delle Tigri si sta piu tranquilli.

    RispondiElimina
  48. Voto Nami, perché più popputa (si può scrivere)? Per quanto il caschetto non le stesse benissimo, però me la ricordo soprattutto per questa caratteristica anatomica.

    RispondiElimina
  49. Noa! Ha stabilito i canoni del mio personalissimo eterno femminino...capelli blu, sguardo glaciale ( me la figuro tuttora a squadrarmi come io fossi una m****a su un lenzuolo fresco di bucato ), gambe ben tornite, pelle di alabastro, era una strega ( ho sempre preferito le dark ladies alle brave ragazze... ) e, dulcis in fundo, quel florilegio di carte da gioco...i miei futuri anni da gambler traggono da qui il loro imprinting...Nami bene, apprezzatissima, avrebbe avuto la mia preferenza in svariati altri scontri...ma Noa è il non plus ultra...

    RispondiElimina
  50. Hahahahah ma è uno scherzone, vero? Voglio dire...non può essere una sfida vera.
    Cioè, Noa vincerebbe SEMPRE a mani bassissime e legate dietro la schiena , a meno che non gareggi contro Fujiko o Jun ma, in quel caso, non gareggerei neanch'io perchè sarebbe impossibile scegliere.
    Dai, Noa unisce pheegaggine muliebre a bassismo carismatico, cosa chiedere di più?

    RispondiElimina
  51. Voto Noa perché, come già detto da altri esimi colleghi, mi fa molto più sangue dell'altra. Aggiungo che Bia è un cartone che ho sempre guardato con gusto ma Mila mi ha sempre fatto abbastanza schifo.
    Il look di Noa, soprattutto nell'immagine in cui fa molto Pulp Fiction, è bello e gli dona un aspetto austero e sensuale allo stesso tempo. In assoluto un personaggio molto affascinante e forte.
    Aggiungo che mi viene in mente un cosplay di Giorgia Cosplay di Noa e quello corrobora il fatto che mi faccia sangue.

    RispondiElimina
  52. Fraublucher. Ihhh11 maggio 2020 11:44

    Noa. Perché non ho mai sopportato cartoni sulla pallavolo e sono da sempre intrippata con le maghette... Poi lei era veramente Bassista Carismatica no?!

    RispondiElimina
  53. sebbene Noa fosse una degnissima avversaria di Bia io preferisco Nami perchè anche a me la fartidica scena dell'uscita dalla doccia ha scatenato le primissime pulsioni erotiche!!! Un ricordo indelebile!!!

    RispondiElimina
  54. Uhm, a dire la verità mi piacevano entrambe parecchio, per affinità anagrafica però scelgo Noa.
    Ha carisma, potere, buon senso (tre cose di cui Bia è completamente priva), non manca di generosità (ad un certo punto vuole abbandonare la competizione per favorire la più empatica rivale). Ma soprattutto aveva l'aria di quella pronta a diventare regina, senza l'aspetto da teenager con fiocchi e maniche a sbuffo degni di una Lalabel qualunque.
    Comunque "scialanda" non si poteva sentire !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, "Scialanda" fa venire l'orticaria. Però anche quello "Yaaah!!" urlato non è che fosse piacevolissimo...

      Elimina
  55. Da bimbo, avendo occhi solo per Mila, Nami non mi sfiorava minimamente.
    Quindi il mio voto per forza di cose a Noa

    RispondiElimina
  56. Buongiorno a tutti, il mio voto va a Nami Ayase perchè oltre ad essere stata una delle poche ad "uscirle" in un cartone trasmesso su Mediaset ai tempi di Torquemada ho sempre trovato che incarnasse nel cartone la capostipite del genere Mimi Ayuhara. In lei vi è infatti l'emblema giapponese del duro sacrificio, dedizione totale allo sport e alle follie del suo allenatore. Nami soffre e parecchio per arrivare in alto, ovviamente sempre spodestata sul finale dalla pel di carota che si prende quasi tutti i riflettori ma comunque caschetto blu riesce a far carriera ad ottimi livelli. Noa l'avrò vista si e no 4 o 5 volte nel cartone di Bia che non ho mai seguito da piccolo e non posso darle un giudizio pertanto voto Nami.

    RispondiElimina
  57. Ehm chiedo perdono ma ho scritto Hayase senza "h". I puristi mi perdoneranno. Spero.

    RispondiElimina
  58. Arcadia, mio caro, tu hai toccato il nocciolo dell'argomento. O le due nocciole. O magari qualche altro tipo di frutta.
    Insomma, da piccoli quando non c'era l'internet bisognava accontentarsi di quello che passava la TV, e i giovani ormoni del futuro Travis (Scorsese chi?) fecero un triplo salto carpiato all'indietro alla visione in fascia protetta (che ancora non lo era) di tanta opulenza.
    Come non rimanerne segnati per sempre? Nami è un po' la prima fidanzatina del primo bacio, non puoi tradirne il ricordo.
    E poi nè Bia nè Noa avevano la sigla finale di Ransie (che, il doc insegna, nulla c'entrava con la storia, ma ci teneva incollati fino alla fine, che magari stavolta un pochettino di più si scopriva...)
    Quindi, Nami.

    PS: dai ragazzi, qui si scherza eh. Nami aveva molte altre qualità e la voterei comunque, anche perchè Noa mi ricorda sempre la regina Himika (non chiedetemi perchè, saranno i capelli)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per quello che ho scritto qualche commento più sopra: "...splendida nella sua risata malvagia che le trasforma il volto in un volto di Go Nagai". Quando i malvagi di Nagai fanno la loro risata da malvagi, la bocca e gli occhi si deformano in una maniera caratteristica, citata innumerevoli volte da più disegnatori (pure Gatsu di Berserk quando si arrabbia forte fa quella faccia lì, quell'epressione un po' così di quelli che hanno visto la Mano di Dio...)

      Elimina
    2. Bravo, sì in effetti è vero, la risata malvagia è proprio quella!
      (shame on me, avevo letto il tuo commento ma non avevo fatto 2+2 ossia Go Nagai = disegnatore di Himika)

      Elimina
  59. Noa e basta super figa cattivissima. Come piacciono a me.
    E poi è blue. :)

    RispondiElimina
  60. Anche se il popolo ormai sembra essersi espresso inequivocabilmente, ci tengo ad offrire il mio supporto a Nami, una delle prime infatuazioni cartonesche che ricordi.
    E poi, ricordo poco di Bia, ma ricordo che mi piaceva di più la protagonista (una delle pochissime eccezioni), Noa non ha lasciato nessun segno nella mia memoria.

    RispondiElimina
  61. Noa, perché alla lunga ero arrivato ad apprezzarla.

    Invece in Mila e Shiro non sopportavo Mila, figurarsi Nami.

    RispondiElimina
  62. C'è Noa e che faccio non partecipo al sondaggissimo? Manco per sogno, voto la maga dai capelli (e pure un po la pelle) blu, VOTO NOA!
    Perchè la rivale di Bia si contrapponeva alla protagonista del cartone animato omonimo (almeno in Italia) non solo per l'uso aggressivo che faceva della magia, ma anche da come si proponeva: oscura, misteriosa, vestita con abiti che accentuavano la sua natura magica rispetto alla controparte moderna, che tra l'altro marcava il suo distacco dalla società normale rendendola una perfetta bassista carismatica al femminile. Aveva fascino da vendere e l'ho sempre trovata molto "metal". No, non c'è storia, non può una pallavolista con un caschetto che sembra una parrucca di plastica presa dai cinesi pensare di rivaleggiare nel mio cuore con una bellissima strega dall'aria misteriosa e l'animo combattivo, non ce la potrà fare mai...

    RispondiElimina
  63. Noa, per quel suo fascino etereo e un po' anni 70... quasi quasi dava dei punti alla notevolissima Bia. Ma poi soprattutto non ho mai sopportato (o quasi) gli anime a tema sport. Noa poi ha esattamente il carisma da ba(d)assista carismatica, quindi che dire? Vince a mani basse per me!

    RispondiElimina
  64. Non voto perche è tarda (ma nami è na cozza lo dico uguale) per commentare la sfida dei fratellini. Io avrei votato altri non per altro ma perchè in Annette la stronza insopportabile è proprio Annette, infame cozza rancorosa. W lucien!

    RispondiElimina
  65. Mannaggia, mi son persa la super votazione! Non so se conti ancora ma, per quanto mi piaccia Nami, voto Noa tutta la vita!

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH