Avengers: Godzilla, David Letterman e altri nemici bizzarri dei Vendicatori

Nemici Avengers

Volevi tornare a parlare di listoni Marvel, e nella fattispecie di supervillanzoni, per dar seguito a quel vecchissimo post sulla Società dei Serpenti, o a a quelli ancor più vecchi sui nemici buffi dei super-eroi. Hai pensato di farlo, allora, parlando degli Avengers e di alcuni degli avversari più bizzarri e particolari e meravigliosamente assurdi menati in carriera dagli "Eroi più potenti della Terra" [...]


LO ZODIACO
Sono i Cavalieri dello Zodiaco, hanno nomi importantNO. Vanno bene i Signori del Male, la Legione Mortale e tutte quelle altre cumpe di cattivi dai nomi affascinanti, ma non vogliamo apprezzare una banda di cosplayer dell'oroscopo di paolofox, fondato da un tizio che sceglie per sé il costume da Toro, per darsi un tono da anello al naso?

Dal suo debutto (Avengers #72, gennaio 1970, di Roy Thomas e Sal Buscema) si sono avute almeno sei o sette formazioni diverse dello Zodiaco, e molti membri di questa banda di cialtroni hanno avuto un ruolo di primo piano nella storia del Marvel Universe anni 70. 

Libra / Bilancia, ad esempio, è il padre di Mantis, la "Madonna Celestiale" (è una storia lunga, accontentatevi della versione scema vista nei film dei Guardiani della Galassia), mentre il primo Scorpio era Jake Fury, fratello di Nick, apparso in storie celebri come il ciclo di Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. di Jim Steranko (1968).

Prego apprezzare, nella foto in alto, il pantaloncinomutanda a zig zag di Cancer. Sagittarius (Harlan Vargas) se ne sta invece là dietro perché ha Saturno contro e pure Marte è messo di merda. 



IL CIRCO DEL CRIMINE
Altro cuoricione eterno. Tremate, forze del bene, c'è il circo del crimine in città! Peppepere perepeppepere... Anche qui, ci sono state varie incarnazioni della banda, compresa una formata durante la Seconda Guerra Mondiale da spie naziste (il cui leader, proprio in quanto sotto copertura, portava una svastica sul cilindro).

La versione classica del Circo del Crimine era quella guidata da Ringmaster (figlio della spia nazi furbissima di cui sopra) e includeva la Principessa Pitone, il clown Clown, Human Cannonball e i fratelli Ernesto e Luigi Gambonno. No, sul serio. I due tizi in tutina coi baffi a manubrio, quello che fuma la sigaretta e l'altro.

Sono italiani e il loro superpotere è che, no, niente, fanno numero tipo i Bulgari di Aldo, Giovanni e Giacomo.


BERSERKER
Le storie degli Avengers degli anni 70 e dei primissimi anni 80 erano meravigliose, per tutta una serie di ragioni. Il Berserker è un uomo primitivo che ha ricevuto dei poteri immensi e li ha usati per massacrare una quantità infinita di persone nel corso dei secoli, finché, per fermarlo, gli Earth Lords non gli hanno fatto eruttare addosso il Vesuvio.

E quindi: un centurione immortale risvegliato dopo duemila anni da scavi archeologici e alla guida di una biga trainata da cavalli robotici volanti. Ok. Viene sconfitto grazie alle potenti bestemmie dei paesi della fascia vesuviana che hanno scoperto finalmente la causa dell'eruzione del 79 d.C.

Besides: che belle le storie disegnate da Gene Colan.


IL COMMISSARIO
Der Kommissar geht um! oh oh oh. Questo Comissar, con la C, era però il feroce dittatore di Sin-Cong, ennesimo paese immaginario del Marvel Universe, ed ennesimo tiranno comunista da educare a cazzotti. Una vecchia fissa di Stan Lee, all'epoca.

Così, su Avengers #18 (luglio 1965), i Vendicatori decidono di intervenire. Per amore della democrazia da esportare? Non esattamente. Perché Capitan America non aveva niente da fare, si sentiva un fallito, e quando intercetta una comunicazione di radio libera Sin-Cong, capisce che è l'occasione giusta per far colpo su Nick Fury ed entrare nello S.H.I.E.L.D.

Giuri.


Vanno, ma vengono presi a pesci in faccia, ché il Commissario sconfigge da solo Capitan America, Occhio di Falco e Quicksilver. L'ultima chance è rappresentata da Scarlet, e con grande apertura mentale da uomo dei suoi tempi (cioè gli anni Quaranta), Cap dice che "c'è ancora la ragazza". Quella, là, la tipa.

Wanda scopre che l'energumeno è un robot controllato da un computer e lo distrugge. "La superiorità del comunismo" viene ridicolizzata e il popolo affamato fa la rivoluziòn.


Ma occhio a non farvi infinocchiare di nuovo, oh, pezzenti coi vestiti colorati, ché se no dobbiamo tornare qui a farci menare un'altra volta.


BLOODHAWK
No, non il tizio orribile degli X-Men 2099, il primo Bloodhawk. Una quaglia gigante con la canotta gialla che debuttò su Avengers #179 (gennaio, 1979) e morì gloriosamente... un numero dopo. Il pennuto veniva da un'isola dei mari del sud chiamata Muara, ma per un errore di lettering, il posto è chiamato nell'albo anche Maura. Come una signora di mezza età.

Per recuperare un totem rubato, senza il quale Muara (e magari anche Maura) moriranno, Bloodhawk assale i Vendicatori e dà loro dei cretini. Poi, siccome è mosso da buone intenzioni, si allea con gli eroi, li mena di nuovo, ripete altre venti volte la parola cretin o cretins, e alla fine muore per salvare Thor.


Per ringraziarlo del suo estremo sacrificio, gli Avengers se ne vanno prima ancora che il povero cristo volante abbia finito di pronunciare le sue ultime parole, oh, ciao eh, s'è fatta una certa.


DAVID LETTERMAN
Cioè, quasi. L'Assistant Editor's Month fu una trovata editoriale particolarmente azzeccata: con la scusa degli editor fuori città per una fiera, per un mese (gennaio 1984) tutte le testate Marvel presentarono fatti e storie diversi dal solito, proposti dai vice editor. Come un Capitan America che affronta un mix tra il Teschio Rosso e Modok, o la bellissima, storica Il ragazzo che collezionava l'Uomo Ragno (su Amazing Spider-Man #248).

Ai Vendicatori (The Avengers #239) toccò un'ospitata al David Letterman Show. Come il numero di Cap, era tutta una parodia degli albi DC Comics degli anni 60 (occhio agli scacchi sopra la testata e al logo Marvel in copertina. Ricordano niente?), e Wonder Man e gli altri non menano davvero David, chiaro: lo salvano piuttosto dall'attentato di un pazzo, geloso della fama degli Avengers.


Però la Vedova Nera scaglia a terra il presentatore per metterlo al riparo, quindi oh, vale (diciamo).


TESTA D'UOVO
"The Evil of Egghead!". E se gli spacchi la faccia, sai che frittata, oh oh oh. Un villanzone perfetto per mille barzellette in qualità di supplente del Fantasma Formaggino, Testa d'Uovo, cugino alla lontana di Testa di Martello e nipote di Capodiminchia. Eppure anche lui, come i tizi dello Zodiaco, importantissimo nella storia del Marvel Universe, dal lontano 1962 (Tales to Astonish #38). E fino al 2018, alla sua apparizione nel film Ant-Man and the Wasp.

Elihas Starr, genio criminale nato da un parto evidentemente molto, molto difficile o seguito dall'ostetrica Iva la Sbrigativa, è stato alla guida degli Emissari del Male e ha alimentato la follia di Hank Pym, costata all'allora Calabrone la moglie e il suo posto nei Vendicatori. È stato ucciso dall'esplosione della sua arma, colpita da una freccia di Occhio di Falco. Ma come per tutti i veri Villanzoni, la sua morte non era poi una cosa seria.


IL DIO LEONE
E Simba muto. La storia è stata in seguito affinata, tirando in ballo la dea egiziana Sekhmet e il suo rapporto con Bast/Bastet, ma alla sua prima apparizione nel Marvel Universe, su Avengers #112 (giugno 1973), è solo Lion God.

La Vedova Nera è diventata una senza tetto per i suoi problemi sentimentali (sul serio), mentre tizi vestiti da Pantere Nere (con tanto di baschi con il logo del pugno alzato) chiedono un confronto con Pantera Nera, bro, chiamandolo venduto e cercando di ucciderlo. Poi arriva questo Dio Leone, rapisce T'Challa ed evoca dei leoni dal nulla. Sai i soldi che avrebbe fatto al Circo del Crimine.

E niente, Thor lo strafulmina, aiutato dalle iastemm sempre di quelli della fascia vesuviana, la cui ira non accennava a placarsi, possano gettare il sangue questi criminali Marvel stracciafaccende!


PROCTOR E I RACCOGLITORI
No, frena un attimo. Posate i forconi: adoVi il ciclo degli Avengers con le giacchette di inizio anni 90, in quanto grande fan del Cavaliere Nero. E la storia di un suo alter ego che girava le dimensioni per ammazzare le varie Sersi, nel più clamoroso esempio di presa male da delusione amorosa, è avvincente su Avengers #355 quanto il triangolo tra il vero Dane, la vera Sersi e Crystal.

Solo che "Proctor e i Raccoglitori" ti fa troppo centro di analisi dove gli anziani vanno a portare i barattolini con le urine.


RED RONIN
Red Ronin (sulla cover qui sopra hanno sbagliato a scrivere il suo nome) è un robottone giapponese creato da due scienziati nipponici della Stark International per affrontare Godzilla per conto dello SHIELD, che al mercato mio padre comprò. Però successivamente finisce in mezzo a un complotto per scatenare la Terza Guerra Mondiale e gli Avengers devono menarlo.

Red Ronin, alias SJ3RX. appare per la prima volta su Godzilla #6. Nel '78, in pratica contemporaneamente all'arrivo in America degli Shogun Warriors Mattel, a cui la Marvel avrebbe dedicato un fumetto su licenza, facendo diventare anche Raideen, Combattler V e Danguard dei personaggi ufficiali del Marvel Universe.


GODZILLA
E già che siamo in argomento, Godzilla? Il lucertolone radioattivo ha affrontato tipo metà del Marvel Universe, si diceva qui. Avengers compresi, naturalmente.

Su Godzilla #23-24 (giugno, luglio '79), ultimi due numeri della serie Marvel del '77, i Fantastici Quattro, lo SHIELD e gli Avengers non possono nulla contro il Re dei Mostri. Ma prima Calabrone e Wasp gli irritano l'orecchio dall'interno, facendolo crollare al suolo per il fastidio (GRAZIE MILLE PER LO SPOILER IN COPERTINA, VISIÒ), e poi le parole del suo giovane amico Robert Takiguchi convincono il mostro a mollare tutto e sparire. Al tramonto, come un cowboy.


Prego notare che durante questo epico scontro, Godzilla interrompe un tizio che sta molestando la segretaria sul posto di lavoro,



e soprattutto zittisce J. Jonah Jameson con un RUTTO potentissimo in faccia. Peter Parker, grato, gli mette subito su un fanclub, con spillette e tutto.


La prossima volta, però, parliamo delle storie più epicamente epiche degli Avengers. Tenetevi pronti.

39 

Commenti

  1. Bel post!!! Nemici davvero strani ma mi è piaciuto. Aspetto il prossimo con quelli uber tosti

    RispondiElimina
  2. Che poi non ho capito... come l'hanno girata la faccenda della sparizione di Godzilla dal Marvel Universe? Perchè Red Ronin e il gigante Yetrigan ( o una roba così ) poi sono riapparsi in altre storie, annullando l'ipotesi del tipo "sì, ma erano storie ambientate in un altro universo" o "sì, c'era Godzilla ma mica per davvero". Insomma, han fatto finta di niente e basta, o quando erano vicini alla resa dei diritti sul personaggio si sono inventati una storia che lo buttasse fuori dal MU? E i Micronauti? Che fine hanno fatto pure quelli? E i Transformers, che nella loro testata avevano ospitato perfino l'Uomo Ragno col costumino nero? Mah! Su Danguard, preferisco non chiedere... :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il metodo Marvel: mettere tutto sotto un tappeto sperando che i fan se li dimentichino.

      Elimina
    2. Godzilla credo siastato rimpiazzato da un'altro Kaiju (American Kaiju? Spero di sbagliarmi), Red Ronnin è diventata un'androide tipo Alita dai tratti giustamente giapponesi che usa lame laser o qualcosa del genere. Dei micronauti si è salvato solo Tikk, che poi è diventato un guardaiano della galassia del periodo Annilahtion e gli altri non pervenuti. Al contrario di Rom, il cavaliere zinghe...emh... spazialo che è stato l'unico dei cavalieri spaziali a sparire. I Shogun Warrior, probabilmente parcheggiati su qualche base nel pacifico non sono più tati tirati fuori, ma lo sfigatissimo Dottor Demonicus (loro acerrimo nemico) si è rivisto sui Vendicatori della Costa Ovest versione anni '90 e su qualche altra storia a caso. Danguard è rimasto sulla nostra nuova meta.
      Il decimo pianeta.
      Il decimo pianetaaaaaaaDanguaaaard!!!!

      I Trasformers? Con i GIJoe e i Marò....
      (sarà vero? chillosaaaaaaaaa!!!)

      Elimina
    3. Godzilla si immerge in mare e scompare alla vista. Per sempre.
      Succede anche con l'anguria portata in spiaggia, alle volte.

      Elimina
  3. Tra tante risate, Il ragazzo che collezionava l'Uomo Ragno, continua a farmi scendere una lacrimuccia.

    Una delle storie che preferisco in assoluto, in grado di condensare in poche pagine il concetto stesso di Supereroe Marvel e di Spider Man in particolare.

    Passando a registri più lieti, quanto sono fighi Berserker e il God Lion? Sembrano usciti da Eternia! Da rispolverare subito!

    RispondiElimina
  4. A me han sempre fatto morire le storie con babbo natale, quella in cui una tizia ne costruisce uno robotico però usando un corpo di Ultron (ideona) e quella con il vero babbo corrotto dal guanto dell'infinito xD

    RispondiElimina
  5. Evviva, i listoni sui fumetti!
    Pensare che i primi post dell'Antro che lessi (e che mi tirarono dentro al tunnel come caramelle alla droga regalate fuori da scuola) furono proprio di questo tipo. Troppi ricordi.
    (Ehm, temo si trattasse delle famigerate inchieste scientifiche a tema Marvel Swimsuit Special, un capitolo non proprio edificante né della Marvel né dell'Antro né della mia vita di lettore e internauta.)

    RispondiElimina
  6. I tuoi listoni sono il secondo motivo per cui ti si vuol bene, subito sotto all'averci insegnato il gesto del minollo. Grazie doc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancavano anche a me. E oh, sapete che sono il primo a farmi una risata quando tiro giù queste liste. La storia del Commissario, tanto per iniziare, è fenomenale.

      Elimina
    2. La storia del Commissario era stata ripresa anche in quei meravigliosi (benchè statici) cartoni del 1966, "Marvel Super Heroes". Nella serie "Captain America" (che riprendeva - disegni compresi, come forse ricordavi tu tempo fa - storie di Cap e dei Vendicatori di quegli anni, quindi compreso il periodo del quartetto Cap-Scarlet-Quicksilver-Occhio di Falco), episodio "When the Commissar Commands" (secondo del 10° blocco da tre https://it.wikipedia.org/wiki/The_Marvel_Super_Heroes#Capitan_America): https://youtu.be/qbTHtlG5gWM?t=871

      Elimina
    3. Grazie, Massimo, non lo sapevo! Da recuperare subito.

      Elimina
    4. Una goccia nel mare (di cose che scopro qui :-)). Tra l'altro, sarebbe bello se uscisse un DVD in italiano, o almeno formato PAL e prezzo ragionevole (per ogni personaggio saranno 4 ore, di un cartone di 50 anni fa)

      Elimina
  7. Fuori tema:

    Capo, ho trovato un canale su youtube che tratta la storia di diversi giocattoli, interessa?
    Metto il link? Vuoi solo il titolo del canale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa pure il link, grazie!

      Elimina
    2. Toy Galaxy

      https://www.youtube.com/channel/UCjoe3Qo_DymYyBR6X9VxFjQ

      Elimina
  8. Strano che tu non abbia menzionato il primo villain dei vendicatori (se escludiamo Loki) ovvero il Fantasma dello Spazio, la cui figura di m****a rimarrà negli annali del fumetto.

    Se dobbiamo elencare tutti i nemici pezzenti dei Vendicatori facciamo notte XD

    Poi a parte due tre gli altri li conoscevo.

    RispondiElimina
  9. Il Leone dello Zodiaco è in raltà un Banana Split...

    RispondiElimina
  10. ma nel circo del crimine non c'era anche un forzuto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma donne barbute, magati stile Medusa, niente? :)

      Elimina
  11. " Come un Capitan America che affronta un mix tra il Teschio Rosso e Modok " è formalmente una frase corretta in modalità rogeracroyd, ma dimentica il fatto che Cap è in questo caso Bernie Rosenthal , al tempo la ragazza di Steve Rogers. Bernie America contro la combo del Teschio e di Modok - storia introdotta da Mike Carlin vestito come Uatu - è la mia storia dello Scudiero preferita della run di DeMatteis/Zeck. Tra dieci anni sarà la mia storia preferita in assoluto e rileggerò quelle poche paginette sulla panchina del parco mentre i miei coetanei lanciano il becchime ai piccioni. So che è così perchè comincio a preferire Bernie Am anche al trittico di storie di Thomas/Colan in cui Clint Barton diventa Golia per salvare la Vedova Nera e suo fratello si immola - apparentemente- per salvare il mondo. Tra dieci minuti di questo passo Bernie Am ai mei occhi sarà meglio degli Avengers di Harras/Epting/Palmer. Fermatemi prima che batta i primi episodi degli Avengers disegnati da King Kirby...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "ma dimentica il fatto che Cap è in questo caso Bernie Rosenthal" ammazza che memoria!

      Elimina
  12. GRAZIE!!! SEI UN GRANDE!!!

    RispondiElimina
  13. Figata!
    Superata solo dall'annuncio di un post sulle storie più epiche degli Avengers. Sono i miei post preferiti, nonchè quelli che mi hanno catturato nell'antro.
    A spanne, il periodo fine anni 70-inizio 80 (da cui arrivano quasi tutti questi nemici bizzarri) è uno di quelli cui sono più affezionato. Non solo perchè comprende i primi albi che ho letto, ma perchè a metà tra i primi anni (talvolta storie e disegni un po' ingenui) e l'epoca recente, in cui trovo poco leggibili e appassionanti sia i disegni (ad es. troppo barocchi gli anni '90, troppo lontani dal mio gusto gli stili emersi negli ultimi anni) sia le trame (spesso inutilmente contorte o contraddittorie). Doc che ne dici?
    (se hai tempo, rinnovo la richiesta di una dritta sulle storie recenti di Aquaman da recuperare, quelle che l'hanno ringalluzzito)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il subito dopo "giacchette" fu terribile. Non salvo niente de La traversata, poi arrivò l'universo bolla di Heroes Reborn e... no, niente, gli incubi. Meno male che Busiek e Perez rimisero tutto a posto, con una run pazzesca.

      Elimina
  14. Almeno un paio li avevo completamente dimenticati, complimenti al chip di memoria Doc.
    Appunti sparsi...
    ...sempre avuto un debole per lo Zodiaco "androide" , ma quelle erano storie dei Difensori...
    ... a nominare Principessa Pitone a metà anni ottanta si pensava (male) ad altro...
    ... Michael & Carina... tanto ma tanto love ...

    RispondiElimina
  15. Fortemente OT, ma questa serie di avversari atipici per chissà quale ragione mi ha esumato il ricordo di un Marvel team up con uomo ragno e John belushi uniti contro silver samurai., con cameo di Stan Lee e degli altri pazzi del snl del tempo. Il fumetto è andato perduto come lacrime nella pioggia, gli occhi che l'hanno visti non ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marvel Team-Up #74, scritto da Chris Claremont, nientedimeno.

      Elimina
  16. Splendida lista, mi lascia un pò perplesso l'inserimento di Letterman visto che non era il cattivo, ma la storia era troppo buffa e quindi ci sta, ancora ridacchio quando penso a come salva i Vendicatori con una maniglia gigante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, l'ho ben scritto che era una roba pretestuosa (Vedova Nera l'ha buttato a terra, vale come "menato") per farsi due risate rievocando una storia piacevolmente folle e il suo contesto, che ha partorito anche storie di ben altro tono, come detto :)

      Elimina
  17. In effetti,questo(o qualcosa di simile)era il desiderio che volevo esprimere sabato

    RispondiElimina
  18. Invece di “Red Ronin” avevo letto “Red Ronnie”e mi ero un attimo stranito.....comunque,per aiutare i vendicatori e lottare contro il male,in qualità di torrese(abitante dei paesi vesuviani di cui sopra)urleró “MA STI SPACCIMM E SUPERCRIMINAL C’HANN ACCIS A SALUT,PUOZZN IETTÁ O’SANC E PUR O BEN,VE PUOZZN APPENNER”(trad.Vendicatori vesuviani uniti!)

    RispondiElimina
  19. Qualcuno può aiutarmi a riconoscere tutti i segni zodiacali nella prima immagine, che da solo non ci riesco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquario (con il simbolo di Giove)
      Vergine (Mercurio)
      Gemelli
      Ariete (Marte)
      Leone
      Capricorno (con le corna rosse)
      Sagittario (dietro)
      Bilancia
      Toro
      Pesci
      Cancro

      Elimina
    2. Acquario - Vergine - Gemelli - Ariete - Leone - Capricorno - Sagittario (sopra) - Bilancia (sotto) - Toro - Pesci - Cancro. Manca Scorpione.

      Elimina
    3. Grazie amici antristi, da solo non ce l'avrei mai fatta :-)

      Elimina
  20. Dio Leone va fortissimo come cattivo in Toscana e Veneto, spesso accompagnato da un gruppo di altrui suoi amici

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy