Buffy vs Lady Oscar (Screenweek)

Il riepiloghino settimanale delle mie rubriche su ScreenWeek, a beneficio dei debosciati privi di social. Questa volta si parla di Lady Oscar e... di Buffy l'ammazzavampiri?|? Eggià [...]

La rubrica AnimAzione fa tappa nel mondo di Lady Oscar, con sette curiosità che riguardano l'eroina di Riyoko Ikeda: le censure, la vera storia di Fersen, Oscar sposata (per poco) con uno dei due Gallagher degli Oasis e l'inattesa, incredibile, inusitata parentela con Georgie, la piccola australiana rompicoglioni. Gettate il vostro browser qui per leggere l'articolo.
The Doc(Manhattan) Is In, la rubrica sulle serie TV, parla invece questa settimana di Buffy. Cioè, ne parla bene. Addirittura. Volevi scrivere stamattina un lungo spiegone su questa gag del "Buffymerda" che l'Antro si porta dietro ormai da anni, ma ti sei ricordato di averlo già fatto in passato (qui).

Come detto la volta scorsa, fate girare e, se vi va, si accettano segnalazioni e richieste per le prossime settimane. Domo arigrazie.


12 

Commenti

  1. beh a questo punto posso dirlo ,io adoro Buffy, e mi piangeva il cuore ogni volta che il bieco dottor Manhattan la trollava, ma alla fine il bene trionfa sempre ,come insegnano i telefilm con cui siamo cresciuti e allora vogliamoci tutti bene!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra l'altro , mi ricordo ,io sono stato percosso ,pressapoco, per Buffy, quindi non denigrate i miei cult please..P.S a scanso di equivoci chiarisco, ad una convention urtai inavvertitamente un gigantesco cartonato di Sarah Michelle Gellar e una ragazza dall'apparenza angelica mi si parò davanti e mi colpì un paio di volte con una sciarpa per poi girarsi e sparire senza aver detto una parola.in effetti potrei essere considerato quasi un martire no? ma io sono un duro e non mi lamento!

      Elimina
  2. Purtroppo anche io vado contro i gusti del Doc e devo dire che Buffy mi ha sempre intrippato una cifra (scusate lo slang finto giovane da matusa che vuole fare il pivello ma non ci riesce). Onestamente all'inizio, quando la trasmettevano in seconda serata la domenica su Italia Uno, la trovavo un pò indigesta. Poi, però, nella programmazione pomeridiana ho cominciato sempre più a seguirla ed apprezzarla. Secondo me la storia era carina e c'era anche una bella caratterizzazione dei personaggi. Anche il rapporto tra il professore e Buffy, quel misto tra pseudo paterno e Myagi style lo trovavo azzeccato. Spike, in assoluto, era il mio personaggio preferito, anche per la sua trasformazione da cattivo in anti-eroe nel corso della serie. Mentre Lady Oscar non mi è mai piaciuta molto, troppo drammatica per i miei gusti.

    RispondiElimina
  3. Anch'io dico che Buffy era molto bello, anche il suo spin-off, Angel.

    RispondiElimina
  4. I fondamentalerrimi vanno trollati. Sempre.

    RispondiElimina
  5. Trovavo orribile Buffy, gia ai tempi della prima visione su Italia 1.
    Le solite continue morti inutili, i colleghi ammazza vampiri scemi, l'amore odio con Spike e via andando.
    La Sarah Michelle bona come sempre, invece.

    RispondiElimina
  6. Rispettando i gusti degli altri vi dico che a me Buffy faceva schifo: giuro ho tentato di appassionarmi ma proprio mi stava sul trespolo la cretinetta pseudo adolescente circondata da cretinetti che ammazza i vampiri...proprio No..scusate tanto ma proprio NO!

    RispondiElimina
  7. Lady Oscar è l’unica roba shojo che sia mai riuscito a vedere. Era un capolavorò e non si può negare (cioè, anche sì, che i gusti son gusti e si portano così, ma a tutto c’è un limite).

    Buffy anche ha un grosso pregio.


    Ha aperto qualche porta giusta a Ciccio Whedon, che se non fosse andata così, avremmo ancora è solo gli Avengers con Thor versione pastore abruzzese e il Cap con lo scudo di plastica trasparente :D

    RispondiElimina
  8. Grazie del segnalame. Ma che poi qualcuno ha capito se nel pachinko l' abilità del giocatore conta qualcosa? E soprattutto come caxxo si gioca? E poi perchè quella musica a volume abbestia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti porto il mio racconto di vita vissuta, magari potrà aiutarti a far luce sull'argomento.
      In viaggio di nozze una sera ho deciso che dovevo provare il pachinko. E che, sei a Tokyo e non vuoi provare il pachinko? Appunto.
      Ho messo una monetina nella fessura, sono stato investito da un'orgia improvvisa di luci, suoni, colori, slogan in giapponese urlati a squarciagola; c'era una manopola da ruotare, io ruotavo, ruotavo ma non ho neanche capito se stava succedendo qualcosa o che.
      A un certo punto, all'improvviso come è iniziato, è tutto finito, si sono spente le luci, ho perso tutte le palline, mi sono voltato esterrefatto verso la mia neo-signora e le ho chiesto: "Cosa mi è successo?..." "Boh", fa lei, "torniamo in albergo và..."

      Elimina
  9. Eh, ma il rullo di tamburi fuori luogo nella sigla spagnola di Georgie non è mica l'unico WTF di dimensioni Giove :D
    Non ci avevo mai fatto caso da piccolo, ma perchè c@xxo la sigla di Yattaman ha questo accompagnamento di banjo country? L'ho capito quando ho sentito la prima versione, che i Cavalieri avevano fatto per "Huck e Jim", che essendo ambientato sul Mississippi dà senso al tutto. Poi qualcuno deve avergliela bocciata preferendo quella delle avventure contro i caimani ed è venuta buona col testo diverso per gli Yattaman...

    RispondiElimina
  10. Doc giusto un appunto: in fondo all’articolo, il link alla scheda riporta Data di uscita 1979 ��. Comunque bell’articolo!����

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH