Bohemian Rhapsody, facciamo a fidarci?

"We will" all'infinito
Nuova carrellatona di trailer, fatti apposta per discuterne al mercoledì mattina (fosse stato giovedì, invece... no, niente, uguale). C'è questo inghippissimo di Bohemian Rhapsody, il biopic mrrobotto di Freddie Mercury. Ma ci sono anche un nuovo cartone Marvel, un nuovo Robin Hood molto rotfl, un film di zombie con Margacosa di Game of Thrones, Winnie the Pooh triste... e la dottoressa di Doctor Who! Wooo! [...]

BOHEMIAN RHAPSODY (29 novembre)
Il grande dubbio. Ma pure la grande tentazione di crederci. Perché... no, non lo sai il perché, ma da quando hai visto Rami Malek e il suo esoftalmo alla Marty Feldman sotto al baffo e alla canotta di Mercury, hai provato come un brivido. E da principio non sapevi dire se di esaltazione o di raccapriccio. Sembra funzionare? In alcune scene sembra funzionare benissimo, in altre sembra un biopic televisivo sui Queen della RAI, tipo quelli su Modugno. Ma appena parte la musica in uno dei trailer (questo è quello esteso uscito ieri) ti dici Mavaffanbreakthru, devi vederlo. Anche se sto fatto che la volpe del ventesimo secolo ha dovuto cacciare a cavucincù quel debosciato di Bryan Singer perché bighellonava sul set (probabilmente cazziando la gente a caso) non butta benissimo. Le riprese le ha portate a termine Dexter Fletcher, il figlio di Jessica. It's a hard life.
DOCTOR WHO 11 (ottobre)
Domenica scorsa è andato in onda in TV, durante la finale del trionfo della gianfransuaitudine, il primo teaser sulla nuova serie di Doctor Who. Al posto di Peter Capaldi c'è ora e per la prima volta una dottoressa, Jodie Whittaker (Attack the Block - Invasione aliena). E niente, sei in ritardo di diverse stagioni con il nuovo corso del Dottore e, cospargendoti il capo di cenere per la cosa, speri di recuperare quanto prima. Prima di fare troppo tardis. Ah ah ah... ehr. Inutile dire che con la Presidentessa come dottoressa sarebbe stata immediatamente la stagione più bella di sempre.
RITORNO AL BOSCO DEI 100 ACRI (30 agosto)
Non hai trovato una versione italiana del nuovo trailer di Ritorno al bosco dei 100 acri (in originale Christopher Robin). Una sorta di Toy Story 3 londinese, live action e parzialmente al contrario: Christopher Robin (Ewan McGregor) è cresciuto e conduce un'esistenza grigia nella capitale britannica. I suoi vecchi amici di peluche, Winnie the Pooh, Tigro, Pimpi, BiondinodiLuzz e il resto della banda, vogliono vederlo di nuovo felice, perciò gli presentano una bella fi... no, boh, tiravi a indovinare. Sembra triste e malinconico, sembra carino. 
ROBIN HOOD (22 novembre)
E ora un po' di trailer scemi, via, ché è estate, fa caldo e Antonio è giustamente impegnato. Tanto per iniziare, un altro Robin Hood. Per la precisione, un Robin Hood ninja di Mortal Kombat che combatte contro i celerini. Un film di Robin Hood che sembra un film di Arrow ma senza la faccia di cippa di Amell, o un altro Assassin's Coso qualsiasi. Taron Egerton è Robin Hood, il ladro che ruba da decine di altri film uguali, Jamie Foxx è Little John. Il regista è un tizio che viene dalla TV e con un nome improbabilissimo, Otto Bathurst, ma ha diretto il primissimo episodio di Black Mirror, quanto meno. E a proposito di nomi improbabili, Tim Minchin è sempre un po' di più il tuo ceppidolo. Dal 22 novembre, nei peggiori cinema anacronistici di Caracas.
PATIENT ZERO (boh)
Qualcosa di più scemo? Ok. Una roba di zombie con Natalie Dormer diretta dall'austriaco Stefan Ruzowitzky. Una nuova razza di infetti, chiamati con grande spolvero di fantasia "gli infetti", bla bla bla il pianeta messo malissimo, e allora bla bla bla Matt Smith l'undicesimo Dottore deve trovare il paziente zero aiutato dalla virologa che non ama i barbecue al fuoco verde, bla bla bla, mentre Stanley Tucci contempla l'opzione suicidio, bla bla bah. La Sony voleva farlo uscire nel 2016, ma era talmente convinta della bontà del prodotto che lo ha rinchiuso per due anni e mezzo in un magazzino buio insieme a vecchi numeri di Tex e a due aspirapolveri folletto non funzionanti. Uscirà in angloamerica alla spicciolata, tra agosto e ottobre. In Italia ancora non si sa se e quando, hai capito che perdita.
MARVEL RISING (13 agosto)
Avresti voluto parlare anche di Glass, di Sciamalaiàn!!!, ma c'è in giro solo il teaser che annuncia il trailer (venerdì), che al mercato mio padre comprò. La prossima volta. Chiudiamo allora con questo nuovo cartone Marvel, Marvel Rising, incentrato su un nuovo gruppo di supertipi e più che altro supertipette: Ms. Marvel, quell'insopportabile rompicoglioni di Squirrel Girl, Spider-Gwen (che però qui si chiama Ghost Spider, come il Peter Parker inquietante di Terra-11638), Quake e Patriot. Sembra la solita solfa dei cartoni Marvel recenti, ma Spider-Gwen è un personaggio adorabile in qualsivoglia sua incarnazione. Una delle cose più fresche tirate fuori dalla Marvel negli ultimi anni: e parliamo di una tizia morta da 45 anni. Per dire.

Bene, deboscia-loverz: che ne dite? Ovviamente chissene di Patient coso e di Robin Scorpion, ma la prima Dottoressa? E i Queen e Mercury con i problemi alla tiroide? Che ve ne pare? Quanto ci volete crederCi?


58 

Commenti

  1. Per me freddy Mercury è un eroe senza tempo della musica. Ha fatto di tutto dal pop al rock passando per la classica. Sia come sia, andrò a vederlo. Lacrimuccia per i bei ricordi che mi ha fatto passare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con Massimo Perrone. Freddy Mercury ha rivoluzionato anche i video scuotendo il mondo. Il Trailer del film promette bene, bisognerà vedere se tutto il film regge il confronto. Non vorrei che capita qualcosa come è successo per riunire il gruppo dei Queen e far rivivere in un altro modo anche squallido il povero Freddy. Staremo a vedere

      Elimina
  2. Non vedo l'ora esca Bohemian Rhapsody... andrò in sala senza pregiudizi di sorta, sperando ci sia della magia capace di catturarmi. Non importa quale genere uno preferisca, la musica dei Queen ha qualcosa di trascendentale, ti colpisce nel vivo. Comunque l'ultimo trailer lascia ben sperare!

    RispondiElimina
  3. io sono fan del Dottore e quindi vedrò...,vedrò di farmi piacere anche questa sua nuova incarnazione,boh speriamo bene,più che altro è che cambia anche lo showrunner ,troppi cambiamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno cambiato tutto.

      Attrice (ok, ovvio), showrunner, gruppo di scrittori, compositore delle musiche e hanno persino un nuovo set di lenti e cineprese per una fotografia più cinematografica (già questo teaser ha tutto un altro stile rispetto a prima).

      Stanno facendo una grossa scommessa qui.

      Cheers

      Elimina
  4. La Presidentessa non potrebbe MAI essere il nuovo Dottore.
    Va bene i cambiamenti, va bene tutto, ma un'americana che interepreta il Dottore sarebbe troppo! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvano, tu quoquO.
      La Presidentessa trascende i confini. Facesse lei il Dottore, il Regno Unito chiederebbe un posto sulla bandiera USA.

      Elimina
    2. La brexit era la prima mossa per avere La Presidentessa come dottò, dici??

      Elimina
  5. Vedendo il trailer di Bohemian Rapsody ho avuto sensazioni simili alla tua Doc, in alcune scene ho detto "Caxxo è uguale a Freddy!!" in altre invece sembra vagamente lui, suppongo sia dato dall'inquadratura.
    Comunque nulla toglie che andrò a vederlo all'Arcadia in dolby atmos per far godere le mie orecchie di tutto quello che offre la musica dei Queen.
    Doctor Who sono più indietro di te, ho comprato tipo un paio di anni fa i primi tre cofanetti......sono ancora siggillati, ma prima o poi comincio a vederlo, ah sia chiaro che però la prima storica stagione quella che davano quando ero bimbo la vidi assieme a mio papà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quella manco era la prima... era già il quarto Doctor, anche io lo vidi col mio papà appassionato di sci-fi. Bei tempi..

      Elimina
  6. Marvel Rising FTW!!

    RispondiElimina
  7. BOHEMIAN RHAPSODY: ci credo fortissimo e lo voglio vedere a tutti i costi. Per me i Queen sono tra i gruppi migliori di sempre. Spero che non scadano troppo nel sentimentale romanzando i fatti visto che i fatti sono già interessanti senza aggiungere niente. Voglio vedere se e come rappresenteranno l'incontro con Bowie.

    RITORNO AL BOSCO DEI 100 ACRI: bello e vorrei vederlo con mia figlia, dovrebbe piacere ad entrambi.

    Natalie Dormer: il film credo sia una schifezza ma lei è sempre molto bona e come diceva il Doc ha quella faccia da inglese che dopo un paio di birre diventa molto disponibile, anche senza le birre.

    MARVEL RISING: Spider-Gwen mitica ma film orribile fatto per le ragazzini giusto per segmentare l'offerta.

    DOCTOR WHO e ROBIN HOOD: non mi interessano.

    RispondiElimina
  8. Credo che un film sui Queen lo vedrei anche se a fare Freddi mettessero Costanzo.
    Voglio crederci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costanzo che canta Show must go on o breakthrough potrebbe rendere qualsiasi giornata meravigliosamente meravigliosa

      Elimina
    2. Ciiò matt go onn e brettru :D

      Elimina
    3. @wargarv
      Date una medaglia a quest'uomo!
      LOL

      Elimina
    4. signori questo è un colpo basso,mi appello alla convenzione di Ginevra,echecavolo

      Elimina
  9. Non vedo l'ora di vedere Ritorno al bosco dei 100 acri.

    RispondiElimina
  10. Bhe, il biopic su Freddy Mercury va visto, non se ne può fare a meno. Per quanto riguarda l'ultimo dottore non posso commentare dato che sono fermo al secondo terzo, mentre per quanto riguarda il film Disney ammetto che lo vedrei adesso seduta stante, sanno come intenerirmi e commuovermi sempre.
    Per quanto riguarda il resto, Robin Hood davvero inguardabile, poi la quota multirazziale pure mi prende male. Gli zombi li si guada solo per Tucci ed i cartoni Marvel così non se ne scendono proprio.

    RispondiElimina
  11. "Ritorno al bosco dei 100 acri" pare carino, ma non ho ancora smaltito il trauma di Toy Story 3...
    Per "Bohemian Rhapsody" stessa sensazione.

    RispondiElimina
  12. Non nutrivo molta fiducia in "Bohemian Rhapsody", avendone seguito le vicissitudini, ma questi trailer mi stanno facendo cambiare idea. O forse è la musica dei Queen che è sufficiente da sola a rendere bella qualunque cosa, non so.
    Il "Ritorno al Bosco dei 100 Acri" mi risulta disturbante perché non riesco a separare il Christopher Robin personaggio disneyano, di cui il film continua la storia, dal Christopher Robin reale che probabilmente avrebbe detestato questo film. Ciò non toglie che il film in sé possa essere bellissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emi, c?era un film precedente? non lo sapevo

      Elimina
  13. Prima di fare troppo tardis...scusa se mi prendo la confidenza di chiamarti per nome ma Alessà mi fai morire dal ridere con queste battute! Venendo a noi dott. Who merita cmq una occhiata, il film su Freddie mi fa venire i brividi. A quanto pare Roger Taylor ha detto che va bene e non è la solita ca@@ta ma il dubbio rimane. Ho sentito che un canadese ha doppiato nel canto l'attore e che fa rabbrividire per quanto sia simile alla voce di Freddie. Qualcuno sa se è vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono caduta in preda a convulsioni e delirium tremens nel vedere l'attore. Ho aperto il trailer confidando che almeno la voce nelle canzoni l'avessero lasciata originale. Invece sono un mixmtra la Sua, quella dell'imitatore canadese e il computer. Se ne accorge un sordo quando non è Lui che canta. Do buono solo l'accento che l'attore nel parlato imita bene. Ma non andrei a vedere il film neanche se me lo chiedesse Roger Taylor in persona.

      Elimina
  14. Anche a me il trailer di Bohemian Rhapsody lascia divisa a metà, non so se pensare a... no, non ce la posso fare, mi sale il PDF... ragazzi, FREDDIE e non Freddy/Freddi, mannaggia alla pupazza!
    Detto ciò, vi voglio bene comunque. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli è vero. Mi sa che mi porto sta cosa da quando sono ragazzino e non me ne sono mai accorto... scusate... :(

      Elimina
    2. Tranquillo, Massimo, l'importante è la redenzione.

      Elimina
  15. A Bohemian Rhapsody ho deciso di credere. Mi sembra abbia avuto il benestare di B. May e tanto mi basta. Ma il rischio "vabbé" è dietro l'angolo.

    Rischio scavalcato abbondantemente da Robin Hood. Ma non valeva la pena, nel male, farne una versione ai giorni nostri? Perché il rischio di voler modernizzare troppo qualcosa che ha le sue radici nella storia antica, è alto. Mi viene in mente l'ultimo film dei 3 moschettieri con Orlando Bloom.

    Gli altri mi interessano pochino.

    Soprattutto: basta zombie, per piacere. Facciamo una petizione, troviamo una cura, uno spray... Ma basta, non se ne puà più!

    RispondiElimina
  16. A 0'33" del trailer di Bohemian Rhapsody si vedono le mani sulla tastiera del pianoforte.
    LUI non le teneva così, aveva una posizione anomala, con il polso basso rispetto alle dita ... Sigh ... Mi manca ... 😢

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andiamo io e te al cinema. A vedere qualcos'altro. Tu sì che sai cosa vuol dire amare Freddie.

      Elimina
  17. Aspetto il biopic su Freddie da quando fu annunciato Sacha Baron-Cohen come protagonista. Rami Malek gli somiglia parecchio. Vedrò il film per devozione verso i Queen.

    RispondiElimina
  18. Diciamo che il trailer di mr robotto queen mettetelo su mute e ritorniamo alle prime impressioni....oh magari fanno un musical senza manco un pezzo parlato e viene un capolavorone :D :D :D

    RispondiElimina
  19. We will , we will watch you . #ebbasta

    RispondiElimina
  20. piccolo OT... ecco, tra le cose che mi inquietavano molto alla fine degli anni 70 - primi anni 80, c'è proprio la sigla del Dr. Who... al pari dell'inuietante attore che, a quei tempi lo impersonava... Tom Baker (che poi, come si sa, regredì sino all'età minchietta e si dette al calcio in Nippolandia!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sigla e le radiazioni. Le radiazioni del dottor ùùù (autocit.).

      Elimina
  21. Mr. Robot su Freddie da sempre mi ha fatto un'impressione strana, non ce lo vedo proprio. Poi come dici tu, capitano quelle 2-3 inquadrature che pensi di esserti sbagliato. Per poi cambiare di nuovo idea.
    Boh, troppo mingherlino, e Freddie, più per l'importanza e imponenza della persona e del personaggio che per effettivo merito fisico, deve essere massiccio nella mia testa.
    Poi parte la musica e ciao, sto già in biglietteria. E poi mi interessano un sacco anche tutti i retroscena dietro le canzoni ed il gruppo, fedele o romanzata che sia la loro cronaca.

    Del Dottore invece ho perso un po' le tracce, dopo aver seguito Tennant, e un po' anche il successore con il farfallino, la visione è diventata più saltuaria. Il vecchio Capaldi l'ho saltato a piè pari, quindi non so... o recupero o mi capiteranno delle puntate sparse nei momenti di magra e noia.

    A Pooh, come ai Pooh, non sono mai stato tanto legato, quindi non è che proprio mi scappa la voglia di strappare il biglietto anche se sembra carino e ben fatto. Probabilmente ci andrò per fare contenta la Signora Ragno, se le prende la scimmia.

    Marvel coso, oltre ad essere a quanto pare fuori target, lo daranno su XD, e per esperienze precedenti mi sa che mi sarà difficile recuperarlo con "metodi alternativi" (ps: si accettano suggerimenti diversi dalla pesca al torrente).

    RispondiElimina
  22. Bohemian Rapsody: l'attore non mi convince troppo, ma adoro i Queen, per cui sarei curiosa di andarlo a vedere.
    Doctor Who: un dottore donna!! Sono curiosissima di vederla in azione! Dopotutto ogni nuovo dottore mi fa l'impressione di essere "sbagliato" all'inizio, poi, pian piano, mi ci affeziono.
    Ritorno al bosco dei 100 acri: mi piacerebbe vederlo ma non sono sicura di riuscire a trascinare mio marito a vederlo... però voglio il peluche di Winnie the Pooh!
    Robin Hood: non mi interessa
    Patient zero: lo vedrei solo perché c'è Matt Smith, ma nel tempo che uscirà al cinema me ne sarò già scordata...
    Marvel Rising: sembra carino, ma, come molti di questi cartoni, preferirei vederlo in lingua originale piuttosto che doppiato.

    RispondiElimina
  23. A me interessa solo Winnie Pooh.
    Il Freddy posticcio proprio no. Ma un "no" grosso grosso e non negoziabile.
    Sono una fan dei documentari musicali ben fatti, queste operazioni qua proprio mi fanno scendere la catena.

    RispondiElimina
  24. Sciamalaiàn!!!
    Dall'omologo romanzo di Phil Norimberga!

    RispondiElimina
  25. Avevo già visto un trailer di "Bohemian Rhapsody" ed ero rimasta molto colpita dal casting che hanno tirato su. A tratti mi paiono tutti somigliantissimi, e sicuramente i costumisti si sono divertiti un sacco. La musica dei Queen mi piace, e su di loro ne so abbastanza poco da trovare attraente l'idea di un biopic sulla band. Di tutto il mazzo, sicurmente è il film che ho più probabilità di andare a vedere.

    Ritorno al bosco dei 100 acri. Non so come facciate a trovarlo carino: quell'orso in (credo) CGI finto-pelouche è talmente brutto che mi dà gli incubi! °_° In più come atmosfere mi pare siamo dalle parti di Neverland (quello con Johnny Depp su Peter Pan). E io sono una di quelle persone brutte a cui Neverland non è piaciuto per niente e ha fatto solo emergere il lato erodico (nel senso di strage degli innocenti) che covava in profondità. Del resto non sono mai stata molto per la quale né per l'universo creato da Barrie, né tantomeno per quello dell'orsetto che ha dato il nome a Dodi Battaglia e soci. Direi che per me è no.

    Robin Hood. Non ho capito: ma il personaggio di Jamie Foxx è Little John o è il remake dell'Azeem di Morgan Freeman? O_o
    Per il resto, gran ca22ate hollywoodiane moderne che non lasciano presagire nulla di buono. Non so. A me Robin Hood piace come personaggio, e cerco di vedere ogni film a lui dedicato, ma questo forse è un po' troppo (sfighè) anche per me... °_°

    Patient Zero. Per citare Jovanotti, questo è il grande boh. Da un lato, due o tre attori che mi piacciono molto. Dall'altro un tema (gli zombie) che mi piace zero (appunto), quasi sempre. Probabilità altissima di mimmate. Ma quello Stanley Tucci è <3! Non saprei. Intanto vediamo SE qua arriva, poi ci penso XD

    RispondiElimina
  26. Su Freddie, non saprei, il trailer mi è piaciuto, può darsi che all'ultimo decida di andare a vederlo. Rami Malek mi pare calatissimo nel personaggio, e non era facile.
    Sui 100 Acri, mi fanno tenerezza (mi pare di ricordre i fumetti) e magari andrò a vederlo, anche perché Ewan McGregor mi piace come recita.
    Il paziente zero, aspetto magari di vederlo in Rete. Gli attori, cmq, interssanti: Natalie è sempre Natalie, e Stanley è sempre Sranley, ma poi mi fa ridere l'altro, (googlato..) Matt Smith: è stato pure lui un Doctor Who ed è il Principe Filippo nelle prime due stagioni della serie The Crown, eccellente spettacolo!
    Doctor Who: lei è super british, Jodie Whittaker, che c'è pure nella serie Broadchurch, con l'altro ex doctor Who David Tennant: soo per queste cose extra, mi vien voglia di vederla ahahah (grazie google)

    RispondiElimina
  27. Robin Hood ha anche rotto i cabbasisi però eh. Lui, Dracula, Frankenstein, Sherlock e Cappuccetto Rosso. Ma con tutti i personaggi fiabeschi, mitologici e letterari anche di pubblico dominio, perché sempre loro? Che palle oh.

    RispondiElimina
  28. sono imbarazzato.... non mi interessa niente della lista *arrossisce e si nasconde dietro una pianta di ficus*

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. Bohemian Rhapsody si va a vedere perché necessita, però dovrò farlo con gli occhi semichiusi perché a me Rami Malek ricorda troppo Rovazzi...

    RispondiElimina
  31. Bohemian Rapsody: sono già al cinema ad aspettare che lo mettano

    Doctor Who donna: un grosso boh visito che gli ultimi dottori (Smith e Capaldi) non erano piaciuti per niente- non sarebbe stato meglio "congelare " il Dottore e riprendere il personaggio di Susan? In fondo è una gallyferiana anche lei e credo si può anche rigenerare come il nonno , in quest'ottica avrebbe avuto più senso il cambio di sesso e poi sarebbe anche stato facile da mettere in scena (il Dottore rimane intrappolato in qualche modo e chiede aiuto alla nipotina che dopo essersi rigenerata nell'attrice vista sopra, ne prende momentaneamente il posto).

    RispondiElimina
  32. Bohemian Rapsody è d'obbligo, il rischio vale la candela, e nonostante abbia sempre detestato l'orsetto Pooh questo film potrebbe essere un altra bella sorpresa, a metà via tra quel capolavoro di Toy Story 3, il bel Piccolo Principe e quella chicca di Saving Mr. Banks.
    Per il resto La Grande Indifferenza, sinceramente aspetto molto di più il trailer di Glass...

    @Doc causa orchite fulminante ho mollato la Marvel da anni, ma vale la pena recuperare Spider Gwen?
    Cosa (e magari quali albi/raccolte) mi consiglieresti al riguardo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo esista un buon motivo per recuperare Spider-gwen, ma sta tutta in brossuratini monografici se ci tieni :p

      Elimina
  33. Il film sui Queen sembra una ficata, anche se di solito i biopic non mi fanno impazzire. Di sicuro c'è che i responsabili del casting hanno fatto miracoli: Rami Malek se nasconde gli occhi da rana dietro gli occhiali a specchio è perfetto, ma Joseph Mazzello e soprattutto Gwilym Lee sono IDENTICI a John Deacon e Brian May!
    Ben Hardy non è proprio proprio uguale a Roger Taylor, lo sanno tutti che Taylor è in realtà Lars Ulrich dei Metallica. Non ci credete?
    https://i.chzbgr.com/full/1159585536/h6D1E1FCB/

    (del resto, John Deacon è in realtà Gianfranco d'Angelo:)
    https://digilander.libero.it/queentherock/images/2009/deacon.jpg
    http://www.panoramitalia.com/images/arts-culture/theatre/large/2000-gianfranco-d-angelo-50-anni-di-grandi-successi.jpg

    RispondiElimina
  34. ecco perchè ho visto una minifigure di spider-gwen chiamata ghost spider in un set di prossima uscita... tutto torna :°D

    RispondiElimina
  35. Un film sui Queen lo andrei a vedere sempre e comunque, per fanatismo. Malek non assomiglia davvero a Freddie, ma pazienza: per me è molto più importante che l'interpretazione colga il personaggio, gli atteggiamenti, i tic, le espressioni. Dal teaser e dal trailer sembra che l'attore abbia studiato e tanto mi basta. Consiglio a tutti di guardarli in lingua originale, dove si può apprezzare il lavoro sulle voci: Gwilym Lee, "Brian May", è praticamente perfetto, parla proprio come Brian.

    Ah, sì, poi la colonna sonora sembra carina, dai.

    RispondiElimina
  36. Christopher Robin (ignoriamo l'inutile titolo italiano) mi delude un po', credevo fosse un film semi-biografico (tipo Neverland, per intenderci).

    Però, pluri-vedova, serial killer, molestatrice di ragazzine in un collegio-prigione, e ora anche scienziata pazza; Natalie Dormer si sta facendo proprio un bel curriculum XD.

    Marvel Rising mi interessa di sicuro, ma dato che Bennet riprende il ruolo di Quake, è legato al MCU? O volevano solo risparmiare sul casting?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy