Cloak & Dagger, la serie TV

Cloak & Dagger, la serie TV Amazon ABC Marvel recensione
Due-parole-due sull'ennesimo telefilm Marvel, prodotto da ABC e disponibile in italiano su Prime Video (per il momento ci sono solo i primi due episodi). La droga, New Orleans e il nemico più temibile per qualsiasi super-eroe della TV: l'abbiocco da noia. Ma più in generale: dove diavolo sta scritto che è lecito diluire in serie da 10 puntate quanto starebbe comodo in un film da un'ora e mezza? [...]

Cominciamo col dire che Cloak & Dagger è diverso da molti altri telefilm dei supertipi Marvel, e si sforza in ogni modo di esserlo. Soprattutto, non ha per niente il tono dei compagni di scuderia ABC, uantutrì, Agents of P.I.P.P.E. e - Galactus ce ne salvi - Inhumans. O delle produzioni CW di casa DC. È una serie per young adults, un teen drama, insomma qualcosa pensato per un pubblico di ragazzi che odiano i genitori e sognano di fuggire da qualche parte in compagnia del più figo della classe, ma il taglio ricorda fin troppo quello delle robe Marvel sfornate da Netflix. Il taglio e la lentezza mostruosa nel portare avanti la storia, ma a quello arriviamo tra un attimo.

Storia che è molto diversa da quella dei Cloak & Dagger a fumetti. Dei personaggi creati da Bill Mantlo e Ed Hannigan su una storia dell'Uomo-Ragno nell'82 si sono conservati alcuni elementi di base - la droga, i furti, i poteri - ma è stato tutto rimescolato. Da New York si è scivolati giù fino a New Orleans, i poteri vengono conferiti ai due da un incidente old schoolissimo con un centro di ricerca anziché da una dose di eroina sperimentale, e per i primi episodi non ci sono supertizi, supernemici, supertutine... e pure di superpoteri se ne vedono all'opera pochi.
L'intento di Cloak & Dagger, la serie, è puntare sulle differenze e i contrasti. La bionda ragazzina ricca diventa una barbona tossica, il ragazzino di colore braccato dalla polizia-che-sparaaineri  diventa un giovane benestante che sta sui coglioni agli arbitri byronmoreni. Ruoli invertiti rispetto alla carta: la luce e l'ombra, l'acqua e l'olio; il grande gimmick di questa coppia amena di eroi, che si scambiano di posto, si mischiano, senza mai mischiarsi davvero. E tutto questo ti sta anche bene, eh. Il fatto che non si tratti di una trasposizione fedele di quanto avvenuto nel Marvel Universe, o che Tyrone Johnson abbia assunto alcuni tratti di Tandy Bowen e viceversa, ti sta bene. Perché rende un minimo interessante e nuova la faccenda e perché, oh, sono Cloak e Dagger, mica i Fantastici Quattro. Chi diavolo se ne frega.
Save the Last Dagger
Il problema è che due episodi da una cinquantina di minuti l'uno hanno attentato gravemente alle tue chance di riprodurti qualche altra volta nel corso della tua esistenza. Al di là di alcuni problemi a quanto sembra endemici da serial USA, l'abuso di stereotipi talmente lisi da essere ormai trasparenti - il ragazzo di colore ricco che gioca a basket, la poliziotta mascolina e scazzata - e del modo pedestre in cui vengono gestite alcune situazioni narrative, come quei flashback vissuti da Tandy (e non giova che l'attrice, Olivia Holt, le interpreti con la naturalezza di un colorante alimentare fluorescente),
c'è un clamoroso problema di ritmo. Sì, come in tante produzioni Marvel di Netflix, ma forse anche peggio.
Quando scrivi che un film o una serie ha problemi di ritmo, si teletrasporta da queste parti sempre qualche genio incompreso dell'Interweb pronto a dedicarti magnanimamente un po' del suo tempo da scienziato per spiegarti che un film o una serie non può essere tutto sparatorie o scazzottate in cui, bastoncino pim pum pam, volan tanti scappellotti. Ma il ritmo, il pacing di una storia non ha ovviamente nulla a che vedere con il quantitativo d'azione che ci infili dentro. Significa solo raccontare degli eventi non ammorbando la uallera dello spettatore con allungamenti di brodo inutili ai fini del racconto. Non diluire su due ore quello che potresti racchiudere in venti minuti.
Non è un problema che riguarda solo le serie Marvel, perché l'epidemia dell'annacquamento delle trame ha investito decine di altri generi nel surplus forsennato di prodotti televisivi/in streaming degli ultimi anni. 
È come se, ovunque, storie che starebbero comode in un film di normale durata debbano essere strirate su dieci puntate (come in questo caso) o più, perché serve coprire quel tipo di programmazione. Nuove gallette nutritive al Soylent verde per i network e le piattaforme di streaming affamate di nuovi show. Il risultato, molto spesso, è che poi uno (metti, te), molla esasperato dopo una manciata di episodi. Hai perso il conto delle volte in cui ti è stato giurato che una serie decolla, eh, davvero, dopo 4, 5, 6, 7 settimane in cui il naviglio naviglio navigò in mezzo agli sbadigli. Come ci fossero già poche cose a contendersi quello straccio di tempo libero che ci viene elemosinato.
Si è presa bonariamente per il culo per anni Agents of P.I.P.P.E., ma lì almeno c'era una storia che procedeva (usi l'imperfetto perché non lo segui più da un paio d'anni) a un ritmo decente, vuoi per i tanti personaggi e di conseguenza le tante sottotrame a bagnomaria, vuoi perché un po' di trama verticale aiutava a tenere le cose fresche. Ma qui, come altrove, davvero si esagera. È un attimo che dal teen drama si scivola nell'andamento soporifero da telenovela. Il ritmo SOAPorifero. Bella per New Orleans (che poi non si vede sostanzialmente per un cacchio), il coraggio di mostrare la protagonista che pippa e quello che vuoi, ma ci sono anche modi migliori per annoiarsi.

E ok, visto che non lo facevamo da un sacco, riapriamo il Circolino. Cosa state seguendo di questi tempi? Come sta andando? 


72 

Commenti

  1. Io ho da poco terminato la visione di Final Space, serie di animazione sci-fi comica. Non originalissima, ma (per me) parecchio divertente, con momenti di azione anche abbastanza epici. La prima stagione è da 10 episodi di 20 minuti, quindi si guarda anche alla svelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... pescabile nell'etere... riguardo all'Italia non so. I canali americani sono TBS e TNT.

      Elimina
  2. Dovresti dare una nuova chance ad Agents of P.I.P.P.E. perchè già la terza stagione era molto più buona, ma con la quarta hanno fatto il salto, e non dello squalo.

    Credo che la quarta stagione sia una delle migliori per quanto riguarda le produzioni fumettistiche in televisione.. e anche la quinta, al netto di un budget nettamente inferiore (che purtroppo si vede) ha comunque svolto discretamente il suo compito.

    Di sicuro molto meglio di come si sono ridotte Flash, Arrow e il resto della cumpa DC.

    Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ash vs Evil Dead S02 - Bomba. Fan service puro, ma fatto bene, con un bruce campbell mattatore assoluto.

      The Terror S02 - prime due puntate. Promette molto bene. Ricostruzione storica bellissima, lento al fine di creare un'atmosfera d'angoscia. Ho un debole per i film di cabina.

      Vikings S03 - guilty pleasure, mazzate, nudi full frontal, paesaggi incantati, altre mazzate. E quel maledetto monaco
      [SPOILER]

      che nell'ordine: ha subito l'assedio del monastero, si è beccato la peste, è stato offerto in sacrificio agli dei pagani, è stato crocefisso (con i CHIODI) e non CREPA


      [/FINE SPOILER]








      Elimina
    2. Concordo con Agents. Il fatto che sia finito con la quinta è una cosa che non è cosa, spero che ci ripensino.
      Quest'anno il tempo si è un po' ridotto causa lavoro extra. Visti i soliti (Agents, Gotham - ma sono indietro - Flash), mi sono fatto prendere da Salvation, ho finito Jessica Jones (2), lasciato a metà Black Lightning, ho appena iniziato Westworld sono rimasto con molto indietro con Gomorra (3) Inhumans e The Punisher (cioè sono arrivato alla seconda puntata): finite le 3 supereroiche procederò con il recupero almeno di WW e Gomorra. Non ho ancora visto la seconda metà della settima di The Walking Dead e soprattutto non ho finito Twin Peaks.

      Elimina
    3. Naturalmente ho visto Stranger Things (2) e Better Call Saul (3) . Avrei voluto vedere anche Mr. Mercedes e The Orville...

      Elimina
    4. Massimo, Agents torna per una sesta stagione ridotta nel 2019... per l'estate se non ricordo male, quindi dopo il prossimo Avengers. ;)

      Cheers

      Elimina
  3. bella la citazione di elio e le storie tese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poverino Giangiiih! Gran cultura del DOC...

      Elimina
    2. Certi nomi fanno PAURA all'uomo della strada.

      Elimina
  4. Niente, al momento solo film.
    Le serie non riesco proprio a seguirle, per ora. Mi stufo.
    Mi sembra quasi che continuando a sfornare serie a manetta la qualita' stia andando a farsi benedire.
    Forse anche perche' i budget sono risicati.
    Ma che senso ha sfornare telefilm a decine se poi sono tutte ai limiti dell'umana decenza?

    RispondiElimina
  5. Ho guardato la prima puntata due giorni fa e alla terza canzonetta melensa da batticuore emo bimbominkia mi sono caduti i cosiddetti, pur non avendoli. Credo la continuerò solo per amor di completezza ma sono convinta che una robetta più stereotipata e molla di questa sarebbe stato davvero difficile realizzarla. Ho poco altro da aggiungere perché concordo con tutto quello che hai scritto.

    Per il resto, aspetto la terza stagione di Preacher facendomi svuotare il cervello da quella meraviglia di Legion (anche la seconda stagione è splendida!) e, soprattutto, mi sono sparata Aggretsuko diventandone dipendente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, almeno Legion è diversa. Oltre che fatta bene.
      Il 22 riparte anche il circo Netflix, con la seconda di Cage.

      Elimina
    2. Aggretsuko è stata le serie più bella che ho visto ultimamente ^_^

      Elimina
    3. Dopo aver visto Aggretsuko, su un tetto vicino casa ho visto Hello Kitty ridere e urlarmi "Ha, ti ho fregato alla fine!". Ma devo dire che farsi fregare così tanto male non è :)

      Elimina
  6. Un modo per uscirne sarebbe avere il coraggio di fare episodi più corti, che so massimo mezz'ora. stile sitcom senza essere sitcom. Ma non so se a questo punto entra in gioco la questione dei costi e delle convenienze di episodi così brevi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che le serie pensate per lo streaming possono sperimentare di più. E infatti su Netflix si sono visti cambi di formato a nastro: durata, numero di episodi, stagioni frammentate. Ma le serie che nascono per i network, come questa, immagino debbano coprire degli slot precisi. Se spendo X, mi serve che tappi il palinsesto per dieci settimane, un'ora alla volta, contando pure la pubblicità.

      Elimina
  7. Ciao Doc, io ho abbandonato per lo stesso motivo tutte le serie di supertizi, e dopo "alterd carbon" pure quelle fantascienze. Poi però mi sono ricreduto con "l'alienista" ambientazione curata, trama solida e ottimo cast... Ci sarà un seguito?
    E per curiosità ho messo in play "sneaky pete" divorata, semplice, magari già vista ma con un bel ritmo.
    Ah ieri dopo tanto hype ho visto i primi episodi di sense8...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sense8 piaciuto parecchio ma il puntatone finale per chiudere la storia mi ha fatto addormentare...

      Elimina
  8. Serie TV nuove trilogie, insomma: la diluizione eccessiva della trama è lo stesso male che anni fa portò alla tremenda decisione di rendere "Lo Hobbit" quello che è diventato. A diluire troppo, si sa, si finisce a fare gli omeopati, specie in casi in cui non è che ci sia tantissima materia prima.
    Avrei dato una chance a Cloak & Dagger perché mi sono sempre stati simpatici (almeno fin dai tempi di Maximum Carnage) e anche perché rivedere New Orleans mi sarebbe piaciuto, ma sapere che li hanno trasformati in una coppia di scappapazzi alla "13 Reasons Why" mi fa desistere.
    Quanto ai telefilm che seguo ora, niente di nuovo sul fronte occidentaflix: sto riguardando vecchia roba tipo "Mad Men" e soprattutto pianificando una re-visione di "Twin Peaks". Altro che young adults di 'sta ceppa.

    RispondiElimina
  9. Io sto con tutte le scarpe nel tunnel de I Soprano. Poco da dire, qui siamo nell'olimpo del famigerato Rinascimento televisivo, insieme a The Wire, Mad Men e Breaking Bad.
    Fra l'altro i sub in inglese sono utilissimi per capire le parole in italiano pronunciate all'ammeragana che fanno molto ridere (es. "gapocù" per capocollo o "fenùk" per, emh, omosessuale).

    RispondiElimina
  10. Doc, a costo di sembrarti pedestre ti invito a riacciuffare agent of pippe, soprattutto in considerazione che, ad occhio, dovresti recuperare "solo" 4a e 5a stagione. Non è solo una serie di supercazzole scientifiche, è una serie che ti tiene incollato proprio per via della trama verticale! Non vedevo una serie così praticamente da mai, non c'è puntata in cui non avanzi la trama (o per lo meno i caratteri) e la clamorosa furbata di dividere la 4a in tre miniserie profondamente interconnesse tra loro mi fa esaltare come un rEgazzino.
    Se non altro guarda l'inizio della 5a, best talkin head reference EVER :)

    RispondiElimina
  11. Dopo tale illuminata recensone per il momento passo. Speravo in una serie piu' fedele ai vecchi Cloak and Dagger ma un teen drama .... non grazie.

    RispondiElimina
  12. > il ritmo, il pacing di una storia non ha ovviamente nulla a che vedere con il quantitativo d'azione che ci infili dentro. Significa solo raccontare degli eventi non ammorbando la uallera dello spettatore

    THIS.
    E dico: Marvel Defenders, che potevano chiuderla in 3-4 puntate decenti e ne è venuto un remake di Dune, ma solo della scena relativa ai martellatori, solo che te li piazzano sui testicoli per 8 puntate.

    Comunque, per rispondere all'appello, complice una malattia prolungata mi sono sparato tutta la prima serie di The Rain e non è stato male. Ok, molto Walking Dead Teen Edition, ma ha degli spunti che spero crescano con la seconda stagione.
    Mi è invece piaciuto molto 3%, doppia serie utopistica spagnola a cui non avrei dato due pesos e invece m'ha tenuto incollato. Ha i suoi difetti, ma se parliamo di ritmo ce n'è in abbondanza senza ricorrere per forza ad azione continua. Aiuta molto la presenza di diversi protagonisti che si avvicendano ognuno col proprio ruolo e due villain convincenti.

    RispondiElimina
  13. Io ho appena finito the Shield (quella vecchia), sono indeciso tra iniziare the terror o Mad man.

    RispondiElimina
  14. Io, tra una sessione di studio e l'altra stavo seguendo la seconda di Westworld, ma mi sta veramente frantumando le bolas, e quindi mi sa che mollo il colpo. Secondo me è un sacco bella visivamente, ma contenutisticamente...non mi sembra gran che. Contate che però sono indietro di circa un paio di puntante credo. Non avendo tempo.
    Non so se conta, Doc, ma io e la mia ragazza stavamo guardando la nuova serie dei Ducktales e devo dire che mi è piaciuta un sacco...Non è banale per una serie che passa su "Disney XD". Intanto bellissimi i disegni, belli i personaggi per la caratterizzazione, bello l'umorismo moderno.
    Tu la hai vista? C'è anche una citazione de "i guerrieri della notte". Io in quella puntata sono impazzito.

    RispondiElimina
  15. A proposito di serie TV Marvel con regazzini, qualcuno sta seguendo Runaways? Come vi sembra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vista un po' di tempo fa, quindi i ricordi non sono freschi. Da quel che mi è rimasto sull'hd biologico, interessante. Non male.

      Elimina
    2. Grazie, omoragno, magari faccio un tentativo.

      Elimina
    3. Uno è lieto di poter servire

      Elimina
  16. Caro Doc, ti ringrazio per il tuo pezzo davvero illuminante e vorrei contraccambiare con qualche consiglio, ma vedo solo Rainews intorno alle sei a.m. perché gli i televisori sono presidiati manu militari dagli altri due inquilini e quello del tinello permette di vedere solo un paio di canali e l'altro è una compilation di televendite e soprattutto perché non reggo altro per più del tempo che occorre per tradurre Infierno di Faraci e Ziche per un pubblico non italiano. Ho avuto la mia stagione, parecchie stagioni fa, in cui il mio mantra era il consiglio di Ray Chandler agli altri aspiranti pulpeggianti
    ( " quando non sai cosa fare, scrivi di um tizio che spalanca la porta e prende a pugni il protagonista " ) e trovavo colpi di scena ovunque ( pensa , per esempio, al bugiardino di un farmaco salvavita che termina con le parole: attenzione ! può provocare la morte " ) , ma sono passati gli anni ed i chilometri e temo mi addormenterei anche davanti ad un lungometraggio di Gumball diretto dai Coen e con Emily Watson e John C. Reilly nella parte dei genitori del gatto blu. Ti invidio perché hai un sano entusiasmo e mi spiace lo abbia dovuto misurare con il telefilm di Cappa e Spada che mai avrei creduto solo 15 anni fa potesse mai essere realizzato. Ho letto che Spike Lee sta pensando a tradurre per lo schermo il Nightwatch del ragnoverso. Se dovessi mai leggere che Wes Anderson sta girando The Inferior Five, potrei dire oh ! ma non sarebbe come fosse una vera sorpresa. Sinapsi abbrustolite. Domenica ho visto l'ultima puntata giurassica e quando nel finale è rivelato che tutta la saga è un sogno nella zucca di E.T. in viaggio verso casa che a sua volta è una fantasia di Richard Dreyfuss ibernato che viaggia con i suoi nuovi amici alieni che a sua volta è quanto sognano Indy e la sua Karen Allen mentre dalla arca della Allenza si sprigionano allucinogeni ho pensato solo che avevo fatto bene a non alzarmi dopo la prima sequenza di titoli di coda. Ciao ciao.

    RispondiElimina
  17. Mi sento di consigliare il nuovo "Lost in space" targato Netflix: ha un buon ritmo, succedono cose, non è troppo banale e scivola via bene. Da usare come defatigante dopo visioni più impegnative.
    "Agents of SHIELD" stagione 5 mi è piaciuta, c'è stata molta azione e aggiunge e toglie qualcosa al MCU.
    "The last man on earth" S04 deludente, troppo telenovela.
    "Santa Clarita Diet" un'altra serie sugli zombie, divagazione comica sul tema, molto divertente!

    RispondiElimina
  18. Legion è assolutamente la serie fumettistica da vedere , in senso lato, oltre alla prima di Cornetto. Ho seguito anche P.i.p.p.e., e in effetti concordo con altri sul non ritenerla malvagia, ma le #cosebelle sono altre.
    Per il momento mi intrattengo con Westworld, Billions, Handmaid’s tale, e aspetto all’orizzonte le nuove uscite (Cage, Preacher -anche se il fumetto è proprio 48 spanne sopra, e soprattutto Megalobox e Yamato 2202!)

    RispondiElimina
  19. Ho appena finito la stagione 3 di Hap and Leonard... Bell'atmosfera, dialoghi brillanti, tanti bifolchi da menare. Peccato che sia l'ultima e non ho capito perché sia stata sospesa visto che era la piú vista dalla Sundance tv...

    RispondiElimina
  20. viste ieri sera le 2 puntate. Pensavo fosse dovuto all'abbiocco serale post giornata pesante di lavoro e post cena, ma effettivamente era un tantino lenta come scorrimento la trama, oltre che banalotta. Carini i colori e giochi di contrasti, ma poco sfruttati secondo me, e le scene finto crudiste lasciano il tempo che trovano (capisco che le serie Marvel non hanno lo stesso pubblico delle serie di gladiatori o giochi di troni, per cui zero minne e sollazzi vari, però mica solo il Punitore aveva la violenza nella vita).
    Dopo vari binge watching su netflix ad inizio anno, finchè non esce qualcosa d'interessante non trovo altro al momento. Vediamo Luke Cage serie 2 com'è, ma la 1' non mi ha esaltato (manco l'ho finita). Jessica Jones 2' serie è filata via meglio della 1' come continuità, ma lasciando meno ricordi. Attendo qualche nuova serie, se magari netflix in italia non impiegasse 2 anni dopo aver pubblicato la 1'.....

    RispondiElimina
  21. Finito di vedere settimana scorsa Happy; grandissima sorpresona rovinata a mio avviso da questa necessità di dover per forza fare le stagioni e quindi guai se non fai il finalone con cliffhangerone. Speriamo bene anche per la S2 perchè la storia so far è veramente fuori di melone.

    RispondiElimina
  22. Tra un libro e l'altro, la sera mi sparaflescio MASTERCHEF CANADA e SCANDAL, con un pizzico di Grey'anatomy e Station 19 giusto per fare quel rumore di sottofondo mentre traduco qualche fumetto. E se questo C&D è quello che ormai temo, credo di potere dire che la vituperata ultima stagione di Scandal di Shondona dia una valanga di punti & mattoni a questa produzione

    RispondiElimina
  23. Mah, io mi sto recuperando Powers, che all'epoca non l'ho vista. Per ora mi sono sparato la prima stagione e, beh, è un meh. Mi aspettavo molto meglio.

    Poi aspettavo finisse la seconda di Legion per bingeuocciarla tutta, quindi è la prossima in canna.

    RispondiElimina
  24. Attualmente sto guardando The Generi di e con Maccio Capatonda, Westworld st2, Legion st2, Ash vs the Evil Dead, The Rain. Spero in un crossover tra The Generi e Westworld.

    RispondiElimina
  25. Io mi sono recuperato Agents of SHIELD fino alla quarta e devo dire che non è malaccio come mi si prospettava all'inizio, ora cerco pure la quinta stagione.

    Tra qualche giorno poi ricomincia Preacher e da fan del fumetto non vedo l'ora di vedere dove andranno a parare.

    Ma la vera scoperta degli ultimi tempi per me è stata BROOKLYN NINE-NINE: sono fan di Samberg da anni, ma non avevo mai neanche iniziato a vedere una puntata di questa serie. Ora sono arrivato alla quarta e ad ogni puntata rido fino alle lacrime come un cretino...

    RispondiElimina
  26. personalmente sono già contento se riesco a inserire tra tutti vari razzi e mazzi della vita quotidiana, un film ogni paio di giorni, e ogni qual volta devo vedere una serie tv a cui proprio non posso rinunciare, l'ultima il punisher se ne va una settimana circa, per stranger things uguale...chi si sfonda di serial..."questa settimana mi sono visto 3 stagioni!!!" oggi mi recupero tutta la prima serie!!!" veramente non so che vita conduce...amici?figa?parenti? hobby che non contemplano guardare uno schermo? o semplicemente sanno come far durare una giornata 57 ore? ditemele, ve prego....

    RispondiElimina
  27. Il Circolino, un altro grande ritorno!

    A livello di serie TV procedo lentamente con la seconda stagione di Narcos, mentre ieri sera ho terminato la prima di New Girl. Mai sul pezzo, sempre in recupero!

    RispondiElimina
  28. Allora, innanzitutto mi accodo al coro "Recupera Agents of Shield orsù!".
    Poi, ho finito ieri la seconda di Legion, goduria!
    Sono pari con Handmaid (mainagioia), iZombie (gustosa e divertente), e Westworld (cervellotico ma ancora reggo).
    Ho visto la miniserie "A very english scandal" (veeeery english) e "Patrick Melrose" (mainagioia2, però Benedetto è sempre Benedetto).
    Confesso di aver buttato ore a vedere la seconda serie di 13 reasons.. Ma avevo uno scopo: vedere quali immani vaccate avrebbero escogitato, non sono stata delusa. Purtroppo.

    RispondiElimina
  29. Credo che oggi sia veramente arduo trovare una serie che non sia dannatamente lenta. Persino la seconda stagione di Westworld sta anoiando non poco.

    RispondiElimina
  30. L'unica serie che ho visto (e goduto) nell'arco di mesi è Ash vs Evil Dead, la terza stagione è finita un mesetto e mezzo fa, hanno anche chiuso anche la serie, causa gli ascolti disastrosi e sempre più bassi ad ogni episodio trasmesso.
    Ma non riesco ancora a comprendere il calo di ascolti, la terza ha dato grandi soddisfazioni alzando l'asticella man mano che si andava avanti, in un'orgia di sangue, cattivo gusto (cattivissimo in una certa scena ad un certo funerale che non voglio spoilerare) e sboronate, epiche per davvero.

    Quindi niente quarta stagione finale, magari per quadrare il cerchio, e forse è meglio così, che di serie che si trascinano sul viale della noia ce ne sono ancora tantissime in circolazione.

    RispondiElimina
  31. Ciao Doc, in questo periodo sono vittima di una "apatia seriale" :) che mi rende tutto indifferente... E così ho provato a farmi piacere un sacco di roba più o meno valida (Westworld, The Handsmaid Tale, Vikings, Flash...) senza mai riuscire a reggere più di un paio di puntate. Però ho apprezzato Happy!, nonostante il finale di stagione buonista abbia soppiantato la conclusione del fumetto, a ben pensarci l'unica che avesse un qualche senso.
    Un piccolo OT, se permetti: hai visto il film Netflix "Anon"? Anch'esso afflitto da finale buonista, resta a mio avviso un'apprezzabile "puntatona" di Black Mirror... Mi aspettavo un tuo commento a riguardo. ;)

    RispondiElimina
  32. Finito di vedere Vikings e devo dire che pur arrivando alla 5^ stagione non perde ritmo, continua ad avere una bella trama con protagonisti e cooprotagonisti ben definiti e non buttati li per caso (almeno quasi tutti). Speriamo non allunghino il brodo inutilmente con la prossima metà della 5^.

    The Terror gran serie, è diluita quel che serve per farti venire l'ansia, forse potevano farla virare più su temi Lovecraftiani vista l'epoca e l'ambientazione, ma alla fine va bene così. Grande ricostruzione e se vi è piaciuto Master & Commander o qualsiasi film sul Bounty è assolutamente da vedere.

    Ora mi sto dedicando alla Casa de Papel, le prime 6 puntate sono andate veramente lisce senza far mancare i giusti colpi di scena e con un buon uso di flashback e di quei piccoli dettagli che si incastrano nella trama come si deve. Speriamo regga così fino in fondo, mi aspetto che tutto quello che stanno mostrando venga ribaltato nel finale.

    RispondiElimina
  33. Io ho giustappunto finito proprio ieri(l'altro) Agent of SHIELD 5, e mi ha deluso un attimo il finale perché mi aspettavo che Thanos (citato nella serie) falcidiasse mezzo cast.
    Ho quasi finito Twin Peaks, recuperato tutto in blocco. Ho trovato fastidiosissime alcune parti del sequel (ma pure l'originale non scherza).
    In "tempo reale" sto seguendo le seconde stagioni di: Legion (se possibile ancora più folle della precedente), Genius (meno interessante della prima, perché la maggior parte del tempo Picasso la passa a incazzarsi, litigare con chiunque, o fare lo stronzo), e Speechless (che continua ad essere dannatamente divertente).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito, Doc, come mai da qualche giorno le immagini sono diventate enormi?

      Elimina
    2. Sono diventate grandi. Perché il nuovo blog lo permette, e lo volevo fare da tempo.

      Elimina
    3. Il problema è che alcune sono una volta e mezza il mio schermo. XD

      Elimina
  34. Madò che palle di telefilm, non siamo ai livelli di asmr soporifero di Ihnumans ma è leeentooo, come la melaaaassaaaa.
    Non hanno capito che la gente ormai è bombardata di telefilm e trame verticali, se vogliono mantenere l'attenzione del pubblico devono partire col botto.
    Potevano partire subito con i costumi e la guerra al crimine per poi spiegare tutto con dei flash-back ma nooo, forse avremo i veri Cloak&Dagger verso la fine della serie, forse.
    Non capisco questa vergogna della tv verso i supereroi, questo evitare i costumi come la peste, persino nelle colorate serie CW solo gli eroi e i final bosses indossano costumi , i cattivi usati come monster of the week sono sempre in abiti civili.
    E cose se volessero dire: siamo una serie di supereroi ma non proprio una serie di supereroi, il che non soddisfa davvero nessuno perché non è ne carne ne pesce.

    RispondiElimina
  35. Io vi consiglio Lucifer... La serie più divertente tra quelle a sfondo funettistico, poi c é legends of Tomorrow. Da non perdere Shameless.. Anche se l'ottava stagione é deboluccia. Grossa attesa per le nuove stagioni di preacher,better call soul e Fargo. Ps. Avete visto Braindead? Fantastica

    RispondiElimina
  36. Visto che non ho mai letto una pagina di C&D e che hai parlato così bene della serie, considerando gli arretrati che devo recuperare... ho l'impressione che non la guarderò

    RispondiElimina
  37. Io, che sono sempre indietro rispetto agli altri, sto guardando solo ora Sherlock, arrivando allo speciale sulla sposa. Boh, le prime due stagioni erano incredibili, ma la terza, pur essendo scritta verissimo, aveva dei casi un po' mosci, se non brutti. Spero nella quarta.
    Ah, di sicuro non mi guarderò questo Cloack e Dagger, che da come lo hai descritto sembra 13 coi superpoteri.

    RispondiElimina
  38. Appena finita l'ultima stagione di "The Americans", serie pazzesca.
    Non mollo "Westworld", anche se non mi fa impazzire (fin dalla prima serie, in realtà); per il resto, recuperi del passato più o meno recente (sono onnivoro, passo da "Private Practice" a "Once upot a time" a "Suburra"; ho in mente, perché no, una seconda visione di "Lost").

    RispondiElimina
  39. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  40. Io ho visto una miniserie dell'anno scorso (3 episodi da un'ora) imperdibile per chi è appassionato di gialli e di Agatona in particolare: Ordeal by innocence.

    Bella, grande cast, avrei limato davvero pochissime cose.

    Dovrei sempre provare "Happy", di cui ho sentito parlare bene.

    Sto continuando Megalobox, ma forse qui valgono solo le serie in carne ed ossa. Comunque mi sta piacendo parecchio.

    Sto guardando The alienist, che al di là di un cast eccellente, mi sta un po' deludendo. Vedo se riesco a finirla.

    Credo sia tutto

    RispondiElimina
  41. Senza nulla togliere al tuo sempre ottimo lavoro di recensore, posso sinceramente dire che mi sono stufato delle serie TV tratte da fumetti. Vedo un progressivo appiattimento delle trame, dinamiche sempre uguali, personaggi poco caratterizzati (e attori anche poco in parte). In generale, vi è un'inflazione esagerata di serie. Basta, ho deciso di prendermi un anno sabbatico...

    RispondiElimina
  42. Voglio spezzare una lancia a favore di Agents of P.I.P.P.E. , avevo abbandonato anche io la serie a metà della seconda serie, lenta e a mio parere noiosa, ma l'ho ripresa quest'anno forzatamente perchè volevo vedere come si approciava parallelamente ai film del MCU e con mia grande sorpresa dalla terza serie c'è un salto di qualità, i Secret Warrior e il leader dell'Hydra alzano l'asticella, quarta stagione l'arrivo di Ghost Rider e tutta la storia all'interno del Framework mi hanno preso parecchio e infine la quinta stagione con la squadra catapultata nello spazio a prendere a calci in coolo i Kree è altrettanto bella.
    Oltretutto dalla terza stagione in poi la serie è diventata più violenta e splatter oserei dire, il conto dei morti ammazzati è lunghissimo, addirittura nella quinta stagione a uno dei personaggi vengono tagliate di netto le braccia con tanto di spruzzi di sangue.
    Leggevo su qualcuno che sperava che non avessero interrotto la serie dopo la quinta stagione, mi risulta che meno di un mese fa sia stata ufficializzata la sesta season.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno annunciato AoP. stagione 6 come una stagione corta di 13 episodi che dovrebbe uscire dopo il prossimo Avengers nel 2019... visto il finale deludente (per me) della 5^ spero solo in un Thanocidio che rimescoli un pò il cast.
      Per il resto l'unica cosa che sto veramente seguendo è Westworld, con millemila altre cose in lista d'attesa...

      Elimina
  43. Dimenticavo un suggerimento dell'ultimo minuto, ho visto le prime puntate della nuova serie d'animazione che hanno messo su Netflix "Hollow" veramente figo, dategli un'occhiata, tu Doc hai visto qualche puntata?

    RispondiElimina
  44. Non ho Amazon Prime e non ho visto nessuna serie Marvel. Però il protagonista di questa è pheego, that's all I know.

    RispondiElimina
  45. finnito lost in space e sono in corsa con la casa di carta che devo di ritmo ne ha sin troppo.

    RispondiElimina
  46. Oltre ai classici Simpson e Family guy sto guardando The Expanse, Westworld, The handmaid tale. Tutto il resto che seguo è in pausa adesso.
    Westworld rimane una spanna sopra a tutto il resto nonostante "l'annacquamento" è ben presente anche lì ora.

    Delusissimo dall'ultima serie di Gundam. Gundam Build Divers è l'ennesima variazione del genere "ragazzini coi gundam usati in videogiochi" ma questa volta è stupido da morire! Per bambini piccoli. Noiosissimo e stereotipato. Persino i robot sono poco ispirati stavolta. Non ne comprerò uno.

    RispondiElimina
  47. Solo a me piace supergirl ? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No anche a me, piacciono tutte le serie di Supereroi DC della CW

      Elimina
  48. Di recente ho terminato la seconda stagione di Legion, di pari livello alla prima, quindi molto bella; non vedo l'ora esca la terza.
    Sul versante dei super CW, ho consumato le ultime stagioni di Flash e Legends of Tomorrow (ormai le uniche che seguo e benché non brillino particolarmente, sono perfette la sera per vedere qualcosa di disimpegnato)
    Black Lightning non è stato male, a parte qualche puntata di troppo, devo dire che è stata una bella sorpresa.
    Così come una sorpresa è stata Krypton, dove almeno il budget viene usato come si deve e la trama prende svolte del tutto inaspettate.
    Inoltre sto accumulando le puntate di Westworld S2, credo che a questo punto aspetto che concludano, per poi darmi al binge-watching.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy