mercoledì 28 dicembre 2011

59

Tutti i costumi di Batman (parte I, 1939-1999)

Torna a grande richiesta la rubrica più amata dagli antristi più comics-addicted e dal tuo oculista, quella dei millemila mutandoni colorati dei super-eroi. Dopo Iron Man (qui, qui e qui), Wolverine (qui) e l'Uomo-Ragno (qui), oggi tocca a Batman. Al che uno dice: eh, capirai. Quanti costumi avrà mai avuto Batman in carriera? Quattro? Cinque? Hai perso il conto dopo il settantesimo. Tanto che anche questo post tocca spezzarlo in due tempi. Nell'intervallo, popcorn e coca sgasata per tutti […]
1) Il Batman con le virgolette 
Alla sua prima, storica apparizione, su Detective Comics #27 (1939), l'uomo pipistrello di Bob Kane e Bill Finger (ché il povero Bill Finger non lo ricorda mai nessuno) aveva cappuccio e mantello tutti neri e un paio di guanti viola veramente cessi. Prego notare il nome originale nella didascalia, con le virgolette, il trattino e l'articolo determinativo
2) Il Batman interista
Giusto un paio di numeri, infatti, e su Detective Comics #30 (1939) si passa a un look nerazzurro, tipico delle forze del Bene. Un azzurro che sboccia sui riflessi della maschera, spadroneggia sull'interno del mantellino da illusionista con lo spessore e trionfa sui guanti
3) Il Batman che già così, senti
Il tempo di arrivare a Detective Comics #36 (1940), e il look è già praticamente quello classico del personaggio. Sono diventati azzurrcelesti pure gli stivaletti, e i guanti hanno quegli spuntoni che ti ci è voluto il primo film di Nolan per capire a che diavolo servissero, vergogna
4) Il Batman Golden Age 
E infatti, se ci aggiungiamo un paio di recchie del costume meno p0rnografiche, è sostanzialmente questo il Batman classico-classico della Golden Age, quello che ci si tira dietro per tutti gli anni 40 e 50. Il che ci porta dritti dritti alla fine degli anni Cinquanta, quando la DC era tutta presa a inventarsi quelle storie ridicole e umilianti...
5) Bella in rosatman
PER DIRE. Su Detective Comics #241 (1957) facciamo la conoscenza dell'inquietante Batman Rosa, del Batman arancione, del Batman verdino, del Batman dai mille colori, mille colori dei fiori come Sandy. E' il famigerato Rainbow Batman, ed è solo l'inizio
6) Il Batman jubentino
Perché con il terrificante, moggiano, molto tappeto anni 70 di design Zebra Batman (Detective Comics #275, 1960) non c'è gara, chiaramente
E poi ti fa un pandant con lo Zebra Gundam che levati

7) Il Batmanino tirolese
OPPURE. Batman #147 (1961), il piccolo Batman vestito come una delle simpatiche canaglie
atleticissimo, nei suoi pantaloni alla zuava
e armato di un poderoso bat-cavalluccio a dondolo. True story
8) Il Batman mummia
Con cui si è fatta la conoscenza su Detective Comics #320 (1963). Ma era un tipo noioso, musone, che non parlava mai con nessuno. Una pizza di cristiano
9) Il Rainbow Batman (quell'altro)
Chiudiamo questa, letteralmente, variopinta carrellata di follie, questa selezione bellissima, agghiacciante, orrenda, fantastica, rivoltante di Batman colorati con il più colorato di tutti. Su Batman #182 (1966) salta fuori di nuovo il Rainbow Batman, che però ora è effettivamente un Rainbow Batman, nel suo costume da arlecchino tossicodipendente. E' il primo grande passo nel riassetto della continuity DC che sfocerà nella morte di tutta quella gente in Crisis. Leggete lo scambio di battute tra i due tizi nella vignetta
Il Rainbow Batman, ovviamente, viene omaggiato in un episodio della notevole Batman: the Brave and the Bold
10) Il Batman Silver Age
Per tutti gli anni 60 e 70, anni in cui lo disegna gente con i contro, Batman sfoggia invece questo costume qui. Che sembra uguale a quello della Golden Age ma presenta una piccola, sostanziale differenza. Sì, esatto: l'ovale giallo sul petto che incornicia il pipistrello. Per farlo vedere meglio. Per una questione di esibizionismo
11) Il Batman Modern Age
Nel ventennio successivo, cioè almeno fino ai primi anni 90, il costume grossomodo non cambia. Se escludiamo il fatto che l'azzurro diventa in media un po' più scuro e che il mantello lo si tende a disegnare lungo quei sedici, diciassette metri
12) Il Cavaliere Oscuro
E la colpa è anche di quelle scene di grande impatto de Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Miller (1986). Serie nella quale si riprendeva per il vecchio Batman del futuro un look simile a quello originale, ma tutto in toni di grigio. Per far risaltare il ciuffo di Robin
giusto per prendere a calci in coolo lo sgherro di Raegan, a fine storia, Wayne indossava invece quella tuta-esoscheletro da picchiatore
13) Batman Year One
Un anno dopo (1987), sulle pagine di Anno Uno, si torna davvero alle origini, con un Batman grossomodo tutto grigio e nero, ma senza guanti viola da Joker. E sì, la foto è la cover del Blu-ray della recente versione animata (ne parliamo, promesso), perché non ne trovavi una a colori in cui ci si capisse qualcosa 
14) Il Batpastore
Da non confondersi con quella roba scritta dal cugino scemo di Frank Miller - quella che ancora oggi raccoglie i commenti illuminati di grandi spiriti liberali della Rete (leggete quello del tizio di ieri. Convinto di offendere qualcuno, qua dentro, usando la parola "nerd". Seee) - Batman: Holy Terror era un albo unico scritto da Alan Brennert e disegnato da Norm Breyfogle nel 1991. Un Elseworlds, il primo albo DC a portare il logo di queste storie fuori continuity, che s'inventa un Bruce Wayne giustiziere e reverendo. Te lo vedi Padre Wayne, nel confessionale, ad assegnare Padre Nostro e centre nei denti ai peccatori. Ma non divaghiamo: il costume non era malvagio
15) Il Batman di Kelley Jones
Ne parliamo a parte, perché il Batman di Kelley Jones era diverso da tutti gli altri. Segni caratteristichi di quello che, per tanti, è IL Batman degli anni 90: mantellina VIOLA lunghissima e tutta strazzata, orecchie della maschera lunghe un metro, muscoletti addominali a migliaia
16) Il Batman western 1
Altro Elseworlds. In Batman: The Blue, the Grey, and the Bat Detective (1992), un Batman cowboy picchia gli indiani. O qualcosa del genere. Non ne hai sinceramente idea. Quel logo sul petto fa molto giocattolino cinese tarocco da bancarella, va detto
17) Il Batman con l'impermeabile
N'altro Elseworlds. In Batman/Houdini: Devil's Workshop (1993), un Batman di inizio Novecento con il pastrano da barbone fa le figure dimmerda con il maestro Houdini quando prova a scassinare le serrature o a fare i numeri da escapista. Houdini allora ci dice Ragazzo, spostati, lascia fare
18) Il Batman di Gotham by Gaslight
E parlando di Elseworlds, ne hai saltato uno. Che, cioè, all'inizio non era un Elseworlds, ma poi la DC ha detto Sì, è un Elseworlds. Gotham By Gaslight, disegnato dal grande Mike Mignola nel 1989. Sia questa storia che il suo seguito (Master of the Future, 1991. Lì però alle matite c'era Eduardo Barreto) presentano all'incirca lo stesso costume, con pantalonacci, mantellina da pioggia, grande pipistrello nero sul petto
19) Il Batman supplente zingaro
Non era purtroppo un Elseworlds, invece, il tamarrissimo Batman corazzato del '93. Ne abbiamo parlato mille volte: Bane ci spezza la schiena a Batman gridando Tè, taiu piscatu! Bafangule!, e Wayne c'ha questa idea gloriosa di farsi sostituire (siamo attorno al numero 500 di Detective Comics, 1993) da Jean-Paul Valley, il violento giustiziere Azrael. Mai, mai fidarsi di qualcuno che ha un doppio nome francese
Nella versione di Kelley Jones, con sette milioni di muscoletti addominali
20) Il Batman Lanterna Verde
Nella seconda parte di questo post ne vedremo un paio di varianti moderne interessanti, ma il primo Batman con l'anello da Lanterna Verde (l'Elseworlds Batman: In Darkest Knight, 1994) ti è sempre piaciuto una cifra
21) Il Batman pirata 1
E sì, come per il Batman western, anche per il Batman pirata occorre parlare di una prima versione, perché poi di recente ne abbiamo visto un altro. In continuity. Ma di quello parliamo la prossima volta. Non facciamo i precipitevolissimi come al solito. Il primo Batman fan di DJ Francesco salta fuori dalle pagine di Detective Comics Annual #7 (1994), gridando forte Ahr! Ahr! Ahr! 
e c'ha anche un suo Robin con la faccia da pistola!

22) Il Batman di Troika
Che suona malissimo ma in realtà non è altri che il Batman che torna a riprendersi il suo posto dopo essersi rimesso a posto la schiena grazie a uno schienale vibromassaggiante comprato su Media Shopping. Con una batteria di pentole inox diciottodieci in omaggio. Grazie anche all'influsso del look all-black dei film di Burton (dei costumi di film, cartoni e videogiochi parliamo, again, nella seconda parte), Wayne opta per un costume tutto nero in kevlar. Troika, nel caso qualcuno se lo stesse chiedendo, è il nome del ciclo di storie
23) Dark Claw
Il solito, ubiquo in questa serie di post, Batman/Wolverine dell'universo Amalgam (1996)
24) Il Batman di Kingdom Come
Sempre 1996. Batman è vecchio e scassato, e ha bisogno di un esoscheletro per uscirci come un tempo la violenza dai pugni. Ma, più che altro, manda in giro dei robottoni a menare gli altri al posto suo
Solo che proprio non ti ricordi: questo era un robot della sua squadra? Un suo emulo? Minchia sono passati quindici anni. Quasi sedici. In Italia Play Press ha avuto il coraggio di chiamarlo Venga il tuo regno. Sembrava una roba da Testimoni di Geova. Vuole che le lasci due copie di Venga il tuo regno e una di Torre di Guardia?
Edit: no, niente, è una copertina della serie Justice, un'altra roba e del 2005. Quindi non c'entra. Ne parliamo al secondo giro. Fate finta di nulla. Circolare (si ringrazia Giovanni per la segnalazione)
25) I Batman vabbè
Nell'Elseworlds Batman: Brotherhood of the Bat (1996) di Batman col costumino alternativo ce ne sono un frappo. Questo qui, ad esempio
ma pure tutti questi altri. Sullo sfondo c'è pure il fratocugino di Stryfe
26) Il Batmarrone
Batman: Dark Allegiances, sempre 1996, sempre Elseworlds, Chaykin, troppo marrone. Il prossimo?
27) Il Batpunitore
Altro Elseworlds del 1996. Ché nel 1996 alla DC facevano solo Elseworlds. Oh, capo, c'avrei una storia per... Elseworlds. Ma veramente era una roba di... Elseworlds. Di Gatto Silvestro e... Elseworlds. In questo, di Elseworlds, Batman è un Eliot Ness mascherato che per combattere Al Capone e i suoi intoccabili c'ha proprio, fortissimo, il bisogno di mettersi una maschera da pirla
28) Batman alle Crociate
Nella prima delle tre storie dell'Elseworlds Batman: Dark Knight Dynasty, una roba tipo Highlander di immortali che si odiano e si sputano nel corso dei secoli, incontriamo il cavaliere templare del 1222 Joshua Wainwright
29) Il Batman che ci prova con Ginevra
Sempre di cavalieri, ma della tavola rotonda, parla questo Elseworlds (daglie) del 1998. L'armatura potrebbe anche essere pheega, se non fosse per... no, niente. Non ti convince. E' zingara. Andiamo avanti
30) Il Batman della tangente
Ossia a) amico di una certa cerchia nella DC di fine anni 80, b) della FORTUNATISSIMA linea di fumetti Tangent Comics, immaginata da Dan Jurgens nel 1997. Non singoli Elseworlds, ma una nuova etichetta in cui i super-eroi DC ripartivano da zero, con nuove idee e nuovi background. Come l'Universo Ultimate, in pratica, solo che nell'Universo Ultimate l'idea era quella di rendere i personaggi più fichi...
...mentre nel progetto di Jurgens dovevano essere tutti più ridicolmente stupidi, stupidamente ridicoli. Cioè, guardate Batman. Quel coso rosso lì a destra. Santo cielo
31) Il Batman Ladyoscaro
Batman: Reign of Terror (1998), ennesimo Elseworlds - dice: ma sono finiti? No - in cui Wayne è un nobiluomo francese che si batte per la fraternité e la liberté e anche un po' per l'egalité nella Francia rivoluzionaria. Colpi di qua, colpi di là, cos'accadrà, cosa accadrà?
32) Egibatman
Dalla copertina (cosa ci sia all'interno non sapresti. Mai avuto granché voglia di approfondirlo) di Batman: Book of the Dead, Elseworlds del 1999 con sottofondo delle Bangles
33) Il Batman malvagio
In questo qui di Elseworlds, Catwoman: Guardian of Gotham (1999), i ruoli tra Batman e Catwoman sono invertiti: Selina è la paladina di Gotham, che fa pure rima, mentre Bruce è un'ex mignotta ladra e tiracazzi un essere spregevole con gli occhi rossi del malvagio insonne. Il costume, però, non è malaccio. Fosse esistita già allora l'X-Force di Wolverine, lo prendevano subito
34) Batnosferatu
Giuri, per questa tornata è l'ultimo Elseworlds. 1999, Batman: Nosferatu. Quello in alto è Batman-Nosferatu, quello in basso è il Joker. O qualcosa del genere. La storia è tutta una roba da cinema espressionista tedesco, come l'irrinunciabile capolavoro Das Cabinet der Doktor Caligarissssss CA-LI-GA-RI! 
Caligari... Caligari...
35) Il Batman di No Man's Land
E chiudiamo, anche perché come al solito a incollare millemila foto si è fatta una certa, con il Batman di No Man's Land, saga pubblicata a zigozago sulle testate del pipistrello tra marzo e novembre del '99. Qui Bruce, incazzato come una biscia perché Gotham in seguito a un terremoto è stata abbandonata, come neanche quei poveri cristi ancora nei container dell'Irpinia, si veste tutto di nero. Con un bel cinturone giallo, però, ché così a prendere i suoi magnifici giocattoli faceva prima, senti. Tutto il resto, dal 2000 a oggi, film e cartoni e videogiuochi inclusi, alla prossima puntata. Potete già cerchiare in rosso il ventordici di quaglio sul vostro calendario maya.

Ora, è molto, ma molto facile che ti sia perso qualche costume interessante per strada. In tal caso avete facoltà di segnalarlo nei commenti, ma attenendovi al periodo 1937-1999 e possibilmente senza quel tono odioso da precisini della fungia (inserite qui mentalmente un'emoticon da sorriso bonario se siete particolarmente permalosi).
Se invece di segnalazioni da precisini non ne avete, potete sempre dire quale vi piace di più tra questi (questi, eh). Cioè, prima che arrivi il costume nero di Batman Beyond nella seconda parte a fare piazza pulita, digiamolo*.


* Sì, era una trollata. E sì, ci siete cascati. Tutti uguali questi appassionati di fumetti 

59 commenti:

  1. Mamma mia....Kelley Jones se la giocava con Rob Liefeld nella competizione olimpionica "salto con l'addominale"

    RispondiElimina
  2. Io mi butto sul classico Silver Age, anche perchè Neal Adams era proprio il top.
    Mi piacciono molto anche le versioni moderne con i toni scuri, ma le marmellate de Kelley Jones non le ho mai sopportate. "Che tratto unico, artistico, così dark..." esticazzi!?

    RispondiElimina
  3. il costume rosso-nero (tipo Lincoln Futura) di Kingdom Come in rea ltà appartiene ad un'altra storia, Justice, e quello è Batman con un metal man addosso.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Justice_%28DC_Comics%29

    RispondiElimina
  4. Eh, è la copertina del terzo volume di Justice, e in quanto tale andava nella seconda parte (la maxiserie Justice è del 2005).
    L'età. Scusate.

    (grazie, Giovanni. Dopo correggo)

    RispondiElimina
  5. Ma il Rainbow Batman ha sempre avuto il suo fascino, via.

    RispondiElimina
  6. Però diciamolo, del periodo Tangent, Harley Quinn era molto meglio dello schifo che l'han ridotta ora.

    Per il resto, Batman all black da dopo Tim Burton tutta la vita!

    RispondiElimina
  7. Caligarissssssss. LOL
    Silver Age, per quanto mi riguarda.
    Tra l'altro mi ha fatto ridere moltissimo la faccia da bimbominchia con le gote rosa del Robin nella copertina con l'uomo mazza bianconero.

    RispondiElimina
  8. Il Batman con l'Impermeabile mi ispira moltissimo...

    RispondiElimina
  9. Quello disegnato da Mignola, perchè Mignola è sempre Mignola (altrimenti non sarebbe Mignola, ma un altro).

    P.S.: Vado a leggere i commenti di ieri, per sentirmi davvero offeso perchè qualcuno ci chiama nerd.

    RispondiElimina
  10. Se può interessare:

    http://screenrant.com/batman-infographic-every-batsuit-benm-144238/

    Voto per il costume anni 70, più che altro perché Neal Adams è un grande.

    RispondiElimina
  11. Grazie Doc, per la segnalazione del commento del nuovo heater di turno, mi ha illuminato la giornata. :)

    Tra l'altro, è riuscito ad infilare 5 volte la parola "nerds" in un unico post.

    Credo sia un nuovo record...PARAOLIMPICO! :D

    RispondiElimina
  12. Ottimo ed abbondante come diceva sempre Edgardo Musumeci, il maresciallo del casermaggio, alla vista del rancio, ovunque fossimo dislocati in quei gg di guerra alla mafia ( altrochetrattativa, pfui ) in cui nasceva anche un embrione di Europa unita. Sorry, sto divagando. Segnalo, però, siccome precisino eccetera, che sotto il cappuccio non era Ness, ma un suo collaboratore ( Scar of The Bat - Max Alan Collins & il compianto Ed Barreto, il dinamico duo di Max Danger - tradotto da Play Press come Gli Intoccabili ).
    Consiglio agli antristi + giovini di recuperare le cose del Tangent Universe - eravamo in tempi di narrazione non decompressa e Jurgens e la sua posse mettevano in scena una ucronia di quelle che piacevano tanto al mio buon amico Phil Kindred Dick, ma senza pessimismo cosmico in retroguardia.
    Chiedo scusa x l'off topic, ma desidero spezzare una lancia a favore di Dan Jurgens che è portato sugli scudi anche quando sarebbe il caso di fare la tara alla sua roba ( il suo ciclo di Thor è troooppo lungo ) e ha la sfortuna di scrivere/disegnare un classico, solido rassicurante ciclo di Cap ( con le chine del sodale Bob Layton ) mentre cadono le Torri Gemelle ed il mondo chiede un' altra Steve Rogers Band. Disegnatore pigro ( il suo Booster gold strikes the poses
    ogni qualvolta la storia lo richieda , ma anche se non ) ha un tratto ed un lay out al servizio del racconto. Che è il caso sia di uno sceneggiatore con altre marce ( come Geo Johns per es ).

    Tornando a bomba, noto l'inside joke del ns anfitrione che ha messo le mani avanti e ha detto che delle versioni filmiche si parlerà nella seconda parte perchè la Prima e Più Importante Maschera che Bats indossa da sempre è Bruce Wayne, una identità che non esiste realmente da quando il tizio aveva nove anni e ha infilato Crime Alley dopo aver visto Zorro. Nella seconda pellicola burtonica, il Pinguino dice chiaro e tondo che Bats invidia i freaks che saccagna di tortorate perchè essi non hanno bisogno di mascherarsi e nella prima nolaniana la signora Cruise spiega a Picchiatello Bale che il Bruce che lei amavaamòetamancora non è altro che una maschera che indossa perchè altro lo interessa. Anch'io la penso così e plaudo la scelta di sostituire Katie con Maggie in The Dark Knight, ma questa è una altra storia.
    Io voto quindi il Brusuein di Kelly Jones che non aveva mai lo stesso volto da una vignetta all'altra ( è un tic di Kelley ) e ricordava Iggy Pop pettinato come Elvis che cerca di imitare l'espressione di Jeremy Irons nel film di Cronemberg con due gemelli sciroccati e chirurghi giencologici.
    Ottimo ed abbondante come dicevo.
    Scommetto il mio numero near mint di Detective Comics n. 27 che altri la pensano così e che nella selezione dei Premi Asso del sig. Recchioni ci sia anche il Dr Manhattan...

    RispondiElimina
  13. Che ci fa Jubilee nell'immagine #12 ???

    RispondiElimina
  14. Doc, ti voglio bbbbbene e tutto quanto, ma "Venga il tuo regno" è la traduzione che più corretta non si può di "Kingdom Come".

    http://en.wikipedia.org/wiki/Pater_noster

    RispondiElimina
  15. Mattia: no, cioè, lo so.
    Ma a parte i soliti discorsi di maggiore eufonicità del titolo in inglese, che lasciano il tempo che trovano e li lasciamo pertanto perdere, che ci frega, il punto è che in America Kingdom Come lo vendevano solo in fumetteria. I poveri nostri cuggggini nerd d'America non dovevano andare in edicola a recitare il Padre Nostro per farsi dare un fumetto di gente che si picchia.

    RispondiElimina
  16. Il costume da Batman Crociato è figo assai, ai miei occhi.

    RispondiElimina
  17. Alcuni sono veramente orribili! Nowords per la versione CalligariSSSSSSS!!!!! Geniale!

    RispondiElimina
  18. anno uno anno uno anno uno anno uno anno uno anno uno anno uno anno uno anno uno

    RispondiElimina
  19. comunque in quanto a costumi pezzenti batte pure l'uomo ragno

    RispondiElimina
  20. Batman di Frank Miller e' il costume migliore, anche se ha il pipistrello grande tanto quanto la Robin che c'e' nell'immagine.

    Il top della ridicolaggine e' batman juventino, mentre Batman Nosferatu e' una di quelle idee che ti fa venir voglia di vedere tutti i componenti di tale crimine in una gabbia coi leoni.

    Ma il piu' grande scherzo della natura e' sicuramente BATMAN TIROLESE, oltre a vestirlo da svizzero, gli dai pure la sedia a dondolo......UGH!(Leggasi utente shoryuken con il volto ritratto da un punto di domanda,che si tiene la fronte con la mano, con sul viso un notevole sconforto

    RispondiElimina
  21. Fico è il classicone vintage di Dark Knight, pipistrellone bello in vista e basilare....mi viene da pensare che nel fumetto USA i veri anni ottanta colorati edonisti e caciaroni si siano avuti nei novanta...ammazza quante Cagatelseworld ..

    RispondiElimina
  22. Il rainbow Batman, va detto, avrebbe fatto un figurone nella guardia personale di Renly Baratheon.

    RispondiElimina
  23. Caligarissssss!
    :D Fantastico.

    RispondiElimina
  24. Mi è venuto in mente il batman onirico-ombroso con le spalline arricciate di Arkham Asylum: Una folle dimora in un folle mondo.

    Agevolo: http://m0vie.files.wordpress.com/2010/08/arkhamasylum7.jpg

    RispondiElimina
  25. @Doc: mi pareva strano che non ti fossi giocato il battutone su Renly :D

    p.s. meglio Robin che Brienne??

    RispondiElimina
  26. Robin, il vergine di Tarth.

    Poi però diventa Nighwing, e ci dà dentro DI BRUTTO, come sappiamo:

    http://docmanhattan.blogspot.com/2011/03/le-10-eroine-piu-pheeghe-del-dc.html

    RispondiElimina
  27. La carellata del batman zebra, mummia, arcobaleno e bambino tirolese hanno un gusto fantasticamente trash.
    E rimango sempre dell'idea che Azrael quando è batman nun se pò guaddà!

    RispondiElimina
  28. Il Batman espressionista mi piace moltissimo! Il baby Batman coi pantaloni alla zuava mi terrorizzerà tutte le notti da adesso in poi!

    RispondiElimina
  29. Ma il Baby Batman? Come ha fatto a diventare così?
    Comunque i miei preferiti sono il Batman Interista, il Batman Pirata e Dark Claw (adoro tutto l'Universo Amalgam).
    Però manca il Batman per eccellenza: BATMANZANILLO!!!

    RispondiElimina
  30. Batman Silver Age e il Batman Modern Age, che più o meno siamo lì, disegnati con la dignità di chi un po' di anatomia sa cos'è e ne capisce di accostamenti cromatici.

    Certo che gli altri ce ne vuole di coraggio solo a proporli! Costumini che manco Big Jim!

    Mi rimane la curiosità di una Catwoman della serie piratesca, avrebbe meritato parecchio secondo me.

    RispondiElimina
  31. Certe domande, Mac, è meglio non porsele:

    PirataJoker e PiratessaCatwoman

    http://i40.tinypic.com/fyzihd.png

    RispondiElimina
  32. Manca il batman del pianeta x

    http://en.m.wikipedia.org/wiki/Batman_of_Zur-En-Arrh

    RispondiElimina
  33. non so quanto sia pertinente, ma negli anni '50 la mondadori che chiamava superman nembo kid, rinominava bats "pipistrello" (risate) e gli colorava il costume di rosso. qui i primi esempi che ho trovato...
    http://www.franciavincenzo.altervista.org/tuttobatman/caseeditrici.htm

    RispondiElimina
  34. Seguro come l' oro che ci ho in giro un volume speciale strano con tipo 2-3 ministorie autoconclusive di vari, stranissimi, quasi fichi batman futuristici, con tanto di robin bimbo-robot in una.
    Trovo, scanno, mando.
    Appena riesco.

    Caraibi

    RispondiElimina
  35. Salve! qui ce ne sono parecchi altri; cdn2.webadictos.net/media/2011/12/batman-infographic-every-batsuit-benm-144238.jpg

    RispondiElimina
  36. IL Batman malvagio nella nuova x-force mi ha fatto piegare in due dalle risate XD

    e il suo costume e terribilmente figo °_° voto lui

    RispondiElimina
  37. Ci sarebbe anche il Bat Hombre...

    Comunque Batman della Silver Age a vita!

    RispondiElimina
  38. Tra questi la vince facile il Batman di Jean-Paul Valley...ah, ma non si votava per il peggiore? Ok, allora il Silver Age.

    RispondiElimina
  39. Vince su tutti il secondo Bat-Man Raimbow, ho riso troppo a pensarne una versione di Nolan.

    RispondiElimina
  40. Io ho trovato altro non segnato dall'Elseworld "Più Veloce di un Proiettile" di DeMatteis/Barreto.
    Tecnicamente non è un Batman, è un Superman, ma in verità è "Se i Wayne avessero trovato Superman anzichè i Kent".
    Perciò è Batman con i poteri di Superman, che poi lo diventa però Superman, è Kal-El che si chiama Bruce Wayce, e ha la personalità di Wayne non di Clark Kent!... Embè?... E perciò?... E ti voglio, adesso!

    http://west0-b.maleos.com/mangas/batman%20elseworld%20superman%20speeding%20bullets/001/Image001.jpg

    RispondiElimina
  41. Oddio Rainbow Batman! xD
    "I must wear a different-coloured costume each night"... ma perché? Te l'ha ordinato il dottore? Invidia verso Pulcinella? Semplice sadismo verso i daltonici?
    (Però devo dire che ho sempre odiato anche le orecchie chilometriche del Bat anni '90... buone per ascoltare RDS, immagino, sperando che a Gotham City non si prenda RadioMaria)
    Grazie del post, comunque!^^

    RispondiElimina
  42. Con un deplorevole ritardo, segnalo la cover di Batman 0 ( ottobre 1994) di Joe Quesada.
    Come vedete in copertina, appaiono due Batman figherrimi (specie quello a destra) di quelli che ai nerd quando li vedono gli diventa duro.
    Salvo poi ammosciarsi quando scoprono che dei suddetti new Batman all' interno dell' albo non ve nè traccia.
    Più mendace di certe cover di film in vhs degli anni 80.
    Roba che alla DC bisognava farci causa per pubblicità ingannevole.

    RispondiElimina
  43. Dimenticavo la cover , giusto

    http://images.wikia.com/marvel_dc/images/1/10/LODK_0.jpg

    RispondiElimina
  44. Non c'erano dentro l'albo? Sòla. :)

    RispondiElimina
  45. A me, se non fosse che tutto il ciclo di Knightfall era disegnato a tirar via, il costume di Batman-Azrael non dispiaceva per niente.
    Certo, c'entrava davvero poco con Batman (anche se assistiamo a una certa evoluzione che lo porta da semplici guantoni artigliati a quella roba estrema con la testa di Maximilian del Black Hole disneyano), ma, preso da solo, non era affatto malaccio.
    Ok, forse troppo giallo.

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  47. Riguardando la mia vecchia collezione di Batman, è saltato fuori un altro costume dimenticato: quello corazzato, fantascienzo e IMAGEnifico che Batman usa per pigliare a calci in faccia Predator nella miniserie Batman vs. Predator (1991)


    http://2.bp.blogspot.com/_h99m7-MtAT8/TDu9YCVIdZI/AAAAAAAAAVY/0kgV7pt_sno/s1600/Batman+versus+Predator+Bat+suit.jpg

    RispondiElimina
  48. Alcuni costumi variano tra l'immensamente bello all'immensa-mente brutto!

    RispondiElimina
  49. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  50. Per me vince Mignola, non tanto per il costume in sé, quanto per lo stile intrinseco in lui: se avesse disegnato il Batman arcobaleno avrebbe comunque vinto.

    La Golden Age è da facepalm sempre e comunque.

    Mi piacerebbe sapere la ragione narrativa del perchè hanno deciso di far mettere a Batman quei ridicoli e grotteschi costumi. Qual è il motivo? O è puro, semplice e gratuito estro antidignità?

    Comunque ieri ho visto il lungometraggio di Beyond Batman, mi è piaciuto non poco, stasera mi guarderò l'episodio scritto da Azzarello, fuck yea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più la silver... temo centri il libro contro i fumetti di
      Fredric Wertham del 54.

      Elimina
  51. Manca un costume però, mi pare fosse in una storia elseworld, un batman del futuro con un costume che ricordava un po' un Predator

    RispondiElimina
  52. Bello il Batman pieno di cisti di Kelley Jones.... Rob Liefeld si sta rivoltando nella tomba dell'anatomia.

    RispondiElimina
  53. digito un podio al volo:

    Year One, pirata e crociato.

    ora premo invio e ci ripenso :-D

    RispondiElimina
  54. notevole...se non ti spiace lo linko in un'articolo che ho scritto!

    RispondiElimina
  55. Quelli degli anni 50-60 sono un qualcosa di indescrivile (non in positivo XD)! XD

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails