venerdì 9 dicembre 2011

39

Il presepe coi robottoni giapponesi (Corriere dei Piccoli n. 49, dicembre 1982)

Natale allo zenzero al Trider G7
Questo post avresti dovuto scriverlo ieri. Sarebbe stato incredibilmente naSalizio, pensavi, festeggiare l'Immacolata con uno storico, celebre, famigerato, meraviglioso numero del Corrierino (5 dicembre 1982, una millelire senza resto). Quello in cui la Ceppi Ratti invitava i giovani lettori a montarsi un presepe alternativo, un po' iconoclasta, un po' postmoderno, parecchio alla Zia Titina ci prende un coccolone quando lo vede, con i robottoni dei cartoni animati giapponesi al posto dei pastorelli. Quello che ospitava allo stesso tempo una storia a fumetti in cui Trider G7 vede la Madonna. Letteralmente. Avresti dovuto, solo che ieri mattina ti sei procurato un acrobatico strappo alla schiena, e la Madonna l'hai vista pure tu. Perciò rimediamo oggi, via. Ché fa lo stesso [...]
In copertina, oltre alla SIMPATICA, guarda, ma proprio una cifra, Famiglia Babaloo, c'è la regina Maria Antonietta di Lady Oscar. Nei cui occhi si riflette lo sbrilluccichio delle sette stelle di Hokuto: non le resta molto da vivere
Nella paginina della posta (un bel, deciso clic per ingrandire), c'è la Maria Luisa che vuole sapere l'età del "dolcissimo Sam" ragazzo del West (il quale se ne esce con una di quelle risposte democristiane da fumetto Bonelli), poi c'è la Giorgia che vuole sapere invece l'età dei Ronfi e di un casino di altra gente, ché oggi tipo la Giorgia è stata la prima in Italia a consegnare con la sua famiglia il censimento tutto compilato, e infine c'è Francesca. Che vuole conoscere l'indirizzo della Fiorentina, anche se è di Genova. Oh, magari ci piaceva Antognoni
Segue una di quelle storie di Lady Oscar in cui la protagonista eponima è disegnata come un pescatore di merluzzi finlandese
Qualche pagina dopo, André chiosa con un "Sì, Oscar, e il nostro futuro sarà bellissimo, perché resteremo sempre uniti!". CREDICI
Ma attenzione. Cercate di tenere a freno l'entusiasmo, perché in quel dicembre di ventinove anni fa era possibile addirittura usufruire di una hotline con i Cavalieri del Re. Lanciarsi in un'avventura in teleselezione per farsi, tipo, cantare alla cornetta un pezzo della sigla di Lady Oscar o di Sasuke dai "Fantastici Quattro", però quegli altri. Oppure chiedere, metti, a Guiomar come si trovasse a portare quel nome. Forse l'hai già raccontato, ma una decina di anni fa ti trovavi praticamente per caso a una piccola fiera di fumetti nella periferia estrema di Roma. Su un palchetto c'erano loro e cantavano quella lagna sulla corte di Francia e delle ragazze, in prima fila, hanno preso a tempestarli di domande sull'evoluzione del tratto di Riyoko Ikeda, il sottotesto dello scandalo della corona e l'ambiguità di Jeanne Valois. "No, è che noi cantavamo solo la sigla", ha provato a spiegare Riccardo, che non aveva più quegli occhiali da Telemike ma la barba sì e si chiedeva cosa diavolo avesse fatto di male nella vita. Ma quelle, con le loro domande allucinanti, non le fermava nessuno. Erano in nerdcompetizione tra loro, e non avevano bisogno di alcuna risposta
Ma eccoci al genuino momento emozione© del numero, alla storia naSalizia di un certo spessore, alla suggestiva rilettura della natività a Betlemme. Giuseppe e Maria sono alla ricerca di un posto dove dare alla luce il piccolo Gesù, ma vengono scacciati ovunque, neanche fossero dei testimoni di Geova. Maria ha tanto freddo, quand'ecco che arriva...
...TRIDER G7! "Nel cielo, oltre al signore, qualcun altro segue il peregrinare di Giuseppe e Maria. Trider G7, l'angelo dalle ali avvampanti", recita la didascalia. La Madonna vede tutto quell'avvampamento là nel cielo, scorge le linee del robottone di Watta ed è sicura che sia lì per aiutarli. Con Devilman, magari, la cosa sarebbe stata un attimo più problematica, in effetti
"Chi sei, essere dalle ali avvampanti? Cosa vuoi da noi?", ci chiede Giuseppe, che era già iscritto da giorni al partito Ma meenchia tutte a me. Ma imponendo le mani robotiche e rimpicciolitosi per l'occasione, Trider G7 li rassicura sulle sue nobili intenzioni. Quindi guida la coppia verso una "capanna disabitata". Resterebbe il problema del freddo, ma Trider ha pensato anche a quello...
...e corre a chiamare X-Bomber, il robot di quella serie girata con le marionette ridicole. L'intenzione è infatti quella di "scaldare la capanna con il suo laser magico". Bue e asinello, potete accomodarvi fuori dalle scatole, grazie, ché abbiamo risolto. Su, circolare. E qui la storia purtroppamente si interrompe. Stai cercando il numero successivo da settimane e, oh, magari facciamo a tempo a recuperarlo prima di Natale. Magari anche no
Poi, dopo una storia di Ciccibùm e una pubblicità di Mòn Cicci, arriva il grande concorso "Completa la vignetta di Lady Oscar". C'è un disegno su un cartoncino da completare, possibilmente evitando di istoriarlo con cippe e cippe a coniglio, e si vincono la bambola di Lady Oscar della Ceppi Ratti, il disco con la storia di Lady Oscar e soprattutto tre Commodore Vic 20. Cliccate sulla foto e leggetene la descrizione. Soprattutto quelle parti sul compito in classe e sui rumori
Nella posta di Oscar, invece, Marilena chiede alla giovane de Jarjayes del suo rapporto con André. Parte uno spiegone pazzesco, e non sapresti dire se stavano messe peggio le ragazzine che rompevano i coglioni con queste domande da precisine e poi si bevevano questa roba, o i poveri redattori costretti a scriverla per pagarsi il mutuo
Ed ecco l'altra cosa che ha reso storico questo numero del Corriere dei Piccoli. La Ceppi Ratti lancia l'ardita campagna dei robottoni nel presepe. "Metterli nel presepe - leggiamo - è un modo nuovo e tenero di partecipare con la fantasia all'avvenimento più dolce dell'anno". Tenero non sapresti, ma nuovo sì, senza dubbio. Ed hai come idea che con una campagna del genere, oggi, minimo Giovanardi ti muore di crepacuore in diretta TV e parte al TG5 un servizio indignatissimo lanciato da Costanza Calabrese in modalità accigliata/bambina a cui hanno tolto la bambola
Ma dove li si dovevano mettere, poi, i robottoni? Cioè, in quale parte del presepe? Accanto alla grotta? Sulle montagnelle di carta davanti a quella carta blu triste con le stelline metallizzate? La Ceppi Ratti aveva pensato anche a questo: perché se Trider G7, si ribadisce, è l'angelo robot dalle "avvampanti ali", Gattiger è la carovana spaziale, Calendar Man il "centauro cammello", gli Starzinger sono "i tre re magi", God Sigma il pastorello, Gordian "il messaggero dello spazio" (don't ask) e Zambot un'astronomicamente improbabile "luna cometa". Manca solo la vecchia che grida felice dal balconcino, insomma
Siccome è Natale, i giocattoli bisogna venderli pure alla ragazzine, e la Polistil confeziona allora quattro pagine di "Pomeriggio con Candy", subdolo pubbliredazionale in cui la stessa Candy cerca di propinare robe con una professionalità da grande venditrice di tappeti. Dalla pasticceria all'abito da sposa...
...passando per le tre temibili Candy Candy matrioska
Anche questa volta, incredibile a dirsi, nella pagina della guida TV è saltato fuori un cartone di cui ignoravi l'esistenza: Fumon. Mai sentito. Zero. Peraltro nel colonnino di sinistra si legge che andava in onda su Rai 1, mentre nella griglia accanto si parla di Canale 5, anche se ai tempi non erano ancora la stessa grande famiglia come oggi. Sull'internetto non ce n'è traccia. Avanti, su: chi ne sa qualcosa?
Albertone, invece, ce l'hai ancora oggi ben presente. Questi ragazzi che solo perché erano di colore erano costretti a bighellonare tutto il giorno in una discarica, mentre ai bianchi tipo Sport Billy la Filmation ci faceva fare le cose pheeghe e vivere le grandi avventure. E vabbè. Di Albertone si ricorda: 1) la comparsata in Kingdom Come della DC, 2) un terrificante film dal vivo del 2005 (Il mio grosso grasso amico Albert), scritto dallo stesso Bill Cosby con addosso uno dei suoi maglioni psichedelici. Sport Billy, in ogni caso, spaccava a bestia

POST CORRELATI

39 commenti:

  1. L'anime direi che è un errore "di stampa". Infatti si chiama Fumoon,il quale *reggiti forte* è pure di Tezuka!

    RispondiElimina
  2. mamma mia questo sì che è genuino momento emozione... ne parlavo proprio qualche giorno fa con la mia ragazza di questo fantomatico "presepe dei robottoni" proposto dalla Ceppi Ratti. Soprattutto l'idea degli Starzinger come i tre re magi mi sa troppo di eretico :)E comunque con tutti quei robottoni a difendere la capanna Erode avrebbe avuta vita difficile! Doc potresti fare qualcosa di simile con le action figures.

    RispondiElimina
  3. @Mars E mi pare di rimembrare che fossero pubblicizzati anche sul Topolino (LOL)

    RispondiElimina
  4. La stella della morte negli occhi della regina Antonietta XDXDXD

    RispondiElimina
  5. Ma non era più indicato Gordian "è tre robbò" per fare i tre re magi?

    RispondiElimina
  6. @Queto_Daemone: credo proprio di sì... ma Topolino non era tanto politically correct negli anni 80 quindi ci stava!

    RispondiElimina
  7. Mamma, mamma, posso mettere i transformers nel presepe?

    RispondiElimina
  8. Un presepe coi robottoni è l'unico presepe che avrei esposto con orgoglio in salotto :P

    RispondiElimina
  9. Certo che però erano belli i pupazzi Ceppiratti...

    RispondiElimina
  10. Doc, rimettiti. E già che l'hai tirato fuori, sforna un bel post su Sport Billy!

    RispondiElimina
  11. Tansor 5 = Taxi degli angeli. Non ero così avanti, al massimo ci mettevo i lego o i masters nel presepe.

    RispondiElimina
  12. non proprio coi robottoni, ma una volta ho fatto un presepe con soldatini e mezzi blindati al posto di pecore e pastorelli (avevo pure fatto la caserma col cartoncino).

    comunque è bello pensare che con sto tipo di cose si potrebbe debilitare Giovanardi così da toglierlo dalla circolazione, anche solo per un po' (chiusa la parentesi politica)

    RispondiElimina
  13. I tre re Magi che portano oro, incenso ED UNA ALABARDA SPAZIALE.

    RispondiElimina
  14. Oggi come oggi, la Ceppi Ratti per una roba del genere sarebbe denunciata come minimo da Cei, Cl Moige e insomma, da tutte quelle associazioni di stampo cattolico che non si fanno mai i fatti loro.

    Ma, robottoni a parte, come cavolo hanno fatto Giuseppe?! Sembra Reinhold Messner! O il Capitan Findus

    RispondiElimina
  15. La temibile Candy Candy matrioska!!!1!!1!

    Certo che quante se ne inventavano per vendere due pupazzetti di robot. Oggi una cosa del genere, sono d'accordo, provocherebbe interrogazioni parlamentari e cori di sdegno.

    RispondiElimina
  16. Cominciamo da Foomon: lo trovi in dvd per Yamato video nel box " Osamu Tezuka special "

    http://film-dvd.dvd.it/dvd-cartoni-animati/dvd-anime/osamu-tezuka-film-tv-special-box-6-dvd/dettaglio/id-2324214/

    Ci sono tutti i film trasmessi dalla Rai, come Bandar ( donnine nude a raffica e c'è Back Jack) Submarine Express ( ci sono un pò tuti i personaggi di Tezuka: Kimba, Astroboy, ancora Black Jack , Don Dracula, la principessa Zaffiro ecc... solo che non sono loro), Foomon ( alieni che creano un arca di Noè per slavare gli animali, e solo loro, dal disatro) Prime Rose ( una Red Sonja alla Tezuka ) I 4 di Brema ( in versione fantascienza o quasi ) e dulcis in fundo Baghi ( la miciona con lo fidanzato zoofilo che ho segnalato più volte)
    Che il sig. Yamato mi dovrebbe almeno staccare un assegno o regalarmi il box visto la pubblicità che gli faccio.
    Riguardo la pubblicità Ceppirati, era il segno della fine della gloriosa ditta.
    Importati decine di modelli che potevano comprare solo i bimbi ricchi, saturò presto il mercato Ceppiratti dovette praticamente svendersi dando due giocattoli al prezzo di uno per evitare il fallimento .
    Rinascerà poco tempo dopo importando solo qualche modello economico tarocco fatto a Taiwan.

    RispondiElimina
  17. Ah, notare che hann invertito i nomi nella descrizione di Fomoon:
    Rokoko è la Fomoon femmina, Keniki (che sarebbe Kenichi, ma vabbè) il ragazzo in posa Spidermanesca.

    RispondiElimina
  18. Lol lisergicissimo il Trider G7 dalle ali de foco che guida la madonna!

    RispondiElimina
  19. Questa roba è da indice vaticano!!!

    Bello però!

    :D

    RispondiElimina
  20. Fin da piccino allestivo il presepe con personaggi alternativi e i miei genitori non mi hanno mai detto nulla, tranne quella volta quando mia madre notò una chainsword in mano al comandante dei marines spaziali di Star quest che guidava la carovana di pastorelli.
    Per svariati anni di fila ho sostituito l'arcangelo Gabriele con uno pterodattilo di gomma e faceva un figurone. Peccato averlo perso ç__ç

    RispondiElimina
  21. Ok, ero sicuro del fatto che non fosse un'idea originale, ma non mi aspettavo che qualcuno avesse fatto pure una storiella per vendere.
    Adesso segnalatelo al tg5 o a klaus davi, magari ci tirano fuori almeno un servizio tutto da ridere.
    Comunque sia io sono su un altro livello di blasfemia, avevo sostituito Giuseppe e Maria col Great Mazinger e Venus A con le mani messe a mo' di Urlo di Munch perché nella mangiatoia c'era un Gundam RX78 super deformed :D

    RispondiElimina
  22. Mi delurko solo per dire che io si, il presepe coi robottoni lo feci veramente! Mia mamma lo sopportò un solo giorno prima di ripristinare la santità della sacra rappresentazione... anni dopo lo feci di nuovo con le miniature di Warhammer 40K, e devo dire che i tirannidi erano perfetti come pecorelle!
    Confermo anche le la stessa pubblicità apparve anche su Topolino, sul magazine di Candy Candy e persino sul Giornalino! Erano gli anni del compromesso storico, si poteva ancora osare...

    RispondiElimina
  23. @Lllodji
    Ma diciamo pure che davanti ai soldi della Ceppirati per avere l' inserzione , sai che gli fregava agli editori se fossero o meno in linea con i sacri valori cristiani? XD
    Perchè il fumetto di Trider con Giuseppe e la Madonna era un marchettone sfacciato come pochi , tanto che il Trider raffigurato manco era quello vero ma il suo giocattolo.
    Che poi alla Ceppiratti avran pure pensato che fosse una bella idea quella di mettere i robot nel presepe: dico, tutti all' epoca a demonizzarli perchè erano violenti e alieni alla nostra cultura ecc... quindi facciamoli entrare nel presepe, così li "naturalizziamo" e gli diamo pure un poco di santità, visto che farli giocare in nazionale costava troppo.
    Geniale, semplicemente geniale.

    RispondiElimina
  24. "Una mummia fa il laghetto...".

    Sottoscrivo la proposta di uno speciale Sport Billy.

    RispondiElimina
  25. Il post che mi ha fatto più ridere da quando ti seguo. Alla battuta di Giuseppe ho riso fino a stare male. Dimmelo che mi vuoi vedere morto dalle risate, maledetto Giudice Morton.

    BTW, quei robottoni sono la morte loro, da bambini eravamo davvero ben abituati.

    RispondiElimina
  26. Sport Billy? SE PROPRIO INSISTETE.

    RispondiElimina
  27. io sto fumoon non lo ricordo proprio, e io sono uno che stava h24 davanti alla TV a vedere cartoni tra il 1979 e il... 2011? Giuro.
    Cacchio, io sono uno di quelli che ha visto l' ultima puntata di Monkey la scimmioetta, di Mago pancione (vero momento emosione©, mi ha purgato anche l' ultima volta che l' ho vista tipo 3 settimane fa), di Babil Junior. Ho vissuto il passaggio di Happy Days da Rai1 a Canale5, primo evidente segno di come i dirigenti Rai NCUCDT.
    Ma questo proprio no. Epic Fail per me.

    RispondiElimina
  28. e aggiungo, cazzo io mi ricordo addirittura il primo cartone che vidi a colori, passando dalla magia del B/N a quella della quadricromia, fu Tekkaman! Anno di grazia 1981.

    RispondiElimina
  29. tag "sosate lucariè". Ahahahah! :D

    RispondiElimina
  30. Interessante, questa cosa dei robot accanto alla sacra famiglia. Molte mie statuine del presepe sono andate perse durante un trasloco, sostituirle con altro potrebbe essere una buona idea. Sono attualmente sprovvista di robottoni, ma dovrei avere un sacchetto di figures dei Pokemon da qualche parte....

    RispondiElimina
  31. @Adriano
    Neppure io lo vidi al tempo, come molti altri.
    Ed ero già un videodipendete all' ulimo stadio.
    Per qualche strano motivo , nessuno o quasi vedeva i film di Tezuka sui canali Rai.
    Magari vedeva altri anime su teleregionali che avevano una copertura di trasmissione di 30 metri, ma non alla Rai.
    Tanto che trovare qualcuno che li avesse registarti dalla tv e te ne facesse una copia prima di internet era un impresa ardua.
    Vai a sapere perchè.

    RispondiElimina
  32. Per tutte le feste, autorizzati dal grande Leo, c'abbiamo la testata del blog special con rat-manhattan. Apprezzatela.

    RispondiElimina
  33. La testata con il Rat-Manhattan è STUPENDERRIMAAA!!!!! Grazie Leo e Grazie Doc.!!

    RispondiElimina
  34. Salve a tutti, io parlo il basic, la lingua dei giorni nostri!

    Comunque massimo rispetto per la lineup robotica della Ceppi Ratti... Alcuni ce li avevo, ma non ricordavo fossero TUTTI roba loro.

    RispondiElimina
  35. La rat-testata è l'epic win più epic ever. Senza dovermi neanche ispirare al giornalino, per anni ho tenuto nel mio presepe una rappresentanza del Trider G7 (pugno intrappolato in una casetta di cartone).

    RispondiElimina
  36. Fumoon l'hanno fatto mesi fa il sabato sera su ManGa

    RispondiElimina
  37. CHe numero!
    Certo i robottoni con la Natività :D
    Bella immaginazione!
    E poi come ultima immagine vedere Albertone: m sto commuovendo!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails