lunedì 22 agosto 2011

36

Il nuovo Ghost Rider (che minge fuoco) e tanti nuovi Blade Runner (per ingoiare un po' di bile)

La notizia brutta è che il trailer del nuovo film di Ghost Rider interpretato dal parrucchino di Nicolas Cage, Ghost Rider: Spirit of Vengeance, tutta quella storia di Johnny Blaze che ha grossi problemi di uretra infiammata, è finalmente online. E oltre a mingere fuoco, ora Ghost vomita anche proiettili. Quali grossi problemi di alimentazione ha questo tipo? Cosa diavolo sarà in grado di tirare fuori dopo aver mangiato al messicano? Mah. La notizia ancora più brutta, invece, è che Ridley Scott ha DAVVERO intenzione di tirar fuori un nuovo Blade Runner. E non è purtroppo finita qui […]
I due pirla all'inizio del filmato sono i due registi, Mark Neveldine e Brian Taylor. Dice: perché due? C'erano i saldi? No, è che questi qua lavorano sempre assieme, i Bibi e Bibò del cinema d'azione di oggi: ché da soli a sfornare minchiate come i due Crank o come il terrificante, pezzentissimo Gamer non erano capaci. Comunque. In questo sequel, Johnny Blaze va a pheeghe si nasconde in un paese dell'Est, ma non si nasconde abbastanza bene, perché una setta lo trova e gli dice Tutto quello in cui hai creduto finora è sbagliato, e ci molla in mano una copia di Torre di Guardia. Poi, dopo i testimoni di Geova, arrivano i membri di un'ALTRA setta, che invece gli dice Oh, siccome tu sei Ghost Rider, ci devi salvare questo ragazzino che altrimenti il diavolo se lo porta. Johnny prima li manda a fanculo, poi fa come i cornuti: ci ripensa e si dice (PER UNA QUALCHE RAGIONE) che salvare il regazzino potrebbe anche liberarlo dalla maledizione di Ghost Rider e dalle sue pisciatine infuocate. E vabbè. Il film esce il 17 febbraio duemilaedodici. Lo sceneggiatore, David S. Goyer, non è male come autore di fumetti, occhei, ed è quello stesso David S. Goyer co-autore dello script dei due Batman di Nolan, va bene, ma è anche quello stesso David S. Goyer del Corvo 2, di Jumper e di un'altra cofana infinita di puttanate. Incluso il Nick Fury super-sfighè per la tv con David Hasselhoff.
Quello.
Ma, dicevamo, c'è di peggio. Di molto peggio. Di molto, molto, molto, molto peggio. Blade Runner, il tuo film fantascienzo preferito e anche un po' il tuo film preferito e basta, sta per ricevere un fratellino bastardo, giusto con quei trent'anni di ritardo.
Di sicuro c'è questo orrido comunicato stampa in cui si legge che il tre volte nominato all'Oscar Ridley Scott sta lavorando a un nuovo progetto legato al suo Blade Runner, finanziato da Warner Bros. e prodotto da Alcon Entertainment (Codice Genesi, che era quel film con Mila Kunis e un po' di idee ammuffite attorno, ma anche The Blind Side). Non è ancora ben chiaro se si tratti di un prequel o di un sequel, ma la Alcon e la producer Cynthia Sikes Yorkin sono arrivati subito a calare il definitivo, vigliacco colpo di scure sul collo dei poveri fan del film dell'82, già prostrati dalla notizia e non ancora consapevoli dei suoi rivoltanti contorni.
Alcon e Yorkin hanno precisato infatti che il loro intento è quello di produrre "theatrical sequels and prequels, in addition to all television and interactive productions". Sì, sequels AND prequels, al plurale. Oltre a "progetti per la televisione" e inquietanti, indefiniti prodotti interattivi (che suona come una roba tipo del '98). L'orrore senza nome, una roba che pure Lovecraft avrebbe detto Ma vaffanculo voi siete fuori di melone, io me ne vado. I sequel e i prequel, che dovrebbero narrare esattamente cosa? Di quando Rick Deckard e Rachel, anni dopo, sono andati a vivere in campagna con la dignitosa pensione di lui? Le avventure del giovane Deckard, interpretato tipo da Shia LaBeouf? Un adattamento di quei tristi romanzi apocrifi di K. W. Jeter? Una sordida storia di traffico dei gufi artificiali in cui è coinvolta la Tyrell Corporation? Un'altra serie terrona come Total Recall 2070? No, dai. No. Ma anche: no. Un no fermo. Un no basta. Ché realizzare nel '97 un videogioco che narrasse un'altra storia ambientata nello stesso universo di BR ha avuto eccome un senso, d'accordo, ma era tutto un altro paio di maniche. Mezzo diverso, modo di fruizione diversa. Anche solo l'idea di nuovi film e (santo cielo) telefilm legati a Blade Runner è un qualcosa di assolutamente volgare e offensivo su una scala da zero a Blues Brothers 2000.
Blues. Brothers. 2000.
No, Ridley Scott, proprio no. Cioè, c'hai settantacinque anni, ma chi minchia te lo fa fare?
Ah, ecco. L'unica è sperare che prima del 2013, quando le riprese dovrebbero avere inizio, la sede della Alcon finisca coinvolta in un grande rogo più o meno accidentale. O che Scott decida di ritirarsi finalmente a vita privata con Giannina Facio. Una delle due.

36 commenti:

  1. Vorrei anche ricordare i progetti relativi al mondo di alien che non si capisce se li vuole fare o no. Sì lui, Ridley.

    RispondiElimina
  2. Doc credi che i sequel/prequel di Blade Runner siano l'unica cosa da temere dal Ridley Scott del 2011 ? eri a conoscenza di Prometheus ? il prequel della saga di ALIEN ?

    RispondiElimina
  3. /doublefacepalm
    Non riesco ad aggiungere altro

    RispondiElimina
  4. Sì, giovani, ma un altro Alien non mi spaventa per nulla. Quella è già una saga, per di più già imbottita di minchiate tuonanti come La Clonazione o i due crossoverotfl con Predator. Se esce decente (difficile) bene, se esce stronzata stica.
    Rimetter mano a Blade Runner è come se Frank Miller facesse un secondo Ritorno del Cavaliere Oscur... oh, wait!

    RispondiElimina
  5. Nicolas Cage una volta mi piaceva, faceva dei film abbastanza simpatici, adesso tra lui e Liam Neeson non so chi fa più film all'anno. Incommentabile la roba di Blade Runner, speriamo veramente che il mondo finisca nel 2012 a 'sto punto.

    P.S. Dottò ma che t'ha fatto Shia LaBeouf per meritarsi tutto 'sto risentimento, ti ha fregato il parcheggio?!?

    RispondiElimina
  6. Mannaggia ai pescetti!

    RispondiElimina
  7. parlare male dei 2 Crank proprio no...

    RispondiElimina
  8. Non commentando la notizia di Blade Runner, in quanto ne uscirebbero solo volgarità, il trailer del nuovo Ghost non mi è dispiaciuto. Sicuramente meglio del precedente e questo è innegabile . Poi da qui a dire che sarà un capolavoro sicuramente ce ne passa

    RispondiElimina
  9. A Maz Kaiser: mai fidarsi di un trailer.

    RispondiElimina
  10. I due Crank sono mooolto meglio di un buon 70-80% del cinema d'azione contemporaneo. Fondamentalmente perché non si prendono mai troppo sul serio.

    Detto questo, il nuovo-vecchio-machilosadipendedacomecifacomodo Blade Runner è un'idea sbagliata su più livelli. Non ha senso in quanto il film originale è già una storia aperta e chiusa (tranne forse per alcune sottotrame nella trama su cui ancora oggi si dibatte) in due meraviglioserrime ore di Cinema.
    Dice "Ma noi faremo dei prequel scollegati dalla trama diretta"? Così faranno la fine di quelli di Star Wars (LALALA-non sento-LALALA-non leggo-LALALA): il primo lo han visto tutti e non piace a nessuno, il secondo non l'ha visto nessuno, il terzo qualcuno lo ha visto solo per vedere come Anakin passa al lato oscuro.
    Oppure "Ma no, non dei prequel, bensì dei sequel, così da non intaccare la mitologia esistente"? Come quelli di Matrix: non erano dovuti (tranne che per il Dio Denaro) ai fini della trama; il secondo è riuscito a rovinare impietosamente una bella idea di base con scazzottate degne di Bud Spencer e Terence Hill ma senza Dune Buggy di sottofondo; il terzo ha ristabilito un pò le cose con qualche volo pindarico che, dopo il secondo osceno film, gli si è perdonato.
    No. Non esiste proprio. Ridley, queste cose me le sarei aspettate da tuo fratello Tony, ma da te proprio no. Eccheccacchio!

    RispondiElimina
  11. "qualcosa di assolutamente volgare e offensivo su una scala da zero a Blues Brothers 2000." mi ha fatto ribaltare dalla sedia.
    Comunque dai il nick fury interpretato da quel mangia-panini-sbronzo di husselhof non è così male, meglio di quello pelatissimo di Samuel L. Jackson.

    RispondiElimina
  12. Bisogna lanciare una campagna come quella per Amici miei - come tutto ebbe inizio!

    RispondiElimina
  13. @ilbullonepoligonale
    Riesco a comprendere il disprezzo, non soltanto di Dr. manhattan ma anche di tutta la rete, verso Shia LeBouf:
    Ha una faccia da schiaffi, pura e semplice.

    RispondiElimina
  14. Il bello di queste notizie orribili è che ti fan tirare fuori post eccezionali!

    Cazzo, seguiti e precedenti di Blade Runner, in soldoni prendere una cosa bella e spolparla fino all'osso... Credo che potrebbero tirarci fuori addirittura un espansione per The Sims...

    The Sims Artificial Animals...

    RispondiElimina
  15. Avevo letto anche io.
    Non so che dire: fosse stato il Ridley Scott dei tempi d'oro, nonostante la storia non abbia assolutamente bisogno di aggiunte (è perfetto così com'è nella sua director's cut), sabbe stato accettabile.
    Ma oggi, così tanto tempo (e film brutti) dopo, è una mi*****ta colossale.

    La mia speranza totale/definitva/illusa è che abbiano firmato per fare una ccordo e tenersi stretti i diritti, proprio per evitare che altri sfruttino il marchio e ne facciano altrettante pu*****te.

    Ma so di essere un illuso e che, nel 2015 circa, sarò alc inema a vedere Blade Runner 2: Deckard's Return con occhialini 3D. Che tristezza.

    RispondiElimina
  16. La crisi non ha colpito abbastanza forte, se si trova di che finanziare merda del genere.

    RispondiElimina
  17. ilbullonepoligonale: non ce l'ho chiaramente con LaBeouf come cristiano, ma con il personaggio sempre uguale che gli fanno interpretare in ogni singolo film, come spiegato qui:

    http://docmanhattan.blogspot.com/2011/07/transformers-3-esistono-modi-peggiori.html

    RispondiElimina
  18. Già me lo immagino... BLADE RUNNER: NEW MOON... La storia di un amore tanto sincero quanto impossibile tra un umano semidio e una androide con gravi problemi di autostima (o il contrario, vale lo stesso) nato tra i banchi di scuola, tra problemi adolescenziali e spettacolari effetti 3D, ideale per casalinghe non perate e fungirls dell'ultima ora... Questa è la prova definitiva che la fine del mondo è vicina...

    RispondiElimina
  19. Sul fatto che interpreti sempre un quasi sfigato che poi se le bomba tutte son d'accordo con te, però mi sembra un ragazzo simpatico, con quel nome che si ritrova e con quella faccia se non fosse stato simpatico lo avrebbero già buttato via. Comunque dopo la "nuova" trilogia di Guerre Stellari ho acquisito un super potere... riesco a dimenticare i sequel/prequel osceni.

    RispondiElimina
  20. Non c'è proprio più il rispetto, signora mia

    RispondiElimina
  21. BR remake: ovvero il dramma di avere il film primogenito che termina con un finale aperto.

    Il romanzo è molto più serio, da questo punto di vista. ;)

    Magari ci racconteranno le vicende di Deckard, sua moglie ed il rospo artificiale presunto reale... :D

    RispondiElimina
  22. Tremendo! Scott nn ha + idee....è u nregista altalenante...dopo aver realizzato 2 capi saldi della cinematografia fantascienzia ha iniziato ad alternare buoni lavori a ciofeche impressionanti. L'ultimo bel film suo, x me, è stato American Gangster...che poi è stato seguito da cavolate come l'orrendo Robin Hood.
    X quanto riguarda Ghost Rider: il primo era inguardabile!!!
    Nichola Cage penso sia l'unico uomo poco credibile con qualsiasi tipo di capigliatura.
    Cmq io il primo Crank l'ho trovato divertente; tamarro ma con ironia

    RispondiElimina
  23. Già immagino il prequel con la fuga di Roy Batty e gli altri dalle colonie extramondo. Una roba tutto èction alla Chronicles of Riddick. Con gli attacchi in salto. E i calci volanti.

    RispondiElimina
  24. Voci attendibili danno già Jar Jar Binks come uno dei protagonisti principali.

    RispondiElimina
  25. Penso che a questo punto l'unica cosa da fare sia seguire in modo più preciso il romanzo.

    RispondiElimina
  26. Ma trattandosi di prequel/sequel e non di un remake...

    RispondiElimina
  27. Hmm...incendio accidentale. Forse le minzioni di Ghost Rider potrebbero tornarci utili. In mancanza di lui basta che mi avvertite in tempo ché dopo una serata punitiva vi mingo quello che volete. A richiesta! XD

    RispondiElimina
  28. Hmmm, pensandoci bene, Ridley Scott è sposato con Giannina Facio, che è comparsa in Vacanze di Natale '90... Indi per cui, il prossimo Blade Runner sarà diretto dai Vanzina...

    RispondiElimina
  29. No,oh non scerziamo....
    BR e' uno dei pochi film di cui pure le sue incompletezze o sottotrame aperte, risultano troncate in quel punto preciso, perfette.
    Che poi saranno (sigh) comunque dei film che non potranno andare ad intaccare la bellezza dell'originale.

    Comuqnue Ridley vaffanqlo.Ti mando una testa di cavallo, di mucca e di zebra.Vediamo se cosi' capisci.

    RispondiElimina
  30. ok... Doc... mi dispiace riportare questa informazione ma esiste un sidequel (brrr che termine da brivido) di BR, il titolo è Solider. E' scritto dal co-autore di BR: David Peoples.

    Il film, non è il male... è in una scala da zero a Star Wars: Ewoks... pari a .. decidete voi

    RispondiElimina
  31. Eh, Soldier.
    Ma (cito da uichipìdia, chiaramente): Peoples "considers Soldier to be a "sidequel"/spiritual successor to Blade Runner". E "successore spirituale" in genere non vuol dire una well-loved.
    Ciò nonostante, mi avevi messo addosso sufficiente curiosità. Stavo quasi per ordinarne il DVD, dirotti. Poi ho letto queste due righe qui:

    "the lackluster dialogue that had Kurt Russell speaking only 79 words over the course of the 99 minute movie, 11 of which are "sir".

    79?

    RispondiElimina
  32. Sinceramente se fatta bene (ovvero sul livello HBO) una serie tv nell'universo di blade runner sarebbe molto interessante e piacevole...
    Idem la possibilità di film che espandono l'universo di BR, magari narrando le storie della squadra.
    Alla fine sarebbero come live di ghost in the shell...

    Alla fin fine il vero determinante è la qualità e sono a favore di film che espandono gli universi narrativi.

    Una cosa fighissima ad esempio era il fake trailer di harry potter: auror.

    Ecco, anche quello sarebbe un progetto interessante

    RispondiElimina
  33. @ Dr.Manhattan: no ma infatti non ne consiglio la visione di Solider... se non con l'ausilio di 15 birre e una bella donna in modalità distrazione... e magari un tv color con lo schermo guasto..;)
    Inoltre nella galleria delle derivazioni ufficiali (questa volta figlie dirette di Do Androids Dream of Electric Sheep?) c'è la serie tv: Total Recall 2070. Il valore della serie? mhmmm prossimo al -273.15 gradi Kelvin ;)
    Mentre l'audio drama ufficiale di BR realizzato in italia da radio2 mi è piaciuto davvero molto!
    Certo poi ci sono le versioni a fumetti di Boom (dalla novel originale) e di Marvel (dal film), ma penso che di quelle tu sappia piu di me.
    Bye bye sommo doctor M!

    RispondiElimina
  34. no... blade runner non si tocca...
    no e poi no!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails