Masters of the Universe: Revolution, 25 omaggi, citazioni e sorprese che ti sono piaciuti molto

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

Ieri sono sbarcati su Netflix i cinque episodi della serie animata Masters of the Universe: Revolution, seguito - sempre orchestrato e in parte scritto da Kevin Smith - della precedente Masters of the Universe: Revelation. E hai trovato Revolution un gran bel passo in avanti. Ecco allora un bel listone sulle 25 cose che ti sono piaciute di più di questo primo lotto di episodi. Ovviamente, d'ora in avanti SPOILER [...] 

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

Ricapito(mbo)lando: se non avete ancora visto Masters of the Universe: Revolution, qui trovate la recensione senza spoiler scritta dal qui presente. Al suo interno, ci sono anche i link alle recensioni di Revelation parte 1 e 2 (il primo blocco di Revelation ti era piaciuto, il secondo no).

Se però siete già arrivati alla fine di questi cinque episodi di Revolution e volete discutere delle tante sorprese, e soprattutto della sorpresona finale, che contengono, siete nel posto giusto. Ecco 25 momenti/personaggi/citazioni/colpi di scena che hai particolarmente gradito in queste prime puntate di Masters of the Universe: Revolution.

MOTU Revolution personaggi

1. Il look badass di molti Heroic Warriors

Perché tirar fuori un Two Bad dal look aggressivo, sostanzialmente identico alla figure uscita nella linea Masters of the Universe: Masterverse - New Eternia, è semplice. Il difficile era semmai portare sullo schermo delle versioni così scalciac*li del baffuto Rio Blast, dell'elefantino pompiere Snout Spout, di quello zuccone di Ram Man o perfino di Stonedar degli Uomini Roccia!

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

2. Un altro po' di Scare Glow

Adori il fluorescente Scare Glow, innanzitutto perché è fluorescente, e hai apprezzato molto che si sia ripartiti da lui: signore di Subternia, l'inferno di Eternia. Ora inferno tappato da una H gigante di He-Man. 

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

3. Granamyr

Si vola altissimo, anche letteralmente, con questa versione drago ancestrale di Granamyr, antica creatura di Darksmoke apparsa per la prima volta nel 1983 in un episodio della serie animata He-Man e i dominatori dell'universo ("Il dono del drago", 34° episodio della prima stagione). Bello pure il rapporto con Evil-Lyn in versione dragobadante, ma di lei torniamo a parlare dopo.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

4. DonaTeela Rettore

La storia dei tre poteri che Teela deve accentrare dentro di sé per la sua missione (il falco Zoar, il serpente Ka e Havoc, il caos. Lo scettro magico di Skeletor è chiamato tradizionalmente Havoc Staff) ci porta innanzitutto questa versione dalla pelle verde di Teela, che ha una luuuuunga storia alle spalle. 

La primissima versione giocattolo di Teela aveva quel copricapo da cobra perché era il frutto della fusione di quelli che avrebbero dovuto essere inizialmente due personaggi distinti: una donna guerriera e Sorceress, una maga legata al culto dei rettili.

Quella prima Sorceress, diversa da quella vista in seguito nel cartoon degli anni 80, fece comunque a tempo ad apparire nei primissimi minicomic, i fumettini allegati alle action figure dei Masters, e lì venne mostrata con la pelle completamente verde. 

In seguito, per distinguerlo dall’altra Sorceress con le ali, quel personaggio verrà chiamato nella lore dei Masters "Goddess". È stato proposto in anni più recenti in varie action figure. 

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

5. Randor e zio Keldor

Non solo Revolution parte da questo momento drammatico della morte di Re Randor, che costringe il figlio Adam a una difficile scelta tra lo scettro (fare il re) e la spada (continuare ad essere il guerriero He-Man), ma si è finalmente ripescato tutto il background di Skeletor come Keldor. Zio reietto di He-Man, proveniente da Anwat-Gar e figlio di Re Miro (il nonno di He-Man) e di Saryn. 

Lo spunto, citato per la prima volta in un minicomic dei MOTU, del fratello perduto di Randor di nome Keldor, venne sfruttato nella serie animata del 2002 per spiegare come Skeletor avesse ottenuto il suo suggestivo look da culturista con la faccia scheletrica. 

Bella la scena di Randor ragazzino che piange ascoltando il padre parlare delle condizioni di Keldor, bello l'addestramento di Keldor da parte di Hordak, riusciti il ritorno a palazzo e la conquista della corona. In originale, Keldor ha la voce di William Shatner.

Ah, in uno dei fumetti Dark Horse di Revelation si mostrava Skeletor come proveniente da un pianeta di tizi con la faccia da teschio. All'anima della mimmata. Grazie al cielo, ora sappiamo che era solo un falso ricordo impiantato da Hordak.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi
Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

6. Hordak

Maestoso, machiavellico, cattivissimo e pure trapassato, in tutti i sensi. L'Hordak che volevi vedere. Come Skeletor e He-Man, cambia anche lui look più volte, in linea del resto con quanto è sempre accaduto nelle action figure sin dalla serie vintage. Occhio al lato destro della prima delle due foto qui sopra: nei flashback con Keldor, Hordak indossa il suo costume classico. 

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi Orda infernale

7. L'Orda Infernale

E dove va Hordak va la sua Evil Horde, l'Orda Infernale. L'esercito di Horde Trooper (che si scassano da soli) e queste versioni altrettanto badass di Leech, Grizzlor e Mantenna. Pochi secondi a schermo, che lo spazio è quello che è, ma che figata.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi Evil-Lyn

8. Non più Evil, solo Lyn

Sin da rEgazzino, ti è sempre piaciuta Evil-Lyn. Questa figura di austera maga malvagia alle prese con un branco di villain debosciati. Di Revelation non ti era andato giù il continuo cambio di allineamento redenta/villain del personaggio. 

Qui, finalmente, si sono decisi: Lyn vuole fare ammenda per il suo passato, ci riesce, e anziché limonarsi faccia da teschio come l'altra volta, finisce per tornare ad essere semplicemente Lyn di Zalesia (gancio con la serie del 2002) e poi per entrare nel consiglio degli Zodac (vedi punto 24).

A costo di ripeterti: l'accoppiata di questa Evil-Lyn con la voce di Cinzia De Carolis è pazzesca.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi Grayskull Snake Mountain

9. Snake Mountain e Castello di Grayskull in versione black metal

Tamarri sono tamarri, certo, ma è proprio questo il punto: i cattivi, ad Eternia, non sono dei grandissimi fan dello stile minimal, con o senza interventi della Scheda Madre.

Bonus: Motherboard/Scheda Madre ha in originale la voce di Meg Foster, la Evil-Lyn del film live action dell’87.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi Orda infernale Tana spaventosa

10. Un altro, spaventoso playset 

Oltre al Castello di Grayskull, alla Cittadella del Serpente (Snake Mountain) e ad Eternia, viene mostrato fugacemente in questi episodi anche un altro playset storico dei Masters of the Universe: l'addestramento di Keldor da parte di Hordak avviene infatti nella Fright Zone, la Tana Spaventosa dell'Orda Infernale.

Masters of the Universe Revolution Skeletek

11. Skeletek

Era pure ora che Skeletor si rendesse conto che la magia gli ha portato per quarant'anni solo figure da maître chocolatier di Eternia e provasse con qualcos'altro, tipo la tecnologia. Ma soprattutto, era pure ora che riuscisse ad azzeccare un piano: e Hordak e Motherboard muti.

Masters of the Universe Revolution Skeletek Battle Armor He-Man

12. Battle Armor He-Man

Con tanto di spiegazione del come e perché He-Man passa alla sua versione corazzata. Versione che, nientedimeno, conserva la gimmick originale della pettorina che si rimette a posto con uno scatto dopo l'ammaccatura.

Masters of the Universe Revolution Orko Gwildor

13. Orko superstar

Un altro personaggio che meritava un definitivo glow up, per affrancarsi dal ruolo di spalla comica e pasticciona? Orko. Già protagonista della scena più epica e toccante di Revelation, in Revolution Orko è definitivamente un mago cazzuto che sa il fatto suo e aiuta la causa. Tanto il ruolo di goffo gaffeur che parla troppo lo ha mollato a...

Masters of the Universe Revolution Orko Gwildor

14. Gwildor

Riuscire a non farti stare più sulle scatole il Gwildor del film live action con Dolph Lundgren, I dominatori dell'universo - lui e quella cavolo di Chiave Cosmica - non era semplice. Eppure, a quanto pare, la cricca di Smith ci è riuscita.

Masters of the Universe Revolution flotta hordak

15. Imp

Più che il logo di Hordak, l'astronave madre della flotta dell'Orda ti ricorda decisamente la faccia di Imp, il mostrillo da compagnia di Hordak nel vecchio cartoon di She-Ra.

Masters of the Universe Revolution Marlena

16. Queen Marlena, l'aliena

Perché la regina Marlena, madre di Adam, parla di se stessa come di un'aliena ed è ai comandi di una navicella durante la battaglia? Perché non è nata ad Eternia ed è, sin dai tempi della serie animata Filmation, un'astronauta proveniente dalla Terra: Marlena Glenn.

Masters of the Universe Revolution Blasterhawk

17. Il falco sparadischi

Peraltro, in quella battaglia, Marlena pilota la parte superiore del Blasterhawk, il veicolo/pistola sparadischetti della linea vintage di giocattoli dei Masters, uscito nel 1986.

Masters of the Universe Revolution Monstroid

18. Il granchione robot

Restando in argomento: a cosa spara il Blasterhawk di Marlena? Al Monstroid, il granchio robot dell'Orda che nella linea di giocattoli vintage si caricava a molla e ruotava la testa e le due chele.

Masters of the Universe Revolution Tytus

19. Tytus

In questo murale, oltre a King Grayskull a cavallo del triceratopo Bionatops, vediamo uno dei due giganti dell'87, il biondo Tytus.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

20. Beckam He-Man 

Con il potere a He-Man e Teela crescono pure i capelli, e l'acconciatura da calciatore del 2002 è un po' buffa, ma il fatto che, come si diceva all'inizio, He-Man e Skeletor continuino a cambiare aspetto ci sta: viene dalle action figure, serve a farne altre action figure. 

Di questa versione ti piacciono lo spallaccio sinistro e il logo pettorale che richiama quello della serie in CGI sempre di Netflix, He-Man and the Masters of the Universe, conclusasi dopo tre stagioni.

Masters of the Universe Revolution citazioni omaggi

21. Disco JoJo Skeletor

L'ultima versione di Skeletor, che fonde magia e tecnologia, ha invece gli elementi dorati della famigerata figure della linea 2002 nota come Disco Skeletor, e questo stand dei tanti pugni che fa tanto JoJo.

Masters of the Universe Revolution Preternia

22. Il restauro del paradiso degli eroi

Grazie agli sforzi di Teela e dei suoi alleati, e alla detrazione IRPEF per il bonus edilizio, viene ripristinata Preternia, il Valhalla dei buoni. Dove possono riposare ora non solo Randor e Granamyr, ma pure quei poveri cristi dell'arbremagiquo Moss Man, dell'equivoco Fisto, del mollettaro Clamp Champ e di Roboto, tutti defunti in Revelation

Masters of the Universe Revolution He-Man e Teela

23. He-Man e Teela

Alla fine insieme, come in tante versioni della lore dei Masters. Adam, inoltre, decide nell'ultimo episodio di prendere la spada e non lo scettro, restando He-Man ma abolendo la corona. E via, tutti a iscriversi alla Democrazia Eterniana.

Masters of the Universe Revolution Zodac

24. (Gli) Zodac

I due colpi di scena finali. Il primo: Lyn diventa una degli Zodac, parte cioè dei Cosmic Enforcers, sorta di polizia cosmica di cui fa parte Zodac con i suoi alter-ego, come Zodak e Strobo.

Il ruolo di figura cosmica super partes di Zodac richiama un'incarnazione classica del personaggio, ispirata al Metron dei Nuovi Dei di Jack Kirby, con tanto di poltrona fluttuante.

Masters of the Universe Revolution She-Ra

25. She-Ra, Adora e Despera

Il secondo colpo di scena: non pensavi fosse possibile, per la faccenda dei diritti in mano a Dreamworks, e invece eccoci qua. Sì, non vediamo il volto di quella figura femminile sotto il casco in stile Hordak, ma quella donna è proprio Adora. She-Ra.

Masters of the Universe Revolution She-Ra

In precedenza ci è stato mostrato il suo rapimento, quando era ancora in fasce, da parte di Hordak. Occhio qui non solo a Hordak che porta via un fagotto, ma alle due culle: una con un peluche di Cringer, l'altra, quella rovesciata, con un peluche di... Swift Wind, l'unicorno di She-Ra.

Nelle varie incarnazioni del personaggio, la Principessa Adora, gemella di He-Man, viene rapita da Hordak e portata su Etheria, dove viene allevata dalla Tessitrice d'Ombre e diventa un soldato/capitano dell'Orda. L'alter ego malvagio di Adora viene chiamato Despara e ha questo look, con e senza casco:

masters of the universe revolution she-ra despera adora

(vignette da He-Man and the Masters of the Universe vol. 2 #1, di Keith Giffen e Pop Mhan. DC Comics, 2013). Ora tutto torna, eh? Non è stato ancora annunciato quando vedremo un nuovo lotto di episodi, ma a questo punto è doveroso.

A voi cosa è piaciuto (e cosa non è piaciuto) di questi primi cinque episodi di Revolution? Chiacchiera libera nei commenti, tanto qui è tutto spoiler.


Nerd Shopping su AmazonAntro Store: felpe, magliette, mug della deboscia
18 

Commenti

  1. "DonaTeela Rettore" :D :D :D

    RispondiElimina
  2. Devo ancora recuperare la seconda parte della prima serie ma a sto punto mi tocca, soprattutto perché vorrei approfondire la figura di Keldor. Ci ho messo un po' a capire per quale motivo in originale abbia la voce di William Shatner, finché non mi sono ricordato che Skeletor è Mark Hamill: uno di quei tocchi per cui non puoi non amare Kevin Smith.

    RispondiElimina
  3. Da fruitore ignorante dei Masters che ha presente solo il vecchio cartone e qualche fumetto, e che quindi certe cose le ha scoperte solo qui...ho apprezzato la scelta del "legame" tra Adam e Skeletor.
    Magari stra-abusata, dato che spesso e volentieri e' alla base di quasi tutte le rivalita', specie quelle belle accese.
    Ma funziona. È mi e' piaciuta.
    Vorrei comunque fare un applauso al buon vecchio Kevin.
    Finalmente e' tornato in carreggiata.
    Consideriamo che gliele ho sempre perdonate tutte, anche quando aveva deciso di mettere davvero a dura prova la mia pazienza.
    E' tornato. Ed era ora.

    RispondiElimina
  4. Divorato tutto insieme e adorato praticamente tutto. Mi sono ritrovato più volte ad esultare e contorcermi dalle risate.
    La lore riarrangiata, le battute, la caratterizzazione sono stati tutti davvero azzeccati.
    Benchè questa sia una delle tante versioni dei MOTU e che quindi non ha per forza legami con le serie precedenti, in pochi fotogrammi e semplici battute hanno risposto a tante curiosità e domande che i fan avevano da decenni.
    Quando Gwildor e Duncan hanno parlato delle loro avventure passate, ho immaginato che per qualche fotogramma si sarebbe intravista l'infame pianola cosmica, ma il buon gusto ha prevalso per fortuna.
    Fino alla fine continuavo a dirmi che mancava Zodak e poi BAM eccoli.
    Unica cosa che mi ha fatto storcere il naso, il finale un po' troppo "capitan america".
    Uscite fuori la prossima stagione che c'è una sorella da riprendere e sono molto curioso se ci metteranno idee della serie di She-Ra della stessa Netflix.

    RispondiElimina
  5. Quando è apparso Zodac sembrava quasi ci fosse la solita morale di fine episodio della serie Filmation.

    L'armatura Hulkbuster mi ha ricordato lo scafandro presente negli adesivi del castello di Grayskull, ma forse faccio un collegamento forzato.

    RispondiElimina
  6. Hanno tolto tutte quelle cavolate woke viste nella prima stagione. C'è più azione e più He-man... teela e dolce e femminile é ciò che gli si chiedeva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo: Teela dolce e femminile e nel contempo fortissima ed importante per la trama. He-man fortissimo ed importante per la trama e nel contempo fragile nel dolore per la morte del padre e nell'inesperienza di politico che consegna il potere nelle mani sbagliate. Nessuno dei due prevale sull'altro, ognuno ha un carattere sfaccettato: questa è vera parità. Ci voleva tanto? In realtà sì: ci voleva essere capaci di scrivere personaggi come si deve 😀

      Elimina
  7. Terminata la visione oggi. Sempre momenti di genuina commozione e genuino gasamento quando il biondo solleva la spada... Prima le note dolenti però...Purtroppo il grosso colpo di scena Keldor/Skeletor era ahimè ampiamente spoilerato da fumetti o altre versioni animate... quindi avrei voluto mettermi a saltellare come un bambino quando sapevi chi fosse il cattivo e avvertire i buoni... Qualche dialogo un pò troppo "moderno" che sembra quasi spoetizzante ( e il riferimento di Lyn al perizoma di He-Man? Brrrrrr). Mi è sembrata una poottanata l'attacco di He-Man da solo contro la Scheda Madre, ricordiamo che ci sono i Masters of the Universe che vorremmo vedere all'opera. Il finale da Democrazia Eterniana mi lascia con un grosso meh, troppo tamarrata americana.
    Per il resto ottimo impatto visivo, bella resa dei comprimari che avrebbero meritato più spazio... Sull' Orda Infernale si conferma una mia vecchia opinione, ovvero che la serie di She-Ra fallì perchè i malvagioni erano veramente con gli attributi mentre la controparte buona ecco...ehm sì insomma...

    RispondiElimina
  8. Bellissima, finita di vedere ora. Ma quanto è Thanos questo Hordak? La versione Havoc di Teela prende spunto da qualcosa? Temevo di vederla in forma scheletrica XD. A questo punto, fra le altre cose, resta un grande mistero. Nella sua visita al drago pensionato, prima di essere distratta da altre faccende, Teela nota nel murale una quarta torre di Preternia, quando invece se ne aspettava 3, come i 3 scettri... cosa potrà rappresentare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce lo stiamo chiedendo in tanti. Immagino lo scopriremo nei prossimi episodi.

      Elimina
  9. se Revelation è stata stroncata da tutti in pratica, questa nuova serie è rientrata nei ranghi con He-Man e Skeletor finalmente protagonisti. Teela è tornata etero e innamorata di he man. Ma poi basta con sta storia dell'essere "al passo con i tempi", "inclusivi", ecc.. Che c'è tanta di quella ideologica nei tempi attuali, da essere diventa una parodia grottesca. La disney ha pagato con un miliardo di perdite per dire. Revelation è stata un flop, critica e pubblico l'hanno distrutta, è piaciuta solo ad ai vari youtuber radical chic. Se Revolution invece sta ricevendo ovunque commenti e critiche positive un motivo ci sarà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo flop. Revelation è essere andata bene, sia come accoglienza di critica che di pubblico. Altrimenti non si sarebbe vista questa Revolution. Poi, certo, ci sono le reazioni di alcuni nerd estremisti ultra 40enni che alzano la voce contro gli autori che si permettono di cambiare i loro giocattolini dell'infanzia. Tanto rumore per nulla. Non è che una versione nuova di un cartone o di un film toglie valore a quelli originali. Ognuno si vede quello che vuole.

      Elimina
  10. La seconda parte della prima stagione non mi era piaciuta, questa seconda e meglio ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ci spieghi perchè non ti è piaciuta.......

      Elimina
    2. La seconda parte era molto confusa con personaggi che passavano da buoni a cattivi senza un perchè, poi le battaglie erano molto lunghe

      Elimina
  11. Momento top: il "regalo" di Skeletor a Hordak in stile Seven 😆

    RispondiElimina
  12. Appena vista, concordo in pieno con la tua opinione. A me era piaciuta anche l'altra stagione ma questa è parecchio meglio!
    (Nella scorsa stagione, quando Orko davanti alla porta di Durin... ehm, Preternia, precipita nell'abisso insieme al Balrog... cioè, Scareglow, ho detto: Scommettiamo che ritorna nell'ultima puntata vestito di bianco? E anfàtti 😀 ...)
    Ho apprezzato molto la parte dei tre scettri con cambi di look per Teela (in versione Rettore è fantastica! ) ed il flashback Keldor/Skeletor, di cui avevo letto qua e là ma non avevo mai visto, con il rapporto Hordak/Skeletor simile a quello tra Palpatine e Darth Vader, il primo maestro del lato oscuro e machiavellico manipolatore, il secondo villain che alla fine è vittima.
    Bello!

    RispondiElimina
  13. Tanta nostalgia, qualche momento commovente come la morte di Re Randor, citazioni per veri amanti di tutta la saga e dei giocattoli. Giudizio più che positivo, non vedo l'ora che arrivino le prossime puntate. Mi sembra inoltre che la serie stia andando forte su Netflix: potrebbe trainare un film finalmente?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy