Tetris, il gioco da tavolo del 1991: tetramini incastrati senza corrente, canticchiando la musichetta del Tetris

Tetris gioco da tavolo Tomy Giochi Preziosi 1991 Antro

Il perché lo immagini, ma come e quando questo vecchio gioco da tavolo del Tetris della Tomy sia finito in mano tua lo ignori. Nel senso che te lo sei portato dietro in almeno un paio di traslochi, ma da dove venga boh, il grande mistero. Quel che è certo è che ce l'hai da un bel po', e che non l'avevi mai aperto. Cioè, fino a questa mattina. Non morite anche voi dalla voglia di sapere quanto sia emozionante incastrare dei tetramini di plastica canticchiando la musichetta del Tetris? [...]

Tetris gioco da tavolo Tomy Giochi Preziosi 1991 Antro

E dunque. La sola indicazione utile per datare questo gioco è l'unico copyright sulla scatola. Un copyright di Nintendo in cui si legge l'anno 1991. Immagini a questo punto, propendendo per il "residuato bellico", di averlo raccattato in qualche negozio di giocattoli almeno dieci/quindici anni dopo.

Questo Tetris da tavolo è un gioco della giapponese Tomy (oggi Takara Tomy), o meglio della sua filiale UK, sviluppato su licenza del Tetris Nintendo. In Italia è stato distribuito da Giochi Preziosi. Con pochissima umiltè di Panuzzi, la confezione promette "La prova finale di strategia territoriale avanzata per tutta la famiglia". Minchiasignortenente.

Tra parentesi, l'idea di convertire un videogioco di successo in un gioco da tavolo era già vecchia come il cucco pure nel 1991, ché già dieci anni prima MB aveva lanciato i boardgame di Pac-Man, Donkey Kong, Frogger, etc.

Questo è quello che c'è all'interno della scatola di Tetris. Una plancia di gioco e un mare di tetramini, divisi nelle sette forme classiche (per un totale di 112 pezzi. C'è scritto sul manualetto, non li hai contati). Si gioca in due, in una partita Versus a Tetris, e come funziona è presto detto.

Tetris gioco da tavolo Tomy Giochi Preziosi 1991 Antro

Tanto che le regole sono spiegate in quattro e quattro восемь sul retro della scatola. All'inizio della partita si piazza la "barra di confine" al centro della plancia. A turno, facendo ruotare con una manata il "selezionatore delle forme", i due giocatori dispongono sul proprio lato le forme indicate di volta in volta da quest'ultimo. 

Quando completi delle linee, fai avanzare la "barra di confine" verso l'avversario, del numero di spazi indicato: 1 se completi una linea, 3 se ne completi due, 5 se ne completi in un colpo solo tre, 7 se ne completi quattro.

La strategia, ovviamente, è completare il maggior numero di linee in una volta sola, per seppellire l'avversario con un cappottone, gridando Ah-Ah! come Nelson Muntz.

Quando uno dei due giocatori non ha più spazio di manovra e viene schiacciato dalla barra di confine, ha perso, e l'altro ha facoltà di irriderlo in quanto detentore della strategia territoriale avanzata domestica, dice. Oh, c'è scritto così.

Tetris gioco da tavolo Tomy Giochi Preziosi 1991 Antro

Per chi volesse conoscere la storia incredibile di Tetris e del suo inventore, Aleksej Leonidovič Pažitnov, c'è un bel libro Panini di qualche anno fa, Tetris - Incastri Internazionali, di Box Brown. Ne hai parlato tempo addietro in questo covo di deboscia, è molto carino. Tu stai seriamente pensando di comprarti finalmente una di quelle lampade di Tetris con i pezzi da accatastare. Devi solo convincere Effe che ancora c'è spazio in casa (e non è vero).

Ma ora devi smetterla di parlare di Tetris, prima che ti rimanga in testa per tutto il giorno quella cacchio di Kalinka e... Ecco qua, troppo tardi.

GLI ALTRI GIOCHI DI ANTROBOARD

Giochi da tavolo boardgame Amazon
Giochi da tavolo su Amazon
30 

Commenti

  1. Porco Giuda, il board game di Pac-Man!! Cosa mi hai fatto ricordare, Doc!

    Un miliardo di biglie da sistemare e i vari Pac-Man che le mangiavano con il sistema a "scatto" quando li mette i sopra!

    Achievement Genuino Momento Emozione Unlocked.

    Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce l'avevo!
      Gioco bellissimo.
      A parte la fase dove dovevi rincorrere le palline per tutta la stanza quando qualcuno urtava la plancia e le faceva sbalzare via... XD

      Elimina
    2. nello spot in tv, l'avanzata del pac-man sul tavolo di gioco era accompagnata da onomatopeici (?) "gawa gawa gawa", cantati in coretto, probabilmente da bambini allucinati....

      Elimina
  2. ce l'avevo! Raccattato anch'io a fine anni '90 in un mercatino delle pulci quando stavo in Calabria!

    Ricordo di averci giocato un po' con mio padre (che era un fanatico di tetris, unico vg a cui sa giocare)... poco dopo ci trasferimmo e credo che sia finito nel mitologico "deve essere in qualche scatolone, prima o poi esce fuori" (che è la seconda causa di perdita di giocattoli dopo "li ho regalati ai cugini piccoli/bimbi poveri, tanto tu ormai sei grande, che ci devi fare più?")

    RispondiElimina
  3. Momento PDF la musichetta del Tetris Type A non è Kalinka ma Korobeiniki. A parte quello... niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io parlavo della versione da sala, l'unico Tetris che ho giocato all'infinito nel corso degli anni. La versione Game Boy mai filata di pezza.

      Elimina
    2. La versione per Gameboy è secondo me di gran lunga la migliore, oltre al fatto che ci potevi giocare ovunque (sì, soprattutto da seduto) e senza mettere la monetina.
      E mi funziona ancora, a parte che non registra i record (batteria tampone andata da decenni probabilmente, ai tempi la flash costava troppo), provato qualche tempo fa (lunghe le giornate in lockdown...)

      Elimina
    3. Che ricordi, il tetris per gameboy! Credo tipo l'unico videogioco che abbia mai convinto mia sorella a provare...
      Però credo che la versione originale del Tetris per GB non avesse la batteria, quindi gli high score duravano finché non spegnevi il DB...

      Elimina
    4. @gig: può essere perché in effetti la mia copia di Tetris è sicuramente del primo lotto, in quanto la comprai in USA nel '90, era appena uscito il GB. E' passato tanto tempo, non ricordo se "ricordasse" gli high score al tempo

      Elimina
  4. Questo lo avevo!! Lo regalarono a me e mio fratello e, onestamente, non lo ricordo così malaccio come gioco! (chissà che fine ha fatto:| )

    RispondiElimina
  5. Doc, domanda: ma anche in questa versione domestica dopo un po' che ci giochi ti sogni di notte i pezzi che si incastrano perfettamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh. Immagino di no. Spero di no.
      Per anni sono stato convinto di essere il solo a soffrire di Tetris Effect. Prima di scoprire che esiste un Tetris Effect, ed è una roba studiata (https://en.wikipedia.org/wiki/Tetris_effect). L'ultima, grande botta, ai tempi di Lumines su PSP.

      Elimina
    2. Io il tetris effect lo subisco con praticamente qualunque gioco a cui faccio lunghe sedute, soprattutto se in orario serale...

      Elimina
    3. Doc, pensa che mi capita ad esempio, con il codice Java quando lavoro troppo (quindi raramente visto che sono sempre qua sui forum del blog del www)

      Elimina
    4. Eusch: quelli sono normali incubi in realtà... a me capita con qualunque linguaggio, con la shell linux, con tutto proprio...

      Elimina
    5. "Eh, lo fanno, lo fanno" (cit.).
      A me succede con i giochi e i lavori ripetitivi, e in passato mi succedeva con gli esami con troppi numeri dentro. Ma niente in confronto ai periodi di trip per i puzzle game.

      Elimina
    6. Personalmente anni di Tetris (e Columns, non dimentichiamo il parente povero) mi hanno reso "campionissimo" dell'incastro bagagli nel baule, e non solo, della macchina.
      Feci un trasloco con la mia 600 Sporting che a ripensarci ho i brividi adesso.. :)

      Elimina
    7. Io di Tetris effect ho sofferto, per fortuna poco, ma ho anche sofferto di Rainbow Islands effect :P

      Elimina
    8. Io giocai in tenera età ad un gioco simile nell'idea al Tetris dove a turno si posizionavano le pedine tetramini forme in una plancia e il pubteggii era in base alla somma delle tessere già presenti che riuscivi a toccare posizionandocil tuo. Ricoedo benissimo la scatola con una immagine incredibile: due signori seduti su una panchina

      Elimina
    9. Anche il Campo minato faceva male

      Elimina
    10. All'Università, io alla mia ragazza (e futura moglie): "Stanotte ho fatto un altro sogno a tema Severance..."
      "Ommamma, un altro?"
      "Sì: decapitavo e smembravo un minotauro gigante, sangue e pezzi di organi interni dappertutto, una roba orribile"
      "Tu devi smetterla di giocare a quella roba!"

      Pensavo di essere scemo solo io...

      Elimina
    11. Era molto, molto peggio nei periodi Need for Speed / Burnout, quando guidando in tangenziale, sovrappensiero, veniva l'idea "... se mi appoggio al guard rail posso fare la curva più velocemente...", con conseguente brivido di terrore e raccapriccio.

      Elimina
    12. Tetris effect: check!

      In gioventù ebbi anche un incubo a tema Battle Chess.
      Mia madre si preoccupò che il gioco (in pratica scacchi) fosse un po' troppo violento. Vabbè, immagino tutte le mamme ogni tanto vadano in modalità Helen Lovejoy.

      Elimina
    13. Io invece del Tetris Effect ho sofferto del Lucasarts Effect: ricordo di avere fatto sogni dove facevo cose normalissime ma ero guidato dall'interfaccia SCUMM.

      Elimina
    14. Polli con carrucola ce n'erano?

      Elimina
    15. In famiglia, da quando si era piccini (pre-adolescenti, via), nel periodo Natalizio, solea regalarsi scatole di puzzle dai 2-3000 pezzi in su. E durante le vacanze, dopo cena, si facevano le nottate tutti, genitori e figli, intorno al tavolo grande a separare e montare nel consueto schema a griglia pezzi grandi quanto un'unghia di alluce.

      Inutile dire che già dal dormiveglia, tutto quanto venisse elaborato dalla corteccia visiva, vero od onirico, era costituito dai classici pezzi montati con schema a griglia.

      Elimina
  6. Credo di averlo giocato ma di non averlo mai posseduto. Ma potrebbe essere un buon inizio per Piki . Magari lo pesco in qualche mercatino. .....e poi, prima o poi, ti trascinerò in Tabletop Simulator a giocare con noi :)

    RispondiElimina
  7. Ecco, ora sto pensando a Tetris e ad un sacco di cose relative a Tetris:

    1. Il board game ce l'avevo, e tutto sommato era carino.
    2. Ah, il coin-op di Tetris dell'Atari con le R al contrario e il cosacchino in pixel che balla, presenza fissa di ogni sala giochi che si rispetti e non.
    3. Tetris di Box Brown lo comprai qualche anno fa, e concordo nel considerarlo una signora autobiografia a fumetti.

    RispondiElimina
  8. In montagna c'era una associazione di Torino che faceva giocare i bimbi con dei giochi in legno. Tra i giochi era presente il gioco del tetris ma il tabellone era lungo quasi 2 metri.
    L'organizzatore mi ha detto che una volta ha trovato i 15 pezzi da incastrare rotti perché i bambini non riuscendo magari ad incastrarli ne eliminavano delle parti.

    RispondiElimina
  9. Dai, però non sembra neanche brutto.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy