Fighting Fantasy, I Cancelli della morte (un altro librogioco che hai tradotto tu)

Fighting Fantasy Salani librigame

È uscito per Adriano Salani Editore il secondo libro della collana di librigioco Fighting Fantasy tradotto dal qui presente: I cancelli della morte. Immortalato nella foto qui sopra accanto al primo di cui ti sei occupato, Il porto della morte (se ne parlava qui). E sì, si muore tanto, sono dei librigame di avventura, oh. Creata nell'82 da Steve Jackson e Ian Livingstone, Fighting Fantasy è stata una delle prime grandi collane di librigame con questo tipo di ambientazione, prima di Lupo Solitario (che nasce nell'84). In Italia ne era stata tradotta una parte anni fa, con il titolo di Dimensione Avventura, e ora Salani la sta riproponendo tutta. Alcuni dei volumi inediti, appunto, li stai traducendo te. Se vi va di recuperare I cancelli della morte, ecco il link amazzonico. Aloha.

Commenti

  1. A me piacevano un sacco, specie la serie I Guerrieri della Strada (sempre di Dever, mi pare).

    RispondiElimina
  2. Complimenti, davvero un lavoro interessante, recupero senz'altro, mi sono sempre piaciuti i Libri Game!

    RispondiElimina
  3. Mi hanno sempre detto che i libri game funzionano come i collegamenti ipertestuali. Farne uno on line sembrerebbe una cattiva idea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In linea di massima credo si possa fare

      Elimina
    2. Sì, in linea di massima. Ma il fascino di queste cose è a mio avviso insito nel loro essere meravigliosamente, come dire, 1.0.
      Anche Heroquest (e tutti i giochi da esso derivati) è sostanzialmente un videogame, e allora perché non giocarlo su computer? Perché su computer sarebbe brutto! :D

      La figosità dei libri-game sta proprio nello sfogliare le pagine, tirare i dadi, annotarsi i progressi con la matita su una fotocopia della scheda personaggio... Con un ipertesto è tutto molto più veloce, sì, ma forse si perde un po' del gusto.

      Elimina
    3. Esiste una app (gratuita) con tutti i libri di Lupo Solitario
      Ed è tutto legale visto che Joe Dever, pace all'anima sua e grazie per tutto quello che ha scritto, ha reso disponibili i diritti su Lone Wolf già da parecchi anni

      Elimina
  4. Vespertilio Amoroso29 maggio 2020 22:55

    Oh, comunque devo dire che, in un'epoca di videogiochi avveniristici e trovate supertecnologiche, il fatto che stiano tornando in auge i librigame lo vedo come un buon segno.
    Le "remastered" di Lupo Solitario e Blood Sword sono notevoli! A me non dispiaceva neanche Dimensione Avventura, però alcuni erano veramente difficili ("La foresta maledetta" era un quasi insta-kill per ogni scelta errata, diamine...)

    RispondiElimina
  5. Domattina sarà nel mio carrello Amazon! YUPPIE!

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy