Avengers: Endgame, l'analisi di trama, personaggi, finale (SPOILER)

Avengers: Endgame, l'analisi di trama e personaggi (SPOILER)

SPOILER ALERT: la recensione di Avengers: Endgame senza spoiler e con zero accenni alla trama è online da ieri sera. In questo post, invece, scendiamo nel dettaglio della storia, dei personaggi, di quello che è successo e di quello che succederà ora. Ovviamente, solo per chi ha già visto il film [...]


DUE FILM 

È concettualmente strano, visto che già Avengers: Endgame è il secondo tempo di quello che è a tutti gli effetti un film in due parti (a meno che, certo, a uno non stia bene il finale di Infinity War e voglia chiuderla lì, con metà universo ridotto in coriandoli).
Ma Avengers: Endgame, nelle sue tre ore, trova spazio per due film distinti.
Come e più che in Infinity War, i fratelli Russo hanno fatto di necessità virtù: dovendo tenere a bordo tanto l’ironia quanto il pathos, sia le risatine dei Guardiani che la morte di alcuni eroi, hanno concentrato le gag nella prima parte del film e il dramma nella seconda.

Mettici la caccia alle pietre e il risultato è che la prima metà di Endgame, nonostante il lutto per gli eroi scomparsi nel film precedente, è un heist movie, con le dinamiche da heist movie. Tutti si aspettavano qualcosa che avesse a che fare con i viaggi nel tempo attraverso il regno quantico di Ant-Man, ed è esattamente quello che è accaduto. Il ritorno alla battaglia di New York del primo Avengers, eccetera.

Ne sono venute fuori delle scene carine, come lo scontro tra i due Cap, l’Hulk intelligente alle prese con la sua versione selvaggia e la presa per il naso dello spettatore che si aspettava un’altra scazzottata nell’ascensore come in The Winter Soldier.

Ma alla scena della valigetta rotolante nella hall hai alzato gli occhi al soffitto, perché ti sembrava troppo. Troppo già visto, troppo lungo, troppo in generale.


Sarà che, si diceva giusto qualche giorno fa, le storie sui viaggi nel tempo non sono semplici, e citare in un film sui viaggi nel tempo una mezza dozzina di film sui viaggi nel tempo non solo non aiuta, ma ti prende a calci nelle palle la sospensione dell’incredulità.

Sarà che vedere Tilda Swinton che spiega a Bruce Banner le cose con una lavagna magica non è esattamente il massimo della vita. E che all'ennesimo cambio di ambientazione introdotto da un cartello tutto sembrava troppo la parte centrale di un film di Star Wars da nuovo millennio, e non è un complimento.
Poi però c’è l’altro film. Quello che succede nell’ora e mezza successiva. 
E quello non solo controbilancia per te benissimo le fantacronoscampagnate necessarie a rimettere a posto le cose e a non rendere il tutto una nuova e semplice scazzottata vanilla, ma è esattamente, per quelli che sono i tuoi gusti, il brodo di giuggiole in cui far sguazzare Marvel fan vecchi e nuovi di cui dicevi ieri nella recensione.

Una chiusura soddisfacente e intensa della vicenda e di tutti questi undici anni di storie. Un punto e un punto e a capo. E in questo, in quello che era e resta il suo obiettivo - essere il primo finale di un'epoca cinematografica, piaccia o meno - Avengers: Endgame è un film semplicemente perfetto.

Ci sono quasi tutti, per una scena o per l’intero film, un secondo o ore, dalla Portman giù fino a Michelle Pfeiffer e Robert Redford. C’è tutto quel mondo, da Stark senior alla piccola Stark. C’è la voglia di chiudere il cerchio, riannodando tutti i fili, fino all’atteso, previsto, financo scontato ma non per questo meno da brividi passaggio di testimone. Parlando della qual cosa…


TONY STARK

Sapevamo che sarebbe uscito di scena, in un modo o nell'altro, il vecchio Tony, perché Robertino aveva detto ok, anche basta, grazie a tutti. Si è scelta la morte dell'eroe e da eroe, preferendola al pensionamento, e cacchio se funziona.

Triste, isterico, spocchioso, eroico, determinante. Padre e figlio. Stark saluta gli Avengers come la rockstar che è sempre stato. Tutto è partito da lui undici anni fa, ha senso chiudere questo enorme capitolo con il suo commiato. Il dialogo col padre è un po' troppo melenso, dirà qualcuno. Qualcuno che un padre ce l'ha ancora e non sa cosa vorrebbe dire, per tutti gli altri, poter scambiare due chiacchiere col proprio vecchio.

E se c'è qualche fan che non si è un pochino commosso per la morte di Tony, beh, si vede che Ant-Man ha staccato le pile anche a lui. Hai scritto fan, no "a me frega niente ero al cinema per caso e/o ho sbagliato sala".


I CAPITANI E LA SPIA

Allo stesso modo, fatichi a credere che chiunque tenga a questi eroi, i vecchi e i nuovi appassionati - come scrivevi ieri nella recensione, ormai un tutto unico perché queste versioni su schermo contano infinitamente più delle loro controparti cartacee vecchie oltre mezzo secolo - non si sia scimmiato a livello Monkey Galactus quando Cap impugna Mjolnir e grida finalmente quell'Avengers Uniti (no, non era possibile tradurlo con lo storico e nostrano Vendicatori Uniti. Perché questi non sono i Vendicatori, ma gli Avengers).

È la cosa che non pensavi avresti mai visto in un cinema. La cosa che - anche da sola - vale undici anni e una ventina di pellicole alcune delle quali pallose o non riuscite. È la scena che ha fatto venire giù la sala, in un ululato collettivo come neanche ai tempi del Capitan America licantropo.

Per Steve il previsto addio ha preso invece la via del pensionamento tutt'altro che anticipato, quel quota 130, 140 a cui è arrivato godendosi finalmente la sua vita insieme all'agente Carter. Di cui tutti conoscono i due grandi meriti. C'è ancora, Cap, e come Logan potrebbe tornare in flashback, giri nel tempo ora che la via è aperta, whatev, ma il suo scudo è passato a Sam. Come è avvenuto a lungo nei fumetti. E com'è avvenuto a lungo nei fumetti, questo passaggio di consegne e scudo farà schiumare dalla bocca suprematisti bianchi e altri pezzenti dell'Internet.

Tanto quanto lo sfoggio di girl power nel battaglione finale, quel "Non solo Captain Marvel, teh quante eroine cazzute c'abbiamo" messo lì apposta dai Russo e dai Marvel Studios.

Se a qualcuno è sembrata una scena forzata, ostentata, è perché lo è. È un messaggio talmente esplicito da essere a prova di deficiente. Un enorme, lampeggiante PUPPA a quei cazzoni scollati dal e ai loro riusciti boicottaggi a film che poi superano il miliardo di dollari.

Si aspettava lo sfoggio di potenza di Carol ed è arrivato, anche se - a mo' di Eracle negli Argonauti - la supertipa è stata spedita ingiustificatamente lontano e ha fatto tardi al rientro, c'era traffico in tangenziale. Ma è stato dato spazio anche ad altri personaggi femminili. A Natasha e al suo sacrificio, a Nebula, alla fine cuore della vicenda. A Valchiria, a Scarlet, che per quel poco che appare è esattamente la Scarlet a piena potenza e con il giramento di coglioni facile che uno immagina.


HULK, RONIN, ANT-MAN

La presenza dell'Hulk intelligente, pur ipotizzata da tanti, ti avrebbe sorpreso, non fosse che te l'eri bruciata la settimana scorsa leggendo un articolo che non avresti dovuto leggere. Perché ci sono fior di testate che ancora non hanno capito, al mondo, cos'è uno spoiler, come funziona e perché chi ne dispensa come se nulla fosse deve bruciare tra le fiamme di un inferno in cui trasmettono h24 solo repliche dei programmi della D'urso.

Anyway. Anche quella è una roba che non credevi facesse il salto dalla carta allo schermo e che, a parte qualche esagerazione (un paio di gag di troppo), permette di mostrare un Hulk diverso e maggiormente utile per la brutta gatta cenerina e non cenerentola che gli Avengers hanno da pelare.

Funziona Ant-Man, ovviamente pure qui nei panni della spalla comica, perché Rocket è invece il vero bassista carismatico di buona parte della pellicola. Funziona il ritorno di Pantera Nera, Bimbo Ragno e degli altri Guardiani, poco più di un cameo, funziona abbastanza Ronin.

Scrivi abbastanza perché il personaggio di Clint e il suo dramma familiare sono resi benissimo, Renner è un ottimo attore, il costume è figo e tutto, ma 'sta cosa del giustiziere che gira il mondo per ammazzare i criminali e quella Tokyo è una di quelle che magari su un fumetto avrebbe funzionato, ma in live action suona posticcia quanto l'assoluzione veloce da parte di Nat.

Ok, non fa niente per quelli che hai trucidato, non si giudica una persona per i suoi momenti più brutti. Non è esattamente così che funziona il diritto penale, per dire.

Ma d'accordo, è una nota stonata che serve ad aggiungere un po' di dramma, a far percepire meglio che sono passati davvero cinque anni dallo snap e che non tutti ne hanno subito le stesse conseguenze o le hanno vissute allo stesso modo. Prendi Thor.


THOR

Ecco, sarebbe stato bello poter scrivere che tutti e tre gli eroi più epici e iconici dei Vendicatori, Iron Man, Capitan America e Thor, sono usciti alla grande da Endgame. Ma il triplete non è andato in porto perché questa cosa del Thor in versione Lebowski, con la panza e gli amici fricchettoni dello spazio che giocano a Fortnite, è sfuggita un attimo di mano ai Russos.

Ci sono dei momenti in cui sembra che sia tutta una maschera per celare il dolore, che sotto ci sia un dio sofferente, ma un attimo dopo, anche nelle scene che dovrebbero toccare altre corde, come l'incontro con la madre, si ritorna alla gag scema. Non è un caso se Thor alla fine si aggrega ai Guardiani ("gli Asgardiani della Galassia", la band ha già un nome), perché ormai è quella la sua dimensione, il mondo delle battutine sceme a cui il pubblico ride convinto.

Non fosse che questo è il cacchio di dio del tuono e vederlo così ti fa piangere il cuore. Non è la panza in sé (Feige aveva promesso maggiore body positivity nel MCU ed eccotene qui un assaggio), intendiamoci, quanto il fatto che, anche nel cuore della battaglia, Thor si metta a dire minchiate, come nello scambio di martelli con Cap.

Quando parlavi dei danni compiuti da Thor: Ragnarok intendevi esattamente questo. Ormai il personaggio è così, in buona parte sminchiato. E dagli scambi con il "coniglio" in Infinity War al Dude in vestaglia che si addormenta si sono solo e senza motivo peggiorate le cose.

Non ci fosse stato il malinconico addio degli altri due e tutto il resto, hai come idea che questo sarebbe pesato tantissimo sul tuo giudizio complessivo nei confronti del film.


THANOS E IL FINALE

Perché il voto espresso ieri nella recensione indica ovviamente il tuo livello di soddisfazione per la chiusura del tutto, per quello che la seconda parte di Endgame fa e per come lo fa, a completamento del ciclo. Uscendo a testa alta, con un martello in pugno, dal ginepraio di situazioni in sospeso e con decine e decine di personaggi da gestire.

Anche Thanos alla fine ha capito che il suo piano dimezza persone = raddoppia le risorse era una puttanata e per renderlo cattivo-cattivo, per il battaglione finale, la razionalità ha lasciato il posto alla malvagitade da true villanzone che vuole prenderci gusto a distruggere la Terra. Ma vaffanculo, va, Benito Mentolini. Hai trovato soddisfacente lo scontro finale e il modo in cui sono riusciti a infilarci tutti, e anche la legge del taglione cenerino, ché questa volta chi ha schioccato le dita è davvero felice, pure se ha perso un po' di persone per strada.

E ora?

Gli eventi di Avengers: Endgame hanno spalancato le porte non solo alla prossima Fase del MCU, ma anche alle serie TV in arrivo su Disney+, la piattaforma di streaming della casa del topo. Wandavision (con la ricostruzione di Visione, si presume), Loki (con il corso del tempo modificato e il dio dell'inganno in fuga con quella valigetta), Falcon and Winter Soldier (le cambieranno il titolo in Captain America & Winter Soldier?), Hawkeye. Natasha sarà davvero morta-morta? Con il suo film personale in arrivo l'anno prossimo? Maffigurati.

Quello che ti chiedi è come possa andare avanti il MCU senza un Iron Man. Feige e la sua banda hanno dimostrato in questi anni di poter fare qualsiasi cosa, da spedire Stallone nello spazio a infilare in una tutina non sai quanti premi Oscar e far diventare un procione in CGI o un albero star di livello planetario. Possono anche metter su un nuovo corso senza un Iron Man, certo. Basta spiegarlo a Hot Toys.

O magari un nuovo Avengers corazzato per rimpiazzare Iron Man c'è già, ed è Pepper, o War Machine, o Bruce quando tira fuori dal garage l'Hulkbuster. Ma quello è Iron Man: rimpiazzare Tony, invece? Sarà possibile?

Quel che personalmente pensi e senti è che non sai quanto quello che verrà possa interessarti. È quello che pensi adesso, chiaro, ora che avverti questo senso di closure addosso e ti senti anche a posto così. Ma lo pensavi del resto anche dopo il primo Avengers, ed erano solo briciole.

Si vedrà.

Commento libero, ché tanto qui è tutto spoiler e chi ha aperto questo post l'ha fatto a suo rischio e pericolo: quanto di trama e personaggi vi è piaciuto di più, quello che non vi è garbato, cosa vi aspettate per il futuro, se ve ne frega qualcosa, eccetera, eccetera. 

390 

Commenti

  1. Per il nuovo iron man io punto sul ragazzo che ha aiutato tony in iron man 3, presente al funerale, uno degli ultimi ad essere inquadrato nel piano sequenza finale... per il commento a tutto il resto devo aspettare ancora un poco... sto ancora scimmiatissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono chiesto chi cavolo fosse in effetti

      Elimina
    2. ah ecco chi era quel ragazzo!!! l'unico che non ho riconosciuto!

      Elimina
    3. il ragazzino IM3 è la papabile sostituzione voltante in campo di tony stark ma, dato l'alto numero di tute meccaniche e di robottonaggio sempre crescente, punto sul fatto che non vestirà i nuovi panni di ironman ma, piuttosto, che recepisca la "sola" eredità intellettuale di tony diventando il nuovo genius inventore artigiano della qualità al soldo della shield o quello che è/sarà

      Elimina
    4. Ci stavo pensando anche io, e forse sarebbe anche una cosa abbastanza figa

      Elimina
    5. Su questa linea, se RDJ avesse voglia di fare qualche piccolo cameo, un "Tony" olografico ci sta tutto...

      Elimina
    6. grande, stavo per chiedere chi fosse e invece ecco la risposta nel primo commento. molte conseguenze si potranno valutare pure nel prossimo uomo ragno, in cui gli ultimissimi nodi verranno al pettine, poi staremo a vedere

      Elimina
    7. Ecco chi cavolo era...

      Elimina
  2. Appena arrivato dalla recensione, prima di commentare segnalo un probabile errore: "Ratchet vero bassista carismatico" intendi Rocket ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. probabilmente è una battuta, Ratchet è il protagonista di una serie di videogiochi per playstation chiamata Ratchet & Clank, ed è un alieno che fisicamente ha una particolare somiglianza con Rocket, anche per l'amore per le armi.

      Elimina
    2. Sì, era una battuta. Ma siccome non tutti l'avrebbero capita, appunto, c'ho messo il nome del 'coniglio'.

      Elimina
    3. anche nel film viene chiamato "erroneamente" ratchet

      Elimina
  3. con spider-man, (e non solo..) hanno creato un leggero pastrocchio... sono passati 5 anni, e dopo che stark rimette tutto apposto abbiamo tutta la classe (scuola) di peter parker che è resuscitata.. possibile che erano scomparsi tutti? chi non è stato vittima dello snap dovrebbe essere più grande di 5 anni. il film mi è piaciuto un sacco ma pieno di illogicità mica male..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho pensato anch'io, ed è l'unico grosso buco di trama... gli altri più o meno sono spiegabili in qualche maniera. E come al solito mancano diverse scene all'appello: scena con Captain Marvel "dov'è Fury?" (ma quella forse è da intendersi precedente al film), Vedova Nera che si esercita con la pistola... sono stati comunque bravissimi a tenere nascoste molte cose!

      Elimina
    2. Volendo si potrebbe spiegare il tutto con Tony che usa il guanto e oltre a eliminare Thanos magari aggiusta un pochino le cose... in ogni caso sì, sta cosa dei 5 anni passati solo per alcuni
      è abbastanza un macigno

      Elimina
    3. C'ho pensato tutta la notte.
      Secondo me, quello che succederà, è che Spiderman sarà ambientato nella linea temporale dove non c'è Thanos (perché ha viaggiato nel tempo ed è morto nel 2023) e non c'è stato lo snap.

      Credo che con questo film abbiano appena inserito il multiverso (vedi: linea temporale di Loki in fuga con il tesseract, per dirne una).

      Elimina
    4. La scena di "dov'è Fury" l'hanno girata prima anche di girare Captain Marvel, quando la Larson nemmeno sapeva che personaggio avrebbe dovuto interpretare precisamente. C'è una bellissima e divertentissima ospitata di Brie e Scarlet allo show di Ellen, la trovi su youtube, dove spiegano sto fatto.

      Elimina
    5. Nel trailer di Far from home non si vede Iron man e l'assegnone è firmato Pepper Potts, vedremo

      Elimina
  4. La prima parte del film è la più lenta e piena di battutine, ma sono riusciti a celebrare 11 anni di film, e in un modo fantastico. L'ascensore (tra le mie scene preferite in WS) risolto in modo geniale, Tony e Howard, anche la ritrovata fiducia di Thor grazie alla madre, anche se hanno calcato davvero troppo sullo zio drugo del tuono.
    La carrellata di personaggi che hanno infilato è allucinante, la battaglia è allucinante, il finale è stato emozionante come poche cose.
    Sono stati dei veri geni, quelli che hanno gestito tutto questo.
    Ci sono cose che non tornano del tutto, ma sinceramente, chissenefrega. La voglia di andare a rivederlo al cinema è tanta, la scimmia continua a urlare!!
    Il futuro un poco mi spaventa, sarà all'altezza? Ho paura che presto mi ritroverò a dire "i primi film erano meglio gne gne"

    RispondiElimina
  5. Ma il paradosso temporale? Se il giovane Thanos viene cancellato nel presente significa che gli eventi di Infinity War non accadono più? Niente gemme riunite e schiocco? Cosa succede nella linea temporale in cui non fa ritorno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La teoria dei viaggi nel tempo applicata è quella del multiverso: cambi una cosa, la linea temporale si SPLITTA e diventano due.
      Quindi:
      La linea temporale che attraversa la fase 1,2,3 dell'MCU è quella che abbiamo visto noi.
      Nel 2014 Thanos viaggia nel tempo venendo nel futuro e non farà mai + ritorno -> è una nuova linea temporale nella quale non c'è mai stato lo snap.
      Nel 2012 Loki ruba il tesseract invece di essere riportato prigioniero ad Asgard -> è una nuova linea temporale
      Ecc.

      Elimina
    2. Lo spiega Banner quando parla con Ant-man, il viaggio nel tempo non funziona come nei film da loro citati, eventi del passato che motivano i protagonisti a viaggiare nel tempo restano immutati e riportando le gemme al tempo in cui le avevano prese annullano le diramazioni e quindi altre linee temporali.

      Elimina
    3. Ma infatti, io pensavo che esplodesse la critica.
      Il plot non ha nessunissimo senso (anche a me il film è piaciuto eh, da "fan" trovo sia preferibile dare una buona fine ai personaggi rispetto al dare una buona storia).

      Però lo dicono chiaramente che non si può uccidere Thanos da bambino, in quanto creerebbe un paradosso.
      Poi lo ammazzano comunque...
      Alla fine se Tony, una volta preso il guanto, avesse semplicemente riavvolto il tempo per i cattivi sarebbe stato meno epico e meno sentito come un giusto contrappasso, però non avrebbe bucato a mo di Rocco l'intero plot.

      Boh, sono combattuto.

      Elimina
    4. La cosa furba è usare il concetto di linee temporali alternative come in dragonball. Qualsiasi cambiamento crea un altra linea temporale senza alterare l originale. Riportare le gemme semplicemente non crea un altra linea.
      Quindi la linea dove thanos sparisce probabilmente finisce con tony e pepper sposati, hulk e thor nello spazio a ricreare asgard e cap a guidare gli avengers.
      Poi c è la linea dove cap torna nei 40 e sposa sharon.
      Poi c è la linea dove dopo avengers 1 loki scappa e l hydra è convinta che cap sia dei loro.

      Elimina
    5. Non sono d'accordo, niente multiverso. La Swinton (lo stregone supremo ) lo spiega bene. Se si riportano le gemme al loro posto allora la linea temporale non diverge. Ecco il compito di Capitan America e perché del suo viaggio nel tempo. Ha rimesso le gemme al loro posto nel tempo l'istante dopo e non si è creata una linea temporale alternativa

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Se anche le gemme vengono rimesse al loro posto, il fatto che Thanos muore prima dello schiocco dovrebbe alterare comunque la linea temporale, a meno che Tony in realtà non lo uccida, ma lo rispedisca nel passato, insieme a tutto l'esercito, senza memoria della battaglia.
      A questo punto l'unico vero problema rimane Loki che fugge col Tesseract, ma quello penso sia un errore scaturito dalla volontà di metter su la scena Tony/Howard Steve/Carter.

      Elimina
    8. Sono d'accordo con Lord. Quello che mi da fastidio è che anche in questo film sui viaggi nel tempo, non si sono messi d'accordo su come funzionino, con lo stesso errore di bttf 1 e 2. O mi dici che il tempo è uno solo e che ogni modifica nel passato potenzialmente stravolge e si ripercuote sul tuo presente, oppure mi dici la storia del multiverso, che rende futile ogni modifica dato che non si fa altro che creare nuove linee temporali lasciando invariata quella da cui eri partito (quindi non è la storia che cambia, sei tu che ti sposti in una nuova storia, bella soddisfazione). La cosa che mi rode doppiamente è che in questo film ci scherzano come a dire: gli altri film non ci hanno mai azzeccato, noi si. Che non mi sembra proprio.

      Elimina
    9. Ma non è vero: lo stregone supremo spiega semplicemente che la rimozione di una gemma creerà una nuova realtà, non dice SE anche altri cambiamenti possono o meno crearne una.

      Elimina
  6. Come sai Doc mi trovo sempre d'accordo con te, e aspettavo in religioso silenzio la tua rece di ieri notte e di oggi, post sbornia endgame di ieri pomeriggio. Premetto: ho il vantaggio di aver visto ENDGAME con tutta la mia banda, spaziando dai 7, ai 10, ai 18 ai 48 anni … La mia famiglia è cresciuta a pane e comics, Kaiju, Star Wars e Marvel. La mia 18enne mangia pane e MCU, sostenuta dal cartaceo. Personalmente ho atteso questo film con disagio fisico, ansia … lottando per evitare spoiler voluti o meno e con il disagio, la convinzione interiore che succedesse quella cosa li … ovvero la dipartita di CAP … quello che per me assieme all'arrampicamuri è il mio mondo dei supereroi. Questa auto convinzione mi ha creato disagio fisico, lo stesso provato nelle mazzate a scudo e cazzotti tra Tony e Cap in Civil War … concretizzatosi nella mazzate spacca scudo di Thanos … in cui sono finito sulle unghie sulla poltrona pronto a scappare dal cinema piangendo (ed avevo avvisato la mia prole) … Ed invece Endgame è stata la fiera delle mimmate, un abile sfruttare i legami emotivi creatisi, ma con degenerazioni davvero fuori dal tono finto serio e drammatico del film. La storia poi del Thor Lebowski, è imbarazzante e ha rovinato assieme ad altre mimmate percepite a tutti i livelli di età della la banda il piacere di un film, che paradossalmente stavo gradendo nei suoi toni lenti e inutilmente, guardando il dopo, cupi. Certo, forse non si poteva chiudere diversamente, ma la trama è banale come poche, le mimmate trionfano assieme allo slapstick, con scene assolutamente fuori luogo. Certo, poi anche io ho dovuto sorbirmi gridolini e applausi, con urla, della platea … ma è davvero questo che cercavamo ? Assolutamente no. 3 ore filate via, con tanta, troppa, carne al fuoco, che non rovinano certamente una saga che è la mia STAR WARS della mia banda, e che loro un giorno tramanderanno alla loro prole … ma che sicuramente meritava meglio, anche con quei finti colpi di scena telefonati (pizze in faccia a CAP Marvel, che tutti si aspettavano spiezzasse in due Ford Thanos). Amici come prima ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hanno confermato i rumor riguardanti cap marvel, e cioè che i fratelli russo non volevano metterla nel film.. infilata a forza nell'incip e rimessa in gioco (forzatamente) solo nella battaglia finale. se si guarda alla logica, questo film è un pastrocchio unico, con buchi di sceneggiatura enormi (pensare che c'era gente che faceva le pulci a nolan per il ritorno del cavaliere oscuro........) però, però... non si può dire che non sia divertente. infatti credo che la maggioranza del pubblico lo apprezzerà

      Elimina
    2. va beh, avete descritto Infinity War, oltre che la maggior parte dei film della marvel della fase 3, almeno dal mio punto di vista di non eccessivo fan dei film. Davvero Cap Marvel non era prevista? Lo immaginavo, si vede che è stata messa a forza. Potevano almeno far fare a lei lo schiocco riporta-in-vita, invece che ad Hulk. Niente.

      Elimina
    3. FONTE della cosa che i Russo non volevano metterla nel film?
      Perché io ho solo letto le loro dichiarazioni sulla difficoltà di gestire un personaggio troppo potente.

      Elimina
    4. mi sono espresso male.. erano solamente rumor! però sembra quasi che abbiano avvallato queste speculazioni con la gestione molto scarna data al personaggio.

      Elimina
    5. Ah, ecco, rumor.
      Perché i Russo hanno dato, come detto, una spiegazione per l'impiego di Carol, e ha perfettamente senso.

      Elimina
    6. Mmmm ma dove verrebbero questi rumor? No perchè la presenza di Captain Marvel in Avengers 4 fu annunciata ufficialmente nel 2016, e Brie Larson ha girato le sue scene per Endgame quattro mesi prima che iniziassero quelle per Captain Marvel.

      Elimina
    7. Capitan Marvel che qui è davvero poco più del cameo. È utile nella prima scena quando recupera subito Tony e Nebula, ma nel finale è perfino dannosa. Fa ridere che arriva e distrugge l'astronave di Thanos che sta sparando e in tutto quel disastro non muore un solo supereroe. Thanos s'è smitragliato l'esercito e basta, insomma. Se Danvers fosse arrivata cinque minuti dopo sarebbe finita più facilmente. Poi si, il momento Girl Power è piazzato bello fluo, contenti loro.
      Per me il "buco" è Carter nel 1970 identica a come era nei 40. Nemmeno fatto lo sforzo di truccare un po' la Atwell. Invece un film intero su Thor Lebowski lo vedrei domani.

      Elimina
  7. A me è piaciuto. Ma non capisco se Gamora del passato si sia riunita con Quill oppure no... Quella storia d amore era splendida e sarebbe davvero triste se la facessero finire così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, finito il film se ne va (infatti si vede Quill che avvia una ricerca sul computer, alla fine). Ma sarà la trama dei guardiani della galassia 3, vedrai.

      Elimina
    2. Alla fine del film la Gamora 2014 trapiantata nel 2022 se ne va perchè non si fida dei Guardiani (d'altronde non li conosce, a parte Nebula). Quando a fine del film Quill consulta le mappe, è per andarla a cercare.
      Facile che GOTG III sarà incentrato sulla ricerca di Gamora.

      Elimina
    3. mi spiace, ma Gamora è andata via con lo schiocco.
      Lei faceva parte della "squadra" di Thanos, non era ancora la Gamora dei Guardiani della Galassia...

      Elimina
    4. Non credo è lei che libera Nebula e conbatte con gli Avengers nel battaglione finale

      Elimina
    5. Dai, alla dragon ball... dipende da che desiderio ha espresso tony allo schiocco: se eliminare tutta la banda di thanos, se eliminare i fedeli a thanos.... se eliminare quelli brutti... se eliminare tutti tranne quelli verdi... vedremo...

      Elimina
  8. allora, dico la mia. Prima di tutto, dico subito che, da non eccessivamente fan della marvel, questo mi è piaciuto. Non un capolavorone, ma esattamente come la prima visione di Infinity War al cinema mi ha dato tanta epicità. Speriamo che questa soddisfazione resti per le visioni successive e non cada, uccisa dai buchi di trama e dalle gag idiote, come in Infinity War.
    Butto lì un elenco di punti positivi e negativi:
    Positivi:
    - in generale, ho trovato il ritmo, più pacato e riflessivo, meglio di Infinity War, che invece era, almeno dal mio punto di vista, troppo veloce.
    -sempre rispetto ad Infinity War, molti buchi di trama in meno. credo che i Russo e i loro soci scrivano meglio quando hanno pochi personaggi da caratterizzare.
    -anzi, sono riusciti a toglierne parzialmente uno da Infinity War: dicendo che il Guanto può consumare molte energie, si può spiegare perché Thanos combattesse a pugni invece che usare troppo i poteri.
    -la battaglia finale è incredibilmente epica.
    - sono riusciti sapientemente ad aprire nuove vie per il loro universo.
    -alcuni personaggi ne escono fuori veramente bene e vengono finalmente valorizzati, vedi Ronin o Hulk
    - il punto migliore, ho trovato l'anticlimax dell'incontro col Thanos del presente perfetto. davvero.

    negativi:
    -le gag. ok, lo so, le battute hanno sempre fatto parte di sti film, sono la ciffra stilistica, se no i bimbi dormono, ecc. Però davvero, pur non arrivando ai livelli di fastidio di Infinity War alcune le ho trovate troppo invadenti. e si, Thor ciccio, parlo di te.
    -da non agente del patriarcato, maschilista, antidonne ecc, ho trovato l'uscita di Capitan Marvel veramente buttata lì. Abbiamo visto che avete personaggi femminili forti, ce lo ha mostrato il sacrificio della Vedova, non è che dovete urlarcelo!
    -Capitan Marvel, a tal proposito, si becca la palma di "personaggio delusione del film". cioè, ce l'hanno pompata un casino e alla fine si limita a salvare i due all'inizio e a proporre di uccidere Thanos. Poi basta: un pò come Wesley Snipes in Mercenari 3, è come se fosse sempre stata un personaggio secondario del gruppo. 'Azzo, ma almeno fate fare a lei lo schiocco salva mondi, e non a Hulk!
    -posso farmi andar bene il fatto che gli stravolgimenti avvenuti nel viaggio nel tempo non alterino il futuro conosciuto ma ne creino uno parallelo (vedasi Dragon Ball) ma allora il viaggio che fa Cap ala fine per riportare le gemme non sta in piedi: innanzitutto, incontrerebbe il se stesso del primo film. In secondo luogo, lui vecchio potrebbe esistere solo nel futuro dell'universo parallelo (quello da cui gli avengers hanno preso le gemme), non in quello che conosciamo noi.

    Cosa succederà in futuro? io credo che faranno come la DC, ovvero film (o miniserie) a se stanti. credo che l'assenza di una scena post credit che introduca il nuovo villain della prossima fase sia una prova di ciò. Ma sono supposizioni mie, magari continuano così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. L'incongruenza tra multiverso ed il ritrovare un cap anziano alla fine è stato il dettaglio che mi ha inizialmente fatto apprezzare meno una svolta narrativa che invece emotivamente avevo trovato molto appropriata.

      Poi a mente fredda ci ho riflettuto su ed ho trovato questa spiegazione:
      Il multiverso ci viene spiegato scientificamente da banner e le cose funzionerebbero così... se non ci fossero le gemme dell'infinito.
      Il supremo gli dice nel 2012 che fintanto che le 6 gemme esistono, esiste un'unica linea temporale: quindi variazioni nel passato comportano ripercussioni nel presente.
      Rimuovere una gemma apre al multiverso invece: condizione che parrebbe quindi naturale senza l'intervento delle gemme.
      Gli avengers rimuovono le gemme e poi le rimettono immediatamente a posto prevenendo alterazioni all'unico flusso temporale rispettivamente nel 1970, nel 2012 e nel 2014.
      Cap resta nel 1970 e può arrivare nel presente perché probabilmemte c'é sempre stato.

      Se non fosse che nel 2018 thanos distrugge tutte le gemme, quindi apre l'mcu al multiverso (sua condizione naturale).
      Quindi tutto quello avvenuto prima del 2018, comprese eventuali alterazioni, ha ripercussioni sulla linea temporale delle fasi 1/3, compresa la sopravvivenza (possibile) di loki (non più "buono" come visto in IW)
      Tutto ciò che avverrà dopo il secondo schiocco di thanos invece genererà tanti universi paralleli quante sono le possibilità.

      In pratica nell'mcu hanno fatto l'opposto di quanto fatto qualche anno fa nei fumetti (quando io ho smesso di leggerli): là da una situazione di multiverso sono passati ad una realtà unica, nei film da quella unica a realtà infinite.

      Secondo me così tornano tutti i salti temporali.
      Che ne dici?
      Nathan

      Ps: secondo me Tony non uccide thanos ed i suoi ma li rimuove dalla loro realtà ripristinandoli nel 2014, dove non potranno più neanche volendo (ma non dovrebbero nemmeno saperlo ormai) viaggiare nel tempo perché non dotati dell'apparecchiatura di pym

      Elimina
    3. Comunque nei comics hanno ripristinato il multiverso, post battleworld.

      Elimina
  9. A me è piaciuto molto, la prima parte lenta, atta a caricare il condensatore per la scarica finale della seconda parte del film (ok, a volte TROPPO lenta).
    Provo a fare un comodissimo elenco puntato delle cose rimaste in dubbio/wtf/ipotesi per il futuro, in ordine sparsissimo in base a come mi vengono in mente:
    - possibile che vedova nera e occhio di falco non sappiano chi sia teschio rosso? (Scena sulla montagna)
    - davo per scontata la dipartita di Ronin, vista l’investitura della figlia come Occhio di Falco. Natasha che si schianta è stato un cazzottone nello stomaco bello forte, ma il suo film personale il programma mi fa sperare, a meno che non sia una origin story, vedremo
    - genuino momento emozione per Iron Man, come hai scritto ha iniziato e chiuso il ciclo, ed è giusto che sia andata così. Se ci ripenso mi si inumidiscono ancora gli occhi. Per il futuro, la butto lì, Pepper che tiene il regno fino a quando la loro bambina raccoglierà l’eredità del padre? Sarebbe figo.
    - Thor Dude version devo ammettere che all’inizio mi ha anche divertito, dopo 10 minuti però anche basta. Concordo con la visione del Doc, ormai il personaggio è andato per quella strada, anche se ogni tanto raggiunge ancora vette di epicità non indifferenti (vedi: occhi fulminanti nel battaglione a 4 contro Thanos e quando impugna Mjolnir E Stormbreaker insieme - puro arrapamento!)
    - ho appena realizzato una cosa, ma forse non ricordo bene le scene finali del film: se con i guardiani della galassia resta la Gamora del passato, vuoi vedere che ti recuperano Vedova Nera allo stesso modo?!?
    - Rimanendo in tema di viaggi temporali, Nebula uccide la sua sé del passato (almeno sembra) come fa ad esistere nel presente? I time twist mi fanno venire sempre il mal di testa!
    - Captain Marvel fighissima, ovviamente interviene al momento giusto per riequilibrare un po’ le cose perché schierata dall’inizio il vantaggio dei buoni sarebbe stato forse eccessivo. Non capisco però come sia possibile che rimanga impassibile dopo la testata di Thanos ma un momento dopo venga lanciata via come un burattino (non quando usa la gemma, succede un’altra volta
    - Captain Marvel versione capello corto: imho ancora più strafiga di prima, ma so gusti :p
    - Iron Man versione Little Jon del classico disney: ruba TUTTE le gemme dal guanto di Thanos e lui non se ne accorge minimamente: un po’ troppo wtf, dai...
    - doctor Strange speravo si vedesse di più, peccato :(

    Mi fermo per non essere troppo prolisso :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco perchè sta cosa dei viaggi temporali crei tutti sti dubbi, da sempre, nella narrativa, ci sono due letture dei viaggi nel tempo, o puoi alterare il futuro creando dei paradossi, o si creano dei futuri alternativi. Nel film ce lo ripetono tipo 4 volte che il viaggio nel tempo funziona come nel secondo caso :p (certo c'è il problema di Cap anziano, ma alcuni ipotizzano che sia tornato nel presente usando le particelle, anche se dovrebbe in effetti vedersi)

      Elimina
    2. Da quello che viene detto nel film, riportando le gemme al loro posto, la linea temporale dovrebbe rimanere unica. Per questo ho dei dubbi, e si creano dei paradossi. A questo punto le gemme non sono state riportate al loro posto? Boh.
      Per Cap che torna, se consideriamo l’ipotesi futuri alternativi, le particelle non reggono: da quel che viene detto nel film (o che ho capito io) con quelle si può viaggiare lungo la linea temporale, non tra linee temporali diverse, che sarebbero a tutti gli effetti universi paralleli. Ma alla fine sticazzi, sempre di un film di supereroi si tratta, viaggiano nel tempo e non devono spiegarci come fanno, è vero che si creano wtf e buchi di trama però, fin quando si può, li si ignora e ci si gode il resto.

      Elimina
    3. No, la linea temporale non può essere unica. Vediamo ALMENO 3 cose che cambiano definitivamente, generando altrettante linee:
      * Loki che fugge col tesseract alla fine della battaglia di New York
      * Cap che svela a sé stesso che Bucky è vivo
      * Thanos che dal 2014 arriva nel 2023 e muore.

      Elimina
    4. Sì, ma:
      *Loki era comunque sempre lui a consegnare il Tesseract a Thanos. Sicuramente la sua fuga avrà incasinato degli eventi in mezzo, ma non la distruzione di Asgard per fermare Hela nè la gemma dello spazio in mano a Thanos;
      *Cap del 2012, semplicemente, può non aver creduto al suo omologo del 2023 fino all'arrivo del Winter Soldier;
      *Thanos 2014 che muore prima di aver innescato Infinity War è sicuramente, assieme a Nebula che uccide Nebula, inspiegabile e deleterio per la sospensione d'incredulità. Ma sono scene che arrivano mentre lo spettatore medio pensa ad altro, vista la slavina emozionale che avanza e ci travolge in quella porzione del film.

      Elimina
    5. Nope: lo spiegano per TUTTO il film. Cambiare una cosa in una timeline NON cambia il futuro, ma genera un "branch", quindi una realtà parallela. T'hanno pure fatto lo spiegone con la lavagnetta magica, eh.

      Elimina
    6. Non sono d'accordo, niente multiverso. La Swinton (lo stregone supremo ) lo spiega bene. Se si riportano le gemme al loro posto allora la linea temporale non diverge. Ecco il compito di Capitan America e perché del suo viaggio nel tempo. Ha rimesso le gemme al loro posto nel tempo l'istante dopo e non si è creata una linea temporale alternativa

      Elimina
    7. Ma infatti il problema sorge proprio da questo contrasto: da un lato lo spiegone sul multiverso, dall’altro lo spiegone altrettanto terraterra sul fatto che le gemme vanno riportate a posto proprio per evitare il multiverso.
      Se si accetta il multiverso, bisogna ipotizzare che Cap abbia fallito per qualche motivo la missione e le gemme (almeno non tutte) non siano tornate al loro posto.
      Se si propende per la linea temporale unica, ecco che le morti di Nebula e Thanos sono difficilmente spiegabili (così come la Gamora del passato che vive nel -nostro- presente: chi sacrificherebbe Thanos per la gemma dell’Anima non avendo più la figlia a portata di rupe? :D)
      Al momento imho ci stiamo solo incartando su questa discussione, spero che venga data una “spiegazione ufficiale”, che poi sarebbe più che altro una chiave di lettura, magari tra qualche mese

      Elimina
    8. Solo per dirne qualcuna:
      1) Per prendere la gemma blu hanno dovuto distruggere il tessera
      2) Per la gemma della mente han dovuto distruggere il " nucleo " del bastone di Loki
      3) La gemma della realtà è stata liquefatto di nuovo o usata a mo di supposta
      4) Ma il Cap che fa ? Va da Teschio Rosso su Volmir e gli ridà semplicemente la gemma dell' anima ?

      Quasi tutti i "versi" in cui sono stati , sono inevitabilmente alterati e quindi slittato dalla realtà principale.

      E poi, visto che l'hanno menata con le spiegazioni su i muliversi, che ci fa il Cap anziano nella realtà principale e come ha vissuto nel suo verso quando il Cap è stato scongelato ?

      Elimina
    9. Raga, avete capito male voi lo spiegone della Swinton. Intendeva solo che sottraendole la gemma del tempo, gli stregoni ne sarebbero rimasti sprovvisti e quindi nella SUA realtà, tutto sarebbe andato a puttane. Quindi rivuole la gemma, per riportare la SUA realtà in equilibrio.

      Elimina
    10. @Matteo, come ho già più volte scritto (e mi sembra strano ti sia sfuggito), il problema non è la spiegazione della Swinton, ma il fatto che ciò che viene mostrato CONTRASTA APERTAMENTE con quanto da lei detto, e lo fa più volte, perché tanto per dire non è fisicamente possibile riportare tutte le gemme laddove erano, visto che sia il Tesseract che la lancia di Loki vengono distrutti nel processo. Allo stesso modo, così come non avrebbe effetto ammazzare Thanos da bimbo (detto da Banner), per la stessa logica le gemme del passato portate in un futuro in cui non esistono più NON POSSONO funzionare. E comunque, anche accettando le precedenti, se Cap torna indietro nel tempo a riposizionare le gemme dopo che il Thanos del 2014 è stato ucciso prima dello "snap" in Wakanda, poi quello stesso Cap invecchiato NON può esistere nell'universo in cui Tony muore, perchè tornando indietro e riportando le gemme finisce in un continuum nel quale Thanos muore in una passeggiata nel futuro SENZA aver mai usato il guanto. E non credo si scappi, per quanto ti piaccia la lavagnetta della Swinton, scena che come avevo già scritto è verosimilmente realizzata DOPO le sequenze di fine film, ed evidentemente non è stata allineata a quel che effettivamente succede. Problemi del genere succedono continuamente nei grossi film, specie quelli che comportano viaggi nel tempo.
      @Jay D. Moore: se hai l'occasione, riguarda con attenzione: la Swinton fa l'esempio con la gemma del tempo perché è quella che permette(rà) a Strange di sconfiggere Dormammu, ma alla fine della chiacchierata con Ruffalo afferma che TUTTE le gemme devono essere riportate al loro posto nel momento stesso in cui erano state prelevate. E infatti Cap parte per rimetterle a posto tutte, non solo la gemma del tempo.

      Elimina
    11. Stai facendo confusione:
      1. perché le gemme del passato non possono funzionare nel presente? Anche nei comics era così (fino alla precedente versione delle gemme - quelle attuali, invece, funzionano solo nel loro universo di origine).
      2. Riporta le gemme nel loro stato da gemma, è vero. Quindi ogni realtà in cui le riporta, avrà una storia un po' diversa (nel 1970 ci sarà la gemma e non il tesseract). L'importante era riportare le gemme, altrimenti quella realtà sarebbe stata sbilanciata. Tuttavia, che sia sotto forma di tesseract o di gemma cosa cambia?
      Scena: il giorno prima lo scienziato pippo controlla la cassaforte e, come sempre, c'è quel cubo misterioso.
      Il giorno successivo, pippo trova la cassaforte rotta e dentro una gemma al posto del cubo.
      Risultato: ricerche per il cubo, allarme nella base e uno studio sulla gemma appena trovata.
      Conseguenza: realtà differente MA in equilibrio perché ci sono tutte le gemme, in quella realtà.
      3. ogni modifica genera un universo differente. I due "buchi" sono solo quelli di Cap vecchio che appare nell'universo "canonico" (chiamiamolo così), ma è spiegabile con l'uso delle particelle Pym (a cui lui può accedere facilmente, visto che in passato ce n'erano N) e Spiderman (che di fatto dovrebbe trovare metà dei suoi compagni invecchiati di 5 anni e il cui film dovrebbe essere ambientato nel 2023).
      MA su Spiderman io ho una teoria: hanno deciso di usarlo come ultimo film della fase 3 proprio per inserire il concetto di multiverso. Il film sembrerà ambientato nel 2019, nessuno avrà idea dello snap e di thanos. All'inizio. Poi le cose convergeranno (alla fine, hanno già "testato" il pubblico con Spiderverse e ha funzionato alla grande, no?). In questo modo daranno il via alla fase 4, che si baserà non più sui viaggi nello spazio (già affrontati nella fase 3), ma sui viaggi tra universi (e, secondo me, a fine fase 5 ci sarà battleworld).

      Elimina
    12. @CapitanoBright: Sì, certo che vuole che tutte ritornino al loro posto, sempre per amor di equilibrio. La spiegazione parte da quella che ha lei, ma vale per tutte.

      Elimina
  10. Sai Doc, non so proprio cosa pensare al momento.
    Viaggio, corsa, camminata in compagnia, vedetela come volete.
    E' stata lunga e, soprattutto, goduta.
    Il dopo sinceramente mi spaventa, ma lascerò la porta aperta e prenderò quello che viene riservandomi, ora, di giudicare al momento opportuno.

    Solo una citazione dal tuo articolo: "Perché ci sono fior di testate che ancora non hanno capito, al mondo, cos'è uno spoiler, come funziona e perché chi ne dispensa come se nulla fosse deve bruciare tra le fiamme di un inferno in cui trasmettono h24 solo repliche dei programmi della D'urso."

    E' anche per questo che ti stimo, Doc. :-)

    RispondiElimina
  11. Beh, come tutti i film sui viaggi nel tempo, è pieno di buchi logici. All'inizio, propongono di trovare Baby Thanos e ucciderlo, e tutti dicono che non servirebbe. Ma poi in pratica lo fanno: uccidono il Thanos del 2014 trasportato nel 2023 prima che lui abbia effettuato lo snap in Wakanda nel 2018, quindi in pratica prima che gli Avengers abbiano mai avuto il problema (o anche solo la cognizione) delle gemme. Il bello è che lo spiego e dell'Antico raccomandava proprio di NON farlo: le gemme devono tornare nel luogo e tempo previsto dal continuum principale onde evitare pericolose derive. E infatti CAP parte per rimettercele. Ma invece Thanos lo uccidono di fatto prima che possa creare gli eventi di Infinity War. Nebula che spara a Nebula e TUTTO il Midtown High frequentato da Peter fanno il resto.
    Peccato, sarebbe bastato che Tony, col suo snap, riportasse Thanos e soci nel loro tempo e privi di memoria. Gli sceneggiatori hanno compiuto dei piccoli miracoli rendendo l'autocelebrazione dei film precedenti funzionale alla trama. E poi si son persi all'ultima riga di copione da scrivere.

    Riguardo Thor, semplicemente il fiero guerriero dei comics al cinema non funziona. Ci hanno provato. Con un mostro come Branagh (sebbene non libero di usare il massimo del suo potenziale) che dirige un bravo e volenteroso Hemsworth sperduto mezzo del New Mexico e privato dei poteri che implora Loki di uccidere lui ma risparmiare gli umani. TUTTO, in quella scena, è ben fatto. Eppure, nel complesso, non solo non convince, ma fa quasi ridere. Nemmeno a me piace il Thor caciarone e macchietta. Ma ho il timore che al momento quello sia il miglior Thor possibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh sì, hanno creato una linea temporale alternativa in cui thanos è morto e non fa lo snap, (e una in cui loki si frega il tesseract, che per altro è la stessa dove l'antico fa il pippone a Hulk) ma sulla linea temporale primaria le cose sono andate a posto (a parte quel problema di cap anziano che non si capisce che ci faccia lì)

      Elimina
    2. Cap anziano è invecchiato normalmente e sapeva che li in quel posto e in quel giorno e a quell'ora avrebbe potuto consegnare lo scudo a Falcon e rassicurare gli amici che non lo vedevano tornare

      Elimina
    3. somacruz il vero problema è: se il futuro non è cambiato con gli stravolgimenti fatti dagli avengers nella raccolta delle gemme (niente più Thanos, Loki che fugge, Strange che non riesce a sconfiggere Dormammu senza occhi di Agamotto), com'è possibile che Cap sia invecchiato in questa linea temporale?

      Elimina
    4. Gabriele Segapeli secondo me alla fine riportando le gemme non si creano altre linee temporali, i fatti avvenuti prima dei viaggi nel tempo rimangono immutati e nell'MCU per tutto questo tempo ci sono stati 2 Cap, quello dei film e l'altro post endgame che ha vissuto con Peggy magari con un nome falso.
      Comunque Cap riporta la gemma del tempo all'Antico non vedo il problema con Dormannu.

      Elimina
    5. Soma Cruz la line temporale NON PUÒ essere in alcun modo la stessa, nemmeno se hanno riportato tutte le gemme diligentemente a posto, perchè hanno ucciso Thanos PRIMA che innescasse le vicende di Infinity War. E soprattutto se Cap è tornato al passato, un passato nel quale nel 2018 non c'è alcun Thanos che schiocca le dita in Wakanda, allora NON PUÒ trovarsi al funerale di Tony, che è una conseguenza diretta di quell'evento. Ti trovi?

      Elimina
    6. Se davvero si creano linee temporali alternative, e a detta dell'Antico questo è male vedremo come risolverà la cosa il secondo film di Strange

      Elimina
    7. Spero che la fase 4 non vada avanti per i fatti suoi trattando i quesiti emersi in endgame come un grande guarda là :D

      Elimina
    8. Io non sono d'accordo con questa interpretazione sinceramente.
      1. dicono che il passato NON può essere cambiato, per questo è inutile uccidere baby Thanos. Infatti uccidere Thanos a fine film non serve ad impedire lo snap finale di Infinity War, ma serve ad impedire il secondo snap. Se Thanos non avesse viaggiato nel tempo tutto sarebbe stato sistemato dallo snap di Hulk e non ci sarebbe stato bisogno di approcciare Thanos. Quindi ci sono due Thanos in questa linea: quello ucciso da Thor e quello ucciso da Tony;
      2- non mi pare venga detto che si creino linee temporali alternative. Anzi, l'Antico con la lavagnetta magica dice il contrario: è l'assenza delle gemme che crea la linea temporale alternativa, ma se si riporta ogni singola gemma al suo posto ogni linea temporale alternativa è come se non fosse mai stata creata. Difatti la paura dell'Antico è di non poter difendere il mondo da Dormammu (tra gli altri) senza la gemma del tempo nella realtà alternativa, non la creazione della realtà alternativa in sé;
      3- di conseguenza quello che restano sono solo paradossi: Cap è invecchiato di nascosto nella stessa linea temporale che abbiamo seguito finora, così come gli eventi di Infinity War sono accaduti comunque nonostante Thanos del passato sia stato ucciso da Tony, così come Nebula sopravvive nonostante abbia ucciso se stessa da giovane (e difatti è inutile uccidere baby Thanos, perché questo non ucciderebbe il Thanos del futuro!). L'unica vera stranezza è quella di Loki col tesseract, ma immagino abbia qualcosa a che fare con la serie in cantiere.

      Elimina
    9. Completamente d'accordo con tutto quello scritto da Speedwagon. E' l'interpretazione con cui si riesce più o meno a rendere coerenti tutti i crono-casini che abbiamo visto. E anche io come lui ho avuto qualche dubbio per la vicenda di Loki. Si sa già, o almeno così hanno detto, che la sua serie riguarderà i viaggi nel tempo. E non è detto che al termine di questa poi non ritorni al punto di partenza, magari per rivivere il tutto in loop!

      Elimina
    10. Io vedo il problema dei paradossi temporali nel film in questo modo: la 'vera' Nebula è quella del 2023, che è lì perchè ci è arrivata seguendo il corso 'naturale' del tempo. Quindi il fatto che la Nebula del 2014 venga uccisa dalla sè stessa di qualche anno dopo non causa alcun genere di conseguenza perchè la Nebula del 2014 non doveva trovarsi lì. Non era il 'suo' tempo. Si trova lì perchè ci è arrivata 'artificialmente'. Stessa cosa per il Thanos polverizzato nel 2023. Il 'vero' Thanos è quello che ha dato la caccia alle gemme e ha combinato il casino mentre percorreva la propria naturale linea temporale, non quello che è venuto a sapere delle mosse degli Avengers per botta di culo, e le cui azioni successive sono state innescate da variabili che NON sarebbero dovute esistere in QUEL luogo in QUEL momento del tempo (Nebula 2023 e War Machine). Tenendo conto di questo verrebbe da chiedersi cosa potrebbe succedere a Gamora, che si è trovata sradicata dal proprio tempo e piazzata in un un punto della linea che non è il suo, e in cui non dovrebbe esistere.

      Elimina
    11. Speedwagon, Childinthe80s, Isabel... esiste una regola di sceneggiatura che dice che se sono gli spettatori a dover giustificare eventuali buchi nella storia, allora quelle giustificazioni, per quanto efficaci, convincenti e brillanti, non valgono nulla. Perché l'opera deve spiegarsi e difendersi da sola, non ad opera di chi l'ha gradita. Non lo diceva uno qualunque, ma Eugene Scriebe nel suo saggio "Il Dramma Ben Fatto", nel 1820. Parliamo del drammaturgo che codificò la moderna struttura in tre atti di origine aristotelica. Torniamo ad Endgame: se quello che Thanos è Nebula compiono nel 2023 non ha effetto in quanto loro vengono da un passato già codificato/compiuto e sono temporalmente "fuori posto".... COME FANNO AD AVERE EFFETTO LE GEMME PROVENIENTI ANCHE LORO DA UN PASSATO GIÀ CODIFICATO/COMPIUTO? Non dovrebbero funzionare minimamente.
      Ed ecco che torniamo a quello che l'Antico (ma anche Eugene Scriebe, eheh) raccomandava di non fare. Perchè sapete qual'è la verità? Che le sceneggiature non si scrivono consecutivamente, come un romanzo, ma "per scene". Inizialmente si fa un cannovaccii chiamato "trattamento", poi da quello si scrivono le scene che servono a fare la sceneggiatura vera e propria. Le scene più complesse da girare, quali la battaglia finale, vengono scritte prima di quelle più semplici, quali gli spiegoni della Swinton e di Ruffalo o quelle con le gag. Perché le scene più complesse sono quelle che succhiano il budget, devono essere quindi analizzate dai produttori e dagli altri reparti di produzione per giudicarne la fattibilità e predisporre quel che serve, eccetera. Poi, quando tutte le scene sono completamente scritte, si dovrebbe effettuare una riscrittura finale per rendere tutto coerente e organico, ma spesso questa fase arriva così tardi che viene fatta a riprese in corso. Nel caso della Marvel in particolare, succede sempre. Ed ecco: semplicemente le scene finali e del "time heist" saranno state probabilmente scritte prima di quelle che spiegano le "regole temporali" specifiche di questo film. La riscrittura finale è avvenuta in corsa, mentre si diffondevano anche dei copioni fasulli a parte del cast, come è stato rivelato. E queste discussioni tra noi sono il risultato.
      Ma tanto ormai il film è così, quindi...

      Elimina
    12. Capitano, non ero a conoscenza di queste regole di scrittura di un film
      vedremo se qualche bravo sceneggiatore risolverà i buchi di trama nella fase 4 o nei serial
      oppure se andranno avanti con i nuovi personaggi e le nuove trame e l'infinity saga sarà endgame

      Elimina
    13. E i Russo & co. non hanno mai letto manuali di sceneggiatura e non sanno cos'è un trattamento...

      Elimina
    14. Non ho scritto questo. Ho scritto che nei processi produttivi di film così complessi qualcosa sfugge spesso. A tutti, non ai soli Russo. E il trattamento lo spiegavo per chi potrebbe non saperlo qui, non perché non lo sappiano i Russo.

      Elimina
    15. @Capitano Bright "esiste una regola di sceneggiatura che dice che se sono gli spettatori a dover giustificare eventuali buchi nella storia, allora quelle giustificazioni, per quanto efficaci, convincenti e brillanti, non valgono nulla. Perché l'opera deve spiegarsi e difendersi da sola, non ad opera di chi l'ha gradita."

      Ma infatti a me è sempre sembrato pacifico e chiarissimo il dipanarsi degli eventi, non ci vedo molto da giustificare; l'unica cosa che stona è proprio la storia di Loki, che però (guardacaso) avrà presto la sua serie.

      Oltretutto stai dando un significato sbagliato per "buco di sceneggiatura": il plothole è un'illogicità intrinseca del tessuto narrativo. In Endgame i viaggi nel tempo sono giustificati attraverso una visione "soggettiva" del tempo: tu sei il presente, tu sei quello che conta, anche se vai nel passato a fare casini non cambi la storia; crei realtà alternative _solo_ se tiri fuori dal tempo le gemme. Tutto quello che succede nel film è al servizio di questo pensiero in modo logico: e difatti se uccidi Thanos "giovane" la storia non cambia, se Nebula uccide se stessa la storia non cambia. Non ci vedo nessun buco, ma solo la decisione facilona, superficialissima e un po' scema di fare un film sui viaggi nel tempo senza incasinare troppo gli eventi e fare fanservice. Scelta criticabile, per carità, ma eseguita in maniera logica e coerente, imo.

      Elimina
    16. Speedwagon, la soggettività del tempo non permetterebbe la scena con Cap invecchiato, perchè lui di fatto abbandona la linea temporale "soggettiva". Questo film tiene il piede in (almeno) due scarpe, ma è dopotutto un film di supereroi e viaggi nel passato, quindi anche qualche plot hole in nome dello spettacolo ci sta. Ma non serve negarli, basta essere consapevoli di cosa si sta vedendo. Interstellar, che si bea del supporto di fisici specializzato nella materia, per dirne uno, ha molte meno scusanti... eppure si tratta sempre di fantascienza, non di un documentario.

      Elimina
    17. Sempre @ Speedwagon (vi chiedo scusa, mi ero saltato un passaggio): se poi andiamo a spulciare bene il tuo (ma in realtà è uno dei due modi di concepire i viaggi nel tempo nella fantascienza, l'altro è quello di Ritorno al Futuro) concetto della linea temporale soggettiva, dove qualunque cosa fai nel passato non ha effetto sul "tuo" presente, allora in realtà non "tiri fuori dal tempo le gemme", perché non puoi nè in realtà lo stai facendo: le stai spostando sulla linea del tempo fino ad un punto in cui esse non esistono -E ALLORA NON POSSONO FUNZIONARE! Oppure, decidi di fare un mix tra la teoria dei paradossi e quella del presente soggettivo (che è una bestialità dal punto di vista della tecnica di sceneggiatura, vuol dire "cambio le regole da un momento all'altro a seconda di cosa mi serve"), allora sì che puoi portare le gemme nel futuro e funzioneranno, ma anche uccidere Thanos avrà i suoi begli effetti nel passato. A prescindere da tutto, se la tesi è quella del presente soggettivo (cosa cui il film però non si attiene), allora non puoi avere Cap invecchiato in quel presente, poco ma sicuro...

      Elimina
    18. @Capitano Bright, secondo me sei un po' troppo rigido nell'inquadrare la struttura del film. Per dire, non trovo contraddizione nel Cap invecchiato. È tornato indietro nel tempo, ci ha vissuto (e questo fa la differenza), ha creato un bel paradosso sposando Peggy, ma questo non invalida niente: del resto un paradosso è proprio questo, è un evento assurdo e contraddittorio.
      Non capisco poi questo incaponimento sul fatto che le gemme non possano funzionare in un punto in cui esse non esistono. A parte che esistono eccome perché ci vengono portate manualmente (proprio come fa Clint portando indietro il guanto da baseball, immagino proprio per dimostrare come sia possibile spostare oggetti nel tempo), ma comunque non viene mai negata dalla logica del film questa possibilità; anzi, l'Antico dice esplicitamente che è possibile (quindi perché dire che non lo è?), e questo ha pure un effetto secondario, cioè la formazione di un universo parallelo. Il discorso "qualunque cosa fai non ha effetto sul tuo presente" è vero se quella cosa la fai nel passato, non nel "presente", cioè dove le tue azioni contano davvero.
      Insomma, mi sembra che tutto torni senza bisogno di farsi troppi problemi su universi alternativi e quant'altro... poi ti ripeto, sono il primo a dire che sia una soluzione rozza, banale e sempliciotta, ma non vedo buchi di sceneggiatura di particolare entità (a voler proprio trovare il pelo nell'uovo è già più strano che Cap riporti indietro il martello di Thor, a conti fatti non sarebbe necessario).

      Cmq non mi stupirei se effettuassero una qualche retcon e cambiassero le carta in tavola sulle realtà alternative, soprattutto se è vero che la serie di Loki sarà incentrata sui viaggi nel tempo, cosa che ho letto in un commento precedente.

      Elimina
    19. Ecco, adesso fa uno sforzo extra e porta avanti il tuo stesso discorso: se Hawkeye porta via dal passato quel guanto, il guanto i suoi figli non lo hanno più. Così come se porti via le gemme e non le riporti indietro, chi le dovrebbe usare (Strange vs Dormammu), non le avrà più. Allo stesso modo e per la stessa logica, se Thanos del 2014, che non ha quindi ancora effettuato lo schiocco di dita in Wakanda (che avviene 4 anni dopo€, viene ammazzato nel 2023, non potrà causare la Infinity War, perché non sarà dove dovrebbe essere, così come non lo sarebbero le gemme, che nel 2018 dovrebbero essere tutte in mano sua. Adesso lo vedi il paradosso? Allora gli sceneggiatori fanno dire a Banner che uccidere Thanos da bambino (e quindi da adulto del 2014 è la stessa cosa) non cambia il passato. Però allora questo dovrebbe essere vero anche per le gemme. Soprattutto perché a un certo punto le gemme dovrebbero essere in mano a Thanos, ma Thanos invece non c'è più. Questo nella teoria dei paradossi. Se invece passiamo alla teoria del presente soggettivo, un espediente narrativo che ha un centinaio di anni e certo non lo ha inventato Endgame, le cose filano finché non usano le gemme: perché spostarle nel tempo è un conto, ma farle funzionare dopo cinque anni che l'universo da cui esse stesse traggono energia è andato avanti senza di loro, già non funge, perché esse sarebbero (nella definizione datagli da Wong in Infinity War) i cardini che hanno permesso lo svilupparsi dell'universo a partire dal Big Bang, e che mutano in sinergia con esso. Insomma, sarebbe come se tu portassi un telefono etacs dal 1995 al 2019: puoi alimentarlo ma non funziona perché non esiste più la sua rete, perché nel frattempo la rete telefonica è mutata. Ed è mutato certamente l'universo che era un tutt'uno con le gemme nel 2018, ma non più nel 2023 (figurati farci funzionare la gemma dello spazio del 1970). MA FOSSE SOLO QUESTO: il problema è che se rendi immutabile il presente e, sforziamoci e facciamocelo andar bene, accetti che le gemme funzionino comunque, poi non puoi avere la scena finale con Cap vecchio, perchè questa fa decadere la spiegazione dell'Antico: se rimetti le gemme al loro posto nel giusto tempo, allora Steve che resta con Peggy vivrà la linea temporale nella quale Thanos sparisce nel 2014, non c'è alcuna Infinity War, quindi non può ritrovare gli altri Avengers al funerale di Stark, che sarebbe ancora vivo. A meno che non usi di nuovo le particelle Pym per tornare al "suo" presente, ma avrebbe comunque bisogno di un portale. Nel cercare il finale poetico, insomma, gli sceneggiatori hanno incasinato anche la possibilità data dal "presente soggettivo", che pur con qualche sforzo poteva reggere.
      Con qualche sforzo E SE LOKI CONSEGNA ANCHE NEL NUOVO PASSATO IL TESSERACT A THANOS, INSOMMA.
      Si poteva evitare? Sì, bastava chebTony rimandasse Thanos e i suoi nel 2014 privi di memoria, invece che valorizzarli. A quel punto l'unica variabile sarebbe Loki.
      Oppure si potevano evitare i viaggi nel tempo, dire che le gemme svanivano per materializzarsi altrove dopo tot utilizzi e rendere il film una ricerca nello spazio invece che nel tempo. Ma sarebbe stato un altro film e avremmo dovuto rinunciare all'autoreferenzialità celebrativa dell'ultimo capitolo della saga (cioè il vero motivo per cui si è scelto il viaggio nel tempo).

      MA PEIMA DI TUTTO, DOVRWMMO DOMANDARCI COME MAI THANOS AFFIDI A LOKI LA GEMMA DELLA MENTE IN AVENGERS 1, E PERCHÈ ATTACCHI NEW YORK INVECE DI FARAI SEMPLICEMENTE CONSEGNARE IL TESSERACT.
      Insomma, le incongruenze vengono da lontano...

      Elimina
    20. FACCIO UN ULTERIORE ESEMPIO per sottolineare l'altissimo numero di buchi logici in questo film (che, ripeto, ho comunque gradito prendendolo per quello che è: un film coi supereroi).
      Poniamo il caso che voi abbiate la vostra automobile quasi completamente a secco di benzina, e dobbiate andare a far compere in diversi negozi, tutti molto distanti l'un l'altro. COSA FATE PER PRIMA COSA? Andate al negozio più vicino? A quello più lontano? NO. Andrete per prima cosa al distributore, a rifornirvi di benzina!

      I nostri bravi Vendicatori, tra i quali figurano almeno due menti geniali, sono a corto di cartucce di particelle Pym, che se vuoi viaggiare nel tempo sono gli elementi chiave (assieme al portale che hanno costruito e alle loro tute speciali - a proposito, Thanos e i suoi come fanno ad arrivare dal 2014 senza le tute, anzi vi trasportano anche la nave ammiraglia?). Gli Avengers hanno cartucce sufficienti per andare e tornare solo una volta ciascuno. Orbene, perché invece che lanciarsi subito alla ricerca delle gemme, prima non vanno nel 1970, o anche nel 2015 (Ant-Man 1, dove sia Pym che Darren Cross hanno le particelle) a rifornirsi di cartucce extra? Furbissimi.
      Ripeto: se si scava, questo film fa acqua da tutte le parti. Molto meglio apprezzarlo per quello che gli riesce bene, ossia omaggiare e concludere una saga lunga 22 film...

      Elimina
  12. Visto ieri sera. Pure io non ho apprezzato il lavoro fatto su Thor. A parte la panza (tutto sommato una trovata divertente), nell'altro film sembrava quasi onnipotente con Stormbreaker, qui non riesce a tenere testa a Thanos nemmeno con Iron Man e Cap (che se la cava meglio di lui...). Troppo sminuito. Anche l'Hulk Professore è stato eccessivamente ridimensionato, sia come scienziato che come energumeno, sottolineando solo il lato ironico. Pure io trovo che Ragnarok abbia rovinato questi 2 personaggi, uno epico e l'altro tragico calcando troppo l'umorismo (e per me il fondo non è Lo zio del tuono, è Thor che piange quando gli tagliano i capelli). Peccato, e sì che alcune gag dei 2 personaggi nei vari film le ho apprezzate (tipo Thor che appende il martello o che mina l'autorità di Quill o Hulk che colpisce Thor a tradimento e dice "un Dio gracile" a Loki).
    A parte questo il film mi è piaciuto moltissimo, uno dei miei preferiti cel MCU. Con i viaggi nel tempo hanno recuperato quasi tutti, mancavano giusto Hopkins e vari personaggi spaziali. Bella l'idea della coscienza cibernetica condivisa. Con la battaglia finale si sono sbizzarriti senza farla durare troppo e spettacolare il confronto dei vari personaggi con Thanos.
    Commovente ma non sdolcinata la scena del funerale (ma uno per Natasha no?) e bello il passaggio di testimone di Cap. Forse avrei preferito Bucky, anche per continuare a vedere Falcon.
    Veramente una degna conclusione del ciclo.

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutta la banda dell'antro e un abbraccio a te, Doc! Butto giù le mie impressioni.
    Concordo più o meno su tutto, anche se forse assegno pesi differenti ai diversi aspetti del film.
    Partiamo coi "contro":
    -Ritmo a singhiozzo: è vero, sono come due film, ma personalmente non ho sentito quella scimmia crescere e battere i pugni sempre più forte come in Infinity War. Aspetti, aspetti...più volte sembra partire...poi all'imporvviso arriva la mega scazzottata finale e poco dopo ciao ciao finito. Come passa il tempo quando ci si mena! Certo però è che alcune scene epiche sono più "improvvise" che "attese".
    -Supercazzola come fosse antani sui viaggi nel tempo: prometto che mi leggerò bene la spiegazione del piano di recupero delle gemme appena qualcuno ne scriverà, ma onestamente ad un certo punto mi sono perso. "non è mica come Ritorno al Futuro, non puoi andare nel passato e cambiare le cose" ...oook però alla fine uccidono Thanos del passato, Nebula spara a Nebula, Loki fugge, Cap passa 70 anni con l'amore della sua vita...boh. Stabilisci una regola e rispettala, oppure, almeno, non tirare un pippone cosmico su come funzionano i viaggi nel tempo se neanche tu hai deciso nel dettaglio come funge. O forse ho solo bisogno di ripassare la quantistica, così, per fare conversazione.
    - Livelli di forza (o potere, che dir si voglia) aggiustati via via alla bisogna: lo so, siamo in un film di super tizi vestiti con costumini...però dai, un minimo di coerenza sui livelli di potere avrebbe creato più pathos. Captain Marvel dovrebbe ribaltare Thanos come un calzino, guanto o non guanto. Invece prende una pigna sul muso e non si rialza più. Bah. Cap in compenso regge un attacco di Thanos anche dopo aver perso il martello (ok, stava per avanzarci secco). E Thor? Martello+Ascia+Incazzato come un Dio del Fulmine, contro un Thanos senza guanto = no, niente, le prende anche lui. Eddai.
    - Captain Marvel: peccato, perchè è un personaggio fresco con un carisma stellare ancora tutto da esprimere, ma qui sembra davvero appiccicata con lo scotch. Leggendo sopra che non doveva comparire nel film...beh, si capisce come mai.
    - Thanos: tanto credibile, folle ed empatico nel primo film quanto piatto e coglione nel secondo. Non mi sembrava nemmeno più lui. Ineluttabile sta cippa.
    - Thor: vale tutto quanto detto sopra, Doc. Che scempio.

    Passiamo ai "PRO": (sarò breve)
    - Steve
    - Tony
    E, nel suo piccolo, Strange (con quel suo dito alzato e quello sguardo eloquente).
    Ebbene, senza di loro il film temo sarebbe stata (opinione personalissima) una vaccata clamorosa solo piena di fanservice. Beh, grazie a loro...è stato comunque un GRAN BEL FILM. Incredibile come due personaggi (e una fettina del terzo) abbiano tenuto insieme questo enorme circo galattico, facendosi perno delle scene più epiche, di quelle più drammatiche, creando quel senso di "unione familiare" così allargata e comunque così genuina.
    Come è giusto che sia, sono stati i protagonisti del film e cuore del MCU, fino alla fine.

    Ultima considerazione e chiudo il papiro: forse in lingua originale alcuni scambi di battute, alcune frasi ad effetto, sarebbero risultati un po'meno posticci e avrebbero caricato di più la scimmia. Che comunque è uscita dalla sala soddisfatta.
    Un po'inquieta, ma soddisfatta.

    RispondiElimina
  14. Boh a me il Thor versione drugo è piaciuto anche se non ho apprezzato lo stile di ragnarock.. Diciamo che ha perso un po' la bussola dopo gli eventi drammatici. Ovvio che quando è incazzato è un'altra cosa ma secondo me ha senso che se la siano giocata così. Per il resto ho apprezzato quasi tutto e lo rivedrei subito. A fare i pignoli ho trovato brutto il nuovo look di cap marvel e nella miriade di personaggi inseriti mi pare che quello più penalizzato sia stato groot

    RispondiElimina
  15. Personalmente, a me è piaciuto molto.
    Speravo che fosse spiegato meglio il modo in cui viaggiano nel tempo: quella del regno quantico era la teoria più in voga, ma nessuno sapeva come avrebbero fatto. Ecco, dopo aver visto il film, mi sto ancora chiedendo come hanno fatto.
    Secondo me è stato troppo sbrigativo, mi aspettavo piu tentativi, più errori... invece è bastata la solita intuizione di Tony, e taaaac, tutti nel passato!
    E il ritorno di Antman? Ci si chiedeva come sarebbe tornato... I tunnel temporali del regno quantico? (vedi scena post credit di Antman2)... e invece è bastato un topo che ha riattivato il tunnel dopo 5 anni di inattività.... mah.
    Infine Cap Marvel: la supereroina più forte, che spacca astronavi e chitauri come fossero burro.. si pensava fosse la soluzione a thanos, e invece serve solo a riportare Ironman sulla terra. Un Po una delusione.
    Secondo me hanno fatto un personaggio troppo forte, non poteva partecipare alla battaglia o il film sarebbe finito troppo presto. Quindi si è scelto di tenerla lontana dalla terra.

    Ma per il resto. Il film è stato perfetto!!

    Vi lascio con una mia teoria.
    Non ci credo che Vedova Nera sia morta. No no e poi no!
    "Un anima per un anima". Teschio rosso ci massacrato gli zebedei con questa frase.... quindi, perché non può valere il contrario?
    Cap ha rimesso la gemma dell'anima al suo posto, quindi è logico pensare che gli sia stata data un anima in cambio..... e, dato che ha scelto di non tornare nel futuro, potrebbe aver lasciato la sua cartuccia di particelle di pim a Vedova Nera. (Anche se comunque aveva già la sua, non essendo tornata)

    Aggiungiamo che il primo film del MCU4 sarà proprio quello sulle origini di Vedova Nera..... io ci metto la mano nel fuoco che nel finale o nella scena post credit, lei farà ritorno sulla terra post sconfitta di Thanos!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Marvel appartiene alla Disney. Per risolvere qualsiasi trama, BASTA E BASTERÀ SEMPRE UN TOPO! XD

      Elimina
    2. Ma allora non sono solo io il paranoico sul sorcio! XD Grazie Bright

      Elimina
  16. Io ho pianto. Cap con Mjiolnir, la moltitudine di alleati che si unisce a loro, lacrime di gioia. Poi però Tony riabbraccia Peter e già lì senti qualcosa che si smuove dentro. E niente, "ora puoi riposare" inizi a sentire il groppo . Però sei un uomo adulto, hai di fianco delle ragazze, hai una dignità. Ringrazio il buio del cinema perché alla ghirlanda con "la prova che Tony Stark ha un cuore" ho aperto i rubinetti e addio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sappi che non sei il solo... "Consolato" a 48 anni da mia figlia sedicenne! 😄

      Elimina
  17. grossomodo d'accordo, anche se ho gradito il Thor Lebowski (sarà che il Thor cinematografico mi è sempre sembrato una macchietta sin dagli esordi) mentre ho mal sopportato altre gag e l'Hulk ne carne ne pesce (la gag foto con antman mi ha fatto stare male)

    Spero vivamente in un ritorno della Vedova, perché il suo epilogo per me è stato davvero scialbo e poco sentito, cosa anche inevitabile visto che il piatto forte doveva essere (giustamente) un magistrale RDJ, che climax a parte mi è parso sempre l'attore più convincente di tutto il film (le parti nello spazio con nebula e il cazziatone a cap post rientro sono stati tra i punti che mi son piaciuti di più del film, paradossalmente)

    Sono altresì d'accordissimo sui rischi e le magagne che il viaggio del tempo mette in pista e quel senso di confusionaria lentezza in certi balzi, ma il risultato finale ripaga ampiamente quindi si perdona un po' tutto.

    Non mi trovi concorde invece sulla scena spot ostentata e forzata: è vero che il messaggio/pernacchia è sacrosanto, ma è vero anche che secondo me si rischia di ridicolizzarlo buttando lì una specie di spot livello Hunziker - Giulia Bongiorno, un calderone in cui infilare gente a caso perché "sei donna, buttati che è morbido" (5 secondi in cui c'era tutto ciò che NON è stato il bel film di Capitan Marvel, insomma)

    In tal senso invece, mi sento di fare gli applausoni per Nebula che per me è ufficialmente diventato uno dei personaggi più interessanti, convincenti, tosti ed emancipati di tutto il MCU, tanto che avrei un po' voluto vederla col guanto dell'infinito come da fumetto, ma parliamo di una storia radicalmente diversa quindi non poteva andare diversamente da com'è andata (io sacrificherei volentieri la serie Wanda + Visione e ne vorrei tantissimo una su Nebula)

    Concordo assolutamente sul Ronin factor, forse costretto dai tempi del cinema che lo ha fatto tornare nel team dei buoni senza macchia prima di subito, però grande interpretazione e tutto sommato bel momento di tamarreide nel Giappone Yakuza.

    PS: Dispiace anche che la Gamora della realtà che conoscevamo se ne è andata per sempre come una Rei Ayanami Mark I qualsiasi!

    RispondiElimina
  18. Considerazioni sparse:
    Quando Cap ha detto quella frase mi si è inumidita la pupilla
    Young Avengers in arrivo?Tra figli di vendicatori e un probabile nipote di Cap i numeri ci sono.
    Ma un futuro spin off Wolverine Ronin quanto sarebbe fighissimo?(Sperando in Burton senza capelli da streamer di Fortnite)
    Chi è il ragazzino in bicicletta che fissa Scott Lang appena tornato dal regno quantico?Un ragazzino a caso o qualcuno che potremmo rivedere in futuro?
    Dove la compro la statuetta di Cap con scudo e martello?Sono disposto a dare anche 2 reni

    RispondiElimina
  19. Io ho visto l'anteprima, e la notte poi non sono riuscito a dormire tranquillo, ho continuato a sognare finali diversi in cui Tony non muore o in cui ritorna, e Cap che pur rimanendo con la sua amata torna ugualmente, e altre varianti ancora.

    Mi è salita la depressione. L'avevo preannunciato ed è successo.

    Mi è piaciuto molto il film nonostante i 1000 registri diversi e non vedo l'ora che esca in dvd o br per rivederlo (e piangere) ma non so come approcciare i nuovi film perchè non saranno mai all'altezza di Infinity War/Endgame.

    RispondiElimina
  20. Hai detto tutto, Doc. La cosa del viaggio nel tempo come soluzione narrativa non l'ho proprio digerita, soprattutto quell'insistere, tra battutine e supercazzole quantiche, su "non è Ritorno al Futuro", che tradotto significa "non cominciate a scassare la uallera coi paradossi temporali, sennò non ne usciamo più".
    Uscite di scena prevedibili e in grande stile, Drugo Thor a parte. The thunder god abides? Direi di no. (Poi chissà che fine ha fatto Mjolnir, Cap l'avrà riportato al suo posto?).
    Personalmente avrei pronosticato il pensionamento del Tony neopadre e il sacrificio di Cap, ma per fortuna non ero io lo sceneggiatore.
    Fatti i conti, un minestrone ben bilanciato di emozioni ed epicità, con tutte le carte in regola per passare il testimone alla prossima generazione.

    RispondiElimina
  21. Io devo ancora abituarmi all'idea di un MCU senza Iron Man
    dei nuovi film mi interessano abbastanza Far from home e Strange 2
    il resto annunciato è piuttosto meh
    ma ho un grande interrogativo, vedremo mai una action figure Hot Toys di
    Thor Lebowski ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costerà il doppio, ma sarà inclusa una mini cuffia per insultare i giocatori di Fortnite.

      Elimina
  22. Soddisfatto anche io. La mia scena lacrimuccia però è stata quella di Scott che cerca e trova la figlia. Quando un attore dal registro comico, mette in scena un momento drammatico, e Paul Rudd è molto bravo in questo, rende il doppio secondo me. Quel momento davanti la porta, il non sapere cosa dirsi dopo 5 anni, il credersi morti... bellissima e semplice.
    Altra nota positiva, con la sala piena mi aspettavo, commenti in telecronaca, lucine di telefonini....invece il silenzio più assoluto, rotto solo quando serviva e l'applauso di scimmie urlanti e impazzite giustamente quando cap afferra il martello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Rudd regala più di qualche sorpresa.

      Elimina
    2. Il momenyo Fu Mattia Pascal in cui trova il suo nome sulle lapidi è favoloso.

      Elimina
  23. Per quanto mi pianga il cuore ammetterlo, sono stati furbi (leggi bravi, intelligenti, sagaci) anche nel trattare Thor come un povero stronzo. Come in Infinity War, un Thor adeguatamente motivato, con Stormbreaker e pure Mjolnir, a Thanos lo prende a calci nel culo per tutta la galassia, guanto o non guanto, perchè è un dio contro un parvenu del potere. E quindi devi dargli un handicap, altrimenti addio venti minuti epici finali.

    Certo, io che di Thor ho l'immagine di uno che si carica un dinosauro sulla schiena, lo alza di peso e lo getta nel fuoco per alimentare una pira funebre, disegnato poi da Walt Simonson, tutta 'sta cosa ho faticato a farmela calara, ma in fondo non credo ci fosse altro modo, se non mostrarlo pavido in battaglia, cosa che un dio vichingo non è. E quindi lo faccio sbruffone (come da tradizione), fuori posto e sfigatello (come nel secondo e terzo film), e dopo la furia dei primi dieci minuti, in cui giustamente è lui a tagliare la testa a Thanos senza manco sudare, gli tolgo motivazione e certezze, e lo rendo l'ombra di sè stesso, pronto a fargli ritrovare in battaglia la sua vera natura per qualche momento.

    Mi girano i coglioni, che per me Thor quando arriva in scena deve sterminare con un solo colpo metà dei nemici, ma onestamente non avrebbe fatto granchè bene avere un personaggio così (e infatti anche a Hulk, che darebbe grossomodo gli stessi problemi, gli hanno fatto il trattamento di reductio). E niente, ho messo in prospettiva anche questo, quindi immagina quanto mi sia piaciuto questo film

    RispondiElimina
  24. Dunque due brevi considerazioni: ho notato che è stata gestita bene la faccenda tutta italiana del "Occhio di falco e Rocket con lo stesso doppiatore", ma si sente che Rocket ha una voce un po' più sforzata. Sarà che l'ho visto di fila dopo Infinity War.

    E poi vorrei dire a tutti godiamoci questo momento di trollaggine da "Mi raccomando rimanete fino alla fine dei crediti ;)" prima che lo vedano tutti.

    RispondiElimina
  25. Io sono uscito confuso dalla sala. La scena gratuitamente forzata delle eroine, mi ha fatto cadere le palle per terra. Thor si era ripreso in Infinity war ed ora è Drugo. La scena della dipartita è stata davvero troppo lunga. La testata di Thanos contro boh, la zucca atomica super epica. Anche il trasporto del wakanda, bello bello. La questione del tempo è chiara a tutti o solo a me sembra un esercizio arbitrario di chissenefrega? Non lo so, infinity war mi è piaciuto tantissimo, questo no. Belle tante cose ma barocche troppe altre.

    RispondiElimina
  26. Io ho una domanda che mi assilla moltissimo.
    Cap torna indietro a rimettere le Gemme al loro posto.
    1) La Gemma del Potere su Xandar
    2) La Gemma del Tempo all'Antico
    3) La Gemma della Realtà al Collezionista

    Sono le altre tre Gemme che non capisco dove vadano.
    La Gemma dell'Anima torna a Vormir, cioè Cap la consegna a Teschio Rosso? WFT!
    La Gemma dello Spazio(aka Tesseract) dove finisce? Su Asgard? Age of Ultron è accaduta o no? Come fa a esistere Wanda Maximoff?
    La Gemma della Mente torna a Thanos? O dov'era prima che Thanos la desse, nello scettro a Loki? (E Cap come fa a saperlo?)

    Per cui il completamento del Viaggio dell'Eroe Tony Stank va benissimo, bellissimo abbiamo pianto, riso ci siamo fomentati. Ma questa mancata resa sullo schermo del destino delle Gemme dopo 11 anni, No, questo non va bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tesseract torna nel 1970 nelle mani dello s.h.i.e.l.d. lo scettro torna nelle mani degli agenti dell'hydra in incognito. Per la faccenda di Vormir e Teschio rosso... beh teoricamente è li che Cap deve riportare la gemma dell'anima, quindi...

      Elimina
    2. E quindi Natasha Romanoff dovrebbe tornare in vita (speriamo)

      Elimina
  27. Se potessi prendere Thor a martellate con Mjolnir e ad asciate con Stormbreaker lo farei. Ma d’altronde Chris Hemsworth lo aveva detto che per lui il Thor pre-Ragnarok non era nelle sue corde. Certo per uno che non sa recitare meglio interpretare sé stessi che fare lo sforzo di essere qualcun altro. Intanto la differenza con gli altri pesa tantissimo e lui verrà ricordato così: come il cialtrone che ha (quasi) rovinato la conclusione degli Avengers originali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calma, hai visto Hemsworth in Rush? Nel primo atto dello Star Trek di Abrams? In Biancaneve e il Cacciatore (la cosa migliore del film dopo Charlize)? È un attore di ottimo livello, e ha interpretato in maniera convincente anche personaggi affini al Thor che appare nelle prime incarnazioni del MCU. Il problema penso sia piuttosto quanto può interessare, alla lunga, un personaggio come il Thor dei fumetti al pubblico generalista dei cinema. Il rischio che finisca col diventare involontariamente comico s'è già occasionalmente concretizzato negli Avengers di Wedhon. Meglio allora virare sull'umorismo volontario, perlomeno finché non si trova una quadra.

      Elimina
    2. Hemsworth si era stufato di Thor pre-Ragnarok e l'ha detto in ogni salsa possibile e immaginabile. Waititi ha dichiarato che praticamente il Thor di Ragnarok è talmente simile al vero Chris, che quasi non ha recitato... Se avesse voluto, avrebbe potuto spingere sul dramma della depressione e della delusione e invece ha voluto ridicolizzare il suo personaggio interpretando una macchietta. Thor è stato ucciso dal suo attore e pace, ce ne faremo una ragione. Anche se dovesse riapparire in GotG3, non credo duri tutto il film, più probabile che lo liquidino nei primi minuti con una scusa scema o gli facciano fare un cameo.

      Elimina
  28. Non sono d'accordo, niente multiverso. La Swinton (lo stregone supremo ) lo spiega bene. Se si riportano le gemme al loro posto allora la linea temporale non diverge. Ecco il compito di Capitan America e perché del suo viaggio nel tempo. Ha rimesso le gemme al loro posto nel tempo l'istante dopo e non si è creata una linea temporale alternativa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lei lo spiega bene, ma loro lo eseguono malissimo (anche se va detto che vengono colti di sorpresa): attirano il Thanos del 2014 (quattro anni prima che usasse il Guanto in Wakanda) nel 2023 e alla fine lo uccidono con tutto il suo esercito. Di conseguenza, anche se rimetti le gemme a posto, Infinity War non può più avvenire, e se Cap ha riportato le gemme rimanendo nel passato non potrà, un giorno, essere al funerale di Tony che è conseguenza anche di Infinity War.
      Sarebbe bastato che Tony rispedisse Thanos e i suoi nel 2014 privi di memoria, invece che vaporizzarli. Il film in altre parti ha una scrittura eccezionale (usare film precedenti integrandoli nella trama non è facile, loro hanno fatto un piccolo miracolo), ma questo punto del titano morto in anticipo nel futuro è proprio bad writing, e non si scappa.

      Elimina
  29. Meno male che di questi polpettoni supereroistici - e dei supereroi in generale - non me n'è mai importato nulla, né in fumetto né in pellicola, perché scorrendo velocemente l'articolo ci sarebbe materiale per un mal di testa a martello, a volergli stare dietro :)
    Nulla di male, aspetterò un nuovo post in "Nuovo cinema guaglione" ;)

    RispondiElimina
  30. Io lo dico... Meglio infinity che endgame, sia per ritmo che per sceneggiatura (quando ci sono "furti" temporali in mezzo è facile che si possano creare casini, vedi Loki con il tesseract scappato via... Almeno che Cap non risolva tutto viaggiando nel tempo...cosa che non sembra ben chiarita) però come dice il Doc l'ultima mezz'ora è un piacere per gli occhi e per la mente ed andare avanti senza Tony Stark (e non scrivo Ironman apposto..) sarà dura... Peccato solo che captain marvel non sia stato sfruttato per bene visto che non mi sembra che fosse indispensabile per gli esiti dello scontro... Spero che abbia una rilevanza maggiore nel prossimo ciclo, che già attendo con ansia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, Infinity War era comunque pieno di buchi di trama.

      Elimina
  31. Ripensando a freddo una delle scene che ho gradito di più è stata il post battaglia di New York spiata da tony tornato indietro nel tempo. Dopo aver catturato Loki gli avenger si rilassano, chi beve un bicchiere chi si preoccupa d'altro... ho trovato la scena molto "reale" come un dietro le quinte... finita la battaglia si vede l'eroe che torna umano.

    RispondiElimina
  32. Io invece non ho capito una cosa: pensavo che all'inizio di Infinity War Thanos avesse ucciso TUTTI i sopravvissuti di Asgard e invece li ritrovo in Endgame. Mi sono perso qualcosa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la spiegazione più semplice sia che Thanos si sia limitato a eliminare il suo solito 50%

      Elimina
  33. Devo dividere il mio post in due parti che non riesco a sintetizzarlo più di quanto già fatto.
    Parte 1:
    Ciao Doc, ecco le mie opinioni.
    Scrivere che è perfetto mi sembra un po' esagerato visto che tu stesso hai sollevato alcuni problemi della trama, però riconosco che sia stato fatto bene, vista la mole di personaggi da mettere insieme e gli intrecci di storia. Ho trovato l'inizio del film molto d'impatto con HawkEye che si volta e non vede più la sua famiglia, l'ho trovato molto più struggente rispetto ai finali, come anche Ant-Man disperato che spera di non trovare il nome di sua figlia sulle lapidi, ed il loro successivo incontro, mi è piaciuto la parte di Tony Stark che parla con suo padre, come anche Cap che osserva dal vetro l'agente Carter senza però poter proferire nulla. Per quanto sia indubbiamente triste il sacrificio di Tony mi fece più effetto il finale dei Guardiani della Galassia 2, poi magari ero io esaurito dal caldo nella sala.
    Ecco quello che non mi convince che poi già altri antristi prima di me hanno scritto.
    Se all'inizio il Thor depresso potevo accettarlo, poco dopo non ne potevo già più, soprattutto con la ricomparsa dell'alieno di pietra e l'insetto. Grosso problema i viaggi nel tempo, quasi sempre quando vengono tirati in mezzo nelle storie, si rovina tutto, soprattutto perché spesso non mettono mai dei paletti/regole da seguire e fanno come gli pare incasinando per niente la trama, per l'appunto è inutile che fai il gradasso citando i vari film con viaggi del tempo dicendo che sono ridicoli quando alla fine fai la stessa cosa che criticavi in quei film, generando paradossi su paradossi. Nebula che uccide la se-stessa passata e non sparisce? Thanos ed i suoi polverizzati, ma tutto rimane immutato? Gamora del passato che rimane nel futuro ma lo schiocco di dita c'è stato ugualmente? Anche Cap che rimane nel passato con Carter, tecnicamente avrebbe cancellato dall'esistenza la nipote di Carter con cui lui stesso si era invaghito in Civil War (ed era stata proprio introdotta dai Russo).
    Quando Tony prende le gemme non ha alcuna ripercussione prima di schioccare le dita, quando invece Thanos e Hulk avevano dovuto sopportare l'energia attraverso il loro corpo. Il fatto che tutti i morti ritornino e per loro è come se nulla fosse successo mi ha lasciato un po' dubbioso, poteva essere interessante e spunto per future storie il fatto che sapessero di essere stati morti ed erano da qualche parte nell'aldilà causando qualche trauma psichico invece niente, peccato. Oltre in effetti il problema di chi è tornato ma sono passati 5 anni, dovrebbe creare un bel casino nei rapporti tra persone.
    Hulk intelligente non lo spiegano praticamente per nulla, se non che è venuto a patti, sì ok, ma in teoria non era già a patti nel primo Avengers (vedi la frase di Banner che dice "Io sono sempre arrabbiato e si trasformava a comando").

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi la frase intera, Phil.
      "E in questo, in quello che era e resta il suo obiettivo - essere il primo finale di un'epoca cinematografica, piaccia o meno - Avengers: Endgame è un film semplicemente perfetto".

      ;)

      Elimina
  34. Parte 2:
    Effettivamente qui Thanos è totalmente diverso, mentre nella prima parte si poteva "simpatizzare" o comunque "comprendere" le sue motivazioni qui ha cambiato totalmente registro rovinando il cattivo ben costruito che era stato fatto nel primo film. Avrei preferito che avvenisse una qualche forma di redenzione come avveniva nel fumetto visto quanto accaduto, magari togliendo i viaggi nel tempo e quindi non uccidendolo ad inizio film; e dato che non potevano mettere Adam Warlock mettere piuttosto Gamora che stando dentro la gemma dell'anima aveva visto la sua anima, dando così ancora più valore nella scena di Infinity War dove lui la vedeva bambina nella gemma. Unica cosa apprezzabile di Thanos è che accetta di morire e si mette comodo prima di dissolversi, benché preferivo sopravvivesse ma se non sbaglio Josh Brolin aveva intimato che non volesse usassero troppe volte il personaggio di Thanos.
    Tra l'altro se uno va da solo per la gemma dell'anima come fa a ottenerla se non può sacrificare nessuno se non se stesso/a? XD
    Benché Thanos ed il suo esercito fossero i cattivi Stark ha compiuto un omicido di massa che non mi pare sia una cosa molto positiva da trasmettere. Il female power ostentato apposta alla fine mi ha un po' infastidito, ma ci si può passare sopra, spero solo che questi estremi necessari portino in futuro ad un equilibrio dove non sia necessario queste continue enfatizzazioni sia in film con supereroi che in altre.
    Credo di aver scritto tutto e complimenti a chi ha avuto pazienza di leggere tutto, quindi ora scrivo altri cose che mi sono invece piaciute.
    Mi è piaciuto l'evoluzione di Nebula, come anche la sua gentilezza nei confronti di Stark mentre erano sulla navicella. I momenti emotivi erano fatti piuttosto bene, e personalmente spero che chi sia morto rimanga tale e non ritorni in vita come accade nei fumetti. La battaglia finale molto epica e godibile.
    Direi che questo è tutto, o per lo meno non riesco in questo momento a pensare ad altro che sia positivo o negativo, ora si vedrà cosa accadrà in futuro anche se credo che per un po' faranno solo film singoli sui vari eroi e i film gruppo "Avengers" per un po' verranno messi da parte permettendo di riprendere fiato, dopo questo lungo viaggio.

    RispondiElimina
  35. Ma nemmeno un commento sul povero Visione? A parte una frase buttata la dimenticato da tutti... Ps ma cap come ci arriva su Vormir Xandar ecc a riportare le gemme? Con Mjolnir? Pps basterebbe che tornasse su Vormir un secondo prima del sacrificio di vedova e restituisce la gemma e vuala', Vedova is back

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Astronave miniaturizzata anche per Cap?
      Salvare Vedova genererebbe un'ulteriore linea temporale e la faccenda è già abbastanza incasinata così.

      Elimina
  36. Ultimamente ho molta difficoltà a leggere i tuoi articoli per via di una certa arroganza e aggressività che sto notando. Mi riferisco alla vena polemica con cui dai del supremazista bianco a chi non ha apprezzato il passaggio di scudo a Falcon, come me, o del maschilista a chi non ha apprezzato cap marvel (due volte, qui e nella recensione del suddetto film), come me.
    E non sono nessuna di queste cose.
    Nel primo caso, per quanto Falcon Cap sia veramente figo nei fumetti, Sam è un personaggio tappezzeria nel MCU, e vederlo scavalcare Bucky è stato un po' fuori luogo. Poi se vuoi dargli merito solo perché è nero qua mi sa che il razzismo funziona al contrario, visto che qua sei il primo a mettere in evidenza il colore della pelle, quando molti di noi pensano ai personaggi.
    Per quanto riguarda Capitan Marvel, è semplicemente un personaggio scritto una chiavica, e la scena al femminile da te citata poco fa se non aumentare il pensiero dei maschilisti che quello delle donne è un piccolo club a parte.
    Ti consiglio di smussare le punte di queste tue lance, perché rischi di assomigliare alle aggressive teste di bip che tanto critici.
    Detto questo, bell'articolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che, molto semplicemente, le critiche sono rivolte non a chi non ha apprezzato il passaggio di consegne per il personaggio in sé, ma solo per il colore della pelle. Perché c'è chi sicuramente dirà "un capitan America nero non si è mai visto". Stesso discorso per Capitan Marvel. Se non ti piace il film è un conto, se non ti piace perché, come ho letto altrove "ecco, ora nel 2019 hanno dovuto inventarsi una supereroina donna per farle contente" allora il discorso cambia. Doc non critica chi non la pensa come lui, critica le troppe scimmie che vagano su internet inneggiando al suprematismo bianco (e maschile) nascondendosi dietro il "ma non sono razzista, ho anche amici neri e gay".

      E per inciso, Sam nuovo Cap non piace neanche a me

      Elimina
    2. Il tuo commento, chiunque tu sia, mi ha fatto sorridere, per una ragione molto semplice.

      Se me la prendo con i suprematisti bianchi e i maschilisti coglioni, come ogni persona dotata di un cervello, me la prendo con i suprematisti bianchi e i maschilisti coglioni. Punto. Non con chi non gradisce una scelta narrativa o un personaggio, ma con chi lo disprezza per queste ragioni. È talmente lapalissiano che mi sembra offensivo per l'intelligenza di entrambi doverlo spiegare.

      Se non appartieni alle due due categorie di cui sopra, non vedo dove sia il problema. In caso contrario, lo vedo eccome, e sarebbe un problema tutto tuo. E pure bello grosso.
      Dai ché è semplice.


      Elimina
    3. Ovviamente la mia era una risposta all'amico (?) che fingeva di non capire. Non al tuo commento, Operatore Folle.

      Elimina
    4. Per aggressività intendo anche risposte come questa. Lasciando perdere l'insinuazione ai miei valori morali, io non leggo e credo non leggerò mai ondate di gente che schifa Falcon per il colore della pelle, mentre leggo ovunque queste mani avanti. E, ripeto, ha un ché di polemico e guerrafondaio. Mi piacerebbe ci dessimo tutti una calmata, anche qui e ora, perché sono comunque un tuo ammiratore, l'anonimato sul blog è solo per immediatezza, ma più volte abbiamo avuto squisitissime conversazioni, eppure è già capitato un paio di volte che rispondessi a un mio parere discordante con molta aggressività.
      In questo particolare caso la premessa del mio discorso è proprio che, secondo me, dovresti sparare al nemico solo quando ne vedi uno, e non come manovra cautelare.
      Poi per quanto riguarda i miei brutti pensieri nei confronti dello scudo a Falcon e della Brie, possiamo parlarne come e quando vuoi senza sottotesti intolleranti, mi farebbe solo sincero piacere.

      Elimina
    5. Io non ho insinuato niente, ho dato una semplice risposta a un commento di chi mi ha dato della testa di cazzo, che tu te ne renda conto o meno. Ti ho spiegato altrettanto semplicemente che non dovevi sentirti chiamato in causa se non lo eri.

      Tutto il resto è un film che ti sei fatto e continui a farti te. Aggressività (ma per piacere) e tutto.

      Evita di insultare la gente e vedrai che, magicamente, ne verranno fuori tutte le conversazioni piacevoli del mondo.

      Stammi bene.

      Elimina
    6. In verità dire che se parti con la guerra rischi di sembrare come le teste di cazzo sul web è tanto diverso dal darti della testa di cazzo quanto dire sad un tuo amico "non fare il cretino" lo è dal "sei un cretino".
      Se ti sei sentito offeso ti chiedo scusa, io sentito in causa non mi sono sentito, ma ho voluto comunque dire la mia su una faccenda. Si parla troppo di neri e di donne, e poco di personaggi.
      Spero di poter chiudere con una stretta di mano virtuale, onestamente questa discussione doveva essere tutto meno che una guerra, nonostante sia partita da una mia ramanzina.

      Elimina
    7. dare della testa di c...o e' un po' azzardato, diciamo che aver visto una attinenza con la scena in questione e l'ideologia del suprematismo bianco, e' un bel po' strano, quasi nella sfera del delirante, direi...

      Elimina
    8. Detto da chi scrive così è un supercomplimentonissimo. Grazie!

      Elimina
  37. Suprematisti bianchi e altri pezzenti a parte avrei trovato più sensato passare lo scudo a Bucky, anzi, tutta la scena finale trovo sia un po' strana. Insomma è dal primo Cap che ce la menano con il suo rapporto con Bucky, in Civil War si è giocato tutto per il suo migliore amico e poi... è Sam ad andare dal vecchietto e a prendere lo scudo? Nei film chiaramante sono amici ma il loro legame non ha lo stesso valore che ha nei fumetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serie Disney+ su Falcon e Bucky: vedremo lì, come detto, come continua tutta la faccenda.

      Elimina
  38. Ho pianto. A quasi 40 anni. Per Iron Man. Sipario.

    RispondiElimina
  39. Sono molto dispiaciuto per Tony Stark, ma sono sicuro che Iron man ritornerà.
    E poi spero che Vedova Nera sia viva.

    RispondiElimina
  40. Ma come ha fatto Nebula ha portare nel presente l'astronave di Thanos con tutto l'esercito ecc ecc? Per viaggiare nel tempo non servivano le "cartucce" di particelle Pym?

    RispondiElimina
  41. Fresco fresco di visione (che quello con la V maiuscola lo hanno fatto vedere solo nella veste dello chaffeur Jarvis). Un film fatto per divertire, esaltare e piangere (tanto piangere). Ho cercato di vivere nell'ignoranza che Jon Snow in confronto a me era Piero Angela, ma molte cose venivano telefonate fortemente, ma vabbè chissene, dopo un anno di teorie e hype era ovvio che qualcuno ci azzeccasse. Un plauso ai fratelli Russo per averci fatto entrare tutto e tutti e non era facile per niente. Un film corale che ti fa venire la voglia di rivederlo più volte. Quando Thanos viene ucciso "la prima volta" mi sono detto "Ok film finito andiamo a casa". E' stato bello vedere una volta tanto, gli eroi fare un piano sufficientemente sensato per recuperare le gemme nel passato, anche se le cose vanno a poottane per la doppia Nebula.
    Le infinite gag del primo tempo e i vari passaggi di ambientazione alla GoT non mi sono pesati troppo e comunque sono state ampiamente compensate dall'epicità della battaglia del secondo tempo (passato praticamente a fangirlare sulla poltrona).
    Ho apprezzato tantissimo il momento girlpower. Chissà cosa gli sarà costato in accordi con la produzione. Di solito queste prese di posizione non piacciono molto a chi gestisce il grano.
    Lacrime al suono delle martellate finali post credit.

    Cose che mi hanno fatto fare meh:
    Non sono ancora riuscito a trovare l'Easter egg ad Arrested Development
    Grandi assenti: Hopkins, Mc Adams, e Freeman anche se, per questi ultimi due, i riferimenti ai due Sherlock avrebbero fatto implodere l'Universo.
    Thunderdude: anche se ho anticipato di un secondo la battuta di RDJ su Lebowsky e che Hemsworth mi sta antipatico, vedere il maledettissimo Dio del Tuono ridotto in quello stato mi ha schifato fortissimo.
    Antman si prende un missile in faccia, una base implode e casca per decine di metri e tutti sopravvivono. A quel punto ero convinto che fossero quasi tutti morti e che resettassero la situazione. Renner per la terza volta fa la parte di quello che non ha più un osso sano in corpo e dopo 20 secondi fa i 1000 metri ad ostacoli.
    Ma Cap non dovrebbe non esistere più in quella linea temporale?
    L'Universo MCU salvo grazie ad un topo (e qui ci vedo un certo parallelismo con la realtà ma forse sono paranoico io, forse).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo, ma alla riunione dei "sopravvissuti anonimi" di Cap, c'era anche Foggy Nelson?

      Elimina
    2. Sembrava anche a me, ma non purtroppo non era Elden Henson :(

      Elimina
  42. Comunque il film ha parlato dritto al mio cuore, se non altro per l'arch del Capitano, ed è per questo, solo per questo, che farò finta di non aver visto Spider-Man pronunciare la frase "attivare uccisione istantanea".

    RispondiElimina
  43. Non vedremo piu' Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark?
    Si vedra', si vedra'. Appunto.
    Esistono mille modi per recuperare un personaggio. Lo abbiamo visto negli ultimi Star Wars. Ormai possono TUTTO. Sempre per l'appunto.
    Senza contare che alla Marvel sono maestri, in quest'arte. Nel riportare in scena un personaggio defunto in maniera totalmente plausibile.
    Penso anch'io che potrebbero tramutare il buon Tony in un AI che guidi le armature, ma...teniamo anche conto, visto che si parlava anche di Stallone (a proposito, quando ci infilano anche Schwarzie? E Bruce Willis?)...
    Sly sono vent'anni che va avanti a dire che ogni Rocky e' l'ultimo. Ma per Roberto Downey Stark rappresenta una parte di se' stesso. Un alter ego. Il suo miglior amico immaginario, mi sa. Proprio come Rocky con Stallone.
    Puo' davvero rinunciarci?
    Vedrete che ci ripensa.
    Dopotutto...nessuno muore per sempre, li'. Il punto non e' vedere chi sostituira' Stark.
    Il punto sara' vedere come ce lo re - infilano!

    RispondiElimina
  44. Visto questo pomeriggio con mia figlia di 16 anni.
    Avvio che mi ha lasciato un po' perplesso ma una epicità incredibile nella seconda parte. Difficile per me accettare un Thor così... Peccato. Per fortuna ha, un po', recuperato nella battaglia finale.
    Lacrime abbondanti in più parti e chissene: i miei ricordi di quando avevo 8 anni sono tutti con un fumetto della corno in mano e sogni vividi ad occhi aperti di supereroi. Troppo emozionante vederli tutti lì, forse per l'ultima volta tutti insieme in questa versione che ha accompagnato undici anni della mia vita, e di mia figlia.
    Come comparivano gli attori nei titoli di coda avrei voluto solo poter dire grazie a ciascuno di loro che hanno dato un corpo ai miei sogni di bambino.
    È grazie al Doc per avermi dato la possibilità di condividere con voi queste emozioni.

    RispondiElimina
  45. "Sarà che, si diceva giusto qualche giorno fa, le storie sui viaggi nel tempo non sono semplici, e citare in un film sui viaggi nel tempo una mezza dozzina di film sui viaggi nel tempo non solo non aiuta, ma ti prende a calci nelle palle la sospensione dell’incredulità.
    Sarà che vedere Tilda Swinton che spiega a Bruce Banner le cose con una lavagna magica non è esattamente il massimo della vita. "

    In parte vero, se non fosse che leggo in giro un sacco di gente che non ci ha capito una minchia e vede buchi ovunque, quando non ce ne sono. Io l'ho letta come un:"abbiamo visto tanti film sui paradossi temporali anche noi eh, sappiamo come funziona, questa è la nostra versione". Da fan dei film sui viaggi nel tempo, ho apprezzato molto.
    E sì, tutto fila. L'unica cosa che non ho capito bene, invece, è come faccia Nebula a portare Thanos, Gamora e navicella in quella linea temporale. Ma sono convinto di essermi fatto sfuggire la spiegazione io (perchè Nebula fa qualche strana manovra alla macchina di Tony), non do la colpa ai Russo.

    Per il resto sì, ora e mezza finale, solo lacrime. Tante lacrime.

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche nei fumetti lo fa
      https://docmanhattan.blogspot.com/2017/11/superman-hulk-e-altri-30-tizi-che-hanno-usato-il-martello-di-Thor.html

      Elimina
    2. Il martello, come si scopre nell'arco narrativo di Jane Foster, è senziente. Ed è lui che decide chi è degno di sollevarlo.

      Elimina
  47. Nessuno commenta il cameo di Stan??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma meno male, farne uno più scemo di così nemmeno a impegnarsi.

      Elimina
    2. E' l'ultimo cameo di Stan, un po' di rispetto please

      Elimina
  48. Sul martello: è esso / lui (il lore su Mjolnir si è complicato negli anni) che sceglie se sei "degno". Ed è già capitato, come rilevava Somacruz, che gente come Cap o Superman (in un crossover con la DC) fossero in grado di sollevarlo, almeno temporaneamente.

    Senza contare i vari supplenti che hanno rimpiazzato Odinson di quando in quando.

    Sulla questione dei paradossi e dei viaggi nel tempo, rispondo solo con un nome noto a chi frequenta i Vendicatori cartacei: Kang. Che non si contenta solo di spadroneggiare andando su e giù per il continuum, ma contribuisce a renderlo un bel frullato di anomalie apparendo anche in versioni distinte e non di rado contrapposte. Simultaneamente.

    Direi che rispetto a una qualsivoglia trama "media" con il suddetto di mezzo i Russo abbiano non solo lavorato alla grande, ma siano anche risultati largamente più coerenti e comprensibili.

    RispondiElimina
  49. Appena visto avengers endgame...davvero un gran film e concordo in pieno su tutta la linea con te doc!...battaglia finale pazzesca...forse anche meglio di quella di infinity war...mi è piaciuto molto anche come hanno fatto collaborare i vari eroi nello scontro...ad esempio l'uomo ragno che si aggancia al martello e la sua tuta con le zampe l'ho trovata strepitosa a mio parere...l'unica nota stonata e concordo con te doc anche su questo è il thor panzone e diciamolo...un po' minchione del film in generale...avrei preferito un accenno alla malinconia post sconfitta senza panza o anche con ma per poi tornare in forma...un po' come avvenuto per iron man all'inizio un po' cast away e dopo ripreso alla grande, invece thor è rimasto in quello stato per tutto il film e non mi è piaciuto gran che...infine spettacolo per il martello impugnato...finalmente...anche da cap...un po' deluso dalla stormbraker che nei fumetti spazza via tutto e anche di piu...poco onore al dio del tuono dal mio punto di vista...più in versione motociclista espulso dalla brigata di cui fa parte piuttosto che eroe vero...infine hulk deve spaccare!...va bene scenziato ma deve spaccare!...avrei gradito un bel gancio ben assestato sul muso di thanos...niente pazienza...tutto sommato però gran bel finale!

    RispondiElimina
  50. Ma non facevano prima a lasciare Thanos da solo con Wanda/Scarlet? Tipo era una pippa nei film precedenti, qui sta per farlo fuori in 4 secondi...

    Thor sminchiato completamente, Hulk/Banner un po' anonimo, l'uomo ragno che dice "attivazione uccisione qualcosa" (lasciamo sta)... Insomma le cagate qui e la ce ne sono, e fanno storcere il naso (non poco), ma in conclusione è una buona fine.

    Così buona che forse qualcuno potrebbe pensare di farla finita di vedere film sui supereroi Marvel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Spiderman Homecoming l'hai visto? Mi sa di no, se no capiresti perchè Peter Parker dice così.

      Elimina
  51. Ho visto ieri sera Endgame e (con sincero ritardo) proverò qui a dire la mia.
    Qundue, se avessi dovuto fare una recensione sul film (ovvero: se fossi in grado di scrivere la recensione di un film) l'avrei fatta esattamente come questa dell'antro, e avrei scritto esattamente le stesse identiche cose del Doc. Ma proprio tutte uguali, tranne che per una cosa.
    Le parti che non mi hanno convinto (ma tipo per nulla) del film, sono riuscite a farmelo in parte dispiacere al di là del giudizio tecnico. Giudizio tecnico su cui credo molti di noi saranno d'accordo.

    Spiegandomi:
    Nell'incipit fino alla decapitazione di Thanos e nello scontro finale (diciamo dall'astronave di Thanos in poi...) ho avuto sinceri brividi di emozione. Sul serio. Non solo per il concretizzarsi di anni di letture entusiaste e il vedere così tante comparse sul maxischermo di personaggi amati, ma in generale per il momento della riscossa, da sempre uno dei miei preferiti, dove gli eroi "uniti" fanno la rivalsa in un attacco congiunto contro il nemico. Semplicemente fantastico, vi giuro che l'ho vissuto con partecipazione ed emozione. Ma fuori da questa parte del film c'è il resto. Che proprio sentimentalmente non ho gradito. Affatto.

    Ora, che alla Marvel, battutine e scene sopra le righe ci siano è normale, ma non solo nei film. Le hanno sempre fatte dalla nascita, dalle prime storie degli Avengers. L'Uomo ragno non stava mai zitto, Deadpool ci ha costruito una carriera e se prendi anche un mister sconosciuto tipo Nova, anche lui spara cazzate sin dagli esordi. Ma qui siamo proprio alla disfunzione del film. Un concept che inizia con un dramma gigantesco e finisce con uno scontro così epico non può (secondo me) reggersi su una colonna vertebrale di stupidaggini e scenette slapstick, che di fatto formano la vera trama del film. Se tu hai un scena finale con un dio del tuono che fa le scemate pure lì, me la sputtani. Ma anche se non faceva lo scemo lì, c'era comunque la presenza del grande Thorosky da farsi perdonare.
    Thor è uno dei miei personaggi preferiti Marvel e su questo film aveva tutte le carte in regola per fare il bassista carismatico del gruppo (cioè di fare quello che fa Momoa sul film della League) e invece sminchia qualsiasi scena in cui compare. E' come se tu fai un film serio e drammatico su gli eroi con in mezzo Massimo Boldi che dice sempre "Cipollino". Cioè hai un film fantastico con dentro "Cipollino". C'è qualcosa che non va.

    Nulla da dire invece sulle "Lady Liberators" e Cap Marvel. Arrivata proprio nel momento giusto e fa quello che deve fare. Ho sempre apprezzato le donne guerriere e in spandex (che poi mi arrapano) e vederle combattere mi ha esaltato facendomi superare anche il grosso "tarlo™" di Brunilde, che comunque in questo film è figa (non come Thor).

    Concludendo, se il film fosse stato costituito dall'inizio; da un pezzo corto per recuperare le gemme e il finale, per me sarebbe stato ottimo. Con un Thor normodotato sarebbe stato fantastico. Invece...

    Lo boccio quindi? No, non lo boccio. E' un film che alla fine fa quello che deve, chiude un ciclo di storie in quella che considero la migliore operazione cinematografica sui supereroi mai fatta. Ma ribadisco che certe scelte stilistiche quasi mi spiazzano (oserei dire offendono, ma poi sembrerebbe eccessivo) non tanto come fan Marvel, ma come spettatore in generale.
    Wow che prolisso che sono ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le battutine sceme per tutto il film e' giusto e logico ci siano, visto che non stiamo parlando della corazzata potemkin ma di un cine-fumetto, ovvero un prodotto che deve essere strutturato per far innamorare i bambini e ragazzini ai personaggi al fine di a) portarli nuovamente al cinema al prossimo marvel movie b) vendere il merchandising: giocattoli, action figures etc..) e questo lo ottieni facendo dei personaggi pazzeschi invincibili ma anche simpatici con la forma mentis , appunto, di un ragazzino spara-scemenze. Tutto giusto come deve essere. Se tu rimani basito perche' da uomo adulto sei andato a vedere un fumetto cinematografico aspettandoti un drammone epico con personaggi contriti e dal pensiero profondo be' forse sei un po' (tanto) fuori dal mondo...

      Elimina
    2. Scusa TonyStank, di che parli? Ho semplicemente detto la mia sul film precisando che (mi pareva di esser stato chiaro) a me lascia basito un film che basa la sua trama principale su una roba che mi è sembrata tipo Tom e Jerry dove un gruppo di supereroi va in dietro nel tempo per prendere 6 sassi e ci riescono male perchè si comportano da beoti (tranne la vedova nera) quando si partiva da un presupposto molto drammatico e avendo poi un finale così epico. Dove per male intendo tipo il modo in cui Hulk prende la gemma del tempo. Se prendi per esempio Infinity War, il capitolo prima, tutta la faccenda è stata trattata in maniera migliore (Thor su tutto) senza rinunciare comunque alle battute.

      Ma la questione è un'altra.:
      in questo post si chiede di dare un'opinione sul film visto (Doc correggimi se sbaglio) e io a caldo ho descritto le mie sensazioni. Sicuramente non pretendo che la Marvel (Disney) mi faccia un film su misura, ma sono certamente libero di dire la mia, da spettatore pagante, su come ho trovato quest'ultimo capitolo. Sono fuori dal mondo per questo?

      Elimina
  52. Connor MacLeod26 aprile 2019 09:41

    Solo io sono riuscito a mandare giù le lacrime alla morte di Vedova (più o meno, la replica della scena di Gamora che già mi aveva distrutto in IW non è stata semplice da gestire), alla morte di Stark, al ballo di Cap ma che alla fine hanno rotto le dighe alla scena mid-credits con gli attori che firmano sullo schermo congedandosi dopo tutti questi anni, con la musica epica a tutto volume e le scene dei vecchi film? Li non ho più potuto fare niente, come metà cinema

    RispondiElimina
  53. Ho visto il film in anteprima in maratona con Infinity War. Ho letto poi i due post del Doc.

    Mi trovo sostanzialmente d'accordo, ovvero emotivamente il film è da 5/5, poi visto agganciato al primo rende davvero tanto.
    Però diciamocelo, a livello di film in se , insomma , secondo me siamo un po stiracchiati.

    Premesso che un finale meraviglioso - secondo me - che mi è venuto in mente subito dopo sarebbe stato che Thanos riuscisse di nuovo a schioccare le dita, ma a sparire sarebbero dovuti essere lui stesso e tutti gli altri che si erano salvati la prima volta (tipo Iron e Cap) . Sarebbe stato meraviglioso secondo , epico e drammatico nella sua ineluttabilità. Una cosa simile la fantasticavo anche nel Batman dove le due navi dovevano esplodere, non nel "volemosi bene".
    Sarebbe molto cupo un finale dove gli eroi, anche cambiando il tempo, non riescono a cambiare il corso degli eventi.

    Detto questo, il film in se ha molte scelte discutibili

    -Da fan di Thor, provo profondo dispiacere nel vedere il personaggio letteralmente massacrato così. Non aggiungo altro, se no partono le bestemmie! :D

    -I viaggi nel tempo vanno studiati bene e devono avere regole ben precise. Per esempio, prendete la Fine dell'eternità di Asimov. Li , per quanto assurdo, il lettore non metterà mai in discussione l'autore, che rende fin da subito chiare le regole e crea un impianto razionale.
    E' vero che è un film di super eroi,ma nel momento in cui lo spettarore si fa troppe domande allora è indice che qualcosa non va.

    -Thanos. Qua è un pirla depotenziato che si ritrova contro tutti quelli del primo film più la "super imbalanced" Capitan Marvel. Già prima del grande combattimento mi domandavo come potesse anche solo sperare di vincere il Titano. Infatti c'è un crollo di epicità quando si nota che i pg principali sono depontenziati ,e di molto, per rendere pari lo scontro.

    Le altre cose sono state elencate da altri e non sto ad aggiungere ulteriori punti.

    Mi sono divertito, mi sono emozionato, ma si poteva e doveva osare molto di più.
    Senza Iron Man e Cap classici vedo un crollo verticale dell'appeal sinceramente in ottica futura. Il divario di bravura di questi due rispetto agli altri (eccetto Strange, ma si è visto poco) era veramente evidente durante tutto il film.

    RispondiElimina
  54. Solo io ho gioito a voce alta per il cameo di JIM freakin STARLIN?
    Porca miseria se era meritato.

    RispondiElimina
  55. Tutto molto bello tranne qualche "minuscolo" buco di trama.
    -Come fa Thanos a viaggiare nel tempo senza particelle Pym (l'unica boccetta la usa nebula), tra l'altro la navicella sarebbe dovuta arrivare dentro la "casa£ degli avengers, no in aria.
    -Come fa il guanto di Tony a funzionare se doveva essere un artefatto magico forgiato dal cuore di una stella morente (motivo per cui ha sterminato tutti i nani meno che uno?)
    -Capitan america o è tornato in qualche modo al tempo nostro, o non si capisce come faccia andando in un altro universo a riapparire nel nostro (dato che da lui Thanos non ha fatto niente) e anche se Thanos fosse esistito sarebbe comunque un altro universo.

    RispondiElimina
  56. Il film mi è piaciuto più di Infinity War (dove mi sono addormentato per almeno 20 minuti). Bello l'inizio; verso la metà s'incarta un poco con tutte quelle "tiritere" sui viaggi temporali, che mi hanno un po' annoiato. Finale emozionante, più per la reazione del pubblico in sala che per ciò che si vede su schermo. Sicuramente un film da vedere al cinema: sforzo produttivo titanico, sarebbe stato quasi impossibile fare di meglio, date le premesse. Cari saluti.

    RispondiElimina
  57. Per il prossimo film un Female Assemble?

    RispondiElimina
  58. Francamente l'epilogo di Cap mi ha fatto cadere i maroni. Non solo è estremamente egoista ma uccide il suo personaggio. Mai cresciuto, mai veramente andato avanti (Capisco che questo fatto era sempre stato telefonato ma lo fa scadere come persona) senza parlare del fatto che in pratica si crea una roba strana...cioè, vi ricordate Sharon? Dimenticatissima da parte sua...
    E poi, o c'è un paradosso temporale e Cap è sempre stato il marito di Peggy o lui ha attivamente cancellato i figli di Peggy dalla timeline. E lui non aveva modo di saperlo comunque quindi l'intenzione era la stessa.

    Thor patetico. Capisco la depressione, la voglia di mostrare un re and un dio al suo punto più basso...ma non c'è un punto di risalita. Ti aspetti che si redima e che poi quindi guidi il suo popolo (Perchè quella era stata l'evoluzione in Ragnarok) e invece no, nessuna responsabilità e lascia tutto in mano a valchiria. Egoismo puro.

    Buchi di trama nella timeline e la mimmata del Girl Power. Perchè dai, va bene tutto ma in un momento topico non mi metti ste cazzate. Fai avere alle donne i loro momenti, quello che vuoi...ma così diventa cringe puro.


    RispondiElimina
  59. Non so. Funziona sia narrativamente che emotivamente. Ma Infinity War era molto ma molto meglio.
    Questo film è la chicca da fanboy definitiva, semplicemente non esiste nè ha senso senza il pregresso. E va benissimo, capiamoci. Però certi personaggi ne soffrono tanto (Capitan Marvel è utile per recuperare Tony e Nebula, per il resto inutile -vedi la videochat con la Vedova: "ho da fare per conto mio, cia'!"- o perfino dannosa nel finale in cui Thanos si smitraglia l'esercito senza uccidere UN SOLO EROE, roba che altri cinque minuti e finiva crivellato anche Thanos.
    Thor Lebowski a mani basse la cosa migliore del film, tantissimi (anche troppi) i momenti familiari (bello Tony e il padre, bello Thor con la mamma, ma a Cap che incontra Carter dopo uno si aspettava pure Banner che rivede il suo gattino Gianfuffolo...)
    Il momento che mi ha fatto sibilare il vaffanculo è stato quando Cap finalmente dice uniti, perché quella cosa dopo undici anni la devi dire URLANDO: AVENGERS UNITI, no "Avengers...uniti..." come se ti stesse quasi scocciando dirlo.
    Tony Downey Jr. (non vedo più la differenza, sono il solo?) perfetto in tutto, la battuta finale è stata straordinaria.
    Carter dagli anni 40 al 1970 non ha messo su ne rughe nè peso, mi sa che oltre a quello del Supersoldato hanno trovato anche il siero della Superfigaggine.
    Il momento Girl Power, che mi aspettavo, in quel momento, buttato completamente a caso durante la battaglia, mi ha perplesso molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ai, dimenticavo: Occhio di Falco che diventa il Punitore e ammazza cattivi a caso, a quel ritmo, per cinque anni, avrà fatto più vittime di Thanos con lo snap. Un personaggio completamente irricevibile che avrebbe avuto senso solo se giù dalla rupe ci fosse finito lui sacrificandosi in cambio della speranza di fare rivivere la propria famiglia. Così com'è non solo non ha senso (magari!) ma ne ha proprio uno negativo: ammazza gente a caso (purché siano KATTIVI, eh) e poi lieto fine più compiuto di tutti, manco Cap. Quella è davvero una cosa senza senso.

      Elimina
  60. Visto ieri.
    Devo dire che tutto sommato mi è piaciuto, un giusto mix di introspezione/adrenalina/dramma/commozione, giusto corollario ad una cavalcata durata ben 11 con all'attivo oltre 20 film. Non nutrivo aspettative altissime dato il mio mancato gradimento verso "Infinity War" ma devo dire che è stata un'esperienza positiva.
    Ho letto nei post sopra delle critiche ben argomentate che condivido in pieno, la "sospensione dell'incredulità" dello spettatore viene davvero messa a dura prova in questo film, troppe cose non tornano e nemmeno la semi-spiegazione dell'antico riesce a convincermi (riguarderò il film in inglese per carpirne meglio il passaggio)... fa nulla in fondo! Stiamo pur sempre parlando di un artefatto divino capace di storcere la realtà e lo spazio tempo tutto, va bene così alla fine (credo).

    RispondiElimina
  61. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  62. Aiutatemi ho bisogno di un paio di conferme:
    La scena in cui Ant-man è colipto dall' esplosione è una citazione alla saga in cui Scarlet ha l' esaurimento nervoso?
    E la scena in cui Cap giace a terra mezzo morto è sempre una citazione alla scena in cui viene ucciso dal Teschio Rosso in " Old Logan"?
    Ed un altra cosa che mi è venuta in mente 5 minuti fa:
    Il fatto che sia un topo a sbloccare la situazione può essere considerato un omaggio alla Disney? :p
    In ogni caso che figata di film...

    RispondiElimina
  63. Faccio solo un'ultima considerazione... Ho pianto, ho riso, mi sono esaltato come un bimbo a 51 anni suonati e questo vuol dire TUTTO. Ed ho iniziato ad avere i brividi sin dalla sigletta Marvel Studios.

    RispondiElimina
  64. ... E lo so, mi contraddicono subito, ma Thor, che spesso è stato visto come macchietta stupida, in questo film era una figura tragica. Una persona che aveva perso tutto ciò che aveva: casa famiglia amici, ha fallito come leader e come uomo, ed alla fine anche la vendetta non gli ha portato nulla. La pancia, il fare lo scemo, l'alcolismo ed il suo lassismo hanno solo una spiegazione: depressione e senso di inutilità, il senso di destino ineluttabile proprio della cultura vichinga che lo ha lasciato svuotato di qualunque speranza, energia, forza, condannando a trascinarsi in una esistenza fatta solo di ore da far passare, possibilmente nell'oblio e nella in consapevolezza data dall'alcol

    RispondiElimina
  65. Leggendo molti commenti vorrei citare mio padre, 57 anni, lettore di fumetti da sempre e che probabilmente vedrà questo mio commento.
    "Certa gente si merita 10 anni di soli film DC"

    RispondiElimina
  66. Visto ieri e decisamente mi ha lasciato una sensazione strana. Come quando finisci di leggere un fantasy da 15 libri (tipo la ruota del tempo). Lo senti che si è chiusa una parte della tua vita. Detto questo:
    1) completamente annichilito da cap col mijolnir (me lo aspettavo in age of ultron poi ci ho rinunciato) e invece eccolo lì (potrei aver urlato DAIIIIIII nel cinema)
    2) '' sembra il grande lebowsky'' 4 secondi prima che lo dicesse tony e pensavo che brandendo stormbreaker con ritrovato vigore tornasse il dio del tuono (nope)
    3) convintissimo che morisse cap finchè non ho visto morgan
    4) cap marvel mi è piaciuto tantissimo e sono rimasto molto deluso dal fatto che non le abbiano dato manco la soddisfazione di schioccare le dita
    5) il mio hulk preferito se l' erano giocato (malissimo) in pio e amedeo dello spazio quindi va beh. l' hulk professorone l' ho apprezzato tranne per il fatto che NON TIRA UN SINGOLO PUGNO DECENTE
    6) finale epico e girl power potentissimo da elogio
    7) ne ero certo che cap rimaneva nel passato(tira più un pelo di zia peggy che un pelo di agent carter)
    8) tutta la diatriba dei viaggi temporali va vista con la stessa forza d' animo con cui si è passato sopra al mandarino in iron man 3
    tirando le somme comunque un gran film degno della fine di un' era. lo rivedrò x alla n volte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2) Uguale (poi alla fine quando parla con Valchiria sugli scogli aspettavo solo che tirasse fuori l'urna con le ceneri da spargere controvento).

      Elimina
    2. Anche secondo me quello stacco di montaggio è fatto apposta per suggerire l'idea.
      -Funerale di Tony
      -Thor sulla scogliera
      Davvero ti aspetti di vederlo con l'urna in mano.

      Elimina
    3. Beh comunque oramai è fatta e ho la ragazza che non vede l' ora di vederselo nei guardiani della galassia (suo film preferito in assoluto). Non ho assolutamente idea di dove andranno a parare.
      Avevo anche dimenticato l' assurdo momento killer bimboragno. I bambini in sala erano impazziti (potrei aver gridato anche lì DAI AMMAZZALI TUTTI).

      Elimina
  67. Il film é epico. Si é giocato molto sui sentimenti e come conclusione ci sta, é la fine di un era. Gestire tutti i personaggi e celebrare 22 film non deve essere stato facile. I buchi verranno probabilmente spiegati nella fase 4 e non dimentichiamoci che Spider-Man:Far from Home sarà ambientato poco dopo gli eventi di Endgame. Detto questo devo dire la mia sul God of Thunder. Il povero Thor esce malissimo da questo film. Inizialmente mi ha fatto ridere il Thor ciccione e alcolizzato. Aveva anche un senso che dopo aver realizzato di non avere possibilità per rimediare allo schiocco (colpa sua per non aver mirato alla testa), aver perso famiglia, amici, Asgard e mezzo universo si sia ridotto così. Psicologicamente non deve essere facile. Thor nel mcu é sempre stato comico, qui hanno esagerato ma lo avrei accetto se gli avessero dato un po' di gloria nel finale. Invece no. Thor con Mjolnir e Stormbreaker un Thanos senza le gemme lo sbriciola. Potevano fare una scena come quella di Carol. Potevano fargli tagliare il braccio a Thanos quando indossa il guanto ma così non ci sarebbe stato quel momento fottutamente epico per Tony. Avrei preferito che si scambiasse con il Thor del passato come hanno fatto con Gamora. Ho già sentito dei rumors riguardo alla possibilità di un quarto stand alone su di lui. Se mai ci sarà, spero che non sia una cagata e che torni ad essere figo come in Infinity War. Onestamente (anche se andava un po' depotenziato) non capisco perché sminchiarlo così... In questo film Thor si meritava almeno una scena epica come l'arrivo in Wakanda.

    RispondiElimina
  68. be' due note postive del film sono che i due personaggi piu' irritanti del gruppo (stark e vedova) sono finalmente morti, davvero non se ne poteva proprio piu' degli atteggiamenti da migliori-pazzesconi-ti-piscio-intesta-dall'alto-e-ti-dico-che-piove di sti due. Ancora passi per Tony che ,pur non essendo in grado di tirare nemeno un buffetto senza la sua armatura (bella forza, Tonino) almeno le sue genialate le tirava fuori, ma vedova...con solo le sue due pistolette a cartucce scopiettanti di carnevale e quattro salti mortali con carpiato, dai, davvero mi aspettavo che gli altri avengers la perculassero per tutto il film, poi almeno gli autori le hanno fatto fare l'unica cosa per cui puoi servire quando sei una pippa in mezzo a cotanti migliori, scusate, eh!

    RispondiElimina
  69. Per me ha grossi buchi.
    Il primo è Cap che quando usa il martello di Thor invoca i fulmini.
    Ora questo nei fumetti sarebbe anche possibile ma nell'mcu, Odino ha detto chiaramente che il potere del fulmine sta dentro Thor non dentro il martello.
    (Sei il dio dei martelli?) e contro Hela lo vediamo bene. Ergo decidetevi o il potere sta nel martello o sta in Thor.
    Poi Loki. Loki fugge con il tesseract portando via lui e il tesseract dalla linea temporale, quindi tutti gli avvenimenti da Thor II in poi o non si sono verificati o sono andati diversamente, oppure si è creata una linea temporale divergente dove Thanos è ancora a caccia delle gemme...
    Capisco la mossa per non giocarsi Loki ma sta cosa non ha avuto senso..
    Poco chiaro come Nebula porti la flotta di Thanos dal passato alla battaglia finale e comunque assai "incasinata" la gestione temporale: se la flotta di Thanos arriva dal passato e perde, non ci sarà il Thanos visto in Infinity war e quindi viene meno la logica causa effetto.
    Il Doctor Strange e gli altri, possibile che Strange riesca a teletrasportare tutti da Titano fino alla Terra? (Diciamo di si ma anche questo un grandissimo wtf)
    Non annullare quanto fatto da Thanos ma riportare in vita metà popolazione dopo cinque anni gli sarà sembrato giusto ma è una follia.
    Basta pensare ai problemi socio economici che ne escono, comnunque su questo posso anche glissare.
    Detto questo c'è l'interpretazione di due personaggi ossia Thor e Hulk.
    Thor finalmente fa il dio del tuono in infinity war, qui invece lo ritroviamo macchietta di se stesso, grasso, beone e piagnone.
    Un grosso wtf.
    Hulk. Banner. Banner qui è un coglionazzo in realtà Banner è un viscido bastardo rancoroso. Hulk nei fumetti ha avuto corpo di Hulk e mente di Banner, basta vedere la saga del Panteon di Davis e Banner invece nel film è stato reso lo scemotto del villaggio.
    Barton che uccide senza remore? Difficile Almeno non il Barton di 616, però quello dell'universo Ultimate dopo che ha perso la famiglia un po' sclerato era, diciamo convincente al 50%.
    E poi infine, la scena che avrei voluto vedere non c'è stata, Cap quando riporta le gemme al loro posto nel tempo e nello spazio deve finire anche su Vormir mi sarebbe piaciuto vederlo faccia a faccia con il Teschio... grossa occasione sprecata, c'è chi dirà che il film è già lungo, si poteva tagliare la gag di Scott che diventa bambino o quella dove Thor fa il prepotente in videogioco...
    Poi c'è la Gag dello scambio tra Cap e Thor di martello ed Ascia. Per sollevare Storbreaker "l'arma del re" serve l'odin force, Thor ce l'ha. Cap no.
    Ergo...
    Per dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che qualsiasi cosa si sia detta \ fatta nei fumetti decisamente dopo iron man 3 debba essere chiaro che non conti nulla. Caratterizzazione dei personaggi che non rispecchia le loro scelte nei fumetti o discorsi simili appartengono al passato e sanno di vecchio come i primi film degli x men con wolverine \ jackman e i suoi capelli indiavolati. Io avrei tantissimo voluto il Mandarino, la vera Civil War con 400000 personaggi ecc ecc.. ma ce l' hanno sbattuto in faccia più e più volte che quella che noi fan dei fumetti cerchiamo è una utopia. Anche tutto il trip dei viaggi nel tempo si no no si come linee spirali dimensioni alternative... ce lo spiegheranno e ce lo faremo andare bene. Lo sappiamo tutti.

      Elimina
  70. Il megaparadosso è che se Tanos viene polverizzato nel suo passato automaticamente dovrebbe annullarsi tutto ciò che è derivato dal primo schiocco del guanto in Infinity War

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nope. si genera una realtà in cui Thanos non schiocca le dita, ma la realtà dei film rimane immutata

      Elimina
  71. Altro paradosso: Thor torna nel passato e ruba il martello al suo alter ego che quindi rimarrà senza???

    RispondiElimina
  72. Dico la mia, l'antico spiega che finché ci sono tutte le gemme nel medesimo istante la linea temporale è sempre unica e solo nei momenti in cui questo non avviene si possono creare universi alternativi quindi dall'istante in cui thanos distrugge le gemme(le famose 14.000.000 di alternative viste da Strange).
    La gemma del tempo infatti vede solamente alternative nel futuro e non può modificare il passato sennò a strange sarebbe bastato tornare nel passato e uccidere Thanos bambino.
    Una volta ricostruito nel futuro di nuovo il guanto dell'infinito e annullato l'effetto creato da Thanos si è annullato lo schiocco di Thanos nel passato e quindi tutti quelli che sono posizionati fuori dal loro tempo vengono riportati al loro tempo senza memoria di quello che è succesdo, solo quelli nel presente hanno memoria di quello che è successo. Mi azzardo addirittura a teorizzare che anche le gemme sono di nuovo nella realtà poiché non è mai avvenuta la loro distruzione da parte di Thanos e che quindi potrebbe di nuovo ricercare le gemme.
    Credo che in effetti Cap esista doppiamente nel presente fino al punto in cui torna a rimettere a posto la gemma nel '70. Credo che la vedova sia morta veramente o tuttalpiu viva se la gemma è tornata al suo posto ma questo sarà da verificare in film futuri e che l'unico veramente morto in maniera definitiva e Tony Stark.
    Concludo dicendo che se sono presenti tutte le gemme il continum spazio temporale si autopreserva e quindi ogni evento genera una reazione che lo bilancia...l'unico modo di cambiare il futuro è nel presente come se ci fosse un marcatore spaziotemporale.

    RispondiElimina
  73. Ma quanto è bello e spoileroso l'easter egg di Google? Cercando Thanos e cliccando sul guanto fai sparire metà dei risultati e con un secondo snap li fai tornare!

    RispondiElimina
  74. #teamDudeofthunderwithpanza
    #teamHulksimpa
    #teamWandachaduegrossissimimeritielavogliamovederedipiu
    ... ma sopratutto #teamZiuTonyseiilmeglioeRogerspuppaforte

    RispondiElimina
  75. Indipendentemente dai discorsi sulle linee temporali e sui paradossi questo film contiene una scemenza enorme di cui nessuno parla. Come e ' possibile che thanos nella battaglia finale faccia il mazzo a tutti gli avengers pur non avendo nemmeno una gemma? Solo per questo e per il trattamento riservato a Thor per me e' il peggior film marvel di sempre.

    RispondiElimina
  76. Finito di guardare giusto un'oretta fa al Citrigno (il Doc saprà dov'è), dopo due giorni e mezzo di pura agonia e sofferenza, cercando di evitare spoiler di ogni tipo. L'unico che mi sono fatto sfuggire era durante una live su Twitch, unico errore commesso, ma che non sapevo se considerare vero. E tutto questo fino a letteralmente 30 secondi prima dell'inizio del film, quando dei ragazzi si siedono vicino a me e ai miei 3 amici, dicendo ad alta voce "Iron Man muore", seguita poco dopo da un "Ragà non spoilerate". La stessa ragazza che ha poi riso rumorosamente nel silenzio tombale della scena della morte di Tony, e che se n'è andata subito dopo la scena appena citata, senza aspettare neanche il finale. Inoltre, una delle casse (guarda caso proprio quella di fianco alla mia fila) ha emesso un rumore statico fastidiosissimo durante tutta la durata del film. E nonostante tutto questo, mi sono goduto ogni istante del film, che reputo il più riuscito di tutta la prima grande saga del Marvel Cinematic Universe. Il momento migliore è indubbiamente l'arrivo di Black Panther, seguito da Spidey e da tutto il resto della cumpa. L'unica scena dove tutta la sala è esplosa in un grandissimo pop stile WWF di fine anni '90 quando entrava Stone Cold. L'unico lato negativo è stata la lentezza della parte centrale del film, che comunque è stata molto "enjoyable" (scusate ma non trovo un termine più adatto). Per il resto, solo applausi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo quello che è successo con la ragazza inutile e i suoi amici inutili è il cancro dei cinema moderni. ricordo ancora una demente che urlava ''ma non può morire superman non può che cazzo fanno sti imbecilli blablabla'' in batman vs superman e ha continuato così per tutta la scena del funerale.
      per endgame ho avuto solo una bambina (della stessa età di morgan ) che nella scena della morte di tony chiedeva col tono di una bimbetta triste " ma è morto?" "perchè è morto?" lacrime vere.

      Elimina
  77. Ciao a tutti... forse sono io che sono poco attento...ma al funerale di Tony Stark, accanto ad occhio di falco con i figli e la moglie, c'era un altro ragazzo (non quello che incontra Iron Man di cui avete già parlato), ma un altro, a cui Clint poggia una mano sulla spalla, mi pare avesse lineamenti asiatici. Sapete dirmi chi è?

    RispondiElimina
  78. Saluti a tutti,dopo anni di silenzio mi decido a intervenire! 😁Io ho questa mezza  idea sui viaggi nel tempo del film: secondo me i russo non sono stati così  incoerenti. Come già scritto qui da qualcuno,per loro il viaggio nel tempo è alla "dragon ball z":se uccido baby thanos questo non ha effetto sulla mia linea temporale perché per me è il "futuro" e quindi non può influenzare il mio passato(lo uccido dopo che il thanos adulto ha fatto un gran casino).Allora la linea temporale si divide e ne creo una in cui thanos non diventa mai adulto.In quest'ottica leggerei la dipartita della sua armata nel 2023: poiché il viaggio nel tempo di thanos in fin dei conti è conseguenza del suo snap nel 2018,la sua morte nel 2023 non può avere effetto sulla mia linea temporale perché per me è il futuro.Quindi si crea una nuova linea temporale in cui thanos nel 2014 compie un viaggio nel tempo e non fa più ritorno; l'armata thanos che muore nel 2023 è stata sottratta a un'altra linea temporale e nulla ha a che fare col thanos snapper del mio 2018.Questo spiegherebbe perché nebula può uccidere sé stessa senza problemi.
    Sul perché steve rogers vecchio sia presente nel nostro continuum non vedo allora problemi,fermo restando che gli eventi accaduti in passato non vengano modificati.Poi può darsi che per ora qualcosa mi sfugga,e comunque la mia è ovviamente "fisica da bar dello sport".

    RispondiElimina
  79. Appena visto al cinema parrocchiale con 5 euro (come fanno a starci dentro non lo so). Non potrei scrivere nulla di diverso da quel che ho letto finora ma, se Downey ha deciso di chiudere con Iron Man, spero allora voglia(no) dedicarsi al terzo Sherlock Holmes che sono OTTO anni che aspetto.

    RispondiElimina
  80. Visto ieri sera, insieme agli amici. Tutte e tre le sale dove lo hanno proiettato erano piene, cera fila alla ibglietteria (abbiamo prenotato), c'era fila ai popcorn, c'era fila ai parcheggi e pure ai bagni! :)
    CHe dire? Mi son divertito, tutto sommato la durata non ha pesato. Però, alla fine abbiamo avuto la sensazione che si ha dopo essere entrati in pasticceria e aver fatto strage di pasticcini e torte. Adeso, per un bel po', di film sui supereroi, siamo a posto così, sazi.
    Mi è piaciuto, nel complesso. Ho trovato convincenti più le scene di Scott Lang, che quelle dei supereroi 'seri' (Iron Man, Cap), che ormai, probabilmente, hanno detto tutto quello che potevano dire - almeno nel MCU (i fumetti sono probabilmente ancora meglio):
    I personaggi che più mi han colpito: Scott Lang, Rocket, Nebula, Capitan Marvel; Strange (due dei miei preferiti, che però trovo siano stati agiti proprio maldestramente, almeno in questo film).
    Sulle problematiche temporali non mi ci provo nemmeno, prendo quello che viene detto e spiegato, buchi e tutto: alla fine, drammaturgicamente, funziona.
    Infine, proprio perché - almeno a parer mio - è un film emotivamente superficiale e fan-oriented (la superbattagliona finale, con tutti-ma-proprio-tutti è una goduria, lo ammetto!), il Thor - Dude mi è piaciuto moltissimo! Io l'ho trovato molto più dio nodico delle saghe, che la sua versione super-eroistica ordinata ed efficiente (però, a ben guardare, ure quella, sotto sotto, 'nascondeva' la potenzialità barba+birra+panza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dispiace per gli errori di battitura, la tastiera mia non risponde sempre bene, o forse son veloce e disattento. scusate.

      Elimina
  81. Però io, alla fine, non ricordo cosa di facesse Tony Stark nello spazio. Era rimasto solo lui sul pianeta alieno?

    RispondiElimina
  82. Gente concordo su tutta la linea sui pregi del film (lentezza meditativa iniziale, pathos e azione finale) e i difetti (Thor beone cui la mamma dice di mangiare insalata).
    Però i viaggi nel tempo non mi convincono più dai tempi del prigioniero di Azkaban... Ovvero una soluzione troppo comoda che si presta a molteplici paradossi, soprattutto con le linee temporali multiple.
    Infine una considerazione sul genocidio: lungi dall'approvare o giustificare (anzi!) hanno ecceduto con le proporzioni, ovvero gli abitanti della Terra sembravano ridotti al 10% invece che al 50...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh era il 50% dell'universo. Mica hanno mai detto come era distribuito questo 50%.

      Elimina
  83. Ma nessuno trova che l'Hulk intelligente sia una cazzata immane? Parlo da non esperto dei fumetti in questione ovviamente, ma per me il fascino di Hulk sta proprio nella sua dualità brillante scienziato/energumeno incazzato e inarrestabile, togligliela e hai ammazzato il personaggio privandolo di ogni drammaticità, trasformandolo in un allegro cazzone verde. Il film ha certamente i suoi lati positivi, ma per me basta questo Hulk macchietta insieme a Thor con la panza a fare di questo Endgame uno dei peggiori Avengers di sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei fumetti, appunto, l'Hulk Professore a) è comparso nel '91, ventotto anni fa, e b) è stato protagonista di un ciclo di storie memorabili. La versione del film può piacere o meno, ma non è un'invenzione di Endgame o una trovata dei Russo o degli sceneggiatori :)

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy