Adrian Naaaaaaaaaa (il Riassuntone™ del primo episodio)

Adrian Adriano Celentano episodio 1 Riassuntone

L'indomani mattina, le ricostruzioni fatte dalle autorità erano poco chiare. Milioni di persone avevano visto qualcosa, la sera prima, convinti di farsici semplicemente due risate. Ma erano stati travolti da un tale, gigantesco totem eretto in onore del WTF, che il giorno dopo si erano svegliati in chiaro stato confusionale, con crampi allo stomaco per le troppe risate e contusioni provocate dalle valanghe di meme di ridere sui social. Doveva essere una serie evento, Adrian di Celentano, e lo è stata sin dalla prima puntata: un mirabile incrocio tra i disegnetti brutti sui muri delle sale del catechismo, le donnine zozze di Manara, Joan Lui e Bingo Bongo. Questo è quanto ricordi del primo episodio di Adrian. Cioè, oltre a #LACASETTA [...]


Non avevi seguito tutta la vicenda. Sapevi che Adrian era uscita a sberle da una gestazione lunga anni e anni, fatti di cause legali, scazzi con Sky, questo e quello, ma non sapevi che la serie animata avrebbe avuto tutto un prologo live da un teatro di Verona, una roba imbarazzantissima giusto per metterti nel mood giusto.

Un'ora di niente, di televisione talmente vecchia e fatta male che le comparse qui sopra non stanno facendo finta di bere vino e giocare a carte, no, si sono alcolizzati davvero dalla disperazione e uno nell'assicurarsi un settebello ha pure bestemmiato in diretta.


In questo clima mistico di attesa del messia, cioè sempre Celentano, che c'è, non c'è, ma chi cazzo se ne frega volete far partire questa minchia di serie animata, un Frassica scoglionatissimo dà vita a un numero talmente svogliato che al confronto le cagate del Bagaglino erano scritte da Andy Kaufman.


Alla fine, invocato da un Natalino Balasso il cui copione recitava Va' e fai lo stronzo per un paio di minuti, tanto non gliene frega una cippa a nessuno, il messia Celentano arriva, vestito come al solito come uno che è dovuto scappare in strada alle due di notte perché ha fatto il terremoto.


Il pubblico in sala è in delirio, parte l'Alleluja elettrico.


E niente, si sono fatte le dieci e un quarto, Adriano si beve un bicchiere d'acqua e se ne va. La notizia è che il signor Perluzzi, lì dietro, ha fatto pure primiera.


Questo meraviglioso logo da locale per alcolizzati anni 90 introduce finalmente la serie che tutti stanno aspettando da quando è arrivata la televisione in Italia nel '54.


I titoli di testa, su una carrellata di disegni di Milo Manara, spiegano una serie di cose, 


e cioè che le musiche sono di Piovani, che la storia, il soggetto, le sceneggiature, la bibbia letteraria e la Bibbia pure quella della messa sono di Celentano. E che tutto lo show è incentrato sul culo di una giovane Claudia Mori.


Con un misto di meravigliosi sfondi realizzati con lo Strumento Sfumatura di photoshop da alcuni volenterosi alunni delle medie e di animazioni in flash curate dal dopolavoro ferroviario di Luzzi (CS), il prologo racconta la storia dell'umanità, dall'età della pietra all'undici settembre,


ricorrendo al tema pochissimo abusato nell'epica celentaniana della schiavitù, della malvagità umana, dei buoni vs cattivi. In foto, un nativo americano interpretato da Gianmarco Tognazzi.


E se questi cavalli vi sembrano brutti, solo perché a quello bianco a destra hanno appena frantumato tutte le ossa degli arti inferiori, è solo perché non avete visto i cammelli alla fine dell'episodio. O li avete rimossi.


La storia si apre nella Milano del 2068, in cui la Via Gluck è ovviamente un piccolo borgo antico e felice in cui si vive come una volta e non sono arrivati i grattacieli presi da un videogioco budget per PS2. Questa sequenza, per risparmiare sul metraggio, viene ripetuta nell'episodio all'incirca sedici volte.


Nella Via Gluck vive Adrian, versione giovanile di Celentano vestito con un coprilume. Un orologiaio che aiuta la gente, santone e stregone locale amico di tutti,


doppiato dallo stesso Celentano. Il ritardo di almeno mezzo secondo nelle risposte di Adrian è ovviamente un omaggio alle pause del Molleggiato. Arrivati allo scambio con le giovani vecchine, uno dei tuoi testicoli si è ammutinato, ha impugnato un coltello e ha minacciato di farla finita.


Adrian ha una relazione con Gilda, una giovane Claudia Mori infoiatissima, che per giustificare la presenza a bordo di Manara e quindi il suo tasso minimo di culi all'aria, sarà caratterizzata come una p0rnodiva anni 90. Si parlava di una serie alla Blade Runner, e in effetti a Gilda sembra interessare solo il dick, ahahahah... ehr.

Abbiate pazienza, è stata una serata difficile, hai dovuto pure fare le foto al televisore come un fan di Non è la rai, dignità zero.


Dicevamo. Nella Milano da bere del futuro, le tecnoguardie a metà tra i nazi e i cattivi di Killzone arrivano a bersi ogni dissidente. Adrian viene atterrato e uno dei poliziotti gli dice di star zitto perché è in corso un'operazione a sorpresa, proprio mentre cala dall'alto sulla casa di ringhiera un elicottero che fa un casino pazzesco e ti sei detto Ma che diav... Poi il tuo testicolo ha detto Guarda che lo faccio! Lo faccio! e hai smesso di farti domande.


Il paladino della libertà Adrian vuole fare qualcosa, ma resta in silenzio. È che sta pensando a una risposta, ma la pausa dura troppo e quelli se ne sono già andati.


A capo di questa polizia del pensiero c'è un tizio che ripete ogni due secondi che i suoi due agenti migliori sono questi due idioti, e te figurati il resto. Il capopopolo Adrian, latore di un messaggio di pace e tolleranza, nuovo messia più figo di quello di prima non fosse altro perché canta meglio, è evidentemente un problema.

Che bello è di nuovo il 1985 di Joan Lui e tra poco andiamo ai mondiali in Messico e stavolta forse a quei francesi di merda li prendiamo a cavucincù.


Adrian torna a casa e, ancora sconvolto per l'accaduto, viene violentato da Gilda. Una serie di scene poco animate, realizzate direttamente con i disegni di Milo Manara,


mettono in luce tutta la sensualità tipica delle donne disegnate dal maestro altoatesino, ma i social non hanno modo di accorgersene,


perché tutti sono concentrati su questa faccia.


Il tuo telefono si riempie di meme alla velocità della luce. Ti tieni la pancia, squassato da una risata così forte che si sente fino a Catanzaro. Pensi al povero Milo, che ha sbagliato reference quando ha disegnato questo volto, ispirandosi al video sbagliato di Celentano. Non uno qualunque, IL VIDEO.


Più feroce la bestiaumanica, les mostruos. Applausi.


La carrellata numero 9 sulla Via Gluck ci porta al post coito. Adrian e Gilda vanno in bicicletta al concertone di capodanno,


in cui tutti sono in maglietta, anche perché i display dicono che ci sono 21 gradi. Minchia il riscaldamento globale.


L'artista idolatrato da tutti è un tizio che non ti ricordi come si chiama, Silver qualcosa, che in realtà si scopre essere la reincarnazione di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Stai per chiederti perché far cantare una canzone dei Negramaro a un tizio del futuro, ma la domanda avrebbe senso solo se qualcosa, qualunque cosa, qui un senso ce l'avesse. E non è questo il caso.


Fatto sta che anche il giovane Sangiorgi del futuro è infoiatissimo e vuole andare a trombarsi due groupie nel camerino e allora chiama uno a caso tra il pubblico per cantare al posto suo, e ovviamente è l'Orologiaio.


Celentano canta un suo brano, I want to know, in cui vorrebbe sapere perché i bambini nascono in case che sono come scatole di sardine eccetera eccetera e Bingo Bongo ancora nei nostri cuori.


A ricalcare i filmati, almeno questa animazione gli è venuta bene, pensi, 


ma mezzo secondo dopo vedi questo cadavere in preda al rigor mortis trascinato in spalla dalla folla, e allora non pensi più niente. Prendi solo altre due pasticche di imodium e ci bevi sopra tre peroni. Coraggio, ti ripeti, tra un po' finisce. Ma non è vero.

Quello che succede dopo non l'hai immortalato con il telefonino perché stavi male, ma all'incirca il concerto viene interrotto da degli strani fulmini e Gianni e Pinotto si lasciano scappare l'Orologiaio e il cantante rimane in mutande e finisce sputtanato perché si scopre che in realtà è un terrone pugliese pelato.

I fan della Dingo Pictures organizzano intanto una manifestazione su Internet e, in un sondaggio su Twitter, Adrian esce malissimo da un confronto con il cartone della Principessa Sissi.


La scena si sposta a Napoli, dove, per non cadere nei soliti luoghi comuni, svetta il grattacielo della Mafia International. La grande provocazione intellettuale sta nel non averla chiamata Camorra International, ma che cazzo ne sapete voi di arte.

Il leader della Mafia International è una specie di Nick Kamen col catenazzo da Gomorra che fa picchiare a sangue e uccidere un vecchio barbone perché è uguale a Mauro Corona e Mauro Corona sta sulle palle a tutti e ogni volta che lo senti parlare in TV di ritorno alla natura e questo e quello vorresti picchiarlo a sangue pure te.


E mentre i potenti organizzano la cattura dell'Orologiaio, quando bastava chiedere a Beruschi, Adrian e Gilda assistono in centro agli effetti di un potente filtro d'amore creato da Adrian per un giovane imbranato. Il mago Adriano riceve il mercoledì e il giovedì, si tolgono pure fatture, malocchi e affascino, no numeri del lotto.


E poi niente, ti sei distratto un attimo e sono partiti altri disegni di Manara con p0rno Gilda che si alcolizza per coprire una sequenza sui cammelli disegnata così male che questi tizi della "China Beijing New Century Wit" - che stando ai titoli di coda si sono occupati delle animazioni, prologo escluso - sono degli artisti della truffa che al confronto Lupin III muto in un angolo con le braccia conserte.

E mentre Gilda si rimette culo all'aria per obblighi contrattuali e partono delle scritte a video filosofiche riconducibili alla dottrina celentanea del volemose bene e si stava meglio quando si stava peggio, il tuo occhio, come quello di ogni spettatore, viene rapito da un'immagine dalla bellezza semplicemente indescrivibile.


No, non il culo di Gilda, quello che c'è accanto. 
Nasce, all'istante, il nuovo mito dell'Internet #LACASETTA.


Manara, milioni di euro, anni d'attesa, la serie evento. E il finale del primo episodio indugia per una decina di secondi su una casa disegnata da Mimmo Caligiuri, alunno di terza elementare che sarebbe anche bravo, se s'impegnasse. Ma non s'impegna.

Sui titoli di coda, ti sei chiesto cosa diavolo ti fosse passato davanti agli occhi. Non hai trovato una risposta. Ma più tardi, quando sei andato finalmente a dormire, hai chiuso gli occhi e hai provato a dimenticare. Ma non era possibile, il verde fluo di quell'alberello disegnato con Paint ti rimbalzava all'interno delle palpebre.

Hai fatto sogni agitati dei muri della saletta del catechismo dipinti dalla signora Cenzina che quando li guardavi t'immaginavi che il mondo del vangelo era un posto terribile colorato malissimo da pittori sfatti di LSD e tutto impostato su geometrie non euclidee. Trent'anni dopo, però, è arrivato Adrian, la serie evento, ché Canale 5 ha fatto comunque un botto di ascolti e a Piersilvio va benissimo così. E alla signora Cenzina e ai nostalgici del Pocahontas pezzotto della Dingo pure.

86 

Commenti

  1. Ma se uno inconsapevolmente avesse perso questa perla, dove la si può vedere in streaming?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sul sito di Canale 5, dove si possono rivedere i programmi passati.

      Elimina
    2. Ma ti odi (odii? Boh!) così tanto?

      Elimina
    3. In realtà tutti e due, ma la seconda è quella più corretta :)

      Elimina
  2. ripeto quel che ho scritto sui social...alla visione della casetta ho pensato che avessero trasemsso una cutscene tratta da Zelda: The Wand of Gamelon il terribile gioco realizzato per il Philips CD-I negli anni novanta.
    Per chi volesse verificare l'attendibilità di quanto riferito lascio un documento video
    https://www.youtube.com/watch?v=TN8-Pdz-ns8

    RispondiElimina
  3. La serie animata è brutta forte (soprattutto, non si può più sentire la voce di Celentano, che non ci prova neanche a 'interpretare' il personaggio, ma usa il tono che gli pare e fa - semplicemente - se stesso), ma il livello del 'pre-show' è semplicemente inenarrabile.

    RispondiElimina
  4. doc, gioisci.
    tra trent'anni, quando questo prodotto sarà studiato nelle università (come il Pierino del tempo che fu) , tu potrai dire "io l'ho visto"...

    RispondiElimina
  5. Io non l'ho visto... ho provato a fare zapping ma non amando nemmeno da lontano gli spettacoli televisivi, non ho resistito più di 5 minuti alla roba che c'era all'inizio.
    Non so se lo vedrò mai!
    La tua recensione almeno è divertente.. per la casetta non ho parole! L'albero invece sembra che lo abbia fatto il mio gatto vomitando sulla chioma un botolo di pelo (non che il suo pelo sia verde ma con un po' di colorante ci si potrebbe avvicinare)! xD

    RispondiElimina
  6. La faccia del Celentano nudo è inguardabile, veramente :D Concordo con i Meme, ne ho visti già di tremendi.. la casetta spero che non sia opera del maestro Manara ma di uno che non c'aveva voglia.. ma a sto punto non potevano fare un film unico da 2 ore fatto BENE e morta là?

    RispondiElimina
  7. io l'ho visto in parallelo ad una live reaction su twitch, cosi' e' stato sopportabile. Stasera mi sa che si replica, per chi fosse interessato il canale e' quello di victor lazlo 88.
    Doc per ste cose qui la diretta su youtube o twitch sarebbe d'obbligo....

    RispondiElimina
  8. Rivalutare Peppa Pig è possibile.

    RispondiElimina
  9. Mamma li turchi, cosa diavolo hanno combinato?!

    Ma la cosa comica è che il popolo della rete non ne perderà una singola puntata perchè qui abbiamo una fabbrica di meme che darà "soddisfazioni" per il prossimo ventennio. -__-

    Cheers

    P.S. Complimenti comunque che riuscite a vedere qualcosa oltre ai chiuli del buon Milo... quando ci sono quelli io tendo a focalizzare e mi viene la visione a tunnel. :D

    RispondiElimina
  10. Beruschi. Sei un mito Doc.

    RispondiElimina
  11. e quella casa in mezzo al verde ormaaai...dove sarààà aaaah aaah...
    lieto di essermi perso questa apocalittica minch1ata!
    ...grazie per la riscoperta del video di BingoBongo (che ebbi il piacere di perdermi del tutto ai bei tempi... c'era la Bouquet, aaah)

    RispondiElimina
  12. No vabbè, devo vederlo per forza!

    RispondiElimina
  13. La citazione Blade Runner/Dick mi ha fatta rotolare x terra 🤣🤣🤣 grazie doc!!!

    RispondiElimina
  14. Se penso che con 20 milioni di dollari in Giappone hanno fatto "Innocence" e "Capitan Harlock" mi sale una rabbia....
    Ma poi penso: perché? Potevo davvero aspettarmi un risultato diverso? 20 milioni spesi per fare animazione bella ed intelligente? Con al timone un egocentrico megalomane come Celentano? Impossibile.

    E infatti.

    Però almeno che diavolo: fatemi vedere che questi soldi non li avete spesi tutti in cartine per il fumo e donnine. Invece no: un'animazione che in media sembra uscita da un episodio al risparmio di Archer, quando non diventa l'ora del dilettante di after fx con i disegni di Manara.

    RispondiElimina
  15. Ma i soldi li hanno dati tutti a Manara e soprattutto Celentano no :D? Perchè assumere non dico un professionista affermato, ma anche solo uno del primo anno alla scuola di comics, non hanno potuto!

    RispondiElimina
  16. Ammetto che sul rocker colluso col sistema dal capello argentato, pelliccione e supergnocche al seguito che canta i Negramaro, sono cappottato.

    RispondiElimina
  17. dopo il riassuntone (ho rischiato seriamente il soffocamento dalle risate in alcuni punti) DEVO vederlo, ma mi vergogno a pescare dal torrente uno show di Celentano..

    RispondiElimina
  18. Hola doc, io ho il terrificante sospetto che logo e casetta alla fine siano disegni di Celentano stesso, immagino già la conversazione..."Ehi ragazzi Adriano vorrebbe dare un contributo anche alla parte visiva! ha già disegnato il logo di Adrian e la casetta della via Gluck, che facciamo? non riusciamo a metterli dentro all'episodio? So già che ci riuscirete e Adriano sarà contentissimo" ..si credo sia stato una sorta di omaggio nell'omaggio...il metaomaggio insomma..XD.

    Pensavo che forse siamo di fronte al nuovo "the lady" di lory del Santo, un prodotto cosi trash ma cosi trash che sublima se stesso diventando "Altro". dove le regole del buongusto, della logica etc perdono di senso e rimane solo...quella casetta della via Gluck ;).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente la tua era solo una battuta, ma ci hai azzeccato in pieno. Ed oltretutto è riciclata :-o
      https://milano.repubblica.it/cronaca/2015/08/04/foto/milano_celentano_nuovo_post_in_difesa_degli_alberi-120399292/1/#1

      Elimina
  19. Due aggiunte sul concerto:
    - dovrebbe essere l'evento clou organizzato dal regime (e infatti in sottofondo si sentono parecchie volte le pubblicità) e alla fine ci sono quante, 500 persone presenti?
    - durante la prima canzone c'è un intervento della polizia con lacrimogeni, cariche, ecc, ma nessuno si accorge di niente nonostante siano in una piazza minuscola. Però appena inizia a piovere scappano via tutti

    RispondiElimina
  20. Dopo questo Lucas può finalmente tirare un sospiro di sollievo sul Christmas Special che prolifera sulla rete.

    RispondiElimina
  21. Cercherò di trattenere la violenza interiore nel caso un cliente venga da me facendomi battute riguardo la professione di Orologiaio, e/o chiamandomi Adrian.

    RispondiElimina
  22. Stavo guardando "Ultimo tango a Parigi" quando mi è arrivata notizia della serie in corso su Canale 5, ho cambiato, ho visto 10 secondi 10 di animazione e son tornato su Rai 2. Grazie per il riassunto, che conferma le mie impressioni tratte da quei 10 secondi 10 :D

    RispondiElimina
  23. Oddio, muoro! XD

    Non l'ho vista e non ho nessuna intenzione di farlo però se tu Doc ti sacrifichi per noi e fai i riassuntoni anche delle prossime puntate, te ne saremo gradi per sempre!
    Il mio capo un po' meno, dato che non capiva cosa avevo da sghignazzare così sguaiatamente mentre facevo finta di leggere le email...

    RispondiElimina
  24. OCCRISTOOOOOO... per gli esteti del brutto, un'esperienza mistica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: per me questo è il post dell'anno! Divertentissimo, senza se e senza ma.

      Elimina
    2. Ti quoto Zione! Sto ridendo come un pazzo!!!

      Elimina
  25. Azz, a saperlo facevo a meno di andare a fare teatro...

    RispondiElimina
  26. Una sola parola: agghiaccianDe!! Per fortuna non ero a casa e me la sono persa... L'unica cosa degna di nota che traspare dalle foto sono i bottom di Manara, almeno quelli sono fatti bene ma non giustificano una serie sul Molleggiato... Sarà che con l'età mi è venuta la sindrome di Tinto Brass.

    RispondiElimina
  27. Non devi nemmeno cercare di far ridere, qua basta uno screenshot e sotto ci puoi scrivere sternocleidomastoideo e si ride lo stesso come sciroccati di terz'ordine .
    Comunque sia , grande evento . Grande evento per l'internetto .... meme del secolo.
    E complimenti sempre sempre che a parte tutto , mi sono spaccato con quest' articolo .... ahhaha , Beruschi....

    RispondiElimina
  28. Direi che l'idea di fare un cartone animato su Celentano, a meno che non sia un video musicale, sapeva gia' di belinata lontano un chilometro, perché farsi del male a guardarlo... Manara, mi sembra di capire, al suo solito ha ricalcato alla perfezione le fotografie...

    RispondiElimina
  29. Ma perché non l'ho guardato? Me misero e tapino. LOL non vedo l'ora del secondo episodio 🤣

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

  31. Capolavoro!!!!capolavorissimo!!!....ma mica “Adrian”oh,la tua recenZione Doc,as usual!!mamma mia,sto morendo🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣.......Doc,ma un bel post post-Adrian sui film di Celentano quanto ci starebbe?(tipregotipregotipregoooo)

    RispondiElimina
  32. Scusate se sto pasticciando con i commenti oggi,io e la tecnologia stamm appiccicat,sorry

    RispondiElimina
  33. Ho provato a guardarlo perché ho visto all'inizio Balasso ed ero curioso.
    Frassica ha confezionato un inizio in stile oratoriale, senza offesa per gli oratori dove sicuramente c'è gente che calca i palcoscenici meglio e con maggiore dignità. Hanno mostrato gli animatori per poi farli scappare. Sicuramente dopo i primi minuti del cartone c'è stata gente appassionata di animazione che è saltata in macchi diretta a Verona per cercarli; cari animatori di Adrian ringraziate il Ruspa perché adesso sono tutti armati con armi da fuoco.
    Ho ascoltato Balasso che ha fatto un sunto della sua satira: "viviamo in un mondo finto figo ma stiamo tutti a merda e facciamo finta di non vederlo". Superata questa presentazione di cui la gente, anche quando insultata non capisce e non reagisce, è arrivato Celentano ma soprattutto è iniziato il cartone (ad una quantità tale di pubblicità non ero più abituato). Dopo aver visto Gilda l'infoiata ho smesso perché era veramente troppo troppo brutto.
    #LaCasetta è qualcosa di sconvolgente, sono senza parole.

    RispondiElimina
  34. Se solo ieri sera mi fossi ricordato di mettere su canale 5 oggi sarebbe tutto più bello, invece no :(

    RispondiElimina
  35. No, dico: ma qualcuno di noi sperava davvero che potesse essere diverso da cosi'? Io, personalmente, no.
    Mamma mia, che roba brutta.
    Un pastrocchio senza capo ne' coda, disegnato male e animato peggio. E fossero solo quelli, i problemi...
    Passi per Manara: la sua mano la si nota attraverso i tipici tratti distintivi che il Doc ha gia' esaurientemente elencato (cooli e gnocche nude), ma la sceneggiatura? Se davvero Cerami e compagnia bella hanno collaborato al progetto, beh...qui non se ne vede nemmeno l'ombra.
    I casi sono tre: o Celentano ha finito per cannibalizzare tutto (probabile), o anche loro si sono ridotti ormai ad un mucchio di skorreggioni ammuffiti (scusate. Probabile anche questo, comunque).
    Oppure, hanno fatto atto di presenza e sono passati alla cassa, che tanto chissene (probabile anche questo).
    In ogni caso...lo hanno visto tutti, e per gli indici di ascolto tanto basta.
    Missione compiuta, quindi.
    Scusami, Adria': mi sa che alla fine hai ragione tu.
    Quando il molleggiato si lancia in questi deliri proprio non lo capisco.
    Ma e' innegabile che quando lui parla, la gente si ferma e lo sta a sentire. Indipendentemente da quel che dice. E metti caso che abbia da dire veramente qualcosa di sensato, in mezzo a tutto quel mucchio di aria fritta. Il problema e' che non ci riesce. O non riesce a dirlo come vorrebbe. Forse perche' non ne e' capace.
    Musicalmente parlando, niente da dire. E' un immortale, come Mina e Battisti.
    E i suoi film (le commedie, eh) mi hanno fatto fare le mie sane ghignate alla pari di Pozzetto, Banfi, Montesano e company.
    Ma...questa roba non fa per lui. Cerchi di capirlo, una buona volta.
    Ma non disperiamo: e' solo la prima puntata. Puo' fare ANCORA PEGGIO.
    Da neo - fruitore di Retepellicole (finalmente!!) mi autoprescrivo una maratona di Black Mirror questa sera, per disintossicarmi dalle scorie.
    E la prossima settimana, dopo il turno notte...due puntate di Bojack prima di coricarsi.
    Leggere le avvertenze. L'uso eccessivo puo' creare dipendenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Celentano ha finito per cannibalizzare tutto." Per me questo! Dubito che il povero Cerami, se fosse ancora vivo, avrebbe permesso una cosa così.

      Elimina
  36. Certo che noi italiani siamo proprio predisposti a farci trollare dagli 80enni, eh? Insomma, si sapeva benissimo che sarebbe stata una porcata inenarrabile, eppure alla fine l'obiettivo è stato raggiunto: è sulla bocca di tutti e per un po' non si sentirà parlare d'altro. Dal canto mio non darò alcuno spazio sulle mie varie bacheche ai deliri messianici di un vecchio pirla che ripete da 50 anni le stesse cose (anzi le stesse "125 milioni di cazzate", per citarlo) che già erano abbondantemente ridicole e improbabili ai tempi di "Joan Lui", "Jackpot" e via dicendo. Spiace per lo spreco di talenti e soldi messi al servizio di una sequela di luoghi comuni e plagi di film e anime vari... e che non mi si venga a dire "eh ma lui è stato un grandissimo artista". Appunto: è stato. Adesso è solo la parodia di se stesso.

    RispondiElimina
  37. Io sapevo che non l'avrei mai visto già dalla prima immagine del Celentano spalluto.
    Conosco bene Celentano, ricordo ancora quella cagata di Joan Lui quando ero piccolo.
    Mesi di pubblicità misteriosa e poi un prodotto orrendo.
    Vedo che c'ho azzeccato.

    Ma se non ci fosse il messia Celentano io poi come potrei divertirmi a leggere le recensioni divertenti come questa!

    Ora devo trovare il modo di leggere la recensione di Mr "Amo tutto e tutti"...mi riferisco a Vincenzo Mollica. Voglio leggere cosa si inventerà stavolta per osannare l'amichetto suo Celentano. Ci sarà da ridere.

    RispondiElimina
  38. Eh niente non ho parole, non che mi aspettassi il capolavoro ma una roba del genere è AGGHIAGGIANTE!! Ma se per ogni episodio DOc ci fai un riassunto così allora speriamo siano centinaia di puntate, perchè qui si rischia di superare i riassunti di Game of Throne. Infine spero che il tuo testicolo non abbia fatto niente di azzardato :)

    RispondiElimina
  39. E' talmente assurdo, insensato, a tratti ridicolo, che non riesco a dire che è brutto. Si dovrebbe coniare un nuovo termine apposta per "Adrian".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È "Nairda". Che è "Adrian" al contrario e suona pure bene! ;)

      Elimina
  40. 91 Minuti di applausi!!!
    Io non sapevo fosse ieri sera, sennò non me lo sarei perso per niente al mondo.
    Una cosa sola mi terrorizza. Ho letto che gli episodi di Adrian sono ben 9 !!!!!
    E dice pure che la puntata è finita un'ora prima per problemi non meglio identificati. Forse è l'unico motivo per cui gli spettatori sono sopravvissuti

    RispondiElimina
  41. Oddio, un riassuntone così a tradimento? E sul cartone di Celentano poi?
    Stasera con calma me lo gusto.

    RispondiElimina
  42. Non l'ho visto e sinceramente non ero interessato a vederlo, oggi qualcuno mi ha detto che sarebbero state 9 puntate in totale e stavo pensando che fosse uno spreco di risorse e tempo far una serie così lunga. Ora, se il Doc ci grazia con un riassunto per ogni puntata tutto acquista senso e finiremo tutti con il ringraziare Adrianone.

    RispondiElimina
  43. e dire che ne volevo vedere solo un pezzettino per curiosita' e alla fine me lo sono visto tutto dato l'alto livello di delirio...
    a livello di "trama" mi aspettavo qualcosa del genere: ormai Celentano ha la fissa con 'sta storia del messia e tutti ci ricordiamo di Joan Lui (il povero cecchi gori senior quando vide parte del film e soprattutto i costi per poco non infartava), percui non saremmo andati tanto lontano, una specie di Joan lui 2.0 con idee riciclate per il primo film, altre che giacevano in un cassetto e altre dettate dalla senilita'.
    sulla realzzazione invece ci sono rimastomale : non so se veramente hanno speso tutti quei soldi ma il risultato finale è agghiacciante.
    si respira un'atmosfera da sottobonellide anni '90, il character dei persoanggi (adrian escluso) sembra vecchissimo (a parte le guardfe stile killzone), siccome abbiamo manara mettiamo due culi e un po' di tette gratuite, animazione dubbia cosi' come l'uso della cg e grandi misteri come i citati cavalli, cammelli e la casetta che popolera' gli incubi per molti spettatori per tanto tempo.
    pero' alla fine Celentano ce l ha fatta lo stesso: adesso che sappiamo i livelli diuretici di questo adrian, la curiosita' morbosa per vedere dove si potra' spingere ci costringerà a vedere tutte le puntate ... l' Orologiaio ha vinto...

    RispondiElimina
  44. Santa... Celestia. Ringraziando Dio ieri sera ero di turno a lavoro e mi sono perso il capolavoro. Stasera... non so che fare XD.
    Grazie Doc per il tuo riassunto.
    Ora però servirebbe un po' di luce sulla questione perché ne ho sentite di ogni. A parte il difficile parto di sta serie che all'alba dei tempo doveva essere un film d'animazione di 2 ore e ciao, poi una serie di 26 ep, poi litigi con chiunque, slittamenti e alla fine canale 5 che se l'accolla e diventano 9 puntate, una saga di anni di battaglie...

    Le voci incontrollate dicono sia costata 29 milioni, chi dice 13, non ho capito quanti di sovvenzione statale (che vanno su STE ROBE) tutti mangiati, per risparmiare l'hanno fatto animare in Africa e in Cina, e gli italiani che ci hanno lavorato ancora devono essere pagati. Così, pro bono, ché non vi basta aver lavorato alla serie evento?

    Poi pare, ma qui, ormai siamo al "un mio amico ha sentito dal fornaio che la sorella del bidello di scuola di sua figlia ha detto..." e servono conferme, che dopo la messa in onda della prima puntata il pubblico a teatro si sia un po' risentito della qualità generale e si sia alterato, alché pure il molleggiato si è alterato e se n'è andato incavolato. Mah! Meme e leggende per i secoli a venire.

    RispondiElimina
  45. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  46. Grazie doc . Mi ero ripromesso di guardarlo ,ma mi è poi passato di mente. Ora so con certezza che non mi sono perso niente (se non l'ennesima cattiva digestione). Grazie di cuore. Dispiace solo vedere Balasso ormai anche lui incartato in queste vesti da messia da due soldi, ma mi sa che ci possiamo fare poco

    RispondiElimina
  47. Mi aggiungo ai ringraziamenti Doc, ci hai evitato un mal di stomaco tremendo, però un pò mi dispiace per te che ti sei dovuto soffrire sto schifo.

    RispondiElimina
  48. Grazie Doc per avermi confermato che ho fatto bene a tenermi alla larga da questa... cosa.

    RispondiElimina
  49. Pupi Avariati presenta:
    #LACASETTA dalle finestre che ridono e si sente fino a Catanzaro

    RispondiElimina
  50. Meraviglia delle meraviglie...
    Già dalle ultime pubblicità ( il video in bagno con la telecamera cantando in playback, con sovrapposizione scontornata oscenamente del giovane Adrian che cammina verso lo spettatore) avevo capito che il tutto virava alla schifezza poco curata... peccato perchè le prime sequenze uscite non parevano così pessime! Vabbé stasera me lo guarderò per fare due risate...

    ora, Doc, ci devi fare una bella recensione dei film scrausi della Dingo Pictures, e dei suoi dinosauri antROTLFpomorfi!!

    RispondiElimina
  51. Ma solo io ho visto la verità?

    Cosa fa Adrian? L'orologiaio. Cos'ha spesso in testa Adriano Celentano? Un berretto di lana.

    Cosa fa Todd di Bojack Horseman nella quinta stagione? Cos'ha in testa?

    Coincidenze? O Bojack Horseman è solo una versione meno interessante di Adrian? :)

    RispondiElimina
  52. La canotta del cantante ha qualcosa di familiare (A naked man has few secrets; a flayed man, none).
    Doc sappi che ho riso fino alle lacrime, siamo agli stessi livelli di Saint Seiya Omega, ed è solo la prima puntata!
    Sperare in nove riassuntoni è troppo, lo capisco, ma d’altra parte i sogni son desideri...

    RispondiElimina
  53. Oh purtroppo ero presissimo dal documentario sui gatti di netflix, le animazioni di Oh la la e Bobby mi paiono fatte assai meglio di queste

    RispondiElimina
  54. SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER (avvisare ho avvisato eh)
    Occhio che stasera c’é la seconda parte con Celentano che fa pure Catman,minchia che trash!in diretta mo mo

    RispondiElimina
  55. Cioé,io penso che la loro ambizione fosse fare un anime occidentale....che trash efferato!

    RispondiElimina
  56. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  57. Io da assoluto profano di fumetti e pessimo conoscitore di stili grafici e disegnatori (conosco giusto un po' Hugo Pratt perché per vari motivi ha ambientato storie nella mia città) non ho trovato brutto il cartone, a livello di immagini. Certo, la sceneggiatura per ora (ho visto a spezzoni anche la seconda puntata) pare avvitarsi su se stessa senza portare da nessuna parte, ma forse andrà meglio nelle prossime puntate, chissà. Il contorno teatrale con Frassica e soci è insipido. In generale trovo Celentano come personaggio eccessivamente megalomane e anche contraddittorio. Come cantante e artista, sarà vecchio, superato ecc., ma è una leggenda vivente nel forse piccolo panorama della musica italiana. Quando canta pezzi romantici del passato o degli ultimi lavori, beh, mi emoziona ancora, la voce roca da vecchio leone ha sempre un suo perché (io, per dire, amo gli evergreen come Sinatra, Mina, Aznavour...). La casetta disegnata sotto acido mi era sfuggita ahahah! Mi ricorda i colori del video di Atomic dei Blondie.

    RispondiElimina
  58. C'ho provato a guardare la seconda puntata, ma mi sono fermato alla prima interruzione pubblicitaria. La scena nel bar mi ha ricordato un episodio scrauso di Ken il guerriero, il seguito nel vicolo (con la volpe, LA VOLPE che proietta ombra mentre è attaccata al muro) è stato... intenso, con animazioni... ehm... piuttosto discutibili.
    Però tanta, troppa noia tra una epicità e l'altra.

    RispondiElimina
  59. Un’operazione grottesca, a tratti incomprensibile. Quale sarebbe il target di Adrian? Quanto triste è tecnicamente e concettualmente? L’intro in carne ed ossa poi sfiora l’onirico, è quasi felliniana. Balasso finalmente torna in televisione, magari la smette di lamentarsi su YouTube di come un artista erudito come lui rimanga fuori dal mainstream, tra aforismi da sessantenne armato di Facebook, nichilismo rancoroso e pauperismo loser friendly. Credo eviterò il secondo episodio al pari di una coltellata!

    RispondiElimina
  60. Tutti a denigrarlo solo perché il Doc ci fa ironia.
    Tutti a dire le stesse cose da bravi operatori del copia/incolla.
    Fare paragoni coi prodotti giapponesi, sto meme della Casetta...in tutto questo io più che i difetti di questo prodotto ci vedo i difetti degli italiani: bravi a gonfiare qualsiasi scemenza.
    E' un prodotto come tanti, coi suoi pregi e i suoi difetti. C'è di molto peggio al mondo, ci sono cose molto più imbarazzanti di questo prodotto che non aspira ad alcun paragone, non è indirizzato ai giappominchia o a quant'altro del resto del mondo. E 'ste cose le dico da non-fan di Celentano.
    Trovo molto più imbarazzante questa (finta e radical chic) uniformità dei commenti. Ma molto, molto di più di Adrian.

    RispondiElimina
  61. non ho neanche tentato di vederlo il mio istinto mi diceva ke poteva essere una mezza cacata

    RispondiElimina
  62. Porcheria annunciata che non vale nemmeno un commento. Posto solo perché non vorrei passasse inosservato che penso sia una cacata immane.

    RispondiElimina
  63. Allora premesso che io sono autolesionista ho visto dopo tutto il primo episodio anche il secondo e devo dire ha confermato il risultato del primo, a parte qualche cosa di interessante nei subplot vediamo Adrian riciclare pesantemente da Yuppi Du e Joan Lui oltre dalla sua mania di mandare in tilt il sistema (quando negli '80 voleva mandare in tilt il sistema auditel c'era una logica, ma il mondo con un ritornello...).
    Il massimo del delirio è quando per gli svizzeri è Dio... e pensare che ai Beatles basto paragonarsi in fama a Gesù per essere stroncati.
    Comunque alla fine meglio Adrian che l'ennesimo reality, se lunedì non c'è niente di meglio mi faccio quattro risate sul terzo episodio (penso sia la sindrome del Batman '66 lo guardi perchè ti fa ridere senza volerlo).

    RispondiElimina
  64. Messaggio giusto, disegni che - quando non vengono rovinati dall'onere di dover iconizzare i personaggi - sono comunque ottimi. Peccato però che a causa sia della trama, sia della caratterizzazione dei personaggi, a confronto l'Ape Maia sembra un'opera di Tim Burton. Fossi stato Manara, mi sarei rifiutato di far comparire il mio nome sul programma, della serie "i disegni te li faccio, ma non dire che sono stato io".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho trovato Adrian molto divertente soprattutto per i nudi onesti che non si vedevano da secoli, dopo anni di trasmissioni morigerate tipo "Carabinieri" o "Il segreto". Adrian giocava sui ruoli passati di Celentano: il bisbetico domato, le camicie aperte, le citazioni a Serafino e Viola/Gilda. Mi ha disturbato la lentezza di alcune scene, come se mancassero alcuni disegni tra un frame e l'altro. Note negative: l'avant-spettacolo (ho saltato Frate Frassica guardandomi Bastardi Senza Gloria) e SanGiorgi Bolton. Per il meme sono in controtendenza: il sorriso dell'amante divertito è il disegno più espressivo di tutto il cartoon. Manara forse non è adatto ai cartoon. L'animazione rovina l'immediatezza del tratto a mano libera. Ci vorrebbero decine di disegni e uno studio della mimica anche per i personaggi minori. Qui non c'era. Comunque mi ha divertito. Meglio di una puntata de l'Isola dei famosi" dove troverete casette fatte peggio.

      Elimina
    2. Direi che il tuo è l'unico commento sensato e argomentato che ho letto qui.
      L'unico finora.

      Elimina
  65. Fiero e orgoglioso di aver visto la prima puntata.. perché una porcheria tale merita di essere vista, ricordata e raccontata...il post è un capolavoro..non saprei che altro aggiungere. Anzi si..il doppiaggio di CelentanoCelenta un paio di parole, non esageriamo và ne basta una : agghiacciante. Non si è mai visto un doppiaggio del genere, al confronto le parodie calabresi del signore degli anelli sono da produzione hollywoodiana. Disegni penosi, bellissimi solo quelli di Manara (che ormai si è macchiato il nome) , animazioni pessime riciclate 50 volte tipo Hokuto no Ken quando picchia i punk ecc..una malata apocalittica. Alla fine Celentano ce l'ha fatta a non farsi dimenticare. Una schifezza tale è difficile da superare. L'alberello verde e la faccia da scimmia non se ne andranno mai dalla mente. Rimarranno lì anche dopo un ictus quando non riconosceresti nemmeno tua madre.
    Ammetto peró di essere un debole: la seconda puntata non ce l'ho fatta a guardarla.

    RispondiElimina
  66. Bah, io non capisco... se Celentano ha davvero tutto questo seguito che faccia un partito suo e poi vediamo... Ah, wait...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doc... Ora voglio la recensione di tutti gli episodi di Adrian trasmessi ad oggi!!! Fatti coraggio, fatti due strisce, scolati un bottiglione di Jagermeister e avanti tutta!!!

      Elimina
  67. Eddai, Doc, sii buono, dopo avere finito di spercoolare Il trono di spade torna a riempire l'immenso vuoto con i riassuntoni di ADRIAN.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy