Godzilla: Minaccia sulla città

Godzilla: Minaccia sulla città poster recensione
È arrivato su retepellicole da qualche giorno Godzilla: Minaccia sulla Città (Gojira: Kessen Kidō Zōshoku Toshi, aka Godzilla: City on the Edge of Battle), il secondo film della trilogia animata di Godzilla, dopo Godzilla: Il Pianeta dei Mostri. Il principale motivo d'interesse di questo secondo capitolo era la presenza di Mechagodzilla, l'unica cosa al mondo concettualmente ancora più figa di Godzilla. E c'è, Mechagodzilla? E c'entra con quel coso buffo sulla locandina che sembra uno dei nemici di Capitan Power? Ni [...]

Il Gojira più grande di sempre: alto 300 metri, contro i 118 di quello di Shin Godzilla.

Uscito al cinema a Tokyo e dintorni a maggio, Godzilla: Minaccia sulla Città porta avanti la storia del primo capitolo, l'avventura del capitano ribelle, coraggioso quanto impedito, Haruo Sakaki a caccia di Godzì sulla Terra di un lontano futuro, a ventimila anni da oggi. 100 minuti di pellicola essenzialmente con gli stessi pregi (una premessa di base intrigante, scene d'azione ben girate) e gli stessi difetti (cel shading con camminate palinculiche, caratterizzazione di alcuni protagonisti abbastanza ROTFL; e alcune scelte narrative, come la città del titolo, non sono da meno) di quanto visto nella prima parte.
Si tratta del primo sequel nella filmografia di Godzilla in quindici anni. Non accadeva da Gojira tai Mosura tai Mekagojira: Tôkyô S.O.S. (2003).

Alla fine di Mechagodzilla se ne sarà visto di più in quella breve comparsata nel primo capitolo, perché c'è una sorpresa al riguardo pure qua, così come ce n'era una - gigantesca - sul kaiju protagonista alla fine de Il Pianeta dei Mostri. A metterne sul piatto pro e contro - Godzilla che pare fatto di legno, come scrivevi l'altra volta, la storia dei buon selvaggi (discendenti forse di...?) fuori tempo massimo, il modo abborracciatissimo in cui si affronta il tema fede vs ragione... - sembrerebbe una totale mimmata di film. Da no-no, fermo.
Non fosse che tante di quelle cose un po' così sono comuni a tutti i film giapponesi di Godzilla. E sono anche un po' la ragione per cui ti sono sempre piaciuti. 
Li guardi e non stai a farti troppe domande perché il mostro all'improvviso parla o tutti prendono per normale una cosa scema.
La prima apparizione di Mechagodzilla risale a Godzilla contro i robot (1974).

Il problema di fondo è che manca, a differenza di quanto successo ne Il Pianeta dei Mostri, un qualcosa che ripaghi alla fine davvero di quell'ora e quaranta spesa per vederlo. Godzilla, pure qui, si vede pochissimo, ok, ma non ha la presenza scenica, "l'aria da movirompoilcuboatutti", del primo film. Non arrivano sorpresone scimmianti e perfino il nome sussurrato da Metphies e svelato nella scena post-credits era talmente telefonato che non ha sorpreso nemmeno Hiroshi l'Impressionabile, anziano impiegato del catasto di Osaka che accoglie con stupore qualsiasi notizia.
A chiudere la trilogia, a novembre, Godzilla: Planet Eater (Gojira: hoshi wo kû mono).

Vedrai pure il terzo, già che ci sei, quando sarà, come sarà, ma questo secondo capitolo ti ha deluso decisamente più del primo: manca il collegamento emotivo con i personaggi, fatta salva forse quella lacrima sul visTo, manca l'epica, manca l'adrenalina, trionfano le soluzioni videocitofonate e le mimmate perché sì, statece. Detto questo, i Vulture a Capitan Power gli facevano un culo così.

Nei prossimi giorni, visto che è ripartito il primate Godzilla grazie al trailer del nuovo film, dobbiamo troppo parlare (sarebbe pure la cacchio di ora, eh) dello Shin Godzilla di Hideaki Anno. Ma anche e pure e ancor più di quella meravigliosa cialtronata del cuore che era e resta Godzilla Final Wars.

GODZILLA: IL PIANETA DEI MOSTRI
GODZILLA PICCHIA L'UNIVERSO MARVEL
I KAIJU AMICINEMICI DI GODZILLA



13 

Commenti

  1. il primo pure pure, ma non mi possono continuare con sto canovaccio all'infinito dai...un grande MBOH accompagnato da un'animazione davvero carente. In questo mi ha ricordato il pessimo Castlevania sempre retepellicolo, sembra fatto da qualcuno a cui piace l'animazione Jap ma non è bono, a essere generoso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A differenza di Castlevania dove l'animazione è proprio sciatta qui il metodo con cui animano che da un risultato discutibile. Ajin Demi Human e in Knight of Cydonia usano lo stesso metodo ed il risultato è più o meno quello se non peggiore.

      Elimina
    2. Yep. Anche perché è sempre lo stesso studio di Sidonia, Ajin e Tron Uprising, Polygon Pictures.

      Elimina
  2. Condivido tutto, devo dire che ho fatto fatica a seguire tutto il film, l'unica cosa che mi ha trattenuto fino alla fine è stato sperare che apparisse davvero Mechagodzilla.

    Comunque, "Godzilla Final Wars" è il film DEFINITIVO: mostri giganti, astronavi, battaglie spaziali, combattimenti di arti marziali, superpoteri, i baffoni di Dan Severn.
    Unica vera pecca la mancanza di un robottone gigante che facesse a cazzotti con Godzilla prima e poi ci diventasse amico; ma per il resto è oro puro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sbatacchiamento di Ghidorah, con quelle mosse bresslinistiche (e il mavagangule atomico come finisher), vale da solo tutto il film.

      Elimina
    2. Mi si perdonimelo l'intrusione, ma il final wars è quello in cui gli umani vanno a caccia di mostri con le yamato de noartri e dove compaiono pressocchè tutti I mostri della saga compreso il godzilla americano, che infatti fa una figura di palta in quanto a prestrazioni?

      Elimina
    3. E' lui... cagatona divertente!

      Elimina
    4. Dimenticavo: con colonna sonora di KEITH EMERSON!!!

      Elimina
    5. Film TOP! Mantidi giganti devastano i Gianfransuà, eroiche!

      Elimina
  3. ... e alla fine si scoprì che MechaGodzilla altri non era che Triptykon.
    Belli comunque i Vulture, non mi è dispiaciuto, anche se poteva decisamente esser fatto meglio.

    RispondiElimina
  4. Caso vuole che abbia visto in questi giorni entrambi gli episodi.

    Mah... niente di che, critiche del Doc condivise. Poca epicità nelle scene con Godzilla, personaggi buttati un po' lì e animazione CGI legnosa come al solito (finora l'unico anime realizzato in questo modo che mi ha convinto è stato il bel Houseki no Kuni (Land of the Lustrous).

    Occasione mancata il fatto che SPOILER mechagodzilla non compare, almeno per ora. Citofonatissimo Ghidora FINE SPOILER.

    RispondiElimina
  5. Ho giusto appena visto lo Shin Godzilla di Anno :D e il primo pensiero è stato "chissà cosa ne ha scritto il Doc". Cerca, cerca orsetto Pooh, e ok... Ripasserò ^^

    RispondiElimina
  6. Ho ricordi non belli su Gozilla dalla serie giapponese del'70 e tutto ciò che propongono non sarà mai all'altezza dell'originale.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy