Solo: A Star Wars Story. 10 considerazioni dopo averlo visto [Spoiler]

Solo: A Star Wars Story. 10 considerazioni dopo averlo visto
Ed eccoci qua. Come fatto per altri film, da ultimo Avengers: Infinity War, doppio post anche per Solo: A Star Wars StoryLa recensione senza spoiler la trovate qui, mentre nel post di oggi analizziamo quel che succede nel film per chi l'ha già visto, scendendo nel dettaglio. Da quella certa comparsata a sorpresa a tutto il resto, tipo come diavolo funziona il Sabacc. Ovviamente, SPOILER SU TUTTO [...]

1. Ma non era morto, Darth Coso? (Sì, ma non era una cosa seria)
Alla fine di Solo, scopriamo che il vero leader dell'Alba Cremisi e megadirettore naturale pure di Dryden Vos è nientemeno che Darth Maul. Da cui si dirige Qi'ra a fine pellicola, lunga lunga, con la nave alta alta, portandoci pure il giornale e le pantofole. A interpretare Darth Maul in Solo è lo stesso Ray Park de La Minaccia Fantasma, doppiato da Sam Witwer. Ha delle gambe cibernetiche e una doppia spada laser diversa, Maul, ed entrambe vengono dalle serie animate.

Dopo esser apparentemente morto in Episodio I, spaccato in due come una mela di Fantozzi, il villanzone diventato popolarissimo nonostante pronunci tre battute in tutto il film, è stato resuscitato nell'universo espanso per FANSERVICE sfruttare meglio le potenzialità di un personaggio molto amato dai fan.
Così nelle serie animate The Clone Wars e Rebels, il Signore Oscuro dei Sith smezzato da Obi-Wan viene tenuto in vita dall'odio, il cui seme germoglia nella terra fecondato dal sangue della guerra, e portato su Dathomir da suo fratello, dal pittoresco nome di Savage Oppress (un reskin giallonero di Darth Maul, in pratica). Al posto delle gambe perdute, Maul usa prima delle zampe meccaniche da ragno, poi altri arti metallici via via più antropomorfi. Lui e il fratello fondano un sindacato criminale, una CGIL del male che però non è l'Alba Cremisi, ma lo Shadow Collective.

La comparsata di Darth Maul è importante soprattutto perché un evento delle serie animate viene ripreso in modo esplicito nei film, con tanto di nuova spada laser di Maul vista in Rebels (dai tempi in cui il Sith viveva su Malachor). Cosa faranno lui e Qi'ra dopo la fine di Solo? Lo vedremo in futuro? Ma soprattutto, si starà chiedendo chi non ha visto Rebels, poi come va a finire la storia di Darth Maul?
No, niente. Obi-Wan lo uccide UN'ALTRA VOLTA
2. Assolo
Han era quindi uno scugnizzo di Corellia, e si chiamava solo Han. È il reclutatore dell'Impero a dargli il cognome Solo, perché è un orfano senza famiglia. Il che, però, è bizzarro, perché Han ricorda nel film suo padre, che lavorava per la Corellian Engineering Corporation e costruiva navi commerciali come la YT-1300, il Falcon. Cos'è, non avevano mai parlato del loro cognome, Han e suo padre? Se l'è dimenticato prima di unirsi ai White Worms di Lady Proxima? Boh.

Solo: A Star Wars Story si svolge all'incirca 10 anni prima di Episodio IV e 7 prima di Star Wars: Rebels. L'amicizia con Chewbacca, come le migliori amicizie, nasce da una scazzottata nel fango. Tecnicamente, è menare un anziano. Quasi tre lustri fa, durante la lavorazione di Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith (2005), Lucas e il resto della sua banda di amanti della flanella pensarono di far apparire un giovine Han Solo durante la battaglia di Kashyyyk, il grande scontro delle cerniere lampo. Si pensò a un orfanello di dieci anni allevato da Chewbacca e usato da Obi-Wan Kenobi per individuare il Generale Grevious. Ma poi l'idea venne accantonata.
3. C'è da spostare un crawl (è un powerpoint)
Rogue One non aveva il classico text crawl di Star Wars, perché l'imperatrice Kennedy e Lucasfilm avevano deciso di limitarlo ai film principali della saga. E i fan l'hanno presa bene, bruciando effigi di Topolino nelle piazze di tutto il pianeta. Per Solo si è usata una via di mezzo: non c'è il vecchio testo che scorre, ma uno spiegone diviso in delle schermate statiche. Perché qualcosa per raccontare l'antefatto dovevano pure inventarselo. Se ai fan sta bene, magari ricicleranno la soluzione anche per i prossimi A Star Wars Story, come quello su Boba Fett che dovrebbe scrivere e dirigere quel manigoldo di James Mangold (Logan).
4- Qi'ra, la principessa del potrei
Lasciamo un attimo da parte le tue perplessità sulla ciglioparrucca e il suo impiego in film di fantascienza, come Terminator GeneLOL. La sua incapacità di girare una scena d'azione che sia una, per dire. Il personaggio di Qi'ra, però, non è di suo malriuscito. Perché tranne il suo sorridente protagonista, giovane pistola che dovrà imparare la lezione, buona parte degli altri personaggi di Solo hanno una vena di oscurità. Han è convinto che Qi'ra sia ancora su Corellia ad attenderlo, principessa nintendiana da salvare, ma la ragazza è diventata una sgherra di Dryden Vos nell'Alba Cremisi. Ha fatto cose di cui non vuole parlare, per sopravvivere. Cose che non le nascondi facile come quel tatuaggio, a quanto pare. Se ne va, alla fine, ubbidendo a Darth Maul. Non perché sia stronza o malvagia, ma perché è una sopravvissuta. O perché si vergogna dei ciglioni, una delle due.
5. Non Sabacc un'avventura
Solo mostra questa benedetta (doppia) sfida a Sabacc da cui dipendono le sorti del Falcon, spiegando che Lando era un barodimmerda oltre che un collezionista di mantelli e uomo con una certa affinità sicula con Frank Zappa. Naturalmente, la partita era stata già descritta nel vecchio Universo Espanso, quello infilato nel 2014 sotto il tappeto. Ne parlava un romanzo di A.C. Crispin del 1998, L'Alba della Ribellione. Ma come si gioca a Sabacc? Ok, e a parte il fatto che si puntano dei bottoni e dei pomelli come in una grande merceria?
Il Sabacc, anche se magari non sembra, si gioca con carte concettualmente simili a quelle francesi: quattro semi e carte numerate, più varie figure e carte speciali. Il mazzo ha in totale 76 carte e i giocatori devono avvicinarsi a 23 o a meno 23. Alcune carte speciali hanno infatti valore negativo. Se si fa 23 o -23, è il Sabacc Puro, mano che può essere battuta solo dall'Idiot’s Array (in italiano "La mano dello sciocco"), combinazione usata da Lando per battere Garazeb Orrelios in un episodio della prima stagione di Rebels intitolato proprio come quella giocata.
6. L3 e il linguaggio strano del Falcon
Solo è il primo film di Star Wars in cui non appaiono R2-D2 e C-3PO. Il droide L3-37, amato da Lando (pure in quel senso, pare. Ehr...) è però molto importante per almeno due ragioni. La prima è che è proprio grazie al programma di navigazione di L3 Solo riesce a compiere la Rotta di Kessel in (molto) meno di 12 Parsec, un tormentone che ci portavamo dietro dal primo Star Wars, quando Han spiega a Obi-Wan cos'è il Millennium Falcon, visto che l'anziano non ne ha mai sentito parlare.
La presenza dell'intelligenza artificiale di L3 nel Falcon spiega anche un passaggio de L'Impero colpisce ancora. Nel film del 1980, infatti, quando gli viene chiesto di controllare cosa non va nell'iperguida del Falcon, C-3PO (all'epoca ancora D-3BO) risponde a Han:
“Signore, non so dove la sua nave ha imparato a comunicare, ma usa un linguaggio molto insolito”. 
E se vi state chiedendo se sia possibile che chi ha scritto Solo sia andato a ripescare quel dettaglio, la risposta è Ovviamente sì. Anche perché si tratta della stessa persona. Lawrence Kasdan ha scritto Solo con suo figlio Jonathan, e suoi sono i copioni de L'Impero colpisce ancora (1980), Il ritorno dello Jedi (1983) e, in parte, Il risveglio della Forza. Deve trattarsi delle parti belle del film.
La seconda ragione per cui L3 è importante? Perché questo droide, costruitosi essenzialmente da solo, lotta per la libertà degli altri. Ché il modo molto svagato con cui degli esseri senzienti vengono venduti e fatti a pezzi, non dev'essere bellissimo per un droide. Vero è che nell'universo di Star Wars è pieno pure di schiavi umani, con o senza bikini.
7. Wow, Willow!
Ma quanto gli vogliamo bene a Warwick Davis? Tanto. Classe '70, l'attore inglese è apparso in uno sproposito di film di Star Wars, sempre interpretando personaggi diversi. Era l'Ewok Wicket W. Warrick ne Il ritorno dello Jedi, vari personaggi ne La minaccia fantasma, Wollivan ne Il risveglio della forza, Weeteef Cyubee in Rogue One, Wodibin ne Gli ultimi Jedi e uno degli uomini di Enfys Nest in Solo. Davis è apparso in decine e decine di film, da Labyrinth agli Harry Potter (Filius Vitious). Naturalmente, ti piace ricordarlo soprattutto per...
...Willow (1988), con Val Kilmer. Un film prodotto da George Lucas e diretto da un giovane, ma già affermato regista chiamato Ron Howard. Di Willow parliamo presto, segnatevelo.
8. Spoiler sonori
Ti era bastato leggere la scaletta di brani della colonna sonora per spoilerarti alcune cose del film. Il brano numero sei si intitola Train Heist. Il colpo al treno, che nel trailer aveva l'aria di un momento clou della pellicola, in realtà si sarebbe svolto quindi all'inizio. Il ventesimo e ultimo brano è Dice & Roll, quindi partitona di Sabacc alla fine. Il diciassettesimo Savareen Standoff, quindi lo scontro finale si sarebbe svolto su Savareen. Solo che di questo pianeta si sapeva poco e nulla, sul The Last Jedi: The Visual Dictionary c'era solo un accenno.
9. PJKSSI, il Premio Jonathan Kent per il Sacrificio Stupido e Inutile
Ma che senso ha il sacrificio di Val (Thandie Newton)? Perché si fa esplodere? Per mandare in porto un colpo... che neanche va in porto, alla fine? Ti ha fatto tanto, troppo morte stupida di Kevin Costner ne L'uomo d'acciaio. Se invece il personaggio di Paul Bettany, Dryden Vos, vi è sembrato un po' buttato lì - con quella soluzione così old school e molto ronhowarda del taglierino cosmico mostrato all'inizio giusto per ripescarlo alla fine - è perché... lo è.
Da principio c'erano Michael Kenneth Williams (The Wire, Boardwalk Empire) e la sua cicatrice gigante. Quello di Williams era un personaggio molto, molto diverso, metà umano e metà ferino, pare. Quando Ron Howard è salito a bordo, però, dopo il licenziamento di Lord e Miller, ha richiamato Williams sul set per girare i reshoot che servivano ad allineare il suo villanzone alla visione del film da parte del nuovo regista. Ma Williams era in Africa, non poteva, e così la sua parte è stata tagliata ed è stata soppiantata dal Vos di Paul Bettany all'ultimo secondo.
10. La principessa e la pirata
Non ti ha sorpreso vedere che sotto la maschera di Enfys Nest, la leader dei Cloud-Riders, c'era una ragazza. Perché, essenzialmente, la cosa era stata già spoilerata da delle trading card francesi prima dell'uscita del film. I soliti gianfransuà. Sia quel che sia, quello che i trailer cercavano di propinarti come villanzone della pellicola è invece una combattente per la libertà che darà vita nientedimeno che all'esercito ribelle. Si è fatto un gran parlare, nel nuovo corso di Star Wars, delle principesse Disney trasformate in eroine d'azione protagoniste (o viceversa, è uguale). Detto che, personalmente, avercene di personaggi come Jyn Erso di Rogue One, qui la principessa Disney è travestita da pirata spaziale con un costume postapocalittico ultrafichissimo. Ed è lei, di fatto, a portare una nuova speranza in quell'universo trasformatosi rapidamente in un peggiorbardiCaracas. Così magari, almeno su quello, sul moriremo tutti per colpa di Topolino, la gente non rompe più il pazzo (seee, e la marmotta ribelle incartava la cioccolata).

E ora tutti a ballare con Han. 

46 

Commenti

  1. Linee guida per i commenti, people: qui si parla di quanto succede nel film. Non c'è bisogno di usare il tag spoiler, perché è tutto spoiler-free. Le vostre impressioni generiche sul film (vi è piaciuto, non vi è piaciuto, whatev) vanno sotto alla recensione, linkata a inizio post.
    Non spoilerate nulla sui social cosi, non fate i villanzoni.

    RispondiElimina
  2. Mi è piaciuto. Più di quanto sperassi (perlomeno dopo tutte le polemiche sulla produzione), meno di "Rouge One" (ma quello non mi stupisce).
    Mi piace tantissimo la ripresa di Darth Maul. O meglio, lo preferivo morto, ma - sapendo che la sua rivenuta gira da anni - bene che sia diventata canonica, anche perché apre sviluppi non da poco. (Che poi, seriamente: la soluzione i-personaggi-senza-futuro-muoiono-tutti ha funzionato benissimo per "Rogue One", ma già qua sarebbe stata una minestra riscaldata, quindi ben venga questa deriva da CGIL del male. Mi chiedo solo se e quando verrà ripresa: nello spin-off su Lando, che a quanto pare è in programma, o in quello che si diceva con McGregor e il suo bel Obi-Wan - tanto più che, mannaggiatte, l'hai già spoilerato?)
    Buone le interpretazioni, alla fine, in linea con quelle - non eccelse - di quasi tutti i personaggi della saga. Molto belle alcune scelte visive, tipo il Millennium Falcon nel buio con solo il fornelletto dietro acceso.
    Un paio di cose che avrei sviluppato diversamente (magari non meglio, solo diversamente): i primi ninuti (qualche minuto sull'addestramento imperiale e i motivi per cui Han è finito nella fanteria sul pianeta di Marengo l'avrei speso: che, stiamo a guardare il minutaggio?), l'incontro con Chewbacca, la cosa del nome (ma che davero?).

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vostre impressioni generiche sul film (vi è piaciuto, non vi è piaciuto, whatev) vanno sotto alla recensione, linkata a inizio post.

      Elimina
  4. Sul fatto del cognome Solo, può essere che i poveracci di Corellia proprio non avessero un cognome.

    Ma mi piace pensare che il padre di Han abbia fatto a un certo punto un tale supercasino che solo a dire che hai lo stesso cognome ti sparano a vista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci avevo pensato. Avrebbe senso.

      Elimina
    2. Ho scoperto che anche in originale il dialogo è quello: "Who are your people?” “I’m alone. I don’t have people.” e il reclutatore scrive SOLO..

      Elimina
    3. Ci avevo pensato pure io a sta possibilità. Spin-off sul padre di Han? XD

      Elimina
    4. Mi piace come spiegazione. Anch'io avevo notato la contraddizione e ho pensato subito che avesse mentito all'ufficiale reclutatore.

      Elimina
  5. Ecco un'immagine dell'adattatore italiano che ha dovuto tradurre il dialogo sul cognome del protagonista: http://www.topolino.it/assets/PERSONAGGI/_resampled/croppedimage318436-gastoneintera.png

    RispondiElimina
  6. Scusa Doc non vorrei fare la perfettina della fungia ma hai scritto Ken invece che Kent quando parli del sacrificio inutile. Cmq indipendentemente dal film che possa piacere o meno trovo tristissimo farcire la storia con personaggi che hanno avuto successo per avere un traino...dai però e non si fa così, capisco qualche riferimento ma non mi puoi resuscitare Darth Maul (che tra l'altro vincerebbe il premio sith sfigato di turno)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione!
      Ma... il traino con una comparsata a sorpresa?
      Maul era comunque, come detto, già tornato da tempo in storie che sono e restano canon.

      Elimina
    2. diciamo che qua hanno fatto lo step successivo all'integrazione di personaggi apparsi in serie animate e poi in film: con il Generale Grievous (da Clone Wars di Tartarovsky a La vendetta dei Sith) e Saw Guerrera (da Clone Wars a Rogue One) non c'erano rischi perché comunque erano personaggi facilmente inseribili, anche senza aver recuperato le suddette serie.

      Questa trovata di Maul effettivamente è stata la tipica mossa furbetta per "costringere" chi si fosse perso il suo ritorno, a recuperare la serie animata in cui avviene appunto in Clone Wars).

      Un easter egg sfizioso per chi avesse recuperato il tutto, un punto interrogativo grosso come una casa per tutti gli altri.

      Elimina
    3. In realtà Darth Maul lo avevano già ampiamente ripescato in Maul: Son of Dathomir, fumetto canon uscito in 4 volumi nel 2014. Lì si accenna a come sia riuscito a creare il Shadow Collective e sostanzialmente si spiega tutto ciò che è successo dopo la sua sgambata con Opress (infatti in un episodio della 3a stagione di Rebels Maul cita la sua sovranità sui mandaloriani, la Dark Saber e i rituali delle Sorelle della Notte). Sono contento che abbiano voluto esplorare anche questo filone del "mob boss", che oh, pareva ci fossero solo gli Hutt a fare gli sfaccimmi nella galassia!

      Elimina
    4. Piccolo appunto: Son of Dathomir resta parte di TCW visto che è uno dei vari prodotti basato sugli episodi della serie che non si riuscì a girare a causa della chiusura anticipata (i quattro numero del fumetto infatti rappresentano le sceneggiature dei quattro episodi). Leggere il fumetto senza aver visto la serie equivale a vedere episodi a caso.
      Ah, a mio avviso il nome Alba Cremisi potrebbe essere un riferimento alla "metafora" dell'ultimo episodio con Maul in Rebels, Twin Suns, nel quale lui e Kenobi vengono rappresentati quasi come due soli.

      Elimina
  7. Grande Doc!
    Aggiungerei per chi non lo sapesse che tutte le riprese delle montagne innevate dell'attacco al treno sono state girate sulle tre cime di Lavaredo, che fanno parte delle Dolomiti italiane.
    Ed io ho visto il set ��

    RispondiElimina
  8. Mi sembra che sia la prima volta in cui si vede il famoso "strappo di braccia" da parte di uno wookiee (o almeno se ne vede l'effetto..) citato dallo stesso Han Solo in Episodio IV..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più mi fate notare questi richiami alla vecchia trilogia (che non vedo da almeno cinque mesi), più mi accordo di come "Solo" sia un film finanche molto bello.

      Elimina
    2. Come detto dal Dr. Manhattan, probabilmente sono tutte le parti scritte dai Kasdan che ti rimandano alla vecchia trilogia.

      Elimina
  9. Doc ma secondo te è possibile che L3 sia stato doppiato dalla stessa voce del Claptrap di Borderlands?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ninzò, L3 in Italia è doppiata da Angela Brusa (in originale ha la voce di Phoebe Waller-Bridge).

      Elimina
    2. Cioè mi stai dicendo che non è Ilaria Stagni? Ma ciucciatevi il calzino voi e le vostre voci tutte uguali.

      Elimina
  10. Il suicidio più stupido è anche dato dal fatto che... come diavolo avrebbe dovuto togliersi dal pilastro in mezzo al vuoto? Con un jetpack? E allora perché non provarci comunque?
    Detto questo, è stato per me un film piacevole, non da tifo da stadio come Rogue One ma piacevole, e come ho visto l'ologramma finale ho pensato che davvero, sarebbe bello portare sullo schermo le tante storie che sono state ambientate in quel periodo lì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettare uno strappo? Che uno dei suoi rubasse una navetta dei pirati? Che le togliessero di mezzo i "viper", permettendole di fuggire? Boh.

      Elimina
    2. Probabilmente arrivo tardi su questo post ma comunque...bisogna tenere conto che se non avessero mandato a segno il colpo in pratica l'Alba Cremisi li avrebbe uccisi tutti. Poi che siano riusciti a imbastire un piano incredibile dopo non era facile da prevedere in quel momento su un ponte sotto il fuoco dei droidi. Avrá preferito salvare Beckett sacrificandosi.

      Elimina
  11. Premettendo che il film non l'ho visto e non so se lo vedrò, devo ringraziare il Doc perché "mi impara le cose"! E chi sapeva che Warwick Davis avesse preso parte a tutti quei film? Tra l'altro, sarà una coincidenza ma il 95% dei suoi personaggi hanno il nome che inizia per "W"...

    RispondiElimina
  12. Darth Maul ha senso solo perché ne hanno fatto la statuina di Rat-Man che ho qui davanti.

    RispondiElimina
  13. Succulenta rassegna di curiosità come sempre Doc! Complimenti anche per aver citato la "personalità" di L3 acquisita dal Falcon! E' stata anche la prima cosa che ho pensato, appena hanno detto di volerla caricare nel navicomputer! Ti lancio lì un'altra curiosidade: mi è parso di aver intravisto tra i vari gingillini sparsi per l'ufficio di Dryden Vos una statuetta mooooolto simile all'idolo d'oro che prende Indy all'inizio dei Predatori dell'Arca Perduta… Che ne dici? L'inquadratura ci indugia sopra giusto quel millisecondo in più da far venire il dubbio (anche se non così a lungo come sul latte blu di Rogue One)… Potrebbe essere un omaggio o sono io che vedo collegamenti lunghi 12 parsec? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kasdan ha confermato ufficialmente che nell'ufficio di Vos sono presenti... più omaggi a Indiana Jones. Oltre all'idolo della fertilità, ben visibile, si intravedono per un istante anche le pietre di Sankara da Il tempio maledetto.

      Elimina
    2. Io, nello "studio" dello yacht (?), c'ho visto un grosso teschio di cristallo..ed è la prima cosa che salta durante la sparatoria!

      Un'altra cosa che ho notato è il posizionamento di Han durante la lotta nel fango con Chewbe: ricorda quella che ha quando viene freezato nella grafite.

      Elimina
  14. Quindi di "facce note" compare solo il tifoso del milan? Niente Lumacone gigante, niente Mandaloriano cazzuto e niente omino verde che spara per primo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, in particolare il film mostra come non sia mai esistito un omino verde che ha sparato (sparerà?) per primo: se c'è una cosa che Han impara, perdendo un po' di quella sua stoffa da "bravo ragazzo", è proprio che bisogna sparare per primi per non finire morti.

      Già solo per questa dichiarazione di intenti finale (difatti per me Lucas divenne nel tempo molesto per SW), Solo è tra i miei film preferiti della saga: devo capire ancora bene se al terzo o quarto posto (se lo gioca con L'Impero).

      Nathan

      Elimina
    2. Viene citata da Beckett anche la cacciatrice di taglie Aurra Sing, nemica di Ashoka in The Clone Wars.

      Elimina
  15. Darth Maul mi ha sorpreso abbastanza, ma non nego che ha creato confusione in me. Per un attimo ho pensato che "Solo" fosse ambientato ai tempi di Episodio 1.
    E' sempre un piacere rivedere Warwick Davis :D

    RispondiElimina
  16. Solo perché adoro le classifiche, anche se Episodio VIII e - ovviamente - "Solo" li ho visti una volta sola, al momento la situazione è tipo questa: Episodio V - Episodio III - Rogue One - Episodio I - Episodio IV - Solo - Episodio II - Episodio VIII - Episodio VI - Episodio VII - The clone wars (ma conta?).

    RispondiElimina
  17. A me la scena in cui gli chiedono il cognome ha semplicemente ricordato quella de "Il padrino - Parte II"..ovvero, quando il futuro boss arriva in America! Così come quella in trincea mi ha fatto venire in mente "Orizzonti di gloria" di Kubrick. Mentre, quella attorno al fuoco ricorda molto vagamente "Gli spietati" ma, potrebbe anche non essere..
    Poi, ci sarebbero quelle con le partite a carte tipiche dei "vecchi" western e quella sorta di drago che sa molto di fantasy. Come è tipico della saga, è chiaro che abbiamo anche azione, avventura e, la fantascienza!

    Insomma, per me è tutto il film un omaggio ai vari generi cinematografici con citazioni tipiche da cinefilo. Come penso sia il buon Ron, detto anche "Sasso"! A no, quello è un altro.. ;)

    RispondiElimina
  18. agorick-twitter30 maggio 2018 11:57

    "Rapina al treno" totalmente ambientata nella zona delle 3 Cime di Lavaredo e Monte Piana, tra Veneto e Alto Adige.

    RispondiElimina
  19. Se posso dare una lettura più nerd e profonda alla questione del linguaggio di L3-3t, secondo me è da ricercarsi nel nome, che è di per sè una citazione.

    Significa elite in linguaggio nerd gamer Elite -> leet -> L337 -> 1337 (ma qua non ci sono arrivati ;) ).

    Se ci pensate, il linguaggio nerd/gamer che sostituisce i numeri alle lettere, è bizzarro.
    E tutto nerdisticamente torna.

    RispondiElimina
  20. Questa cosa dei 12 parsec non ha un gran che senso.

    RispondiElimina
  21. Questa volta Han ha sparato per primo

    RispondiElimina
  22. E, tanto per ribadire quanto scritto sopra:
    http://geek.pizza/2018/06/04/laccount-twitter-ufficiale-di-star-wars-conferma-una-teoria-di-un-fan-su-solo-spiega-come-c3po-abbia-parlato-con-l3/

    La spiegazione è esattamente quella che ho dato io, la parte bizzara è proprio quel tipo di modo di scrivere

    RispondiElimina
  23. Ho appena letto che questo sarà il primo Star Wars che finirà in perdita...
    Poteva essere evitato?
    Tipo con un maggior tam tam pubblicitario.

    RispondiElimina
  24. Arrivo tardi, che l'ho visto solo ieri: la comparsa di Darth Maul è stata la ciliegina sulla torta di questo film, che a mio parere un film di Star wars senza Jedi, Sith o cmq qualcuno legato alla forza non è "completo". Certo, così come in Rogue One è interessante vedere altre ambientazioni che non le solite dei film principali, ma nel primo spin off avrei gradito un rimando alla trilogia reente, per quanto il film fosse legato a A New Hope, mentre qui vedere Darth Maul redivivo anche solo in ologramma ha aiutato meglio ad appiccicare Solo al pre-trilogia originale. Ma quindi davvero la ribellione è nata tramite la tipa dei finti predoni? Bello spunto pure questo!

    RispondiElimina
  25. Perdonate la mia poca nerditudine ma proprio non capisco, o meglio, non mi cala una cosa. Darth Maul viene bello che tagliato in due e precipita nel vuoto. Lo ricostruiscono e torna a far danno. Ok ci sto.
    Il leader supremo Snoke si fa infiorettare dall'emo incacchioso e viene tagliato a metà. Ma muore li sul momento, perchè ? Non è abbastanza arrabbiato, non gli hanno rinnovato il contratto, ha lasciato la cucitrice a casa?
    Sinceramente molto non mi è andato giù di questi nuovi film ma "resuscitare" un darth maul e far morire il capocchia, che si presume sia un tantinello piu' in gamba, proprio non mi è andato giù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari tra una decina di anni fanno resuscitare pure il Leader Snoke... Maul l'avevano gia' fatto tornare negli anni scorsi sui fumetti e nei telefilm in computer grafica.
      Il fatto e' che in fondo Maul non era male come personaggio ed il duello finale della 'Minaccia Fantasma' e' IMHO, uno dei momenti migliori della trilogia prequel. Sicuramente all'epoca avevano liquidato troppo in fretta un personaggio che poteva essere interessante dandogli pure pochissimo spazio nel film.
      Visto che (sempre IMHO) la Disney sta facendo una tremenda fatica a creare nuovi personaggi interessanti, sia nella schiera dei buoni sia in quella dei cattivi, ha puntato molto sulla riproposizione dei vecchi.
      Aspetto con timore l'episodio IX... adesso che i vecchi li hanno fatti fuori tutti fare un film intero con Finn, Popo, la cinese insulsa, il frignetta (cit.) e compagnia sara' dura...

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy