I trailer de Gli Incredibili 2, Cobra Kai, Ready Player One, Pacific Rim - La Rivolta, Voltron

Gli-Incredibili2-trailer
Questa mattina, nella speranza di riuscire a disinstallarti dal cranio una canzone terrificante che ti ha appioppato un trailer al cinema due giorni fa (capace finisca per diventare la #canzonedellasera di oggi sui social, rendiamoci conto), ci guardiamo in TraileRandom un po' di vaccheargentine... no, uh di trailer. Quelli de Gli Incredibili 2, di Cobra Kai (la serie con DANIEL-SAN UN PO' ANZIANO) e di Voltron Legendary Defender stagione 5, ma anche quelli nuovi di Ready Player One e Pacific Rim - La Rivolta. Tasso globale di tamarrata e poppanti pericolosi: altiFFimo [...]

Dopo il frullatone pop per giocare a Scova i tre miliardi di citazioni in due minuti del trailer precedente, quello uscito ieri si concentra un po' più sulla storia e un po' meno su Oasis, il Facebook del domani con il nome di una band pezzente e sopravvalutatissima. Ché è un po' di tempo che non fai a botte digitali con i fan degli Oasis, poi pare brutto. Non che qui le citazioni manchino, chiaro, se no si smonta tutto il film di Stefanuzzo Spì. Il che vuol dire che farai pure qua un post con chi è chi, tutte le citazioni e gli easter egg fotogramma per fotogramma, come la volta scorsa? Manco per il pazzo. Ready Player One esce il 29 marzo. Sarai in Giappone, dovrai aspettare un paio di giorni per vederlo, ricevendo nel frattempo cinquanta milioni di richieste sul chi è chi. Chi(aro). Tasso di scimmia citazionista furbetta del cinemino:


Quanto può essere scema l'idea di riportare in un dojo Daniel LaRusso e Johnny Lawrence, lì a guardarsi in cagnesco trentaquattro anni dopo quel calcio della gru in Karate Kid, perché ora la rivalità l'hanno trasmessa come i debiti ai propri figli? La serie Cobra Kai di YouTube Red sembra una minchiata? Sì, sensei! Eppure. Eppure nel rivedere là Ralph Macchio e William Zabka, nonostante ora il primo sia più vecchio di quanto non lo fosse il maestro Miyagi nel primo film (sembra incredibile, vero? NON lo è affatto) ti ha dato una certa emozione. Ma magari era solo gastrite, boh. Esce entro l'anno, non c'è ancora una data precisa. Tasso di scimmia che con la scusa dell'addestramento ti lucida la macchina un bigiù:


Sei forse contrario per motivi politicoreligiosi ai sequel in Pixar? No, perché pure se non hai mai visto i vari Cars (solo il primo, e giusto perché in quel volo non c'era una mazza d'altro), i Toy Story ti sono piaciuti un po' tutti. Gli Incredibili 2, QUATTORDICI anni dopo (ora vi sentite un po' più supervecchietti, eh?) la prima sgambata della famiglia Parr, si concentra sulla gestione familiare. A quanto pare, Elastigirl è tornata in azione e suo marito deve badare alla prole. Un film sul gestire dei bambini piccoli, ah ah, che tema fantascienzo. Prova a stare tu un giorno con la piccola teppista di tre anni che porta il cognome del sottoscritto, Mr. Incredibicoso, e poi ci facciamo due risate. Tornando al film: la premessa sembra forte e ti fidi di Brad Bird, l'uomo che ha infilato una roba alla Watchmen nel finale di un film Pixar (e in questo sequel si bissa con l'incipit) e ha scritto Il Gigante di Ferro. E sì, anche quella mimmata di Tomorrowland con Clooney, ma vabbuò, però. A giugno in Trumplandia, qui arriva il 19 settembre, sembra. Fischi dagli spalti. Tasso di scimmia che muoviti la pappina è pronta e sciroppati un altro po' di Pippi Calzelunghe e Simone il coniglietto, raus:


Più vedi di questo Pacific Rim - La Rivolta e meno ne vuoi vedere. Il primo film era tamarro, ok, trovava la sua ragion d'essere nel presentarsi incommensurabilmente tamarro. Aveva dalla sua un'epicità del cazzottone robotico, una verve da rockettopuncho al buio e sotto la pioggia (per dare una mano alla CGI, ammucciando l'ammucciabile) che questo seguito molto più bellaraga sotto la luce del sole non sembra vantare. Perché va bene tutto, ma gli attacchi col saltello pure qui, col rimbalzino sul muro (in questo caso un grattacielo)? Due volte solo nel trailer? Sembrano tipi in tutina, non robottazzi alti trenta piani, porca palettecromaticaipersatura. Detto ciò, ciò, te lo andrai a vedere comunque al cinema, perché se ti piallano un numero sufficiente di grattacieli, se ti sciarmano alla Godzilla un numero adeguato di città, anche chissene. Uprising arriverà nelle sale itagliate il 23 marzo. Tasso di scimmia che basta per piacere questi cacchio di attacchi in salto alla moviola di Sassi come in 300 e Spartacus e tutte quelle altre volgari volgarità:


Chiudiamo con il trailer della quinta stagione di Voltron Legendary Defender, che sbarcherà su Netflix USA a inizio marzo, da noi boh. Giusto perché te lo sei trovato davanti, e soprattutto perché volevi chiedere a vostros debauchery se qualcuno si è sciroppato per caso le quattro serie precedenti. Perché te sei fermo alla prima e ti piacerebbe sapere se ne valga la pena, ecco. 

Ma più in generale, gente: che ve ne pare? Che sensazioni vi danno questi trailer? Come sempre, il primo femonemojimmy dell'internet che se ne esce con un NONSIPOSSONOGIUDICAREIFILMDAITRAILER, perché non si è preso la briga di capire il senso della rubrica, e più in generale perché è un insopportabile PDF scansato da tutti, verrà ricoperto di pece e costretto a girare per il resto dei suoi giorni con una colonna sonora personale composta solo da pezzi degli Oasis. Champagne supermòvati.

Commenti

  1. Voltron, pure io fermo alla prima....anzi, fermo a Golion... l'unica vera curiosità è il consueto scambio delle uniformi... hanno dato finalmente il nero a Keith e il rosso a Lance?... Golion, l'unico cartone in cui il bassista carismatico vero viene fatto fuori subito dopo poche puntate....tanto per non creare guai al capetto PDF!!!!

    RispondiElimina
  2. INCREDIBILI 2 è quello che attendo di più, amato il primo e questo trailer mi da sensazioni positive, l'incipit è decisamente interessante


    RPO, non ho letto il libro quindi non so cosa aspettarmi, il trailer mi ha incuriosito molto

    PACIFIC RIM, stesse mie preocupazioni, troppo sole, troppo colorato, troppo agili, il bello del primo era anche il lavoro dietro atto a rendere il più realistico possibile un robot alto decine di metri...ovviamente andro al cinema a vederlo :D

    RispondiElimina
  3. Molto carino Gli incredibili 2 e ho tutto il tempo di riguardare con calma il primo capitolo, che francamente dopo tutti questi anni ricordo poco.
    Prima però c'è Ready Player One: dopo aver divorato il libro in una settimana mi aspetto un film parecchio esaltante!

    RispondiElimina
  4. Ultimamente poche cose mi destano interesse, più che altro perché altri pensieri si mangiano tutta la RAM.
    Detto questo ho provato a leggere Ready Player One e mi sono inchiodato a metà circa (subito dopo la chiave di rame). Onestamente la storia è carina ma non riesco ad impazzire per tutto il resto.
    Non per tessere le lodi del Doc come scrittore ma l'approccio sugli anni '80 suo mi piace molto di più. Non scade mai nella nostalgia fine a se stessa con strizzatine d'occhio ma ti racconta un mondo e un vissuto personale. Un po' come ha fatto Netflix con i documentari sui giocattoli.
    In RPO gli anni '80 sono un periodo fatato contrapposto ad un presente da incubo. Sembra quasi che la storia sia solo un pretesto per inserire citazioni.
    Il resto passo volentieri anche se Cobra Kai potrebbe essere interessante. Anche qui se l'impronta non è alla Carlo Conti potrebbe venire fuori qualcosa di interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buono. Non sum degno.
      Detto questo, io Armada lo scrivevo meglio. Cline, ridammi i soldi!!1! :D

      Elimina
    2. I complimenti te li meriti tutti ma giù le mani dagli Oasis.

      Elimina
    3. Oasis melma!
      (e scatta la rissa finta tipo Elii dalla Donà: https://youtu.be/doEy0Z5fiXo).

      Elimina
    4. Non colgo la provocazione, I don't look back in anger :P

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. scusatemi la parentesi graffa, ma... beh in realtà i documentari sui giochi anni ' 80 hanno un bel carico di nostalgia... ma la nostalgia non è quella dei banbini che coi giochi ci giocavano, ma degli adulti che hanno creato i giocattoli passando la parte produttiva della vita a fare "pupazzetti" vari ( OK , action figures...). Vedere il creatore dei giochi di Star Wars che tornava sul posto di lavoro, trovando un ufficio vuoto, mi ha fatto venire in mente il vecchio ufficio di mio padre ( poi ci trasferimmo dove stiamo) pieno di carte, di tavoli col tecnigrafo , di attrezzi per disegnare che sono ancora nei cassetti e nessuno usa più da un paio di decenni. ( Era anche pieno di uccellacci impagliati del socio dell' epoca ... quando ero piccolo mi affascinavano parecchio ! )
      Un momento , un ambiente di vita che sono andati , ma che hanno dato tanta soddisfazione a chi ha creato quei fantastici giocattoli che erano molto più di pezzi di plastica, non solo per la fantasia dei fianciulli che con tali balocchi giocavano , ma perchè gli stessi creatori ci hanno messo un nel pò del loro ... e , una volta chiusa la produzione, sono dovuti tornare al play doh.

      Magari tra 30 anni tornerò nel cesso dove lavoro adesso e troverò un negozio di... boh , protesi cyborg, intelligenze artificiali di faviJ , o qualcos'altro e penserò ai bei tempi che lavoravo con tastiera e mouse cazzeggiando sull' Antro ... e ai lavori che svolgo tutti i giorni qui che mi danno parecchia soddisfazione !
      ah e tra parentesi tutta colpa di quella zoccola della barbie e del suo Griso su Eternia , ovvero She ra, se He Man è andato a winni-e-pooh-ttane .

      Elimina
    7. in che senso, Riccardo? Forse gli investimenti fatti su She.ra sono andati a farsi friggere, trascinando nel gorgo tutto il resto?

      Elimina
  5. Eh, i seguiti dei film di animazione sono un bel problema...e' per questo che la Disney non segue molto questa politica. Pero' il primo de GLI INCREDIBILI mi era piaciuto parecchio. Speriamo bene...anche per RALPH SPACCATUTTO 2, che hanno gia' annunciato.
    Vuoi un consiglio su CARS? Passa direttamente al terzo, che col secondo non ti perdi niente.
    Ralph Macchio? A VOLTE RITORNANO, proprio...ma che fine aveva fatto?
    Io ero rimasto che aveva lavorato anche in Marvel come responsabile si nonsisacosa, mi pare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica dici sul serio? :D
      Il Ralph Macchio che sugli albi Marvel veniva presentato come il "Non Karate Kid Ralph Macchio"? XD

      Elimina
    2. La Disney la politica dei sequel l'ha seguita eccome, semplicemente i seguiti li ha buttati tutti nel mercato direct-to-video, forse perchè gli bastava monetizzare con prodotti a basso costo.
      Neanche Pixar con i seguiti è andata benissimo (pur se non ai livelli di Disney), motivo per cui anch'io sono un po' preoccupato anche se il primo Gli Incredibili mi era piaciuto.

      Elimina
  6. i trailer si lasciano sempre guardare, e in fondo, guardarli, non costa fatica. però, da qui a decidere di andare addirittura al cinema, ce ne corre! almeno, per come mi sento io, al momento, nei confronti di questi film.
    L'unico che mi ha divertito è gli incredibili due: perché c'è il pupo mutaforma, perché c'è Edna, percé Elastigirl agisce da sola.Potrebbe essere l'unico che mi farà piacere vedere.

    (tralascio di proposito Karate Kid: troooooooppa nostalgia che colpisce duro)

    RispondiElimina
  7. Uhm e di tutti questi me ne interessa esattamente...nessuno .-. Però sono curioso di capire qual è il film Pixar con finale alla Watchmen...chiedo lumi!

    RispondiElimina
  8. Scusate ma... la gestione del bimbo coi superpoteri incontrollabili non l'abbiamo già vista nel primo Incredibili? Extra di 10 minuti allegato al DVD in cui si vede la baby sitter impegnata col piccolo? Adesso ci basano metà del secondo film? Comunque l'unico per cui nutra un po' di scimmiatudine.

    RispondiElimina
  9. Ah! Non era quel RALPH MACCHIO, dunque!
    In effetti mi ero sempre chiesto cosa c'azzeccasse...anche se non la vedevo un'ipotesi cosi' improbabile...insomma, ex attore di film per adolescenti, probabile appassionato di fumetti...mi sono detto PERCHE' NO?
    Solo un caso di omonimia, dunque.
    Arcano risolto.
    Proprio vero. Si scopre sempre qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il R. Macchio dei Comics, soprannominato per forza Karate Kid: https://en.wikipedia.org/wiki/Ralph_Macchio_(comics)

      Elimina
    2. io ho sempre sperato che passasse alla Dc e lavorasse su Karate Kid , della Legion of Super-Heroes

      Elimina
  10. tutti da vedere ma per motivi diversi! il nuovo trailer di ready player one mi ha fatto scendere il livello di scimmia, credo che la storia divergerà molto dal libro, da vedere ma sono già mezzo deluso...
    il nuovo Cobra kai non me lo aspettavo, non ne avevo nemmeno sentito parlare e quindi per ora ho la scimmia da effetto sorpresa, a parte che i due Ralph Macchio e William Zabka già si erano ritrovati in how i met your mother.
    gli incredibili 2 lo aspettavo da 14 anni... potevano aspettare ancora qualche mese che a settembre mio figlio avrà 18 mesi e non sarà ancora una buona scusa per vederlo al cinema...
    Pacific rim va visto x quello che è, mi aspetto una boiata da un milione di dollari e per tale la prenderò.

    RispondiElimina
  11. Se dovessi sceglierne solo uno (e non farei neanche tanta fatica) sarebbe sicuramente Gli Incredibili.
    Il primo l'ho amato e rivisto (grazie alla sorellina collezionista di vhs/dvd/br Disney - sort of) uno svario di volte.

    Poi li vado a vedere tutti comunque, ma è un'altra storia.

    In calce, mi accodo alla domanda su Voltron, pur non avendo neanche iniziato la prima.

    RispondiElimina
  12. Riguardo a Macchio NON KARATE KID, ho sempre pensato fosse un caso simile a quello di Kevin Smith, ma al contrario. Chissa' perche'...
    Si, la Disney molti seguiti li ha fatti per l'home video, ed infatti i risultati sono risibili.
    CARS 2, come dicevo, lasciamo perdere...forse i tre TOY STORY sono gli unici che si salvano, almeno per ora...

    RispondiElimina
  13. Anche io mi associo al coro di chi non può vedere, anzi pardon, sentire gli oasis!!!!!

    RispondiElimina
  14. mmmm.... curiosità per Ready player one che però non so se vale la pena vedere al cinema e Gli Incredibili 2 (no cinema). Pacific Rim ha sempre più l'aria di essere una cazzata assurda, ma io amo pure i film dell'Asylum quindi che ci vuoi fare? Cinema assicurato!

    RispondiElimina
  15. Ready Player One mi incuriosisce parecchio, gli Incredibili uguale ma Pacific Rim temo che per me sarà la delusione assoluta. Il primo film è come se lo avessi diretto io per quanto mi è piaciuto mentre questo per ora mi sembra una copia non riuscitissima dei transformer.

    RispondiElimina
  16. Potrebbe essere interessante il sequel de Gli Incredibili anche se IMO esce fuori tempo massimo e la Pixar non è più la Pixar di allora
    Pacific Rim è un deciso NO, come bimbominkiare un'idea ottima e rispettosa di quel tipo di robottoni anni'70/'80
    Spielberg ha smesso di fare film decenti a metà anni'90, questo poi come trama mi attira 0

    RispondiElimina
  17. Sto Ready Player One non lo capisco. Il protagonista è figo e ok. Ma tutte quelle citazioni? Roger Rabbit era ambientato nel mondo dei cartoni e c'erano camei di cartoni. Ralph Spaccatutto nel mondo dei videogiochi e c'erano camei di videogiochi. E questo... in una realtà virtuale con camei di... cose a caso? Videogiochi ma anche film ma che menga c'entra il gigante di ferro porcazozza. Forse sarà un mondo virtuale dove ognuno si sceglie un avatar, allora dobbiamo aspettarci il cameo di Uganda Knuckles?

    Gli Incredibili mi girano un po' che siano passati tutti questi anni ma non abbiano sfruttato l'idea di far crescere i bambini. Poi il Minatore è l'unico personaggio di Ratzenberger che in ita non ha doppiato Cecchetto, quindi lo faranno doppiare a lui in barba al film precedente o gli daranno l'altro doppiatore in barba alla tradizione Pixar? Spero che la stilista la faccia ancora Amanda Lear.

    No ma ho una domanda, Doc, chi è la prima scimmia della tua scala scimmia? Non la riconosco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra venga da una puntata con Gorilla Grodd del cartone Batman: The Brave and the Bold.

      Elimina
  18. Ma quanto se li porta bene i suoi 50 anni e passa Ralph Macchio???
    Ready Player One mi ispira per la componente nostalgica, il seguito degli Incredibili mi lascia alquanto indiffirente.
    Pacifi Rim non riesco a portare a termine neanche il trailer per quanto mi stizzisce.
    Il primo sarà tamarro, girato al buio e sotto la pioggia ma è un film che custodisco con piacere nella mia cineteca.
    Questo seguito non mi attira minimamente, personalmente non la sopporto proprio questa sovraeccitazione adoloscenziale da parte di regia e protagonisti. De gustibus...

    RispondiElimina
  19. Aeeeee gli Oasis no eh, che ti faccio viuuuuleeeenza!!!

    RispondiElimina
  20. Penso che passeró su tutta la linea :D
    Tra l’altro,le citazioni,le strizzate d’occhio cinematografiche (alla Leo Ortolani intese)i film che ti danno di gomitino tutto il tempo ridendo sotto i baffi sornioni,gli anni 80 come luogo/periodo/amarcord/nomi/cose/città,hanno generalmente rotto davvero i coglioni.Per favore,fate il revival degli anni ottanta del quindicesimo secolo,quello che volete ma non rompete più il piffero co’sto synth,la nostalgia dell’infanzia(anni 80 are anni 60 for dummies pare)e sti colori fluo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quotissimo, gli anni'80 sono un po' come la musica balcanica (cit Elio)

      Elimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Detto questo,smaltidio lo sfastidio per Ready Player One,penso che vedró solo Pacif Rim,anche se con riserva.Il primo piaciuto tanto,la trama di quest’ultimo mi intrigheggia

    RispondiElimina
  23. Io ormai vado al cinema solo ed esclusivamente con la prole al seguito. Per cui i miei gusti si devono per forza di cose piegare al volere di un rEgazzino di quasi 11 anni (la sorellina segue per emulazione). E a quasi 11 anni cosa ti scimmia? Cazzottoni robotici, Ready Player One perché il papà ti ha raccontato a grandi linee la trama (letto parecchio tempo fa, non mi ricordo tutto tutto ma per un rEgazzino dovrebbe andare bene), e poi GLI INCREDIBILI che hanno consumato diverse diottrie dai 2 agli 11 anni attuali e che il papà pure aveva adorato all'epoca dell'uscita.
    L'unico che mi scimmia poco è Ralph Maccho, forse è solo invidia perché da piccolo me le prendevo sempre e per me non c'era nessuna mossa della gru a salvarmi ma due gambe buone solo per scappare di corsa.

    RispondiElimina
  24. Ho fatto i compiti sulla wikipedia!
    Quando uscì Karate Kid io avevo 12 anni! Un bimbo grassottello vittima di bulli a scuola che impazziva per Daniel-San che si vendicava dei bulli! Danielsan aveva 23 anni anche se ne dimostrava meno.
    E' normale credo che un bimbo di 12 sognasse di diventare come un ragazzo apparentemente 17 enne che imparava il karate.

    Oggi ho 46 anni....che ci vado a fare al cinema a vedere un vecchio di 56 anni che fa karate nel dopolavoro? Cosa combatte ora? Chi gli ruba il posto in fila alle Poste?

    A chi si rivolge questo film? Ai ragazzini di oggi o ai 46 enni che portano i figli al cinema a vedere un loro mito d'infanzia? Secondo me floppa. Però a me ha fatto piacere rivederli...per qualche secondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai tirato fuori una bella domanda,e non so rispondere..
      Io sono affezionato ai Karatè Kid perchè anni fa,almeno 17,(meeeenkia) coi miei amici li abbiamo ridoppiati e sono venuti fuori delle meraviglie,io facevo un Daniel San vessato e costretto a subire le angherie del Maestro Miagi.
      Che spettacolo ragazzi

      Elimina
  25. Voglio vedere solo gli Incredibili 2.

    kobra kai non lo voglio vedere, karate kid è morto dopo il secondo film, il terzo era un monumento di tamarraggine, il quarto senza Macchio è utile soltanto per ricattare la due volte oscar Hilary Swank.
    Perchè non dare una possibilità a questo Cobra Kai? Perchè sembra la stessa patetica ideona che partorì Kung Fu La Leggenda Continua negli anni 90.
    Distribuire qualche riferimento agli anni 80 nelle serie nostalgiche è come dare metadone scaduto (ma scade? boh)
    No grazie, no.

    RispondiElimina
  26. Su RPO avevo paura fin da quando annunciarono il film, adesso ogni trailer che vedo mi fa venire sempre più paura perché passi non mostrare tutto per problemi di copyright o di budget, ma dai trailer sembra che Stefanuzzo abbia mandato in vacca il rapporto tra Wade e Samantha (non è spoiler, si vede chiaramente dai trailer che i 2 si vedono "realmente" fuori da Oasis mentre chi ha letto il libro sa), poi Samantha è troppo bellona Hollywoodiana, nel libro era grassotella e mi pare di ricordare avesse pure una voglia sulla faccia, il suo avatar mi pare troppo ridicolo per essere quello di una badass come lei.
    poi mi sa che hanno rovinato quell'altro personaggio il cui avatar mi sembra ancora più ridicolo di quello di Samantha.
    Temo che ci sarà tanta vita reale e poco Oasis.

    RispondiElimina
  27. Questa volta ci scimmio poco :I
    Vedrò tutto, ma non li attendo davvero

    RispondiElimina
  28. Sarò bre..
    Pacific Rim 2: anche no, già il primo era inguardabile.
    Cobra Kai: ahahahahahha, vabbè dai, è uno scherzo (cit.).
    Ready PLayer One: ho letto il libro e l'ho trovato bruttissimo sotto ogni aspetto, mi risparmio il film.

    Ben tre operazioni che giocano con l'effetto nostalgia anni '80 ... e guarda caso sembrano tre cavolate colossali.

    Incredibili 2: boh? non è proprio il mio target, non ho il diritto di giudicarlo.

    RispondiElimina
  29. Poca scimmia per tutti personalmente. Andrei ignorantemente a vedere pacific rim 2 per le botte da orbi, sebbene manchi un po', dal trailer, lo stylish del primo

    RispondiElimina
  30. In attesa di "Ready Player One"!
    Letto su tuo consiglio in un post di qualche anno fa. Libro preso e lasciato a prender polvere fino all'arrivo del trailer. Ero preso bene e l'ho letto abbastanza velocemente per i mie standard e merita.
    Visto il trailer... e un po' mah che...
    La cosa positiva che nella stesura della sceneggiatura c'è Ernest Cline.
    Speriamo bene

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.