sabato 6 gennaio 2018

88

I 3 telefilm dell'anno - Minollo d'Oro 2017

migliori telefilm 2017
#credici
Terza tornata di votazioni per il Minollo d'Oro 2017. Dopo i film e le serie animate, tocca ora alle serie TV: dovete scegliere i tre migliori telefilm dell'anno appena passato, deboscia. Valgono tutte le serie (solo live action, niente animazione), che si tratti di prime stagioni o meno, uscite nel 2017. Semplice [...]

Mhhh. No, in effetti non è semplice. Per te non lo è per nulla. Il fatto è che molte delle tue serie preferite si sono rivelate in tutto o in parte deludenti (Gomorra, Mr. Robot), l'attesa The Defenders era una roba un po' mimma, e altre non hai ancora fatto ancora a tempo a finirle (Stranger Things 2, The Punisher)... Mhhh. Dai, le prime tre che ti vengono in mente e via. Primo posto per Glow, la serie sul bresslinz femminile anni 80, che ti ha divertito un sacco. La recensione la trovate qui.
Secondo posto per Legion, perché è una serie sui supertipi diversa dalle altre, visivamente intrigante, surreale e brillante (se ne parlava qui). Ah, e anche perché Rachel Keller tanta roba. 
Al terzo posto peschi Black Mirror stagione 4. Perché sì, ok, le prime due serie UK e soprattutto lo special natalizio sono una roba inarrivabile, ma comunque anche in quest'ultima stagione ci hai trovato dell'ottima fantascienza e ti sei goduto quasi tutti gli episodi, due in particolare


Ok, tocca a voi, deboscia. Ma prima, le LE REGOLE (leggete bene, leggete TUTTO): 1)dovete scegliere tre telefilm del 2017Valgono sia i telefilm nuovi, sia le stagioni uscite nel 2017 di telefilm che esistono da qualche annoNon vale una serie precedente che avete recuperato voi nel 2016, non valgono le serie animate. Al primo telefilm verranno assegnati tre punti, al secondo due, al terzo uno.Verranno presi in considerazione SOLO i commenti in cui per ogni scelta ci sia un minimo di spiegazione. Basta un rigo, ma ci deve essere: in pratica, i voti dei commenti senza spiegazione NON verranno contati. 2) Non potete scegliere più di tre serie, ma se non arrivate a tre e ne volete votare solo due, va bene lo stesso (si applicheranno sempre tre punti alla prima e due alla seconda). 3) I commenti anonimi finiscono come al solito dritti nel secchio, tempo perso per chi li scrive. 4) Il termine per votare sono le 20 di lunedì 8 gennaio. Tutti i voti arrivati dopo non contano. 5) Ultima, ma non ultima, fatevi i commenti vostri, non rompete le balle agli altri per le loro scelte. Tutto chiaro? Votare! 

88 commenti:

  1. stranger things 2 - black mirror - glow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Primo commento... non valido. Ottimo.
      LA. REGOLA. 1. GRAZIE.

      "Verranno presi in considerazione SOLO i commenti in cui per ogni scelta ci sia un minimo di spiegazione".

      Elimina
  2. 1 - Sherlock, il canto del cigno dei Fantastici Quattro Cumberbatch-Freeman-Gatiss-Moffat
    2 - Legion, un approccio nuovo e originale al super eroe con super problemi (almeno per la tv, i comics ci sono arrivati trent'anni fa) e colonna sonora da urlo.
    3 - Urban Myths, una specie di "what if" con personaggi reali, strepitoso Iwan Rheon come giovane Hitler

    RispondiElimina
  3. 1 Gomorra: gli ultimi 5 minuti dell'ultima puntata valgono mille punti. grandissima.
    2 The Crown, ogni puntata. usu tutte quella sui contatti con i nazisti, e quella dal titolo"Marionette".
    3 Fargo! ci ho ritrovato la cattiveria comica tipica dei Cohen. personaggi caratterizzati al massimo, ottimi i protagonisti, un supercattivo e ottime spalle.

    RispondiElimina
  4. 1) Stranger Things stagione 2
    2) Sherlock stagione 4
    3) Star Trek Discovery

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Verranno presi in considerazione SOLO i commenti in cui per ogni scelta ci sia un minimo di spiegazione".

      Magari alla 50a volta che lo ripeto si capisce. °__°

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. 1) Black mirror stagione 4: pur non raggiungendo le vette delle prime due stagioni(o per l'appunto dello speciale di natale) puntate come USS Callister hanno ampiamente masturbato tutti gli aspetti della mia nerditudine da fan di vecchia data di star trek, e il modo in cui il finale "ce la fanno o non ce la fanno" fosse oramai uno stereotipo della serie è stato reso molto bene.

    Bojack Horseman stagione 4: è stata la stagione in cui ho "riso" di meno. Avendo avuto un familiare con l'alzheimer ogni scena con Beatrice era un piccolo taglio fatto con la carta sulle pupille, ma l'apoteosi è stata raggiunta in Time's Arrow in cui ho pianto come una fontana.

    3) Better Call Saul Stagione 3: Benchè oramai ritenga Saul un semplice co-protagonista della serie, e l'interpretazione di Odenkirk sia sempre superlativa, è TOTALMENTE messo in ombra da quel mostro che per me è Jonathan Banks, che per me stà diventando il vero focus di questa serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valgono tutte le serie (solo live action, niente animazione).

      Elimina
  7. Doctor Who: perché Peter Capaldi andrebbe ricoperto di Oscar, Grammy, Leoni d'oro, Orsi d'oro, reggiseni... rock star totale globale finale;
    Legion: originale, diversa, lei è tantissima roba, ma lui pure;
    The expanse: fantascienza di una volta con quel pizzico di morti in più, così tipici dei piccoli aiutanti di George R.R. Martin. Belle astronavi, bella storia, bei personaggi (Millah!)

    RispondiElimina
  8. 1- The Handmaid's Tale. Penso sia la prima volta che una serie supera un libro già ottimo, davvero spettacolare e con ottime performance.
    2- Peaky Blinders stagione 4. Finalmente ci si riprende dopo una terza stagione un po' scarsetta, a parte un Adrien Brody purtroppo non troppo convincente per il suo italiano.
    3- Stranger. Non vedevo un crime drama coreano così avvincente da molto. E Bae Doona <3

    RispondiElimina
  9. 1. Better Call Saul stagione 3: perchè nonostante i tempi lenti è una gioia per gli occhi vedere una interpretazione magistrale del pokerissimo Odenkirk-Banks-McKean-Esposito-Margolis; penso che un roster così se lo sognano un pò tutte le serie attualmente in onda

    2. Gomorra stagione 3: Il tuffo introspettivo a me è piaciuto molto: il rapporto Ciro-Genny è reso alla perfezione. Da napoletano ci sono 3/4 enormi mimmate che me la fanno mettere al secondo posto, altrimenti sarebbe stata la cosa migliore del 2017

    3. Atlanta: indeciso tra la pur bella Narcos3 e Fargo3, premio questa comedy molto particolare, con personaggi caratterizzati benissimo, storie mai banali che restano sempre in bilico tra la risata da commedia e quella grottesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. 1. Better Call Saul stagione 3: perchè nonostante i tempi lenti è una gioia per gli occhi vedere una interpretazione magistrale del pokerissimo Odenkirk-Banks-McKean-Esposito-Margolis; penso che un roster così se lo sognano un pò tutte le serie attualmente in onda

    2. Gomorra stagione 3: Il tuffo introspettivo a me è piaciuto molto: il rapporto Ciro-Genny è reso alla perfezione. Da napoletano ci sono 3/4 enormi mimmate che me la fanno mettere al secondo posto, altrimenti sarebbe stata la cosa migliore del 2017

    3. Atlanta: indeciso tra la pur bella Narcos3 e Fargo3, premio questa comedy molto particolare, con personaggi caratterizzati benissimo, storie mai banali che restano sempre in bilico tra la risata da commedia e quella grottesca

    P.S. Doc come mai non ti è piaciuta Gomorra3?

    RispondiElimina
  11. 3 - Glow stagione 1. alla Netflix avranno fatto i loro calcoli: tra le nostre serie di maggior successo ce ne sono una ambientata negli anni '80 (Stranger Things) e una con un cast femminile molto esteso (Orange Is The New Black)... perchè non uniamo le due cose? E il risultato sono dieci puntate fresche e veloci che scorrono via senza annoiarsi mai, tra momenti comici e momenti più drammatici. Di lottato sul ring non se ne è visto moltissimo, ma lo spirito del wrestling sembra sia stato compreso a fondo sia dagli sceneggiatori che dalle attrici. It's a soap opera! The whole thing is a soap opera!

    2 - Orphan Black stagione 5. Ultime dieci puntate della serie che mi ha introdotto alla talentuosissima Tatiana Maslany. Comunque, secondo posto non solo per la bontà dela quinta stagione, ma anche come ringraziamento alla serie per avermi appassionato per cinque anni.

    1 - Black Mirror stagione 4. A mio parere una stagione molto solida. A parte Arkangel (ottimi soggetto e regia, ma sceneggiatura troppo scontata) tutti gli episodi hanno degli spunti interessanti e qualche caratteristica che li rende memorabili, dai paesaggi gelidi di Crocodile al minimalismo di Metalhead.

    RispondiElimina
  12. 1) Doctor Who: probabilmente la mia serie preferita in assoluto, che anche a questo giro mi ha saputo appassionare come poche, regalando un addio di Capaldi memorabile. Chapeau.

    2) L'altra perla di Moffat, che ha ridefinito il mito del detective di Baker Street. Anche questa stagione non si è smentita, regalando momenti davvero forti.

    3) Legion: ho adorato l'approccio di Noah Hawley in Fargo e anche qua non si è smentito: regia sublime, personaggi che non sfigurerebbero su carta, tanto rendono l'idea di mutante e trama tanto contorta quanto affascinante.

    RispondiElimina
  13. Non voto, ma giusto per essere sicuri, in questa categoria si possono votare anche serie che non sono ancora uscite in Italia, vero?

    RispondiElimina
  14. 1) Black Sails: vittoria facile, per quanto so' fissato coi pirati; in più un capolavoro sempre crescente di scrittura, regia, fotografia, interpretazioni...
    2) The Handmaid's Tale: per un bel po' di tempo non me la sono filata, poi per curiosità ho visto il primo episodio ed il giorno dopo l'avevo finita tutta. Una delle serie distopiche più angoscianti che abbia mai visto e in più una Elisabeth Moss fantastica
    3) Mindhunter: sono stato indeciso fino all'ultimo momento tra questa e Dark, ma l'approccio diverso alla materia crime di Mindhunter ha prevalso. Se una serie ti tiene incollato nonostante l'enorme quantitativo di dialoghi, merita di essere nella top3

    RispondiElimina
  15. 1) The Handmaid’s Tale imerdibile per il livello del cast su tutti elizabeth moss, storia coinvolgente distopico ma purtroppo attuale.
    2) Feud perché la disperazione di Joan Crawford
    (Jessica Lange)e la ferocia di Bette Davis (Susan Sarandon sono immense, si soffre e si sta male quindi funziona alla perfezione.
    3) Mindhunter l'origine dello studio su serial killer e comportamenti criminali, mai visto così da vicino il Male.

    RispondiElimina
  16. Grace & Frankie S3: perché ogni volta che sembra non ci sia più niente da dire, ecco la svolta e resti con la voglia fortissima della prossima stagione.

    The Punisher S1: scavallati i primi episodi, la serie decolla e diventa davvero coinvolgente.

    Stranger Things S2: archiviata la prima deludente stagione, finalmente una storia piacevole e che fa venire voglia di guardare subito il prossimo episodio. Per questo gli perdono le inevitabili mimmate.

    RispondiElimina
  17. 3 posto: Orphan Black 5 stagione.
    Ho adorato la serie è per quanto questa quinta non avesse l'appeal delle prime chiude bene tutta la saga.

    2 posto: The Punisher. Per quanto sia lenta e dispersiva in alcuni episodi, Netflix piazza un ottimo Frank Castle.

    1 posto: 13 reason why. Personalmente la serie che più mi ha catturato quest'anno. Una serie che racconta problematiche importanti mixando bene sia il lato intrattenimento, facendoci affezionare alla protagonista ma senza tirarsi indietro nel mostrare scene sugli argomenti più spinosi.

    RispondiElimina
  18. quest'anno la scelta è ardua, vista veramente tanta bella roba
    1) Legion, perché una cosa così sui supereroi non s'era mai vista prima
    2) Mindhunter, perché è la cosa più vicina a True Detective S01 vista negli ultimi anni
    3) The Marvelous Mrs. Maisel, perché era veramente troppo tempo che non ridevo così tanto per una comicità sopra le righe e non banale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio perché mi hai fatto scoprire una serie che non conoscevo: The Marvelous Mrs. Maisel

      Elimina
  19. Scelta davvero ardua, mi concentro su quelle serie che mi hanno spinto quasi al binge watching
    3) Black Mirror, nonostante si veda sempre più il passaggio dalla gestione UK a quella USA resta una gran serie, puntate tutte ottime.
    2) Stranger Thing 2, a parte lo scivolone della puntata 7, che non esiste, ottima seconda stagione sviluppata e recitata benissimo.
    1) Sherlock, telefilm che adoro fun dalla prima stagione, mai una caduta di stile o una pecca di scrittura. la stagione 4 è semplicemente perfetta e cumberbatch uno sherlock unico.

    RispondiElimina
  20. 1) TWIN PEAKS - 3rza stagione
    Se ne può parlare all'infinito, alla fine l'unica verità più o meno oggettiva è che Lynch ha preso i nostri cervellini e ci ha giocato come fossero pongo. Il finale mi ha fatto incazzare un sacco di primo acchitto, ma quel che conta davvero è il viaggio. E, diamine, quello di TWIN PEAK è IL viaggio.

    2) THE LEFTOVERS - 3za stagione
    Perchè se era proprio necessario farsi perdonare per LOST (imho... NO. Con tutti i suoi difetti, LOST per me rappresenta uno degli step evolutivi delle serie TV, grazie al quale abbiamo la qualità "moderna" della serialità), allora Lindelof con The Leftovers si è sdebitato alla grande. Uno dei più magistrali esempi di scrittura... e soprattutto la coerenza di un autore che, almeno stavolta, ha detto "STOP! Questa deve essere l'ultima stagione, altrimenti cominciamo a riempirla di filler penosi".

    3) THE CROWN - Seconda Stagione
    L'ultimo piazzamento era il più difficile perchè, per me, le prime due staccavano di un botto le altre ma invece qui la differenza era meno netta... avrei voluto nominare la seconda stagione di Stranger Things, The Punisher, 13, Suburra (oh, a me è piaciuta) e chissà quali altre che al momento dimentico... però no, alla fine confermo il terzo piazzamento alla seconda stagione dedicata al regno di Elisabetta II.
    Il perchè... beh, perchè non perde un grammo della qualità intravista con la prima, e non è facile: attori fenomenali, in primis Claire Foy che riesce ad essere incredibilmente espressiva pur dovendo interpretare una tizia che, per ragioni istituzionali, doveva tenersi tutto dentro come una pentola a pressione. La scrittura di Morgan fila via che è un piacere, le ricostruzioni storiche fanno appassionare al periodo.

    Oh, se rivedo le mie tre scelte mi viene da pensare che sono proprio invecchiato!

    RispondiElimina
  21. 1-Better call Saul.
    Inaspettatamente è diventato il mio telefilm preferito degli anni 10'; quest'ultima stagione ha qualche episodio lento, ma come sempre la regia, la recitazione e la trama in generale sono a livelli stratosferici, in più abbiamo una crescita (o decrescita, dipende dai punti di vista) molto più coerente e realistica rispetto alle altre stagioni, bastardate e infamate da parte dei fratelli McGill comprese.
    Non posso descriverla bene senza fare spoiler, dico solo che il finale dell'ultimo episodio è uno dei momenti più brucianti della storia della TV.

    2-Gomorra.
    Ci sono un sacco di forzature narrative, è innegabile, ma i momenti emozionali mi hanno colpito, e non poco. Nota positiva per l'episodio in Bulgaria. Un secondo posto se lo merita.

    Per il bronzo avrei scelto Black Mirror, ma, dato che non ho ancora finito di vederlo, accanno.

    RispondiElimina
  22. Denis StayRock Fermani6 gennaio 2018 15:43

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tante per lo spoiler su Gomorra! :)

      Elimina
    2. Va bene che lo stesso protagonista ha spoilerato ovunque dopo l'ultimo episodio, ma ho eliminato comunque il commento di Denis perché sì, non è bello spifferare comunque il finale di una serie a chi non l'ha ancora vista. Voti conteggiati, comunque.

      Elimina
  23. 1) Sherlock 4, perché gli autori riescono a portarmi sempre dove vogliono;
    2) Stranger Things 2, perché gli anni 80 mi affascineranno sempre;
    3) Black Mirror 4, perché starebbe bene al primo posto se non ci fosse Sherlock.

    Approfitto per chiedere lumi sulla seconda parte della terza stagione di El ministerio del tiempo: qualcuno sa dirmi se la trasmetteranno mai?

    RispondiElimina
  24. 1)Scherlock (stagione 4). L'ho adorato dalla prima all'ultima puntata. Si vede proprio che dietro la sua realizzazione c'è stato divertimento da parte di chi ci ha lavorato e una cura smodata nel cercare di trasporre in un periodo storico diverso le storie di Conan Doyle. Attori superlativi dal primo all'ultimo. 2) Game of Thrones (stagione 7). Perché è l'unico telefilm fantasy che mi ha conquista a livello di trama che nel modo di raccontarla. 3)Orphan Black (stagione 5). Perché Tatiana Manley è un fenomeno che spero possa essere protagonista di tanti altre serie tv.

    RispondiElimina
  25. Al primo posto Glow, assolutamente, la ho adorata e mi ha divertito un sacco, consigliatissima anche a chi non piace il wrestling. Aspetto tantissimo la seconda stagione.
    Al secondo posto la quarta stagione di Black Mirror, che ho guardato insieme a tutte le altre e le ho adorate, le considero geniali e adoro l'idea dei minifil, dove ogni puntata ha una trama diversa.

    RispondiElimina
  26. 1) Dirk Gently (lo so che è 2016, ma io l'ho vista nel 2017, vale lo stesso?), surreale, sconclusionata che invece no tutto ha un senso e tutto si ricollega... sempre un piacere vedere l'ex Frodo recitare divertendosi
    2) GLOW : una serie divertita e divertente, che si prende sul serio il giusto, sapendo di essere una soap opera SU DI una soap opera (o meglio sulla sua messa in piedi). Una versione rosa brillantinata di Boris, se mi fate passare il paragone molto forzato
    3) The Punisher. Perchè dopo la debolezza di Luke Cage e soprattutto Iron Fist, sono tornati a rendere BENE un personaggio urban dell'universo Marvel. E tanto mi basta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo io e no, non vale Dirk Gently in questa classifica, il che vuol dire che GLOW diventa prima e Il Punitore secondo, qualche idea per il terzo posto?

      Elimina
  27. Grazie doc che con questo sondaggione ci fai meditare sul tempo trascorso, rivivendolo di nuovo (e godendo).

    1) 13 REASONS WHY. Notevole. Profondità di trama, personaggi complessi, buon intreccio fra passato e presente. Una delusione: il motivo per cui Clay è fra i destinatari delle cassette è debole. Ciononostante non vedevo l'ora di vedere la puntata successiva, più che per ogni altra serie di quest'anno.
    Vedremo come se la cava la seconda stagione.

    2) BETTER CALL SAUL 3. Rivedere i personaggi e le atmosfere di BreakingBad, seppure addolcite (forse), è sempre gustoso. Il finale della terza stagione fa giustizia (forse) e aspettiamo l'arrivo di Walter White nella quarta stagione (forse).

    3) SHERLOCK 4. Il mindfuck è sempre un mindfuck, quindi bellissimo. Al terzo posto perchè forse si sono fatti prendere un po' troppo la mano dal giochino. Però ce ne fossero. Grazie: sei stata la migliore trasposizione di ConanDoyle su schermo ever seen.

    RispondiElimina
  28. 1) Sherlock, perché la verità su Barbarossa mi ha ucciso, e per la bellissima musica nel finale;
    2) The Tick, una parodia dei supereroi veramente ben fatta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Denis StayRock Fermani6 gennaio 2018 16:48

      L'entrata in scena di Moriarty, pure, è stata roba da applausi

      Elimina
  29. 1) better call saul 3 - troppo bella ; per qualcuno sarà una eresia ma la sto preferendo a Breaking Bad !
    2) Glow - breve e divertente , piaciuta tanto
    3) Stranger things 2 - anche se ha un effetto diverso rispetto alla stagione 1 (e continua ad essere sempliciotta e con un bel po' di mimmate) , è forse l'unica serie che non posso fare a meno di iniziare e finire in due giorni , che per me è davvero strano.
    Fuori classifica non posso fare a meno di dire quanto mi sia piaciuta anche American gods ,pur con molti difetti.

    RispondiElimina
  30. 1. The Handmaid's tale perchè è la serie che per angoscia e attualità di un futuro distopico prossimo surclassa tutta Black Mirror pur essendo stata scritta molto prima. Anche qui regia e fotografia impeccabili e una recitazione di altissimo livello.
    2. The Crown perchè dalla prossima non vedremo più Claire Foy che è brava in ogni sguardo in cui sembra implodere e perché Matt Smith non sarà più semplicemente un Dottore. La regia, la fotografia e la sceneggiatura superano ogni Period Drama uscito da ITV.
    3. Mindhunter perché è una serie in cui la regia dai colori patinati e l'attenzione maniacale del dettaglio tipiche di Fincher si vedono anche quando manca alla regia. Colonna sonora spettacolare. La sceneggiatura forse meno incisiva delle altre due ma rimane un ottima rilettura dei procedurali classici all'Americana.

    RispondiElimina
  31. 1) Godless - passo lento e solenne, pimbo e sangue e con musiche bellissime. C'è quasi tutto quello che deve esserci in un western.
    2) American Gods - non è esattamente la trasposizione che mi aspettavo, eppure è potente e immaginifica. I primi 20mins del season finale valgono il biglietto.
    3) American Vandal - non credevo potesse diventare più di una parodia divertente e invece da metà in poi non sono riuscito a smettere di bingewatcharla per scoprire il vero colpevole. E il finale circolare, wow.

    (Purtroppo non ho ancora visto Handmaid's Tale...)

    RispondiElimina
  32. 1- The Crown: forse addirittura meglio della prima stagione. Le puntate più storiche sono fatte splendidamente e insomma, bellissimo.
    2- Mind Hunter: Da amante di Criminal Minds non potevo mancare e mi è piaciuta un sacco.
    3- 3%, anche se forse è del fine 2016, anche se l'ho visto nel 2017. Conta? Comunque fantastico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, 3% è del 2016. E valgono solo le serie del 2017.

      Elimina
  33. 1) LEGION: perchè è ben fatto, mi ha sorpreso in ogni senso e mi ha ricordato i tf che amavo da ragazzina. Il giusto tocco di psichedelia, senza essere fuori tempo
    2) The GOOD PLACE: perchè avevo bisogno un telefilm divertente, ma non cretino. Non scrivo altro, ma ci sono anche geniale inaspettate. Attori GIGANTESCHI.
    3) AMERICAN GODS: sarebbe 2ndo a pari merito, ma vabbe. Amo Neil Gaiman, e i mondi che crea. Ho pure ascoltato "Anansi boys", e sta per uscire "good Omens" (pure quello l'ho ascoltato su BBC4 in versione radio drama).

    RispondiElimina
  34. 1- The Expanse: serie poco conosciuta qui dalle nostre parti ma secondo me davvero molto ben fatta. Il tocco in più per quanto mi riguarda è tutta la parte delle dinamiche di volo spaziale davvero curate dal punto di vista scientifico.

    2 - Designed Survivor: passata l'emergenza della ricostruzione del governo la serie si sta un po' appiattendo su dinamiche tipiche del genere, ma il presidente Kiefer Sutherland è così equilibrato e rassicurante rispetto al suo corrispettivo reale ke continua a rimanere una serie piacevole da guardare.

    3 - Black Mirror: per quanto in calo fisiologico rispetto alle prime due stagioni resta sempre un prodotto di un livello altissimo.

    RispondiElimina
  35. 1) Fargo 3: L'ho recuperata tardi, con poco hype e senza grosse aspettative, mi ha sorpreso. Decisamente migliore della seconda stagione e forse persino della prima. Grande recitazione dell'antagonista e di Ewan McGregor che interpreta due fratelli.

    2) Stranger Things 2: Non sono abituato al binge-watching, ma questa stagione mi ha tenuto incollato allo schermo: ritmo crescente, recitazione ottima e quel pizzico di novità che non guasta mai in un contesto già ottimamente collaudato.

    3) Better Call Saul 3: Ero indeciso anche io con la seconda stagione di The Crown, ma Better Call Saul vince anche solo per la magistralità del quinto episodio in tribunale, eccelso, potente e recitato benissimo.

    Ahimé, non ho ancora terminato Black Mirror 4, e non ho avuto ancora modo di vedere Mr. Robot 3, American Gods, Gomorra 3 e Mindhunter, dovrò recuperare!

    RispondiElimina
  36. The handmaid's tale - Sarà che la sto vedendo al momento ma mi sembra molto più blackmirror della quarta stagione di blackmirror

    Stranger things 2 - La scena del ballo mi ha lasciato ancora la bruschetta negli occhi

    Westworld - Praticamente un orologio svizzero. precisissima e perfetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusateeeeee. Al posto di westworld metto twin peaks 3 (come cavolo avevo fatto a dimenticarla!!!). Il motivo: una puntata come l'ottava in tv non l'avevamo mai vista... e poi, davvero, un sequel che stravolge la serie originale pur mantenendo sani i legami. lynch riesce a fare qualcosa di straordinario.

      Elimina
  37. 1. Dc Legend of Tomorrow, stagione terza, sempre divertente e scanzonata, protagonisti simpatici e dinamiche divertenti.
    2. The Punisher, bravissimo il protagonista, storia risaputa ma mi è piaciuto molto l'approfondimento psicologico e la costruzione del personaggio.
    3. Purtroppo non ho ancora avuto modo di vedere Stranger Thing seconda stagione ma posso dare un voto sulla fiducia, pensando a quando si vestono da Ghostbusters?

    RispondiElimina
  38. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  39. 1)The Orville: perchè è la vera nuova serie di star trek
    2)PKD Electric Dreams: perchè è come la mia donna ideale: interessante e ben fatta
    3)Doctor Who: perchè è l'ultima stagione del Dottore che seguirò con interesse, il trio Capaldi-Mackie-Lucas era azzeccato, peccato.

    RispondiElimina
  40. Uh che Bello il sondaggio sulle serie, così mi segno tutte quelle che mi mancano!
    I miei voti vanno a:
    1. Bojack horseman, sempre una spanna sopra tutti gli altri anche in una stagione più di raccordo, non manca mai di farti riflettere. Riso amaro per eccellenza
    2. Sherlock, che beh come si fa a non adorare? Attori fantastici, fanservice discreto ma solidissimo, la miglior trasposizione di sempre del mio detective preferito. Secondo posto solo perché si perde un po’ troppo nella puntata finale.
    3. Glow, perfetto nella sua leggerezza, mi ha fatto ridere e star bene, aspetto con ansia la prossima stagione!

    Sto guardando ora the Crown e non ho ancora visto the handmaid tale e black mirror 4, tutte in lista...posso fare anche una menzione d’onore sia a the expanse sia a una serie di sfortunati eventi? La prima è solida fantascienza che si fa guardare molto volentieri, la seconda è un gioiellino, con un NeilPatrick Harris strepitoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eli, le serie animate non valgono (avevano la loro categoria). Niente BoJack.

      Elimina
  41. 1) American Gods - l'inizio un po' lento serve solo a buttare le basi per la storia. I personaggi sono meravigliosi e surreali. Mad Sweeney...parliamone! E poi c'è l'intramontabile Gillian Anderson che riesce a diventare più gnocca ogni anno che passa
    2) Stranger Things 2 - perde l'effetto sorpresa della prima stagione, ma mi ha fatto fare le due di notte per finirla. Belli tutti, belli i regazzini, ma belli pure gli "adulti"
    3) The punisher - Da Daredevil 2 la aspettavo e non mi ha delusa proprio per niente. Frank Castle esempio di diplomazia

    RispondiElimina
  42. questo anno mi sento più preparato dell'anno scorso, forse pure troppo! perché se mi ci metto a pensarci bene, le serie che vorrei nominare son un po' più di tre (meno male che una, The beidge, svedese/danese, a quanto pare è uscita nel 2011). lato positivo dello scorrere i commenti altrui fin qui: ho potuto annotare nomi ricorrenti, di serie che mi lasciavano dubbioso pur incuriosendomi, e che quindi adesso son più incentivato a vedere.
    La mia classifica: provo a non nominare quelle a cui mi sono affezionato (sherlock, Stranger Things, Black Mirror) e provo amettere le altre:
    1- Mindhunter: perché pure l'agente FBI è a un soffio dall'essere invece dall'altra parte delle sbarre della cella, sembra un potenziale assassino seriale, del quale ha i tratti anaffettivi
    2- Gypsy: Perché anche qui la psicologia scava nel torbido e più scava più escon cose; a volte serie con squilibri, ma Naomy Watts è sempre bella da vedere
    3- Dark: lo Stranger things tedesco (in realtà no): fisica,quantistica, viaggi nel tempo, orologi alla doc brown, bambini in pericolo e paesini tutt'altro che tranquilli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. PS:Gypsy mi è piaciuto anche per via delle canzoni!

      Elimina
  43. Premetto che vorrei votare Dirk Gently, ma se interpreto correttamente le regole non è possibile: la prima stagione è arrivata in Italia a dicembre 2016, la seconda (e ultima... Sigh!) solo ieri 5 gennaio 2018, quindi niente nel 2017...
    Perciò:
    1º - American Gods. Unica serie originale Amazon che ho apprezzato, però compensa tutte le altre delusioni! Cast d’eccezione, adattamenti dal romanzo ragionevoli... E poi è Neil Gaiman, servono altre ragioni?
    2º - The Good Place. Leggero, ma davvero godibilissimo, con personaggi che fanno morire dal ridere.
    3º - È una bella gara, ma il mio terzo posto va a Stranger Things 2. Approfondimenti psicologici pertinenti e storia di più ampio respiro hanno migliorato per me questo telefilm rispetto alla già notevole prima stagione.
    Menzioni d’onore: Mindhunters (taglio Fincher, una garanzia), The Punisher (tirato per le lunghe, ma quando infine Frank si scatena fa veramente sognare), Godless (mini western di altissima qualità, con un Jeff Bridges mai così inquietante e carismatico), Santa Clarita Diet (che si contendeva il piazzamento “commedia” con The Good Place), Sherlock Holmes 4 (attori in stato di grazia, soggetto amaro e appassionante), Black Mirror 4 (ahimè non l’ho ancora finito, quindi non mi sono sentito di inserirlo). Una buona annata! :D

    RispondiElimina
  44. 1) Stranger Things 2: forse è davvero un po' ruffiana, probabilmente non è perfetta... ma riesce a restituirmi le stesse emozioni di quando da ragazzino guardavo i film d'avventura in TV con mio papà. Per me è promossa, anche il famigerato episodio 7.

    2) American Gods: immaginifica, potente, con attori tutti (anche solo fisicamente) in parte. Da fan del libro, una gran bella trasposizione che allarga anche lo sguardo rispetto alla controparte cartacea.

    3) The Punisher: ho adorato le prime 3 serie di Black Mirror, ma la 4 non mi ha ancora convinto del tutto... il mio voto va allora al Punitore della Marvel, serie anche qui forse non perfetta, a tratti lenta. Ma John Bernthal è un GRANDE Punisher... e last but not least, la detective Dodani è una gnocca atomica.

    RispondiElimina
  45. 1. Legion. Mi ha sorpreso, in senso molto positivo. Me la sono proprio divorata, che il termine bingecoso non regge.
    2. Stranger Things 2. Bonxi bonxi bom bom bom. Pescano facile, come hanno pescato facile con la prima stagione. Abbocco e pure contento. Contuso e felice.
    3. Sherlock 4. Perché mi piace com'è scritto e girato, perché mi piacciono loro i casi, i colpi di scena e perché Eurus è un gran personaggio (che però, lo ammetto, potevano usare ancora meglio.

    Non riescono a salire sul podio American Gods (pur bellissimo) e The Punisher. Perché il terzo posto è già occupato. E perché per il primo, nonostante mi sia piaciuto tutto molto il finale di stagione mi ha un po' deluso: o mi dai un finale epico o un cliffangerone di quelli che poi ti odio ma non vedo l'ora che arrivi la prossima. Per il secondo invece perché prima mi son dovuto vedere Iron Fist (Mimmo Fist) e The Defender (che è un po' si e un po' no).

    Black Mirror 4, mea culpa, ancora la devo vedere. Speravo nel periodo festivo ma sono stato più impicciato che prima/dopo.
    Mi stavo giusto organizzando in questi giorni, sta settimana che viene, molto probabilmente.

    E c'ho pure tutta una fetta Marvel da recuperare, da The Gifted e Runaways, a Agenst of P.I.P.P.E. 5, passando per Inhumans. Che siano belle o mimme, leave no man behind.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, appena finita Black Mirror 4. AdoVo.
      Se si può, facciamo che le diamo l'oro e facciamo scorrere gli altri di una posizione in basso.
      Sennò, fa niente.

      Elimina
  46. stanislao zicarelli7 gennaio 2018 03:33

    3) master of none stagione 2 : perchè affronta la vita del trentenne di oggi e perchè c è molta italia ( i primi 2 episodi sono ambientati in italia e lui stesso ha una love story con un'italiana (alessandra mastronardi).

    2) better call saul stagione 3 : la lentezza che diventa ritmo e la provincia che diventa epicentro del mondo , criminale e non.

    1) 13 reasons why stagione 1 : il capolavoro del 2017 . una storia dura con un eroe in cui mi rispecchio molto ( clay jensen) che non riesce a sopportare il peso morale delle cassette . da oscar la reazione sbroccata nell'undicesima puntata.

    RispondiElimina
  47. Nel 2017 poche serie mi hanno spinto a seguirle con avidità. Pescherò proprio tra queste pochè:
    1) The Tick: come fai a non amare un super eroe come Tick e il suo aiutante che sono perfettamente calati nella realtà. Una cattiva che ha problemi con l'energia elettrostatica che è veramente cattiva.
    2) The Punisher: grande protagonista e storia interessante.
    3) JCVJ: potevano farla meglio, molto meglio. Detto questo già solo l'idea è tutte le battute su Time Cop e Looper valgono la visione.

    Detto questo le serie con le puntate da 30 minuti sono il massimo per me.

    RispondiElimina
  48. Twin peaks 3: perchè è diverso da tutto cio che passa in tv. È l opera di un autore consapevole, indipendente e visionario.
    Mindhunt: unabomber . Perche mi aspettavo la riproposizione dei temi di mindhunter, e mi son trovato di fronte un opera stratificata, con prove di attori maiuscole, specialmente bettany
    Deuce. Perche david simon .

    RispondiElimina
  49. 1 ) Better call Saul s3, perché sembra incredibile, ma ripetendo il miracolo della serie originale, anche questa cresce di stagione in stagione. Partendo già da livelli altissimi!
    2) Babylon Berlin, perché non è solo ambientata negli anni 30 in Germania, ma visivamente e culturalmente è intrisa della ricchezza e del torbido di quegli anni
    3) Indeciso tra Handsmaid's tale e American Gods, entrambe buone ma non ottime, alla fine propendo per la prima, quasi un racconto Harmony ma con un'atmosfera opprimente e qualche idea originale anche se un po' forzata, mentre Gaiman da 30 anni ricicla le idee di Sandman (che comunque funzionano ancora)

    RispondiElimina
  50. Allora, premetto che Better Call Saul s3, The Punisher e Black Mirror s4 non li ho visti, anche se da tutti mi aspetto parecchio. Quindi, veniamo alla top 3:

    1) GLOW, entrata tra le mie serie preferite di sempre (ok che ne avrò viste una ventina soltanto...), gran belli tutti i personaggi; tono stupendo: questa serie mi ha fatto scoprire il genere "dramedy" e sono felicissimo di ciò; e poi mi piace il wrestling, quindi top. Unica serie che ho già rivisto (la breve durata aiuta)

    2) Black Sails s04: beh Black Sails nel complesso è un telefilm che mi è piaciuto più di GLOW, ma solo l'ultima stagione è del 2017 e devo dire che l'ho apprezzata meno delle due precedenti (specie nella seconda metà). Comunque, secondo posto meritatissimo: personaggi fighissimi, complotti e capovolgimenti di fronte continui, drammatica ed epica

    3) E qui è venuto il difficile. Forte indecisione tra Iron Fist e The Defenders. Voto comunque Iron Fist, perché voglio farmi odiar... No beh, perché The Defenders mi ha un po' deluso: bellissima a tratti, specie quando erano più centrali i pg da Daredevil, ma potenzialmente poteva venire fuori un capolavoro, mentre è solo una bella serie. Di Iron Fist invece ne ho sentito parlare malissimo ovunque, però mi è piaciuto, mi è sembrata una versione un po' più mimma della serie di Daredevil per vari aspetti, il che è comunque un complimento, e insomma me la sono goduta. Si aggiudica il terzo posto anche per demeriti altrui, ma se lo aggiudica

    RispondiElimina
  51. 1- Dark : serie complicata ma avvincente con colonna sonora e musiche azzeccatissime a creare l’atmosfera necessaria
    2- black mirror: ti permette di immergerti in un futuro plausibile e di riflettere su una realtà possibile e vicina a noi essendo tuttavia molto originale
    3 - stranger things: cast pazzesco recitato benissimo atmosfere pazzesche ricreate stupendamente e storia comunque ben ideata

    RispondiElimina
  52. 1) The Crown - L'argomento storico aiuta la serie a piacermi da morire, gli attori sono bravi e, per quanto la trama sia in gran parte già scritta, molto ben resa.
    2) GLOW - Perché rischiava di essere una cagata pazzesca, rischiava di essere stupida... invece è venuta fuori una figata sia divertente che utile per far comprendere certe meccaniche di un wrestling vecchio stampo: è tutto esagerato, è tutto colorato, è GLOW.
    3) The Defenders - ok, non è un capolavoro e dopo il floppone di Iron Fist mi aspettavo una schifezza cosmica, invece è venuta fuori una cosa molto piacevole.

    RispondiElimina
  53. Legion prima assoluta perché l'ho amata dall'inizio alla fine e delle poche che ho visto mi è sembrata la più originale.
    Stranger Things 2 al secondo posto, perché tra lacrime, risate e momenti di panico mi ha avvinta alla poltrona.
    Terzo posto a Twin Peaks, gioia e dolore dell'anno, appuntamento imprescindibile.

    RispondiElimina
  54. 1 - American Gods - adoro Gaiman e questa trasposizione rende omaggio al suo capolavoro
    2 - Godless - sorpresa. Il western, se fatto bene, rimane comunque un genere stupendo
    3 - Black Mirror S4 - è sempre piacevole e godibile

    RispondiElimina
  55. Io ho visto solo Gomorra 2 e devo dire che, nonostante gli attori veramente fenomenali, una regia degna di nota ed i personaggi a cui ti affezioni , la trama è talmente idiota ed improbabili che niente, non mi è piaciuta. Voglio solo dire che il vecchio Sevastano come boss ne imbrocca una meno di Cecchi Gori figlio come imprenditore.

    RispondiElimina
  56. 1) Twin Peaks 3 : perchè Lynch è Lynch.
    2) Stranger Things 2 perchè è un degno sequel del primo con la crescita ed evoluzione dei personaggi
    3) American Gods 1: perchè è un adattamento perfetto del romanzo di Neal Gaiman.

    RispondiElimina
  57. Ovviamente al primo posto quel capolavoro che è inhumans. Inutile scrivere parole che non riuscirebbero a rendere giustizia a tale bellezza. Poi come tralasciare Iron Fist la cui credibilità e autorevolezza ha sfidato premi nobel. Per non parlare poi di Black sail l'unica serie sui pirati dove le donne comandano, i pirati non rubano e tutti discettano di filosofia.

    Ok tralasciamo gli scherzi. Ecco la mia classifica

    1) The deuce ricostruzione perfetta degli anni 70. All'inizio non si capisce dove voglia andare a parare e poi.... poi nulla ancora non si capisce ma si fa vedere

    2) peaky blinders perchè nell'ultima stagione si parla tanto di comunisti e, per come si mettono le cose, sembra davvero che possano prendere il potere. Purtroppo la storia sappiamo com'è andata

    3) a sorpresa The strain non perchè meriti alcun voto ma voglio premiarla perchè è finita, alleluia alleluia

    RispondiElimina
  58. 1) Halt and catch fire : perché è (era) una serie BELLISSIMA, ed è finita :(

    2) Mr.Robot S3: perché dopo la 2, obbiettivamente inferiore alla prima, siamo tornati a livelli meravigliosi.

    3) Stranger Things S2: perché al di là dell'effetto nostalgico è sempre a livelli sublimi.

    RispondiElimina
  59. 1) Quarta stagione di Peaky Blinders, le avventure della gang di Birmingham sono sempre gustose e di altissima qualità. Stagione dedicata maggiormente al gruppo familiare Shelby che al capotribù Tommy, e forse per questo più riuscita delle ultime due. E poi, voglio dire, ci sta pure Ditocorto nei panni dello zingaro criminale... che puoi volere di più?
    2) Terza stagione di Gomorra, perchè rientra in un solco più diretto e compatto dopo una seconda stagione che ho trovato piuttosto sfilacciata e poco appassionante.
    3) Secpnda stagione di Master of none, serie comedy che trovo geniale e non mi capacito del perché sia così poco conosciuta in Italia. Una commedia indipendente lunga 10 episodi che sbarca per un paio di episodi a Modena e ci presenta una Alessandra Mastronardi in inedita versione internazionale (e, sorpresa, parla un inglese più che discreto).

    RispondiElimina
  60. Uhm... visto poco quest'anno e molto ho in archivio da vedere, ma proviamo.

    1. The Good Place (Stagione 2): Una sitcom con una premessa che non le dai due lire, ma che mi ha stupito per scrittura dei personaggi (inversioni di trope a manetta), tentativo di infilare temi filosofici di spessore in una commedia e altissimo livello di recitazione del cast. La prima stagione fu una sleeper hit, la seconda (appunto questa che voto per il 2017) ha incredibilmente mantenuto altissimo il livello.

    The Crown (Stagione 2): vabbè, vince facile per me con un valore di produzione, recitativo e di qualità generale come pochi. Pagherei Netflix anche a vuoto per qualche mese per continuare ad avere cose di questa qualità.

    The Expanse (stagione 2): Speravo sarebbe stata la capostipite di un grande revival della sci-fi in tv.. in parte lo è stata, ma su una nota più quieta di quanto avrei voluto. Ma ottima storia, bei personaggi, scelte fuori dagli schemi classici.

    Cheers

    P.S. Essendo iniziata nel 2016 la quarta stagione non sono sicuro conti, ma mi fa piacere dare una menzione ad honorem a Agents of Shield (Spero mi perdoni il Cod) che con la quarta stagione ha alzato tantissimo il proprio livello e ha proposto una GRANDISSIMA stagione di fumettosità in televisione. Chi avesse abbandonato... vale la pena considerare un recuperone. ;)

    RispondiElimina
  61. Mannaggiammé mi sono perso la votazione sull'animazione, ma questa no!
    Allora (scrocchia le nocche alla Ken il guerriero):

    1) 13 REASONS WHY
    Una serie che ha saputo essere dura e trattare un argomento così delicato in maniera (a mio avviso) perfetta.
    Ottimi giovani attori, storia avvincente e ben raccontata, struttura ad incastro perfetta.
    Pugno nello stomaco di notevole intensità.

    2) DARK
    Altra serie ad incastro (anche se all'inizio non sembra) non facilissima da seguire ma intrigante, con una splendida regia e fotografia, ottima colonna sonora e in generale gestita benissimo.
    Chi poteva immaginare che i crucchi potessero tirar fuori una cosa simile? Sorpresona dell'anno.

    3) DESIGNATED SURVIVOR
    Per un secolare fan di 24 come il sottoscritto vedere Jack Bauer -ehm- nei panni del Presidente degli USA è fantastico.
    Ma Sutherland va oltre, disegna un Presidente buono, l'uno su mille che non vorrebbe farlo ma ci si trova costretto, e l'affresco di personaggi che gli ruota attorno (FDP per un buon 80%) è costruito benissimo e la baracca (tra complotti, doppi giochi e vita quotidiana) appassiona ed esalta.
    Userò la cosa come cavallo di Troia per far amare 24 anche a mia moglie =D

    RispondiElimina
  62. 1) FUTURE MAN: semplicemente geniale l'idea di mischiare in chiave comica un po' di Terminator, un po' di Ritorno al Futuro e un po' di tanto altro ancora della nostra gioventude.
    2) STRANGER THINGS S2: quest'ultima stagione è migliore della prima. Adoro quei ragazzini!
    3) STAR TREK DISCOVERY: non so se questo voto sarà valido (la stagione è appena a metà) ma da buon Trekker voglio mettere STD sul podio perché finora vale tante cose belle, nonostante "collodagiraffa" sia un po' indigesta in diversi passaggi.

    RispondiElimina
  63. 1 - The Expanse - per me è il miglior adattamento da un libro mai fatto nella storia dell'umanità! Riesce a completare e a dare delle visuali diverse ad una storia già spettacolare su libro.
    2 - Better Call Saul 3 - stagione intensa, con cast come sempre spettacolare e con un finale che "accende" interessanti opzioni per il futuro.
    3 - Narcos 3 - mi è piaciuta moltissimo e sono stati bravi a mantenere una tensione costante nonostante la mancanza di un cattivo carismatico come Escobar.

    RispondiElimina
  64. 1. Sherlock stagione 4, perchè Moffat non delude mai con la sua scrittura criptica per questa serie, e per l'inarrivabile conlusione della stagione (e forse della serie)
    2. Star Trek Discovery, poichè è una nuova, fresca e valida lettura di ciò che si ama di questo franchise, ossia la moralità.
    3. The Crown stagione 2, per come è scritta, la fotografia quasi cinematografica e la caratterizzazione dei personaggi e l'accuratezza storica al limite del maniacale.

    RispondiElimina
  65. premetto che nel 2017 ho visto poca roba,e tra quel poco che ho visto al primo posto metto il doctor who,quest'anno era quello scritto meglio del ciclo Capaldi con trame che valorizzavano al meglio le sue notevoli capacità, al secondo posto metto American Gods,certo il libro è meglio ,ma il risultato della trasposizione ,cosa difficilissima,è stato molto buono, e per terzo Sherlock, qui il gioco rimane sempre ad alto livello e Cumberbatch è sempre Cumberbatch,mmh si vede che mi piacciono i telefilm inglesi?

    RispondiElimina
  66. 1) Twin Peaks 3 - il ritorno: forse a tratti un po' lento, forse ha lasciato alcuni dubbi irrisolti, ma questo è il genio di Lynch: un prodotto così ardito e particolare va premiato. Serie TV che entra di diritto nella storia.
    2) American God's: mi ha colpito per l'originalità della trama e per la messa in scena visionaria, nonché per la caratterizzazione dei personaggi e la bravura degli attori (a me quasi tutti sconosciuti).
    2) Stranger Things 2: perché oramai mi sono affezionato a tutti i personaggi e perché non era facile rimanere sugli stessi alti livelli della prima stagione.

    RispondiElimina
  67. Avevo scritto un post lunghissimo che è sparito nel tempo di un refresh acccidentale, acc! Comunque:

    1. Mindhunter: a mani basse la migliore serie di Netflix prodotta fino ad oggi. Il classico prodotto dove "non succede niente" ma che ti intrattiene come pochi. Fincher sempre bravo bravissimo.

    2. Halt and Catch Fire S04: Si conclude una delle serie più sottovalutate e sconosciute di sempre, e lo fa col botto. Stagione bellisima, con personaggi sempre in evoluzione. Mi mancheranno tanto.

    3. Better Call Saul S03: Altro prodotto incredibile che dovrebbero far studiare alle scuole di cinema per la perfezione dello storytelling. Personaggi perfetti, ampliamento sensato dell'universo BrBa, regia mai banale. Potrei vedere 10 stagioni da 20 episodi solo di Mike Ermhentraut che piazza trappole. Per adesso Bcs 1-3>BrBa 1-3

    Le altre serie che rimangono fuori a malincuore sono Twin Peaks 3, che prende tutte le serie tv uscite fino ad oggi e ci piscia sopra fregandosene alla grossa, diventando un prodotto unico; Gomorra 3 che parte alla grande ma cala nel finale; Leftovers 3, degna conclusione di una serie che ha molto da dire, nonostante i punti di non ritorno Lindelof.

    Piccole menzioni per Mrs Maisel, Handmaid's Tale, Glow, Stranger Things 2, Sneaky Pete e la mitica Master of None.

    Sicuramente mi sono dimenticato qualcosa...è stato un bell'anno per gli appassionati di serie tv.

    RispondiElimina
  68. Doctor Who: perché Peter Capaldi è stato un grandissimo dottore, non fosse stato per alcune storie un po maffe....;
    The expanse: anche se l'ultima serie perde un poco, è hard SF fatta come Sanson comanda.
    Sherlock: eddai, la stagione finale (forse) poteva essere moolto peggio.

    RispondiElimina
  69. The Punisher: senza dilungarmi scrivo solo che l'ho trovata all'altezza della prima stagione di Daredevil, e mi pare di aver detto tutto.
    Legion: una serie su personaggi Marvel molto diversa da tutte quelle viste finora, allucinata ed allucinante, mi è piaciuta un sacco.
    Dark / Preacher Stagione 2: Dark l'ho trovata una bella sorpresa, mi aspettavo una mezza cagata e invece mi ha coinvolto, finalmente qualche serie di fantascienza decente che non sia solo di produzione americana o inglese! Ammetto però di non aver ancora visto Black Mirror 4, che probabilmente avrebbe preso il suo posto. Ad ogni modo merita la visione. La stagione 2 di The Preacher anche solo per vedere Il Santo degli Assassini live action, dire che Graham McTavish ci sta bene nel ruolo è un eufemismo!

    RispondiElimina
  70. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  71. 1. Twin Peaks perché la scimmia in 25 anni è cresciuta a dismisura ed ha placato quasi del tutto la sua voglia di torta alla ciliegia. Serie ben fatta con un Lynch in forma smagliante.
    2. 13 perché temevo fosse una cavolata adolescenziale e invece mi ha tirato dentro come nessun'altra serie. Peccato ne abbiano programmata una seconda, io l'avrei chiusa lì.
    3. Glow. Ero indeciso se mettere Stranger Things ma alla fine ho voluto premiare le Bresslers perchè è stata una serie molto originale (pur essendo basata su una storia vera) e ben recitata

    RispondiElimina
  72. Sì ma chi ha vinto?
    Ognuno si deve fare i conticini leggendo i messaggi?

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails