Assassin's Creed Origins, Call of Duty World War 2, LEGO Marvel Super Heroes 2, Gran Turismo Sport, Marvel vs. Capcom Infinite (Videogiochismi)

Terzo appuntamento con Videogiochismi, il riassuntone aperiodico, ma tendente idealmente al mensile, sull'Antro che gioca duro. La rubrica in cui fare il punto, e volendo pure la virgola, su tutto quello che si è videogiocato, te e voialtri cultori della deboscia, nelle settimane precedenti. Bene. Questa volta si parla di: Assassin's Creed Origins, Call of Duty World War 2, Lego Marvel Super Heroes 2, Gran Turismo Sport e Marvel vs. Capcom Infinite. L'ultimo che legge è un casualone [...]

ASSASSIN'S CREED: ORIGINS (PS4, XBO, PC)
Ti ha fatto un effetto molto strano giocare Assassin's Creed: Origins, storia di questo zingaro delle Piramidi (cit. cult di Galeazzi) alle prese con coccodrilli e sacrifici umani in un open world splendido. Girovagare per l'Antico Egitto in sella a un cammello, sbirciare il profilo dell'orizzonte - e dimostrare così che la terra è chiaramente piatta - dalla cima di una piramide e assaltare un'oasi nel deserto rendono l'esperienza di per sé godibile, perché, cacchio, tutto quello che hai intorno è così bello da guardare e pieno di dettagli. Quei contadini stanno davvero sfruttando il limo per coltivare, la maestra delle elementari non ti ha raccontato minchiate.
Quei tipici momenti da gladiatore con la roncola.
Il punto, però, è che lo stile di gameplay, nonostante la vastita del mondo di gioco (e del cavolo che ti frega delle sue parti più vuote) ricorda fin troppo, volutamente, i primissimi capitoli della saga. La quantità di missioni secondarie, spesso legate a una storia da minimo sindacale per inseguire - folli - quanto fatto benissimo con l'ultimo The Witcher, non nasconde la natura di base dell'esperienza: ammazza x tipi, dopo aver scansionato l'area con un drone Senu, l'aquila amante della trigonometria. Sì, c'è più RPG, con la ricerca perpetua di un loot decente, di armi viola alla Destiny con cui fare il maranza mentre cavalchi tra le dune fischiettando caravan petrol di Carosone. Sì, c'è la navigazione sugli specchi d'acqua che resta una delle robe più divertenti sul brevissimo periodo negli Assassin's Cricchi. E sì, ci sono le mimmate dell'Animus nel presente di cui non frega una well-loved a nessuno. Ma di base sempre l'Hitman vestito da carnevale devi fare. 
Prendi parte a un duello rituale come supplente e te ne esci con una maschera da Pantera Nera del Nilo. Fico.
Perché del resto che ti aspetti? Un gioco d'infiltrazione e killeraggio di tizi che meritano di morire per quanto sono stronzi e sgarbati, cioè un Assassin's Creed, occhei, solo che qui lo scheletro è ancora più evidente. Sotto quel bellissimo mondo e sotto quella storia scritta una volta tanto in maniera competente (perdita di dita in modo supermimmo a parte), c'è l'andirivieni di missioni secondarie ad allungare il brodo di un gioco che è quello di dieci anni fa. Con la paganissima terra di adoratori di teste di sciacallo al posto di quella santa, ma cambia poco. Insomma, bello tutto, ma sono dieci anni che fai queste robe, e il fatto che non si sia mai creato un vero feeling con la serie in questi due lustri - ricordi una surreale discussione con un giovane youtuberZ a una fiera, qualche anno fa, quando un tipo con quindici anni meno di te doveva CONVINCERTI che gli Assassin's Creed sono i giochi più molto bellissimi mai creati - ha fatto il resto. Giocato, piaciucchiato, ammirato il contesto, ma il gioco in sé mica tanto. Comfortably numb col pad in mano.
M’aggio affittato nu camello,
m’aggio accattato nu turbante.
Poi magari il prossimo sarà davvero sul Giappone feudale, giusto per entrare in concorrenza con decine e decine di titoli autoctoni, ma giocare Origins ti ha fatto venire una gran voglia di un Assassin's Coso ambientato nella Roma imperiale. Pensate che figata: magari la storia di un ex ufficiale costretto a combattere nell'arena dopo la morte della sua famiglia e... ah, già l'hanno raccontata? Minchia, oh, uno non si può far venire un'idea che subito te la clonano. Comunque, sì: Assassin's Creed: Caligola. Fatelo.  
CALL OF DUTY: WORLD WAR 2 (PS4, XBO, PC)
Nove anni dopo World at War, e dopo esser finito nel futuro insieme a Jon Snow (in un capitolo fantascienzo che non ti era affatto dispiaciuto), Call of Duty torna a casa, alla Seconda Guerra Mondiale da cui tutto è partito nel remoto 2003. Allo sbarco in Normandia, alle trincee, al fango. Niente armi del futuro, corse sui muri e astronavi, niente droni (o aquile egizie facenti funzione) e neppure la rigenerazione automatica dell'energia: nazisti da prendere a ginocchiate in bocca e medikit, come ai vecchi tempi. Old school, Hitler e i suoi a calci in cul. 
Il nazista sadico sfregiato. Manca solo che sia juventino.
La storia è un evidente tentativo di tornare a cucire le missioni, il prendi quell'obiettivo e poi corri via veloce fino al cerchio di jeep dove ti aspettano gli altri e faremo tutti una grande grigliata cantando le canzoni di Battisti con la chitarra, attorno a una storia di cui freghi qualcosa a qualcuno. Call of Duty: World War 2 è, essenzialmente, Band of Brothers: The Videogame. Dal D-Day alla liberazione dei campi di concentramento, passando per il gelo ghiacciatesticoli delle Ardenne, la storia di un gruppo di soldati chiamati a morire dal freddo, o più semplicemente a morire e basta. Fratelli in armi, legati da molto più che da una divisa uguale o dai pidocchi in car sharing. 
Puoi anche catturare i nemici che si arrendono. E se spari a un tedesco inerme è game over. La regola non vale, però, per quelli moribondi, in stato confusionale o fan di Ramazzotti.
E alla fine un po' te ne frega, di quel tuo compagno che non si sa che fine ha fatto. Tra una missione stealth nel cuore della Parigi occupata e le solite divagazioni a bordo di mezzi corazzati e aerei, te ne frega di vedere come va avanti la storia di questo campagnolo texano traumatizzato da una battuta di caccia che gli ha cambiato la vita. Alle prese con gli orrori dell'Olocausto o delle marce della morte, temi mica così frequenti in un videogioco. Anzi. Il che, in una serie in cui la campagna in singolo è diventata negli ultimi anni spesso una palla assurda di cui non fregava un'infiocchettatissima a nessuno, non è poco. Mettici pure che la grafica tocca dei livelli di splendore difficili da descrivere. Hai visto poche volte dei personaggi talmente reali in un videogioco, delle facce talmente vere. 
L'immancabile sergente burbero e folle ma dal cuore buono. Lo riconosci dal dress code per il ruolo, le maniche di camicia arrotolate.
Ci sono delle meccaniche nuove, ad esempio nel supporto/rifornimento che possono darti i compagni di squadra, ma alla fine è la storia la parte che hai trovato più interessante della campagna, che altrimenti è la solita marcia dal trigger point A a quello B. Sul multi non hai molto (multo) da dire, perché l'hai provato poco. E speri di riuscire a starne lontano, o ti ci incolli come succede ogni anno. Già tanto che sei riuscito a metter via FIFA senza finire nel tunnel della droga delle Stagioni Online, una volta tanto. 
MARVEL VS. CAPCOM: INFINITE (PS4, XBO, PC)
Hai tirato fuori dalla pila del backlog l'ultima versione di Marvel vs. Capcom, Infinite, uscita ormai da più di due mesi, per dedicarle un po' più dei dieci minuti della volta precedente. L'idea di fondo era quella di creare un Marvel vs. Capcom "più accessibile" dei precedenti, ma ne è venuto fuori un misto tra circo e legno esattamente come Marvel vs. Capcom 3. Ma molto più legno e molto meno circo. La storia è lunga e sufficientemente folle da non farti abbioccare tra un filmato d'intermezzo e l'altro, il sistema di combattimento è di per sé ricco di meccaniche, soprattutto perché avere una pietra dell'infinito come terzo membro della squadra, di fatto, apre a una personalizzazione molto più ampia del tipo di approccio al gioco. Con personaggi e pietre differenti riesci a giocare in modo molto diverso, il che è sempre un enorme plus in un picchiapicchia. 
Thanos da morire contro l'insulso Bionic SanFrancisco del 2009.
Il problema di fondo che hai con Marvel vs. Capcom: Infinite è la sciatteria. Sono sciatti i menu, sono sciatte le musiche (quando non si tratta di brani classici Capcom riciclati), è supersciatto il modo in cui si è rappresentato il tutto. Dopo gli sprite dei primi capitoli, il cel-shading di Marvel Vs. Capcom 3 funzionava benone. Ma qui no, giusto per farsi del male si è voluti passare a una modellazione 3D realistica e senza effetti fumettosi, col risultato che alcuni personaggi fanno semplicemente pena. Per quanto ti stiano bene un Nova, una Capitan Marvel o un Ghost Rider, Capitan America è ridicolo. Pantera Nera pure. Hulk non si può guardare (gran bella pensata, tra l'altro, usare il blu come primo colore alternativo del personaggio... WTF?).
Meno male che c'è Arthur, qui alle prese
con la lettura dei libri di Ciccio Martin.
Lo stesso roster è tutt'altro che esente da critiche. Eufemismone. Non ci sono X-Men (o personaggi del mondo dei F4), il che ne fa il primo gioco della serie senza Wolverine, il che a sua volta fa troppo strano per un Marvel vs. Capcom. Niente Berserker Barrage? Ma che cavolo? Ok, le beghe legali con la Fox e il Marvel Cinematic Coso da spingere sempre e comunque, ché è conosciuto anche da chi non sa niente di fumetti Marvel, ma a te frega molto meno di zero di avere Gamora o il Dottor Strange tra i personaggi selezionabili. Dove diavolo sono Destino, Magneto e She-Hulk? 
LEGO MARVEL SUPER HEROES 2 (PS4, XBO, SWITCH, PC)
L'esatto opposto facile, in termini di vastità del roster e possibilità di accontentare anche il più impallinato fan Marvel, viene dall'ultimo gioco LEGO sugli eroi in tutina della Casa delle Idee. Dai super-eroi russi come Ursa Major a Howard the Duck, da Throg a Superior Spider-Man, da Spider-Gwen all'Uomo-Ragno 2099 e Hulk gladiatore, in un tripudio di universi paralleli, come il 2099, la New York di Marvel Noir e tanto altro). 
È colpa tua se i fumetti Marvel non vendono più, Kamala! A cosa serve una Ms. Marvel musulmana? È come dire averci degli eroi Marvel ebrei, cattolici, buddisti, agnostici o pagani...
Figo, c'è dentro chiunque e sua sorella e Stan Lee, ok, ma il gioco? Il gioco è sempre la solita solfa, ogni personaggio ha le sue abilità e per sbloccare tutto devi tornare nei livelli già visitati con i nuovi eroi entrati a far parte della tua collezione.  
Ah, no, è vero: quelli esistono sin dall'inizio. Magari sono le storie del nuovo corso che fanno cagare. Peter Parker industriale, ricordiamolo. 
Di fatto, per quanto possa sembrare incredibile, visto che qui ci sono gli eroi del tuo universo immaginario preferito e lì personaggi di una roba per rEgazzini, hai trovato più divertente, almeno all'inizio, il gioco di LEGO Ninjago The movie che questo. Un po' perché è davvero sempre la stessa roba, un po' perché... no, niente, è davvero sempre la stessa roba. Ma se avete dei figli piccoli già convertiti al verbo dell'Universo Marvel a mezzo film e cartoni, avete fatto bingo: è così semplice che potete giocare insieme a loro, con la scusa godendovi la storia (passabile) e collezionando personaggi. Vorrete mai restare senza Ragno Rosso e Surtur?
GRAN TURISMO SPORT (PS4)
Il quanto tu sia rimasto perplesso davanti all'ultimo Gran Turismo si riflette nella grande vastità del quanto sia rimasto perplesso sostanzialmente mezzo pianeta dinnanzi alla scommessa più azzardata di un team e di un franchise che hanno fatto dell'immobilismo per anni e anni la propria bandiera. Ché a Kazunori Yamauchi, per fargli ammaccare qualche parafanghi, l'hanno dovuto ricattare con una katana, è noto. E non è un caso che lo si trovi praticamente già a metà prezzo. La cosa che hai sempre trovato più pheega nei Gran Turismo era il parco macchine enorme. La possibilità di guidare tanto dei mostri da mezzo milione di dollari che una versione più lucida e pulita della Honda che hai sotto casa. Scartabellare gli elenchi delle varie concessionarie, provare i colori, cercare vecchi modelli storici. Qui il parco macchine è risicatissimo rispetto al passato, ci son solo modelli nuovi e, pur con l'aggiunta delle Porsche (niente più RUF come metadone, dopo che è scaduta l'esclusiva di EA), si notano più che altro le assenze. Tante, troppe.
Niente Cinquini, niente 112, manco un 127 Sport. Ma soprattutto niente Stratos. VergoNIa.
Perché il principio di fondo è che il focus si è spostato completamente: dal garage di macchine del cuore virtuale alle competizioni online. Yamauchi sostiene da anni che nessuno ha più il tempo di dedicarsi a cento gare offline come all'epoca dei primi Gran Turismo. Vero o non vero che sia, questo Gran Turismo abbandona la numerazione perché è una bestia diversa. Gran Turismo Sport non è Gran Turismo 7, è un'evoluzione della serie tutta improntata sul PvP, l'eSport, le sgommate competitive in Rete. Senza essere collegati a un server, buona parte dei contenuti del gioco sono di fatto inaccessibili. Perciò, se la competizione sul webbe ingrifa la vostra natura da maschio alfa al volante che vorrebbe tanto fare a sportellate e sgommate su supercar che costano quanto un appartamento in centro a Milano, pur restandosene a casa in canotta e mutande, si spera almeno quelle non sgommate (che bella scena), buon divertimento. Ma il vecchio Gran Turismo, quello tutto imprecazioni dietro le patenti e gare su gare offline per comprare l'utilitaria del '94 su cui avete ballato per la prima volta il mambo orizzontale? Nope, quello non c'è più. Sorry.   

E sì, sei ancora indietro con The Evil Within 2, ne parliamo asap. Voialtri debosciati a cosa state giocando di bello in questi giorni, invece?

Commenti

  1. Io sto giocando a Need for Speed Payback. Nonostante qualche evidente difetto mi sta portando via piacevolmente diverse ore. Son tornato a giocare abbastanza frequentemente da pochi mesi e ho quindi un periodo blackout alle spalle che non mi permette eventuali paragoni con giochi precedenti, non conosco le evoluzioni o gli scivoloni di saghe e concorrenti, insomma non ho un metro di giudizio... ed è un gran bene! Ho ritrovato il piacere di giocare e basta. Prendo un gioco che so che potrebbe interessarmi (magari usato o uscito già da un po), se mi piace lo consumo per ore, se mi piace meno faccio il minimo indispensabile e poi lo scambio con altro.

    RispondiElimina
  2. GT Sport... troppi regazzini storcono il muso, se gli parli di Stratos, AC Cobra, 300 SL "Gullwing" et similia... e se lanciassero un bel GT sport "Vintage"???

    RispondiElimina
  3. HO qasi finito divinity original sin 2. Bellissimo, anche se forse un pò troppo facile una volta compresi i meccanismi. Ma bobbè, dopo aver giocato Sword Coast Stratagems sarebbe facile da affrontare anche il debito pubblico italiano .Storia tutto sommato loffia anche stavolta ma lmeno ci han provato.

    Visto che la mia scheda video è un cesso, dovrò ritardare di qualche settimana l' acquisto di shadow of war, nell' attesa che mi arrivi quella nuova. Nel frattantemente, sto giocando a Far Cry 4. Adoro Far Cry, ho finito Primal poco tempo fa e adesso tutti in Tibet. il gioco è copme al solito ignorante e sparacchiero, con un briciolo di tattica e NPC idioti, ma diverte e solleva come un aperitivo con gli amici. Far mangiare i cattivi nazitibetani ( come sia venuta quest' idea da acidi , mi chiedo ) dagli orsi dà sempre grande soddisfazion!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Doc un appunto.. e sul cell cosa hai giocato? Grazie!

      Elimina
    2. Nada, come la cantante. In mobilità mi porto dietro Switch e continuo a cercare lune in Super Mario Odyssey.

      Elimina
  4. La roba della scorsa volta, piu' o meno. In piu' MIGHTY SWITCH FORCE e LEGEND OF DARK WITCH per 2ds. Carini e divertenti. Presi a prezzo stracciato. E poi, sempre in offerta, OUTLAST e 2DARK per ps4. Il primo molto bello, e' dai tempi dei primi Resident Evil che non me la facevo cosi' sotto. E il secondo...sara' che ci sono di mezzo i bambini, ma...e' un cartone nello stomaco.
    Accantonata l'idea Switch per questo natale (e anche Wiiu usata, meglio risparmiare), ci riprovero' l'anno prossimo. Tanto, chi voglio prendere in giro? Ho visto il trailer di NO MORE HEROES:TRAVIS STRIKES BACK e sto gia' sbavando...magari lo metteranno in bundle con la console (see...)!
    Una curiosita': ma e' vero che ci stanno lavorando quelli di HOTLINE MIAMI (pheegata, quelgioco!!)?

    RispondiElimina
  5. Ho appena completato The Frozen Wilds il DLC, anzi l'espansione, di Horizon Zero Dawn.
    Stupendo, una resa grafica spettacolare (la mia compagna credeva stessi guardando un film) e le nuove macchine sono belle toste da affrontare.
    Credo che HZD sia il gioco più sfortunato di sempre ad essere uscito l'anno (e la settimana) di Zelda e Odyssey.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si chiama sfortuna, si chiama pessima calendarizzazione unita a lungimiranza pari a 0.
      Anche Titanfall 2 ne sa qualcosa XD

      Elimina
  6. Mi sono finalmente liberato di Mario Odyssey! 999 lune, non credevo che ci sarei riuscito, ma si tratta del resto di un Mario un po' più facile del solito. Mi piace il fatto che per superare le sfide più impegnative si è costretti ad imparare alcuni salti tecnici, che il gioco non indica esplicitamente. Questi ti rendono più veloce e permettono, nelle gare, di prendere delle scorciatoie SCANDALOSE!

    Ultimamente sto giocando Darksiders 2. Avendo sentito che è in preparazione il terzo gioco mi sono detto "ma sai che non ho mai finito il secondo?" e me lo sono procurato, visto che ora te lo tirano dietro...

    Venerdì esce Xenoblade 2, sono abbastanza carico...

    RispondiElimina
  7. io ultimamente cerco di essere meno dispersivo sui videogame da giocare... sono totalmente rapito da The Witcher 3, CAPOLAVORO che sto spolpando su XBox One; giusto per intervallare ogni tanto mi concedo una sparatoria alla campagna single player di Doom sempre sulla One. Poi vabbè visto che ho beccato una bella offerta per il black friday mi sono preso la Ps4pro per giocarmi qualche esclusiva e ho iniziato Uncharted 4.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso chiederti a quanto l'hai trovata?

      Elimina
    2. 307 liscia da Unieuro.. è stata più che altro una cosa di impulso, però al volo non mi pareva di aver visto prezzi più bassi on line.

      Elimina
    3. mi sa che hai fatto un affare, probabilmente Unieuro è stata l' unica fonte seria di sconti nel black friday!

      Elimina
    4. Fortunatamente (per me) Mediaworld l'aveva messa a 299 (sempre liscia) e me la sono accapparrata...

      Cmq confermo, il black friday è stata una delusione totale...

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Ho appena terminato Ruiner e devo dire che mi è piaciuto un casino, ma nessuno gioca a star wars battlefront 2??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sto giocando a SW Battlefront 2: un po' vado avanti con la campagna ed un po' gioco al multiplayer (Eroi vs Malvagi soprattutto); poi quando la mia dolce metà se la sente affrontiamo in "couch coop" gli scenari Arcade.
      Lo sto trovando molto carino e completo (nel senso di molto vario). Non so se fosse già così con il primo o se sia meglio o peggio di quello: SW Battlefront 1 l'ho bellamente evitato (dopo essere stato interessato dalla beta), perché non compro giochi esclusivamente online e privi per giunta di una campagna di storia.

      Elimina
    2. Se giochi su ps4 iscriviti alla mia community "Discepoli di Yoda", con i miei amici ci giochiamo quasi ogni sera

      Elimina
    3. Se giochi su ps4 iscriviti alla mia community "Discepoli di Yoda", con i miei amici ci giochiamo quasi ogni sera

      Elimina
  10. Io sono stato colpito da una botta di hypsterismo autolesionista e mi sono rigiocato IL POTERE DELLA FORZA 2 su PS3, che avevo voglia di tirar di spada laser e fulminare un po' di stormtrooper nell'ignoranza.
    Ieri ho approfittato di un'offerta non male e mi sono preso INJUSTICE2 a 24 Euro, questa sera mi ci dedico =)

    RispondiElimina
  11. Io invece nell'online di Fifa ci ricasco sempre e mi sto spaccando a Sky Force Anniversary, ancora 200 punti e sorpasso il Tassista Mangusta!!! :)

    RispondiElimina
  12. si va ancora di gioco plus con MGS, che toglie parecchie ore di vita, con qualche latenight dedicato ad overwatch. Gt sport alla fine mi piacerebbe, ma solo se avessi un volante, allora lì sarebbe un'altra storia, ma con il dualshock scorcigno forse meglio di no. Avevo una mezza voglia di giocarmi un qualche jrpg, ma persona5, per le mie tasche, è ancora ad un prezzo relativamente elevato

    RispondiElimina
  13. Ancora Zelda. Capolavorò.
    Nei ritagli di tempo (LOL, quali?) una partitella o due a Super Street Fighter II.

    RispondiElimina
  14. Son sempre chiuso su Zelda BotW su WiiU...
    La ddroga.

    RispondiElimina
  15. delusissimo da quanto hai scritto su gt sport, peccato stavo per tornare sulla serie.
    Assassin's Creed si dimostra come sempre un gioco senza un'anima, bello solo a vedersi.

    RispondiElimina
  16. Ho appena finito la seconda volta Dishonored 2 e devo dire che mi è piaciuto tanto tanto... Ora devo capire se ho il tempo e la pazienza per iniziare BoTW o The Witcher 3... Beati tempi giovanili quando il tempo non mancava mai...

    RispondiElimina
  17. MvC:I mi sembra più Random Capcom Dudes meet Marvel Cinematic Universe, con personaggi a caso tipo Gamora e grandi assenti.
    Il fatto che manchino tutti quelli del mio team del 3 (il Super Skrull, il Dottor Destino e Vergil, con riserva Taskmaster) mi ha fatto propendere per il caro vecchio SCAFFALE. E dubito che lo acquisterò.
    Forse a 20 € per collezionismo, ma dubito.
    Mi sembra proprio un prodotto, come l'hai definito tu, sciatto, senza una direzione artistica precisa (mi sembra manchi anche un Character Designer), fatto giusto per mettere dentro gente degli ultimi film e foraggiare un po' il MCU.
    E poi diciamocelo, un MvC senza X-Men è come l'Amatriciana senza Guanciale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già ora lo vendono a 30. A venti secondo me ci arriva presto...

      Elimina
    2. Anche secondo me, prima o poi lo vedremo in qualche cestone dell'Ipercoop.
      Ieri per curiosità ho messo su la PS3 con MvC3...è un gioco che se uscisse oggi farebbe ancora la sua porca figura.
      Poi non capisco perché passare al 2 vs 2 invece di 3 personaggi...forse perché con 6 totali avrebbero esaurito tutto il roster :D

      Elimina
    3. L'idea di usare le gemme come terzo personaggio non è malvagia... ma in effetti si sente l'assenza del terzo lottatore.

      Elimina
  18. Contando che Star Wars Battlefront 2 è impacchettato e fino a Natale non lo possiamo scartare, mi dedico a Forza Motorsport nonsochenumero (credo il 5, preso con Games with Gold) ed insegno al mio figlio decenne quanto fosse tamarro girare con IL Golf GTi degli anni '80 (mai sopportata, ma mancando il Deltone...). Poi, sempre da Gold, al vecchio Medal of Honor: Airborne, che ha un'intelligenza degli avversari pari a... niente, non credo che siano mai esistiti nazisti così fessi, però ormai siamo presi dalla storia e non possiamo più fermarci.
    Ah, e Super Street Fighter sul mini SNES.

    RispondiElimina
  19. Ebbene sì, ho scaricato da steam la versione di baldur's gate 2 enhanced editing...

    RispondiElimina
  20. boicotto EA Battlefront II per noti motivi di lootcrates/pay to win e ho ripreso il vintage PS2 Battlefront 2, preferisco Wolfenstein II e Shadow of War (che avrei dovuto boicottare per i noti motivi ma invece no)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come commentavo sopra, SW Battlefront 2 lo trovo carino.
      Anche a me non piacciono i meccanismi di lootcrates in nessun gioco (e speriamo che tutta la bufera alzatasi serva a ridurne la diffusione, se non proprio farli sparire), ma il gioco non mi sembra un pay2win per quello che sto sperimentando:
      al momento le casse si possono prendere solo con i crediti in-game (avendone disabilitato l'acquisto con moneta sonante per via della bufera di cui sopra), ma io preferisco usare i crediti in-game per sbloccare i personaggi, quindi mi ritrovo a giocare praticamente senza modificatori (o al limite con uno solo di livello 1 in una scala da 1 a 4); ebbene ieri in diverse partite di Eroi vs Malvagi mi è capitato di piazzarmi in primo o secondo posto, oppure di fare il maggior numero di uccisioni, nonostante avessi contro giocatori con 2-3 modificatori anche di livello 3 o livello 4.
      Se le microtransazioni dovessero proprio evitarle di reintrodurre, il gioco risulta perfettamente godibile ^_^

      Elimina
  21. Il team che ha sviluppato il vecchio (1995 ...) Descent sta facendo un nuovo gioco simile in accesso anticipato adesso: scaricato il demo ho subito comprato la versione completa e, complice la moglie in giro per mercatini di Natale con la sorella, ho dedicato la domenica ad ammazzare robot, cercando di non vomitare con tutte quelle giravolte.

    RispondiElimina
  22. Ciao doc, anche se non possiedo nessuna delle console (ne tantomeno pc abb. potenti) su cui possono girare questi giochi leggo i tuoi pareri sempre con piacere. Io la console piu recente che ho è la wii u che ho raccattato ad una miseria il mese scorso.
    L'altra volta hai parlato di gamecube (io ce lho attaccato in soggiorno e ci gioco tutt oggi) elogiandolo, perchd non fare una poppissima Top 10 videogiochi per ogni console? Oppure top 10 gemme nascoste di vecchie console?

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Attualmente sono immerso nel mondo di Bloodborne. Tempo fa ho giocato a Yakuza 0 e Yakuza Kiwami per ps4, scoperti per caso anche perche´ in Europa la serie non ha avuto gran successo, e sono tra i giochi piu´ belli in assoluto a cui abbia giocato.

    RispondiElimina
  25. Io mi sto dando un po' ai giochi di "carte": Duelyst, HerathStone e quel capolavoro assoluto di GWENT. E contemporaneamente Borderlands 2 [+DLC] assieme a un amico, Black Mesa e altri giochilli più casualoni, come Girls Like Robots o Okhlos: Omega. Ah! Ultimamente ho rigiocato anche il simpaticissimo Botanicula *_*

    RispondiElimina
  26. Come scritto recentemente, ricaduto nel tunnel dopo tanti anni, sto proprio esagerando... fino a pochi mesi fa neppure sapevo cosa fosse Steam, adesso conto già 22 giochi in libreria e ieri, forse troppo stressato dal lavoro, mi son pure preso un volante che, so benissimo, userò alla fin fine tre o quattro volte l'anno... Comunque, su tutti sto giocando molto a quello che è quasi un 'indie', 'XENONAUTS'. Altri non è che un recente clone, molto affine allo spirito originale, dell'immortale 'UFO: Enemy unknown', che tanto mi prese in quel lontano 1993... e che ogni tanto non disdegno di giocare ancora. Si, ho preso anche 'X-Com' del 2012 ma non ci ho ancora giocato: nella sua semplicità (la grafica è imbarazzante per molti aspetti e le animazioni alquanto limitate) Xenonauts riesce benissimo a ricreare la suspance, e la frustrazione, del titolo originale. Ovviamente l'ho preso, non più tardi di una settimana fa, esattamente il giorno prima che lo mettessero in saldo ad un quarto del prezzo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XCOM ti consiglio di iniziarlo direttamente col DLC XCOM: Enemy Within... tutta un'altra esperienza. Il gioco base è carino, ma non esaltante

      Elimina
  27. appena acquistato in offerta The Witcher 3, Dishonored 2, Horizon Zero Dawn, tutti per PS4.

    Adesso devo trovare la stanza dello Spirito e del Tempo per giocarli tutti e completarli! XD

    RispondiElimina
  28. Lego Marvel l'ho trovato spassosissimo, una divertente conferma!

    RispondiElimina
  29. "Call of Duty: World War 2 è, essenzialmente, Band of Brothers: The Videogame".
    Me l'hai venduto! Finalmente si torna alle armi vere, quelle che fanno click-clack quando carichi il proiettile in canna, altro che pitiu-pitiu.
    Invece dei giochi Lego sono stufo, che sia Super Heroes, Avengers o Star Wars sono tutti terribilmente uguali e noiosi, ti fregano con il roster di personaggi e infatti... sicuro che giocherò anche a questo.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.