martedì 16 maggio 2017

82

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (stagione VII, parte I): aprile 1991

Piedone Eldoleo Eldorado 1991
Facciamo partire una nuova stagione delle Pubblicità Fuorvianti di Topolino, ché tanto la suddivisione è totalmente arbitraria e priva di una qualsivoglia logica? Sì, dai. Giocattoli, musica, programmi TV, subdole manovre di conquista del mondo da parte dell'Algida Stronza e addirittura macchine fotografiche digitali da Topolino 1846-1848 (14-28 aprile 1991, 2.000 lire cadauno). Aspe', macchine fotografiche digitali nel '91? Ayeah. Bruschette per tutti [...]
Gli snack Mister Day ti fanno vincere una moto enduro e centinaia di "mountain byke". Perché se le guidava una giovane sosia psicotronica di Heather Parisi a fantastico, dice, si usava la Y.
E qui, come ogni volta che saltano fuori i combiner Transformers, si ringe. Gli Stunticon - che formavano Pentacar/Menasor - ti piacevano un frappo, anche se all'epoca girava per casa, in mano al fratello minore, solo il mini Commander badass, Motormaster/Barracuda, con la colonna sonora incomporata degli Heart.
Molto meno lovvo, ai tempi, per gli Aerialbot di Superion. Ma, come hai già spiegato un numero sufficiente di volte che ora anche basta, senti, in versione giocattolo i Transformers volanti ti andavano molto meno a genio di quelli su ruote.
Nel concorsone organizzato con il sindacato italiano gelatai, in palio un Amiga 2000 con monitor a colori, degli Amiga 500 e dei Commodore 64. Per vincere, bastava fare un bel disegno a tema "gelato"... cercando di non fare una figura da gelatai, ohohoh. Ehr.
Amstrad, nel frattempo, continuava a propinare la sua console GX 4000 (aka "lanoncagata"), il CPC 464 Plus e il CPC 6128 Plus. I claim parlano di "più nuovi del mondo", per giochi tipo Operation Thunderbolt che era uscito tre anni prima, e vabbè. Fire & Forget II te lo regalarono originale per Amiga, ed era una delle più grandi ciofeche digitali della storia dell'umanità. Un gioco da minzione speciale.
Le agghiaccianti e fuorviantissime pubblicità degli anni 70 erano lontane, ma nel '91 il politicamente corretto era ancora un concetto piuttosto vago per gli standard attuali. E così, per reclamizzare le mini moto Grizzly, si parlava di caccia e mirini...
...e per una Gig Nikko la cui feature principale era finire fuori controllo e andare a schiantarsi contro un muro, visto il colore, si puntava su un sicuro "Furia Gialla", come il film di vent'anni prima. Magari il pilota era cinese...
...come il redattore in questa rubrica. Nel teaser della recensione della videocassetta di Dick Tracy (avessi detto), per spiegare il colore della pagina, si butta lì con simpatia all'inizio che l'autore possa essere un cinese. D'altronde, sulla di poco precedente locandina di Akira/Renato appesa in camera tua, ai tempi, il copy urlava "La febbre gialla della nuova generazione". E non ci hanno scritto "Un film strano di quei cagariso con la macchinetta fotografica sempre al collo" giusto perché non c'entrava.
Tornando ai radiocomandi Gig Nikko, Rombo di Tuono, la macchina chiamata così "non perché sa giuocare a pallone". Chi sa, sa(sà).
Gig continuava intanto a proporre a nastro giochi di ogni tipo, nella speranza di imbottigliare qualche nuovo fulmine. I Goops erano dei freesbee morbidi e ripiegabili da lanciarsi a Vicenza in allegria, volendo anche con sopra le TMNT. C'erano infatti i Goops Pizzostri e i Turtles Goopz, per prendersi a pizze ninja in faccia, letteralmente.
Il Frullo l'abbiamo già incontrato in passato, un peso attaccato alla caviglia da far girare, e più lo facevi girare, più ti giravano, e più ti giravano, più vincevi. Cosa? Un giramento di testa che poi ti serviva un bicchierone di acqua e zucchero. Oggi è impossibile pensare al Frullo senza menzionare il Frulla, la personalità di Rat-Man che ci dà dentro, chiaro.
Ah, i fumetti di EldoLeo dei gelati Eldorado, disegnati da Cavazzano. Per i filoncini oculari da 2kg, da quella parte, prego. E ok lo storico Piedone,
ma Doctor Strabik non te lo ricordavi mica. Strano non abbia avuto molto successo, questo gelato con lo sguardo gentile di un anziano bucapalloni già munito di chiodo. 
Una meravigliosa pubblicità di Gardaland che comunica tutte le emozioni che il parco è in grado di regalZzzzzzz. Hai visto copertine di libri del catechismo più avvincenti, oh. Per un caso del destino, proprio nell'aprile del '91 sei stato a Gardaland con la gita scolastica.
Aspe' che lanci un paio di cassette di Soundwave dal finestrino.
L'Algida Stronza, nel mentre, si fingeva amica anche di persone di altre culture, quando queste culture non erano impegnate a ciulargli il ragazzoschiavo, ché poi doveva ucciderle a borsettate, che noia...
...ma soprattutto irretiva giovani lettrici attirandole nel suo club, per farne manovalanza del suo esercito per la conquista globale. Roba che, al confronto, era meglio pagare una lavatrice e iscriversi ai terroristi, come il Magnotta.
Ma che musica si ascoltava, in quella primavera del '91? Quali CD andavano forte in classifica? Ecco la Top 20, con dentro di tutto, da Sting a Leila K, dagli Enigma ai Queen e i Simple Minds, passando per... i MILLI VANILLI?!?
La TV per ragazzi, intanto, cambiava volto e volti. Eri fuori tempo massimo per guardare i programmi contenitore per i più giovani, perciò non ricordi questa cumpa di Bim Bum Bam (Ambrogio, che a Uan non allacciava un ciglione rosa, Michele Foresta (il Mago Forest!!!), Debora Magnaghi e Carlo Sacchetti),
ma credi di aver intravisto in TV La spaghettata, il gioco presentato all'interno di Bim Bum Bam da Marco Bellavia. Ricordi invece benissimo, chiaramente, I Ragazzi del Muretto
e il mitologico Mezzo destro mezzo sinistro con Margheritoni.
Questi sono i tre presentatori del Disney Club. Quello al centro, Riccardo Salerno, era nel cast de I Ragazzi del Muretto (Andrea).
Chiudiamo con la Sabrinona Salerno, sempre buona come il pane e qui ospite di Top Venti (ribattezzato per l'occasione Pop Cento)
e con questa pagina di palinsesti, in cui spiccano altri nomi da bruschette. Ma quanto ti piaceva il quiz Urka di Bonolis. Era già in TV L'Albero Azzurro, e molti anni dopo, per una roba di lavoro, saresti finito in una sede RAI ad esporre un progetto, sotto lo sguardo severo del pupazzo Dodò. No, giuri.
Altra paccottiglia colorata Gig, i Truciolones (in originale Koosh Kins), varianti antropomorfe di quelle palline di fili di gomma - le koosh ball appunto - che spopolavano già da tempo sulle bancarelle dei magrebini.
Una pubblicità sulle pile del "geniaccio" Sony, che non vanno messe nelle orecchie ma "al posto giusto". E giù battute da camionisti mentre giocano a carte con uno scaricatore di porto.
Ma 'sta storia delle fotocamere digitali del paleolitico? Nel '91 c'erano già le Still Video Camera che registravano gli scatti su floppy disk, evoluzione di un concetto portato avanti da varie aziende giapponesi sin dagli anni 80. Sony Mavica, per fare un nome geniaccio, o i modelli Canon come quelli in foto (a destra la Canon Ion), che scrivevano su quei dischetti VF-50 da 2 pollici. 
Chiudiamo con la lodevolissima iniziativa di legare Topolino al Telefono Azzurro, per il supporto dei bambini in difficoltà. Solo, magari avrebbero potuto scegliere altri testimonial rispetto a Tip e Tap, i nipotini di Topolino, ultimi due sopravvissuti di una cucciolata in cui gli altri otto fratelli sono finiti trucidati, ecco. 


TUTTE LE ALTRE PUNTATE DE LE PUBBLICITÀ FUORVIANTI DI TOPOLINO 

82 commenti:

  1. Aspetta aspetta...Michele Foresta alias mago Forrest su bim bum bam? naaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho notato anch'io !!! Ma la sua scheda wikipedia non lo riporta.. ma sembra proprio lui!

      Elimina
    2. Ecco, bravo Luca, ché dopo aver cercato se fosse davvero lui, mi son dimenticato di scriverlo. La testa.

      Elimina
    3. È stato anche a Solletico :)
      http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2002/11/26/sono-mr-forest-mago-per-caso.html

      Elimina
    4. E aveva 30 anni portati BENISSIMO oserei dire :)

      Elimina
    5. Cacchio è davvero lui!
      Porta gli anni meglio adesso che nei 90 XD

      Doc che intervista Forest, dopo Ortolani, è un po' un sogno...

      Elimina
    6. Io ancora non ci credo, ma come il DOc all'epoca non guardavo più Bim Bum Bam, infatti non ricordavo che da Italia Uno fosse passato a Canale 5.

      Elimina
  2. Ossanto, Topolino e il telefono azzurro. Quella devastante storia Topolino e il segreto di un bambino, col piccolo Sonny, mi fa venire da piangere forte ancora oggi T__T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qual'era, quella che il padre lo prendeva a pizze perché aveva preso 2 all'interrogazione di matematica?

      Elimina
  3. Opporcamiseria, "puntata" da ringere ad libitum!

    Il Dottor Strabik io e la mia cumpa dell'epoca ce lo ricordiamo eccome, d'altra parte come potevi NON amare un doppia Coppa dei Campioni con due chewing-gum al posto degli occhi col plus di avere, una volta terminato, una fionda pronta a...spezzarsi con un elastico troppo spesso (sigh).

    E la TV per bambini dell'epoca...mi si perdoni, ma io c'ero dentro in pieno (6 anni), nel senso che il team di Bim Bum Bam con Carlo, Roberto, Debora e Carlotta me lo ricordo fighissimo, scenette comprese (Batroberto su tutte, ma c'erano anche sketch alla Dick Tracy se non ricordo male) e quel Michele Foresta in foto mi sembrava troppo assurdo fosse il Mago Forest!...e infatti non era lui.
    Ricordo anche quella faccia da schiaffi di Dado del Disney Club (e le serie a cartoni e non che si portava dietro), come anche Solletico che sarebbe arrivato però solo 3 anni dopo.

    Sto ringendo da 10 minuti, Grazie Doc!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è mr forest,si riconosce abbastanza bene

      Elimina
    2. Tana per il bastoncino del Mr Strabik usato come fionda! Era la cosa più ganza di quel gelato! XD

      Elimina
    3. @Manuel: oddio, sinceramente giusto com'era in foto poteva anche essere il padre del Mago Forest, eh?
      Incredibile che nella sua biografia non sia citato come effettivo di Bim Bum Bam...

      @Minty: anche gli occhi cicca non scherzavano, peccato per quel piccolo effetto collaterale di asma grave che si portavano dietro...ma oh, la fionda vinceva su tutto XD

      Elimina
  4. mamma mia, all'epoca guardavo (ovviamente) Disney Club, ma i presentatori -rivedendoli oggi- c'avevano una faccia da CLini... roba che se li incontro oggi, maledico l'altissimo per non avermi fatto incontrare i soliti Testimoni di Genoa...

    RispondiElimina
  5. Che freddura sul gelato arh arh arh.....emh
    Il dottor strabik, osceno, lo ricordo, dietro era ricoperto di cioccolato, e ok, ma aveva gli occhi fatti con le gomme da masticare a guscio duro anni 80, forse anche per quello è vietato dalla convenzione di Ginevra :D
    Il mago forrest a bim bum bam proprio non lo ricordo, ho imparato un'altra cosa (inutile :D)!

    RispondiElimina
  6. ho letto talmente tante volte quei giornalini in quegli anni (e anche nei successivi) che ricordo a memoria perfino queste pagine. Bruschette a volontà...

    RispondiElimina
  7. Doc bello il tipico concorsone con in premio i Commodore che citavi per l'appunto domenica :) E' notevole poi vedere su Topolino la pubblicità di Mezzo destro mezzo sinistro film con una quantità notevole di donnine nude!

    RispondiElimina
  8. Il mago Forest a Bim Bum Bam? questa mi è mancata (ma in quegli anni anch'io non guardavo più Bim Bum Bam)!

    RispondiElimina
  9. Mamma Doc, nel 1991 ero in piena pubertà e mi ammazzavo di pu...ntate di tutto quanto passava in TV! Ricordo molto bene i Ragazzi del Muretto, perchè erano davvero pesanti... La Folliero, che grande topa, pensa che frequentava una spiaggia di Sanremo (che non cito per non fare pubblicità) ed era già seguitissima... Inoltre la mitica Sabrinona nazionale, tutta naturale. Tra e lei e Samantha Fox quante diottrie perse... Però bei ricordi!

    RispondiElimina
  10. Qualche considerazione in ordine sparso, anche perché essendo un classe '74 ero già abbastanza fuori target rispetto alla maggior parte delle pubblicità di questi numeri.
    I palinsesti televisivi Rai del primo pomeriggio: tanti cartoni e telefilm per ragazzi. Oggi La vita in diretta :-(
    Nella pagina di Top20 appare Maurizio Catalani, poi diventato opinionista romanista accanito a TeleRoma56 :-)
    Da notare anche un sospettissimo pallone giallo, sembra un Supersantos??

    RispondiElimina
  11. Un appluso al piedone eldorado...mangiati in quantità industriale all'epoca,e se esistesse ancora ci andrei giu pesante di nuovo. Mi sembra non esista più vero? Come la marca eldorado se non erro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eldorado già in quegli anni li era già stato comprato da unilever/Algida che a poco a poco l'ha sostituita in tutto e per tutto,se consideri che oltre piedone (uscito in versione rivisitata) il gelato più venduto di eldorado era il cucciolone

      Elimina
    2. Il Cucciolone, a parte le barzellette cretine sopra (ma molto meno cretine di quelle che ospita oggi, che sono pure disegnate peggio :P), aveva un merito enorme: il terzo gusto era zabaione, e io non so cosa ci mettessero dentro, forse cocaina, boh. L'unica cosa che so è che, in quegli anni, per me, lo zabaione del Cucciolone era una roba da sballo, davvero. Da quando c'è la nuova versione, non ho avuto il coraggio di provarla. Preferisco tenermi il ricordo :°-|

      Elimina
    3. il piedone è un paio d'anni che lo fanno di nuovo! l'ho propinato alle mie figlie ma ero più curiosa di mangiarlo io...

      Elimina
    4. Ormai il cucciolone è molto più piccolo e meno buono.Io ho sempre odiato io gusto cacao lo confesso

      Elimina
    5. Il gusto cacao in effetti era piuttosto "plasticoso". Forse lo zabaione sembrava così buono perché accostato a quel "coso" vinceva a mani basse! XD

      Pure il Cucciolone hanno rimpicciolito, dopo la Girella? -_-

      Elimina
    6. la girella sembra proprio che abbia fatto un trattamento drastico,ne ho presa una ieri e praticamente mi spariva in mano!!!
      Vero è che siamo cresciuti anche noi,ma la ricordavo il doppio

      Elimina
    7. Il cucciolone l'ho sempre mangiato 3 morsi alla volta uno per gusto.. e mi giravano quando mi avanzava un gusto solo!

      Elimina
  12. Momento pdf on:
    Anche se dotate di un sensore e di supporto magnetico le still camera erano a tutti gli effetti analogiche.
    In pratica l'immagine prodotta era (semplificando tanto tanto) come premere pausa il video mandato su un registratore. Na chiavica insomma xD

    RispondiElimina
  13. Nato nel 1983, sto ringendo duro. Le pubblicità con le pile nelle orecchie e quella col mirino mi hanno causato un effetto madeleine che levati.

    RispondiElimina
  14. La pubblicità della Nikko su quella 205 T16 spacciata per "furia gialla" è stata profetica in modo inquietante, visto che tra i maggiori azionisti della Peugeot attuale ci sono proprio dei cinesi.

    Per qualche perverso scherzo della mente, l'algida stronza mi ha fatto ricordare Bilquis, che ho visto nelle prime due puntate di American Gods. Sarà che entrambe hanno sta fissazione di essere adorate...chissà!

    RispondiElimina
  15. I Milli Vanilli! Quelli che "se ce l'ha fatta Den Harrow a fare successo muovendo solo la bocca, ce la possono fare tutti"
    Comunque il mago Forrest a Bim Bum Bam è lo scoop del secolo

    RispondiElimina
  16. Gli Enigma, cosa non hai ritirato fuori.
    Ricordo che noleggiai il CD (all'epoca si poteva!) e lo riversai su cassetta. E con quella cassetta ci passai un'estate.
    Non pago, noleggiai anche il CD successivo (Return to innocence, mi pare si chiamasse).
    E poi basta, mi è passata. Oggi se li risentissi credo sarei preda di un'attacco di orticaria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, "Return to innocence" (la canzone) secondo me è ascoltabile e piacevole ancora oggi, dai :)

      Elimina
    2. Io ce l'ho quel CD degli Enigma, quello che nominava Kobayashi, raccattato nei soliti mercatini a 1 euro, e non è affatto male :) Comunque confermo che la canzone e il video di Return to innocence erano fighi!

      Elimina
  17. Aggiungo solo una nota per le pubblicità dei TF che riproponevano imperterriti modelli di un lustro prima pur di non mostrare le nefandezze uscite negli ultimi due anni...

    RispondiElimina
  18. Urka era meraviglioso! Con gli sketch di S SuperSergio ricordo che ridevo per due ore di fila - suppongo che a rivederli oggi non sia esattemente lo stesso :P

    RispondiElimina
  19. 1991, avevo 17 anni, era il penultimo anno di liceo e vivevo un inizio d'estate e di scuola (l'ultimo prima della maturità) che - oggi - ricordo bellissimo....

    Basta leggere i nomi di alcuni brani musicali e degli interpreti: i Simple Minds, quando se la giocavano negli stadi con gli U2... e tanti altri, piccoli e grandi... compresi i Milli Vanilli, creatura di un produttore tedesco e furbacchione, di nome Frank Fahrian, che già aveva creato dal nulla i Boney M., poco più di un decennio prima...

    Quanto ai giochi, avevo rimosso la grezzissima Rombo di Tuono (...nemmeno degna di portar lo stesso nome di Gigi Riva!) e la 205 T16 in versione gialla/raid "Paris-Dakar"...dopo che i francesi, abolito il "gruppo B", avevano abbandonato il mondiale rally....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proprio in quel periodo vidi il mio primo concerto dei simple minds. che ricordi pazzeschi!

      Elimina
  20. Le pubblicità fuorvianti sono la vera e unica macchina del tempo realmente funzionante 😊 Molte cose riecheggiano tra i corridoi dell'archivio delle memorie, molte altre suonano estranee eppure affascinanti come reperti scovati per caso... quelle fotocamere, ad esempio: all'epoca erano sicuramente una specie di miracolo, le avessi viste penso che sarei impazzito pur di averle... be', a parte il milione e mezzo, s'intende.

    RispondiElimina
  21. La peratissima Sabrina Salerno ospite a Top Venti, condotto dall'altrettanto peratissima Emanuela Foliero é uno scontro titanico che a confronto Raul contro Kaio sarebbe passato inosservato. Quattro volte di seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi sarà il photoshop ma mi pare che con gli anni si sia ben mantenuta...

      Elimina
    2. Qualcuno trovi il video!

      Elimina
  22. Se non ricordo male quanto mi ha raccontato. mia moglie era in corso all' università con il figlio di Cavazzano, quando lui spiegava alle compagne di corso che il padre era un disegnatore di Topolino pensavano scherzasse !
    Adesso ditemi voi se gli architetti .. e mi fermo !!!! se si fosse iscritto ad ingegneria sarebbe stato neanche la mascotte, l'imperatore supremo dell'aula magna.

    Per il resto , Barracuda era il mio preferito ed è attualmente sempre in mano ai miei due furfanti; me lo regalarono in 2° elementare ; la macchina telecomandata gialla me la ritrovo sempre in mezzo ai piedi la mattina, residuato ludico dello zio finito ai nipoti , ormai immobile giocattolo statico ; Frullo era di mia sorella ed ha distrutto più vasi lui del gatto; ormai l' era mitica dei giocattoli era al termine!!!

    RispondiElimina
  23. ci voleva proprio un'altra dose di pubblcità fuorvianti!!Merci Doc!!

    RispondiElimina
  24. Il messaggio urgentissimo per "Scorpioncina Disperata" mi preoccupa ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Anche letto a 25 anni di distanza crea un'ansia pazzesca! °_° Chissà di cos'era disperata, Scorpioncina, e chissà se gli eroi di Telefono Azzurro hanno potuto aiutarla... L'appello suonava drammatico :-\

      Elimina
    2. Anche perché con la velocità dei mezzi dell'epoca tra il primo contatto e questo appello stampato su topolino saranno passati mesi

      Elimina
  25. Io avevo il Transformer giallo a sei ruote... Fra l'altro mi pare di ricordare che il logo apparisse strofinando il dito sul riquadro frontale sull'alettone... forse all'epoca non sapevo neanche che fosse un villanzone, vallo a sapere...

    E poi avevo il Goops di Leonardo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il simbolo era termosensibile, e se passavi il dito sopra appariva. La pubblicità diceva di scoprire se erano Autorobot O Destructor (Decepticon per chi è nato dopo i film)

      Elimina
  26. Doctor Strabik, il mio gelato preferito quando ero regazzino!

    RispondiElimina
  27. La faccia di Emilio Levi (sempre trovato simpaticissimo) e il logo di "BIG", che flash, Doc! O__O
    Avevo rimosso Big dalla memoria, seppellendolo sotto "Solletico" (per il quale non avevo più l'età, ma dato che lo vedeva mia sorella, in qualche modo l'ho ugualmente 'subìto' ^^;), ma ora mi ricordo il "mio" programma per ragazzi di RAIUNO. CommoSSioooone! :°-)

    Avevo rimosso anche la faccia da schiaffi dei primi conduttori del Disney Club (pure quello guardato per anni, sempre a causa di sorella). Lei, mi pare, è poi diventata un'attrice, vero?

    "I ragazzi del muretto", che ricordo disturbante XD Decisamente una serie ben realizzata, ma le storie erano davvero da ansia spinta, spesso ^^; Tanti attori più o meno famosi sono passati da lì. Bella colonna sonora degli Stadio, peraltro :)

    RispondiElimina
  28. I Goops erano veramente utili, praticamente un freesbee che non faceva male se preso nelle gengive, ma aveva solo un problema: se lo agguantava il cane dovevi comprarne per forza un'altro.

    I transformers combiner sopravvissero alla grande ad almeno 6/7 anni di vita del sottoscritto, perchè figamente fuori scala, Pentacar era da noi rarissimo, mio cuggino riusci a trovare un box full e se lo comprò alla grande ricevendo la mia stima incondizionata. A me gli aerei Pentajet piacevano comunque moltissimo (anche se il mio preferito era Bruticos).

    Il frullo mi ha fatto venire in mente un'altro gioco del genere di quel periodo: SPY BALL, una sorta di palla da tennis da far rimbalzare su una rete e chi non ci chiappava perdeva. Ora, di questa roba non me ne fragava una cippa, ma SPY BALL (o qualcosa del genere) aveva questa pubbilicità disegnata in stile anime con il gingle paura che sembrava effettivamente che esistesse un cartoon del gioco, devo assolutamente vedere se su tuotubo esiste un filmato di questa cosa...

    RispondiElimina
  29. Tutte queste pubblicità con i programmi televisivi del pomeriggio di allora mi mettono una tristezza se poi penso alla programmazione di oggi.

    RispondiElimina
  30. Uno dei Milli Vanilli ha fatto una brutta fine, morto nel '98 per overdose. Le cose non sono state più le stesse da quando fu scoperto che non cantavano loro ma erano solo dei prestavolto, gli ritirarono pure un Grammy.
    Parlando di cose più dolci, io da bimbo prendevo sempre il Dr. Strabik, potevi usare lo stecco come fionda (dopo aver mangiato il gelato).

    RispondiElimina
  31. Mi è salita la nostalgia quando ho visto la foto della Spaghettata...avevo anche il gioco a casa!
    Mi ha stupito vedere la data...avevo 3 anni! Pensare che credevo fosse più recente perché ne ho un ricordo chiarissimo!

    RispondiElimina
  32. Ecco! Non mi spiegavo come mai ricordavo così bene la spaghettata senza aver visto il programma in TV poi leggendo il commento di Eleonora ho avuto l'illuminazione...il mitico gioco Spago Spaghetti :D

    RispondiElimina
  33. Maaaa... i fantomatici concorsi in cui si vincevano bici, computer e la qualunque siamo sicuri sicuri che alla fine ci fosse davvero un vincitore o erano solo pubblicità sotto mentite spoglie?

    RispondiElimina
  34. Allora, io per la prima e ultima volta richiesi categoricamente ai miei genitori di comprarmi il set completo degli Aerialbot (avevo già tipo 14 anni).
    Ho ancora la scatola con tutti e 5 i robot in buone condizioni! È che mi piacevano un sacco i Transformer aerei ma i classici villanzoni sgherri di Megatron non si trovavano dalle mie parti. Ecco perché ripiegai su quei 5!
    E avevo anche il Barracuda di inizio articolo.

    Qualcuno si ricorda qual'era invece quel Trasformer con 3 forme robot/carro armato/aereo?

    RispondiElimina
  35. Volevo farvi una confessione.

    Un paio di anni fa, tutte le notti alle 01:00, su Mediaset Extra, davano le repliche di "Urka!"

    I premi sono in Lire, nella postazione del conduttore c'è un grosso telefono a cornetta, c'è un comico che imita il primo Jovanotti.

    Il quiz è stupido da far paura, le gag sono carine ma non eccezionali (lo stile dei programmi di Bonolis però si vedeva già tutto). Però tutte le notti all'una rimanevo ipnotizzato da questo programma per ragazzi. Il bello è che da bambino (avevo 6 anni) non lo guardavo neppure, pensavo che i concorrenti eliminati, che spariscono dalla scena ribaltati da una sedia (appunto) ribaltabile, venissero uccisi e quindi mi faceva una paura pazzesca.

    Adesso l'ho guardato tutte le notti pensando "ma quei concorrenti lì, di 26 anni fa, cosa faranno adesso? Che vita avranno? Che ricordi avranno di quella trasmissione di inizio anni '90?". C'è un concorrente che è stato campione per diversi giorni e ha vinto una bella sommetta, si chiama Gianluca ed è di Roma. Vorrei conoscerlo.

    Gianluca, campione di Urka!, se mi leggi mandami un messaggio e incontriamoci!

    RispondiElimina
  36. Doc, dopo aver scoperto che hai incontrato/conosciuto/stretto l'ala di Dodo' non so' piu' a quale livello di leggenda elevarti ! Il vero Profeta della ns generazione : Lodi, Lodi, Lodi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per l'esattezza, sono stato cazziato da Dodò. Il che fa il paio con quella volta in cui fui cazziato dal Gabibbo.
      No, sul serio...

      Elimina
    2. E con questa affermazione non sei il profeta, ma il Dio di tutti noi.

      Elimina
    3. Doc, l'Albero azzurro è uno dei miei primi ricordi d'infanzia, se adesso mi spieghi come e dove hai conosciuto il mitologico Dodò giuro che fonderò una religione in tuo nome.

      Elimina
  37. Io un occhio a Bim Bum Bam lo davo ancora ai tempi. Forest non pervenuto. Ambrogio aveva la sola funzione di farti sentire ancora di più la mancanza di Uan.
    E credo di averlo avuto anch'io un Truciolones, appiccicoso e puzzolente.
    Ma soprattutto, i gelati El Dorado coi fumettini. Che bellezza. E quanto erano buoni. E quanto erano sfragnati quando li aprivi e non erano nemmeno lontani parenti con l'immagine della pubblicità.

    RispondiElimina
  38. Io la spaghettata me la ricordo, era pure divertente... ho dei bagliori di memoria su delle polpette giganti... ma non mi vorrei confondere... ma soprattutto mi ricordo la macchina fotografica che andava a floppy disk. Ce l'aveva il padre di un mio amico che aveva pure un frappo di soldi... era il 1995 quindi non molto tempo dopo... solo che in ogni floppy (da 1.44mb) ci stavano tipo 10 foto quindi dovevi andare in vacanza (o in quel caso al campo scout) con 6 scatole di floppy da 10....

    RispondiElimina
  39. Mai visto il gelato con gli occhioni.
    Ma a ben pensarci il gelato a forma di piede che ricordavo io era rosa...quello lì è nuovo per me!

    RispondiElimina
  40. Urka era bellissimo, appuntamento fisso del primo pomeriggio

    RispondiElimina
  41. Urka mi piaceva un sacco, era imperdibile.
    E fu forse la causa principale del non-studio pomeridiano, per poi studiare e fare compiti dopo cena... malsana abitudine che per fortuna finì quell'anno.

    "Uè a tutte le puglies, la vuoi sentire una canzone alla foggena?" (volete?)
    Bonolis post Bim Bum Bam e pre Canale 5, Laurenti, le imitazioni di Ugo Valli, un'atmosfera un po' surreale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le telefonate di Freddy Krueger, con tanto di guanto annesso...

      Elimina
  42. Mamma mia doc, questi erano proprio i miei anni... Un magone cosi' m'hai fatto venire...

    RispondiElimina
  43. Angelo Coniglio20 maggio 2017 16:34

    Oddio, i Trucioloni hanno risvegliato in me ricordi che... dovevano rimanere tali :-D
    C'è da dire, comunque, che dal punto di vista estetico il restyling dei CPC era caruccio

    RispondiElimina
  44. Le Goops non le ricordo proprio, strano

    RispondiElimina
  45. Lacrime napulitante al ricordo di quanto ci ho sperato nel concorso dei gelatai, per poi vincere ovviamente una beneamata.
    Notare oggi il mago Forest imboscato tra queste pagine che, giuri, le conservi ancora insieme a qualche centinaio di topolini dell'epoca, ti lascia di stucco in stile Padre Maronno in un momento di illuminazione.
    I constructicon erano gli unici supercombiner degni di nota in versione giocattolo, perché tra il robot gig e il personaggio tv c'era quasi sempre un abisso di differenza, ma Silverbolt era una figata pazzesca, lo guardavo e riguardavo attravero la vetrina del negozio sotto casa.
    Tante tante lacrime napulitante al ricordo delle sbavate sulla Salerno insieme ai compagni di scuola, che a vederla oggi non si direbbe neanche un granché, se non fosse per i leggendari pettorali. Ah, il periodo di innocenza(?)

    RispondiElimina
  46. Questo numero di topolino ce l'ho e le ricordo benissimo.

    RispondiElimina
  47. IL FRULLO (lo avevo!), I TRUCIOLONES, Emilio Levi, Disney club ai tempi di quel pirla di Dado e la cantante Arianna, Urka! (lo vedevo quando tornavo da scuola con mia madre), Bim bum bam quando era ancora un programma per bambini e non un contenitore di pubblicità! (a fine anni 90 farà questa fine), Carlo, Debora e Ambrogio (che aveva una voce odiosa che non sopportavo), LA SPAGHETTATA....sono
    commossa!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails