Transformers: Michael Bay Vs Giuseppe Parini

1775. Giuseppe Parini scrive La Caduta, ode cui affida un'amara riflessione su come chi peschi nel torbido abbia una carrozza, un sacco di grana e pure svariate reti televisive.

2009. 234 anni dopo, Michael Bay, un uomo che si affida alle esplosioni anche per esprimere l'oggetto delle sue riflessioni, si trova a dirigere un secondo film dei Transformers, in Italia graziato dall'amatriciano sottotitolo La vendetta del caduto.
Ora, chiamato la prima volta a tirar fuori un film live action su camion e mangianastri che si trasformano in robot, il meglio che aveva saputo fare due anni fa era infilarci dentro battute da commedia per famiglie stupide, una figa pazzesca, tremiladuecentododici esplosioni e plastici duelli in volo, tra robot impegnati più ad avvitarsi nell'aere assumendo configurazioni laocoontiche che a menarsi sul serio. Questo, e un robotcamion guardone. Per il seguito, ovviamente, stessa recipe: con più battute e insulsi momenti di comic relief, molti più robot laocoonticamente avvolti nelle loro risse, e soprattutto più figa. Che quella che già c'era (una praticamente irreale Megan Fox) te la fanno trovare dopo cinque secondi di film messa a pecora su una moto, quindi inguainata nella pelle da motociclista, quindi ancora lesta nel togliersi la tutina per mostrare le cosce. No, davvero. E, giusto per, di tipa figa ce n'è pure una seconda. Ma poi viene fuori che è un transformer pure lei. Il transformer camioncino, quello jet, quello mangianastri, e ora pure quello figa. Naturale.

In foto, una scena qualsiasi del film. Questa volta quantomeno non ti sei addormentato, ma il merito non è certamente della pellicola. L'unico momento (al netto di quelli con la Fox, chiaro) che ti ha fatto sorridere è stato quello della pretestuosa comparsa dei Constructicons in configurazione Devastator. Li preferivi però tutti colorati di viola e verde vomito. Nettamente.

TASSO DI TACHIONI: Risibile.

Commenti

  1. Il Parini di nome faceva Giuseppe.
    Giusto per evitarti incresciose orde di letterati...

    RispondiElimina
  2. Grazie per la segnalazione. Avevo creato un mostro ibrido tra Giuseppe Parini e Giovanni Parisi. Il pugile letterato.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy