Non mi vorrà dire che lei è, scusi il termine, comunista? (Red Faction: e la Guerrilla di Repubblica e Corriere)

I poveri cristi che, assieme al protagonista Alec Mason, guidano la resistenza su Marte in Red Faction: Guerrilla sono una banda di disperati presi per il culo dalle "forze della libertà" della EDF. Poveri straccioni costretti ad arrangiarsi con pochi mezzi, in un mondo in cui la realtà è distorta sempre e comunque da chi è al potere, e dove dopo esserti fatto un culo così per una missione non ti resta che raccogliere quattro rottami da terra. Il che ti ricorda inquietantemente la situazione della Sinistra italiana, nella virtual reality propinata a reti unificate dallo Smiling One. Solo che su Marte circolano pochissime mignotte.
Ora, si dà il caso che Red Faction: Guerrilla sia un gioco bellissimo. Cioé, la grafica fa pena (che con la scusa dell'ambientazione marziana ci sono due cose per volta sullo schermo, un fogging della madonna e l'orizzonte visivo di un cieco, ma nonostante questo il frame rate trova il modo
comunque per essere ballerino), le fasi in cui si spara sono pallose e il protagonista sembra Arafat. Ma quando era già in coma. Eppure ti stai divertendo come una bestia. Essenzialmente perché il GeoMod 2.0 che, come il Carbonio e le Zigulì, è alla base di tutto, ti permette di tirar giù qualsiasi casa, baracca, base, antenna, cristiano. A martellate, mine, razzi o, se proprio ti scoccia scendere, anche entrandoci direttamente dentro con il tuo furgoncino. Rendi instabile un edificio, e quello ti crolla in testa poco più tardi, dopo aver oscillato simpaticamente per qualche secondo. Lanci con la quarta e l'aria tirata una betoniera extraterrestre su un altopiano, verso una base dell'EDF, e spunti dall'altra parte, tirandoti dietro tutto quello che c'era in mezzo. Volition lo sa, e a strutturato le missioni tutte sull'attività guastatoria: butta a terra questo, demolisci quest'altro, salva i due guerriglieri (facendo a pezzi il posto dove li hanno rinchiusi i terrestri forzisti), placa l'opinione pubblica (radendo al suolo le sedi di quei vigliacchi di Repubblica, del Times e di El Pais), scassa tutto quello che ti pare.
Che tanto, in quanto a PIL e infrastrutture, Marte è già nella merda di suo.

Commenti

  1. le patatine con sorpresa (ovvero 4 patatine, la sorpresa, e mezzo sacchetto vuoto) dovrebbero contenere quel fantastico sladgehammer!
    crj

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy