What was that promise that you made? (mezza vita fa)

Prima poi doveva accadere. E ieri sera, infatti, è successo: Half-Life ti ha ufficialmente rotto i c*glioni. Dopo aver ripetuto come un mantra per dieci anni, a chiunque ti chiedesse del tuo gioco preferito, quel titolo e quello del suo seguito, dopo aver giocato tutte le espansioni (sì, anche Blue Shift) e i mod più o meno ufficiali e bruttini (sì, anche Gunman) della creatura Valve, dopo aver smadonnato per Steam e per i casini che si è portato seco sul tuo defunto PC, insomma dopo. Sei lì, in una sera caratterizzata da un fastidioso senso di vuoto perché l'esperimento del Cern non è ancora riuscito a ingollarsi non dico il pianeta, ma quanto meno la Francia e tutti quei francesi e quei formaggi francesi che la popolano, non sopportando l'idea di vedere l'hombre vertical sconfitto (come poi sarebbe accaduto) da una delle solite culate di Cippa Lippa, hai buttato in pasto al 360 Orange Box, e caricato Episode Two. Due ore dopo, il Big Ben nella tua testa distratta ha detto stop. Basta head-crab, basta formiche leone, basta tutte queste menate su Freeman e Black Mesa e gli esperimenti tipo quelli del Cern solo che qui invece dei buchi neri saltano fuori alieni buoni e alieni cattivi e tipi con la valigetta che sembrano degli avvocati con le occhiaie molto pronunciate. A console spenta ti sei stato peraltro costretto a chiederti se non sia forse tutto il branco degli FPS offline ad averti scocciato. E la risposta è stato un significativo "uh... sì". Negli ultimi anni ti sei annoiato con la narcolettica campagna di Resistance, hai cercato di far finire il tuo Timeshift a qualcun'altro, ti sei iscritto al partito "Sì Crysis è una tech demo", hai provato disgusto per le solite idiosincrasie del single player di CoD4 (il respawn furioso dei terroristi e degli juventini finché non raggiungi, due mm più in là, il trigger della scena scriptata successiva, tanto per iniziare). Insomma, quella struttura lì, con l'inquadratura fissa, il realismo solo a parole, le solite storie con le solite soluzioni allungabrodo, credi stia mostrando metri e metri di corda da un po'. Solo che, impegnati a dire "uh, che profondità di campo!" e "minkia che effetti di sfocatura in tempo reale!", non ve ne siete ancora resi conto.

In foto: nella malaugurata ipotesi in cui Mirror's Edge NON dovesse rivelarsi l'atteso salvatore della patria, il titolo in grado di dare un nuovo volto a quelli che in Germania chiamano per una qualche ragione Ego Shooter, butti via tutto e ti dai all'ippica virtuale di un G1 Jockey qualsiasi. Parola.

Commenti

  1. Tre consigli:
    - Crysis va giocato, non guardato
    - contro la fuffa plasticosa del game design odierno, non c'è niente di meglio di un sana boccata d'aria [radioattiva] oldschool: www.stalker-game.com
    - evita di guastarti l'appetito con junk food come Niubbistance o TimeSchif'

    Anonimo stupratore di niubbi

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH