Se uno non ha il coraggio, i titoli è meglio che li fa scrivere a qualcun altro


Della cover dell'ultimo Icsèll (che l'edicolante iraniano ti ha infilato a tradimento, ancora una volta, con scatto felino e agile mossa nel pacco di riviste), che poi è l'unica cosa che dello stesso numero hai visto finora, va detta una cosa.
Capisci che citare fino in fondo un grande cult degli anni 80 avrà suscitato qualche perplessità, inarcato qualche sopracciglio, cosparso di punti interrogativi il cranio di capiservizio e caporedattori. E sì, capisci anche che i titoli di Icséll li scriverà probabilmente un comitato formato da Geppo il Diavolo buono, Soldino, Topo Gigio e Cucciolo (Beppe no, non c'entra: lasciatelo fuori).
Ma, porcadiquellaputtana, chiamateli NERD! NERD. Non sfigati, NERD.
No, non è la stessa cosa.

In foto, la cover incriminata. Una magnifica occasione per omaggiare l'immortale capolavoro di Jeff Kanew gettata al vento. Tu chiamala, se vuoi, accessibilità per il lettore medio-caprino.

Commenti

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH