Qualcuno ha della scopolamina?


Videogioco da venticinque anni, e non avevo mai sofferto di motion sickness. Ieri sera decido di provare Call of Duty 3 per il Wii. Questa versione, per usare un eufemismo, fa cagare. Grafica da Commodore 16, comandi impossibili da gestire, puntamento tramite wiimote che rende il mirino una mosca impazzita sullo schermo. Continuo a lisciare i nazisti e trattengo il disgusto, confortato dal pensiero che almeno non ho speso una lira per quella roba (la rossa signorina del Mediaworld mi ha costretto a prenderne una copia assieme al Wii). Poi, proprio quando la tentazione di buttare via la zozzaggine e ributtarmi su Zelda inizia a farsi forte, arriva la maledetta sessione sulla jeep. Il semplicissimo sistema di controllo impone di tenere, dritti davanti al petto, wiimote e nunchak: sollevando il primo la jeep gira a destra, muovendo il secondo svolta a sinistra. Cinque minuti a rincorrere un minimo di stabilità sulla strada (accidentata) e vengo colto da un senso di vomito. Motion sickness. Come un qualsiasi bamboccetto giapponese alle prese con un FPS. Ieri sera, nell'inveire contro Treyarch, un po' mi sono vergognato...

Commenti

  1. Fa sempre uno strano effetto quando uno stimato professionista dalla schiena di giada viene travolto dalla follia blog. Se poi ammette di avere il motion sickness, motivo per il quale si potrà prenderlo per il culo a vita, l'unica spiegazione è la crisi di mezza età. Anticipata.

    Salvati.

    RispondiElimina
  2. Eh, si fa presto a ridere dei problemi degli altri...

    RispondiElimina
  3. Io ho giocato la versione Ps3 emi è piacuta, pensa un po'... (e con questa ho vinto il premio riesumazione)

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy