martedì 24 giugno 2014

105

Tutti i cartoni animati (giapponesi e non) sul calcio

Tutti i cartoni calcio
Quello del superlistone giordano dei cartoni animati sul calcio non è un tema nuovo dell'Internet, intendiamoci, ché trattasi di una di quelle cose che ricicciano fuori a ogni Mondiale, come le versioni ormai imbolsite dei giocatori che hanno alzato al cielo la coppa nell'82. Però c'è che a) sull'Antro non avevi mai fatto una cosa del genere e b) i cartoni animati sul pallone non sono solo Holly e Benji, Shingo Tamai e Rudy il pirletta. Ieri sera hai tirato fuori un elenco di quasi trenta titoli. Yep, trenta. Preparate i fazzoletti delle grandi occasioni lacrimenapulitantofore, avvistate la porta laggiù oltre l'orizzonte, a ventisette chilometri perpetui di distanza, e seguitemi […]

Arrivano i Superboys (1970)
(赤き血のイレブン, Akakichi No Eleven)
E no, niente, altro che bruschette: si parte già col filone da due chili incastonato nell'occhio. Arrivano i Superboys, aka Shingo Tamai, il primo e per qualcuno anche l'ultimo cartone giapponese sul calcio. Poi si sarebbe finiti tutti nel vortice centripeto di Holly e Benji e dei loro psicodrammi da giovani minchietti, è vero, ma il cartone di Shingo Tamai era, letteralmente, un'altra cosa. Esponente di spicco del club della sofferenza sportiva, come tutte le opere nate dai manga di Ikki Kajiwara (Tommy la stella dei Giants, Rocky Joe, L'Uomo Tigre), Arrivano i Superboys portava avanti un concetto di calcioguerra, una generazione di masocalciatori pronti a soffrire eroicamente l'impossibile.
Il titolo originale, Akakichi No Eleven, "Gli undici rosso sangue", non si riferiva del resto solo al colore delle maglie. Per gli atleti della scuola Shinsei non c'erano i 70millemila spettatori delle partite di Oliver Hutton e dei suoi sodali, ma solo acquazzoni, fango e il cielo grigio della sofferenza. Cui, in caso di vittoria, subentrava il cielo grigio della gioia. Il cartone arrivò da noi su Italia 1, nel 1982. La sigla era in realtà la sigla ufficiale degli Europei dell'80, G.O.A.L. degli Eurokids, e come sempre quando la si nomina, visto che è anche l'inno ufficiale dell'Antro Football Club, tocca sentirla. Mano destra sul petto e cantare, laggiù, deboscia:

Sport Billy (1980)
Siamo appena partiti e già tocca fare la prima deviazione. Di Sport Billy abbiamo già parlato qui sull'Antro, in questo post qui. Sport Billy, precisino dello spazio, praticava in realtà molti sport, ma quello principale restava il calcio, mostrato non a caso nella sigla. In virtù della sua impeccabile precisinodellafungitudine, Sport Billy venne adottato dalla FIFA come mascotte del fairplay e del calcio giovanile con le guancie abbuffate dalle cinquine ricevute.
Fútbol en acción (1982)
E parlando di mascotte, il cartone animato di Naranjito, l'arancia simbolo dei Mondiali dell'82. Trasmessa anche da noi, la serie constava di 26 episodi nei quali Naranjito e i suoi amici (tra cui la sua guagliona, chiamata ovviamente Clementina, e un limone) affrontavano le macchinazioni di un villanzone e dei suoi sgherri.
In ogni episodio, le sequenze animate si alternavano a immagini dal vivo sul mondo del calcio.
Holly e Benji, due fuoriclasse (1983)
(キャプテン翼, Captain Tsubasa)
La prima serie di Holly e Benji, 128 episodi andati in onda in Giappone tra l'83 e l'86, e da noi dal luglio del 1986 su Italia 1. Di Holly e Benji si è detto a queste coordinate a più riprese: questo è il post della settimana scorsa sul manga e sulla sua enorme influenza, e quest'altro quello sul primo episodio del cartone, commentato scena per scena. La scritta sul cappellino di Benji, lo ricordiamo, indicava il suo nome: WinGenzo.
Palla al centro per Rudy (1986)
(がんばれ!キッカーズ, Ganbare, Kickers!)
Ecco, Palla al centro per Rudy non l'hai mai digerito. Produzione dello Studio Pierrot tratta dal manga di Noriaki Nagai, andò in onda in Giappone per soli 26 episodi, a cavallo tra il 1986 e il 1987, trasmessi dal settembre dell'88 sulla solita Italia 1. Perché non l'hai mai digerito? Boh. Sarà che eri più grande te. Sarà che erano troppo minchietti loro. Sarà che era una palla pazzesca. È tristemente famoso l'escamotaggio con cui la storia di Rudy venne agganciata surrettiziamente a quella di Holly e Benji dagli autori dell'adattamento italiano: tra un dialogo e l'altro, si inventò questa bufala che Rudy (Kakeru Daichi) veniva dalla Saint Francis, la scuola di Benjamin Price. Era del resto un barbatrucco già sperimentato su Italia 1 l'anno prima con Mila e Shiro due cuori nella pallavolo, dove si era spacciata la protagonista Mila come cugina di Mimì Ayuhara di Mimì e la nazionale di pallavolo. Più che una mimmata, una mimiayuharata.
Pippo nel pallone (1987)
(Sport Goofy in Soccermania)
Pippo nel pallone è il cortometraggio in cui appare per la prima volta questo cugino di Pippo che sa praticare ogni sport, Sport Goofy. Come Sport Billy, ma senza sporchi trucchi da raccomandato cosmico. In seguito protagonista di varie storie a fumetti italiane, in questo corto Sport Goofy deve guidare alla vittoria la scalcinata squadra di Qui, Quo e Qua contro la squadra dei Bassotti, per vincere un trofeo donato da Paperone e che lo stesso Paperone vorrebbe disperatamente indietro, dopo aver scoperto che vale un milione di dollari.
A Tutto Goal (1991)
(燃えろ! トップストライカー, Moero! Top striker)
Coproduzione franco-nipponica del 1991, A tutto Goal era una serie di 49 episodi, trasmessi da noi sempre su Italia 1. Nonostante fosse ambientata in Italia, qui non se l'è mai filata nessuno di pezza, al contrario di quanto avvenuto in Francia, dove è molto popolare. Il protagonista cambiava questa volta non solo nome, come tradizione da Holly e Benji in poi, ma anche nazionalità: il giapponese Hikaru in Giappone, il francese Benjamin Lefranc in Transalpinolandia, l'oriundo brasiliano Carlos in Italia.
Forza Campioni (1992)
(あしたへフリーキック, Ashita he Free Kick)
Scivolando al 1992, ci troviamo di fronte a un altro spokon calcistico
con i nomi tutti occidentalizzati. Serie di 52 episodi di Ashi Productions, andò in onda sempre su Italia 1 dal 1994. Non credi di averne mai visto neanche mezzo secondo. La sigla - scritta da Alessandra Valeri Manera con Ninni Carucci, cantata da Cristinona D'Avena - è probabilmente l'unica cosa che ne ricordi vagamente. Perciò, sigla:

Alé alé alé o-o (1993)
(蒼き伝説 シュート!, Aoki densetsu - Shūto!)
Gran bel titolo. No, davvero, soprattutto quelle due O finali, l'emoticon della sorpresa. Serie realizzata da Toei per Fuji TV nel 1993, Aoki densetsu - Shūto! ("Leggenda blu - Tira!": anche il titolo originale faceva abbastanza pena, va detto) approdò su - indovinato - Italia 1 più tardi, nel febbraio del 1997. È la storia di un gruppo di amici che tornano a giocare nella stessa squadra grazie a Cindy (Kazumi). Rivolta a un pubblico di liceali, oltre al calcio la serie analizza vari aspetti della vita dei protagonisti e fu perciò pesantemente censurata in fase di adattamento. Per questo è arrivata da noi solo nel '97: in Mediaset avevano finito le forbici. Dalla serie è stato tratto in Giappone nel 1994 anche un film live action: Shoot/Hit the Goal.
Un uragano di goal (1993)
(Hurricanes)
Coproduzione superpezzente angloamericoscozzese (l'allenatore, Jock Stone, era ispirato a Jock Stein, all'epoca alla guida del Celtic di Glasgow) e oggetto di culto per malati di pallone britannici, Un uragano di goal era una roba tristissima e dalle animazioni terzomondistiche, in cui le partite di pallone (giocate da atleti adulti e non da rEgazzini) facevano da sfondo alle solite macchinazioni giramondo del villanzone di turno. Una specie di incrocio tra L'Ispettore Gadget e un telefilm americano brutto. Date un'occhiata qui, se proprio c'avete il fegato di farlo.
Shippu! Iron Leaguer (1993)
(疾風!アイアンリーガー, Shippū! Aian Rīgā)
Altra citazione al volo per una roba legata al calcio solo in parte. Shippu! Iron Leaguer di TV Tokyo (52 episodi tra il 1993 e il 1994, più 5 OAV) parla di vari sport praticati da robot vagamente super-deformed, tra cui ovviamente anche il calcio, su cui è incentrato il primo episodio (finché non lo cannano, lo trovate subbato sul Tubo). Il mecha design era di Kunio Okawara (Daitarn III, Gundam, Votoms).
La coppa dei dragoni (1993)
(ドラゴンリーグ, Dragon League)
Dragon League è ambientato in un mondo fantasy in cui coesistono umani, animali antropomorfi e dinosauri, dove un sortilegio può trasformarti in drago e il calcio è una religione. Sì, più che in Italia. Bizzarro incrocio tra Dragon Ball e Capitan Tsubasa, la serie (39 episodi) è stata trasmessa da noi indovinate su quale canale? Sbagliato, per una volta la risposta è "Junior TV" e non "Italia 1".
Zoo Cup (1994)
Seguito di Zoo Olympics, cartone sulle Olimpiadi creato dall'animatore belga Picha, Zoo Cup era un'altra serie francese di brevissimi episodi da due minuti interpretati da animali antropomorfi. Il tema questa volta era evidentemente il calcio, e ti pare di averne visto qualche episodio anche in Italia. Qualcuno di voi ne ha memoria?
Che campioni Holly e Benji!!! (1994)
(キャプテン翼 J, Captain Tsubasa J)
Sempre del 1994 è la seconda serie di Capitan Tsubasa, arrivata in Italia la bellezza di cinque anni dopo, nel 1999. La prima parte (fino all'episodio 34) è il remake del primo cartone di Holly e Benji, mentre gli altri episodi (35-47) raccontano le carriere da professionisti dei ragazzi e il loro debutto nella Nazionale giovanile giapponese. Per completezza va detto che tra la prima e la seconda serie erano stati pubblicati tra l'89 e il '90 i 13 OAV di Shin Capitan Tsubasa, trasmessi sempre da Mediaset (dal 1995) come Holly e Benji: Sfida al mondo e incentrati sulla nazionale nipponica under-16.
I ragazzi del Mundial (1994)
(サッカーフィーバー, Soccer Fever)
Sconosciuto ai più, almeno fino a quando non l'hanno riproposto su Rai Gulp per i mondiali in Sudafrica di quattro anni fa, I ragazzi del Mundial è una coproduzione italo-giapponese di RAI e Tokyo Movie Shinsha, con il coinvolgimento di Marco e Gina Pagot. Ci fosse stato anche Miyazaki, avremmo avuto in pratica la cumpa al completo de Il fiuto di Sherlock Holmes. La serie ripercorre la storia dei Mondiali fino al 1990, attraverso i racconti fatti da un sosia di Stan Lee alla sua nipotina. Sul sito Rai è possibile vedere in streaming gli episodi: questo, ad esempio, è quello su Maradona. Quanto al titolo, dopo I ragazzi del computer e I ragazzi del muretto, ci stavano I ragazzi del Mundial. "Mundial", e non mondiali - lo diciamo a beneficio dei più guaglionz - perché a cavallo tra anni 70 e 80, tranne Germania 74 i mondiali si sono giocati tutti in Paesi di lingua spagnola, e la parola Mundial era allora ancora gettonatissima. Cioè, c'è chi continua a usarla pure mo'.
Goal FH (1994)
(ゴールFH)
Ancora il 1994 del rigore sbagliato dal Divin Codino. Goal FH, dove l'acronimo sta per Field Hunter, è una serie di 39 episodi della NHK nota anche con il titolo spagnolo di Goleadores. C'hai il gioco per 3DO, ma non l'hai mai provato.
Field ni Soyogu Kaze (1997)
(フィールドにそよぐ風)
OAV di una 30 di minuti sul mondo del pallò. La rappresentazione del gioco, dei giovani atleti e dello stesso campo (il campetto sterrato tipico delle squadre di calcio giovanili in ogni dove) è più realistica rispetto ad altre serie, ma non si sfugge alla deformazione a montarozzo del campo. Sul Tubo c'è tutto l'OAV, non subbato.
Holly e Benji Forever (2001)
(キャプテン翼 Road to 2002, Captain Tsubasa Road to 2002)
Terza serie di Holly e Benji, la quarta considerando anche gli OAV, uscita in Japumondo nel 2001 e arrivata in Italia dall'agosto 2004. Anche qui si parte dai remake della prima serie e degli OAV di Sfida al mondo, tanto che gli episodi con contenuti inediti sono solo gli ultimi 21. Tsubasa e gli altri sono cresciuti, nel senso che sono rimasti tali e quali, ma con le gambe un metro più lunghe e il busto irrobustito sfondandosi di nandrolone. L'anime, che come il precedente Captain Tsubasa J comportò l'adozione di alcuni astutissimi escamotaggi per evitare di trovarsi gli avvocati della FIFA dietro la porta (vennero cambiati i colori di varie maglie e molti nomi), racconta la carriera del precisino per antonomasia nel Barcellona, con il debutto nella seconda squadra che lo lascia insoddisfatto: mette a segno infatti solo SEI gol e QUATTRO assist, e voleva fare 10 e 10. #Mavaiaraccoglierelemaruzze. Nel frattempo, Lenders viene trattato male da una certa squadra di Torino gestita da un villanzone e Benji gioca in Germania. La serie si chiude con l'inizio dei mondiali del 2002.
Roberto Sedinho sempre più perv.
La squadra del cuore (2002)
(ハングリーハートWILD STRIKER, Hungry Heart Wild Striker)
Tratto dal manga Hungry Heart di Yoichi Takahashi, il papà di Capitan Tsubasa/Holly e Benji, Hungry Heart Wild Striker arriva in Italia nel 2003 con il titolo de La squadra del cuore e senza censure, su Italia Teen Television (pace all'anima sua). Anni dopo, è stata replicata in chiaro da Italia 1. La storia parla del fratello minore di un un giocatore famoso  (un centrocampista del Milan), che si riavvicina al calcio dopo aver allenato una squadra femminile. Come il 99% dei cartoni passati al fil di etere da Mediaset in quel periodo, la sigla è il solito brano tunz-tunz cantato da Giorgio Vanni.

Kick-Off 2002 (2002)
(キックオフ2002)
Altra coproduzione, questa volta nippocoreana, per una serie di 26 episodi NHK/KBS legata all'allora imminente mondiale in Giappone e Corea. La vicenda ruota attorno a un ragazzo giapponese che vive a Milano e gioca in una squadra locale. O almeno questo è quello che credi di aver capito dalla pagina sulla Wiki giapponese. Ah, niente foto perché non hai trovato manco l'ombra dell'impronta del ricordo di un mezzo straccio di foto decente.
Dream Team (2002)
(ホイッスル!, Hoissuru!, Whistle!)
Tratto da un manga Shueisha inedito in Italia, Whistle! è approdato da noi nella sua versione anime (su Cartoon Network dal 2008). Pare che al primo passaggio in Italia il doppiaggio (realizzato da doppiatori spagnoli) facesse talmente ridere i polli seri che hanno dovuto ridoppiare tutto daccapo.
The Doraemons: Goal! Goal! Goal!! (2002)
(ゴール!ゴール!ゴール!!)
Film parte della sterminata produzione di pellicole dedicate a Doraemon, questo cortometraggio del 2002 è incentrato nella fattispecie sui Doraemons (serie spin-off nata da un videogioco per 3DO) che decidono di giocare una partita a calcio. Il tutto fa sempre parte, ovviamente, del trenino brigittebardò per i mondiali nippocoreani che avrebbero visto brillare la stella di Byron Moreno.
Galactik Football  (2006)
Serie francese arrivata da noi su Disney XD, Galactik Football ha questa originale premessa del calcio giocato nello spazio, con atleti provenienti da tutta la Galassia. Cioè, originale per tipo chi non abbia mai visto Space Jam.
Inazuma Eleven (2008)
(イナズマイレブン)
Inazuma Eleven nasce come una serie di videogiochi per Nintendo DS e diventa presto un fenomeno multimediale. L'anime si articola in tre diverse saghe per un totale di 127 episodi (trasmessi da noi prima su Disney XD, poi su Rai 2 e altri canali). E questo solo per la prima serie. Poi ci sono Inazuma Eleven Go (2011, 47 episodi, da noi sempre su Disney XD), Inazuma Eleven Go: Chrono Stone (51 episodi, da poco in onda in Italia) e Inazuma Eleven Go: Galaxy (43 episodi, ancora inedita qui), per un gran totale di 268 episodi. Finora. Che faccio, lascio?
Dreamkix (2010)
Un'altra serie sugli animali antropomorfi che giocano al pallò, realizzata in Corea del Sud in occasione dei mondiali in Sudafrica. Una squadra di animali della fattoria (cani, pecore, un maialino) deve affrontare le formazioni di bestie molto più aggressive, tipo leoni, elefanti e leghisti. CGI notevole per una serie TV, talmente notevole che dei 26 episodi da 22 minuti previsti ne sono stati realizzati solo 11. Sono finiti i soldi?
Giant Killing (2010)
(ジャイアントキリング)
Del manga di Giant Killing si parlava nei commenti al post su Holly e Benji della settimana scorsa. Hai visto qualche spezzone della serie anime, ancora inedita in Italia, e ti piace molto il design realistico dei personaggi. Molto meno il 3D utilizzato per il campo e le tribune, ma in questo modo, almeno, il campo è finalmente piatto e non si gioca più su un asteroide: chiaro segno che la fine del mondo è ormai prossima. Beccatevi questo video con un po' di giocate:


Ginga e Kickoff!!  (2012)
(銀河へキックオフ!!)
Di nuovo tra i minchietti delle medie con Ginga e Kickoff!!, serie NHK da 39 episodi diretta da Kōnosuke Uda, tra le altre cose regista di due film di One Piece. Trasmesso in Francia dall'anno scorso e approdato a macchia di leopardo in diversi Paesi europei, dovrebbe arrivare sulla Rai (con il suo titolo internazionale, Victory Kickoff!!) questa estate, secondo quanto dichiarato qualche mese fa da Viz Media Europe, che ne gestisce i diritti nel Vecchio Continente.
Area no Kishi  (2012)
(エリアの騎士)
Ovvero il Cavaliere dell'Area (di rigore), un manga di Hiroaki Igano e Kaya Tsukiyama tradotto da Shin-Ei Animation in una serie per TV Asahi, andata in onda nel 2012 per 37 episodi. Storia anche qui del fratello meno dotato di un calciatore di talento; il fratello maggiore resta però vittima di un incidente, lasciando in eredità all'altro il cuore e il sogno di vincere i Mondiali. Fossero stati dei rEgazzini italiani dei primi anni 80, di vincere il Mundial.
Goool! (2013)
(Metegol)
Chiudiamo con questo film argentino di un anno fa, campione d'incassi in patria. Noto anche come Underdogs o The Unbeatables, è la storia di una squadra di omini del calcio balilla che decide di tornare insieme per aiutare il il proprietario del biliardino, Amedeo. Avresti voluto vederlo, ma ti hanno spammato talmente tanto con la pubblicità negli ultimi mesi che te n'è passata la voglia.

E questo dovrebbe essere più o meno tutto. Nel senso che sì, facile tu abbia saltato qualche produzione austrofinnobulgara, anglonipponica e whatnot. Nel tal caso, avete i commenti per segnalarla. Basta arrivare alla fine di quei ventisette chilometri perpetui, che ci vuole.

EDIT - Titoli che ti sei perso per strada e prontamente segnalati da una selva di indici da PDF tipo Sport Billy:

Pelezinho (1997), versione kid di Pelé nata nei fumetti brasiliani negli anni 70 e diventata un cartoon (da noi andato sulla Rai) una ventina d'anni più tardi. Lo stesso autore dei fumetti di Pelezinho ha ripetuto l'esperimento con Ronaldinho, in una collana di fumetti pubblicata in Brasile dalla Panini.

Undici Campioni (Ashita no Yusha Tachi, 1979), film alla realizzazione del quale ha partecipato il grande Osamu Dezaki. 

Street Football - La compagnia dei Celestini (2005), coproduzione italicogianfransuà ispirata molto vagamente al La compagnia dei Celestini di Benni.

Supa Strikas (2008), serie sudamericana in onda da noi su Disney XD dall'anno scorso.

Si ringraziano tutti i debosciati per le segnalazioni. Appena hai un attimo, infili questi titoli nel corpo del listone, in ordine cronologico, con una bella foto. Voi, intanto, continuate a segnalare.

105 commenti:

  1. Rudy è l'unico che ricordo ma, ovviamente, non ho mai osato guardarne nemmeno una puntata: anche se ero una bambina il mio cuore era tutto per Holly e Benji!!
    Sport Goofy invece è ancora il mio idolo incontrastato! :D

    RispondiElimina
  2. io mi fermo ai primi 4-5 elencati. Ovviamente, come molti della mia eta', per me il cartone di calcio e' Shingo Tamai. Interessante questo Giant Killing.

    RispondiElimina
  3. Bruschette per il cartone di Naranjito, dimenticato dietro a quel neurone laggiù in terzultima fila.
    Ma soprattutto fino a poco fa ero convinto che Mimì e Mila fossero cugine... non sono cose :O

    RispondiElimina
  4. bella Doc.... ricordi limitati a ben poche cose....Tamai visto proprio in quel 1982, il precisino visto di striscio alla sua prima trasmissione e poco altro...

    "I Ragazzi del Mundial" era abbastanza realistico anche nel riproporre le fasi salienti delle finali dei mondiali... cosa da "Raiuno", proprio...

    Ricordo che il portiere di "The Hurricanes" era un italiano mezzo pazzo con capelli e baffi neri... (un misto Albertosi-Zoff da antologia...)
    e soprattutto era un portiere, con maniche lunghe e divisa da portiere...non uno smidollatino con maniche corte-frangetta-boccuccia a culo....

    RispondiElimina
  5. "La scritta sul cappellino di Benji, lo ricordiamo, indicava il suo nome: WinGenzo"

    :-)))))))))

    Mitttttico il doc che ha mipiaciato la battuta.

    Momento emozione...

    Oscar

    RispondiElimina
  6. Non pensavo ne fossero usciti così a pacchi di cartoni calcistici, ma ricordo con orrore quando sentii la prima volta la sigla di "Alè alè oh-oh."
    La morte delle opening animate.

    RispondiElimina
  7. Arrivano i Superboys, me lo ricordo per il tiro di Shingo ispirato ad un uovo aperto che scivolava in una tazza...calciava il pallone forte fortissimo sulla traversa e questo scivolava in porta XD

    Holly e Benji ovviamente visto e rivisto.

    Galactik Footbal bello e coinvolgente, anche se è opera dei maligni mangiaranocchie.

    RispondiElimina
  8. "La compagnia dei celestini", ispirato all'omonimo romanzo di Benni: m'è sempre piaciuto più di molto (sia il cartone sia, ovviamente molto di più, il libro).
    Non è proprio sul calcio, quanto più sul gioco "del pallone", ma stiamo lì.

    Commento non da account perché non sono a casa e non mi ricordo le credenziali di nulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta tutto. Peraltro mi hai fatto venire in mente un'altra roba legata a Benni: il corto animato sul calcio in una delle storie raccontate da Bisio nel film Bar Sport.

      Elimina
    2. Aggiunto. Continuate con le segnalazioni, così man mano integro nel post la roba non citata. Gracias.

      Elimina
    3. Doc ricordo un oav vecchissimo su un calciatore giapponese il cui unico risultato fu quello di impedire ai calciatori brasiliani di fare un goal commettendo un fallo d rigore. Sono del 75

      Elimina
    4. Doc, il film di Bisio è inguardabile. Nel libro quel "corto" è la più bella storia di calcio da bar mai raccontata: Il grande Piva

      Elimina
    5. Undici campioni? E' sparito il mio commento

      Elimina
    6. Il cartone della Compagnia dei Celestini non mi è proprio piaciuto. Con quale guizzo malato di fantasia e hashish, Celeste, una ragazzina bionda, boccoli d'oro e pelle bianca, in quanto... [SPOILER] FANTASMA [/SPOILER] è diventata una ragazza di colore? E poi il libro era così poetico, ironico, paradossale... il cartone non ne azzecca mezza. Vafangù.

      Elimina
  9. Non so se è la nostalgia, ma di "Alé alé alé o-o" ho un ottimo ricordo. Mi permetto di aggiungere un titolo, oltretutto italiano (sebbene faccia qui il calcio non sia proprio quello "canonico"): "La Compagnia dei Celestini", basato sull'omonimo romanzo di Stefano benni. Anche di questa ho un ottimo ricordo, per quanto in verità sia MOLTO liberamente ispirata al libro.

    RispondiElimina
  10. mio figlio seienne stravede per "Super Strika" e il loro campo di allenamento super segreto a trenta metri di profondità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche mio figlio, stessa età :D

      Elimina
  11. DOC,c'era un cartone che davano nei pomeriggi Rai durante i mondiali del 94 di cui ho vago ricordo,non mi ricordo se era tutto incentrato sull'Italia o no o c'era anche di mezzo il fatto che era stata rubata la coppa del mondo... Ho le traveggole?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il citato I ragazzi del Mundial?

      Elimina
    2. Yep,erano i ragazzi del mundial :D

      Elimina
    3. Cavolo,me lo devo rivedere allora! Non mi sembrava male all'epoca,grazie doc!

      Elimina
  12. eh niente, su pippo nel pallone mi è entrata nell'occhio direttamente tutta la panetteria

    RispondiElimina
  13. Io seguo la fede di Shingo "amo molto soffrire" Tamai.

    un cartone dove l'avversario brasialiano si allenava facendosi passare sopra le gambe con un Hummer dal proprio allenatore... dai, oltre quello c'è il vuoto cosmico. :D

    Cheers

    RispondiElimina
  14. La Coppa del Dragone! Ecco come si chiamava! Ricordo dei dinosauri antropomorfi, gargoyle e altre creature assurde giocare a pallone in ambientazione fantasy. Piuttosto WTF. Ne ho vosto giusto qualche puntata, ricordo che lo davano su Jtv (che ci ha fatto conoscere robe spettacolari tipo Street Fighter Victory e Virtua Fighter) intorno alle ore 13 o giù di lì. Bruschette a non finire.

    RispondiElimina
  15. E poi Giant Killing sembra proprio bello...

    RispondiElimina
  16. Doc, ti segnalo l'esistenza de "La compagnia dei Celestini", cartone italo-francese. Niente di che, sia chiaro, giusto per completezza o precisinodellafungitudinità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Se ne parla qualche commento più su.

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. dovrebbero inserire nel codice penale un reato apposito per le mimmate da adattamento italiano!

    RispondiElimina
  19. IsmaelDenolisos24 giugno 2014 10:31

    Doc, non so se inerente, perché in fin dei conti non era un cartone prettamente sul pallò ma sulla "palla-strada", ci sarebbe anche "La compagnia dei celestini", cartone andato in onda sulle reti Rai anni fa (con repliche e controrepliche credo continui ad essere trasmessa). Molto carino :) (con "I ragazzi del Mundial" le lacrime sono sgorgate copiose!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IsmaelDenolisos24 giugno 2014 10:32

      sorry, non ho refreshato la pagina prima di commentare :'(

      Elimina
  20. A parte i superboys (capolavorò di tiro sommergibile) e holly e benji di notevolissimi secondo me cé shoot che é proprio bellino nonostante lo abbiamo tagliato col machete in italia e giant killing :) tutti godibili anche per noi. Ma della sigla rifatta dei superboys su tmc2 se ne parlato? Giusto per avere un momento di autodistruzione.

    RispondiElimina
  21. E' vero che A Tutto Goal non l'è filato nessuno, quando ne parlo non lo ricorda mai nessuno, ma a me piaceva di brutto e quando lo guardavo (10 anni o giù di lì) lo consideravo nettamente meglio di Holly e sticazzi, ma non ricordo i motivi

    RispondiElimina
  22. I ragazzi del Mundial me li ricordo bene :)

    Lo diedero nel 94 di pomeriggio durante i mondiali o poco prima..ma di certo era estate!

    La cosa bella era che ogni puntata facevano una finale storica del mondiale: e ogni volta,la nazione che ha perso quel mondiale,veniva disegnata e descritta come una nazione di villanzoni.Poniamo che ne so

    Poi magari la stessa squadra con qualche giocatore cambiato 4 anni dopo vinceva il mondiale e loro erano disegnati come i buoni e la squadra che ha perso il mondiale erano i tarzanelli XD

    RispondiElimina
  23. Il prossimo che dice la compagnia dei celestini vince na bambolina :D :D

    Anche io ricordo nel mucchio con molto affetto "Alé alé alé o-o" non era niente male nonostante tutti i limiti di titolo, sigla e adattamento, mi ricordo benissimo che, oltre al tormentone del protagonista che doveva tirare di sinistro, avevano "rubato" le tecniche più sceme dai calciatori reali, tipo la rimessa con capriola di Risto Kallaste (i giappi non han potuto resistere a quella cagata) e qualche giochetto di Zola

    RispondiElimina
  24. Anche io credevo esistesse solo il trittico citato in apertura.Tra l'altro da bimbo facevo Shingo con Big Jim calciatore.Poi scorrendo i titoli mi ricordo vagamente il cartone sui mondiali della Rai e quello degli animali antropomorfi.
    Rudy non l'ho mai sopportato nemmeno io.Rircordo un episodio dove giocavano su un campo diviso tutto in quadrati dove gli avversari giocavano con delle cuffiette dove ricevevano gli ordini dall'allenatore...e li mimmata per mimmata rimpiansi la catapulta infernale...Ammetto di non aver mai visto gli episodi di holly e benji adulti.mi sono fermato al torneo dove affrontavano la Germania di Schneider e l'Italia era considerata una nazionale del cavolo tra l'altro cin la maglia verde se ricordo bene...
    Sport Billy io credevo che fosse quello dei cartoncini dell'aranciata.Ah la memoria...

    RispondiElimina
  25. Hungry heart / La squadra del cuore mi è piaciuto moltissimo nonostante i drammi infantili e l'inciucio con la ragazza dai capelli daltonici di turno, del protagonista.
    Di Giant killing ho visto le prime 10/15 puntate (http://www.animetube.it/animetube/homepage/category/475 ) e fin qui mi è sembrato abbastanza realistico rispetto alla media, ma anche lento, troppo ragionato e con poca azione.
    Almeno in holly e benji in mezzo ai flashback di due ore ciascuno si ammirava qualche rovesciata o qualche tiro che sfondava il muro del suono!!!

    RispondiElimina
  26. La Zoo Cup mi pare sia andata in onda su TMC verso tipo il 96 e ricicciato fuori ogni 4 anni quando ci sono le olimpiadi...

    Se non sbaglio nel 2004 sono state trasmesse dalla fu Disney Channel con un nuovo "doppiaggio" (il telecronista era quello della MotoGP di ITA1), ma forse sto confondendo con qualche cosa simile...

    RispondiElimina
  27. La squadra del cuore mi ricordo che all'epoca vidi la pubblicità su ITT, mi piazzai per la prima puntata ma quando cominciò lessi sulla EPG che trattava "la storia del fratello di un giocatore dei bi-retrocessi".

    Chiusi la tv e non ne ho voluto più sapere nulla. Non sono cose da fare queste! Un pò come mandare il terrone di Holly & Benji nella squadra dei terroni d'italia... meno male che poi hanno introdotto Rob Aoi Denton vah

    RispondiElimina
  28. "Lenders viene trattato male da una certa squadra di Torino gestita da un villanzone" :)

    RispondiElimina
  29. Non c'e ne era uno anche con le avventure di quei mostruosi cazzabubboli mascotte di Giappone/Corea 2002? (le peggiori mascotte di sempre... anche peggio di Ciao). Erano loro?
    Io mi ricordo di aver visto qualche istante di questo mostruoso cartone fatto al computer con 'sti fregni buffi che giocano ad un calcio del futuro, con portali di teletrasporto e altre cassate del genere...

    RispondiElimina
  30. di galactic football ricordo un promo esilarante in cui si paragonavano i protagonisti ai calciatori della nazionale. Però nell'estate del 2010

    RispondiElimina
  31. Grande post! Era un po' che aspettavo un vademecum sul pallo' nei carto'! Tra ricordi, bruschette e novità interessanti, sono felice che tu abbia finalmente parlaro di Inazuma Eleven, di cui non credo sia mai stato scritto nulla su queste frequenze.
    Io adoro questa serie, in neanche un anno mi sono divorato lo Strikers su Wii (comprata la terza volta praticamente SOLO per quello) il primo, il secondo il terzo su 3DS e sto finendo ora Ogre (che in pratica è il terzo con qualche aggiunta...diciamo il Pokemon Platino di quello che erano Perla e Diamante, toh).
    Hai mai giocato a nessun titolo di questa serie Doc?
    Te li consiglio vivamente, sono una droga...tempo permettendo, ovviamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho i primi due, ma ho giochicchiato solo quello per 3DS (abbastanza divertente, devo ammettere).

      Elimina
    2. Il secondo, a mio parere, ha la storia più bella, il terzo peró con le sue piccole aggiunte ed un cast di personaggi uno più azzeccato dell'altro, è decisamente quello che preferisco.
      Inutile dire che, dall'alto dei miei trent'anni, mi sono spupazzato la serie (le prime tre, quelle con Mark Evans per intenderci) in un botto...la serie GO m'ispira poco, ma attendo di giocare al capitolo per DS appena arrivato, per dare un giudizio ^^

      Elimina
  32. Di Alè alè oh oh, o come cacchio si scrive, ho soltanto bei ricordi, nonostante il titolo ignobile italiota. E le censure. Forse un po' troppo incentrato sui drammoni dei protagonisti, ma per il resto vediamo dei ragazzi che giocano DAVVERO a calcio, con qualche omaggio visivo verso alcuni campioni reali di quel periodo.
    Mi sembra il momento giusto per recuperarlo in originale.
    Magari insieme a Giant Killing, del quale un sacco di gente sembra parlarne bene.

    Holly & Benji, paragonato a Inazuma Eleven, è DAVVERO un manga/anime di calcio. Fidatevi. Inazuma Eleven è una bimbominkiata galattica che doveva rimanere nella sua veste originale di videogioco, nella quale almeno aveva un minimo di senso, visto che il gioco in sé è abbastanza divertente.

    RispondiElimina
  33. Menzione per Hungry Heart in quanto unica delle serie citate ad avere una licenza ufficiale: al contrario di H&B ed i suoi vari Piemonte e Catalunya, il fratello del protagonista gioca effettivamente nel Milan, con tanto di loghi e maglia precisi all'originale.

    RispondiElimina
  34. Io la trimurti A Tutto Goal - Forza Campioni - Alé alé alé o-o me la ricordo benissimo (c'avevo 10 anni e all'epoca a quell'età Bim Bum Bam si guardava ancora)...E mi ricordo anche che il protagonista di A Tutto Goal giocava in una città di mare (Genova?) e che le squadre si chiamavano Piemonte, Friuli ecc ecc (forse c'era anche una Longobarda...).
    Invece ero innamorato de "I ragazzi del Mundial", perché aveva quel misto di "Le avventure del giovane Indiana Jones", il gioco del pallò e la precisinodellafungitudine di Topolino nel Mundial Story di Rota.

    RispondiElimina
  35. Forza Giant Killing! :D

    speriamo che arrivi anche l'Anime in Italia...comunque Ale o-o (zero a zero) a me piaceva assai, le maglie della squadra del protagonista erano fighissime (e non perché mi ricordavano il Milan, sia chiaro). Di Forza Campioni ho vaghissimi ricordi, credo di averlo visto solo una volta in tutta la mia vita. La squadra del cuore ho il manga, è decisamente un "Capitan Tsubasa" in tono mooolto minore. L'anime non l'ho mai visto, ma so che è più lungo. Palla al centro per Rudy mi esaltava da piccolino, ma rivedendolo a posteriori...sì, fa davvero addormentare...

    RispondiElimina
  36. Posso spezzare un'arancia (non Naranjito; per i PDF, lo so che si dice "spezzare una lancia") in favore di Rudy? A me da piccola piaceva, poi l'ho rivisto nell'ultima replica e mi sono accorta della mimiayuharata.

    La versione calcistica di "Zoo Olympics" mi è sfuggita, la serie di partenza invece no, all'epoca delle olimpiadi di Barcellona.

    Lacrime napulitante anche da parte mia per "I ragazzi del Mundial": concordo col Doc nel notare che il protagonista-giornalista-nonno-narratore da vecchio assomiglia a Stan Lee.

    Presento anch'io la mia segnalazione: "One Piece - Yume no sakkā-ō!", cortometraggio del 2002 in cui Rufy (o Luffy, o Rubber, o come preferite) e la sua ciurma sfidano a calcio una compagine formata da alcuni cattivi della serie. Non sono una grande fan di questo anime, anche se l'ho seguito a spizzichi e bocconi, ma mi è venuto in mente questo special. Può andare?

    RispondiElimina
  37. Per me i Ragazzi del Mundial sono bruschette come pochi altri cartoni. Grazie a quel cartone animato ho imparato a memoria formazioni e tabellini di tutte le finali mondiali, dal 1930 al 2010. Sigh! Bei tempi!

    RispondiElimina
  38. Ho appena avuto la riprova di quanto odio Holly e Benji. Sono passato dalla gioia di rivedere Shingo e Moira (MOIRAAAAAA!) alla malinconia di naranjito al fastidio di Holly e Benji! Dopo Holly e Beji per me i cartoni di calcio non sono più esistiti..infatti non ne conosco neanche uno di questa serie. Per me hanno segnato la fine del genere! Ed è strano considerando che i Superboys li amavo parecchio con tutta quella violenza inaudita. Poi accendo la tv, vedo i mondiali e penso "che frocetti questi! ci vorrebbe una pallonata di Moira in faccia a tutti per fargli cadete tutte quelle crestine idiote"

    RispondiElimina
  39. Caspita, che completezza enciclopedica!
    Ovviamente caro Manhattan, ben presto mi aspetto anche la rassegna de 'I Cartoni Della Pallavò' per fare contente noi femminucce. Che poi, tra catene ai polsi e bastonate sulla schiena di Mister Diamon fai contenti anche gli SM dell'Antro.

    RispondiElimina
  40. Dopo l'inarrivabile Shingo e Capitan Tsubasa l'unico di cui ho qualche ricordo è Shoot (no, il titolo italiano proprio non ce la faccio a scriverlo :-D ) , ne vidi alcune puntate ma ricordo che non reggevo le censure (nonchè l'adattamento assai ridicolo) e abbandonai...

    RispondiElimina
  41. Doc, la sigla di Wild Striker utilizzata su ITT -quella originale nippona, suppongo- è davvero meritevole. Non ho sentito (e non voglio sentire) quella di Giorgio Vanni, ma davvero non c'era bisogno di cambiarla.

    https://www.youtube.com/watch?v=ZrsQXQB-Nqk

    RispondiElimina
  42. Confermo che il primo doppiaggio di Dream Team era la roba più mimma mai passata attraverso queste orecchie.

    Segnalo un ricordo rimasto impresso nella mia fanciullezza: "Pelezinho". la storia di un bambino talmente bravo che finisce per giocare nella nazionale brasiliana. Me lo ricordo bene per quanto era obbrobrioso, disegnato male e animato peggio.
    http://youtu.be/7BQ0af2bcgg

    RispondiElimina
  43. Noooooo!!! I Ragazzi del Mundial è stato in assoluto il mio cartone sul calcio preferito!!! Evidentemente ero uno dei pochissimi che nei pomeriggi dell'estate '94 non se ne perdeva un episodio, in concomitanza con i Mondiali americani di cui mi ero appassionato... Indimenticabile il nonno che raccontava le storie della Coppa del Mondo ai nipoti, mi ricordo un episodio favoloso (avevo anche 9 anni) sulla vittoria dell'Uruguay al Maracanà del 1950 ed un altro che credo si intitolasse "L'inutile ruggito di Wembley" sull'Inghilterra battuta in casa dalla grande Ungheria di Puskas! Ah, guardavo anche qualche episodio di "Forza Campioni", ma non mi faceva impazzire... Discreta la sigla, però!

    RispondiElimina
  44. Un buon elenco di titoli, per me che non sono un fanatico di calcio, e Giant Killing sembra interessante per il character design.
    Ora, però, cercando di non cadere nel commento pdf, noto che manca alla lista il recente The Last Game di Nike che, anche se spottone dal budget astronomico, è pur sempre un'animaziò di notevole spessore.

    RispondiElimina
  45. forza campioni lo ricordo io, era abbastanza figo (ragazzetto che scopre di essere fortissimo a calcio senza aver mai dato un calcio al pallone in vita sua), ma divagava troppo sulle situazioni sentimentali della squadra.
    post da applausi, da gustare...

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  47. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  48. Quando lavoravo in fabbrica, Shingo Tamai era l'unico cartone che gli altri operai ricordavano sul calcio ed era molto apprezzato. Holly e Benji comunque piacevano per tutte le cazzate che si vedeva sul campo. Tutti gli altri cartoni sul calcio venivano da me saltati a piedi pari perchè non sono mai stato un grande amante del gioco (triste passato di portiere fisso sul meraviglioso campo improvvisato dietro la scuola elementare "Rione Borgo" con tanto di superfice in vero asfalto). Se escludiamo l'unica eccezione che era proprio Forza Campioni, incentrato molto di più sulla vita dei giocatori (con tanto di problemi di scuola e figa) e aveva un plot niente male dove c'era il gruppo di calcio rimediato che piano piano si appassiona dello sport (tipo slam dunk, ma più serioso). Questa serie la ricordo con piacere.

    RispondiElimina
  49. poi c'è il cartone animato su Nagatomo, Yuto-kun ga iku: http://youtu.be/0r7_QaLvRxc

    RispondiElimina
  50. notevole elenco!
    nel frattempo, segnalo che quelli della Yamato stanno pubblicando sul tubo TUTTI gli episodi di Holly e Benji!
    https://www.youtube.com/playlist?list=PL8jk9jEnr_73cLXPS4OAmNH1musH28cRe

    RispondiElimina
  51. Io palesemente rimasto indietro a I Superboys e la prima serie (e basta ) di Holly e Benji
    Conoscevo di fama Izuma Eleven perchè sembrava a livello di popolarità la nuova H&B...per il resto ignoranza pura

    RispondiElimina
  52. Ehhhh li hai messi proprio tutti!
    Come un pignolone stavo per segnalarti la compagnia dei celestini, che ovviamente non ha nulla a che fare con il libro...

    RispondiElimina
  53. Doc,

    Segnalo la presenza di questo fumetto-cartone se non sbaglio di produzione africana, che va in onda su SKY

    http://en.wikipedia.org/wiki/Supa_Strikas_(TV_series)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I commenti anonimi non sono ammessi. Se vuoi partecipare, per piacere loggati. Quanto alla segnalazione (grazie) già aggiunto a fine post :)

      Elimina
    2. Doc il una domanda un po' OT il 2 Luglio c'è il rilancio di PKNA su Topolino, abbiamo una speranza di vedere un parere sul tuo blog?

      Ciao!

      Elimina
  54. Ma Street Football/La compagnia dei Celestini sarebbe l'Extreme Footbal che stan trasmettendo attualmente su Rai 2?

    http://www.ultimenotizieflash.com/gossip-tv/2014/06/08/extreme-football-arriva-su-rai-2/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da qui http://www.ufficiostampa.rai.it/comunicati_tv/20140606/rai2__extreme_football__la_serie_animata_sul_gioco_del_pallone.html MI PARE DI CAPIRE che "Extreme Football" sia in realtà la quarta stagione di "Street Football/La compagnia dei Celestini", con un radicale cambiamento visivo per via del passaggio al 3D...

      Suppongo che la cosa potrebbe venire integrata nell'articolo del Doc.

      Elimina
  55. Articolo fantastico sul tema del calcio rappresentato da un cartone animato...Holly e benji rimane il migliore per me, però finalmente sono riuscito a riscoprire Dragon Cup che vedevo da piccolo su Junior tv (l'ultimo programma per ragazzi/bambini davvero bellissimo, che mio avviso dovrebbe riproporre) tanta nostalgia, e poi "La squadra del cuore" che vidi per un estate, giusto qualche episodio...

    RispondiElimina
  56. io voto Wild Striker e Shoot, il primo per l'"ignoranza" del protagonista e per la caratterizzazione dei componenti della squadra, il secondo per il trauma infantile di veder morire il protagonista del cartone O_o (capitan tsubasa fuori concorso)

    RispondiElimina
  57. C'e' un film disney, nato sulla sci di mary poppins, penso "manici di ottone ecc..." in cui i protagonisti interagiscono con dei disegni, in una giugla dove gli animali giocano a calcio

    RispondiElimina
  58. Ok trovato "pomi d'ottone e manici di scopa" all'interno partita a calcio fra animali antropomorfi, veramente esilarante

    RispondiElimina
  59. Comunque ricordo che su Rai 2 anni fa davano un cartone pezzente e buonista, del quale non ricordo il titolo, su un bambino brasiliano di colore talmente forte da essere titolare anche nella sua nazionale maggiore, in mezzo ai giganti. La squadra avversaria sui tabelloni era sempre indicata come "OTROS"; in una puntata sconfiggono in amichevole l'Italia (a casa nostra, ma comunque indicata come OTROS), e finiscono pure a colloquio COL PAPA, dove il protagonista gli racconta pure che da (ancor più) piccolo rubava i soldi in chiesa. Ma il titolo proprio boh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ECCO! era PELEZINHO

      Elimina
    2. Possiamo perfino agevolare un filmato su Pelezinho.
      http://www.youtube.com/watch?v=7BQ0af2bcgg

      Non lo conoscevo, però ad occhio e croce non mi sono perso un capolavoro... :-)

      Elimina
  60. gli unici che ricordo sono Shingo Tamai, Holly e Benji e Rudy, forse degli altri avrò visto qualche spezzone.
    A quando un post su tutti i cartoni animati sportivi? ce ne sono una miriade e non se ne può più di questo beep di calcio.
    p.s. a proposito di Holly e Benji, hai visto il video "Federico Buffa racconta il Giappone di Holly e Benji"? non ho il link sottomano ma sul tubo dovrebbe essere ai primi posti

    RispondiElimina
  61. Non so se è considerabile una serie sul calcio... comunque io mi ricordo anche di Pelezinho :D
    https://www.youtube.com/watch?v=7BQ0af2bcgg

    RispondiElimina
  62. Il cartone di Naranjito me lo ricordo e mi piaceva da morire ! ho cercato per anni di reperirlo ma sembra essersi volatilizzato ed i master bruciati davanti ad un immagine di Tardelli... se qualcuno ne avesse notizie mi piacerebbe tanto rivederlo ... ora scusate ma vado a togliermi un filone da un chilo da un occhio

    RispondiElimina
  63. I Ragazzi del Mundial lo ricordo bellissimo.
    Erano anche i primi Mondiali (USA '94) che vivevo da tifoso "cosciente"

    RispondiElimina
  64. non so se è stato già segnalato, ma anche i pupazzi colorati orrendi del mondiale 2002 hanno avuto un cartone in computergrafica, vale nella classifica? :)

    RispondiElimina
  65. A parte la prima serie di Holly e Benji gli altri o non li ho visti o mi hanno fatto schifo e ho deciso di non vederli.

    Spokon sul calcio giappi (a parte Holly e Benji, perché c'era l'effetto nostalgia) mi hanno fatto sempre abbastanza ribrezzo perché non sopportavo più vedere gente che calciava la palla così forte da far volare il portiere in porta ovvero gente che si stupiva perché la squadra avversaria usa arcane tattiche tipo il fuorigioco.

    RispondiElimina
  66. Visti quasi tutti; di Forza Campioni mi rimarrà sempre nel cuore la canzone, forse una delle mie sigle preferite di sempre, il cartone accettabile. Su ale ale o-o, recuperato in streaming un 4 anni fa, invece dei 3 protagonisti (il trio d'amici) mi rimarrà in testa sempre una scena:

    SPOILER
    SPOILER
    SPOILER

    quando il capitano della squadra dei protagonisti, l'holly della situazione, non uno dei 3 amici quindi, malato da tempo di leucemia (senza dirlo mai a nessuno per poter giocare a calcio), crolla in campo dopo aver fatto un gol alla maradona partendo dalla sua area e morendo poco dopo in ospedale.
    Poi c'è il finale abbastanza meh con l'amica di infanzia che diventa idol e menate varie di addii e cose simili

    RispondiElimina
  67. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  68. I ragazzi del mundial era fenomenale... dal 1994 in poi è stato trasmesso dalla Rai ogni 4 anni proprio in concomitanza con i mondiali! Credo che quest'anno sia il primo anno senza quel cartone in palinsesto :( Ormai Rai Gulp si rivolge praticamente solo alle ragazzine (e vai di soap opera da 4 soldi sudamericane)

    RispondiElimina
  69. come diceva daniele sopra, anche se non e' una serie/film sul pallo', pero' come non ricordare con affetto la partita a calcio in pomi d'ottone e manici di scopa. Epica, come direbbe il nostro ex CT!
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=j-Cy-nIWWPo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... grande partita...
      PS: Perché la gente assegna ai video delle descrizioni (e dei titoli) che non c'entrano nulla?

      Elimina
  70. I superboys in cui le partite cominciavano come una partita di football americano , correndo tutti verso la palla :) e tutti era enormi che andre the gigant sembra una mezza sega

    RispondiElimina
  71. Non mi sono mai appassionato ai cartoni sportivi ma ricordo uno che avevo visto da bambino dove il protagonista impegnava anni e durissimi allenamenti per elaborare il suo colpo segreto: la rovesciata.
    Qualcuno lo rammenta?

    RispondiElimina
  72. La Compagnia dei Celestini: come rovinare un capolavoro con una minchiata fotonica

    RispondiElimina
  73. ricordo dei Superboys in tv: legnate (con inclusi chiodi arrugginiti) sugli stinchi...alle 4 del pomeriggio eh

    RispondiElimina
  74. superboys e holly e benji.
    le altre ringraziando il cielo me le sono perse tutte.
    un po' perche' oramai ero grande e un po' perche' cristina d'avena passati i 25 mi dava diarrea :)

    RispondiElimina
  75. Ginny Hermione26 giugno 2014 13:14

    La serie di Naranjito me la ricordo, la vedevo ed era carinissima, su di essa specifico che l'amico "testa di limone" di Naranjito si chiamava Citronio. Comunque Doc, se vuoi vedere un bel film sul calcio ti consiglio "Il miracolo di Berna", un film tedesco ambientato durante i mondiali del 1954, con protagonista un bambino amico del grande Helmut Rahn. PS: in inglese "testa di limone" è un insulto, dare a qualcuno del "lemonhead" equivale al nostro "testa di c***o" :)))

    RispondiElimina
  76. La squadra del cuore è in assoluto il più bello di tutti, se cercate un anime in cui regna la passione per il calcio è senza dubbio(insieme a Inazuma Eleven) ciò che state cercando, mi da la carica ogni volta prima di ogni partita urlare:"Evviva lo spirito dell'Orange Hill!!!" :D

    RispondiElimina
  77. se non mi sbaglio su Goal FH, c'erano le vere squadre della J-League, che all'epoca dell'anime ha sostituito un campionato semi-pro in giappone (nella foto, quelli di arancio sono del Shimizu S-Pulse)

    e Supa Strikers é una serie sudafricana, non sudamericana

    RispondiElimina
  78. e poi, mi ricordo che su Hiro hanno trasmesso un anime chiamato Offside

    RispondiElimina
  79. rega ma quel cartone al computer di quei mostri nello spazio che giocavano a calcio che lallenatore era tutto giallo con la testa a forma de abbete?? atmosferix ato e alex/ rot e viro nullosferix che sul campo cerano i punti caldi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si chiamavano Ato, Kaz e e Nik quelli dell'Atmosferix, era un cartone con le mascotte dei mondiali 2002 (i 2 mostri dello spazio e l'allenatore)

      Elimina
  80. Salve atutti di anime vecchi sul calcio me li ricordo quasi tutti, tranne Golal FH, mentre pure io sono tra quelli che hammo snobbato atutto gol, ma purtroppo veniva dopo hollu e benji e non solo quello di anime non ho segiuito molto, pure palla al centro per Rudy, perchè veniva dopo h&B e per il barbatrucco che usarono su italia 1.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails