martedì 24 luglio 2012

61

Spawn, WildC.A.T.S., Savage Dragon, The Maxx e gli altri cartoni dei super-eroi Image

Primi anni 90. I fumetti con i super-eroi ricicloni della Image stringono d'assedio fumetterie e fiere di tutto il pianeta; i loro creatori, i ragazzotti che hanno inguaiato il mercato dei comics e sono impegnati a riscrivere il significato dell'aggettivo "mensile", fiutano il soldo delle reti televisive gestite da danarosi fumatori di sigaro. Eoni prima del serial di The Walking Dead, nascono le versioni animate di Spawn, Savage Dragon, WildC.A.T.S., i primi adattamenti tv dei personaggi Image. Adattamenti perfetti. Perché, con qualche eccezione, mediamente pezzenti allo stesso modo del materiale cartaceo d'origine. A volte, per zelo, anche più pezzenti […]
WILDC.A.T.S.
I gatti di vicolo helspontacoli di Jim Lee, la sua squadra di super-eroi nata ai tempi delle partite a scala quaranta a scuola con l'amico Brandon Choi ed evolutasi scopiazzando tutto lo scopiazzabile dagli X-Men di allora, diventa protagonista di una sua serie animata nel '94.
Una sola stagione di tredici episodi, sfornata da Wildstorm Productions e Nelvana per la CBS, con una versione leggermente più orzobimbo del fumetto, ma comunque piena di scontri e mazzate. Il risultato, in pratica, era uguale al cartone Fox Kids degli X-Men di due anni prima (in Italia "Gli Insuperabili - Santo Cielo - X-Men"), tanto per cambiare. Nel regno di Pernascò la serie è stata trasmessa da Italia 1 nel 1998, con un titolo di quelli fantasiosissimi (La sfera del tempio orientale. Non guardate da questa parte) e una sigla di pari valore
Quel che è certo è che un paio di anni più tardi, alle sogliole del duemila, ne hai visto una pila ENORME di VHS invendute in un autogrill. Iscritte tra qualche filmone e parecchi filmetti coi titoli p0rnachi. Volevi avvicinarti, ma eri in compagnia: pareva brutto.
Comunque: tolti i disegni sparaflashanti di Jim Lee, la storia restava grossomodo quella pezzotta della serie a fumetti,
con giusto quei dodici, tredici chili di silicone in meno per personaggio femminile, e qualche modifica al background di alcuni membri della squadra. 
Nella serie animata, ad esempio, il fiammifero corto del nuovo arrivato che tutti prendono a coppini sulla nuca e ci fanno portare le casse di birra non toccava alla peratissima Voodoo ma a Warblade. Ne parlavamo l'altro giorno, a proposito del suo emulo Ichi dell'Idrotfl, ricordate? Warblade. Quello col casco da corazziere.
Ché ai tempi ogni supergruppo scopiazzato dagli X-Men doveva avere, per statuto, il suo tizio urlante artigliato con i capelli lunghi:
tipo Ripclaw di Cyberforce
tipo Grip della squadra di super-eroi Marvel itaGliana Gemini (Europa. Ve la ricordate la miniserie Europa? No? Meglio). Faceva eccezione il vecchio Rob Liefeld, visto che lui tizi urlanti artigliati con i capelli lunghi non ne aveva creati. Nossignore. Lui nelle sue storie extreme ci infilava direttamente quei dieci, quindici cloni di Wolverine a botta
e ciao, cì

Finché non cannano il video sul tubo, ecco la prima parte del primo episodio di WildC.A.T.S. Tra i video collegati c'è anche il resto.
SAVAGE DRAGON
Ahhhh, Savage Dragon. A lungo uno dei tuoi super-personaggi preferiti. Prima che… boh, prima che un po' ti scendesse tutto. Ma non divaghiamo: il suo cartone, pinna verde, se lo puppa tra il 1995 e il 1996.
23 episodi da mezz'ora infilati nel contenitore USA Cartoon Express di USA Network. Lo stile grafico richiama solo in minima parte quello dei fumetti di Erik Larsen, pompando il tasso di orzobimbitudine dei personaggi. In compenso, le storie del cartone sono imbottite di tizi della serie, come Barbaric, Mako ("So' mako!"), Overlord e la poliziotta Alex Wilde.
E sì, c'era pure l'insopportabile She-Dragon. La serie di Savage Dragon partecipò nel novembre del '96, con il suo episodio 21 ("Endgame"), a un mega cross-over con altre tre serie animate in onda su USA Network: Wing Commander Academy, Mortal Kombat: Defenders of the Realm e Street Fighter. Un crossoverone in quattro parti che coinvolge (senza farli incontrare) i personaggi di Street Fighter, Mortal Kombat, Savage Dragon e Wing Commander? A cartoni? Ma davvero-davvero? 

Davvero-davvero. La saga si chiama "The Warrior King Returns", e in giro trovate anche i quattro episodi che la compongono.

Questo, invece, è Il primo episodio di Savage Dragon (sempre finché campa il video)
 
SPAWN
Magari leggendo l'antro in questi anni non ve ne siete mai accorti, ma c'è che Todd McFarlane ti è sempre stato sulle palle (da baseball). Lui e quasi tutto quello che ha fatto in vita sua e/o su cui hanno appiccicato il suo nome, fatte salve le action figure della TMP - che hanno cambiato volto al mercato dei pupazzini americani, va detto - e questa serie animata. Perché Todd McFarlane's Spawn della HBO (tre stagioni, tra il 1997 e il 1999) era una serie indubbiamente valida.
Violenta, matura, diversa da tutto quello che c'era stato prima e da buona parte di quello che sarebbe venuto dopo. Ché serie animate americane per adulti NON comiche non è che se ne vedano molte in giro anche oggi. Restava per te il problema del protagonista e della storia, ché ti davano l'orticaria
ma cercavi di non pensarci troppo. Spawn, tanto, qui era sempre inzuppato nelle tenebre, e non c'erano tutti quei piedi sinistri e quei volti a triangolo di segnalazione tipici dello, si perdoni il termine, stile di McPupazzo. Adriano, fattene una ragione. In Italia la serie è andata in onda su Telepiù, la zia di Sky.
E siccome il satellite all'epoca non ce l'avevi, il tuo amico Francis ti registrava le puntate su VHS, e finiva col tagliare sempre la parte della presentazione live di McCoso prima degli episodi. Ogni volta diceva di aver fatto casini con il timer, e tu gli rispondevi Ok, dai, ho capito. Grazie. Sei un amico.
Una nuova serie a cartoni di Spòun, Spawn: The Animation, è in lavorazione/pre-produzione da una ventordicina di anni. Data d'uscita stimata: LOL. Qui sotto invece, finché va, ci sono i primi quattro episodi della serie del '97.

Fanno un'ora e dieci minuti: lascio?
YOUNGBLOOD E CYBERFORCE
Dice: ma come? Io le serie animate di Youngblood e Cyberforce non me le ricordo mica. Appunto: è perché non sono mai esistite.
Ah, ecco!
La Fox aveva in cantiere per la stagione '95-'96 una serie di mezz'ora dedicata agli Youngblood e una di pari durata per Cyberforce
 in modo da tirarti fuori quell'oretta di cartoni pieni di gente urlante
Non se n'è fatto però niente, e la clip promozionale già girata è finita a far compagnia ai pupazzini dei personaggi di Liefeld in uno spot televisivo. La cosa incredibile è che, nel tratto più rotondo tipico da cartone americano, Badrock, Shaft, Chapel, Diehard e gli altri finivano per avere un'anatomia quasi decente
Faceva eccezione la russa Vogue, con il suo girovita di 12 centimetri anche nel cartone, ma vabbè.

La clip, per chi se lo stesse chiedendo, è questa qui.
WITCHBLADE
C'entra nulla probabilmente, perché è una roba giapponese del 2006 e non una serie americana di metà anni 90, ma la poliziotta Sara Pezzini della Top Cow, la tizia perata col guanto appartenuto a Cleopatra e Giovanna d'Arco, quest'arma potentissima che insomma ti lascia tutta gnuda e porta una sfiga che levati, ha ispirato non solo un telefilm
Witchblade, la serie TV (2001-2002) - quella con Yancy Butler che usa il guanto per farci il dito medio lunghissimo ai suoi nemici - ma anche un anime della GONZO. Con un'ambientazione post-apocalittica e una nuova protagonista, la giapponese Masane. Che riusciva nell'impresa di sembrare ancora più maiala dell'altra Witchblade
Come si può chiaramente evincere in questo wallpaper dalle... uh, dal piercing sulla lingua
ULTRAFORCE
Cosa c'entra l'Ultraforce? Sta barando! Uccidetelo! Frena, frena un attimo. Volendo c'entra, perché la serie Ultraforce era della Malibu che, prima di esser acquistata e nuclearizzata dalla Marvel, così, per il gusto di farlo, aveva permesso il lancio della Image, pubblicandone i primi albi. Finché è durata, cioè tra il 1992 e l'inizio dell'anno successivo, quando la Image ha iniziato a stamparsi da sola i suoi fumetti, la Malibu Comics è stata il secondo publisher d'America. Dietro la Marvel ma davanti alla DC. True story.
Gli Ultraforce erano i Vendicatori della Malibu, e la serie animata (solo 13 episodi, affiancati da una linea di action figure della Galoob) ne riprendeva i vari membri: Capitan Marvel… Prime, Hardcase, Iron Ma… Prototype, quella gran topaz di Topaz, Ghoul e Contrary. Comparsate di Rune, Lord Pumpkin e Nightman, ma niente Mantra. No Mantra, no party.

(l'armatura di Prototype però era pheega)

THE MAXX
Una serie in 13 brevi episodi da 11 minuti l'uno, realizzati da MTV nella primavera del '95 e arrivata praticamente subito anche da noi, quando MTV Italia ancora non esisteva ma la notte mandavano un po' della programmazione europea su alcune reti private. Non ricordi granché di The Maxx in generale, a parte il senso di nausea per quella roba di Liefeld (Bloodwulf? Il Lobo di Rob Liefeld, anyone?) con cui The Maxx e Deathblow dividevano il primo e anche ultimo numero di Darker Image, ma la serie a cartoni ti sembrava abbastanza aderente allo stile di Sam Kieth. 
Sembra ieri, ma son passati quasi vent'anni, e la MTV di allora era completamente diversa da quella di oggi. Cioè, uno è anche autorizzato a non crederci, ma ai tempi su MTV, col fatto che era una tv musicale, non trasmettevano ventiquattr'ore al giorno i finti reality delle sedicenni americane del Wisconsin mignotte con già quattro figli a carico, ma i VIDEO. I video delle canzoni
Davvero. Incredibile.



61 commenti:

  1. Non posso che essere onorato di essere citato in un tuo post!
    Può vabbe', ormai una ragione me la son fatta...

    RispondiElimina
  2. Spawn me lo ricordo figo. Parlo del cartone, eh, non mi bannare :)

    RispondiElimina
  3. Ma per la vera scopiazzatura degli X-Men, i Gen 13 (Dio li abbia in gloria), niente cartone?

    RispondiElimina
  4. L'unico che mi ricordi onestamente è Spawn. Ma, già che siamo in ballo, un bel pezzo-nostalgia sulla MTV di allora? E volendo esagerare anche su Videomusic e Red Ronnie? Che la gente troppo ggggiovane di queste cose non sa niente. Non oso andare a ripescare la Deejay television condotta da Gerry e Jovanotti perché sembra roba preistorica

    RispondiElimina
  5. savage dragon lo stanno facendo recentemente su italia1 il sabato mattina.
    Dal logo di I1 è addirittura una prima tv,alla facccia....un cartone di 20 anni fa

    RispondiElimina
  6. Nababbo:
    Ecco cosa m'ero dimenticato!
    Niente serie TV per Gen13, ma un film d'animazione, pare circolato in home video solo in Europa e Australia (perché prodotto per la Disney, ma un nanosecondo prima che la Wildstorm finisse in mano alla DC/Time Warner).

    Eccolo:

    http://www.youtube.com/watch?v=rWA9VNC_PnM

    RispondiElimina
  7. La serie di WILDC.A.T.S. me la ricordo bene, a quella di SPAWN invece sono legati sfumati ricordi di quando andavo a giocare da un mio amico che aveva, appunto, il satellite... del resto non ricordo nulla e probabilmente non ho mai visto nulla.

    P.S.
    MTV una volta trasmetteva anche un sacco di anime fighissimi, per non parlare delle altre serie animate come Daria o Beavis & Butt-head e poi ovviamente c'era l'Anime Night! Adesso invece abbiamo il Jersey Shore... l'unico programma davvero bello che ho visto negli ultimi anni su MTV è stato Il Testimone di Pif.

    RispondiElimina
  8. a una serie come witchblade chissà perchè si perdona tutto.
    oh ma in fondo la TOP COW (!) non avrà mica avuto 'sto nome a caso...e poi la versione anime a cura della GONZO(!!)...che coincidenze ci regala la vita alle volte

    RispondiElimina
  9. @GirellaLover
    un paio di week-end passati avevo segnalato al Doc la presenza di Savage Dragon su Italia1 ma mi ero dimenticato di indicargli che era una prima visione, si fà per dire.

    @Emanuele e Doc
    non sono l'unico che si è accorto che MTV ha progressivamente sostituito gli anime e i video musicali con l'epopea vero/fintissima di una serie di mignottoini da età variabile tra i 15 e 30.

    RispondiElimina
  10. Non pensavo nemmeno esistessero...

    p.s. "Europa" purtroppo sì...e ce l'ho ancora.

    RispondiElimina
  11. io ho iniziato a leggere l'uomo ragno grazie a McFarlane, le sue ragnatele sotto le ascelle, la sua MJ riccioluta, le sue firme - eccezziunali - dentro le pergamene :P

    RispondiElimina
  12. @ Doc
    dimenticavo, hai mai letto qualcosa pubblicato dalla Dreamwave Productions e cioè Warlands e Darkminds?

    RispondiElimina
  13. La scimmia per Savage Dragon non mi è ancora scesa. Penso sia il miglior fumetto supereroistico (o quasi) in assoluto. Peccato che in Italia la sua pubblicazione sia stata funestata dalla malasorte.
    La serie di Spawn me la facevo registrare anche io da un amico su VHS e l'avevo pure proiettata al liceo durante l'autogestione.
    La miniserie Europa me la ricordo, con i due gruppi Gemini e Euroforce. A me all'epoca era piaciuta.

    RispondiElimina
  14. Certo che gli anni 90 sono stati un periodo brutto forte,il medioevo della cultura nerd.
    Per esempio il film su generazione x,non quello di Kevin Smith ma quello basato sul fumetto Marvel,qualcuno l'ha visto?
    L'hanno fatto alcuni anni fa su sky,una boiata tale che ti fa rivalutare SS Omega

    RispondiElimina
  15. Oddio... Ho avuto l'ardire di ascoltare la sigla italiana di "WILDC.A.T.S." ed ora sto male.

    Non c'è una rima. Non c'è un'assonanza. Strofe e ritornelli sono buttati giù tutti a capocchia E SUL TUBO C'E' PURE DELLA GENTE CHE RIESCE A DARE DEI COMMENTI POSITIVI!

    Argh!!! :D

    RispondiElimina
  16. La serie di Spawn era effettivamente valida e le introduzioni di McFarlane era da risate forti.

    Dei Wildcats ricordo di aver visto il primo episodio con depressione che al confronto "Gli Insuperabili" era un mezzo capolavoro.

    Se mi ricordo la serie Europa? Hai voglia. Presa ai tempi d'uscita e rivista venerdì scorso al RiminiComix.

    Per quel che riguarda MTV c'è da dire che passano la nuova serie di Beavis & Butthead e il discutibile Crash Canyon(una clonazione de I Griffin ma con una comicità meno stupida e quindi abbastanza meh).

    RispondiElimina
  17. Fumetti anni 90... con tutti i loro spalloni mi facevano dire "embè?" anche allora XD
    Savage Dragon ricordo una presa per il culo enorme da parte credo Peter David, nel fumetto di Hulk.C'era Hulk che voleva farsi riconoscere e Betty gli faceva provare una calotta con la pinna di Savage Dragon. Hulk assolutamente non convinto le dice una roba tipo "Non ingannerei nessuno. Sai cosa direbbe la gente? Guardate, è Hulk con una pinna in testa!" XDXDXD

    Witchblade giappo so che esite ma ho il latte alle ginocchia. Quando gli americani invadono il territorio giappo e viceversa, escono le peggiori vaccate (tranne il manga dell'Uomo Ragno, almeno dal mio punto di vista, che era decente senza giapponesate).

    RispondiElimina
  18. Oh, dimenticavo.... la serie Europa. LA comprai all'epoca... CHE MINCHIATA!
    Gemini, il supergruppo italiano.... si come no: una italiana, un americano, un inglese e due indù.... ma vaccagher!

    RispondiElimina
  19. Ho appena sentito la sigla di WILDC.A.T.S...e posso dire di essere profondamente traumatizzato. Che roba era quella!?!??!

    E parlando di MTV...Doc, ti ricordi quando trasmettevano anche THE HEAD, cartone praticamente introvabile sia sul Tubo che sul Mulo che su ogni altro dispositivo peer2peer?

    RispondiElimina
  20. Dorian G.
    The Head, e chi se lo scorda. Leggo su 'pidia che in Italia andò in onda nel '98, ma io lo ricordo molto prima, in quelle ondate notturne localizzate solo in minima parte di cui sopra. Nel '95 o giù di lì. Gli anni di Aeon Flux, quando MTV sembrava la rete dei sogni.

    Drakkan:
    Purtroppo. Brutta, brutta gente :)

    Tornando ad Europa, il problema, il grosso problema, è che hanno tirato fuori una truzzata in stile Image proprio quando su OGNI albo MITA gli editor si affannavano a sottolineare le differenze tra i personaggi Marvel e "tutti quei tizi capelloni urlanti". BAD tempismo evaaa, al di là della qualità del prodotto (imho troppo semplicino sempliciò).

    RispondiElimina
  21. OT
    Aeon Flux era bello ma malato di brutto come cartone animato. Ricordo però con piacere e disgusto il film con Charlize Theron dove lei era veramente una gran gnocca e il resto della pellicola una cosa inguardabile (che non sono riusci a vedere tutto, appunto).

    PS: Darkmind e Warlands non erano brutti. Il primo faceva il verso a Bladerunner e il secondo era un fantasy carino.

    PSS: perché trovo una valanga di refusi nei miei compenti, porca paletta.

    RispondiElimina
  22. Da qualche parte nella Bat--cave ho ancora una videocassetta dei cartoni di The Maxx. Trovato in una cesta. Nice Price ed in lingua originale. Come già notato, la traccia è il segno di Sam Kieth. Animazione spartana. Tecnica
    che mi ha riportato a certe cose di Gulp Fumetti in TV. Ho letto che la serie ha vinto dei premi.

    RispondiElimina
  23. Sulla questione Europa sollevata dal Doc, difficile dissentire. Ricordo anch'io le interviste agli autori in cui si dichiarava che i Gatti di Jim Lee erano stati il modello da seguire. Negli anni in cui Marvel Italia oscillava traduceva la "resistenza " classica di DeFalco e della sua posse ( Paul Ryan e Ron Frenz ) e le cose disegnate in modalità anni novanta di JRjr, Capullo in modalità JRjr, Deodato jr, i Kubert jr nel senso di figli di Joe. Curiosamente gli stessi matitisti che vanno per la maggiore oggi ( oltre ai juniors, Tony Daniel, Silvestri, Texeira, Larsen ecc )

    RispondiElimina
  24. Doc, il film animato ( perchè poi mi pare che hanno fatto pure quello dal vero) di Gen 13 è arrivato in Italia in vhs.
    Io ce l'ho ma del film non ricordo praticamente nulla ( il che mi fa pensare che non sia granchè )!
    Spaw lo guardavo perchè abbonato a Tele+ , ma se la prima serie era interessante e ben doppiata, dalla seconda andava tutto a ramengo con sceneggiature e regie confuse e un nuovo cast di doppiatori che dava la mazzata finale al tutto.
    Riguardo a MTV: in Lombardia ha cominciato ad andare in onda su Tele+ 2 , che era in chiaro ( e trasmetteva pure il bressling con Warrior e compagnia brutta) e fu la prima a trasmettere la versione inglese sulle tv italiane.
    Ricordo però che non faceva la trasmissione non stop, ma concedeva alcune ore del palinsesto, intervallate da quelle di Tele+.
    Per farvi capire, ricordo che una trance della programmazione di MTV andava in onda da mezzanotte in poi, solo che i cartoni di Aeon Flux e co. venivano trasmessi 20 minuti prima, così che, quando Tele+ si collegava con MTV, io riuscivo a vedere qualche secondo della fine dell' episodio della serie di turno.
    Poi fecero una maratona notturna con tutti gli episodi di the Maxx ( disegnato uguale al fumetto di Keith, ma animato pochissimo: era tipo i vecchi cartoni di Hulk, Cap America ecc... ) e potei vederne e registrane un bel pò di puntate.
    Mi pare fecero anche una maratona di The Head, ma non ne sono sicuro.
    Poi ricordo che the Maxx lo fecero anche su Rete A (sempre in inglese) quando la rete cominciò a trasmettere la programmazione completa di MTV.
    E finalmente potei vedere stò benedetto Aeon Flux.
    In italiano per giunta!

    Uff !

    RispondiElimina
  25. Sam:
    Mi sai che (al solito) c'hai ragione. Era Tele+2 a mandare le prime cose di MTV prima dello sbarco su Rete A.

    Drakkan:
    Non parlavo tanto dei fumetti (a me la loro roba non piaceva comunque, ma oh, son gusti), ma proprio di Pat Lee. Per quel vizio di non pagare la gente che lavorava per lui:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Pat_Lee_(comics_illustrator)

    RispondiElimina
  26. @Doc
    mi mancava sta storia di Pat Lee che non pagava la gente.

    Ricordo un commento di Andrei Pezzi quando MTV era sbarcava su ReteA, era tipo così: "Immagino quelle signore che pensavano di trovare la solita televendita o telenovelas brasigliana e invece trovano noi, cosa penseranno?".
    Comunque la programmazione di MTV, nei primi tempi di ReteA, non era 24 su 24 ma aveva uno stop la mattina per le televendite e durante il giorno per i telegiornali.
    Poi reteA è diventata Viva/ReteA All Music ed ora Radio Dj TV. Nel frattempo ci siamo persi VideoMusic TMC2.

    RispondiElimina
  27. Ricordo che alcuni di questi cartoni puzzavano di sola, premetto che degli elencati non ne ho visti nessuno ( a parte il citato telefilm di Witchblade). Ma se sono come il cartone di Mortal Kombat...

    RispondiElimina
  28. ReteA/All Music che ricordiamo soprattutto per:

    http://static.blogo.it/tvblog/Lucilla_Agosti_01.jpg

    RispondiElimina
  29. di quel periodo conservo un bel ricordo solo di Daria e di Celebrity Deathmatch

    RispondiElimina
  30. Per il buon Pat Lee vi segnalo la ben più esaustiva pagina della Wiki dei Transformers:

    http://transformers.wikia.com/wiki/Pat_Lee

    RispondiElimina
  31. Alcuni di 'sti cartoni meritano tantissimo

    RispondiElimina
  32. EUROPA! lagrime amare al pensiero di una delle serie con più promesse disattese dell'epoca. Ancora sono sconvolto dalle storie non pessime ma con dialoghi al limite del ridicolo/image, disegnate (anche col chara design di carmine di giandomenico, che prometteva bene) a colpi di scopiazzatura dello stile di travis charest e inquadrature alla Whilce (tutte le sfighe di sto mondo) Portacio. Ricordo ancora vividi i miei tentativi di ridisegnarli meno insopportabilmente 90. Giusto i 2 più jim starlin di tutti...

    http://rondinihf.wordpress.com/2012/05/19/voyager/

    http://rondinihf.wordpress.com/2012
    /07/22/nosferath-col-rosso/

    RispondiElimina
  33. Il Cappellaio Matto24 luglio 2012 16:29

    Ricordo solo la serie televisiva di witchblade, che mettevano su italia 1 alle 4 di notte, e mi svegliavo sempre a quell'ora per metterlo a registrare su cassetta. Gran bella colonna sonora, e aveva quel non so che di semi-serio che la rendeva molto gradevole. Tra l'altro mi svegliavo anche alle 7 per registrare il mai troppo amato Guru guru su rai 2, ma qui divago.
    Witchblade è migliorato molto da quando hanno smesso di strappare i vestiti alla povera Pezzini, che con il salario da poliziotto Newyorkese non poteva certo permettersi di strappare costosi abiti da sera ogni cinque pagine. Credo che intorno al periodo di first born la qualità sia salita notevolmente, ma l'ho perso da un annetto ormai.

    RispondiElimina
  34. Diffido dall'utilizzo della parola "Sola" per indicare fregature etc.
    LOL

    RispondiElimina
  35. DorianG ha detto:

    THE HEAD, cartone praticamente introvabile sia sul Tubo che sul Mulo che su ogni altro dispositivo peer2peer?

    Se dici il cartone intero OK, ma sul tubo sono sopravvissuti alcuni spezzoni, prego regia, agevolare i filmati:

    https://www.youtube.com/watch?v=b3zOpDn3Kb0

    https://www.youtube.com/watch?v=xpuVryJgpWQ (primi 30 secondi)

    https://www.youtube.com/watch?v=Qtk2fG6sraE

    Che bello quando MTV Italia aveva ancora soldi per trasmettere queste fantastiche serie, e non sembrava ancora una puntata infinita di Studio Aperto...

    RispondiElimina
  36. Quando uscì Europa, avevo l'età giusta per sbarellare all'annuncio della "squadra di supereroi italiani" (il primo fumetto cominciava addirittura nella MM3 di Milano che prendevo tutti i giorni per andare a scuola, roba da sbroccare) e invece lessi la storia e ci rimasi malissimo. Ricordo anche che non comprai mai l'ultimo numero perchè non lo trovai in edicola e poi, quando mi capitò sottomano anni dopo, non avevo la minima voglia di leggerlo...

    RispondiElimina
  37. Doc, visto che Europa ha evidentemente segnato (in negativo) molti, forse meriterebbe un post dedicato XDXD

    RispondiElimina
  38. Europa era una trashata immonda: specie per il fatto che si fa un fumetto di supereroi italiano ( Gemini) e che ti viene fuori ?
    Una zingarata in puro stile Image.
    Poi c'era l'altra serie in tandem nella testata , Euroforce, quella fatta dai due spagnoli , che era pure peggio.
    Non voglio dare però la colpa solo agli autori, perchè spesso, questi scoppiazzamenti evidenti sono gli editori a richiederteli.
    Ma di supereroi italiani zingari mi ricordo che le fumetterie dei primi anni 90 ne erano piene, grazie anche al miraggio dell' autoproduzione.

    RispondiElimina
  39. Sam:
    Immagino parli (anche) di Braintrust della Unicorn. Credo di avere ancora i numeri da qualche parte. Compreso quello con la cover di Alan Davis:

    http://www.alandavis-comicart.com/images/UnicornCover.jpg

    RispondiElimina
  40. A Mantova quest'anno c'era l'autore di Capitan Novara se non confondo i nomi,aveva fatto una mini coi supereroi delle varie regioni d'Italia.
    Alla fine ero rimasto a corto di denari e non la presi.
    Qualcuno l'ha comprata e mi sa dire com'era?

    RispondiElimina
  41. sì il post europa sì! ripensandoci post europa purtroppo non evoca begli scenari. ma comunque sì, il post-europa quello sì. tra l'altro la squadra spagnola aveva personaggi lievemente più belli, mentre nell'italiana c'era front, una specie di ciclope biondo insopportabile.

    RispondiElimina
  42. Bravo Doc, non mi veniva il nome di quella serie di superbastardi di Brain Trust !
    E ti ricordi Darkside, la serie con i supereroi vampiri ?
    E virtual Heroes ?
    E Demon Hunter ( un pò supereroe Image, un pò horror/splatter nipponico , un pò poliziesco ammerigano, tutta boiata )?
    Ed Examen e Nembo della Phoenix ?
    Chi altri ancora mi dimentico ?

    RispondiElimina
  43. @GirellaLover

    Io ADORO Capitan Novara!!!
    Ho pure la maglietta!!!
    Il personaggio nasce in maniera originale: le sue storie venivano stampate su tovagliette di carta che venivano distribuiti nei locali. Così quando andavi a mangiarti una pizza al trancio ti leggevi l'avventura del miglior capitano del mondo (altro che cpaitan america, capitan marvel e capitan harlock!)
    Storie e Personaggi prendono spunto da leggende locali del novarese e zone limitrofe.
    Il protagonista è appunto Capitan Novara (ora ribattezzato Capitan Nova dopo che ha cambiato costume) che ha preso i poteri cadendo in una risaia radioattiva.
    Poi ci sono il Dottor Torino, l'Aronauta e la VCO Force il supergruppo del Verbano-Cusio-Ossola che comprende Verbanium, CusioWoman e Ossolom.
    Esiste anche una serie spin-off ambientata nel futuro che si ispira agli anime coi robottoni: in questo caso il protagonista è General Varese e assieme a lui ci sono Milanoman, Lady Venezia e parecchi altri tra cui Romabot Centurion, protagonista di una storia in solitario, in corso di pubblicazione, davvero ben fatta.
    Altra serie spin off è "Defender of Europe" che vede Capitan Nova e Comandante Italia affiancare i principali supereroi europei (giusto perché si stava parlando di Europa). Anche questa miniserie è in fase di pubblicazione. Aspetto il secondo numero.
    Le storie dei personaggi vengono pubblicate su Capitan Nova Magazine, mi pare abbia cadenza quadrimestrale.
    Si ho tutti i numeri.
    No non mi pagano per fare pubblicità.

    Per approfondire
    http://www.capitanovara.it/

    RispondiElimina
  44. condivido l'entusiasmo del mio precedessore.

    Capitan Nova(ra) e company è leggermente diverso dalla roba anni 90 dei supereroi made in italy.

    Tra l'altro di quel periodo credo di avere tutto l'underground pubblicato.

    Capita Italia (del mitico Walter Venturi), Tutte le serie XXIII secolo Examen Sebastian Triade Team Adriatica ecc ecc forse il miglior tentativo dell'epoca.
    Poi c'era braintrust nata dal numero 0 di Asmodeus sempre dello stesso team.

    I ragazzi di Marvel Story la fanzine delle cronologie pubblicarono anche The Enemy


    Poi c'era anche Anthem della mini "Il potere e la gloria" della Liberty di Capone

    e potrei andare avanti per un bel pezzo.

    L'unico rammarico è il mancato progetto su "Falcone" un personaggio presentato da Marco Censi su Starmagazine in un articolo quando si parlava di super made in Italy ma che non vide mai la luce

    RispondiElimina
  45. Stupemagnifico Doc!

    Mi hai tolto uno dei drammi che da piccolo mi ritrovai, in quanto durante una calda notte di inizio giugno, mentre stavo studiando (andavo ancora alle elementari) vidi su MTV una ragazza bionda rapita da degli scarafaggi mentre apriva un frigo.Fine. Mio padre entro' e spense la tele, dopo un quarto d'ora, tornai sul canale che mi era uscita una scimmia incredibile sulle spalle,ma nada, in cartone era gia finito.

    Sto deducendo che fosse The Maxx.

    E questo e' uno.

    Il secondo e' un give me five a distanza per Lucilla Agosti.

    Il terzo era per The Head che era davvero figo.PS:Qualcuno mi racconti il finale.

    Il quarto e' per lo spassoso post che ogni giorno ci regali.
    Denghiu!

    RispondiElimina
  46. Bravo Massy, che hai citato pure Il Potere e la Gloria di Capone e Raffaeli ( che copiava disegni di Lee, Castellini e chissà chi altro ogni due pagine).
    E dire che quell' albo ce l'ho ( solo il primo , e nell' edizione Star Comics) !
    Mi ricordo pure di Capitan Italia ( ma come ho fatto a dimenticarlo ?) e sopratutto del Massacratore, di Stefano Piccoli , che fece pure un crossover con Cap. Italia!
    Presente pure a quel numero di Star Magazine, dove oltre al Capitano e Falcone, c'erano pure Partigiano e quell' altra tizia, come si chiamava ?
    Insomma, l'Italia degli anni 90 era piena di Supereroi ma l'unico che è sopravvissuto è Rat-man .... come dire: ogni Paese ha l'eroe che si merita ( No dai Leo, stò scherzando ! Sappiamo che Ratman spacca sempre e cmq! :D) !!

    RispondiElimina
  47. CMQ per tornare in topic

    Da sempre l'unico che suscita interesse anche se non l'ho mai visto è il cartone di Spawn!

    Mi è capitato di vedere per sbaglio una puntata di Savage Dragon e...no comment

    Il resto faccio pure a meno ;-)

    RispondiElimina
  48. Io rilancio che All Music la ricordo molto per

    http://www.il-grande-fratello.com/foto-showgirls-italiane/valeria-bilello/valeria-bilello-1.jpg

    che toh, diceva che frequentava ragazzi nerd, con l'apparecchio e i brufoli!... immagino adesso sia guarita

    RispondiElimina
  49. Visto che siamo in campagna, e c'ho il mega-archivio sottomano, ualà:

    http://i47.tinypic.com/25ywxte.jpg

    Nel reperto uno, un po' di fumetti Ultraverse, il DarkMinds di Pat Non Ti Pago Lee, e i 5 numeri di Europa

    http://i48.tinypic.com/b4vmeg.jpg

    Nel reperto due, BrainTrust (in primo piano il numero con la cover di Alan Davis), Il Massacratore e Dark Side

    E indovinate un po' di chi erano i testi di Dark Side?

    RispondiElimina
  50. la cara vecchia miniserie Europa...AL ROGO!

    RispondiElimina
  51. @Doc
    Perchè, di chi erano i testi ?

    No, perchè io DS non l'ho mai letto o comprato in vita mia.

    RispondiElimina
  52. Recchioni

    Ammazza e io che pensavo di essere l'unico onnivero di quella roba lì

    RispondiElimina
  53. Io Dark Mind di Pat Lee ho comprato il primo numero e mollato lì pure quello.
    Poi scusate, ma per me Pat Lee non sà disegnare: le figure sono sproporzionate e rigide, i volti inespressivi, la chinatura piatta che sembra fatta col rapidograph .... Rob Liefed è Michelangelo a confronto.

    RispondiElimina
  54. Esatto. Come dice Massy, DarkSide era scritto dal RRobe (al secolo Roberto Recchioni). Ieri sera ho provato a rileggermi Europa. Al secondo numero ho avuto come un mancamento.
    Uno dei membri della squadra nel fumetto spagnolo (Euroforce) si chiama Danger ed è coperto di nastri di segnalazione gialli e neri. No, per dire.

    RispondiElimina
  55. Doc , scusa la mia immonda curiosità, ma se Europa ti fa tanto schifo, perchè l'hai comprato tutto ?
    Errore di gioventù ?
    Patriottismo ?
    Applicazione di una qualche forma di masochismo fumettistico ?
    Ti portavi la serie ovunque così che se rivedevi L' Uomo con la Pistola, gliela sbattevi in faccia in modo che sarebbe fuggito terrorizzato come un vampiro davanti alla croce ?
    No, parliamone.

    RispondiElimina
  56. Boh, masochismo completistico compulsivo, direi. Arrivato al 3°, 4° numero nella speranza (vana) di un colpo di reni, a quel punto di una miniserie prendi pure l'ultimo numero e ciao.

    (ma proprio ciao)

    RispondiElimina
  57. Bè in effetti la serie a cartoni di Savage Dragon è stata fatta nel 1995 e vederla ora nel 2012 è davvero strano ma assolutamente piacevole.
    Finalmente la Mediaset ha fatto una cosa giusta mettendo in onda questo cartone.
    A me piace e infatti la sto registrando tutta in DVD.
    Bisogna cogliere l'occasione, altrimenti chissà quando ricapiterà!

    RispondiElimina
  58. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  59. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails