sabato 23 giugno 2012

128

Saturday night sondaggismo: Elio e le Storie Tese, il meglio del loro meglio

Magari ve ne siete accorti, magari no. Ma hai come l'idea che in questi anni di Antro voialtri debosciati siate riusciti in qualche modo a intuire che gli Elio e le Storie Tese ti piacciono molto. Col fatto che sì, insomma, i loro brani vengono citati in questo blog ogni due post su DUE. Degli Elii ti sono sempre piaciuti un casino i testi, ti è sempre piaciuta un casino la musica, ti sono sempre piaciuti un casino i video, insomma mancava poco che ti piaccessero omosessualmente pure loro, dall'architetto-sess-sìmbol Mangoni in giù. E siccome è davvero-davvero un mese bello tondo che non tiriamo fuori sondaggismi del sabato, oggi ci spariamo il saturday night sondaggismo più bastardamente difficile tipo di sempre, evaaaa. Uno che avrebbe reso incredibilmente orgoglioNE l'uomo delle domande con la pistola alla tempia e destinato a spaccare la community degli antristi, tutti fave nell'animo: chi è più pheega tra Olivia o Sophie-Ellis Bextor qual è il brano più meravigliosamente meraviglioso degli EELST? [...]

La tua risposta è... ma prima un bello spiegone. C'avete fretta, tanto? No, e allora. Con questa gente strana, gli Elio e le Storie Tese di Stefano Belisari da Milano, entri in contatto guardando Lupo Solitario e L'Araba Fenice su Italia 1. Un paio d'anni più tardi, a dicembre 1989 inoltrato, mentre tornate da scuola e sono i primi mesi del quarto ginnasio e stai ancora cercando di riprenderti dallo shock rappresentato da una quantita di pheega pro capite spaventosa offerta generosamente dal liceo statale B. Telesio, l'amico Tonino - il Tonino Pugnetta di Inseguendo un Super Santos, lui - ti esce questa cassettina che si chiama Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu, e nessuno sa che cosa voglia dire. Ché, cioè, non c'era ancora uichipìdia a spiegarti che è una roba di maleducazione forte
Vieni letteralmente travolto: compri una tua copia della cassettina il giorno dopo e l'ascolti fino a disintegrare cassetta, walkman, cuffiette, testicoli di tutti quelli che ti circondano per convertirli al verbo. Tempo zero e l'attacco di John Holmes (una vita per il cinema) diventa l'inno ufficiale della cumpa, Cara ti amo (risvolti psicologici nei rapporti tra giovani uomini e giovani donne), uh, l'altro inno ufficiale.
Quelle degli Elii - e la sensazione si va facendo via via più forte con il disco pacco di Natale l'anno dopo, The Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers featuring Elio e le Storie Tese, e soprattuttamente nel '92 con il capolavoro Italyan, Rum Casusu Çikti - non erano e sono solo canzoni di ridere. Gli EELST non erano gli Squallor di Tocca l'albicocca: perché musicalmente i loro brani ti si infilavano nelle orecchie e non li facevi uscire più manco mandandoci la celere con gli sfollagente, perché erano un pozzo in cui pescare secchiate di espressioni e soprannomi nuovi per poveri conoscenti sfortunati (c'è un tizio che con i tuoi ex compagni di liceo chiamate ANCORA Catoblepa). E anche perché quelle canzoni erano uno spaccato a dispense sui misteriosi e un po' primitivi anni 70, vissuti in modo più presente rispetto a te che sei nato nel '75 e ne avevi solo un ricordo vago e sfocato: tutto un cosmo di maglioni a collo alto in sintetico popolato da fucilini Oklahoma, bici Garelli, scarpe Tepa, musica disco anni 70, Alfasud, feste di carnevale con una percentuale di Zorro tra i maschi pari al 105%.
Non hai più smesso di ascoltarli a nastro gli EELST, pure quando i nastri grazie al cielo ce li siamo levati dalle Tepa. Li hai visti in concerto un frappo di volte, hai avuto modo di conoscere Elio, di intervistare Rocco Tanica (scoprendo perché Cartoni Animati Giapponesi NON parla di Cartoni Animati Giapponesi ma dell'educazione sentimentale di un giovane che si affaccia sul mondo dell'amore e ne conosce gli aspetti piu' contraddittori, tipo busen, extra busen, rasierte), di far imparare a memoria Born to Be Abramo ai bambini portati in giro durante il servizio civile. Però se qualcuno dovesse chiederti qual è la tua canzone preferita degli Elii, se l'uomo delle domande con la pistola alla tempia fosse lì ancora a fare il suo lavoro e ti intimasse di fare un nome e un nome soltanto, tra Tapparella e Supergiovane e Pippero e tutte le altre, beh, sceglieresti Servi della Gleba. Troppo, troppo una roba di altissima sociologia.
Bene, andata. Ora tocca a voialtri debosciati: le regole, tanto per cambiare, sono sempre le stesse. Un solo titolo, se vi va accompagnato da link youtubico, ma soprattutto da un perché. Perché è il vostro brano degli EELST preferito? Dice: e quelli a cui gli EELST proprio non ci piacciono? Speri VIVAMENTE che tra gli antristi non si annidi gente talmente infelice e triste, ma oh, ognuno.


 

128 commenti:

  1. Anch'io avrei detto Servi della Gleba, perchè ha rappresentato me (e tanti miei amici li rappresenta ancora) per anni, fino a quando non ho tirato fuori le palle e deciso di non voler più ficcarmi una scopa in coolo così le ramazzavo la stanza.

    Ma vado contro corrente e scelgo "Il vitello dai piedi di balsa". Puro nonsense, a meno che qualcuno non ne conosca il significato intrinseco.

    RispondiElimina
  2. Io voto invece Supergiovane e la sua motoretta scureggiante..

    RispondiElimina
  3. Tolte un paio infime, del calibro di "Tristezza" tratta da studentessi, le amo tutte, quindi non posso scegliere se non ad "orecchio". E vince "il vitello dai piedi di balsa", che peraltro, restando in tema con ieri, è di un nonsensi molto a-la-Davide la Rosa!

    RispondiElimina
  4. "La Ditta", in assoluto assolutissimo! :3

    http://www.youtube.com/watch?v=FyNbWqQe4hU

    RispondiElimina
  5. "servi della gleba", perché dai, ammettiamolo, ero così...

    RispondiElimina
  6. Difficilissimo. Ok. Supergiovane. Che tra partitura, testo, abbatantuono, cori, controcanti è un'opera d'arte. Si, forse il testo non è altissima espressione poetica come altre ma, musicalmente totale.

    RispondiElimina
  7. i primi album sono totali, già eat the phikis era "diverso".

    Dovendo scegliere la prima versione di cara ti amo è per me iconica e rappresentativa degli elii (e anche spaccato sociale probabilmente più di servi della gleba: alla donna se ci vai dietro lo prendi in der posto, se sei stronzo ci piaci...è servi della gleba con la soluzione :D)

    RispondiElimina
  8. Seguo Elio dalla fine della terza media e ora ho 34 anni quindi é un bel pó!
    Per me sono sempre stati un mito insieme ai Prophilax e i Latte e i suoi derivati (se si é di Roma non si puó non conoscerli! )

    Amavo Urna e Cateto ma poi é arrivata "Tapparella" la "Radio Ga Ga" di Elio e qualcosa é cambiato perché
    ai concerti battere le mani al cielo urlando FORZA PANINO, che poi era il soprannome del compianto Feiez e la si canta per ricordarlo, é sempre un'emozione e non c'é piú solo il cazzeggio con gli Elii c'é anche la nostalgia e i brividi...
    FORZA PANINO!!!

    RispondiElimina
  9. Sicuramente Gimmi I. Una di quelle canzoni che ci rimorchi pure, se trovi quella con il senso dell'umorismo.

    RispondiElimina
  10. Supergiovane!

    Perchè fà morire :D

    Perché è una critica ad una certa antipolitica gggiovane che tra l'altro sta tornando prepotentemente di moda

    Perchè contiene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo scusa per il doppio post, miracoli di blogger su cell

      Dicevo: perchè contiene Energia +, Bulgaria +, Sciatalgia +++ :D

      Elimina
  11. El Pube

    http://www.youtube.com/watch?v=897wdQ-kfDY

    RispondiElimina
  12. CARRO !!
    No dico, un testo che è pura poesia.
    "Me l'avevan detto che donne, buoi e motori, son gioie e dolori".

    RispondiElimina
  13. Non ce la fo non ce la fo non ce la fo!Mi scoppia l'encefalo AAAAARRRGH!!!!!sono almeno 5 o 6 sparatemi!!

    Nonono!!!
    ...Soccombo..

    RispondiElimina
  14. Avevo capito che ti piacevano dalla 3° parte dei costumi di Batman, c'è un pezzo dove dici "Il Batman che una volta da bambino è morto" che è un pezzo della canzone "Mio Cuggino".

    Elio e Le Storie Tese sono forti non solo per i testi a musicalmente sono tutti dei mostri, sono dei virtuosi assoluti della musica, ne sanno decisamente a pacchi, ne sanno talmente tanto di musica che ancora un pò le note escono dalle loro 'recchie.

    Voterei anche io "Servi Delle Gleba" per i tuoi stessi motivi Doc...ma dopo aver ascoltato "Il Vitello Dai Piedi Di Balsa"...beh, è stato l'amore. Più che altro Elio e compagnia li ascolto quando ho bisogno di ridere e quella mi tira su il morale come nemmeno tiramisù e cocaina lo fanno

    RispondiElimina
  15. Al termine di un concitato conciliabolo tra le mie diverse personalità musicali, ha vinto Born to be Abramo, non solo perchè é una canzone spettacolare (come tantissime degli Elii) ma anche perchè quando ho sentito per la prima volta la canzone originale in chiesa non ho potuto trattenere una risata, attirando gli sguardi di disprezzo dei "commensali".

    RispondiElimina
  16. troppe, ma dico TAPPARELLA
    perchè l'ascella purificata, la dannata festa delle medie, il tu non vieni, i pochi amici e i molti nemici ecc ecc li ho visti e vissuti tutti sia da vittima che da carnefice

    RispondiElimina
  17. lotta spalla a spalla (cit.) tra piattaforma e la vendetta del fantasma formaggino. forse vince il fantasma perché continene tutto un mondo ma piattaforma è stata il mio primo amore.

    http://www.youtube.com/watch?v=yNBHzLMuc2E

    http://www.youtube.com/watch?v=M7I6jIb4y4k

    RispondiElimina
  18. Questo sì che è uno scontro fraticida! Altro che quelli di Palaestra!

    Voto "Urna", versione album (c'è pure una versione "light" in giro sul tubo). Conoscevo già i pezzoni classici,(Vitello dai piedi di balsa, quella meravigliosa su Pinocchio, Pippero, John Holmes, Born to Be Abramo, Discomusic), ma non conoscevo Urna.

    Quando la sentii, con quel cacchio di attacco metal a metà giro della canzone, quegli assoli tamarrissimi, quella cassa tiratissima, fu Amore a primo ascolto.

    E poi il testo: "lo disse Foscolo, lo ribadisco, della vita, il fulcro, è il sepolcro". IpeROFL

    Per chi non la conoscesse: http://www.youtube.com/watch?v=wocdG7GC55c

    RispondiElimina
  19. Quotone forte per Servi della Gleba, perché, passano gli anni, passano le stagioni, non si smette mai di esserlo, ce l'hai scritto nei geni.

    RispondiElimina
  20. "Tapparella", perché ancora adesso mi capita di canticchiarne l'intro...

    Lei è bella dentro, lei è sensibile. Più dolce di uno "Spacciottino di Papà Barzotti"... :D

    RispondiElimina
  21. Avrei voluto dire "Servi della Gleba", l'unica canzone al mondo che una donna mai potrà capire.
    Ma invece dico "Evviva/La Visione".
    Perché "evviva la vi! evviva la vi! evviva la..."

    http://www.youtube.com/watch?v=HIC6pmopQTs

    RispondiElimina
  22. Allora, pippone megagalattico on.
    Io con molta falsa modestia e forse un po' tanta spocchia mi autodefinisco fine critico e conoscitore musicale, vuoi per i miei studi classici dell' oggetto su quello strumento un po' udinesino un po senese ma mai torinese, coi tasti bianchi e neri che noi giovani chiamiamo pianoforte, un po' perchè ho passato oltre 10 anni dentro uno studio di registrazioni e avrò visto nascere una decina di dischi (metal, ndr).
    Gli Elii li stai sondaggiando per demenzialità del testo, per quanta ilarità producono?
    E allora magari il vitello è anche la mia, pur sapendo che "cara ti amo" è vita vissuta vera.
    Ma se li vuoi sondaggiare come alti musicisti e orgoglio italico, allora ce ne sono altre, TVUMDB con Giorgia, gran arrangiamento e grandissimo duetto tra loro (ma non so se poi resisterò ...cut... e i figli sono infelici!) per andare ad arrivare a Plafone con la Ruggero portata dal vivo da Paola Folli che forse è pure meglio della Ruggero, un brano degno della miglio produzione PFM, poi first you second me con James Taylor.
    Ma de che stamo a parlà? il Top della musica nostrana in giro mainstream.
    pippone megagalattico off

    RispondiElimina
  23. Mio Cuggino? :D
    http://www.youtube.com/watch?v=AFW81wHXcbE
    A me fa sempre ridere!

    RispondiElimina
  24. tantissime preferenze a sto punto mi gioco la sigla di "Mai dire mondiali '90" alla radio con la Gialappa's trasmissione grazie alla quale scoprii entrambi (gialappas e elii).
    c'è anche una citazione al povero Pierangelo Bertoli che ci sta sempre bene.

    RispondiElimina
  25. Alfieri!
    Perché siamo una banda di bastardi al soldo dell'Uomo del Giappone, del maestro indegna spalla e corro gambe in spalla. Ho mangiato dei petardi e cago certi savoiardi.
    E seriamente, è una di quelle canzoni che riesco a cantare con mia Moglie in macchina.

    PS: il ritornello potrebbe essere benissimo adottato come inno dell'antro.

    @Marte
    quello è l'inizio di servi della gleba.

    RispondiElimina
  26. Quoto gli altri per la difficoltà di scelta, visto che amo gli EELST e, vi assicuro, ascoltarli a tutto volume in seminario fa tanto "siii punitemi" :P

    Comunque, se proprio devo scegliere, dico "la vendetta del fantasma formaggino"

    http://www.youtube.com/watch?v=M7I6jIb4y4k

    Un concentrato stupendo di freddure e battute di difficile comprensione per chi non ha un certo senso dell'umorismo (essere soggetti di sguardi di compassione e di scuotimenti di testa non ha prezzo :D)

    RispondiElimina
  27. A dire che a breve avrei mandato un mp al nostro Doc per chiedergli se anche a lui come me, quando giravano le cassette nell'autoradio e c'era il rosso del semaforo, era fissa la strofa: "Ma vorrei farti una domanda? Hai le mestruazioni?" proprio quando la sagra delle pheege attraversava in quel mentre le zebre guardandoti di un male acerrimo.

    Comunque sia scegliere una canzone sola è davvero impossibile, molte sono già state citate e per differenziarmi, allora indico: "il fantasma formaggino" perché stabilisce la vittoria suprema degli italiani a livello di furbaggine,almeno in campo comico barzellettistico, perché si sa oggigiorno l'Italia è una grande barzelletta. poi c'è da dire che ritmicità, ilarità e Diego Abatantuono fanno il loro sporco lavoro e bene.

    RispondiElimina
  28. Quella in cui parlavano di tutti i furti rubentini di un campionato come si chiama?

    RispondiElimina
  29. Uomini col borsello (Ragazza che limoni sola);

    "Il congresso delle parti molli"

    Che una sola non basta.

    RispondiElimina
  30. Gli Eelst hanno regalato pezzi di gioia alla mia adolescenza ma anche pura saggezzadivitazen®

    Formalmente li conobbi con La terra dei cachi dopo la loro uscita sanremese, ma è con Servi della gleba che li conobbi seriamente. Fu subito amore e illuminazione, stesse epifanie avvenute con Tapparella e Cara ti amo, tutti pezzi già citati.
    Forse però, oltre che per la natura eidetica comune alle tre, direi Servi della gleba, motivo primo della scoperta Eelstica

    RispondiElimina
  31. Da milanese non posso non votare Parco sempione, è stata praticamente la colonna sonora delle mie torride estati XD

    RispondiElimina
  32. Minchia, penso sia il sondaggione più difficile mai fatto ma a questo provo a partecipare!

    Io adoro CATETO con la storia di questa donna che viene d'erba ma ha i pori che secernono escrementi (cacca dalla faccia), e il cassonetto differenziato per il frutto del peccato, come assurdità dei testi e ritmo e aggiungerei pure la MERAVIGLIOSA no dico fate play Agnello Medley ( http://www.youtube.com/watch?v=VjuJukIkvlk ) una orgia ritmica fra Faso e Meyer e il percussionista.

    E però... però tocca anche a me dire Servi della Gleba. Se non altro perché ai tempi, una donna che mi sono fatto sfuggire mi disse citandoli "sei proprio uno schiavo della ghiandola mammaria!". Sono cose :D

    RispondiElimina
  33. Servi della gleba, sì, nettamente.
    La condizione ontologica dell'uomo.

    RispondiElimina
  34. @ Ilario Gradassi
    la canzone credo si chiami "Ti amo Campionato", di quella canzone ci sono altre versione con ad oggetto altri argomenti tipo "Ti amo Ciarrapico" (uomo della corrente Andreottiana e proprietario di quasi tutti i giornali locali del Lazio).

    RispondiElimina
  35. Sarebbe troppo facile dire Servi della Gleba o Tapparella, quindi quoto Drakkan e dico Alfieri.

    RispondiElimina
  36. maddai Doc... questo è un colpo basso. E' impossibile scegliere.

    Per puro spirito di partecipazione all'antro sentenzio che la mia preferita è : Abitudinario
    http://www.youtube.com/watch?v=D4xjBykFjEE

    RispondiElimina
  37. Questo è uno di quei sondaggi che mandano in crisi qualsiasi tentativo di ragionamento costruttivo, quindi elimino ogni congettura e dico Alfieri, perché era la traccia d'inizio del CD misto che mi fece alle superiori un mio amico per introdurmi nel magico mondo degli Elii.
    Il fascino perverso della canzone in quattro quarti, insomma. :D

    RispondiElimina
  38. sarebbero in effetti molte-tante-troppe, ma dovendo sceglierne una vado in controtendenza rispetto al malinconismo (anche perché mi sembra che gli EELS migliorino con gli anni, come il vino buono) e scelgo "Parco Sempione", da "Studentessi" (ultimo album in studio).

    http://www.youtube.com/watch?v=EnUHdlSJe8E

    il perché é presto detto

    -) suono, produzione, arrangiamento al top
    -) testo divertente ed impegnato
    -) attenzione multidimensionale ad una serie di realtá locali (milano, il parco, la corruzione della regione) e nazionali
    -) video grandioso (come d'abitudine)
    -) il crescendo micidiale

    insomma, gli EELS al loro meglio (fino al prossimo meglio, ovviamente...)

    RispondiElimina
  39. matteo de benedittis23 giugno 2012 11:07

    Le mie preferite sono Born to be Abramo, per il semplice fatto che è la prima canzone che ho sentito, che è un mashup fatto vent'anni prima che esistessero i mashup e perchè è l'unica canzone - prima di Oratorium - che parla della virta parrocchiale.

    L'altra mia preferita è Tapparella, perchè parla di uno che risponde al male col bene: è escluso dalla festa e invece di incazzarsi prepara una festa per tutti. Come fa Gesù.

    Se l'uomo con la pistola alla tempia mi minaccia di scegliere scelgo TAPPARELLA.

    RispondiElimina
  40. Tante canzoni bellissime, ma dovendo scegliere...
    ESSERE DONNA OGGI
    La parte finale è stupefacente!!

    http://www.youtube.com/watch?v=1I5JKIydHrs

    RispondiElimina
  41. Non si puó: è come chiedere al piccolo Gino di scegliere a chi vuoi più bene a mammà o a papà??

    Sono dilaniato dentro ma ma ma se proprio devo allora tra le millemille opteró per FARO perchè anche solo l'assolo di chitarra prima dell'amore insieme ai gabbiani vale tutte le canzoni del mondo musicale italiano, ma anche per l'incipit " la neve di maggio..." epic win

    RispondiElimina
  42. La canzone che preferisco?

    Uhm...

    Tapparella senza dubbio!

    Brufolazzi....

    RispondiElimina
  43. @Drakkan: ORPO! C'hai ragione. Come ho fatto a sbagliare?! Metto il cilicio strettissimo per espiare...

    RispondiElimina
  44. Ricordo le cassettine spacciate e nascoste ai genitori più delle sigarette "di ridere"...
    Difficile trovare "l'eletta" tra un gruppo di canzoni che, bene o male, sono la colonna sonora della mia vita...
    Alla fine vincono i "trenta centimetri di dimensione artistica" di John Holmes ed il suo mitico intro (più le vocine in sottofondo tipo "ooh, it's big!!").
    Minzione d'onore pure per tutte le sigle di Mai dire .. che senza gli EELST sarebbe sicuramente stato meno pheego.

    RispondiElimina
  45. Ovviamente ce n'eravamo accorti delle citazioni Eliche...(?)Io sono combattuto tra roba surreale come "Il vitello dai piedi di Balsa" e la sociologia di "Servi della gleba" considerando che come molti, lo sono stato.
    Vada per "Supergiovane", canzone immortale...

    RispondiElimina
  46. "Alfieri". E "Nubi di ieri sul nostro domani odierno". Perché sono state le prime.

    RispondiElimina
  47. Menzione d'onore anche a "Neanche un minuto di non caco",l'ormai mitologica versione condensata della Terra dei Cachi fatta a Sanremo.O ancora la loro esibizione al Festivalbar nel 1999.

    Ma qui bisogna scegliere una canzone,e allora vada per Carro,perche' anche il mio vicino e' verde.Aiutatelo.

    RispondiElimina
  48. Tapparella.

    Perchè mi sono auto-invitato ad una festa delle medie e praticavo judo.

    http://www.youtube.com/watch?v=VyfCQGOw9wg

    RispondiElimina
  49. Elio. Tu mi vuoi morto. È come chiedere di scegliere uno tra i figli...
    Ascolto Elio da quando ancora a Roma giravano solo le cassettine sottobanco dei concerti milanesi, quando qui ancora (quasi) nessuno sapeva chi erano.

    Uno dei regali più apprezzati, ricevuto da mia moglie, è stata la raccolta completa degli album degli Elii uscita in edicola con la Gazza (questa).

    Per evitare il listone giordano© ti butto li un anti-mainstream Cassonetto differenziato per il frutto del peccato", che ho trovato geniale nel trattare un tema del genere in quel modo.
    C'è tutto degli Elii dentro: tecnica musicale impeccabile, critica sociale, dissacralità, ironia, crackers, musica sinfonica, ecologia, boiate e metrica sperimentale improponibile xD
    Manca un solo tratto caratteristico nel brano: il frullato di generi musicali, ma oh, non è che si può avere tutto, eh... :D

    PS: Per essere andato al concerto di Eat the Phikis sono pure finito sul video porno "Rocco e le Storie Tese", li, bello, in prima fila, sotto il palco, a cantare a squarciagola...

    @Minkia Mouse
    L'ho portata all'orale di italiano alla maturità. Cioè, no, ho portato Foscolo e i Sepolcri, ma è stata pure un po' colpa sua xD

    RispondiElimina
  50. Senza dubbio Tapparella, che ogni tanto mi capita di cantare sovrapensiero mentre sono al pc...e un saluto al mio collega Giammarco anche lui fan, che spesso mi accompagna in duetti demenziali!

    RispondiElimina
  51. Questo è il sondaggio più bastardamante bastardo che hai partorito da quel tuo labirinto di cose che proprio non si può non siamo più in un paese civile signora mia che tu chiami mente...

    Perché potrei scegliere "servi della gleba" come prima vera canzone degli elii che ho amato, ma se devo dirla tutta, come VERO PRIMO AMORE ELIICO dico "gufo", e chi ha ascoltato almeno una volta nella vita "la finestra sul cortile: i classici della musica per chi non ha tempo" può capire...

    RispondiElimina
  52. DIFFICILISSIMO!!!!
    dopo un paio d'ore a partorire...
    tra centomila pezzi bellissimi, un rush finale tra Alfieri, Cani e padroni di cani e La follia della donna...
    vince
    La follia della donna
    Per l'intro, per l'outro, per il mio odio per gli stilisti....
    http://www.youtube.com/watch?v=bXTdaWlCY9o

    RispondiElimina
  53. Il vitello coi piedi di balsa!!
    Why? Prima canzone loro mai sentita e da pupetta amante degli animali me ne sono innamorata. Ci ho messo anni per capire le implicazione dell'orsetto ricchione... ero una bimba ingenua, what can I say?

    Su Servi della Gleba e chi dice che noi donne non capiamo. Mi permetto di dissentire. Noi donne ci scopainculizziamo in modi diversi ma succede anche a noi.

    RispondiElimina
  54. La vendetta del fantasma formaggino.
    Senza se e senza ma.

    RispondiElimina
  55. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  56. TAPPARELLA: "Chiedo Fonzies mi danno avanzi, Cristo!!! Perchèèèèèè????"

    RispondiElimina
  57. Potenzialmente direi "*.* fino a Eat the phikis compreso".
    Dovendo scegliere: Supergiovane.
    (what else?)
    Perché c'è tutto, sia negli stili musicali (dimmi che forse manca quel po' po' di fiati), sia nel testo (sempre di gran qualità) sia nelle idee di organico (il cameo di Abatantuono), c'è gran tecnica, c'è gran testo, c'è un gran per quadro di ricordi e figure (e pure figu). Usare la bic come cerbottana per il riso mi aveva traumatizzato, da piccolo, sì.
    E c'è Mangoni mattatore, che fa vergognare l'intero ordine degli architetti >)

    RispondiElimina
  58. Rispondo rapido e di getto Servi della Gleba, perchè la suocera ha preparato i tortellini con la panna e prosciutto cotto e mi ha già chiamato due volte. Però la scelta è ardua, sono tutte bellissime, anche quella di Sanremo che adesso non mi ricordo il nome, ma dopo i torellini cerco il titolo.

    RispondiElimina
  59. La mia canzone preferita di Elio e le Storie Tese è l'inedito del 1979 "Elio". Mi piace prima di tutto per la sua incredibile importanza storica, essendo riconosciuta come primo componimento del complessino, ed in secondo luogo perché non l'ho mai ascoltata, quindi nella mia testa è bellissima.

    RispondiElimina
  60. La vendetta del fantasma formaggino. Un intreccio di citazioni musicali e non e un'abilità compositiva enorme. Eppure geniale per la semplicità dei suoi singoli passaggi. Ancora oggi, se qualcuno mi fa un elenco numerato a voce, irrompo con un "Treno dell'amore, portami con teee..."

    RispondiElimina
  61. Senza indugi: Plafone!
    A ruota: Pagáno.

    RispondiElimina
  62. Il Vitello dai Piedi di Balsa

    Perchè fu la prima canzone di Elio che ho snetito, quando ero ancora bambino e risi fino alle lacrime. Se proprio ho un motivo per sceglierne una è questo, altrimenti non saprei proprio come decidermi XDXD

    RispondiElimina
  63. Il vitello dai piedi di balsa. Il secondo ascolto perde l' effetto sorpresa, ma resta comunque una cosa meravigliosamente folle. Il Pippero secondo classificato, poi un mare di cose egregie.

    RispondiElimina
  64. La preferita è sicuramente "Il vitello dai piedi di balsa", perché è praticamente perfetta. Gran musica, testo cantabile e demenziale, risvolti sociologici, testo demenziale, l'inserto di Ruggeri perfettamente musicale, testo demenziale e, soprattutto, la demenzialità del testo.
    La storia falsa, la pena aggiuntiva, i piedi di cobalto, il boschetto della mia fantasia ed il mitico orsetto recchione sono indimenticabili, così come i momenti passati con loro (non pensate male).

    Però meritano la citazione quantomeno: "La terra dei cachi", sottovalutata poiché sanremese, ma sicuramente il più grande e migliore esempio di canzone politica degli ultimi 20 anni, subito dopo i 99 Posse;
    "Plafone", perché musicalmente è fuori portata della quasi totalità dei musicisti pop italici;
    le sigle di "Mai dire...", ed il perché è scontato.

    "Il capitan della compagnia / sta piangendo perché ha sbaglià / perché ha sbaglià / si è emozionà..."

    RispondiElimina
  65. Io rimasi folgorata dal video di "Nessuno allo stadio", voto questa canzone :D.

    RispondiElimina
  66. Il titolo è la terra dei cachi, mi è tornata in mente mentre mangiavo. Semplicemente geniale!

    RispondiElimina
  67. Cacchiarola non fare il listone sulla migliore canzone degli Eelst è quasi impossibile.
    Mi butto


    Nubi di ieri sul nostro domani odierno (abitudinario)

    ovviamente nella versione tratta da "Del meglio del nostro meglio"con nano gurt e pene d'ebano alla fine

    RispondiElimina
  68. Tapparella, perchè è un vero e proprio inno generazionale. Sono anch'io del 75, anch'io ho vissuto gli EELST come una fede messianica, li ho visti molte volte ed ogni volta quel coro "forza panino" cantato da tutto il pubblico battendo le mani a tempo in un turbinio di bandiere... beh non so se la nostra generazione ha davvero degli idoli o degli eroi (siamo solo noooooi mi verrebbe da cantare) di riferimento, noi che siamo stati gli ultimi ad entrare da vecchi nel 21 secolo... ma abbiamo un inno, forza panino!

    RispondiElimina
  69. Direi senza se e senza ma "il vitello dai piedi di balsa" perchè ha una varietà musicale pazzesca, un testo che mi fa schiantare

    Poi visto che siamo in tema europei di calcio ci aggiungo extra la grande "Nessuno allo stadio" con un gran video stile Bee Gees!

    http://www.youtube.com/watch?v=PB_sL2bQkNo

    "Nessuno fluidipheeca" è genialità pura!

    RispondiElimina
  70. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  71. Voto Tapparella: troppo vera, troppi ricordi, troppo canzone generazionale, è un pò un "Giovane Holden" musicale.

    RispondiElimina
  72. Mio cuggino

    Mi fa rivivere ad occhi aperti quel periodo in cui ci si sfidava a chi la sparava più grossa, con le leggende metropolitane che diventavano più importanti dei fatti reali

    RispondiElimina
  73. "Maaaaa io ti shpalmerò ancora, è già pregusto il tuo sapore sul Pànino!"

    La vendetta del Fantasma Formaggino è pura genialità!
    Anche se i miei 3 neuroni hanno fatto una riunione di 4 ore per rispondere a questa domanda! E comunque...

    "Gino Bramieri è molto più indulgente, ti prego si accondiscendente e concedimi l'amnistiaaaaa"

    RispondiElimina
  74. carro è già stato troppo quotato in realtà ce ne sarebbero molti, ma ne voglio scegliere uno recente "ingudi fra i nudisti" perché quando ho visto nel video "il puma feroce" sono morto dal ridere. (ma anche il finale con gli eli che passano da un sogno all'altro dove l'unica costante è l'orso mangoni è bellissimo)

    RispondiElimina
  75. Tapparella...senza alcun dubbio! Perchè nessun ex studente delle medie non può non riconoscersi in almeno uno (siamo realisti...almeno due)dei versi.

    E Forza Panino!

    RispondiElimina
  76. Assolutamente "CATETO" (per genialità di testo e musica). Dell'attuale repertorio fuori discografia sceglierei "Angela Piero" (da Parla con Me" e, ovviamente "In Generale".

    RispondiElimina
  77. Senza dubbio "La Vendetta del fantasma Formaggino" la Bohemian Rhapsody italiana, la Stairway to Heaven alla milanese, la Aqualung del bel paese! Musica e testo sono ineguagliabili, orgasmo da spalmare sul panino.

    RispondiElimina
  78. Cara ti amo. Per le mille e mille volte i cui l'ho cantata in coppia con qualche amico nelle serate ad adolescenziali... :)

    RispondiElimina
  79. Dunque dunque... la prima che mi è venuta in mente è "Il vitello dai piedi di balsa", che torna puntualmente da anni tra le citazioni del mio gruppo di amici.
    Ma siccome è tempo di Europei (oh Doc, domenica una bella cronaca delle tue, please!) dico deciso Nessuno allo Stadio, che gli Elii in assetto BeeGees mi fanno sempre ribaltare http://www.youtube.com/watch?v=PB_sL2bQkNo

    RispondiElimina
  80. Ecco, voi dite "Forza Panino" ed io mi commuovo al pensiero che il Panigada non c'è più... :'(

    RispondiElimina
  81. Eeeeeeeh, direi "La Terra Dei Cachi" perché mi ricorda della mia infanzia, passata indegnamente a chiedermi "Chi meenchia saranno mai questi Elio E Le Storie Tese?"

    Poi l'ho scoperto, ed è stato bellissimo.
    E via di discografia.

    RispondiElimina
  82. La preferita degli elii non esiste, varia secondo l'umore! In questo momento è "noi siamo i giovani con i blue jeans" tutti belli stretti però larghi in fondo :=)

    RispondiElimina
  83. facilissimo!!


    Jimmi I..."ma soprattutto FABIANA INCULAMORTI!!"

    RispondiElimina
  84. controcorrente:

    ragazza che limoni sola.

    come fare i pooh meglio dei pooh con uno dei pooh che canta...

    RispondiElimina
  85. Tapparella....senza ombra di dubbio...chi non ha mai ballato da solo e non se n'è vantato?

    RispondiElimina
  86. Servi della gleba!!!
    Perché si!

    Anche se "La vendetta del fantasma formaggino" con tutte quelle citazioni musciali merita tantissimo.

    Sfrutto l'occasione per porre una domanda, magari qualcuno potrà illuminarmi: è più fote Shpalman o Supergiovane?

    RispondiElimina
  87. Mah. Servi della gleba è stata la prima che ho sentito ed ero pure io così. Ma la mia attuale misoginia mi porta completamente Cara ti amo. Ci sarebbe anche Essere donna oggi. Ma a orecchio la prima stravince che

    RispondiElimina
  88. Tapparella per sempre, per l'intro di chitarra, per come spacca dal vivo, perchè mi ha sempre segretamente commosso quasi come se il comico fosse solo un velo su una piccola storia triste (e perchè, diggiamocelo, ai temi delle medie ero molto Panino io stesso).
    Però è stato come scegliere quale dei propri figli dev'essere mandato a morte... ragion per cui mi lascio sfuggire COUGHFossiFigoLaVendettaDelFantasmaFormagginoPresepioImminenteCOUGH!

    RispondiElimina
  89. "Addolorato"

    Si può chiudere il sondaggio, grazie.

    RispondiElimina
  90. A me piacciono tutti, col cazzo che scelgo in prima persona. E per piacciono intendo che quando li riporto alla mente devo iniziare a cantarli a squarciagola, non importa dove o con chi sono. Ne sa qualcosa la mia povera ragazza, la quale userò per rispondere a questo sondaggio.

    Siccome il brano con cui li ha scoperti (e che ha prodotto in lei il raptus di cantarlo a squarciagola per settimane) è "Il vitello dai piedi di balsa" la mia risposta è questa. C'ho anche il video nel telefonino mentre lo canta, che tenera.

    RispondiElimina
  91. Scelta difficilissima, ma voto Oratorium. Già solo per i ricordi che suscita, per cosa dice e come lo dice.

    RispondiElimina
  92. Sono d'accordo con i miei colleghi. Si, anch'io colpevole nel aver visto un 7 concerti degli EELST.
    Ai tempi d'oro mi sarò visto più di un centinaio di concerti (di serie A, fino a Z), gli Elii sono i live per cui ancora oggi perduro. Si, anch'io so tutti i pezzi a memoria (giusto dei problemi su cose difficili, tipo Abate Cruento o Pagano^^). Ma il medley "disco" del penulto tour?! (Pippero, La Chanson, Discomusic, Born To Be Abramo) ^_________^
    Si, sono d'accordo anch'io nel giudizio contro il Doc, che non si può tirare giù un sondaggio così: la critica è concorde nel ritenerti sudicio.

    Dato che l'atomicommunity, ha già spiegato e votato ampiamente per cose come Tapparella o Servi della Gleva, o Cateto, io mi concentro su un brano, per dire quanto mi colpì: Piattaforma!

    Certo, non ha per niente il sound che ci fecero conoscere in seguito, tipo con Pork & Cindy, ma tirarono fuori una cosa dalla volgarita così laida, da superare pure Silos o La Ditta ("prendi questo Michael Bublè!", detto dopo aver eseguito il ricercato pezzo jazz citato ^__^).
    Tornando a Piattaforma, non ero pronto ad un pezzo incestuso, con una bimba, che si rivela bimbo, allucinanti le metafore sessuali! (Poi, vabbè, nel cuore di un fan rimarrà sempre "senti come grida il peperone! PAM!")

    Curiosità che non ho mai letto in giro: l'intro della voce femminile in srilankese a John Holmes (una vita per il cinema), cita l'intro ispanico di donna, a Stop dei Jane's Addiction (con tanto di "JOHN HOLMES!" al posto di "HERE WE GO!", subito dopo l'intro).

    Seconda nota: pur se le note sono diverse, è difficile non riconoscere nell'intro di Cesareo a Tapparella, la stessa idea, le stesse sonorità, dell'intro di Frusciante, in Under The Bridge dei Chili Peppers.

    Terza nota: eccezionale La Terra dei Cachi, con la sua versione short, anch'essa a Sanremo (geniale il perchè abbiano fatto questa versione corta e veloce).
    La cosa che spesso non si coglie però, è che Neanche Un Minuto Di Non Caco, non è nient'altro che una versione PUNK de La Terra dei Cachi! (Fondamentale è il -cosidetto- "TUPA-TUPA" di Christian Meyer nel finale. Cioè la tipica cavalcata di batteria dell'Hard-Core Punk, del Punk-Core). Cioè, Elio (oltre che i Rockets) ha portato sul palco di Sanremo, il punk! O_O

    PS
    Grazie all'Anomimo per Oratorium, l'avevo solo sentita al live (brano che eseguono scambiandosi gli strumenti)

    RispondiElimina
  93. Viva il sondaggio telepatico!
    Solo 1-2 giorni fa scrivo al Doc chiedendo/proponendo il sondaggio Eliano in onore dei 20 anni esatti di Italian Rum, nei miei sogni un sondaggio sul miglior album (sarebbe stato più semplice ma forse meno magico e avrebbe vinto credo Italian Rum per motivi anagrafici, vedi attuale trionfo del Vitello, di Supergiovane e del Fantasma Formaggino).
    Come dicono in UK: little did I know che lo stava già progettando, in totale telepatia. O forse no, Elio è la cosa in assoluto più citata dal Doc, questo era l'aggiornamento che volevamo sotto sotto un po' tutti e da parecchio.

    Vorrei votare il 75% delle loro canzoni, vado con Piattaforma, ma la versione video "live": http://www.youtube.com/watch?v=K9_b6iTDStE&feature=related

    - Perché è incredibile, musicalmente, una delizia.
    - Perché citazione di un mega-classico, "je t'aime mois non plus".
    - Perché riesce a rivestire d'ovatta e a rendere gradevole e buffo il testo, a veder bene, più forte di tutta la loro produzione, cosa davvero rilevante, vista la "concorrenza". Due amanti, uno dei due bambini, un PADRE e un figlioletto che si scopre perfino maschio! Non che il tutto diventi più "Leggero", ma è l'ennesimo colpo di scena.
    - Perché nel 2012 è un video toccante, col grande Feiez, con la povera Paola Tovaglia, per chi l'ha conosciuta questo video dev'essere magico e straziante allo stesso tempo.
    - Perché è presa dal'album che avrei votato, forse anche per me per motivi anagrafici ma anche perché senza quest'opera non ci sarebbero stati gli Elii come li conosciamo, soprattutto se avessero annacquato i contenuti per far uscire l'album più facilmente, erano anni che erano fenomeno cult eppure l'album è arrivato solo nel 1990.

    Bastano questi motivi? Se non bastano la mia risposta è solo una. PAM. PAM PAM. PAM

    RispondiElimina
  94. Se proprio devo scegliere io voto per la vendetta del fantasma formaggino, in quella canzone c'è tutto lo humor degli Eelst condensato insieme alla loro grande cultura e abilità musicale. Mi viene in mente l'ultima volta che a casa ho visto Jesus Christ Superstar e a un certo punto son scoppiato a ridere apparentemente senza motivo. Quel film non lo posso più vedere restando serio, quindi permango della mia opinione...
    Come album preferito invece sicuramente direi Eat the phikis, in quanto il più completo in senso musicale di generi e di inventiva, ha dimostrato appieno che sono davvero artisti a 360° (e li ha resi "nazionalpopolari"). Oggi non ci sono gruppi alla loro altezza, nessun successore degno, al massimo artisti a 90° ma non perchè stanno raccogliendo lo scettro dei loro grandi predecessori...
    P.S.: la mia anima metal e l'orsetto ricchione mi invitano a citare una canzone che stranamente nessuno ha ancora votato nonostante sia una delle perle incomprese del gruppo: Omosessualità (cosa ci vuoi fare)
    http://www.youtube.com/watch?v=1Ss-tvjmeWc

    RispondiElimina
  95. Cara ti amo. Perché è Vera Vita Vissuta.

    RispondiElimina
  96. Li amo da 20 anni, sono Fava da 10, visti live una dozzina di volte, mai mezza delusione, li suono da una vita con immenso piacere.

    Detto questo, dico la mia:
    per me La Vendetta del Fantasma Formaggino sintetizza al meglio sia la loro enorme tara tecnica che la loro lucida follia nella stesura di testi.
    Tié:
    http://www.youtube.com/watch?v=oNZqyx4tF1k

    RispondiElimina
  97. Sono indeciso tra Carro e Il lato A,il lato B. Sono entrambe due gran canzoni.

    RispondiElimina
  98. Sono indeciso tra Carro e Il lato A,il lato B. Sono entrambe due gran canzoni.

    RispondiElimina
  99. @Utcheeow: grazie per il link. ;)

    Ah! A proposito: Paola Folli è immensa!!!

    RispondiElimina
  100. estate del 1994, ero al telefono (intendendo, in un mondo in cui i cellulari erano ancora pochi, che mi svenavo sala telefono di un bar)con il mio grande amore dell'università non corrisposto (ciao, Rossella!), la quale mi diceva che non sapeva se restare con il suo ragazzo, mettersi con quello che i suoi genitori avrebbero voluto per lei, stare un po' da sola o dare una possibilità a me. Io, del tutto spontaneamente, le dico che per lei posso essere tutto, amico, fidanzato, confidente, persona su cui contare, che insomma ci sarei sempre stato, qualunque fosse stata la sua decisione, ed aggiungo, sempre spontaneamente:"cosa vuoi di più?". solo in quel momento realizzo quello che stavo dicendo/facendo, nella mia mente si svolge una breve lotta "lo dico Vs non lo dico", vinta facilmente dal primo contendente, ed esplodo in un liberatorio : "Vuoi che mi infili una scopa nel culo così ti ramazzo la stanza?". quindi Servi della gleba, necessariamente.

    RispondiElimina
  101. Io direi Abitudinario (nubi di ieri sul nostro domani odierno).
    Perché? Davvero devo spiegarlo?

    RispondiElimina
  102. Tutti conoscete vero, la versione integrale di Servi della Gleba, con intro?

    L'importanza di questo pezzo, è anche tutta nella biografia, dove è raccontato che il momento più acuto della loro unione, è stata proprio la stesura di questo testo. (cosa doveva esserci e cosa no) Si rischiò la fine della band!

    RispondiElimina
  103. un noto attore australiano24 giugno 2012 15:03

    in quest'ordine:faro,cassonetto e no gianni no. le più rocchenrolle

    RispondiElimina
  104. Servi della Gleba. Ex-aequo con il rock and roll (fosse solo per le citazioni elevate e gli aggiornamenti nel testo nei vari anni) e Tapparella.

    RispondiElimina
  105. a pari merito Cara ti amo (perchè è stata la mia prima canzone loro sentita) e Servi della Gleba (il primo video visto!) ci sarebbe pure MIO CUGGINO :-p

    RispondiElimina
  106. Mi sa che son fuori tempo massimo per il sondaggio. E' il fuso orario.
    Comunque Tapparella.
    Inevitabilmente.
    (son quasi-Fava e seguo gli Elii da taaaaanto)

    RispondiElimina
  107. un po' in ritardo, ma non posso non partecipare al sondaggio del secolo, sia come importanza che come difficoltà. Perciò scelgo salomonicamente un brano minore, 'Help me' (http://www.youtube.com/watch?v=ydXoXGX8bRw). Ovvero come trasformare un omaggio scolastico dei Dik Dik a Ziggy Stardust in una vera canzone psichedelica proto-Bowiana, per stupire poi tutti con un finale a sorpresa fulminante in puro stile slapstick.

    RispondiElimina
  108. p.s. ehi, Doc, quando ho letto della tua intervista a Rocco Tanica sono andato a rovistare nei cassetti per recuperare l'unico numero di Digital Japan giunto nel mio paesotto dimenticato da Dio e puoi immaginare la mia sorpresa nel vedere la tua firma in calce alla suddetta intervista (e soprattutto che non ci fosse invece alla fine della recensione di 'Mezzo Forte' eh eh eh). Com'è piccolo il mondo!

    RispondiElimina
  109. p.p.s. comunque paragonare gli EELST agli Squallors è come confrontare i Monty Python col Bagaglino!

    RispondiElimina
  110. Sondaggismo troppo impegnativo. Sono mostruosamente indeciso tra "il vitello dai piedi di balsa" e "Parco Sempione" ma scelgo il secondo per il bellissimo video con la combriccola di Marcello Macchia.

    RispondiElimina
  111. la follia della donna

    http://www.youtube.com/watch?v=bXTdaWlCY9o

    dai, da Oscar.

    «...devo dì scarpe, ciao.»

    RispondiElimina
  112. Shpalmen
    perché scrivere il pezzo estivo di gran tiro e poi buttarlo in cacchiata è un lusso che solo gli EELST possono permettersi. Come a dire: te ne faccio uno quando mi pare.
    E poi perché anche a me una volta un tamarro voleva rubarmi la catenina.

    RispondiElimina
  113. Vado controcorrente, tanto sono anche fuori tempo massimo: "catalogna"
    Perché mi stupisco che nessuno l'abbia citata, e pi volendo ci sarebbe anche "cavo", perché sì

    RispondiElimina
  114. La vendetta del Fantasma Formaggino. Per tutto ciò che si è detto nei commenti precedenti (giochi di parole a ciclo continuo, ilarità, idea) ed in più per tutte le micro/macro citazioni musicali: da "Prisencolinensenainciusol" a "sei forte papà", da "andavo a cento all'ora" e "Un mondo d'amore" (ok, c'è mezzo repertorio di Morandi lì in mezzo) a "This Jesus must die" (un ritornello con bridge intero), solo per dire le prime che mi vengono in mente. E poi perché fa parte del migliore album degli Elii in assoluto, per me. La freschezza degli inizi con l'esperienza del secondo disco. E gli ospiti. La goduria.

    Subito dopo, la versione karaoke di Pagàno, con cui mi diverto a far venire i nervi ad un mio amico che non riesce a starci dietro :-D

    E poi, ok, tutto, ma proprio tutto.




    ...a parte che a me piace molto il cazzo.

    RispondiElimina
  115. Ragazzi, questo sondaggio mi ha reso un asino di Buridano al cubo, altro che il vendicatore preferito. La vendetta del fantasma formaggino? Ma è ingiusto verso decine di altre...

    RispondiElimina
  116. Italyan Rum Caususu Cikti e' stato colonna sonora e scuola di vita quand'ero regazzino. Dovendo scegliere UNA canzone, direi Il Vitello, forever. L'apocalisse del nonsense.

    Peccato che da Eat the Phikis siano andati in calando, ora che si sono messi a fare il gruppo umoristico-ma-impegnato li trovo inascoltabili :(

    RispondiElimina
  117. Mentre arrivavo in fondo ai commenti ho cambiato idea sessantaquattro volte. Alla fine opto per "Piattaforma", perché qualcosa deve avermi lasciato, se tutte le volte che passo davanti a una certa catena di supermercati urlo PAM e mia moglie minaccia il divorzio...

    RispondiElimina
  118. @el brujo: no, dai, almeno qui evitiamo il discorso 'dopo S.Remo si sono imborghesiti'...

    @O.T. Nad: pensa che 'Tristezza' è uno dei miei preferiti di Studentessi, per il ritmo ossessivo, per i passaggi da minore a maggiore (subito stoppati) e per la verità del testo

    RispondiElimina
  119. Ma valgono anche queste?
    http://www.youtube.com/watch?v=zVAHrwXC8Uk
    Altrimenti rimango sul classico e dico Il vitello dai pieid di balsa, solo perché è quella che mi capita di canticcchiare più spesso.

    RispondiElimina
  120. @amuro: evitiamolo pure :) Ammetto che pure in quello che (per me) e' il loro declino ogni tanto infilano delle perle clamorose, tipo quel pezzo il cui testo era una filastrocca di nomi di gruppi death metal.
    Mettiamola cosi', da un certo punto in poi hanno smesso di farmi ridere SEMPRE (cit.)

    RispondiElimina
  121. GLORIA GLORIA AL VITELLO DAI PIEDI DI BALSA!

    RispondiElimina
  122. Sticazzi se sono fuori tempo massimo per il sondaggio, gli Elii sono gli Elii.

    Anch'io li scoprii ai tempi delle medie e porca miseria tra due settimane faccio trent'anni -tanti auguri a me, tanti auguri a me-. Li ascolto da una vita, vista dal vivo N volte, dischi autografati quasi tutti. Come cavolo si fa a scegliere una sola canzone? Che perfino dopo anni di carriera, quando un gruppo normale ha esaurito le idee da almeno la metà del tempo loro se ne escono fuori con robe tipo Pagàno o Plafone.

    Stringendo il cerchio, però, alla fine opto sempre per Alfieri, perchè è una canzone-manifesto, perchè è una delle canzoni da cui tutto è partito, perchè ha mille versioni che sono tutte bellissime uguale e.. perchè sì.

    RispondiElimina
  123. http://www.youtube.com/watch?v=6hf0eyV9isY c'è tutto!

    RispondiElimina
  124. Vado controcorrente, dopo aver cambiato idea mille volte, ma vi dico:
    STORIA DI UN BELLIMBUSTO

    http://grooveshark.com/s/Storia+Di+Un+Bellimbusto/3AZPD7?src=5

    Perchè mi fa proprio ridere

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails