venerdì 25 novembre 2011

24

Prometheus: attento che ti scott, Ridley

Con questa meravigliosa battuta da quarta elementare, e con la foto di Michael Fassbender che guarda il coolo di una collega, andiamo a parlare di Prometheus di Ridley Scott, quello che doveva essere il prequel di Alien e invece, ualà!, non lo è più. Forse. Ché ancora non si è ben capito. E, già che ci siamo, ci guardiamo pure tipo un nuovo, piccolo Blade Runner. Cioè, ora e subito […]
Quella cosa del Nello spazio nessuno può sentirti urlare c'è ancora chi oggi, nell'anno del Signore 2011, la ricicla come sottotitolo in recensioni svogliate dei videogiochi di Alien. Se incontrate uno di questi soggetti dal vivo, guardatelo dritto negli occhi e colpitelo con un violentissimo SBRUOTLF
Dicevi: Prometheus è nel 2009 un film ancora senza titolo, ma ambientato trent'anni prima di Alien (l'originale del 1979) e girato dal padre putativo della saga, Ridley Scott in barba e ossa. E' una storia in due parti, ovviamente in 3D (ché ormai questa gente ti fa vedere con gli odiati, inutili occhialini treddì pure le foto del battesimo della figlia), incentrata sulle prime magagne di Weyland Industries e Yutani Corporation, quando ancora erano due entità separate non amministrate da Marchionne. Nel 2010, man mano che il budget scende dai 250 milioni di verdi cucuzze chiesto da Scott a 150, poi a un centinaio e infine a un giro di brioche e cappuccini al bar San Carlo di Quattromiglia, emergono nuovi dettagli. Finché, nel gennaio di quest'anno, non salta fuori anche il titolo, Prometheus, e, a stretto giro di posta, una salva di interviste in cui Scott dichiara che questo non è più un prequel di Alien. Ché si è partiti da lì, occhei, d'accordo, ma strada facendo vedrai che non sei più da solo si sono pentiti. "Stiamo creando una storia e un mondo molto più vasti di quelli di Alien, diversi", dice Scott. Il Ridley Scott del gennaio 2011, perché il Ridley Scott di fine febbraio sostiene invece che c'è "un forte legame" tra i due film. Mentre i fan si grattano la testa così forte da provocarsi severe irritazioni del cuoio capelluto, lo sceneggiatore Damon Lindelof chiarisce le idee a tutti spiegando che "è un prequel, ma non è un prequel. Perché è ambientato nello stesso mondo ma ha temi, storia e personaggi diversi". E sì, insomma, piantatela: prequel, non prequel, non facciamo i soliti infantili gné-gné. Sarà, ma a pensar male, in mezzo a questa selva di bandierine della libertà creativa sventolate da Ridley e i suoi, inizi a intravedere la sagoma di un'enorme paraculata, di un buttiamolo lì, oh, che ce frega: poi se piace lo infiliamo nel prossimo cofanetto di Alien (ALIEN ESALOGY! BUY IT NOW, YOU PIRLA!), e se invece floppa a bestia niente, scusate, abbiamo scherzato, non era Alien, eh, ve l'avevamo detto.
La speranza che sia sufficientemente un prequel di Alien vero e proprio, su una scala da zero a MI SPIEGATE COSA DIAVOLO ERA QUEL COSO, L'ALIEN JOCKEY, CHE ME LO CHIEDO DA ALMENO VENT'ANNI, PER CORTESIA? non l'hai però abbandonata.
Ci vuoi credere, che questo forseprequel di Alien sarà una figata. Perché Scott non è un vecchio scorreggione rincoglionito come Spielberg, e anche perché il cast di Prometheus scalcia culi, tira giù nomi, poi torna indietro, controlla la lista dei nominativi e riprende a distribuire poderose pedate nelle chiappe. Ché, cioè, c'è Michael Fassbender che ti fa l'androide, Idris Elba che fa il capitano di una nave, e la tipa pheega ma tostissima questa volta è Charlize Theron

Buttala via
E parlando di capolavori di Ridley Scott, cioè di Soldato Jane del solito e unico Blade Runner, nella viva speranza che quella storia dei sequel E dei prequel non si concretizzi tipo MAI, la Stargate Studios - azienda specializzata negli effetti speciali di serie come Heroes e The Walking Dead - ha realizzato un suo omaggio al più grande film fantascienzo della storia del cinematografò. Una robina girata tutta con telecamere a mano e con una bella iniezione di effettazzi offerti dalla casa. Si chiama XIIT, dura nove minuti, i primi due o tre sono visivamente da lacrime napulitante, e prima di rendervene conto avrete cliccato su questo link e ve lo starete già guardando.
Stasera si va a vedere Real Steel. Ne parliamo in (tarda) serata. There's no easy way out, eccetera eccetera.



24 commenti:

  1. Concordo. Questa selva di voci che affermano, smentiscono, e poi sì è questo, e poi no scherzavamo, che burloni! Sà di enorme paraculata. E quando succedono di queste cose raramente ne vien fuori una roba decente. Mah.
    Il corto lo vedró più tardi che se provo a aprire un video col telefono probabilmente sullo schermo mi apparirebbe un bel dito medio.

    ( can't wait per la doc-rece, che ormai ti sfrutto a mo' di blog cinematografico. Devo dire che vorrei andare a vederlo Real steel -principilmente per la presenza di Hugh Jackman, sbav.. Ehm...- ma se dici che è una roba ignobile mi risparmio questo dinero)

    RispondiElimina
  2. Il film del pupazzone da boxe che ROTFL.
    Spero ci sia un Ivan Drago fuso con un terminator come avversario, o almeno un Rambo con innesti cibernetici.
    Andrebbe bene anche Bender che ti Offender...
    Quanto mi manca la fantascienza.

    RispondiElimina
  3. A me real steel mi sa tanto di: "...CAGATA PAZZESCA" [CIT. Rag. Ugo Fantozzi]

    RispondiElimina
  4. Prequel, non prequel. E di Alien On Ice ne vogliamo parlare? No? Ecco, meglio di no...

    E già che siamo in vena di cinenews, una nota su Sbrodolo e Terrore e un'altra su Tristezza e avvoltoi.

    Che fine ha fatto il cinema?

    RispondiElimina
  5. Certo che fanno ridere con 'ste dichiarazioni scilipote, ma fate 'sto film e zitti no?
    Real Steel va bene solo per tornare a gustare un fiammante recensione di quelle che piacciono a noi. Il robot che si allena, certo come no. Io ho allenato il frullatore, dopo un intenso training frulla meglio degli altri e mi sento finalmente realizzato.

    p.s. Xiit è una figata, con una protagonista veri nais!

    RispondiElimina
  6. Certo che per essere una società di FX, hanno un bel sito di merda eh...

    RispondiElimina
  7. Oggi leggo con calma, comunque pare sia il secondo episodio delle trilogia "Urla nello spazio":
    Nello spazio nessuno può sentirti urlare; Nello spazio qualcuno può sentirti urlare; Nello spazio cani e porci possono sentirti urlare.
    Soccombo sotto i colpi di troppa fantascienza in un lasso di tempo troppo breve.

    RispondiElimina
  8. Tutto questo conferma e poi ritratta è come dice il Doc. una grande opera di marketing, ultimamente si usa fare una campagna virale prima che esca un film ammerrigano! Sale la curiosità e se ne parla un botto, che poi se il film merita o meno conta che incassi 'na cifra ai botteghini!! ALIEN ESALOGY! BUY IT NOW, YOU PIRLA! Fortissimo come slogan!! E io sono uno di quelli che pur avendo il cofanetto di alien ho speso un bel 69 euri sulla baia per prendere la testona di Alien con all'interno tutta la filmografia, che poi i dvd non li ho mai tirati fuori ma il testone dello xenomorfo è li che mi fissa tutti i giorni dall'alto della mia vetrinetta e fa abbastanza brutto!!!

    RispondiElimina
  9. Evviva! La rece di Real Steel! :D

    RispondiElimina
  10. Purtroppo mi avvisano dalla regia che il film di robocazzotti è stato smistato su un cinema del menga. Ergo lo si va a vedere domani pomeriggio al multisala. La recenZione presenterà pertanto un ritardo in partenza da regionale del Sud: circa 18 ore.

    Fischi, lancio d'ortaggi, bottanonva'.

    RispondiElimina
  11. Ma fare pace col cervello pare brutto?

    Se tu, regista ammerigano, mi fai un film ambientato nel medesimo contesto, fedele alla continuity e temporalmente collocato prima di altri films preesistenti, stai girando un "prequel" anche se lo vuoi chiamare "Pannunzio"! :D

    RispondiElimina
  12. Prequel, sequel, reboot, remake, fast forward, rewind, press play on tape...
    Famo spin off e non se ne parli più, se è la stessa continuity/universo ma tratta di faccende collaterali, mi pare la descrizione che più gli si addice, poi facciano loro.
    Fassbender e Theron sono una garanzia da non sottovalutare e riaccendono qualche speranza, ma avevo capito che la videnda avrebbe trattato SOLO di alieni, mi sa che sono rimasto indietro.

    P.S.: XXIT mi ha reso gli occhi lucidi già nei primi 8 secondi, è una cosa grave ?

    RispondiElimina
  13. @ Marte
    Scott è Inglese

    RispondiElimina
  14. Brutta storia, bella to... ehm, bella donna la Theron, sempre.

    RispondiElimina
  15. Il nome del film non promette nulla di buono. Non vorrei che gli spettatori facessero la stessa fine di Prometeo, inchiodati alla poltroncina del cinema a mangiarsi il fegato!
    Bello il cortometraggio della Stargate Studios. L' attrice protagonista del video è chiaramente Barbara Bouchet! XD

    RispondiElimina
  16. DOC
    L' Alien Jockey sembrerebbe sia la razza che ha creato gli xenomorfi, come arma di distruzione di massa.
    Tipo astronave in viaggio con uova in freezer, se ne scongela una dalla quale esce il feisaggher che va addosso all AJ e che lo insemina a dovere (probabilmente via nasale, controllando le dimensioni del cristo là seduto...
    parapiglia, scatta il gioco della bottiglia, e l'astronave precipita col suo carico di sfaccio.

    Ma di tutto quello che ho scritto non mi prendo ne paternità ne responsabilità, sia chiaro.

    RispondiElimina
  17. Adriano: eh, ma son teorie, lo so. Sarebbe pure ora di tirar fuori una versione ufficiANTE dei fatti, ecco.

    RispondiElimina
  18. E un bel LOL a Soldato Jane non vogliamo regalarlo? E regaliamoglielo, dai.

    RispondiElimina
  19. Sempre sbavato per quella superslurp della Sheridan, una delle mie MILF preferite.
    Hanno pure cannato il suo nome nei titoli di coda...

    Sob.

    RispondiElimina
  20. Avevo rimosso "Soldato Jane" come film diretto da Ridley Scott! Ricordavo solo un film con Viggo Mortensen coi baffoni da Village People e le bocce di Demi Moore che recitavano battute memorabili...

    Speriamo bene su questo Prometheus, certo che partiamo già con Androide+Donna protagonista+Donna di secondo piano mascolina+Qualcun altro stereotipo da film con colonial marines, bah vedremo

    RispondiElimina
  21. Io però vorrei vedere una bella rece su i nostri eroi alla riscossa.
    Mi domando cosa ne verrebbe fuori.
    Ma anche su quel capolavoro di film che è Batwoman.

    RispondiElimina
  22. Aspetto la rece di Real Steel, che andrò a vedere mercoledì (quindi la leggerò come minimo giovedì, giusto per non togliermi sorprese).

    Fassbender a parte, però, questo prequel/reboot/remake/ecc. non mi sconfinfera troppo. Sono già rimasta scottata da quella trojata di Predators per ricascarci di nuovo. Mi diray, Scott non è Nimrod Antal, ma.... mah.

    RispondiElimina
  23. L'Alien Jockey (o come caspita si chiama) era stato ampiamente spiegato in una serie a fumetti della fine degli anni 90.

    Ora, non so quanto vengano considerati canon (per niente, visto che la storia di Ripley era tutta diversa dai seguiti ufficiali) ma volendo cazzocene...

    Colpo di scena durante la storia era proprio l'arrivo a sorpresa di questi alienoni giganti con i piedoni a tronco e la proboscidona, coi gigacannoni e le astronavi a U come quella di Alien, appunto.

    Ora, non che mi ricordi molto altro ma se cerchi tra le serie ufficiali di fine '90 vedrai che salta fuori :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails