lunedì 18 luglio 2011

34

Baywatch Nights, Thunder in Paradise e i loro fratelli: spiagge, tette e pistole. Pochissime le pistole (Telefilm pezzenti degli anni 90. Parte I)

C'è che stavi pensando che non è giusto prendersela sempre e solo con Buffy l'ammazzatesticoli. Perché di serie ridicole, brutte, infinitamente pezzenti su una scala da zero a i produttori sono finiti a lavare i vetri ai semafori, gli anni 90 ne hanno sfornato a strafuck. Certo, probabilmente poche raggiungevano il livello di cialtronaggine di Buffy, è vero, siamo d'accordo, ma ce n'è comunque talmente tante da tirarne fuori una nuova, scintillante rubrica dell'Antro Atomico dedicata ai serial morti di sonno degli anni 90, che ci accompagnerà per le prossime settimane (leggi: fino a quando non ti viene a noia). Si parte, e non poteva essere altrimenti, dai cuginetti pezzenti di Baywatch. Perché uno pensa che non possa esistere nulla di peggio di una minchiata come Baywatch; che undici stagioni di tizie perate e truccatissime che salvano cazzoni incapaci annaspanti in venti centimetri d'acqua siano imbattibili. E invece c'è chi è riuscito a fare di peggio. Molto di peggio. Infinitamente di peggio? Infinitamente di peggio […]
BAYWATCH NIGHTS (1995-1997)
(Baywatch - pheega + Miami Vice + X-Files + Scooby-Doo)
Della serie originale di Baywatch, andata in onda per dodici anni tra l'89 e il 2001, si legge su uichipìdia che è entrata nel Guinness dei primati come telefilm più visto al mondo, con un'audience settimanale di oltre 1,1 miliardi di spettatori. Un serial trasmesso in 142 paesi, in 44 lingue, di cui l'80% della popolazione mondiale ha visto almeno un episodio. Ora, lo sanno tutti, ma proprio tutti, perfino quelli con una faccia tipo Andrea Agnelli, che il segreto di tale incredibile successo era essenzialmente questo:
Tutti, tranne GLI STESSI PRODUTTORI di Baywatch, che nel '95, sopravvalutando nettamente i propri meriti, hanno questa idea geniale di uno spin-off privo dell'unico elemento di interesse della serie madre. Il che, sì, esatto, era un po' come realizzare uno spin-off di Supercar senza la supermacchina.
(una foto del progetto Supercar Nights)
Baywatch Nights segue le avventure come investigatori privati di Mitch Buchannon/David Hasselhoff e del sergente Garner Ellerbee. Il tizio di colore con i baffoni di Baywatch. E se vi state domandando A CHI DIAVOLO GLIENE SIA MAI FREGATA UNA INFIOCCHETTATISSIMA CIPPA DEL TIZIO DI COLORE CON I BAFFONI DI BAYWATCH, tenetevi forte, perché il peggio deve ancora arrivare.
"Sono il clone di Mitch. Molto lieto"
La prima stagione del telefilm, nonostante l'ingresso in corsa di topa fresca forze fresche (Donna D'Errico, in seguito riciclata come bagnina del Baywatch vanilla), fa talmente pena e schifo che gli autori hanno un'ALTRA GENIALE PENSATA per rilanciare la serie. Girare il tutto per la seconda stagione a clone di X-Files, imbottendo le indagini di Mitch e degli altri di storie sul paranormale spinto: da una sirena mutante assassina a un vichingo ibernato, dai mostri marini ad alieni appassionati di surf (no, sul serio). Quando in un episodio si arriva a clonare Mitch Buchannon per salvargli la vita da alcuni parassiti brasiliani, la serie non ha saltato lo squalo: ha saltato un intero branco di mako che stanno ballando la danza kuduro. Ricapitolando: un gruppo di bagnini che di notte, come hobby, fanno gli investigatori privati e si ritrovano alle prese con dei casi a metà tra Scooby-Doo e Martin Mystère. È SINCERAMENTE INSPIEGABILE che anche questa seconda stagione sia stata accolta a sputi e pernacchie e che la serie sia stata cancellata, guarda. 


THUNDER IN PARADISE (1994)
La faccia, santo cielo: la faccia!
(Baywatch + Hulk Hogan - leccate di culo a Vince McMahon + esplosioni inutili + A-Team + Miami Vice + Magnum P.I. + Carol Alt + TRANSFORMERS - fratelli Vanzina)
Ma la cosa veramente fantastica, in tutto questo, è che GLI STESSI AUTORI DI BAYWATCH NIGHTS avevano già tirato fuori due anni prima un'altra, incredibile, vergognosa, terrificante, meravigliosa puttanata. Dopo un episodio pilota lanciato con sprezzo del pericolo sul mercato dell'home video nel '93, Thunder in Paradise diventa nel 1994 una serie vera e propria. La prima e grazie al cielo unica stagione di un telefilm che segue le avventure di due, uh, mercenari: Hulk Hogan e il figlio di Jack Lemmon
Hurricane e Bru. Sullo sfondo si intravede Thunder, il motoscafo che hanno comprato ai saldi di M.A.S.K.
Due mercenari che lavorano in Florida, e inseguono i criminali a bordo di un, uh, super-motoscafo trasformabile. Dice: eh, ma manca la pheega.
No, non manca
No, perché i due mercenari con i nomi da cartone animato hanno ovviamente questa amica, un'ex modella super-topa (Carol Alt) che gestisce un bar sulla spiaggia frequentato solo da ex colleghe anche loro tutte pheeghe. Del resto, quale coppia di mercenari muniti di supermotoscafo non ha amicizie del genere?
Sono bastati i 22 episodi della prima stagione per far capire agli autori di aver fatto una minchiata, spingendoli a chiudere baracca e burattini (il burattino era Hulk Hogan) e a dedicarsi ad altri nuovi, meravigliosi progetti come Baywatch Nights. In compenso, una sola stagione è stata più che sufficiente al telefilm per vedersi dedicare il suo "gioco ufficiale interattivo per CD-I".

Un gioco dimmerda per una console dimmerda, tratto da un telefilm dimmerda. Complimenti
ACAPULCO H.E.A.T. (1993)
(Miami Vice + I ragazzi del Computer + I video di Sabrina Salerno + Fabio Lanzoni quello degli Harmony - Gigi e Andrea)
No, con Acapulco H.E.A.T. gli autori di Baywatch non avevano nulla a che fare. Almeno quello. La storia è quella di un gruppo di agenti segreti (l'acronimo sta per Hemisfere Emergency Action Team) che combattono i terroristi, o qualcosa del genere. Ad Acapulco e nei Caraibi, perché lì il crimine si combatte in modo molto più rilassato. Gli agenti di questo corpo speciale sono pheeghe in costume pescate dal paginone centrale di Playboy (Alison Armitage), da Dynasty, da dove capitava.
Albania, stiamo arrivando
Nel cast, anche Fabio Lanzone, quello delle copertine dei romanzi rosa. La serie è durata l'arco di una sola stagione, ma anni dopo ne è stata realizzata con un cast quasi del tutto nuovo una seconda, pensata inizialmente per il solo mercato europeo. Ché si sa che ai tedeschi queste stronzate piacciono un casino. In una puntata, pare, c'era pure David Carradine, ma non hai avuto il coraggio di controllare. Guardiamoci la sigla, via.
V.I.P. (1998-2002)
(Pamela Anderson - l'attrezzo di Tommy Lee + Charlie's Angels + Guardia del Corpo + Benny Hill Show)
Chiudiamo questa quaterna della vergogna con quell'ALTRA serie con Pamela Anderson. E' il 1998 quando J.F. Lawton, autore di capolavori della storia del cinematografò come il film di Dead or Alive o la pellicola di denuncia Cannibal Women in the Avocado Jungle of Death, se ne esce con questa idea di V.I.P.
Pamela Anderson viene ingaggiata da un'agenzia di bodyguard e riesce ogni volta a risolvere puramente a culo i casi di cui si occupano i suoi colleghi. Dice: ma quali casi? Di che casi si occupano delle guardie del corpo? Non guardate da questa parte. 

"Con la crema alle foglie di... Foglie di che? Foglie"
La natura metareferenziale delle storie, l'autoironia della Pamelona nostra, ma soprattutto il fatto che lei e le colleghe fossero sempre vestite da tigri del ribaltabile ha permesso a questa solenne minchiata di tirare avanti addirittura per quattro stagioni. C'è da dire che almeno, delle quattro, questa era l'unica serie che faceva ridere DI PROPOSITO. Ah, ne hanno realizzato anche un videogioco per PS2. Quello però faceva piangere.
Sì, quella è proprio una barra della credibilità
E per oggi la chiudiamo qui, dai, che ti senti già venir su la colazione. Quali telefilm pezzenti degli anni 90 verranno riportati alla luce, con l'unico scopo di coprirli un po' di ridicolo, nel prossimo episodio di "Telefilm Pezzenti degli anni 90"? Relic Hunter? Agli ordini papà? Quattro tatuaggi per un super guerriero? Nessuno lo sa, tranne l'Uomo Ombra. E il clone di Mitch Buchannon.


POST CORRELATI

34 commenti:

  1. Dopo la descrizione del Doc, devo recuperare Baywatch Nights.

    RispondiElimina
  2. Indicibile, passavo le giornate con questi telefilm, ma non avevo proprio nient'altro da fare?

    RispondiElimina
  3. V.I.P. faceva veramente scompisciare... e le topolone gli davano un tocco onanista non disprezzabile...

    RispondiElimina
  4. Ma a me Relic Hunter piaceva un sacco...non sono più degno di frequentare l'antro ?

    RispondiElimina
  5. "Dice: eh, ma manca la pheega.

    No, non manca"

    Applausi.

    Comunque, il solo pensiero di un clone di Mitch che vaga libero nel mondo mi inquieta. Sarà mica lui l'allenatore della squadra tedesca nel film "dodgeball"??
    http://goo.gl/PKLZw

    RispondiElimina
  6. Enrico -kelith: no, quello era il clone malvagio, apparso in un'altra puntata

    Stafilococco: dipende. Se ammetti che lo guardavi solo per Tia Carrere fai ancora in tempo a salvarti.

    RispondiElimina
  7. Di Baywatch Nights avevo visto poco tempo fa un'esilarante videorecensione della sempre divertente Obsucrus Lupa, nel sito "del tizio con gli occhiali".
    Agevolo il link perché prende proprio un episodio che riassume benissimo lo spirito del serial:
    http://thatguywiththeglasses.com/videolinks/40-front-page-scroller/30712-obscurus-lupa-baywatch-nights-the-eighth-seal

    RispondiElimina
  8. Usti Acapulco HEAT proprio mi mancava.. e c'era pure Fabio!!
    Devo essermi perso un cazzo di qualcosa! Q_Q

    RispondiElimina
  9. Nonostante il richiamo delle pere di BW, negli anni'90 avevo già abbandonato i "telefilmi" americani, e a leggere 'sti spassosi post ho fatto bene.

    RispondiElimina
  10. anche a me acapulco mancava!

    doc ti do dei suggerimenti:
    21 jumpstreet
    catwalk
    La ragazza del futuro
    clarissa explains it all

    RispondiElimina
  11. Ah! Relic Hunter! Le cui repliche ricicciano fuori in ogni dove, come e quando! Forse alla fin fine è la meno peggio, credo. E poi dove la trovi un' altra bella figliola ad origini filippine, cinese e spagnole nata alle Hawaii (fonte uichipidia)?

    RispondiElimina
  12. Cannibal Women of the Avocado Jungle of Death l'ho visto ed un film di rarissimo pregio su una scala da film di serie Z a fatelli vanzina.

    RispondiElimina
  13. Neanche il tempo di aprire il post, Doc, e mi hai piegato con "Buffy l'ammazzatesticoli" XD

    Ora torno su e leggo il resto...
    (ancora rido xD)

    RispondiElimina
  14. Se fai un gioco schifoso per PS2 che ha un meter chiamato Credibility devi porti delle domande.

    RispondiElimina
  15. David Hasselhoff deve avere una cache talmente alta (o i produttori essere talmente pezzenti, e non so perché "propenderei per la seconda ipotesi" - cit.), che per rientrare nei costi gli fanno fare sempre almeno due ruoli: l'eroe (... vabbè, sorvoliamo, è semantica) e il cattivo. Già dai tempi di Supercar...

    Un plauso a Fabio l'attoreslashmodello, e modestamente non il contrario... xD

    RispondiElimina
  16. V.i.p. mi piaceva, ovvero c'era Pam Anderson... E non toccatemi Relic Hunter, è stato un gran telefilm. Un pò Indiana Jones, un pò Lara Croft, un pò boh... Un pò Tia che non ha niente a che fare con Lara, o con Indiana...

    RispondiElimina
  17. Di tutti questi telefilm avrò visto si e nò 5 minuti per serie.
    Perchè non creare un post con i cartoni più brutti e pezzenti di sempre?
    Solo quelli americani si potrebbero riempire 4 o 5 post.

    RispondiElimina
  18. Doc, la rubrica varrà solamente per i telefilm amerrigani o ci saranno anche quelle INDICIBILI PU****ATE dei telefilm francesi (esempio)?

    Ah, un'altra cosa, varrebbe la pena fare anche un post con tutti i telefilm fatti dalla Cristina di Frumento (Arriva Cristina, Cristina, Cri Cri, Cristina l'Europa Siamo Noi), soltanto che io ho lo stomaco troppo debole per farlo... È soltanto una proposta, veh :-))

    RispondiElimina
  19. "la serie non ha saltato lo squalo: ha saltato un intero branco di mako che stanno ballando la danza kuduro"

    Ahahahaha! :D

    RispondiElimina
  20. doc, ti prego non dimenticarti di hercules, xena, simbad, robin hood e tutta quella manica di copie del telefilm con l'uomo pantene dell'anno kevin sorbo! la sua carriera cinematografica post-hercules è stata altrettanto degna

    RispondiElimina
  21. Doc, se arriverai ad attingere ai telefim tedeschi ne verdemo di tutti i colori...
    Ricordo distintamente una serie made in Germany dal nome "Invincibili Angeli" nella quale 3 ragazze-spia risolvevano ogni problema.

    Ricorda qualcosa?

    RispondiElimina
  22. Che poi negli anni 90 hanno anche realizzato un sequel/spinoff di Supercar (molto prima di quel sequel porcata degli anni 2000): Team Knight Rider, dove abbiamo 5 eroi al prezzo di 1 (LeaderFigo/GoodGirlGnocca/NegroneCheMena/BadGirlGnocca/NerdFigo), ognuno col proprio veicolo parlante...peccato che da noi è rimasta inedita.
    Ecco la sigla in tutta la sua epicità.

    http://www.youtube.com/watch?v=8jk8dhYQqoA

    Riguardo ad Acapulco H.E.A.T. (adoro gli acrostici), il ruolo di Fabio era quello del proprietario del resort/QG del nostro action team preferito e a livello narrativo aveva lo stesso valore di una palma o di una sedia: non credo che in tutta la serie abbia dato un cazzotto.
    Da notare anche la presenza del personaggio interpretato da Graham Heywood nel team, tanto per far vedere che in un team di gente figa c'e spazio anche per un tattico normale/imbranato/tendente al bruttino...Che sia un esempio di Mary Sue degli ideatori dello show, oppure volevano un personaggio a cui il pubblico sfigonanista potesse identificarsi?

    RispondiElimina
  23. caro Doc, io vorrei citare a titolo di cronaca: Alta Marea /High Tide (1994-1997) con i due fratelli che erano surfisti, avevano un negozio per surfisti ma non disdegnavano il lavoro di detective; pacific blue (1996-2002) ossia i baywatches in bicicletta, uno dei corpi più ridicoli di sempre forse se avessero fatto unità di polizia postale o nonni vigili sarebbe stato meno ridicolo.

    RispondiElimina
  24. Bella gente, sotto con le proposte (ma no, niente robe francotedesche, per carità)

    RispondiElimina
  25. Sabrina, vita da strega, e ho detto tutto, SETTE STAGIONI! e hai coraggio di lamentarti di buffy, che, prima stagione a parte, aveva spunti interessanti.

    Poi c'è renegade, streghe, sweet valley high, e il TREMENDO settimo cielo (ARGH!)

    RispondiElimina
  26. A perchè, quello con il crick... spetta come si chiamava... a si, doson crik O_o'

    RispondiElimina
  27. "Con la crema alle foglie di... Foglie di che? Foglie"

    W la Vulvia!

    Sono fiero di me stesso, rientro in quel 20% che non ha visto nemmeno un singolo episodio di Baywatch, anche perchè a me piace la carne, non la plastica.

    RispondiElimina
  28. Fantastica citazione di Aniene, poi con la barra della credibilità mi hai spezzato

    RispondiElimina
  29. Pensare che Thunder in Paradise lo passano ancora nelle tv private.
    E pure V.I.P. ...
    Salvatevi!!

    RispondiElimina
  30. Non mi capacito di essermi perso Team Knight Rider. Cioè, per quale motivo non importare una tale perla rara? Tsè...

    RispondiElimina
  31. Mi ricordo solo V.I.P. ed era abbastanza povero come telefilm per interessarmi.....
    Ma a me in generale i telefilm da pochi spiccioli hanno sempre fatto schifo.

    Pregherei il fanbase del Doc di evitare di stipulare una listona di telefilm pacchi,che sicuro il Doc c'ha il mejo der mejo.

    Ps: mon mi toccare Relich Hunter che io Tia la amo.

    RispondiElimina
  32. V.I.P. le repliche le buttano ogni tanto su Italia minchia...
    trucidissimo!

    RispondiElimina
  33. Non dimenticate Young hercules, lo spin off di hercules...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails