lunedì 7 marzo 2011

23

Marvel vs Capcom 3: molto circo, un po' legno

"Donne, è arrivato l'arrotino intergalattico! Se avete un pianeta a gas, noi ve lo..."
Un tuo collega, il barbuto uomo della birra Duff, sostiene da tempo una condivisibile tesi sulla ripartizione di tutti i picchiaduro in LEGNO e CIRCO. Marvel vs Capcom 3 parte indubbiamente circo [...]

Perepè qua qua, qua qua perepè
Quanto e MOLTO più di Marvel vs Capcom 2 (ma esattamente come Tatsunoko vs Capcom), infatti, Marvel vs Capcom 3 è una grande girandola di colori, suoni, luci, scritte fluo a schermo, flash, clown, trapezisti, ballerine ed elefanti sul monociclo. Scegli il sistema di controllo "Semplice", per dire, e senza saper leggere né scrivere né eseguire una mezzaluna he sia una ti basta premere un tasto per tirare fuori proton cannon, hadouken, prese, super-hyper-combo, aerial combo, calci in culo, raudi, miccette. Tanto che durante le prime ore di gioco è facile ritrovarsi lì, a fissare di traverso quel sovrapporsi epilettogeno di macchie luminose, chiedendosi cosa MINCHIA STIA SUCCEDENDO.
Schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm la supermossa. Circo
Decisamente circo
Affrontato così, Marvel vs Capcom 3 è uno di quei titoli che potrebbero giocare anche i macachi. No, davvero. 
Ma, a sorpresa (e anche un po' a tradimento), Marvel vs Capcom 3 è anche LEGNO. Perché se provi a giocarlo serio, se vuoi fare il figo concatenando combo di un certo spessore, la curva di difficoltà passa da una linea piatta a una perfettamente perpendicolare al suolo in un nanosecondo (che non è il fratello di Silvio).
"Hulk spacca pavida tizia sempre morta!"
Basta ad esempio cimentarsi con le Missioni (dieci per ciascun personaggio), che ti chiedono di eseguire ciascuna una certa mossa. Le prime due di ciascun lottatore? Circo, circo facile, con biglietti omaggio. Dalla terza/quarta in poi? LEGNO. Legno totale per virtuosi dello stick, nell'accezione non pornografica dell'espressione.
Un legno che serve? Che paga? Mah, non l'hai ancora capito. Ma dovessi proprio dire, diresti di no, perché un minimo di circo cosciente riesce a vincere online senza sudare sui cultori del legno che non siano veri, autentici mostri.
Solo, per l'amor del cielo, NON leggete le schede dei personaggi Marvel dopo averle sbloccate. Non solo sono state tradotte in un italiano tipo call center di Mumbay della Microsoft, ma i valori sono tutti sballati. Chris Redfield praticamente con la stessa abilità in combattimento e più forte DI CAPITAN AMERICA? Ma vaffanculo, va
Resta dunque da chiedersi se, sospesi a metà strada nell'inedito circo tappezzato di legno, a metà pellicola di un buddy cop movie in cui un poliziotto è buono e l'altro pure, sia il caso di apprezzare un titolo di questo tipo, al punto di devolvere quella cinquantina di euro in beneficenza al gheimstop più vicino. Andrà detto allora MvC 3 è indubbiamente, prima che un picchiaduro, un gioco per i fan dell'Universo Marvel, che possono apprezzarne i costumini alternativi e gli innumerevoli cameo sparsi nelle deliranti sequenze (non animate) finali: tipo, Silver Surfer che fa da tassista galattico a Zero della saga di Megaman; tipo, Felicia di Darkstalkers che forma una girl band con Dazzler; tipo una Sentinella trasformata in servbot. Gente che, soprattutto, sa chi cazzo siano Dormammu, X-23 e il SuperSkrull. 
"Henshing a go-go, baby!". Ma Thor ora gli rompe il culo
MvC 3 è una ciambella pensata per arruffianarsi facile tanto i Marvel Zombie quanto gli aficionados Capcom, ma riuscita col buco solo per i primi. Per i secondi, per i fan di Ryu e compagni di merenda, invece, resta solo il buco. Senza la ciambella.

POST CORRELATI:

23 commenti:

  1. Io ho smesso di giocare "seriamente" ai picchiaduro il giorno in cui fui ripetutamente sconfitto da un mio amico che non aveva mai impugnato un joypad: Eddy Gordo vs Jin Kazama. Inutile ribadire che del giappo dal ciuffone sapevo effetutare con scioltezza anche l'ultima combo da dieci e rotti hit. Quelle amare prese in giro sullo spreco di tempo speso ad imparare le "mosse inutili" mi segnarono indelebilmente:da allora non ho appreso niente di più complicato di una "mezza luna" o un "avanti-giù-avanti".
    I "marvel vs" non mi hanno mai preso anche per il trauma subito, e per una eccessiva difficoltà di eseguire mosse intrecciatissime con lo scomodo(per i picchiaduro) pad della X360. Bella e frizzante recensione come sempre...

    RispondiElimina
  2. Io, una volta, da totale casual gamer, mi cimentai giocando contro un purista del genere (che, stiloso, temporeggiava, aspettava il momento giusto per inanellare le combo e, tendenzialmente, sapeva quello che faceva "smanettando" col joypad).

    Io, invece, combattevo seguendo lo stile di lotta della sacra scuola del "ca**odicane"...

    Un duello epico. L'ho massacrato "a random" talmente tante volte di fila che ad un certo punto gli è scattata l'ignoranza, ha posato il pad e mi ha picchiato talmente tante volte sulla spalla destra (in real, visto che in game neanche mi vedeva... :D ) che mi ha reso inabile al gaming su console. ;)

    Ah, Gatsu, Gatsu... Quanti ricordi! :D

    RispondiElimina
  3. Marte, ma Gatsu è quel Gatsu? Perché se sì, LOL

    RispondiElimina
  4. Mi tocca darti ragione, Doc.
    L'ho preso fuckin day one e ci ho giocato un paio di settimane. Giusto il tempo di rosicare abbastanza online per via di quei mortacciloro che si piazzavano all'angolo spammando il proton cannon, l'hadoken o so io quale altro raggio infame sparato verso il sottoscritto a mazzetta. Per ora mi sono ritirato con l'ingloriosa media di 48 sconfitte e manco una 20 ina di vittorie. Roba che Captain America, dalla schermata di caricamento, mi guardava male. Sigh...

    RispondiElimina
  5. Non avevo mai pensato ad impostare "semplice". Casualone dalla bestemmia facile come sono finalmente potrei finirlo nuovamente senza rischiare esaurimenti (cosa capitata alla prima partita sfruttando un solo "continue", poi solo una sequenza di figure pietose...)

    Omaggi al padrone di casa da un nuovo ospite (che a dirla tutta è arrivato con l'altro post su MvsC3 ma sta recuperando gli arretrati) =)

    RispondiElimina
  6. A parte Tekken... con i picchiaduro ho sempre utilizzato la tecnica del movimento casuale, spesso vincendo :D

    Alexandra Stan era la chicca che mi mancava (da vedere senza audio rigorosamente) :)

    RispondiElimina
  7. @Doc: "Marte, ma Gatsu è quel Gatsu? Perché se sì, LOL".

    Quel Gatsu è QUEL GATSU (e, per la cronaca, quella fatidica volta c'era anche la sorella del suddetto che, alle nostre spalle, tifava a velocità smodata per me - cosa che senz'altro ha fatto scaturire il Gattuso dormiente... ;) ).

    RispondiElimina
  8. Una curiosità...lo hai preso per 360 o per PS3?

    RispondiElimina
  9. Bwahahah, vedo che ti sei accorto anche tu che l'italiano usato è quantomeno discutibile. Va detto che s'è visto di MOLTO peggio, eh. Però certe cose non ho capito come siano venute fuori, tipo appunto Fin Fang Foom trasformato in Bing Bang Boom (appunto, l'album degli Oates).
    Io ho fatto quello che andava fatto: l'ho noleggiato per cinque giorni e poi reso. E non mi è rimasta la voglia di rigiocarci, esattamente come MvC2. Che almeno aveva un roster piú ampio da divertirsi a combinare prima di annojarsi (ma non aveva i finali cazzoni di questo, in effetti).
    Va anche detto che secondo me facevano prima a fare un lungometraggio con la tecnica usata nei filmati iniziali, veramente sborroni (con due R, tanto per meglio intendere l'etimo). Cioè, col cavolo che avrebbero fatto prima; ma sarebbe indubbiamente stato piú interessante, e perché no, esaltante. Arthur che assale MAGNETO, o Tron Bonne che fa a braccio di ferro col SUPER SKRULL (e vince pure!) mi hanno esaltato a bestia. Non a sufficienza da sborsare 70 carte solo per rivederli, eh. Tanto ci sono già sul tubo.
    Poi è vero che gli status dei personaggi sul loro profilo sono discutibili. Però concordo con Tron Bonne piú intelligente di Stark: oh, la bimbetta ha quindici anni, e ti tira fuori dei mecha che mettono in difficoltà un Super Skrull, non so se mi spiego. :P
    Menzione d'onore per:
    - il finale di Hulk, per la serie "lo speed run di Resident Evil piú veloce della storia". Ahr ahr ahr.
    - HAGGAR. Come non amare un sindaco che gira a torso nudo col bretellone, che qui gira con una donna gatto sulle spalle praticamente NUDA e che, alla vista di due DIVINITÀ che stanno mettendo a ferro e fuoco la città, come primo pensiero ha quello di prendere una tubo di ferro e andare a randellarli & prenderli a mosse di bresslinz? Cioè, dai...

    RispondiElimina
  10. Gatsu 88: PS3. Ho ordinato la super-uber-special su axelmusic, ma ancora non si è degnato di mostrarsi. Nel mentre sto giocando a una promo PS3.

    Manuel: Vero, il finale di Hulk, nella mansion di RE1 e con Nemesis, è bellissimo :D
    Haggar, chiaramente, superstar :)

    RispondiElimina
  11. Quindi confermi tutto quello che pensavo di questo gioco.
    Circo, smanettamento, inutilità, soprattutto per 70 eurozzi guadagnati col sudore della fronte.

    RispondiElimina
  12. Circo ma circo interessante per chi ama i personaggi Marvel, giusto?

    RispondiElimina
  13. Ah, comunque fail nella dida di Galarrotino: il vero arrotino dice "cucine a gasse". Il gas in realtà ignora cosa sia.
    Per il resto, OT: vedo che Marte si fa bello sull'Antroza con le segnalazioni che IO gli faccio in altra sede, eh. Bene, al prossimo raduno sperimenterò quella bella tecnica che mi è venuta in mente giorni fa...

    RispondiElimina
  14. Kalyth, mitch: sì. E' circo, ma se ti piacciono i fumettini Marvel è molto più fico.

    Manuel: ma no, poverino. Marte aveva segnalato la fonte del meraviglioso corso di cazzotti. Che, peraltro, è una roba fortissima e se non rivedo quei ragazzi dalla Gialappa's entro sei mesi è un fottuto scandalo.

    RispondiElimina
  15. Ma infatti! Io cito sempre le mie fonti (soprattutto quando LA fonte è Manuel :) ).

    Ho peccato solo con "L'Uomo Pigro" (ma in tempi abbondantemente non sospetti... :P ).

    E poi mi hai già messo in "Abdominal Stretch" a Bovolone. Non ti basta?! :D

    RispondiElimina
  16. Sicuro di non volerlo lo stesso? Era una chiave al ginocchio, capace che te lo mettevo pure a posto... :p
    Comunque non credo vedremo mai i Licaoni in televisione; almeno, stando ai loro stessi commenti è piú probabile che facciano il film di Don Zauker...

    RispondiElimina
  17. Guarda, le ginocchia basta che me le fissi intensamente e già hai vinto per submission, fidati! :D

    RispondiElimina
  18. No, se non sbatti la mano a terra e dici all'arbitro che ti arrendi non vale. Manuel non può mollare la chiave. Sono le regole.

    RispondiElimina
  19. Ma perché Galactus si veste di viola e lilla? :)

    RispondiElimina
  20. Perché si abbinano molto bene con i suoi occhietti azzurri.

    RispondiElimina
  21. Ciao Doc!

    Mi sono appassionato all'universo Marvel solo di recente e questo MvC3 mi aveva preso bene proprio per la presenza di supereroi in calzamaglia!

    Sono abbastanza determinato nel prenderlo, non adesso, magari quando si abbasserà di prezzo, ma lo sono.

    In compenso, andando off topic, Doc, in Tatsunoko hai avuto occasione di notare l'ignoranza che ha Ryu quando urla HADOUKEN durante la supermossa?

    Io una cosa così ignorante non l'avevo mai sentita...

    RispondiElimina
  22. "No, se non sbatti la mano a terra e dici all'arbitro che ti arrendi non vale. Manuel non può mollare la chiave. Sono le regole.".

    Conieremo per l'occasione la nuova gimmick del lottatore che porta le mosse con la sola forza del pensiero, perchè ti assicuro che se Manuel o chicchessia mi guarda con troppa intensità le ginocchia, rantolo a terra sbattendo la mano ed implorando pietà anche senza contatto fisico! :D

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails