lunedì 11 ottobre 2010

25

Goldrake: i 20 migliori mostri lanciati da Vega

Che come attacco della sigla andava benissimo: "Vai, contro i mostri lanciati da Vega". E' la seconda parte della stessa strofa che non l'hai mai capita: "Vai, il tuo cuore nessuno lo spiega". Cazzo c'era da spiegare? Mah. Comunque, non divaghiamo: dopo i mostri pezzenti sotterranei di Jeeg e gli insubordinatissimi Mikenes del Grande Mazinga, è giunto finalmente il momento di parlare un po' dei compagni di merende di Goldrake. In attesa che arrivi questo benedetto robocardiologo, che è dal '78 che lo state aspettando. [...]

La storia di Goldrake, per chi non lo ricordasse, è piuttosto semplice. C'è questo principe alieno vestito come Little Tony, Duke Fleed, che fugge dal suo pianeta natale invaso dall'impero di Vega e arriva sulla Terra con il suo robottone gigante. Qui viene accolto dal dottor Procton, noto esperto di problemi rettali, che ci dà il nome di Actarus, lo manda a vivere nella fattoria di un nano e ci fotte il robot. Anni dopo, però, Re Vega ordina l'invasione anche del nostro pianeta, e allora il gastroenterologo Procton ci dice Actarus, tu me li hai portati, tu te ne liberi, e lo manda a combattere i mostri spaziali (disponibili in due allestimenti: Enban Juu, 円盤獣, oppure Vega Juu, ベガ獣). In mezzo alle palle c'è ANCORA il Koji Kabuto di Mazinga Z e il Grande Mazinga. Questa volta, però, ci lasciano pilotare solo uno sfigatissimo disco volante che si è costruito da solo. Ora, nei 74 episodi che separano l'arrivo sulla terra di Actaruso dalla ripartenza per Fleed con biglietto di sola andata, seconda classe, per lui e la sorella Maria, si è fatto a tempo a vedere una settantina di mostri spaziali. Ne hai scelto, anche stavolta, i 20 più tosti, belli, brutti, della pompa: 
 
GIRU GIRU
Nome giapponese: Enban Juu Giru Giru
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ギルギル
Episodio 1 "Alcor e Actarus"

Nome da lecca lecca e look da tartarugone, Giru Giru lancia il tema dei mostri che arrivano sotto forma di disco volante, una costante nei primi episodi della serie
BAL BAL
Nome giapponese: Enban Juu Baru Baru
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・バルバル
Episodio 3 "L'incubo"

Altro disco volante, altro rettilone (un drago?), ma soprattutto un altro doppio nome alla Heidi. Sarà un caso?
MOSTRO DI FUOCO
Nome giapponese: Enban Juu Geru Geru
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ゲルゲル
Episodio 13 "Fiamme dallo spazio"

No, non è un caso. Stavolta il disco volante Kinder contiene una sorpresa fatta di un robottone con doppio scudo e raggio solare, ma l'originalissimo nome affibiatogli in Italia (Mostro di fuoco) non deve trarre in inganno: lui è Geru Geru, e siamo proprio in presenza di un effetto Heidi
Ora, si chiederà qualcuno, ma che minchia c'entra Heidi? Niente, ma la piccola zotica nata nel romanzo di Johanna Spyri e diventata bambina a cartone animato giapponese con gli zoccoli di Fantozzi c'aveva questo DEPRECABILE VIZIO di chiamare gli animali con un doppio nome onomatopeico: erano i famosi amici di montagna Mu Mu, Cip Cip, Bhe Bhe che ti dicon non partire.
Heidi nei primi anni Novanta
GISU GISU
Nome giapponese: Enban Juu Gisu Gisu
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ギスギス
Episodio 23 "Distruggere la diga"

Ah, il vecchio Gisu Gisu. Con quell'accostamento cromatico verde su giallo così delicato, e quel decoro con le fiamme da auto di un pappone messicano
URU URU e GIDO GIDO
Nome giapponese: Enban Juu Uru Uru & Gido Gido
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ウルウル /
ギドギド
Episodio 26 "Avanti nello spazio"

Due pezzenti di Vega che lavorano in coppia. Il primo facendo roteare dei tubi dell'acqua assicurati a due falci, il secondo limitandosi a presentarsi sulla scena con delle spalline imbottite alla Bon Jovi con gli spuntoni
BUN BUN
Nome giapponese: Enban Juu Bun Bun
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ブンブン

Episodio 35 "Il terremoto misterioso"

Un povero scarrafone spaziale a due teste sfortunato. Distrutto da Goldrake, si reincarnerà nell'omonimo cagnolino, in cerca della mamma Fiamma
 GAU GAU
Nome giapponese: Enban Juu Gau Gau
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ガウガウ

Episodio 42 "S.O.S. dal centro spaziale"

Altro povero stronzo con il doppio scudo, ma dotato di una coppia di UTILISSIMI ganci ricurvi e di due spuntoni sui fianchi per farsi male da solo
 GARI GARI
Nome giapponese: Enban Juu Gari Gari
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・ガリガリ

Episodio 46 "Uno squalo dallo spazio"

Lo scheletro spaziale che andava dallo stesso sarto di Actarus
FUBI FUBI
Nome giapponese: Enban Juu Fubi Fubi
Ideogramma del debutto trionfale: 円盤獣・フビフビ

Episodio 50 "Eliminate Alcor"

Dopo averne visto perire una cinquantina, finalmente Vega di decide a spedire sulla Terra qualcosa di più presentabile. Da apprezzare l'arma palla chiodata/palla con bitorzoli d'acciaio in stile workout nella Tana delle Tigri
KINGOLI
Nome giapponese: Vega Juu King Gori
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・キングゴリ

Episodio 52 "La fuga"
A spezzare la sinistra teoria di doppi nomi bisillabici arriva finalmente, uh, il solito clone di King Kong. Dall'episodio successivo, a ogni modo, si torna alla scuola di pensiero heidiana
GURIX 2
Nome giapponese: Vega Juu Gure Gure
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・グレグレ

Episodio 55 "Il mostro di Lochness"
Dietro il nome italiano da supposta per la stipsi, Gurix 2, si cela infatti un più convenzionale Gure Gure. Da non confondersi con gli altri mostri spaziali Gura Gura, Gari Gari e Geru Geru
BUDO BUDO
Nome giapponese: Vega Juu Budo Budo
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ブドブド

Episodio 52 "Un piccolo mostro"
Un bel ragnone meccanico con l'espressione maligna e le corna a martelletto
GOE GOE
Nome giapponese: Vega Juu Goe Goe
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ゴエゴエ

Episodio 62 "Il giorno dei cigni"
Un mostro spaziale artigliato un attimo più convincente. Non fosse per quelle gambette ridicole. Appare nel laghetto dei cigni, dove di lì a poco sorgerà una televisione
ZASU ZASU
Nome giapponese: Vega Juu Zasu Zasu
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ザスザス

Episodio 65 "Alcor, un vero combattente"
L'incredibile mostro aragosta, che lo puoi fare alla catalana, con i taglierini ma anche con le tagliatelle all'uovo
WAGU WAGU (THIS TIME FOR AFRIGU)
Nome giapponese: Vega Juu Wagu Wagu
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ワグワグ

Episodio 66 "Sotto il livello del mare"
Il solito rettilone fratocugino di Godzilla, che viene buono per tutte le stagioni
Siamo del resto già al sessantaseiesimo episodio: la serie ha già da un pezzo saltato lo squalo
(dopo averlo accoltellato)
BUE BUE
Nome giapponese: Vega Juu Bue Bue
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ブエブエ

Episodio 68 "Maria nella tempesta"
Un suggestivo pipistrello albino gigante che emana scariche elettriche e porta almeno la quarta di reggiseno
GABI GABI
Nome giapponese: Vega Juu Gabi Gabi
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ガビガビ

Episodio 70 "Addio, re di Fleed!"
Altro pipistrellone con la pelliccia Annabella, però munito di artigli e di superflui tubi metallici per farsi sbatacchiare meglio dal nemico
JIGA JIGA
Nome giapponese: Vega Juu Jiga Jiga
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・ジガジガ

Episodio 71 (Inedito in Italia)
Un cavallo alato scheletrico con la trivella della linea ROMA C montata sullo sterno. Il 71 è uno dei tre episodi della serie inediti in Italia. Perché? Boh, ai tempi se lo sono dimenticato da qualche parte
GURA GURA
Nome giapponese: Vega Juu Gura Gura
Ideogramma del debutto trionfale: ベガ獣・グラグラ

Episodio 73 "Due amici inseparabili"
E chiudiamo in bellezza con Gura Gura. Il mostro spaziale che veniva caricato con le scariche elettriche sui capezzoli. I soldati americani, grandi fan di Goldrake, avrebbero ripetuto l'esperimento nel 2004 con alcuni, fortunati prigionieri di Abu Ghraib
E i mostri spaziali sono andati. Ora passiamo all'esercito di Vega. Siccome però il numero degli ufficiali apparsi nel corso della serie era all'incirca pari a quello della popolazione calabrese, ti sei soffermato sui principali e sui più interessanti tra gli altri. Insomma, se proprio non trovate il vostro sottotenente o caporalmaggiore di Vega preferito, non rompete. Si parte ovviamente da
VEGA IL GRANDE (ベガ大王)
Altrimenti noto come Re Vega o L'Imperatore di Vega o L'uomo con il cappellino ridicolo e scomodo. Sempre lesto nel cazziare i suoi tre imbranatissimi sottoposti (Hydargos, Gandal e Zuryl), morirà squarciato dall'alabarda spaziale. Lui che aveva la barba spaziata degli Elii.
COMANDANTE HYDARGOS (ブラッキー隊長)
Dirige le operazioni sulla Terra nei primi episodi, accumulando una serie di fallimenti che neanche la Jube dello scorso anno. Crepa nella ventisettesima puntata.
 COMANDANTE IN CAPO GANDAL (ガンダル司令)
E' il diretto superiore di Hydargos ed è a capo dell'avamposto lunare. Ha una compagna o forse è solo la componente omosessuale del personaggio, e si chiama Lady Gandal. Il fatto è che...
...abita dentro la sua testa. Sai le tirate di capelli alle riunioni di condominio. Questo almeno fino al ventisettesimo episodio, quando avviene una fusione tra Gandal e Lady Gandal. Ogni tanto la seconda prende semplicemente il sopravvento e la faccia di Gandal diventa così:
(con quegli adorabili ricciolini Belle Epoque)
MINISTRO DELLA SCIENZA ZURIL (科学長官ズリル)
Nonostante la benda da pirata, le orecchie da drago e il pigiamino con cui va in giro, Zuril è uno scienziato. Un po' la risposta veghiana ad Antonino Zichichi. Prende il posto di Hydargos dopo la sua morte, ingaggiando una lunga sfida a chi ce l'ha più lungo con Gandal. Vedrà morire in battaglia il figlio Fritz (sic) e cercherà di eliminare Actarus usando la figlia di Vega, Rubina. Che invece si invaghirà dell'eroe e ucciderà il suo mandante. Vatti a fidare delle donne.
GORMAN (ゴーマン大尉)
Comandante delle guardie imperiali di Vega e nemico giurato di Hydargos, si serviva dallo stesso parrucchiere di Cristiano Malgioglio.
COMANDANTE MINEO (コマンダー・ミネオ)
Che povera fallita, la comandante Mineo. Con la sua tutina tigrata arriva sulla Terra per una missione suicida contro Goldrake, visto che Vega le ha promesso di risparmiare in cambio il suo pianeta, Rubi. Ma non ci riesce. Allora Actarus, da vecchio malandrino qual è, ci insegna l'importanza della vita sul nostro pianeta e tutte quelle altre stronzate che si usano per intortare una bella aliena che ti vuoi bombare, ma quella tenta di fuggire e le forze di Vega la fanno fuori, perché Lady Gandal è invidiosa dei suoi capelli viola.
COMANDANTE HARUK (コマンダー・ハルク)
Viene dalla Stella Delta e, nonostante l'aspetto barbarico, è un amante della natura e un ambientalista di quelli che votano i verdi sole che ride. Il sempre malandrino Actarus sfrutterà vigliaccamente questo suo punto debole per ucciderlo.
COMANDANTE DANTUS (ダントス防衛長官)
Attenzione al colpo di genio: come Ministro della Difesa di Vega gli autori schiavizzati da Nagai si inventano un clone di Devil Man. E ovviamente lo chiamano Dantus (Dantos in originale). Il suo concetto di difesa di Vega: scagliare un pianeta contaminato contro la Terra, e ciao.
COMANDANTE SHIRA (コマンダーキリカ)
Shira (Kirika in originale) ha il capello giusto per fare da avversaria a Jenny la Tennista, ma in realtà è una scienziata di Vega che si invera un'arma congelante ultrapotentissima. Solo che non funziona. Allora Actarus si intorta anche lei, destinando anch'ella come gesto d'amore a una morte violenta.
SGHERRI
Con i loro bei cappucci da massoni e armati di strani bazooka che però in realtà sono solo banali mitragliatrici laser, i soldati di Vega svaniscono nell'aria una volta colpiti. Come i ninja della Mano, ma questi sono molto più coglioni.
SGHERRI PAGATI UN PO' MEGLIO
Sono le guardie imperiali di Vega. Per il loro lavoro ricevono in dotazione un casco cornuto, una mantellina del giro d'Italia e il bikini rosso di Baywatch.
NAVE MADRE DI HYDARGOS (マザーバーン)
Un bel disco volante color confetto. Hydargos e nave muoiono nel già pluricitato episodio 27.
NAVE MADRE DI GANDAL
Altro disco volante, ma decisamente più nagaiano/burino, con tentacoli, zanne e antenne varie.
NAVE BASE DI ZURIL (マザーバーン)
Questo è il sottopancia della nave, ma l'aspetto più peculiare del velivolo personale del ministro dello zecchino d'oro era il VULCANO sul dorso. Un vulcano. Ma chi diavolo si fa montare un vulcano artificiale per intrattenere gli amici? Ah, già.
NAVE MADRE DI VEGA (キング・オブ・ベガ)
E chiudiamo con il fiore all'occhiello della flotta di Vega, la nave madre del loro leader, un grande, gigantesco BARILE.

POST PRECEDENTI SUI ROBOTTONI: 

25 commenti:

  1. La seconda strofa non l'hai mai capita perchè in realtà sarebbe: "Vai, che il tuo cuore nessuno lo PIEGA"... (Cosa che, escludendo la metafora, è comunque abbastanza dolorosa per non dire mortale... :P ).

    http://www.youtube.com/watch?v=04MVc7nNaTk

    Ho anche i vinili originali, nel caso. ;)

    RispondiElimina
  2. Ho iniziato a ridere dal primo rigo e ho smesso solo al Barile Esplosivo volante di Vega
    (il video con Stefania Rotolo mi ha invece messo addosso una tristezza enorme. Povera Stefania!)

    RispondiElimina
  3. Stefania Rotolo non è niente, fidati. :)

    Sul TuTubo ho trovato una canzone intitolata "Hey, ragazzo gay!" montata con le immagini del beneamato Grndizer...

    Tristezza infinita!

    http://www.youtube.com/watch?v=hnm5BaaeW7c

    RispondiElimina
  4. Penso che la tristezza enorme di mitch fosse dovuta al fatto che la Rotolo morì pochi anni dopo. Ché il Mitch è un sentimentalone.
    Quanto alla (s)piega: ho capito. Il cuore robotico non era piegabile a portafoglio. Ora ha in effetti senso.

    ...

    ...

    ...

    (forse)

    RispondiElimina
  5. Sbaglio o la nave di Zuril ha anche i tubi di scappamento dietro?

    Confesso che alcune fantasie me l'ero fatte anche su Maria però. Con Jun se la giocava alla pari dai.

    RispondiElimina
  6. Kon, scusa, ma non sono proprio d'accordo.
    Jun era un pezzo di pheega, Maria, chiaramente, una pheega di legno.
    Il che ci porta all'inevitabilità di un prossimo post: "Le pheeghe di legno dei cartoni animati giapponesi".

    RispondiElimina
  7. Povera Heidi, non sapevo avesse fatto questa brutta fine...

    RispondiElimina
  8. Dici così perché non sai cosa è capitato a Sandybell e Fiorellino giramondo.

    RispondiElimina
  9. Per non parlare di Lulù l'angelo dei fiori e di Bia che sfida la magia...

    Tornando in argomento, io prima parlavo più che altro di mero aspetto esteriore, visto che dal punto di vista caratteriale non è che entrambe avessero chissà quando da offrire... Jun vestiva con mini gonna e stivaloni bianchi da squillo professionista, però mica si comportava come tale. O forse mi sfugge qualcosa?
    Piuttosto, rinfrescami la memoria Doc, ma quello sfigato di Alcor-Koji poi si è preso la cotta pure per Maria, vero? Io ricordavo che prima dell'entrata in scena di quest'ultima lui stava piuttosto perso per Venusia, la quale ovviamente non se lo cagava di striscio, a causa di quello sciupone di Actarus.

    P.S. mi compiaccio per averti dato l'idea sul prossimo post animesco =)

    RispondiElimina
  10. Beh uno che era in grado di trombarsi Sayaka è normale che alla vista di Venusia e/o Maria avesse degli evidenti cedimenti :D

    RispondiElimina
  11. Appoggio la corrente interpretativa di wargarv. Poi, più che altro, con Alcor/Koji Kabuto/Luigi Caputo tra i piedi si innestava sempre una dinamica da "falò in spiaggia". Dove c'è quello che le ragazze le fa ridere, e quello truzzo vestito da zingaro e con i capelli lunghi che se le tromba.

    RispondiElimina
  12. Beh però c'è l'anomalia che la chitarra la suonava quello che se le tromba tutte! (pure la sorella)
    http://digilander.libero.it/alcor99/Schede/Goldrake/011_Actarus.jpg

    Che poi l'alternativa fosse il figlio sfigato di Lorenzo, o come dicevan tutti Renzo, Caputo era un altro paio di maniche....anche su un paio di occhiate languide di Maria a Rigel io le ho viste eh....piuttosto che andare con quello sifgato li...

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. wargarv, occhio, ché siamo chiaramente in presenza di un'eccezione alla regola, sempre valida, del chi suona la chitarra al falò non ciula. Perché se ci avevi i capelli lunghi, i vestiti tamarri e la voce di Romano Malaspina (metti: Actarus. Metti: Hiroshi), minchia se ciulavi, chitarra o meno.

    RispondiElimina
  15. Mah ti dico, a me pare più una vittoria per mancanza di concorrenti degni, un pò come i mostri di hei...emh di vega...cioè c'hai un robot bellino luccicoso e cornuto e come pretendi che possa perdere un bun bun il cagnolino a caso....io dico manifesta inferiorità delle avversarie e la accendo, è un pò come dire che quei 4 sfigati che ci hanno umiliato ai mondiali erano forti perchè hanno battuto "i campioni del mondo"....

    RispondiElimina
  16. PS quando si potranno editare i post sarà sempre e solo troppo tardi :P

    RispondiElimina
  17. Sayaka era davvero insopportabile. Cioè dai, Sayaka se paragonata a Jun, Miwa, Maria o persino Venusia perdeva su tutta la linea. Venusia non aveva il sex appeal delle prime tre però aveva la voce di Lamù e tanto mi bastava per rendermela simpatica.

    Giustamente al più sfigato pilota gonagaio anni 70 potevano appioppargli solamente una come Sayaka.

    RispondiElimina
  18. Wargarv: blogspot è quello che è (una piattaforma dimmerda. Ma ormai è troppo tardi per passare a wordpress)

    Kon: io però questa di Sayaki non la butterei via:
    http://www.encirobot.com/4cosplay/cpweb49.jpg

    RispondiElimina
  19. Non vedo l'ora di leggere delle fighe di legno nei cartoni. Ti prego. Dai.

    RispondiElimina
  20. Quello voglio proprio leggerlo anch'io ;)

    RispondiElimina
  21. Decisamente da non buttare, no:)

    RispondiElimina
  22. Il video... il VI-DE-O! Col tripudio di cyloniani e un C3P0 + Darth Vader de noartri da una parte che si muovono alla rock'n roll robot... (pure Vader? uh)
    Ma dove li trovi 'sti magnifici giocattoli? (cit.)

    RispondiElimina
  23. Nessuno lo piega. Il cerume fa gravi danni...

    RispondiElimina
  24. e pensare che Heidi, da piccola, mi stava potentemente sui maroni! visto com'é cresciuta, però, bisogna ricredersi! :D

    RispondiElimina
  25. Questo post è splendido, fondamentale e pure divertente. Grazie per aver raccolto con pazienza tutta la pletora di mostri e personaggi improbabili che Goldrake ci ha propinato a suo tempo, peraltro con mia somma gioia di bimbo.
    Sì, i mostri facevano cagare, col metro d'oggi, ma allora erano una novità assoluta. Io passavo dai cartoni di Braccio di Ferro e Tom&Jerry a questo mondo superalieno, in tutti i sensi; i cattivi vestivano con le spallone anni '80 e Alcor faceva la figura dell'imbranato, col suo dischino volantino del cacchio, ma avevo dieci anni e tutto mi pareva belissimo.
    Grazie ancora.

    Fabrizio

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails